annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Campo magnetico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Campo magnetico

    Salve. La mia domanda è inerente il campo magnetico.
    E' tale campo descrivibile con un numero FINITO di linee di forza o è come il campo gravitazionale nel senso che tale corpo (magnetico nel mio caso) influenza il corpo a distanze potenzialmente infinite? Mi chiedo se il campo magnetico influenzi un'altro magnete a distanze teoricamente infinite...

    Grazie per la cortesia

    Gabriele

  • #2
    Ciao. Se intendi il "campo magnetico permanente" posso cercare informazioni sicure (ma sempre discutibili... c'è NIENTE di sicuro se non si costruisce per verificare con esperimenti)

    Secondo le MIE esperienze, il campo magnetico permanente dei "magnetini" che uso è limitato da qualche metro, non di più... Però il sensore che mi aiuta a osservare lo ritengo altrettanto LIMITATO (la bussola).

    Invece per i campi magnetici "di tipo cosmico" (prodotti da cose come impianti enormi tecnologici, il nostro pianeta, e realtà della cosmologia...) ritengo che davvero perturbino dappertutto, e come si ritiene da ricerche non tanto accettate, escano e rientrino nel "vuoto" ... ma come si può essere certi ?

    Intanto se prendi una bussola e giri per la casa ed anche fuori, di solito segna il nord magnetico, il quale varia la posizione geografica e l'intensità zonale... ma basta che transiti vicino anche ad un pezzo di metallo (ferromagnetico) e segnala... l'ago si sposta.

    Chissà i sensori dell'astrofisica... però i magneti permanenti - fra loro - ponendoli in interazione, perdono il loro "effetto a distanza" rapidamente, circa da 5 mm in su... ed anche se sono mediamente potenti.

    Tutt'altra faccenda sono gli elettromagneti, appunto di laboratorio di ricerca d'università,
    che per potenza e campo elettromagnetico possono si arrivare ovunque, circa come possono fare le stelle, quando pulsano o esplodono...

    Questa è la mia opinione, spero ne arrivino altre, più consistenti. Ciao.

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta. Sicchè è inverosimile permettere a due magneti di avvicinarsi e permettere ad uno dei due di subire solo una spinta parallela all'asse del movimento.Il magnete per forza di cose riceverà una spinta anche,diciamo così,verticale...

      Commenta


      • #4
        Gabrieleci, guarda che quando scrivi di fenomeni fisici, tu non permetti nulla! O il fenomeno si verifica, oppure no, obbedendo soltanto alle leggi fisiche.

        Riguardo alla tua domanda, il campo magnetico, che sia quello di un magnete permanente, che sia quello di un corpo celeste, influenza in modo inversamente proporzionale alla distanza, fino ad essere considerato nullo per effetto dell'influenza di tutti gli altri campi magnetici di segno e direzione diversi, tanto che localmente non hai modo di conoscere a chi attribuire quel che rilevi, ammesso che riesci a rilevare qualcosa.

        Ma tutto questo che c'entra con gli "Apparati MECCANICI" di cui si discute in questa sezione???

        ••••••••••••

        Commenta


        • #5
          Sicchè è inverosimile...
          (vuoi dire: incredibile? ...a me pare ovvio... cioè come segue.)

          permettere a due magneti di avvicinarsi...
          (lo fanno AUTOMATICAMENTE se sono vicini, a distanza di forza di attrazione... dove il campo ENTRA nel corpo dei magneti... per convenzione di polarità diversa, +-+- oppure -+-+ ; prova a lanciarne due su una superficie morbida per molte volte e verifica quale unione di polarità è più frequente... Nota: unione per diventare il contrario dello spezzarli, cioè fare STACK, sovrapporsi... e per il magnetismo anche classico significa aumentare la forza magnetica: più moduli sono sovrapposti e più c'è la forza magnetica)

          e permettere ad uno dei due di subire solo una spinta parallela all'asse del movimento.
          Il magnete per forza di cose riceverà una spinta anche, diciamo così,verticale..


          (questa parte delle tue congetture è la più delicata...

          1) se intendi il fissare un magnete e piazzare l'altro su un rotore inerte, libero, questo accade SOLO PER REPULSIONE -++- oppure +--+ e sicuramente osserverai che è come lanciarlo, fiondarlo... avviene solo per reazione naturale di repulsione magnetica, quella meno probabile, anzi: probabilità bassissima, diciamo ZERO... se si lanciano due magneti su un tappeto, a distanza di INTERAZIONE di campi magnetici permanenti si uniranno SEMPRE, per via che ricercano un equilibrio naturale) Nota che la free-energy propone di usare primariamente la repulsione... ma ovviamente accadono problemi, anche insormontabili... se invece vuoi dire il fare l'effetto di molla semplice da compressa a estesa, i magneti, in polarità di repulsione fanno pure questo... senza alcun problema.

          La spinta verticale è pure possibile; dipende dalle composizioni, cioè dal costruire, stando a porre i magneti come da schema di progetto... Alcuni ricercatori di free energy portano in alto il rotore rispetto alla parte statore... io invece li sto tenendo sempre paralleli al piano della composizione e delle interazioni, e non ho esperienza su queste variazioni di assetto... chissà... verrà in seguito.

          Cerca comunque di verificare le informazioni sulla [regola della mano destra] e prova a consultare un testo di Fisica... Però queste regole e pure tutta l'elettrotecnica non sempre formano coerenza di sapere il come progettare un apparato meccanico per l'energia alternativa basato solo a magneti permanenti.

          Io stesso ricerco senza progetto, solo per studiare effetti e problemi di questa ricerca, la quale sembra impossibile da rendere come si vorrebbe. RICERCA significa libertà di cercare anche l'impossibile, però di "mettere le mani in pasta" a costruire esperimenti... e se si potesse masticare matematica meglio sarebbe...

          Per realizzare sia un motore a statore/rotore, un pendolo, un pistone, eccetera... MAGNETICO, occorre superare alcuni problemi studiando gli effetti corrispondenti al costruito, e non è detto che si possa realizzare poi energia se pure si porta il moto a riprodursi per un po', anzi: la sfida la si da, come base, IMPOSSIBILE.

          Da questo baratro, io - nel buio più assoluto - e come me tutti, possiamo almeno congetturare, sognare... o semplicemente pensare fuori da "schemi di tostapani".

          Il resto lo farà il tempo dedicato all'officina di ricerca meccanica di questo laboratorio minimale, dove io stesso ho compiuto conoscenza che la repulsione tra due magneti è pressoché PARI, dove il magnete lanciato può raggiungere anche una bella distanza, usando una guida di plastica che normalmente si usa per metterci il "filo della corrente"...

          E con il rotore di ricerca corrente, ho raddoppiato il numero di oscillazioni, verificando il vero del fare sovrapposizione, l'idea nata per congettura mentale la sto portando a costruzione, e ovviamente osservo l'apparire di un grosso problema... che sembra immenso ed insuperabile, impossibile... ma niente è impossibile: mi si raddoppia la forza di STALLO... ho velocità ma un muro più spesso alla fine !!!

          L'equilibrio della Natura, della Fisica classica è bellissimo: non cede facilmente, anzi: quasi mai... e ci sarebbe da scrivere per n_volte questo strale per dirvi tutto... ma dobbiamo arrivarci per sforzi congiunti... ma perché sempre le basi, le info +sempici possibili ???

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR