annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La Nave COSTA CONCORDIA si poteva salvare?

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La Nave COSTA CONCORDIA si poteva salvare?

    Salve a tutti.
    E' già passato oltre un anno dal disastroso incidente accaduto alla Nave COSTA CONCORDIA al largo dell'isola del GIGLIO.
    Purtroppo in quel drammatico incidente sono perite 32 persone tra cui degli indifesi bambini.
    Ora a parte le colpe che può aver avuto il comandante Schettino nell'aver provocato il disastro, io mi chiedo se ci fossero stati altri sistemi di sicurezza a bordo della nave forse quelle persone non sarebbero morte.
    Il comandante Schettino ha sbagliato ala manovra di avvicinamento alla costa dell'isola ha urtato uno scoglio e per questo errore si sono perse delle vite umane ed una intera nave del valore di svariati miliardi. Non credete che forse i sistemi di salvataggio debbano essere rivisti? Basta vedere le scene di panico che si sono create al momento di salire sulla scialuppe di salvataggio . Come si può pensare di evacuare una nave in breve tempo con bambini, anziani e disabili?
    E poi è ridicolo indossare un giubbotto di salvataggio ad un bambino un anziano o un disabile. Avete mai provato a stare a mollo in acque gelide con un giubotto di salvataggio? Non so quanto si può sopravvivere in alto mare nel freddo della notte.
    Ora quello che voglio dire secondo il mio parere questi sistemi di salvataggio possono andare bene per marinai o personale addestrato ma non per persone con Handicap, bambini o anziani.
    Bisogna studiare qualche altro modo per salvare la nave . Io già un'idea ce l'ho.
    Cosa ne pensate?
    Purtroppo quello da me citato è solo l'utimo disastro marittimo, basta ricordare quello più disastroso del Titanic o altri non sempre causati dall'uomo, ma dalla fatalità.
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  • #2
    Non sono paragonabili le sciagure del Titanic e della Concordia, diverse le condizioni del mare, diversa la collocazione geografica, diversi i mezzi di soccorso a bordo, diversi gli esiti. Detto questo, ben vengano tutti i suggerimenti per migliorare la sicurezza nella navigazione, se hai dei suggerimenti prova a proporli, ne discuteremo insieme per verificarne i punti di forza e tentare di limitarne le debolezze. In ogni caso terrei a precisare che non tutte le vittime della Concordia appartenevano alle caratteristiche dei disabili, gli anziani e i bambini, qualcuno era semplicemente troppo distante dalle vie di fuga, o si sono fatti prendere dal panico, fuggendo verso vicoli ciechi, o si trovavano troppo vicini alle aree danneggiate dello scafo e hanno perso la vita quasi subito. A questo aggiungici che la gestione dell'emergenza da parte della catena di comando della nave non sembra essere stata quella ottimale.

    Credo che nessuno sia deceduto per non essere stato tratto in salvo dall'acqua per colpa del giubbotto salvagente.

    ••••••••••••

    Commenta


    • #3
      Se Schettino avesse compiuto il suo dovere e fatto abbandonare la nave per tempo non ci sarebbero state vittime. Le attuali normative SOLAS prevedono che ci sia un numero sufficiente di scialuppe di salvataggio (incluse le gonfiabili) per tutti. I salvagenti dovrebbero servire solo in caso di accidentali cadute fuoribordo durante il trasbordo.

      Commenta


      • #4
        concordo con Darwin

        Commenta


        • #5
          Sono totalmente in disaccordo sul giubbotto di salvataggio. Definirlo inutile è folle. Se si pensa a chi non sa nuotare, è l'unica salvezza. Per tutti senza distinzioni costituisce un modo per farsi localizzare anche di notte perchè dotato di segnalatore lampeggiante.

          Le acque gelide non uccidono subito, l'annegamento sì.

          Per quanto riguarda l'episodio e la sicurezza sulla nave: io ho trascorso un viaggio su Costa Mediterranea e posso dire che la sicurezza è curata in modo maniacale, in caso di abbandono nave con l'organizzazione e la collaborazione dei passeggeri ci vogliono non più di 30 minuti per completare l'operazione, le scialuppe sono più che sufficienti e ci sono anche le zattere autogonfiabili, c'è posto per tutti e avanza pure.

          Trovo giuste le considerazione di nll, ricordo che non si possono usare scialuppe se la nave non è ferma e le stesse sono inutilizzabili con inclinazioni dello scafo oltre un certo limite. Purtroppo per motivi che stabilirà la magistratura nell'incidente si sono verificati entrambi i problemi: prima la nave in balia della corrente, poi l'inclinazione sul lato dritto. Il fatto sconcertante è il ritardo nelle procedure di dichiarare l'abbandono nave.

          Concepire un dispositivo di sicurezza che abbia le caratteristiche simili al giubbotto mi pare impresa ardua, sono curioso di conoscere le proposte dell'autore della discussione.
          Ultima modifica di astorA4; 20-04-2013, 23:38.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da astorA4 Visualizza il messaggio
            Concepire un dispositivo di sicurezza che abbia le caratteristiche simili al giubbotto mi pare impresa ardua, sono curioso di conoscere le proposte dell'autore della discussione.
            Salve.
            Bene signori. Il giubbotto di salvataggio io non ho detto che non seve a niente,ho detto che è ridicolo.
            E' ovvio che se io mi trovassi in mare in emergenza lo indosserei e non esimerei nessuno dall'indossarlo.Non sono cosi folle come qualcuno può pensare.
            E utile nel breve periodo sia per persone che sanno nuotare che per persone che non sanno nuotare, e in acque non troppo gelide. Nel disastro del Titanic moltissime persone sono morte per assideramento, non annegate, poichè i soccorsi giunsero con ritardo. E' ovvio che per qualsiasi emergenza si verifichi in mare, anche in un gommone devi indossare il giubbotto di salvataggio.
            Ora io volevo stimolare la discusione, senza dare del folle a nessuno, su nuovi sistemi di salvataggio oltre a quelli conosciuti. Dopo il sisastro della Concordia mi era venuta in mente una idea su come poter salvare la nave nella sua totalità. Questo non per fini di lucro ma per dare il mio piccolo contributo alla soluzione di un problema, che in seguito esporrò, per discuterla e sentire i pro e contro.
            Se qualcuno di voi avesse in mente qualcosa può liberamente esprimerla.
            Intanto premessa il comandanto Schettino può avere la sue colpe, non vi è dubbio, ma una nave di svariati miliardi non ha a bordo qualche sistema automatico come negli aerei che avvisa il comandante che si stà avvicinando troppo agli scogli o che il fondale è troppo basso?
            Premesssa, io non sono mai stato dentro la cabina di pilotaggio di una nave, chiedevo a qualcuno più esperto.
            So che ci sono degli strumeti tipo il radar o l'ecoscandaglio, il navigatore, che dovrebbbero indicare la posizione.
            Allora uno degli aspetti che vorrei discutere con voi è quello quindi della strumentazione di bordo, un altro argomento di sistemi di salvataggio nuovi ed innovativi in aggiunta a quelli già esistenti.
            Questo al solo scopo di fornire mezzi di salvataggio più idonei ma senza far polemica con nessuno.
            Questo sia ben chiaro.
            Il mio scopo è solo quello di aumentare la sicurezza nelle navi ed in generale in mare. Questa precisazione perchè essendo ormai veterano del forum qualcuno potrebbe capire male le mie intenzioni, come è successo dove abbiamo parlato sui viaggi spaziali.
            Saluti.
            Ultima modifica di experimentator; 21-04-2013, 05:57.
            Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

            Commenta


            • #7
              Mi spiace deluderti ma il salvataggio non ha per obiettivo la nave ma le vite umane.Una nave da crociera come la Concordia costa svariati milioni di euro (non arriva al miliardo, quelle cifre sono per l'industria bellica), le apparecchiature di bordo sono ovviamente tantissime e rendono impossibile qualsiasi impatto, soprattutto sul fondale basso. Oltretutto le mappe a disposizione rendono impossibile un incidente se non per un errore umano. Avendo a bordo 4500 persone è un paese galleggiante, le misure di sicurezza sono tantissime. Certamente tutto si puó migliorare, perchió attendo la tua idea.

              Spiega anche perchè ritieni ridicolo il giubbotto di salvataggio, credo che sia frutto di studio e di ricerca, il tuo mi pare un atto di presunzione non indifferente.
              Ultima modifica di astorA4; 21-04-2013, 09:21.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da astorA4 Visualizza il messaggio
                Spiega anche perchè ritieni ridicolo il giubbotto di salvataggio, credo che sia frutto di studio e di ricerca, il tuo mi pare un atto di presunzione non indifferente.
                Ciao Astor. Calma, stai tranquillo, ti spiegherò tutto, dai tempo al tempo.
                La mia non è presunzione ma consapevolezza. Se poi vuoi chiamare presunzione quello che uno conosce, o una nuova idea non ancora esistente, fai tu. Ma io chiedo sempre il parere degli altri, se fossi presuntuoso non chiederei il parere di nessuno.
                Io ho fatto una domanda la Nave Concordia si poteva salvare? IO penso di si. Questa mia domanda non vuole essere presunzione, io chiedo se qualcuno ha delle idee su come aumentare la sicurezza nelle navi. Dovete essere anche voi a proporre qualche idea, non c'entra con la mia presunzione.
                Io sto affrontando questo angomento in quanto sono stato molto impressionato ed addolorato dalla morte delle persone e soprattutto della storia di quella bambina con il suo papà. Un pò di anni fa anche io ho fatto una crociera del mediterraneo che faceva lo stesso tragitto di quello della COsta , ma con la MSC. Quindi puoi capire che anche io potevo trovarmi nella stessa situazione.
                Inoltre io sono appasionato di barche e di gommoni e noto come alcuni sistemi di salvataggio siano proprio il minimo sindacale ed insufficienti per persone che non sono proprio in perfetta forma fisica, e mi chiedo sempre ma perchè hanno fatto questa cosa che richiede uno sforzo non indifferente quando sarebbe stato più semplice fare in un altro modo?
                Ora il mio invito è rivolto anche a chi conosce le navi meglio di me, ad esempio marinai o personale di bordo o anche responsabili più quotati che mi possano dire in effetti quali sono i sistemi di navigazione e di sicurezza di bordo, altro che presunzione.
                Intraprendo questo discorso semplicemente per fini umanitari, se possiamo noi dare il nostro piccolo contributo ad aumentare la sicurezza nelle navi.
                Ti sembra che io sto facendo qualcosa di sbagliato e far girare il mondo come gira? Dovrei farmi gli affari miei? Sto toccando la sensibilità di qualcuno?
                Tu sei competente di navigazione marina?
                La discussione naturalmente è aperta a tutti, gli argomenti da affrontare sono tanti, ma senza presunzione e senza offendere nessuno. Se io propongo una nuova idea non è certo per offendere qualcuno o per sentirmi migliore di un altro, ne per guadagnare qualcosa.
                SE c'è qualcuno che vuole prendere uno spunto per realizare qualcosa di utile ben venga.

                Originariamente inviato da astorA4 Visualizza il messaggio
                Mi spiace deluderti ma il salvataggio non ha per obiettivo la nave ma le vite umane.Una nave da crociera come la Concordia costa svariati milioni di euro
                Hai ragione la nave da crociera costa sui 500 milioni di euro, non certo bruscolini. Ma a parte questa precisazione perchè dici che il salvataggio ha lo scopo di salvare le persone non la nave?
                Mi pare una affermazione limitativa come se tu ti accontentassi di salvare solo le persone. Non pensi che salvare la nave nella sua totalità sia comprensiva di salvare anche le persone? Senza perciò sottoporre a stress o a rischio le persone a bordo?
                Se tu fossi un armatore proprietario della nave non avresti l'interesse di salvare anche la nave, che vale un bel po di soldini, oltre alle persone a bordo, che costano anche loro come risarcimento danni ed assicurazione?
                Ora senza dare del presuntuoso a nessuno (che sarei io) e senza fare sterili polemiche, come ho detto in premessa, prima di inziare la discussione, cerchiamo di dare una soluzione.
                Premessa evitiamo le polemiche e ragioniamo da persone civili.
                Ultima modifica di nll; 21-04-2013, 17:00. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
                Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                Commenta


                • #9
                  Trovo poco simpatico aprire una discussione per dire che si ha una proposta in grado di risolvere un grosso problema di sicurezza e dopo giorni e diversi interventi della proposta non vi è ancora alcuna traccia!

                  Non siamo mica a un quiz televisivo! e gli utenti di questo forum non ne sono mica i concorrenti!!!!

                  Dimostriamo serietà e lanciamo la nostra proposta al primo intervento e lasciamo che la discussione si sviluppi sul giudizio della soluzione proposta, piuttosto che sull'aria fritta.


                  Credo che più d'uno di noi sia disponibile a mettere a disposizione la propria esperienza per avvallaree l'idea, o partecipare al suo perfezionamento, qualora si rivelasse davvero utile.


                  Note di Moderazione: nll
                  Da moderatore vi avviso che la dicussione verrà chiusa se non si porrà alcun argomento tecnico sul quale discutere, in tema col titolo dato.


                  ••••••••••••

                  Commenta


                  • #10
                    Trovo poco simpatico aprire una discussione per dire che si ha una proposta in grado di risolvere un grosso problema di sicurezza e dopo giorni e diversi interventi della proposta non vi è ancora alcuna traccia!
                    Tranquillo, vedrai che fra poco spunterà qualche "nuova invenzione brevettata".

                    Commenta


                    • #11
                      Living da dove spunti fuori, era da tempo che non ci si sentiva. Sentivamo la mancanza delle tue brevi e precise frasi che lasciano il segno,da profesionista.
                      Ma tu non hai qualche idea su come salvare questa benedetta nave?
                      Credo che l'invito è rivolto a tutti.
                      Se proprio dobbiamo iniziare con le polemiche siamo a buon punto.
                      Ma non bagniamoci prima di piovere, credo che in questo forum ognuno possa esprimere le proprie idee senza offendere nessuno prima di iniziare.
                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                      Commenta


                      • #12
                        Zagami, sia chiaro, sono calmissimo. I toni non si percepiscono sui forum, questo è un limite che puó causare fraintendimenti. Comunque, in attesa di iniziare un'analisi della tua idea, confermo e posso provarlo che tutti i dispositivi legati a garantire la sicurezza sono concepiti per salvare vite umane. Tutti, dall'estintore che serve SOLO ad aprire una via di fuga e non a spegnere un incendio ai sistemi di blocco dei circuiti oleodinamici. Alle cose si pensa solo DOPO avere la situazione sotto controllo. Se non si parte da questo punto di vista, qualsiasi invenzione non si puó definire dispositivo di sicurezza. Se hai sul serio in mente qualcosa che avrebbe impedito il naufragio della nave bene, anzi benissimo, parliamone. Ma non facciamo confusione. La Concordia ha una copertura assicurativa, verrà rimpiazzata. Le 32 vittime no.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                          Tranquillo, vedrai che fra poco spunterà .
                          Il cacciatore di troll.
                          Ma possibile che tu non hai mai una nuova idea da proporre , ma critichi a priori le idee degli altri?

                          Si può continuare cosi? Io ho detto a priori che non voglio iniziare un discorso per fare polemiche, il moderatore può confermare nelle frasi dette in precedenza, ben sapendo che personaggi circolano.

                          Una idea può piacere o non piacere, può essere criticata, ma con valide argomentazioni.
                          Qui non si tratta di fare dei quiz a qualcuno, ma di articolare un discorso complesso.
                          Poi ognuno può esprimere il proprio giudizio, ma qui non siamo in tribunale.
                          Se parliamo da buoni amici e facciamo un discorso sereno possiamo continuare, se qualcuno comincia con frasi " folle "e "presuntuoso" io dovrei rispondere per le rime, ma non rispondo per educazione e perchè il moderatore poi sanziona il sottoscritto.

                          Premesso che io non ho la soluzione definitiva a tutti i problemi della vita. Cosa volete da me? Ho solo modeste idee che vorrei discutere con persone in grado di ascoltare e discutere insieme. Se a qualcuno non piace può astenersi dal dire frasi ingiuriose.
                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                          Commenta


                          • #14
                            Zagami, il mio "folle" era rivolto al tuo "ridicolo", non a te. Sinceramente nessuno ti impedisce di discutere, solo che a parte la premessa non vedo argomenti.

                            Commenta


                            • #15
                              Il cacciatore di troll.
                              Ma possibile che tu non hai mai una nuova idea da proporre , ma critichi a priori le idee degli altri?
                              Ti senti forse tirato in causa? Quanto alle mie idee, ce ne sono tantissime (anche in questo forum), e tutte realizzate e perfettamente funzionanti (e funzionali). Può essere che sia perchè erano delle buone idee, chissà.
                              E magari persino inerenti ai temi trattati in questo forum...

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                Ti senti forse tirato in causa?
                                Perchè anche tu ti senti forse tirato in causa?
                                Delle tue invenzioni io non ne so niente e tutto questo lustro di luna non l'ho ancora visto.
                                Io so che intervieni spesse volte senza argomentazioni solo criticando con brevi frasi sfottenti. Se si critica portando delle valide argomentazioni io non posso dire che "hai ragione".
                                Se l'argomento trattato non ti interessa puoi anche non leggerlo. Nessuno ti obbliga ad intervenire.
                                Come per ogni argomento trattato uno interviene se ha delle competenze . Non voglio più dilungarmi in queste inutili discussioni il tema trattato anche se non si parla di energie può essere importante ed interessare per molte persone. Io non stò parlando di aria fritta e l'argomento da trattare non si può concludere con poche frasi e la finiamo li.
                                Il fatto che la nave Concordia sia affondata e sono morte delle persone non è stato per pura fatalità o per colpa in particolare di qualcuno ben precisco. La colpa non è mai solo di uno ma di una concomitanza di cause sfavoreli . Evidentemente tutti i sistemi di sicurezza esistenti ed anche le camere stagne della nave sono state insufficienti. Quindi il problema c'è e bisogna analizzarlo.
                                La soluzione al problema non può venire solo dal sottoscritto, non ho la bacchetta magica e non sono presuntuoso, anzi gradirei l'intervento di persone competenti del ramo per discuterne.
                                Ma non posso accettare a priori che qualcuno intervenga, come se io avessi qualcosa da guadagnare o da vendere o avessi un interesse privato.
                                Sia chiaro.
                                Ultima modifica di experimentator; 23-04-2013, 16:32.
                                Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                Commenta


                                • #17
                                  Delle tue invenzioni io non ne so niente e tutto questo lustro di luna non l'ho ancora visto.
                                  Che peccato...
                                  Io so che intervieni spesse volte senza argomentazioni solo criticando con brevi frasi sfottenti.
                                  Il fatto che tu "non veda" argomentazioni potrebbe essere un problema di occhiali, o di scarsa competenza dell'argomento.
                                  Se l'argomento trattato non ti interessa puoi anche non leggerlo. Nessuno ti obbliga ad intervenire.
                                  Io intervengo dove e quando mi pare, esattamente come te.
                                  Come per ogni argomento trattato uno interviene se ha delle competenze
                                  In questo caso, dovresti cancellare la maggior parte dei tuoi messaggi.

                                  Evidentemente tutti i sistemi di sicurezza esistenti ed anche le camere stagne della nave sono state insufficienti.
                                  ...
                                  La soluzione al problema non può venire solo dal sottoscritto, non ho la bacchetta magica e non sono presuntuoso, anzi gradirei l'intervento di persone competenti del ramo per discuterne.
                                  (ma non avevi svritto "Dopo il sisastro della Concordia mi era venuta in mente una idea su come poter salvare la nave nella sua totalità. Questo non per fini di lucro ma per dare il mio piccolo contributo alla soluzione di un problema, che in seguito esporrò, per discuterla e sentire i pro e contro."
                                  ...
                                  non posso accettare a priori che qualcuno intervenga, come se io avessi qualcosa da guadagnare o da vendere o avessi un interesse privato.
                                  Strano, percè è la terza volta che invece ti comporti allo stesso modo: apri una nuova discussione per introdurre il tio argomento, poi fai un lungo panegirico per arrivarci piano piano e poi spunta casualmente la tua invezione brevettata, di cui però esistono solo il concept e la domanda di brevetto.
                                  E così, dopo la "Batteria a ricarica liquida automatica per auto elettrica" casualmente una tua invenzione:
                                  "Batteria per auto elettrica con serbatoi di ricarica .
                                  Questa batteria si propone di risolvere il problema della ricarica per le auto elettriche o per i sistemi elettrici non raggiungibili dalla rete elettrica ENEL.
                                  Come è noto, uno dei grossi problemi inerenti le auto elettriche è quello della ricarica delle batterie e della perdita di potenza durante il funzionamento.
                                  In generale una ricarica richiede parecchie ore (4-8 ore) per le batterie al litio o al piombo.
                                  Questo perché le sostanze chimiche attive ossidante-riducente sono in fase solida ed inamovibili una volta che la batteria viene sigillata.
                                  Ho pensato perciò che se le sostanze ossido-riducenti fossero in fase liquida sarebbe semplice togliere il liquido e ricaricare istantaneamente la batteria.
                                  Ho progettato una batteria composta da dieci celle elettrolitiche con elettrodi inerti e con due soluzioni di sostanza chimica ossidante e riducente che sviluppano ognuna 1.2volt , complessivamente 12 volt.
                                  Quindi ho realizzato un sistema tale da ricaricare questa batteria in maniera automatica con le due soluzioni , quando la potenza della batteria comincia a scendere sotto 11 volt .
                                  Come nelle auto a combustibile sono necessari i serbatoi di benzina e di acqua distillata per il raffreddamento, in questo tipo di auto elettrica sono necessari due serbatoi di sostanze chimiche per caricare la batteria in maniera automatica ed istantanea.
                                  Facendo in questo modo la batteria che possiede due serbatoi esterni di riserva di energia, raggiunge una autonomia tale da fare percorre all'auto elettrica 200-300 km (dipende dalla grandezza dei serbatoi o dall'uso moderato o sportivo).
                                  Una volta che i serbatoi sono vuoti, similmente alle auto a benzina, si può fare rifornimento (in rifornimenti attrezzati) e riprendere la marcia con la batteria nuovamente carica. E' stata presentata domanda di brevetto all'UIBM. Zagami Vincenzo."
                                  CT2011U000016 Brevetto Mod. Utilità Catania Sicilia | Brevetti Sicilia

                                  ... e la discussione "Energia e tecnica per i viaggi nello spazio", dove stranamente anche qui c'è la tua "invenzione":
                                  "Tenda di sopravvivenza extraterrestre.
                                  L'idea è quella di costruire una tenda gonfiabile con aria ,dentro cui possono sopravvivere uomini, animali ,piante.
                                  La tenda dovrebbe essere composta dello stesso materiale di cui è composta la tuta degli
                                  astronauti.
                                  La struttura è autoportante poiché la pressione interna dell’aria è ad una atmosfera .
                                  La tenda viene trasportata sgonfia dentro l’astronave e una volta arrivati a destinazione, che potrebbe essere la Luna o Marte, viene gonfiata automaticamente con le bombole in dotazione .
                                  Dentro di essa possono trovare alloggio più uomini, piante e animali, i quali possono vivere come se fossero sulla terra alla pressione di una atmosfera e 25 gradi di temperatura.
                                  Nella parte esterna vi è situato il gruppo di sopravvivenza che provvede a riciclare e purificare l’aria e a tenere la temperatura costante.
                                  Nella parte bassa un tunnel di compensazione con oblò a tenuta stagna, per consentire l’ingresso e l’uscita degli astronauti.
                                  Questa tenda può essere utile anche come sistema di salvataggio di astronauti nel caso che l’astronave fosse danneggiata: consentirebbe la sopravvivenza per alcuni giorni nell’attesa di una astronave di soccorso.
                                  E’ in corso brevetto internazionale . Sarei disposto a collaborare alla realizzazione o a vendere il futuro brevetto. "
                                  e con tanto di foto già vista nella famigerata discussione:
                                  http://www.inventando.it/DesktopModu...bid=478&id=213

                                  ...ecco che finalmente si arriva alla discussione "La Nave COSTA CONCORDIA si poteva salvare?" ed alla tua idea già citata nel quoting. E guarda caso, ecco l'altra invenzione:
                                  "
                                  Sistema antiaffondamento di emergenza per barche e navi composto da tubolari gonfiabili.
                                  Questo “sistema antiaffondamento di emergenza” serve per salvare la nave dall’affondamento quando lo scafo viene danneggiato e le camere stagne non sono sufficienti.

                                  La carena della nave, com’è noto, è la parte più vulnerabile della stessa,nonostante sia dotata di scompartimenti a camera stagna (fig.11 , C).
                                  Quando questa parte sommersa della nave viene squarciata , da scogli o iceberg, inevitabilmente nello scafo entra acqua, che fa inclinare e poi affondare la nave.

                                  Per ovviare a questo problema nel secolo scorso furono inventate le camere stagne.
                                  Ma queste si sono dimostrate insufficienti.

                                  Un altro sistema per salvare le cose e le persone a bordo è quello che qui si propone :
                                  lungo il perimetro della nave vengono posizionati sgonfi e quasi invisibili, dei tubolari di dimensioni opportune , aventi delle “alette di fissaggio”(fig11. T).
                                  Questi tubolari sono fissati e bullonate con staffe a tutta la struttura perimetrale e verranno gonfiati con aria al momento del bisogno, cioè quando le camere stagne sono danneggiate.
                                  Come si vede nella (fig. 12, TG) questi tubolari una volta gonfiati, impediscono alla nave di affondare.
                                  Questi tubolari sono dotati di più valvole di ingresso e di tubi, in modo che il gonfiaggio può essere gestito sia dalla cabina di pilotaggio o dai ponti vicini, con opportune bombole o con motori.

                                  Il sistema descritto fa parte integrante della dotazione della nave e diventa un accessorio di sicurezza aggiuntivo alle camere stagne e le scialuppe di salvataggio, cioè viene aggiunto prima e non dopo che il disastro si verifichi.
                                  E’ un sistema di salvataggio totale di cose e di persone ed è stata presentata richiesta di brevetto. "
                                  CT2012A000001 Brevetto Invenzione Catania Sicilia | Brevetti Sicilia
                                  http://www.inventando.it/DesktopModu...bid=478&id=233

                                  Allora, la vuoi raccontare giusta e smettere di prenderci per il c***? Ci vuole tanto a dire "ho brevettato questo e quest'altro, cosa ne pensate?", senza fare finte varie tipo aprire discussioni "per sentire il parere degli altri " DOPO aver già presentato le domande di brevetto, e con frasi bonarie tipo "Questo non per fini di lucro ma per dare il mio piccolo contributo ...", "ntraprendo questo discorso semplicemente per fini umanitari", "Se io propongo una nuova idea non è certo per offendere qualcuno o per sentirmi migliore di un altro, ne per guadagnare qualcosa.", "come se io avessi qualcosa da guadagnare o da vendere o avessi un interesse privato."

                                  La richesta di vendere il brevetto non è interesse privato, giusto?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Intanto l’interesse privato esiste se c’è un interesse economico.Non ho mai chiesto soldi a nessuno. Ti ho forse chiesto soldi a te?
                                    Io ho sempre detto in molte parti del forum e lo ribadisco ancora una volta che sarei disposto a cedere il mio brevetto a titolo gratuito a qualunque imprenditore che volesse realizzarlo .
                                    Non vedo dove sta l’illecito. Solo per avere un po’ di notorietà?
                                    Punto secondo io mi sono registrato con il mio vero nome perché non ho niente da nascondere.
                                    Tu invece ti nascondi sotto un nome di fantasia ma ho capito già chi sei, ti occupi della registrazione di brevetti e per questo sai tutte queste notizie, e quindi hai violato uno dei segreti professionali.
                                    I brevetti da te citati, sono stati da me pubblicati su siti che offrono questo servizio a titolo gratuito,
                                    e perciò consultabili da chiunque e non vi è nulla di segreto , ed anche ivi ho dichiarato la gratuità delle mie invenzioni.
                                    L’ufficio BREVETTI E MARCHI sia quelli nazionali che regionali sono aperti al pubblico e chiunque abbia interesse li può consultare.
                                    In quello che tu citi come uno scandalo non vi è nulla di illecito.
                                    Il fatto che tu dica che io ho registrato tutti questi brevetti mi stai facendo solo pubblicità gratuita non richiesta da me.
                                    Il fatto che io abbia da anni registrato dei brevetti, oramai anche scaduti, perché sono passati molti anni , conferma ancora una volta che le mie idee non sono campati in aria ma hanno una loro validità attuativa, in quanto validati da commissioni competenti dello Stato Italiano, non certo da te.

                                    Nonostante abbia ricevuto dei pareri poco lusinghieri da parte degli utenti del forum (tra cui tu), i brevetti da me esposti e da cui non mi sono mai nascosto, sono stati ritenute valide da commissioni di esperti.
                                    L’unico ad aver violato qualcosa in questa vicenda sei tu, in quanto hai pubblicato delle cose senza il mio consenso e senza il consenso dei proprietari di questo sito dove si dice esplicitamente che non si può fare pubblicità e violare la privacy delle persone. come hai fatto tu nei miei confronti.
                                    La verità è che sei invidioso, non so perché, poiché non ti conosco. Ma visto che tu sai il mio nome e cognome e l’hai pubblicato sul forum, allo stesso modo chiedo ai titolari di questo sito di conoscere la tua identità.


                                    ?
                                    Ultima modifica di experimentator; 23-04-2013, 20:15.
                                    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Tu invece ti nascondi sotto un nome di fantasia ma ho capito già chi sei, ti occupi della registrazione di brevetti e per questo sai tutte queste notizie, e quindi hai violato uno dei segreti professionali.
                                      Ahahaha... tutte balle... inventane un'altra, magari ci azzecchi.
                                      i brevetti da me esposti e da cui non mi sono mai nascosto, sono stati ritenute valide da commissioni di esperti.
                                      Non ho letto di brevetti, ma di domande di brevetto: la "commissione" deve ancora vederli, e vedere che non siano già stati brevettati da cinquant'anni (come i tubolari che in tutto il mondo si usano proprio per sollevare le navi).
                                      in quanto hai pubblicato delle cose senza il mio consenso
                                      del quale, non me ne importa proprio nulla.
                                      senza il consenso dei proprietari di questo sito dove si dice esplicitamente che non si può fare pubblicità
                                      Ma come, non eri tu che facevi pubblicità alle tue invenzioni?
                                      violare la privacy delle persone. come hai fatto tu nei miei confronti.
                                      Hai uno strano concetto della privacy... Comunque, sei tu che hai messo l'indirizzo!
                                      Originariamente inviato da zagami Visualizza il messaggio
                                      La verità è che sei invidioso,
                                      Se fossi invidioso di una simile incompetenza, sarei un malato mentale. Vediamo qualcosa di reale, di realizzato? Oppure non hai NULLA? FOrse sei tu, che sei invidioso delle persone che fanno le cose sul serio, invece che nella propria immaginazione.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        zagami,
                                        ho letto di sfuggita la discussione e sono infastidito dal tuo comportamento, se hai delle idee da condividere sul forum, fallo, senno' ti prego di non occupare altro spazio con chiacchere inutili.
                                        Saluti
                                        Mario
                                        Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
                                        -------------------------------------------------------------------
                                        Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
                                        -------------------------------------------------------------------
                                        L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
                                        Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
                                        ------------------------------------------------

                                        Commenta


                                        • #21
                                          OK Mario.
                                          Ciao.

                                          Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                          Non ho letto di brevetti, ma di domande di brevetto: la "commissione" deve ancora vederli, e vedere che non siano già stati brevettati da cinquant'anni (come i tubolari che in tutto il mondo si usano proprio per sollevare le navi).
                                          Ah, mi ero sbagliato poco fa quando dicevo che ti occupavi di brevetti. E' vero non può essere che ti occupi di brevetti, hai ragione tu mi sono sbagliato.
                                          Infatti si vede dalla tua espressione che non hai letto i contenuti del brevetto ma solo il titolo.
                                          Si vede la tua superficialità. Di gommoni ne esistono di tutti i tipi e anche di barche e navi ne esistono di tutti i tipi e se ti occupassi di brevetti sapresti che anche una piccola modifica di forma di uso o di materiali, ne modifica il brevetto.
                                          Ma vai. E' inutile continuare. E' inutile arrabbiarsi con te..
                                          Ultima modifica di nll; 24-04-2013, 18:59. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
                                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                          Commenta


                                          • #22
                                            se ti occupassi di brevetti sapresti che anche una piccola modifica di forma di uso o di materiali, ne modifica il brevetto.
                                            Infatti. E' per questo che NON hai indagato? Ti saresti accorto che esistono già, e di tutte le forme e dimensioni, e che vengono utilizzati da anni per tenere i galleggiamento le navi (la prima applicazione è del 1964)
                                            La vera novità sarebbe stata quella di prevedere non dei galleggianti, ma degli airbag antiscoppio... in modo da evitare che la nave si sfasci sugli scogli. Purtroppo, un tuo concorrente l'ha brevettata per primo.
                                            http://www.lagazzettadelmezzogiorno....&IDCategoria=1

                                            P.S.: chiunque abbia mai seguito un brevetto, sa che deve fare per prima cosa le ricerche su eventuali altri brevetti esistenti, altrimenti la commissione boccia tutto.
                                            Ma nel caso del modello di utilità, l'UIBM rilascia titolo senza esame dei requisiti di proteggibilità, ed in particolare senza ricerca delle anteriorità. Quindi, può essere anche una cavolata pazzesca tanto di esami della commissione non ce ne sono, altro che "validati da commissioni competenti dello Stato Italiano"!!!!

                                            Comunque, se fai il bravo, FORSE domani cancellerò il tuo nome e cognome, cosa del tutto inutile per uno che si presenta proprio col cognome al posto del nickname e che mette i link lui stesso alle sue generalità, senza contare che ha appena scritto che "L’ufficio BREVETTI E MARCHI sia quelli nazionali che regionali sono aperti al pubblico e chiunque abbia interesse li può consultare."

                                            ho dichiarato la gratuità delle mie invenzioni.
                                            Strano, a casa mia dire ""Sarei disposto a collaborare alla realizzazione o a vendere il futuro brevetto." vuol dire un'altra cosa...
                                            Ultima modifica di nll; 24-04-2013, 18:59. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da livingreen Visualizza il messaggio
                                              I Purtroppo, un tuo concorrente l'ha brevettata per primo.
                                              Allora se vogliamo parlare di cose serie parliamone, ma non diciamo fesserie.
                                              Il mio sistema è differente da quello ideato da questo signore ed è più sicuro e più robusto.Tu non hai letto i particolari del mio brevetto ed io ho presentato la domanda prima ancora che la presentasse questo signore.. Gli airbag di quel tipo non sarebbero in grado di sorreggere la nave. Sono disponibile a qualsiasi prova sul campo, con ingegneri ed indrustriali che vorrebbero analizzarla. Parlo non di airbag di quel tipo, ma di robusti gommoni laterali altiperforazione con camera d'aria moltiple all'interno. Il materiale esterno antiperforazione è composto da kevlar utilizzato per giubbotti antiproettili, altro che airbag per auto.
                                              Ma di che cosa stiamo parlando sono due cose diverse. Comunque l'ufficio brevetti per rilasciare i brevetto impiega quattro anni, ancora quel signore deve attendere un bel pò per la consegna del brevetto.
                                              Fra l'altro consultando l'ufficio brevetti nazionale non trovo questa invenzione cosi pubblicizzata dal giornale.
                                              Confermo ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno , che io cederei il brevetto o i diritti di esso alle società armatrici che me ne facessero richiesta, a titolo totalmente gratuito. Il mio sistema è sicuramente diverso e più robusto.

                                              Bene a conferma di quanto da me annunciato il sistema da te proposto come ottimale esiste già ed è un brevetto internazionale di cui ti do il numero. IL mio sistema è diverso e non esiste. Informati tu meglio, non ti fermare alle ricerche italiane.
                                              Abstract CN201745727



                                              Il modello di utilità descrive un airbag flottante (3) che può impedire una nave da affondare in un incidente, anche se acqua entra nel corpo nave.
                                              The utility model discloses a floating airbag (3) which can prevent a ship from sinking in an accident even though water enters the ship body. Secondo lo schema di progettazione, N coppie di scatole galleggianti airbag (2) sono simmetricamente montati su lastre in acciaio nave al di sopra del corpo linee d'acqua sui due lati della nave
                                              According to the design scheme, N pairs of floating airbag boxes (2) are symmetrically mounted on ship body steel plates above waterlines on two sides of the ship
                                              N airbag flottante (3) sono disposti in ciascuna casella flottante airbag (2) e montato sullo stesso albero fisso (8) insieme
                                              N floating airbags (3) are arranged in each floating airbag box (2) and mounted on the same fixed shaft (8) together
                                              l'albero fisso (8) è fissato su una staffa bordo inferiore (7) che è fissato sul corpo nave da un acciaio marino rivetto
                                              the fixed shaft (8) is fixed on a bottom board bracket (7) which is fixed on the ship body by a marine steel rivet
                                              gli airbag flottante (3) sono progettati in una forma cilindrica
                                              the floating airbags (3) are designed into a cylinder shape
                                              il fondo di ciascun galleggiante airbag è dotato di un foro attraverso il quale l'albero fisso (8) può passare
                                              the bottom of each floating airbag is provided with a hole through which the fixed shaft (8) can pass
                                              gli airbag galleggianti sono fatti di un materiale misto di ritardante di fiamma gomma e nylon
                                              the floating airbags are made of a mixed material of flame-retardant rubber and nylon
                                              il foro metallo staccabile di un'asta polvere è disposta vicino alla parte superiore di ciascun galleggiante airbag
                                              the detachable metal hole of a gunpowder rod is arranged near the upper part of each floating airbag
                                              un'asta di polvere da sparo tipo (6) è avvitata nel foro
                                              a guy gunpowder rod (6) is screwed in the hole e paranchi elettrici (4) e fasci sono montati sul ponte della nave del corpo.
                                              and electric hoists (4) and sheaves are mounted on the deck of the ship body. Quando il corpo nave è in pericolo e lavandini, i paranchi elettrici (4) sono iniziato a issare il galleggiante scatole airbag (2)
                                              When the ship body is in danger and sinks, the electric hoists (4) are started to hoist the floating airbag boxes (2) li airbag flottante (3) sono dati fuori
                                              the floating airbags (3) are given out
                                              contemporaneamente una Exploder ragazzo viene estratta per far esplodere la polvere da sparo asta (6)
                                              simultaneously a guy exploder is pulled out to detonate the gunpowder rod (6) la polvere da sparo brucia rapidamente e gonfia gli airbag per diventare corpi airbag con un enorme volume
                                              the gunpowder quickly combusts and inflates the airbags to become airbag bodies with a huge volume
                                              e gli airbag N galleggianti (3) costituiscono una forte spinta a tirare il corpo della nave affondata, risparmiando così il corpo della nave e la vita dei shipmen.
                                              and the N floating airbags (3) form strong buoyancy to pull the sunk ship body, thereby saving the ship body and the lives of shipmen.
                                              Ultima modifica di nll; 24-04-2013, 19:04. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
                                              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Quindi la tua invenzione non attende che siano in pericolo i corpi nave e i lavandini?
                                                Bene. Questo è rassicurante.
                                                Usi anche tu l'exploder ragazzo per la polvere da sparo o ti avvali di un banale detonatore?

                                                Più seriamente io concordo in pieno con Mario Maggi e trovo questa discussione del tutto fasulla e conclusa sia nei suoi obiettivi dichiarati (la nave si poteva salvare senza problemi. Bastava solo un comandante che pensasse a comandarla invece di rincorrere le escort...) sia in quelli reali (ora questa piccola parte di mondo è conscia dei brevetti per la ciambella navale).
                                                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                Commenta

                                                Attendi un attimo...
                                                X
                                                TOP100-SOLAR