annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ENEL DISTRIBUZIONE e ENEL ENERGIA

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ENEL DISTRIBUZIONE e ENEL ENERGIA

    Ciao a tutti,

    sono nuovo di questo newsgroup.

    Fino a luglio avevo la tariffa bioraria di Enel Distribuzione.
    Con il libero mercato ho ricevuto 5 (cinque) buste di Enel enrgia per attivare la loro offerta bioraria e oggi sono stato contattato telefonicamente, in maniera anche poco garbata.

    Ora volevo sapere se e' conveniente passare da Enel distribuzione a Enel energia, oppure se attendere nuove offerte.

    Ho letto un po' su questo newsgroup dell'insoddisfazione nei confronti di enel energia, ma vorrei sapere qualcosa in piu'.

    Ringrazio anticipatamente tutti.


  • #2
    Per esperienza personale te lo sconsiglio per ora. A meno che non vuoi rischiare con i consumi presunti sempre più alti che caricano agli utenti, salvo poi restituire con conguaglio a fine anno le somme versate in più, ma perché farli arricchire con gli interessi?
    Inoltre l'organizzazione della struttura di enel energia ha di enel il nome e soprattutto i difetti e basta.

    Il libero mercato per ora resta un'opportunità potenziale rovinata dalla solita furbizia italiana per "fregare i consumatori".
    Il vero risparmio si potrà aver solo con vere politiche per l'energia a livello nazionale.

    Meglio stare con i guai odierni e non imbarcarsi in pericolose avventure.

    Ciao

    Max

    Commenta


    • #3
      Ciaoo a tutti mi sono appena iscritto.Volevo rispondere alla domanda posta da Gazza1971 su Enel Energia.
      Prima di tutto è di Enel perchè se tu chiami il numero verde 800.900.860 la voce di conferma che sono una società enel che vende energia nel mercato libero secondo le liberalizzazioni.E poi sul sito www.enel.it le offerte energetiche sono di Enel Energia.
      Secondo, le letture del contatore sono come con Enel distribuzione , non sono come dicono certi presunte o stimate.Il tutto perchè è la stessa società.
      Poi sono consulente di Enel Energia e ti posso assicurare che le migrazioni da enel distribuzione a enel energia, sono fatte con i contratti enel con marchio e digiture che confermano il tutto.

      Dal 2008 Enel distribuzione ,secondo le liberalizzazioni, non potra più effettura la fatturazione di energia elettrica e la fornitura, dovra solo garantire l'assistenza.Quindi invierà ad ogni utenza pubblica o privata, una lettera dove invita a scegliere l'operatore energetico.Quindi cosa ha fatto Enel , per non perdere i clienti, ha creato Enel Energia e vende corrente sul mercato libero.
      La differenza da Enel distribuzione (attuale fornitore) a Enel Energia?
      Enel distribuzione è in monopolio,cioè il prezzo della corrente viene imposto dal governo e subisce l'aumento del costo del petrolio.(oramai a 100 dollari)
      Con Enel Energia la cosa cambia?.Siamo nel libero mercato è quindi un prezzo più basso e in più per dare più fiducia , blocca il prezzo per 2 anni , cosi non subisce le variazioni del costo del petrolio.
      Le altre compagnie, offrono un prezzo un po più basso, per prenderti come cliente , ma poi arrivano le batoste.Prima non posso fare le letture del contattore perchè è di Enel e poi il prezzo che loro offrono subisce le variazioni del costo del petrolio.Magari sembra conveniete , ma dopo un po tra calcoli stimati ecc la fattura risulta il doppio.
      Se vuoi fare il contratto fallo, non avere paura , chiama il numero verde o sul sito oppure aspetta un consulente enel energia.
      ciaoo e grazie

      Commenta


      • #4
        CITAZIONE
        Secondo, le letture del contatore sono come con Enel distribuzione , non sono come dicono certi presunte o stimate. Il tutto perché è la stessa società.
        Poi sono consulente di Enel Energia e ti posso assicurare che le migrazioni da enel distribuzione a enel energia, sono fatte con i contratti enel con marchio e digiture che confermano il tutto.

        Fai attenzione a quello che dici. Basta che tu chiami il numero verde per essere smentito.
        Io sono stato consulente enel energia e mi avevano dette le stesse fesserie. Chiama il numero verde e chiedigli se le letture sono reali o stimate. Le due società sono staccate formalmente. Enel energia deve chiedere i tabulati a enel distribuzione come tutte le altre compagnie del libero mercato!
        Consiglio a tutti gli utenti che hanno il dubbio se passare o no sul libero mercato con enel energia di verificare personalmente telefonando al numero verde di enel energia. Non temo smentite.
        Sul fatto che molte compagnie, enel energia compresa giochino a fare fatture gonfiate con consumo stimato maggiorato, salvo poi restituire a conguaglio a fine anno quello che hanno "prelevato" in più, ne ho testimonianza ed esperienza diretta.
        Che dal 2008 uno debba per forza andare sul mercato libero dove lo hai letto? chi te lo ha detto?
        Vai alle domande frequenti proprio sul sito di enel energia:

        CITAZIONE
        Cosa succede a chi,dopo il 1 luglio 2007, non sceglie nessuna offerta del mercato libero?
        I clienti che non sottoscrivono alcuna nuova offerta del mercato libero continuano a pagare la tariffa fissata dall´Autorità, mantenendo il rapporto con il proprio fornitore.

        E dal sito dell'autorità per l'energia elettrica e il gas:

        CITAZIONE
        "Sono obbligato a scegliere un nuovo venditore?"

        No. Per i clienti il cambio di fornitore è un’opportunità: la decisione di cambiare venditore spetta solo al cliente e può essere presa nel tempo, quando il cliente stesso lo riterrà opportuno. Le norme europee e nazionali prevedono attualmente che almeno per i clienti domestici ed i clienti con consumi ridotti alimentati in bassa tensione (imprese con meno di 50 dipendenti e un fatturato annuo fino a 10 milioni di euro) sia garantito un servizio di buona qualità a un prezzo ragionevole anche se non decidono di cambiare venditore."

        Non dare false informazioni, studia prima di parlare.
        Altrimenti rischi di passare per chi dice cose che non sa e non sono vere e quindi per bugiardo!

        Ciao

        Max

        Commenta


        • #5
          Ciao Max.Gradisco la tua risposta , che se la fine non mi piace molto.
          "Non dare false informazioni, studia prima di parlare."
          Io ho scritto in base a quello che mi hanno detto durante il corso che ho fatto per Enel Energia.
          Poi ho chiamato a Enel Energia è mi hanno confermato che le letture del contattore sono effettive e non stimate.Solo in alcune zone dove non è coperto il servizio di lettura automatica , rimane la fatturazione stimata.(anche con enel distribuzione)
          Dal 2008 Enel Distribuzione non fatturerà più,carantirà solo assistenza per gli impianti elettrici,i clienti saranno liberi di scegliersi il nuovo fornitore che provvederà alla faturazione.
          Scusami un po ma se Enel Energia è sempre del gruppo Enel le letture non posso farle direttamente loro?E poi le letture o tabelle fornite saranno più attendibili da Enel Energia che da altre.(Energit, Sorgenia).

          I clienti che hanno fatto il cambio con enel energia , hanno trovato il risparmio,e le fatture non prevedono nessuna lettura stima.




          Edited by asus200 - 11/12/2007, 23:49

          Commenta


          • #6
            Intanto si dice contatore (perché "conta") e non "contattore"

            In secondo luogo, Enel Energia, come qualunque altro operatore del mercato libero, non può effettuare alcuna lettura, perchè il misuratore è di proprietà del distributore locale (non sempre Enel Distribuzione, vedi Milano, Roma, eccetera) e l'onere della misura è affidato dall'Authority proprio ai concessionari del servizio di distribuzione.

            Bye

            Commenta


            • #7
              Confermo in toto quanto detto.
              I corsi che fanno per i consulenti sono incompleti, l'ho fatto anche io.
              L'importante è fare il contratto non offrire tutte le informazioni. Dire il minimo possibile.
              I telefonisti o operatori dell call center di Enel Energia ne sanno meno che meno. Spesso si contraddicono fra loro.
              Io mi sono "divertito" a chiamarli più volte. Ognuno dice una cosa diversa. Ciò che fa testo è quello che sta scritto sul contratto ed io l'ho letto tutto e quello che dice l'autorità per l'energia elettrica ed il gas.

              Non prendere le ultime frasi come un' offesa ma come uno stimolo ad approfondire il prodotto che vai ad offrire ovvero il contratto che proponi.

              Ciao

              Max



              Commenta


              • #8
                Avete ragione voi.Si perchè allora non ci affidiamo a Sorgenia o Energit o alle altre compagnie che forniscono elettricità.
                "eustachnick" grazie per la correzione. Era estremamente necessaria: nei forum non si può sbagliare digitando.

                Edited by asus200 - 16/12/2007, 00:58

                Commenta


                • #9
                  Io ho attivato diversi contratti di Enel Energia e vi dico che le cose non stanno come scrivete voi. Primo stanno risparmiando, le letture sono effettive e dove neanche enel distribuzione poteva leggere il contatore hanno notato il risparmio. Invece si trovano male con Sorgenia e Energit o altre che nascono come funghi.
                  Perchè non vi documentate? Visitate il sito di Enel distribuzione e trovate anche il logo di Enel energia: la società è la stessa.
                  Mi riferisco solo hai contatori bianchi con su scritto enel , non di altre società locali. Quindi la lettura avviene solo con quelli di enel.

                  Edited by asus200 - 16/12/2007, 01:00

                  Commenta


                  • #10
                    E' l'ultima volta che lo ripeto senza temere smentite. Enel energia società del gruppo Enel non può fare le letture dirette del contatore! Se lo facesse sarebbe un illecito per concorrenza sleale, poiché formalmente Enel energia è una società del gruppo ma non la stessa cosa, non è Enel Distribuzione! E' la solita farsa italiana, poiché secondo me non dovrebbe proprio avere il nome e il logo di Enel, dato che non è la stessa cosa.
                    Enel energia è nata negli uffici di enel distribuzione semplicemente prendendo alcune stanze, scollegando la rete per far vedere che non c'è continuità di dati ed informazioni e con pochi assunti, presi dall'organigramma di enel distribuzione e la maggior parte di precari del call center. Per ora si affidano grazie al nome a tante agenzie sparse in Italia, alcune con condotte al limite della legalità, per fare massa critica, poi piano piano naturalmente sfronderanno quelle costituite da "strappini"
                    Sfruttano il marchio per rassicurare il cliente, non lo informano o lo informano parzialmente per accaparrarselo.
                    Sul fatto che le altre concorrenti del mercato libero siano peggio questo è vero in molti casi, ma non sempre, il problema è la condotta commerciale corretta e la tutela dei consumatori che scelgono il mercato libero, libero e non imposto!
                    Sarebbe il caso che si facessero delle trasmissioni televisive per informare correttamente i consumatori sui propri diritti e per non farsi "fregare" da società e agenti senza scrupoli, dato che la maggior parte dei consumatori stessi ancora non sa usare internet per informarsi su questi temi, ma ci sono potei forti, collegati alla politica che non vogliono questo.
                    Ora chi continua ad asserire che le letture sono reali diffonde false notizie!
                    Se la lettura avvenisse in modo reale Enel energia e distribuzione verrebbero denunciate per concorrenza sleale.
                    I tabulati vengono forniti una volta l'anno su richiesta delle società che vendono energia sulla rete!
                    Chi sceglie enel energia per risparmiare deve sapere questo!
                    Sono stato un agente per una società che proponeva contratti per enel energia, so di cosa stop parlando e so anche tutti i trucchi per imbonire il cliente. Sono stato negli uffici di Enel Energia a L'Aquila, conosco bene i call center sia delle società che fanno servizio per enel energia sia operatori stessi di enel energia, sia gli agenti di enel energia che per altri venditori di energia in Abruzzo e non credo siano diversi dal resto d'Italia.
                    Ti prego di non continuare ad insistere su questo fatto delle letture reali altrimenti comincio a pensare che lo fai non più per testarda ignoranza ma per cercare di convincere in maniera non leale e non onesta qualcuno
                    Ciao
                    Max


                    Commenta


                    • #11
                      Che tu lo sappia o no, che faccia finta di non saperlo o meno, enel energia nasce come "enel gas" e solo successivamente al varo di leggi che ne hanno permesso l'espansione, è diventata enel energia e gas. Tutto ciò accadeva ben prima del 2000, non da oggi!
                      Sui contratti sottoscritti dai clienti che hanno scelto di passare dal mercato vincolato al mercato libero, è chiaramente stampata la dicitura che indica la direzione e il coordinamento facente capo a enel S.p.A.
                      Basta fare un giro per il web, per rendersi conto che l'acredine che metti nei tuoi messaggi non ha ragione d'essere. Se vuoi, per convincere meglio in maniera non leale e non onesta non so chi, lo sai tu, posso anche riportare i link alle pagine dalle quali recupero alcune delle informazioni che riporto qui appresso, copiate pari-pari da siti istituzionali che potrai segnalare alle autorità per diffusione di false notizie, oppure per pubblicità ingannevole...o per ciò che più riterrai opportuno.

                      "ENEL GAS ed ENEL ENERGIA: una nuova realta' che unisce il mondo del gas e dell'energia elettrica.
                      1° gennaio 2007: con la fusione di Enel Gas ed Enel Energia, nasce una nuova realtà che unisce il mondo del gas e quello dell'energia elettrica. Con il 1 Gennaio 2007, infatti, Enel Gas S.p.A. ha incorporato Enel Energia S.p.A. e ha mutato la propria denominazione sociale in Enel Energia S.p.A.. La nuova società Enel Energia S.p.A., mette a disposizione dei propri clienti tutta l’esperienza maturata in questi anni sui Mercati Liberi del gas naturale e dell’elettricità.
                      "

                      Non ho intenzione di protrarre oltre questa che mi pare stia diventando una vera e propria diatriba tra noi due, considerando che i tuoi discorsi sono riferiti ai miei post e basano la loro veridicità esclusivamente sulla tua parola, che vale quanto quella di tutti gli altri utenti qui dentro e in tutta la rete. Nulla da dire sulla tua presunta buona fede, ma qui come ovunque sul web, chiunque può dire di essere chiunque e può esprimere quello che vuole senza tema di smentita: esattamente come stai facendo tu, millantando trascorsi con questa o quella agenzia. Quindi, a questo punto, sono io che ti chiedo (molto cortesemente) di evitare, non avendo tu la minima idea di chi io sia, di darmi dell'ignorante e del disonesto. Ciò che affermo (e confermo in pieno) lo so per certo e potrei a mia volta mettermi nella stessa posizione in cui ti stai ostinatamente mettendo tu...ma semplicemente non lo faccio. Se insisto è perché mi sembra di non avere più torto di te. Da ora non insisterò oltre. Chi è il più testardo tra noi due? E chi l'ignorante?
                      Mi auguro che con tutta la sicurezza che dimostri ed ostenti in questi post, tu sia perfino in grado di assumerti la completa responsabilità di ciò che vai diffondendo.

                      A giudicare dalla forza e dal livore che metti nei tuoi commenti, mi pare quasi che abbia qualcosa di personale nella faccenda. Detto questo, sei libero da ora e per quanto vorrai (anche in eterno) di proseguire la tua opera denigratoria di enel energia, senza timore di un'ulteriore azione di disturbo da parte mia e, mi auguro, di nessun altro.

                      Asus200

                      Commenta


                      • #12
                        NO COMMENT

                        Commenta


                        • #13
                          Lasciando perdere discorsi sconclusionati che non portano chiarezza ed informazione ai consumatori e che montano sterili polemiche, inoltre senza poter confutare quelle che sono realtà di fatto è bene puntualizzare che:
                          Enel Energia è società del gruppo Enel, ma non è la stessa cosa, ne sfrutta parte del nome ed il logo per accattivarsi il cliente tranquillizzandolo sul piano dell'immagine che niente cambia, discutibile scelta sul pianoi etico, ma purrtroppo permessa dalla legge.
                          Enel Energia è nata dalla "vecchia" Enel Gas e vende sul libero mercato corrente e gas secondo le regole dettate dall'autorità per l'energia elettrica ed il gas.
                          Se si è utenti domestici non si ha l'obbligo di passare sul mercato libero da quello vincolato.
                          La lettura del contatore non può essere fatta telematicamente da enel energia poiché formalmente è staccata, pur facendo parte dello stesso gruoppo, da Enel distribuzione che è proprietaria dei contatori marchiati enel. Se Enel distribuzione permettesse la lettura diretta o passasse informazioni direttamente tramite rete aziendale ci sarebbe continuità e violerebbe la legge, quindi non può passare le informazioni direttamente ed in effetti se si va negli uffici di Enel Energia ospitati in Enel distribuzioni si scopre che le reti sono staccate.
                          Infatti quando si chiede al cliente mi fornisca i suoi dati mi dia una fotocopia dell'ultima fattura la gente per lo meno chiede: ma scusi se siete l'enel perché non lo sapete già? Si può rispondere per questioni di privacy, ma la realtà è che Enel energia non può avere questi dati direttamente, perché è soggetto diverso e non ci può essere continuità di rete.
                          L'obbligo di richiedere i tabulati solo una volta l'anno per poi fare conguaglio rispetto alle letture stimate è pratica che conviene alle società che vendono energia e quindi anche a Enel energia. Le cifre prese durante l'anno in più generalmente, fruttano cospicui interessi, che compensano abbondantemente degli esigui risparmi promessi al cliente finale. Come per le altre società Enel energia si serve di società di servizi esterni prevalentemente, per fare i contratti agli utenti finali e la capacità, e non ho paura anche di dire l'onestà di queste società, non è certificata da nessuno, dopo tutto a loro soprattutto in questo momento, interessa fare massa critica, poi penseranno anche alla qualità delle società stesse e ne taglieranno molte. La telefonia insegna qualcosa.
                          Si può passare sul libero mercato ma bisogna essere consapevoli appieno di quello che comporta. La maggior parte degli agenti non vi dirà mai tutto, perché ammesso che siano stati ben preparati sulla materia, se vi danno un'informazione completa ci pensate troppo e rischiano per lo meno di dover ripassare. Non vi fate intimidire, andate sul sito dell'autorità per l'energia elettrica e il gas e vedete quali sono i vostri diritti e i doveri delle società e come viene applicato il prezzo finale dell'energia. Leggete bene il contratto e vi consiglio anche di fare una telefonata al numero verde per chiedere informazioni, magari anche più di una volta per valutare l'offerta e la qualità dei servizi e la preparazione degli operatori. Sappiate che per qualsiasi guasto o problema inerente la rete il responsabile sarà sempre il gestore e quindi Enel distribuzione, avrete a che fare con il call center di enel energia praticamente solo per problemi di fatturazione.
                          La liberalizzazione all'italiana del mercato dell'energia per ora non permette risparmi importanti perché è simile a quanto è avvenuto per la telefonia. Lo Stato ha venduto o svenduto il suo monopolio da una società in cui detiene parte delle azioni, con tutta la rete. Chiunque vuole vendere energia o telefonia deve fare i conti con il proprietario della rete, che naturalmente agisce da posizione predominante. La concorrenza è fiaccata da questa predominanza di un monopolista. Inoltre il prezzo dell'energia ha un meccanismo di formazione sul quale il rivenditore o grossista, come sono la maggior parte delle società che vendono corrente, poco possono influire per motivi politici e strutturali.
                          Ciao
                          Max

                          Commenta


                          • #14
                            CITAZIONE (maxjori @ 16/12/2007, 01:31)
                            NO COMMENT

                            Salve sono Domenico, saluto tutti e mi scuso se non sono conforme alle modalità di comunicazione del forum ma non ho esperienza.
                            Non sapendo come avviare il mio intervento lo faccio rispondendo ad uno a caso.
                            Vorrei innanzitutto dire che mi trovo a scrivere qui dopo aver fatto una ricerca sul web con l'obiettivo di capire quali siano le convenienze o non del passare da enel distribuzione ad enel energia.
                            Ringrazio vivamente sia maxjori che asus200 per il contributo che attraverso il loro dibattito hanno messo a disposizione. Non avendo alcun interesse ad indagare, stante ovviamente anche l'impossibilità, l'eventuale malafede di uno di voi due o di entrambi mi attengo ad una semplice valutazione dei fatti.
                            Premesso che siamo in Italia e, senza temere di essere tacciato di qualunquismo, per me equivale a trovarsi in un campo di fave. Ne consegue la fondamentale esigenza di ridurre al minimo la sofferenza.
                            E' certo che non si è brillato in trasparenza nel permettere al gestore attuale di sfruttare la sua immagine per presentarsi sul mercato libero, direi proprio che è un classico esempio di liberismo berlusconiano (anche se lui forse stavolta non c'entra).
                            Per esperienza diretta confermo lo stato confusionale in cui, come al solito, versano gli operatori dei call center. Ormai per sperare di avere un minimo di informazioni attendibili da chiunque è necessario fare almeno una decina di contatti (e ti tracciano) e poi ponderare le risposte avute. C'è da dire che, nonostante io mi sia rivolto all'800 900 860 chiedendo consiglio sul passaggio ad enel energia, oltre a farfugliare a proposito di tariffe biorarie concludendo sempre di visitare il sito, in nessun caso c'è stato tentativo esplicito di convincermi a passare ad enel energia. Forse non si sono voluti assumere questa responsabilità?
                            La questione dei contatori o contattori (io avevo capito lo stesso!) è particolarmente importante e mi sembra che asus200 non abbia saputo confutare quanto detto da max a riguardo della non possibilità di lettura diretta da parte dei nuovi gestori senza incorrere in comportamenti che violino la concorrenza. Non capisco perchè come accade nel mercato della telefonia non si faccia in modo che i gestori abbiano accesso diretto alle misurazioni dei consumi e poi domando se comunque non potrebbe essere possibile come lo era con enel distribuzione, comunicare telefonicamente le letture.
                            In conclusione vorrei chiedere conferma a maxjori se per ora è preferibile rimanere con il monopolista enel distribuzione e non ascoltare le sirene di enel energia che promettono tariffe bloccate contro il caro petrolio e premi ai fan*****sti che potrebbero però riservare spiacevoli sorprese in un secondo tempo. Gradirei una risposta estremamente faziosa, grazie
                            Saluti a tutti
                            Domenico


                            Commenta


                            • #15
                              Sottolineo che il testo unico delle attività di vendita (vedi sito Authority) prevede sia per i distributori che per i venditori sul mercato libero, l'obbligo di "un tentativo di lettura" all'anno per le utenze fino a 30 kW di potenza disponibile; almeno una volta al mese per tutte le altre.
                              Pertanto, se un operatore del Mercato libero, che sia Enel Energia o Eni o quant'altro, effettua un conguaglio all'anno su un'utenza domestica da 3 o 4,5 kW è assolutamente in linea con le disposizioni attuali.
                              Di conseguenza, mentre ribadisco che non tutte le letture sono di competenza di Enel Distribuzione, perché a Roma le deve fare ACEA, a Milano AEM, a Brescia ASM, e così via..., se vogliamo la lettura bimestrale dobbiamo prima cambiare le norme.... o dobbiamo chiedere che ciò avvenga.
                              Inoltre, considerato che al momento non sono ancora entrate in vigore le disposizioni relative alla nuova "interpretazione" della cosiddetta fascia sociale, sono del parere che per le utenze relative alle abitazioni di residenza sia opportuno attendere quanto sopra.
                              Al limite è possibile analizzare il problema per le seconde case, che, considerata l'utilizzazione quasi esclusiva nei week ends e nei giorni festivi, usufruirebbero al massimo del prezzo delle ore fuori picco previsto dalle offerte biorarie.
                              Ancora, e per ora mi fermo, considerato il mix di generazione che caratterizza il nostro parco produttivo di energia elettrica, fortemente sbilanciato sul metano, con poco carbone e niente nucleare, e con risorse idroelettriche oramai sfruttate all'ultima goccia, acquisito che le cosiddette "alternative" possono solo rappresentare un pannicello caldo e non potrebbero, se vogliamo mantenere sicuro il sistema, superare il 20% della produzione totale; pensare che la sola concorrenza, che al momento c'è, possa determinare una sostanziale diminuzione delle bollete elettriche degli italiani è pura utopia!!!
                              Bye

                              Commenta


                              • #16
                                Scusate se mi intrometto: sono capitato qui per caso mentre mostravo a un amico il sito dal quale reperire info sulle tariffe di enel energia, con la quale sono passato poco più di un anno fa.
                                Pura utopia o no...io con enel energia, rispetto a un anno fa e rispetto alle bollette di enel distribuzione, sto risparmiando più della metà sul mio consumo medio... Di tutto il resto non me ne può frega' de meno! Chi è meglio, chi è peggio? Chi mi porta via meno soldi senza fregarmi sulla tassazione: quello è il migliore di tutti! E io riconosco in questo (fino ad oggi) solo enel energia.

                                P.S.: scusate anche per la schiettezza!

                                Commenta


                                • #17
                                  CITAZIONE
                                  io con enel energia, rispetto a un anno fa e rispetto alle bollette di enel distribuzione, sto risparmiando più della metà sul mio consumo medio

                                  Sono sinceramente felice per te, sei la terza persona che sento affermare questo, ma la scorsa settimana e ieri ho ricevuto altre telefonate da clienti che si lamentano per il trattamento da parte di enel energia. Una perché non riesce a farsi aumentare la potenza e lo rimpallano da un call center all'altro, l'altra persona perché gli hanno mandato le fatture relative agli ultimi sei mesi tutte insieme e secondo lui con un addebito in Kw superiore a quello che consumava in precedenza. Ancora una volta scarsa preparazione degli operatori del call center, consumi stimati in eccesso, lentezza nel fatturare. E' pur vero che sino ad ora le lamentele sono circa il 10% del totale dei contratti da me conclusi, poco più di cento, in qualità di agente in tre mesi di lavoro. Spero che che non ce ne saranno molti altri, in primo perché mi dispiace per le persone che hanno il disagio per l'approssimazione del servizio e per dover sborsare preventivamente cifre superiori salvo poi conguaglio, che non si accorgono del risparmio promesso sul contratto, sia perché ricevo telefonate a volte pacate, a volte un po' meno, non potendo fare altro se non reindirizzare il povero utente al call center di enel energia e sperare di trovare l'operatore giusto.

                                  Auguri di buon anno

                                  Max

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Mi piacerebbe avere le tue certezze!!!

                                    Presumo che per valutare la convenienza della tua scelta non ti sia limitato a confrontare l'importo medio delle tue bollette prima e dopo il contratto con Enel Energia.

                                    Avrai sicuramente accertato che i consumi addebitati sono quelli corretti e non determinati in acconto e magari sotto stimati; oppure avrai verificato che i consumi non sono diminuiti rispetto alla situazione precedente; oppure, ancora, avrai comparato la tariffa applicata nel periodo di riferimento sul mercato regolato/di maggior tutela e quella applicata nelle fatture di Enel Energia.....

                                    Se dalle verifiche di cui sopra è confermato quello che dici, allora...sei davvero fortunato!!! :blink:

                                    Commenta


                                    • #19
                                      PARLO PER ESPERIENZA.

                                      In azienda siamo passati da Enel Distribuzione a Enel Energia.... risultato?

                                      BOLLETTE QUASI RADDOPPIATE! Posso garantirvi che sulle bollette di Enel Energia c'è solo LA STIMA DEI CONSUMI e stranamente sono tutti sovrastimati! Confrontando le vecchie bollette con queste nuove ogni mese il consumo è sovrastimato mediamente di circa 500 kwh !! Inoltre leggendo la bolletta (che ancora devo decifrare completamente) SEMBRA che i costi fissi siano tutti superiori rispetto a quelli che pagavamo con Enel Distribuzione. A questo punto abbiamo deciso di tornare ad Enel Distribuzione ma per circa 180 gg credo che non sarà possibile...

                                      Secondo me mio padre è stato "ingannato" da Enel Energia! O meglio da chi l'ha rappresentata davanti a lui! Mi ha detto che ha ricevuto circa 10 chiamate e il "venditore" sosteneva che ci sarebbe stato un notevole risparmio anche grazie agli sconti etc. Insomma mio padre pensava che Enel Energia fosse sempre Enel invece successivamente ho scoperto che fanno parte dello stesso gruppo ma che sono società separate. Alla fine insomma dagli 0,033 euro circa al kw/h di Ottobre 2007 siamo passati agli 0,078 euro di Novembre 2007... + la sovrastima dei consumi + i costi fissi + alti. Io mi sento truffato!

                                      rettifico!

                                      Ottobre 2007 con Enel Distribuzione: costo al kw/h 0,0298 euro

                                      Novembre 2007 con Enel Energia: costo al kw/h 0,07861 - lo sconto di 0,002358.

                                      Mio padre certamente è stato un po' troppo superficiale ma io penso che questo sia un vero e proprio raggiro diffuso visto che ho letto in altri forum altre esperienze simili alla mia.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Due giorni fa ho ricevuto un'altra lamentela da parte di un cliente di enel energia, che ha firmato il contratto con me, proprio per aver ricevuto più fatture insieme con importi superiori a quelli pagati nei mesi corrispondenti dell'anno scorso, quando era ancora con enel distribuzione e datosi che si tratta di concessione balneare ristorante i conti sono salati. Probabilmente ancora una volta sono stati applicati dei consumi presunti "gonfiati" per fare subito cassa, salvo poi restituire "l'eccesso" a conguaglio, ottenendo margini extra di profitto sugli interessi e la disorganizzazione societaria di enel energia ha prodotto ritardi nella fatturazione.
                                        Il suggerimento che gli ho dato e di verificare i dati del contatore elettronico e confrontarli con i consumi indicati in bolletta e di telefonare al call center enel energia, chiedendo anche la rateizzazione degli importi magari oltre che la correzione dei KW stimati presumibilmente in eccesso.

                                        Spero che presto questo modo di operare venga messo in luce presso gli organi di informazione quali stampa e televisioni e che la magistratura cominci ad indagare. Personalmente ho scritto alla giornalista di rai tre Milena Gabanelli di report e consigliato alcuni utenti oltre che di chiedere informazioni presso il call center e mandare fax e lettere A/R di disdetta se non ottengono risultati, di contattare programmi come mi manda rai tre che spesso si occupa e smaschera truffe ai danni dei comuni cittadini. Purtroppo in Italia siamo ancora in pochi ad informarci sul web presso siti o blog o forum come questo e l'informazione passa per la maggior parte ancora presso stampa e televisione soprattutto.

                                        Ciao

                                        Max

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ho appreso con orrore di avere firmato un contratto per il passaggio da enel distribuzione a enel energia...non riesco a venirne a capo;sono state comunicate ,da una società all'altra, financo le mie coordinate bancarie! ma possibile che in Italia possano avvenire truffe di questo genere? che fine farò?mi raddoppieranno le bollette?io non ho mai firmato niente nè ho mai visto un rappresentante..ma che fate inserite gli utenti così? vi fregate i dati? è giusto che mi rivolga all'unione consumatori e alla guardia di finanza?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Qualcuno sa quanto costa un chilowattora in Italia ?

                                            Immagino che non lo sa nessuno!
                                            Questo è naturale, perchè qui in Italia ci sono le corsie privilegiate e per nascondere le corsie privilegiate sono state create categorie e scaglioni, ma non solo!
                                            Il costo del chilowattora dipende ANCHE da quanto consumo hai fatto durante l'anno, cioè se consumi meno ti fanno lo sconto; (ci mancherebbe solo che il costo del kwh dipendesse dalla simpatia e dal colore dei capelli o pelle, se sei un negro devi pagare di più Ha! Ha! Ha! Ha! <img src="> che scemenza)

                                            Che stupidaggine!
                                            Se si volesse seriamente favorire chi consuma poca elelttricità basterebbe semplicisssimamente eliminare il canone fisso, cosi facendo chi consuma niente pagherebbe niente, se consumasse solo un kwh allora pagherebbe solo un chilovattora cioè quasi niente.

                                            E' una presa per i fondelli colossale che serve per nascondere che mediamente il Kwh costa 25 centesimi in Italia... e 7 centesimi in Francia.
                                            E' vero che in Francia ci sono centrali nucleari posizionate sul confine italiano che producono elettricità a prezzo stracciato, ma è anche vero che le chiese feudali del clero pagano niente o quasi.
                                            Praticamente... io comune cittadino pago l'elettricità per illuminare la chiesa pastorale del clero, (o la chiesa clericale del pastore boh!).

                                            SEcondo me, si dovrebbe privatizzare al massimo,. dando la fabbrica Enel o Aem ad un solo titolare, e poi vorrei vedere se ci sarebbero ancora le corsie privilegiate.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              stranger, ma perché ti devi sempre distinguere per le tue sterili e faziose polemiche?

                                              Bolli per scemenze e stupidaggini le cose che la tua limitatezza ti impedisce di comprendere e questo non ti fa certamente acquistare credibilità quando lanci le tue provocatorie proposte.

                                              Una corretta tariffazione DEVE prevedere una quota fissa, per il solo fatto che hai una linea in casa e che anche se non consumi un solo kWh c'è un costo d'ammortamento, uno di gestione e uno di manutenzione che vanno pagati per il solo fatto di avere la connessione alla rete di distribuzione.

                                              Che vi siano tariffe agevolate per enti vari, compresi quelli sportivi senza fine di lucro e non soltanto le Chiese, è vero, ma tu vuoi decidere anche per gli altri che alcuni di questi enti vari non debbano avere le agevolazioni che ad altri sono concesse. Ti faccio notare che le agevolazioni esistono perché i cittadini le hanno richieste, quindi se vuoi modificare le regole per l'assegnazione di queste agevolazioni hai "solo" da farti eleggere portavoce della maggioranza dei cittadini.

                                              Ma tutto il tuo intervento che contributo da alla comprensione delle differenze tra ENEL DISTRIBUZIONE e ENEL ENERGIA???

                                              Mi sa che il moderatore di sezione possa e debba purgare un po' questa discussione, giusto per eliminare i post OT (tra i quali anche questo nel quale ti rispondo, ovviamente)

                                              ••••••••••••

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Buongiorno a tutti, scusate l'intromissione nella discussione ma volevo dire anche la mia...
                                                ASUS: scusa se te lo dico ma stai dicendo un bel po di inesattezze... e me ne dispiace. Prima di tutto non penso tu sia un consulente enel, penso che tu sia un agente per conto di un'agenzia enel energia. Dubito che ad ENEL ti abbiano detto certe "stupidagini" se te lo hanno detto nella tua agenzia, il mio consiglio è di cambiare agenzia. Enel Distribuzione dal 2008 cioè già ora, non smetterà di fatturare anche perchè se così fosse l'80% della popolazione italiana non riceverebbe fatture... Il mercato vincolato continuerà ad esistere. NESSUNO è obbligato a passare al libero. Anche se proprio non capisco perchè non dovrebbe farlo... (Poi passo a te Max). La lettura del contatore è a carico del distributore locale sia che sia Enel Distribuzione o che sia Acea a Roma o AEM a Milano o AGSM a Verona e così via... Le letture anche da parte dei distributori locali avvengono più o meno trimestralmente non certo tutti i mesi... e così continuerà ad essere. Ci sono strumenti come auto lettura o telecontatori che consentono una lettura più precisa.
                                                ENEL ENERGIA è una società che fa parte si del gruppo ENEL ma non ha niente a che vedere con ENEL DISTRIBUZIONE. tenete presente che anche gli archivi dei cliente DEVONO essere separati altrimenti sono pesanti sanzioni. PERCHE' 2 ENEL? Perchè con la liberalizzazione del mercato onde evitare di farsi ciulare tutti i clienti da società che liberamente potevano fare il proprio prezzo (ENEL DISTRIBUZIONE essendo nel mercato vincolato è obbligata a mettere i prezzi imposti dall' A.E.E.G., come tutte le municipalizzate) ha deciso di creare una società nel mercato libero e partecipare alla libera concorrenza dei prezzi.
                                                MAX: Le lamentele da parte dei clienti, per chi fa questo tipo di lavoro, ci saranno sempre e dico sempre. Avere il 10% di clienti "insoddisfatti" (che poi tocca vedere il motivo dell'insoddisfazione) penso sia una media non cattivissima... potresti tranquillamente dire di fare un lavoro di qualità. Fare paragoni con bollette riferite allo stesso mese dell'anno precedente (gennai 2008 con gennaio 2007) non ha molto senso... Gli aumenti in un anno sono stati tanti ed è quindi normale che nell'anno precedente ho pagato meno. Prendi come esempio la benzina. Inoltre, caro MAX, i clienti, per la maggior parte, non è abituata a vedere i consumi del solito fornitore e appena cambia, almeno per la prima bolletta, va a spulciarsi anche le virgole, il più delle volte, purtroppo, non capendoci una mazza...
                                                Oggi come oggi, la cosa più conveniente da fare è passare al mercato libero con una tariffa che blocca il prezzo e quella di ENEL ENERGIA che consente di bloccarlo per 24 mesi penso sia tra le più convenienti del mercato. Tenete presente che nei due anni passati gli aumenti sull'energia sono stati del 30 % circa e del gas addirittura del 47% circa!!!! Firmereste voi per bloccare il prezzo della benzia per 2 anni??? Io immediatamente.
                                                Tenete presente che le previsioni (sto dicendo previsioni) dicono che nel giro di 10 anni il costo del petrolio arriverà all'assurdo prezzo di 200 dollari al barile, fatevi i vostri conti...
                                                Ringrazio tutti per l'attenzione e vi saluto.
                                                STEFO

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  ciao a tutti mi sono dovuto iscrivere a questo blog perche' ritengo di dover testimoniare e di dover concordare pienamente con Max e che tutto quello che dice e' vero!!! possiedo centri di abbronzatura in provincia di foggia.fino al 12/2006 ero con enel distribuzione,fatturazione ok...o quasi,tutti i mesi venivano a leggere il contatore fisicamente i tecnici,poi sembrava venisse letto in automatico ma dopo svariate email e fax ritornavano a leggerlo i tecnici perche' dicevano che ogni tanto la lettura automatica non andava...poi un ***** rappresentante mi si presenta in ufficio e mi propone la fantastica opportunita' di risparmiare i 3% sul costo dell'energia e che se avessi firmato mi avrebbero restituito anche la caparra (considerate una fornitura di 70kw e una di 35kw...1000 euro circa nelle mie tasche indietro,wow).***** mi danno indietro la caparra in piu' il 3% di sconto per sempre sulla bolletta ( di media 800 euro al mese per fornitura...) firmo immediatamente la proposta...e aspetto il contratto come concordato.di colpo mi ritrovo dal 1 gen 2007 con enel energia senza aver mai ricevuto il contratto e tutte le altre informazioni che mi dicono al call center immediatamente contattato che loro avevano tutti i moduli firmati da me...ok,non mi va di denunciare il rappresentante del *****,ma vado avanti e vedo se veramente risparmio???? macche' oltre i kw consumato mi addebbitano quasi 11% di perdita energia quindi su 5000 kw di media al mese altri 500 di perdita energia,cosa non detta del percentualista rappresentante del *****,chiamo il rappresentante e lo minaccio di denuncia,lui niente non gli frega,non mi va di denunciarlo al momento,ma mi riservo di farlo in futuro perche' ho altro da fare.
                                                  dopo svariate fatture tutte contestate perche mi venivano addebitate cifre assolutamente forfettarie di 1000 euro al mese ed a volte anche di 1800 che io dovevo pagare per forza altrimenti avrei rischiato il distacco e dopo innumerevoli fax di richiesta lettura contatore e di richiesta rettifica di prelievo picco massimo errato,in quanto troppo esagerata ed in quanto senza lettura del contatore non puo essere presunta...anche perche' se in un mese dell'anno prelevo 70kw sono costretto a pagare tutti i mesi dell'anno 70kw di picco e quindi 2,386+iva x 70 anche se in realta' io non ho mai superato i 40kw....
                                                  non voglio dilungarmi troppo ed arrivo alla conclusione che ad oggi ricevo ancora fattura di acconto salvo conguaglio riferita a dicembre 2007...non so piu' cosa devo fare,se devo smettere di pagare rischiando il distacco oppure se c'e' la possibilita' di fare una causa di gruppo con altri utenti che come me vogliono pagare le bollette enel per quello che consumano e non per quello che per il momento la "banca" enel distribuzione in funzione dei suoi investimenti necessita prelevandoli non dal bancomat oppure da finanziamenti esterni,ma dai ***** suoi clienti...che devono per forza pagare e zitti.
                                                  quindi Max di pescara fai bene a dire a quel ***EVITARE L'INSULTO. nll*** che dice che enel energia funziona chissa' per quale suo motivo ***EVITARE CITAZIONI INGIUSTIFICATE DI POLITICI. nll*** visto che in questo periodo ci va come parola.
                                                  saluti
                                                  Antonio - foggia

                                                  [MODERAZIONE: Questo è un forum tecnico (non un blog). Come puoi notare, il tuo discorso si capisce benissimo anche eliminando il turpiloquio, quindi vedi di utilizzare un linguaggio decente, altrimenti siamo costretti a eliminare l'intero post e, se recidivo, ad allontanarti dal forum. Grazie. nll]

                                                  Edited by nll - 25/1/2008, 18:39

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Salve a tutti porto anch'io la mia testimonianza di piccolo imprenditore
                                                    prima di enelenergia circa 1800 2000euro di bolletta ,adesso sui 3000 con
                                                    picco a ottobre di 3700 euro.
                                                    Ho chiesto la rifatturazione a dicembre ,l'altro giorno il call center ha detto che la pratica è stata attivata ,speriamo.
                                                    In ogni caso non si capisce in base a cosa viene calcolato il picco (e lì sono dolori) e poi anche se mi dovessero fare il conguaglio ricominciano con le
                                                    letture presunte a alèè . Saluti cordiali a tutti

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Salve ha tutti.

                                                      Ho letto un po' di risposte in questo forum e l'unica cosa da dire in merito è che mi dispiace per i consulenti di Enel Energia che pur lavorandoci non hanno ancora capito un bel ....."tubo" di come funziona il meccanismo di lettura del consumo e dei prezzi offerti da Enel energia (che sono in assoluto tra i peggiori del mercato libero), e ve lo dice uno che mai è più di 6 anni che è nel settore. Quindi pregerei di favi una cultura prima di come è composto il prezzo dell'energia poi valutate molto attentamente anche l'operato degli altri concorrenti più autorevoli.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Salve vorrei capire se cmq qualcuno di voi sia riuscito a confrontare le tariffe di enel distribuzione con quelle di enel energia?
                                                        Da enel energia mi è stato proposto un contratto che si chiama energia pura casa dicendomi che c'è il costo del kW/h bloccato per due anni al prezzo di 0,088 kW/h ai quali vanno aggiunti i costi accessori che però nn sono presenti nell'offerta ma che sono stabiliti dall'autorità per l'energia elettrica.
                                                        Nel sito dell'enel poi sono riuscito a trovare il costo il prezzo dell'energia che ad es. per la tariffa D2 è di 0,094kW/h (http://www.enel.it/sportello_online/elettr..._monoorarie/D2/).
                                                        Ora mi chiedo se questi due importi possono essere messi a confronto e se quindi c'è una reale convenienza ad accettare queste offerte.


                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          salve,ho appena fatto l'iscrizione! qualcuno mi può aiutare?Devo prendere casa in affitto e devo attivare le utenze di luce ed acqua.Ho perso tutto il pomeriggio a frugare nei siti dellacquedotto e dell'enel per cercare di capire a quanto ammontano i costi di attivazione, nessuna risposta! Per non citare i cosiddetti numeri verdi a cui non rispondono mai...insomma non posso prendere casa se prima non conosco i costi di attivazione delle utenze! Aiutatemi, sicuramente ne saprete più di me!!!

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            x torrere: http://www.autorita.energia.it/docs/07/352-07.htm


                                                            qui c'è un link tratto dal sito dell'AEEG, è la delibera 352 sulle condizioni economiche del 1° trim. 2008 per gli utenti del servizio di maggior tutela (piccole imprese in BT e clienti domestici). Clicca su tabelle.

                                                            La tariffa D2 applicata dal distributore in base alle direttive dell'AEEG è composta da due elementi:il corrispettivo PE (energia pura) e il PD (dispacciamento). Il 9,41 eurocent/KWh comprende la quota dispacciamento (0.72 eurocent/KWh) e le perdite di rete (che per la bassa tensione sono pari a 10.8%). L'offerta enel energia (8.8 eurocent/KWh) non comprende nè le perdite nè il dispacciamento. Aggiungi il 10.8% di 8,8 e includi 0,72. Quanto fa? 10,47 eurocent/KWh !!!
                                                            Il "vantaggio" dell'offerta enel energia è che si tratta di un prezzo fisso per due anni. Sempre che i prezzi dei combustibili non comincino a subire una flessione, nel qual caso saresti "cornuto e mazziato"......

                                                            La regola é: per il mercato domestico non conviene tanto stare a cambiare fornitore, è difficile orientarsi tra le varie offerte e cmq , nel caso che ce ne siano di effettivamente vantaggiose, il risparmio è veramente poca roba; per le imprese il discorso è molto diverso, la possibilità di risparmiare esiste concretamente. Ma cmq stiano le cose, per quel che mi riguarda le offerte di enel energia sono tra le peggiori in assoluto. Per rendersi conto dei casini che combina enel energia è sufficiente aver visto la puntata di "mi manda rai3" di qualche settimana fa.

                                                            PS: mi occupo un pochino di queste cose ma non sono un esperto, quindi prendi questi consigli con il beneficio del dubbio.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR