annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

scoperto catalizzatore contro l'inquinamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • scoperto catalizzatore contro l'inquinamento

    Ciao a tutti , il titolo soltanto una provo*****one ,visto che di smettere di usare il petrolio ,non se ne parla ancora per 20 anni e comunque anche i bio combustibbili inquinano lo stesso , e l'idrogeno e ancora lontano , e purtroppo tutta questa schifezza ce la dobbiamo respirare e manggiare noi per arricchire i soliti , che a quanto vedo useranno ogni mezzo per bloccare qualunque cosa atenti i loro piani di arrichimento ,volevo lanciare una proposta , e possibbile che con tutti i cervelloni che ci sono in questo forum ,non si riesca ,a fare un filtro , catalizzattore , etc , capace di eliminare completamente gl'inquinanti ? , sia dai grossi camion , da le vetture , e da tutte le fabbriche , centrali elettriche a metano e non , possibbile che non riusciamo a salvarci per i prossimi 50 anni da questo modo di vedere le cose ? eco ,la provocazione e questa vediamo di trovare una via d'uscita cercando in un secondo momento di ridurre i costi cosi diventa applicabbile d'apertutto, compreso gli aerei ( uno intrcontinentale inquina come una intera citta ) ,mettiamoci al lavoro.

    ps: non vorrei che l'iquinamento sia parte dei loro piani ,per chi sa quale guadagno , speriamo che non fermino un semplice filtro .ciao

  • #2
    Se non specifichi quali inquinanti, difficile cominciare un discorso. Per esempio, l'anidride carbonica un'inquinante? La emettiamo anche noi... dobbiamo mettere un filtro? Oppure intendi gli idrocarburi policiclici aromatici? Oppure....

    Commenta


    • #3
      leon73,
      esistono gia' dei materiali particolarmente interessanti per l'abbattimento di alcuni inquinanti, per esempio
      l'Alpolic, materiale destinato per ora agli architetti che possono spendere.

      Credo che la ricerca ci potra' portare altri esempi simili.

      Ciao
      Mario
      Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
      -------------------------------------------------------------------
      Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
      -------------------------------------------------------------------
      L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
      Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
      ------------------------------------------------

      Commenta


      • #4
        ciao paolo , comincia pure te che sei un intenditore , lo so che anche noi emetiamo l'anidride carbonica , per sarebbe naturale , invece tutto quello che crea l'uomo a combustione non naturale , per cui non girare il discorso che non ha senso , stiamo parlando di camion , vetture , fabriche etc , etc ,poi ci sono gli idrocarburi etc ,etc , a me risulta che la precedenza in questa vita ce l'abbia la vita ,te cosa ne dici?.
        Loggicamente parliamo di tutti gl'inquinanti , esempio se una fabbrica emete zolfo nel'aria dovremmo trovare un filtro adatto perche ci non accada , i camion fanno la bellezza di 2 km con un litro di gasolio in pianura e carichi , in montagna fanno 1,5 km con un litro anche con filtro antiparticolato abbiamo ancora un residuo di pm2,5 attorno al 23 % e tantissima anidride carbonica che se permetti prima che quel camion passi non c nell'aria , per cui anche li potremmo trovare un filtro migliore , e cosi via caso per caso trovare una soluzzione , certo se mi dici che le multinazzionali guadagnano ad inquinare ,allora ritiro tutto quello che ho detto .ciao

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE
          tutto quello che crea l'uomo a combustione non naturale

          non ci siamo.... una caldaia a metano emette anidride carbonica ed acqua, sono naturali? Si e no, perch sono comunque cose che incrementano l'effetto serra, e comunque il problema sono le quantità.
          le normative per le emissioni ci sono già, ed i filtri per le varie sostanze che bisogna abbattere pure. Il problema far rispettare le normative, avere tecnici che sappiano usare gli strumenti di controllo invece di chiedere bustarelle, e mezzi economici per le analisi.
          Hanno appena messo incampo le normative euro4, costringendo molte persone a cambiare auto; ci sono leggi e norme tipo la Seveso etc....
          Questo un campo serio, chiedere un catalizzatore universale come chiedere la pace nel mondo, un discorso un po' troppo generico.

          Commenta


          • #6
            CITAZIONE
            non ci siamo.... una caldaia a metano emette anidride carbonica ed acqua, sono naturali? Si e no, perch sono comunque cose che incrementano l'effetto serra, e comunque il problema sono le quantità.

            Si l'anidride carbonica e l'acqua sono naturali, ma la caldaia mi dispiace , no , per cui non assolutamente vero quello che dici guarda le emissioni delle, esempio caldaie cosmogas , ci sono e come , per cui quello che propongo e di eliminare completamente l'emissioni non di guardare le normative come dici tu , hai capito o no eliminare non vuol dire ridurre , visto che siamo in un forum a me interessa eliminare l'emissioni non diminuirle , non l'obbietivo con il quale ho aperto questa discussione , per cui prendiamo un esempio ,come i camion e partiamo da li che sicuramente inquina molto di piu di una caldaia e credimi non naturale . ciao

            Edited by mariomaggi - 13/5/2007, 14:15

            Commenta


            • #7
              CITAZIONE
              visto che siamo in un forum a me interessa eliminare l'emissioni non diminuirle

              Scusami ma io concordo con Paolo...
              Se si vuole affrontare il discorso per cercare di ipotizzare soluzioni concrete e sostenibili... bisogna farlo in modo specifico per inquinante, perch ce ne sono un infinità e ognuno ha le sue problematiche...

              Se invece si vuol fare un discorso generale e utopico perch siamo in un forum, nella sezione OT e possiamo discutere del sesso degli angeli, allora vale tutto e il contrario di tutto.

              Allora ti dico che vorrei non uno, ma tre catalizzatori:
              - uno contro la stupidità
              - uno contro l'incompetenza
              - uno contro il conflitto di interessi.

              Dati questi tre, ripuliamo il pianeta in quattro e quattr'otto, e lo risaniamo anche sotto il profilo socio-politico-economico... ci metto la firma!

              A Mario risponderei che certe applicazioni architettoniche di certi materiali mi puzzano un po' d'ipocrisia. A parte i costi... ho idea che l'intento non sia tanto ecologico quanto economico...
              I catalizzatori sulle facciate sono usati anche e soprattutto per ridurre le deposizioni e ridurre gli interventi di manutenzione straordinaria delle facciate, non tanto per salvare questo povero pianeta: rivesto con il materiale X che costa di pi ma poi non chiamo l'impresa di pulizie specializzata che mi chiedeva un rene per farmi la pulitura...

              Comunque stanno uscendo dei prodotti interessanti per interni, delle piastrelle in grado di ridurre il tasso di CO2 dell'ambiente confinato... ho chiesto con aria ingenua quanto dura l'effetto (il principio costante nel tempo oppure no?) e perch dovrei preferirle ad un paio di bei ficus benjamin o ginko biloba, o alla semplice apertura di una finestra... mi hanno guardato male! <img src="> !

              Va bene credere ai miracoli, per...

              Ultima domanda non da poco:
              Supponiamo di essere cos bravi da inventare un filtro per ogni necessità... Il problema sarà poi... smaltire i filtri a fine ciclo di vita!
              Un filtro per definizione un dispositivo che intercetta la sostanza, ma in cui la stessa si concentra in modo preoccupante...
              Poi di 'sti filtri che facciamo?

              Il problema non intercettare gli inquinanti, NON produrli... cos da non dover proprio pensare a come trattenerli...

              Ciao!

              Commenta


              • #8
                CITAZIONE
                guarda le emissioni delle, esempio caldaie cosmogas , ci sono e come

                Il metano durante la combustione si trasforma in vapor d'acqua e anidride carbonica e basta. Non ci sono altre emissioni, se non dovute a qualche traccia di impurità nel metano.... ma dubito persino che siano misurabili.

                Se invece dici che sono la caldaia ed il camion a non essere "naturali", sono d'accordo. Basta eliminarli... o perlomeno spegnerli e farne a meno.
                Non si pu avere la botte piena e la moglie ubriaca, si pu cercare solo di ridurre l'emissione di sostanze inquinanti.... con la tecnologia o con la decrescita.

                Commenta


                • #9
                  Leon, coglila come una provocazione ironica, ma.. se vuoi eliminare totalmente l'inquinamento.. perch non inizi a spegnere il pc? <img src=">

                  Commenta


                  • #10
                    Cara denew
                    In un altro Trhead si accennava ad attività sportive.
                    Cosa c' di pi ecologico di una passeggiata in rampichino su per le montagne? Poco.
                    Ma immagina una gara internazionale con centinaia di partecipanti, di tutte le categorie, con relativi accompagnatori e assistenti e poi dimmi come risulta alla fine il terreno di gara. Uno schifo immagino.
                    E' una questione di quantità, non solo di qualità.
                    Non esiste nessuna attività (umana e non) che non interferisca con l'ambiente.
                    Non esiste nulla che a priori possa essere considerato positivo o negativo.
                    Ad esempio se non ci fosse effetto serra la temperatura media della Terra sarebbe sotto zero.
                    Se fosse troppa si farebbe la fine di Venere.

                    Come dice giustamente Cattani non si pu avere la botte piena e la moglie ubriaca.
                    Possiamo fare a meno dell'energia, ma si torna alle caverne, a mangiare carne cruda.
                    Possiamo prelevare dall'ambiente quantità molto limitate di energia senza grossi problemi.
                    Dobbiamo decidere se questa limitata quantità la si divide per 8 miliardi o per 500 milioni.
                    Possiamo pensare che stringendo la cinghia quello che c' basti anche per i nostri figli, per nipoti si arrangino!
                    Possiamo scendere dal pero e prenderci delle responsabilità e dei rischi.
                    Sicuramente non dobbiamo fidarci di chi ci disegna un futuro azzurro e felice, basta che voti lui o che compri il suo prodotto

                    tersite

                    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma sbagliata
                    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE
                      E' una questione di quantità, non solo di qualità.
                      Non esiste nessuna attività (umana e non) che non interferisca con l'ambiente.
                      Non esiste nulla che a priori possa essere considerato positivo o negativo.
                      Ad esempio se non ci fosse effetto serra la temperatura media della Terra sarebbe sotto zero.
                      Se fosse troppa si farebbe la fine di Venere.

                      Vero, verissimo...
                      Il vero problema non del tipo on-off, impatto s o impatto no, ma definire delle soglie di tolleranza al di sotto delle quali ritenere una tecnologia, comportamento, attività umana accettabile o meno.

                      CITAZIONE
                      Come dice giustamente Cattani non si pu avere la botte piena e la moglie ubriaca.

                      ... e i soldi del vino ancora nel portafoglio.
                      Io non mi pongo n mi sono mai posta il problema in questo termini...
                      Ma quando definisci le soglie che ti ho detto... automaticamente introduci anche una distinzione qualitativa: tra quello che si pu fare e quello che non si pu fare.
                      Come in campo energetico, c' una questione di qualità oltre che quantità...
                      Scaldare l'acqua per farsi una doccia con una resistenza elettrica qualitativamente stupido, a parità di energia richiesta rispetto ad un solare termico o una caldaietta a metano.
                      Indipendentemente al fatto che quella elettricità ti possa arrivare in abbondanza e a basso costo dal nuke o prodotta con costi ambientali rilevanti con il termoelettrico, o venga gi bel bella dall'idro...

                      CITAZIONE
                      Possiamo fare a meno dell'energia, ma si torna alle caverne, a mangiare carne cruda.
                      Possiamo prelevare dall'ambiente quantità molto limitate di energia senza grossi problemi.
                      Dobbiamo decidere se questa limitata quantità la si divide per 8 miliardi o per 500 milioni.
                      Possiamo pensare che stringendo la cinghia quello che c' basti anche per i nostri figli, per nipoti si arrangino!
                      Possiamo scendere dal pero e prenderci delle responsabilità e dei rischi.

                      Dobbiamo fare delle scelte, certamente. Scelte complesse, alle quali difficilmente potrà corrispondere una sola risposta da una sola fonte. Abbiamo un elevata domanda energetica correlata al nostro stile di vita, ma anche molto composita. In casa e in ufficio utilizziamo certe fonti, per spostarci altre, per la produzione altre ancora...
                      E' un puzzle difficile da comporre, che ha bisogno innanzitutto di regole del gioco chiare.

                      Poi che non vi sia un prezzo indicato sulla scatola del gioco... non credo ci sia nessuno che abbia superato i 7 anni e che possa veramente esserne convinto.

                      Ammesso e non concesso che ci sia una soluzione eccelsa che accontenta tutti... avrà comunque un prezzo. In fatica e in TEMPO.
                      La prima ce la possiamo permettere, il secondo forse non ce lo possiamo prendere come vorremmo.

                      CITAZIONE
                      Sicuramente non dobbiamo fidarci di chi ci disegna un futuro azzurro e felice, basta che voti lui o che compri il suo prodotto

                      Si ha il dovere di comunicare un obiettivo da perseguire, ci mancherebbe.
                      Ma deve avere due requisiti, per essere davvero efficace.
                      - Deve essere effettivamente raggiungibile (e io il Mulino Bianco l'ho visto solo sui biscotti...), altrimenti una fiaba.
                      - Deve essere comunicato il retro della medaglia: l'impegno e il costo richiesto dallo sforzo. Senza mezzucci.

                      Sta passando un messaggio sbagliato e pericoloso:
                      Per rispettare l'ambiente non bisogna toccare neppure un fiore, e che ce vo'...

                      Mah...

                      Commenta


                      • #12
                        CITAZIONE
                        Per esempio, l'anidride carbonica un'inquinante? La emettiamo anche noi... dobbiamo mettere un filtro?

                        Possiamo considerare inquinante qualsiasi sostanza che immessa oltre una certa quantità in un ambiente ne altera l'equilibrio.

                        Faccio un esempio: Ammettiamo per assurdo che riesca a creare una macchina che produce elettricità producendo (producendo e non consumando, producendo partendo da cose che non sono acqua) come "scarto" acqua. Se tale acqua tale da alterare il volume globale di acqua el pianeta cosi' tanto da squilibrare il clima e persino coprire le terre emerse allora anche l'acqua un inquinante. E' un esempio molto brutto (e pure un p scemo ed impossibile <img src="> ) per esprime il concetto <img src=">

                        Ovviamente esistono inquinanti piu' aggressivi (pensiamo ai composti di zolfo e cloro ad esempio) e meno aggressivi (anidride carbonica). Di certo per la pericolosità non insita nell'agente in se stesso quanto nella quantità relazionata al danno che questo provoca.

                        Anche le radiazioni fanno male per bisogna ricordare che in natura esiste già un fondo di radiazione naturale.

                        Ciao <img src=">

                        Commenta


                        • #13
                          CITAZIONE
                          Possiamo considerare inquinante qualsiasi sostanza che immessa oltre una certa quantità in un ambiente ne altera l'equilibrio.

                          Ottima definizione, potenzialmente tutto inquinante per il principio che il troppo stroppia.

                          CITAZIONE
                          Ovviamente esistono inquinanti piu' aggressivi (pensiamo ai composti di zolfo e cloro ad esempio) e meno aggressivi (anidride carbonica). Di certo per la pericolosità non insita nell'agente in se stesso quanto nella quantità relazionata al danno che questo provoca.

                          Questo significa ad esempio che un modo per minimizzare gli impatti potrebbe essere puntare sulla differenziazione delle fonti, cos da non avere impatti concentrati anche quando le sostanze residue siano potenzialmente naturali... giusto?

                          CITAZIONE
                          Anche le radiazioni fanno male per bisogna ricordare che in natura esiste già un fondo di radiazione naturale.

                          Non prenderei in considerazione i parametri naturali, visto che siamo stati progettati per le condizioni di pressione, temperatura, radiazione, gravità in cui viviamo... In merito ad esse siamo neutri.
                          Il problema quanta devianza dalla neutricità siamo in grado di sopportare, sia noi che il resto dell'ambiente...

                          Ciao! ^_^ !

                          Commenta


                          • #14
                            grazie a tutti , mi fa piacere che ne parliamo , grazie anche paolo che lo riempito di domande , ma prendiamo ad'esempio il particolato dei camion nello specifico , hanno inventato il filtro antiparticolato auto rigenerante , tramite la combustione ad'alta temperatura , si elimina il pm 10 ma si forma il pm 2,5 , 3 , micron(polvere fini) come possiamo fare per eliminarlo del tutto ?, ragazzi questo particolato e peggio del'altro arriva fino in fondo ai polmoni, le provabbilita di un tumore aumentano di molto , io non voglio polemizzare , voglio semplicemente individuare i piu pericolosi per la nostra salute ,e uno alla volta eliminarli , partendo dai tir che di spazio per montare dei marchingeni ne hanno tanto(ci pensate mai quando siete in fila in autostrada ? ) , poi l'anidride carbonica si proprio lei perch un motore a scoppio debe aver diritto ha emetterne piu di me, che sono un umano?, cerchiamo dove ce troppa emissione di eliminarla tutto qua(usare questo forum per trovare idee per riconquistarci il primato di emissioni di anidride ) , un volo intercontinentele di 12 ore di viaggio inquina in co2 quanto la citta di roma in 24 ore ,ora se parte un aereo ogni 3 minuti (intercontinentale)fate un po voi ,io credo che 6 migliardi di persone ci mettono un bel po a emettere tutta quell'anidride carbonica, comunque non sono ne un chimico ne un fisico , propongo da citadino , ragazzi vi faccio una domanda, perche tutto quello che gira per terra non va a biogas ? , sapete perche ? ,perche non vogliono , ecco perche vi dico cerchiamo di difenderci con le poche armi che abbiamo a dispossizzione .ciao

                            Commenta


                            • #15
                              CITAZIONE
                              voglio semplicemente individuare i piu pericolosi per la nostra salute ,e uno alla volta eliminarli

                              Hai detto niente! :huh: !
                              Leon... freeeeena!
                              Vuoi eliminare tutti gli inquinanti in una botta sola?

                              Ok.
                              Da domani... tuuutti a piedi! Cos non abbiamo problemi di emissioni di particolato, ivi compresi i TIR.
                              Certo... troverai i supermercati vuoti e dovrai allevarti in casa di nuovo conigli e galline e fare l'orto. Non dimenticare la capretta, perch neppure il latte arriva pi!
                              Il treno lo salviamo? Va ad elettricità, ed elettricità significa che da qualche parte la devo pur produrre, con qualche impatto. Per forza... Perch il treno ad eolico e idro non riusciamo a farlo andare...
                              In casa ci teniamo tutti quattro maglioni e andiamo a dormire con il gatto, per tenerci caldo... riscaldamento zero, ovviamente. Le caldaie inquinano, e neppure a legna van bene perch riemettono CO2. Niente tv, lavatrice, asciugatrice. lavastoviglie, frigo, cellulare...niente di niente. Niente ascensore. Ah! Dimenticavo! Niente mezzi pubblici, a lavorare a piedi e con carta e matita, come 100 anni fa. Vita da mormoni, insomma.

                              Gli aerei ce li scordiamo, che cavolo va a fare tutta sta gente in america... perch non parte tre mesi prima come ha fatto Colombo?

                              Non ti sto prendendo in giro, Leon, ti sto dicendo che una scelta NO a 360 sul piano emissioni significa dire NO a tutta quella che la nostra vita attuale... sei sicuro? Accetteresti davvero tutto questo?

                              Perch non ci sono idee da trovare... se si vuole l'impatto zero devi rinunciare agli ultimi 200 anni di progresso tecnologico. PUNTO.

                              Il biogas? Avrà pure quello dei residui di combustione no? E allora in un ottica di rinuncia via pure quello. A dorso di mulo (per l'america la vedo un po' duretta...)

                              Sai qual' la risorsa pi forte che abbiamo per difenderci? Il BUON SENSO, il RAGIONAMENTO...

                              Dire NO e basta a tutto a prescindere non ragionevole. Bisogna farsi domande ed elaborare strategie ma sostenibili sia sotto il profilo energetico ma anche sotto il profilo umano.

                              Ti preoccupi giustamente dei PM10,5,2 e affini, certamente sono un problema per la salute... ma ci sono altri impatti che puoi e devi minimizzare prima...

                              Se ti dicessi che una delle cose pi devastanti in termini di radicali liberi ed esposizione a sostanze dannose mangiare i cibi bruciacchiati come il bordo della pizza annerito o la bisteccona rinsecchita? :blink: ! Te lo giuro!

                              Ok ragionare e parlarne ma il fondamentalismo verde NO. Perch non verde, nero. Come il buio di una perfetta assenza di prospettive o un oscurantismo puramente ideologico!

                              Pensaci su! <img src="> !

                              Commenta


                              • #16
                                Pratticamente mi stai dicendo che il pm 2'5 non si puo eliminare ? guarda che mi sono corretto e ho detto di iniziare con quello , poi sei sicuro che il co2 non si puo eliminare dopo la combustione ? perche devo rinunciare alle comodita se forse con un piccolo marchingenio come il filtro antiparticolato o altri che scopriremmo posso semplicemente abassare o togliere l'anidride e il particolato?

                                Io mi sono costruito una pompa idrosonica gia da 2 anni e raggiungo al massimo 56 gradi , l'unica cosa che ho dovuto fare e sostituire due cuscinetti , (li ho adattato quelli della pompa del'acqua della uno) e pure mi sto risparmiando la bellezza di 800 euro l'anno di gas , quando ho iniziato a leggere sulla pompa mi sembrava una c.........ta e pure non ci crede nessuno e io non ho fatto tutti quei calcoli che sapete fare voi , con questo ti voglio dire che non bisogna chiudersi , se invece mi dici che non chimicamente possibbile e un altro discorso .

                                Commenta


                                • #17
                                  CITAZIONE
                                  Pratticamente mi stai dicendo che il pm 2'5 non si puo eliminare ? guarda che mi sono corretto e ho detto di iniziare con quello , poi sei sicuro che il co2 non si puo eliminare dopo la combustione ? perche devo rinunciare alle comodita se forse con un piccolo marchingenio come il filtro antiparticolato o altri che scopriremmo posso semplicemente abassare o togliere l'anidride e il particolato?

                                  No. Quello che ti ho detto anche prima che le sostanze posso intercettarle, ma non posso farle sparire...
                                  Ammesso e non concesso che possa filtrare la CO2, quando i filtri sono saturi che ne faccio? Mica posso mandarli in discarica dove potrebbero cedere, con il tempo, la sostanza all'ambiente...
                                  So che ci sono progetti per catturare la CO2 di grandi impianti, ma non so dirti molto di pi... qui ci sono supertecnici che potranno spiegare a entrambi come funzionano... il problema per dove te la metti dopo la CO2... la ricombini per ottenere altre sostanze?
                                  Non lo so.
                                  A me sembra molto pi furbo, se dico no emissioni, NON emettere anzich scervellarmi per inventare fantasmagorici dispositivi che non saprei gestire DOPO il loro esaurimento...

                                  CITAZIONE
                                  Io mi sono costruito una pompa idrosonica gia da 2 anni e raggiungo al massimo 56 gradi , l'unica cosa che ho dovuto fare e sostituire due cuscinetti , (li ho adattato quelli della pompa del'acqua della uno) e pure mi sto risparmiando la bellezza di 800 euro l'anno di gas , quando ho iniziato a leggere sulla pompa mi sembrava una c.........ta e pure non ci crede nessuno e io non ho fatto tutti quei calcoli che sapete fare voi , con questo ti voglio dire che non bisogna chiudersi , se invece mi dici che non chimicamente possibbile e un altro discorso .

                                  Qui una questione di avere i benefici che ci servono in termini di riduzione nei tempi stretti che abbiamo. Mentre ragioniamo sull'avvento di queste idee miracolose, se le idee miracolose non arrivano? Ci teniamo i livelli di emissione attuali?
                                  Neanche io faccio calcoli da Archimede Pitagorico, ma adotto un principio di prudenza per cui prima si cercano le soluzioni pi ovvie e prudenziali, poi si spera nel miracolo, che semmai dovrà intervenire su un minor danno...

                                  Hai una posizione molto singolare: vuoi tenerti tutte le comodità senza sacrifici pregando nell'avvento di un miracolo da pochi euro, da sostituire di tanto in tanto...

                                  Onestamente?

                                  Fosse cos facile... ci volevamo te ed io a trovare 'sta soluzione con il fior di cervelli attivi nella ricerca energetica? <img src="> !

                                  Essere aperti a qualsiasi innovazione s, ma non al punto di essere disponibili ad un ottimismo che porti a sottovalutare le soluzioni pi immediate e pi ovvie!

                                  Ciao!

                                  Commenta


                                  • #18
                                    CITAZIONE (leon73 @ 13/5/2007, 21:29)
                                    Perche devo rinunciare alle comodita se forse con un piccolo marchingenio come il filtro antiparticolato o altri che scopriremmo posso semplicemente abassare o togliere l'anidride e il particolato? Io mi sono costruito una pompa idrosonica gia da 2 anni e raggiungo al massimo 56 gradi.

                                    Leon, un filtro antiparticolato, come dice la parola, un filtro. Come risolverai il loro smaltimento? E di ci che non viene filtrato? Per la CO2 ci sono alcuni metodi, ma non sono utilizzabili comunemente in auto..
                                    Riguardo la Idrosonica.. se la sfrutti per portare l'acqua da 15 a 56C quello che risparmi in gas lo spendi tre volte tanto in energia elettrica. Efficienze elevate si riscontrano da 60-70C in poi, e non con tutte le configurazioni!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Per un attimo ho creduto che si poteva fare qualcosa ,se dite cosi sara come dite voi ,non voglio inventare niente , riguardo alla mia pompa ti sbagli io la uso da due anni , ho fatto una piccola modifica ai vostri commenti , ti dico soltanto che il rotore non come pensi (mi e stato dato un consiglio in un forum tedesco ), a un 'altra figura geometrica ,a questo punto fai le tue prove, la mia grazie a dio mi fa risparmiare e credimi quello che ti dico ,sono solo 56 gradi , e ha un motore piu piccolo di quello che pensi .ciao

                                      Commenta

                                      Attendi un attimo...
                                      X
                                      TOP100-SOLAR