annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fusione D+D con proiettile di uranio impoverito

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Fusione D+D con proiettile di uranio impoverito



    Di solito i proiettili delle armi sono fatti con materiali avente peso specifico molto alto, per esempio il piombo.
    Nel caso che il proiettile è di uranio impoverito, il peso specifico è altissimo ed è possibile perforare la corazza di un carro armato di acciao spessa 10 centimetri.
    Per un brevvisimo istante, la pressione è di milioni di bar, come quella del nucleo del sole.
    Dato che l'energia di impatto dipende da:
    1/2 * massa * velocità^2

    Ne consegue che il peso specifico è importante se vogliamo concentrare grandi energie in poco spazio.

    Esagerando: se un proiettile fosse fatto di polistirolo espanso, non servirebbe a niente perchè (se anche la sua massa fosse grande perchè molto voluminoso) ma la concentrazione di energia in poco spazio sarebbe molto scarsa.

    Quindi per fare la fusione nucleare D+D il polistirolo espanso non va bene; va bene l'uranio impoverito.

    Di che confinamento si tratta ?
    Si tratta del confinamento inerziale, ovvero gli atomi di deuterio non ha il tempo di scappare via prima che avvenga la fusione di qualcuno di essi.

    Ecco fatto la fusione nucleare senza usare confinamenti magnetici!
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  • #2
    Originariamente inviato da uforobot Visualizza il messaggio

    Di che confinamento si tratta ?
    Si tratta del confinamento inerziale, ovvero gli atomi di deuterio non ha il tempo di scappare via prima che avvenga la fusione di qualcuno di essi.
    Ecco fatto la fusione nucleare senza usare confinamenti magnetici!
    Invece di inventare l'acqua calda perchè non ti informi (anche su Wiki)?
    Scopriresti che la tecnica è quella usata dagli anni 50 per realizzare la bomba H.
    Solo che per innescare la fusione si deve usare l'energia di una bomba atomica a fissione
    Con gli esplosivi chimici ci puoi fare una birra.
    Visto che i fotoni viaggiano alla velocità della luce li vedrei meglio come proiettili.
    Non ti scomporre è da trenta anni che provano con dei laser impulsati potentissimi e risultati nisba.
    Forse qualche reazione avviene, ma l'energia per produrre il fascio laser è di un paio di ordini di grandezza superiore a quanto si ricava.
    I laser della potenza necessaria fanno parte dei progetti di "guerre stellari", se hanno fatto dei progressi non vengono a raccontarlo a noi.

    Ciao
    Tersite
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da tersite3 Visualizza il messaggio
      Visto che i fotoni viaggiano alla velocità della luce li vedrei meglio come proiettili.
      Ciao
      Tersite
      Questa dei fotoni mi sembra una stupidaggine.

      I nuclei non vogliono avvicinarsi fra di loro a causa della forza coulombiana e non a causa di temperatura.

      La forza coulombiana è una forza, non è una temperatura.

      In teoria si potrebbe fare la fusione dei nuclei anche col freddo estremo di soli 3 gradi kelvin, ma con soli 3 gradi kelvin occorrerebbe una forza di pressione cosi grande che solo la superficie di una stellina di neutroni (o buco nero) potrebbe fornire.

      E allora... (NON avendo a disposizione una stellina di neutroni), si spera di baipassare l'ostacolo usando la temperatura alta in combinazione con la pressione (la pressione è una forza).

      Non serve a niente un miliardo di gradi kelvin se non c'è pressione, invece con il freddo estremo e la pressione, si potrebbe fare.

      e allora quello che è importante è la pressione, invece la temperatura è di secondaria importanza.

      So bene che come innesco di una bomba H si usa una una bomba atomica "convenzionale".
      L'esplosione di una bomba atomica convenzionale crea una temperatura altissima, e questa temperatura altissima genera PRESSIONE.

      genera pressione.

      Secondo me è uno spreco di tecnologie usare la bomba A come innesco della bomba H, perchè quello che interessa è la pressione e non la temperatura.
      Infatti la stessa pressione che è generata dalla convenzionale bomba a fissione, può essere realizzata anche con i proiettili di uranio impoverito, gli stessi usati per bucare i carri armati.

      Con questo non voglio dire che gli ingegneri americani erano una massa di ignoranti, semplicemente dico che la bomba A non conviene perchè costa troppo ed è praticamente inrealizzabile.

      Poi all'epoca del 1945 non c'erano i proiettili di uranio impoverito.

      Poi potrebbe essere anche una scelta politica quella di fare credere che serve necessariamente una bomba A, perchè è meglio che la bomba H sia quasi impossibile da realizzare (non trovi ?).
      i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

      Commenta


      • #4
        Questa dei fotoni mi sembra una stupidaggine.
        pessimo pulpito, il tuo, Ufo

        Non serve a niente un miliardo di gradi kelvin se non c'è pressione, invece con il freddo estremo e la pressione, si potrebbe fare.
        sbagliato. Per innescare la fusione nucleare calda esiste un solo modo, ed è quello che putacaso funziona in natura. Bastasse il freddo e un po' di uranio impoverito secondo te gli ingegneri aspettavano la TUA intuzione a qualche decennio dall'elaborazione della relatività e dall'invenzione della bomba H? Modestone!
        Oh, e giusto un esempio in natura ce lo abbiamo, su questa tua piiiccola svista: presente Giove? Sai, quel gigante gassoso che orbita intorno al Sole nel nostro sistema solare? Be', gli studi più accreditati stimano la pressione nella zona del nucleo intorno ai 4500 GIGAPASCAL. E non bastano ad innescare la fusione spontanea del gas del pianeta, ma sono sufficienti ad innescare il cambiamento di fase dell'idrogeno, trasformandolo in idrogeno metallico
        http://it.wikipedia.org/wiki/Idrogeno_metallico
        E TU vorresti dirci che un proiettile di uranio impoverito può innescare la fusione nucleare calda?

        Secondo me è uno spreco di tecnologie usare la bomba A come innesco della bomba H, perchè quello che interessa è la pressione e non la temperatura.
        Infatti la stessa pressione che è generata dalla convenzionale bomba a fissione, può essere realizzata anche con i proiettili di uranio impoverito, gli stessi usati per bucare i carri armati.
        e qui dimostri non solo di non avere capito una cippa sulle bombe H, ma di non avere neppure la più pallida idea dell'ENORMITA' delle forze in gioco per innescare la FC.

        Con questo non voglio dire che gli ingegneri americani erano una massa di ignoranti, semplicemente dico che la bomba A non conviene perchè costa troppo ed è praticamente inrealizzabile.
        ?!?!? scusami, e le qualche migliaia di testate sparse in tutto il mondo cosa sono secondo te, petardi?
        Spero che tu non te la prenda se, a nome degli ingegneri americani, ci facciamo una bella risatona, sì?

        Poi all'epoca del 1945 non c'erano i proiettili di uranio impoverito.
        no, c'era solo Einstein, che si sà non era una cima

        ma con soli 3 gradi kelvin occorrerebbe una forza di pressione cosi grande che solo la superficie di una stellina di neutroni (o buco nero) potrebbe fornire.
        chissà perché questi riferimenti, poi..! Una stella di neutroni non vive di fusione nucleare. E' un gigantesco brodo di puri neutroni con qualche rada contaminazione del materiale che appartenne alla stella originale che fu, e non è la 'superficie' a generare la pressione, quindi non si capisce cosa intendi. E lasciamo stare i buchi neri, per i quali parlare di 'pressione' è davvero fuori dal mondo...
        Ultima modifica di Valmax; 21-02-2010, 23:18.

        Commenta


        • #5
          Caro ufo in natura ci sono 6 elementi che hanno un peso specifico superiore all'uranio, almeno uno dei quali conosciuto da migliaia di anni, proprio l'uranio vuoi? E perchè impoverito, quello normale non va bene?

          Fidati, il mondo sarà anche pieno di imbecilli, ma non sono dove pensi tu.

          Tersite
          Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
          Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

          Commenta


          • #6
            e allora parliamo di numeri, ditemi...
            Quanta pressione produce un proiettile di uranio impoverito contro una lastra di acciaio.
            e quanta pressione c'è nel nucleo del sole.
            ---------------
            e poi voglio sapere quanta pressione produce la cosidetta fusione fredda con palladio eccetera (anche quello).
            i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

            Commenta


            • #7
              Curioso che i numeri non li dia TU, visto che dovresti per primo avere la briga di difendere la tua idea in modo chiaro e coerente. Prego esporre. In caso di inesattezze, ne riparliamo.
              Comunque, la pressione stimata nel nucleo solare è di 500.000.000.000 (cinquecento MILIARDI) di atmosfere. Equivalenti a circa 506.500.000.000 bar (http://it.wikipedia.org/wiki/Nucleo_solare). Tu che dici?
              ripeto, mostraci TU un calcolo che ti permetterebbe di raggiungere la stessa pressione con un proiettile di uranio sparato da un'arma della moderna tecnologia.
              Ah, e infilare una dose di gas ipercompresso in un contenitore di PLASTICA?!?

              e poi, ufo, per favore BASTA dire agli altri di fare i conti per te quando sei con le spalle al muro! O hai aperto questo thread con dei dati PRECISI sui quali discutere, o questa discussione non ha senso!

              PS - noto che hai svicolato poco elegantemente sulle altre osservazioni finora rilevate
              Ultima modifica di Valmax; 23-02-2010, 22:39.

              Commenta


              • #8
                Per bucare l'acciaio ci vogliono circa 7,6*10^(8) Pa (vedesi ultimate strength ovvero carico di rottura, qui http://en.wikipedia.org/wiki/Tensile_strength) invece nel nucleo del Sole mediamente si hanno 25*10^(15) Pa (http://en.wikipedia.org/wiki/Orders_...tude_(pressure)).
                Chiaramente i valori solari sono stime... Quello che interessa è, più o meno, l'ordine di grandezza. Infatti il dato di Valmax, 500 Gatm, è pari a 50,66*10^(15) Pa; insomma, siamo sulle decine di PPa.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR