annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

col freddo si puo?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • col freddo si puo?

    Salve mi chiedevo se esistessero degli studi sul come sfruttare il freddo per produrre energia???
    era una mia curiosita...
    salve
    denis

  • #2
    Beh... in teoria dove c' una differenza di temperatura c' energia, quindi se hai un blocco di ghiaccio potresti ricavare energia facendolo riscaldare

    Per non ne vedo l'utilità

    Commenta


    • #3
      intendevo tipo sfruutando la differenza di temperatura che c' in inverno in una casa tra temperatura interna ed esterna......................

      Commenta


      • #4
        In teoria per sfruttare una differenza di temperatura ti basta un motore stirling oppure, rimanendo sul piu' semplice ed affidabile, una cella di peltier, che
        peraltro e' piccolissima e produce direttamente tensione elettrica partendo
        da una differenza di temperatura.

        Rimane pero' un solo problema, a cosa serve????
        Daccordo che si puo' sfruttare la cella di peltier per produre energia
        elettrica, ma e' anche vero che quell' energia tu l' hai gia' spesa per
        il combustibile da riscaldamento!

        La produzione di energia avviene soltanto con un passaggio di calore
        da un corpo piu' caldo ad uno piu' freddo, in buona sostanza
        recuperando energia dalla differenza di temperatura butti fuori il
        calore interno e raffreddi la casa!

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (teslacoil @ 30/1/2005, 00:33)
          In teoria per sfruttare una differenza di temperatura ti basta un motore stirling oppure, rimanendo sul piu' semplice ed affidabile, una cella di peltier, che
          peraltro e' piccolissima e produce direttamente tensione elettrica partendo
          da una differenza di temperatura.

          Rimane pero' un solo problema, a cosa serve????
          Daccordo che si puo' sfruttare la cella di peltier per produre energia
          elettrica, ma e' anche vero che quell' energia tu l' hai gia' spesa per
          il combustibile da riscaldamento!

          La produzione di energia avviene soltanto con un passaggio di calore
          da un corpo piu' caldo ad uno piu' freddo, in buona sostanza
          recuperando energia dalla differenza di temperatura butti fuori il
          calore interno e raffreddi la casa!

          Ciao Teslacoli al secolo Fabio!
          Questo ultimo tuo discorso vale molto per uno stirling che praticamente funzionerebbe la pompa di calore che raffredda la casa. Per quanto riguarda l' effetto Peltier che funzionando al contrario come in questo caso mi sembra si chiami Seeback, ci non proprio vero. Peccato che per avere un po' di energia ci vogliano almeno 60 di differenza fra il lato freddo e quello caldo. Praticamente inutilizzabile! Forse al Polo.

          Salutoni
          Furio57

          Edited by Furio57 - 30/1/2005, 11:56
          L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
          LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
          Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perch "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

          Commenta


          • #6
            QUOTE (yankee27 @ 22/1/2005, 20:51)
            rolleyes.gif  unsure.gif  tongue.gif Salve mi chiedevo se esistessero degli studi sul come sfruttare il freddo per produrre energia???
            era una mia curiosita...
            salve
            denis w00t.gif  blink.gif

            Salve,
            Io invece mi chiedevo come possiamo produrre il freddo senza usare i tradizionali sistemi con compressori ecc.
            Secondo me c'e' un sistema piu' semplice per produrre il freddo, provate a vedere qui http://www.coldenergyllc.com/technology.htm, bisognerebbe vedere se funziona come affermano loro pero'.......

            MetS

            Edited by MetS-Energie - 14/11/2005, 13:48

            Commenta


            • #7
              Caro MetS,
              ottima segnalazione!
              Ne avevo sentito parlare da un amico svizzero che costruisce macchinari semoventi su cingoli per produrre sul posto tubi di materiale sintetico lunghi anche 300 chilometri, ma al momento non ho notizie di risultati positivi o negativi.
              E chiaro che far passare 300 km di tubo non e' uno scherzo, ma in un deserto di sabbia potrebbe essere semplice.
              Unendo questa tecnologia a quella del camino solare, si puo' pensare ad un recupero delle aree desertiche.
              Ciao
              Mario
              Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
              -------------------------------------------------------------------
              Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
              -------------------------------------------------------------------
              L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
              Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
              ------------------------------------------------

              Commenta


              • #8
                QUOTE (mariomaggi @ 14/11/2005, 16:06)
                Caro MetS,
                ottima segnalazione!
                Ne avevo sentito parlare da un amico svizzero che costruisce macchinari semoventi su cingoli per produrre sul posto tubi di materiale sintetico lunghi anche 300 chilometri, ma al momento non ho notizie di risultati positivi o negativi.
                E chiaro che far passare 300 km di tubo non e' uno scherzo, ma in un deserto di sabbia potrebbe essere semplice.
                Unendo questa tecnologia a quella del camino solare, si puo' pensare ad un recupero delle aree desertiche.
                Ciao
                Mario

                Caro Mario,

                Ovvio ed adatto anche, chi meglio di quelli che stanno al caldo potrebbero apprezzare una tecnologia innovativa per produrre freddo.
                Mi piacerebbe verificare con mano, la prima volta che vado in UK provo a contattarli per avere piu' info.

                Mattiniero eh? Su tutto il forum ci saranno sie e no 10 persone

                Ciao

                MetS

                Commenta


                • #9
                  CITAZIONE (mariomaggi @ 14/11/2005, 08:06)

                  Unendo questa tecnologia a quella del camino solare, si puo' pensare ad un recupero delle aree desertiche.
                  Ciao
                  Mario

                  Scusa l'ignoranza, ma puoi spiegare cos' un "camino solare"?

                  Grazie.

                  Commenta


                  • #10
                    QUOTE (francescomat @ 14/11/2005, 19:32)
                    QUOTE (mariomaggi @ 14/11/2005, 08:06)

                    Unendo questa tecnologia a quella del camino solare, si puo' pensare ad un recupero delle aree desertiche.
                    Ciao
                    Mario

                    Scusa l'ignoranza, ma puoi spiegare cos' un "camino solare"?

                    Grazie.

                    Scusato, e' un'applicazione particolare per ottenere un flusso di aria calda attraverso una disposizione particolare delle vetrature. L'invenzione, per cosi' dire, arriva dagli arabi che lo usavano per ventilare i loro immensi palazzi, se vai a Doha in Qatar c'e' n'e' uno molto bello che quando fa piu' caldo fa in modo da aver l'impressione che ci sia l'aria condizionata.

                    Per farti meglio un'idea guarda l'allegato

                    Ciao

                    MetS

                    user posted image

                    Edited by MetS-Energie - 14/11/2005, 20:48

                    Commenta


                    • #11
                      Tutto sul camino solare su questo thread:

                      http://www.forumcommunity.net/?t=1425411

                      smile.gif

                      Commenta


                      • #12
                        CITAZIONE (MetS-Energie @ 14/11/2005, 12:45)
                        se vai a Doha in Qatar c'e' n'e' uno molto bello

                        Accidenti, grazie a tutti per le risposte... E anche oggi ho imparato una cosa nuova.

                        P.S. Appena scopro dov' il Qatar ci vado.

                        Commenta


                        • #13
                          QUOTE (francescomat @ 14/11/2005, 22:02)
                          QUOTE (MetS-Energie @ 14/11/2005, 12:45)
                          se vai a Doha in Qatar c'e' n'e' uno molto bello

                          Accidenti, grazie a tutti per le risposte... E anche oggi ho imparato una cosa nuova.

                          P.S. Appena scopro dov' il Qatar ci vado.

                          Medio Oriente, Golfo Persico, appena sotto il Bahrain, confina con Saudi Arabia e sta a Nord degli Emirati arabi.... insomma un posticino niente male....

                          Ciao biggrin.gif

                          MetS

                          Commenta


                          • #14
                            CITAZIONE (mariomaggi @ 14/11/2005, 08:06)
                            Caro MetS,
                            ottima segnalazione!
                            Ne avevo sentito parlare da un amico svizzero che costruisce macchinari semoventi su cingoli per produrre sul posto tubi di materiale sintetico lunghi anche 300 chilometri, ma al momento non ho notizie di risultati positivi o negativi.
                            E chiaro che far passare 300 km di tubo non e' uno scherzo, ma in un deserto di sabbia potrebbe essere semplice.
                            Unendo questa tecnologia a quella del camino solare, si puo' pensare ad un recupero delle aree desertiche.
                            Ciao
                            Mario

                            Molto meglio utilizzare la radiazione notturna, con opportuni accorgimenti si recuperano 50 w/m2 di energia, sicuramente meno ingombrante e pi economico.
                            *** Firma irregolare rimossa d'ufficio. ***

                            Commenta


                            • #15
                              Caro Claudio,
                              CITAZIONE
                              Molto meglio utilizzare la radiazione notturna

                              illuminaci ... sono ignorante in tal senso.
                              Ciao
                              Mario
                              Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
                              -------------------------------------------------------------------
                              Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
                              -------------------------------------------------------------------
                              L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
                              Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
                              ------------------------------------------------

                              Commenta


                              • #16
                                CITAZIONE (mariomaggi @ 14/11/2005, 21:25)
                                Caro Claudio,
                                CITAZIONE
                                Molto meglio utilizzare la radiazione notturna

                                illuminaci ... sono ignorante in tal senso.
                                Ciao
                                Mario

                                Carissimo Mario,
                                esiste un fenomeno in natura che si chiama "rugiada", in sostanza l'umidità dell'aria che si condensa su corpi pi freddi dell'aria.
                                Se ci fai caso, la rugiada si forma solo quando sereno, e questo perch i corpi scambiano infrarosso con la troposfera, che a temperature molto basse.
                                Ho avuto occasione di fare qualche test, molto rudimentale, con una semplice bacinella ed un foglio di plastica sopra, la temperatura all'interno era diminuita di 3-4 C rispetto all'aria esterna.
                                Non mi sembra poi cos male, considera che lo scambio termico, come dicevo nel mio precedente post, vale circa 50 W/m2.

                                Ciao.
                                *** Firma irregolare rimossa d'ufficio. ***

                                Commenta


                                • #17
                                  CITAZIONE (claudiomenegatti @ 15/11/2005, 09:14)
                                  [Ho avuto occasione di fare qualche test, molto rudimentale, con una semplice bacinella ed un foglio di plastica sopra, la temperatura all'interno era diminuita di 3-4 C rispetto all'aria esterna.
                                  Non mi sembra poi cos male, considera che lo scambio termico, come dicevo nel mio precedente post, vale circa 50 W/m2.

                                  Ciao.

                                  A questo proposito ho letto che un "forno solare" si pu utilizzare anche per produrre ghiaccio la notte, orientandolo verso il cielo in una notte limpida...

                                  Commenta

                                  Attendi un attimo...
                                  X
                                  TOP100-SOLAR