annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

MEZZI ad ARIA COMPRESSA

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • MEZZI ad ARIA COMPRESSA

    parliamo di aria compressa,escludendo l' auto, perche la sua scarsa autonomia ,e' dovuta al bisogno di essere alimentata da serbatoi portatili;
    fanno diventare dubbia la PROPONIBILITA', o, meglio "GIUSTIFICARE" la perplessita', e, allo stesso tempo , dare ACQUA agli enormi interessi in gioco che remano contro ;
    anche se la proposta di limitarne la diffusione a taxi urbano, potrebbe essere plausibile....
    MA escludiamola a priori, per una volta!!!

    questo mi e' venuto in mente perche mi sono accorto dell ampio spetro di soluzioni ottenibili dall alimentazione da IMPIANTO-RETE ad aria compressa e, dall idea: che, se il limite e' nell autonomia dovuta alla volumetria dei serbatoi:
    questo mezzo puo avere i serbatoi grandi come si vuole, anche ENORMI:

    la BARCA

    e, per rendere meglio l' idea di cio che GIRA nella mia MENTE, immaginate un catamarano, nel quale i due ENORMI galleggianti sono serbatoi dell aria compressa......

    liberate la vostra tecno-fantasia nel cosmo-net!!

    Edited by HAMMURABY - 9/4/2008, 14:19

  • #2
    Ciao
    Un catamarano consuma molta energia per muoversi; moolta piu' di una macchina;
    Le autonomie potrebbero essere bassine
    Di contro si portrebbe non far gelare i motori con l'acqua marina ...
    Facciamo 2 conti; io non sono esperto di barche, quanto sono grossi i galleggianti ?

    Eddy

    Commenta


    • #3
      Ho avuto una micro barca a vela per dieci anni e...
      Sogno da una vita di possedere un bel catamarano..
      Randa, fiocco e nient'altro..
      L'unica energia... il vento
      Metterci due serbatoi carichi di aria compressa me lo farebbero affondare miseramente.
      La manovrabilità, se mai potesse galleggiare, sarebbe indecente..
      NO, decisamente NO.

      Commenta


      • #4
        mettiamo che invece di fiocco e vela , sistemiamo un BELLISSIMO generatore eolico; con due serbatoi da 5000 lt = 10 000 e il motore ad aria compressa ,il quale
        invertendo il ciclo delle valvole diventa anche un compressoread energia eolica, ed e' possibilissimo!! credimi caro triac , mi spiace che sei affezionato alle immagini del tuo passato....
        pero' comunque, e' un catamarano e l'unica energia il VENTO
        se ti developpi, la facciamo 50% 50%

        il peso dell aria e' SOLO 1,23kg per mille lt.... ricordo a NEW entry

        resta sempre aperta la POSSIBILE modifica di RI-caricarla a moto ondoso

        QUOTE
        skype:hammuraby1



        Edited by HAMMURABY - 10/4/2008, 16:32

        Commenta


        • #5
          vediamo di fare due conti:
          SUPPONIAMO che il generatore eolico renda la meta della VELA
          SUPPONIAMO di usare "TANTO" la barca , quattro ore al giorno
          nota che durante l' uso il generatore eolico e' FERMO
          per non avere problemi di rollio o beccheggio

          CAPITO?? si ri-carica quando il catamarano e' fermo al porto

          20 per 0,5= 10 diviso le ore di uso= 2,5 la forza della vela!!
          mentre usandola due ore 5,5 VOLTE
          image

          ed avremo anche il frigo per l'aranciata e il PESCE

          credo che il ammiraglio NELSON si stia rivoltando nella tomba, pazienza,............... e' morto!!

          Edited by HAMMURABY - 9/4/2008, 21:16

          Commenta


          • #6
            spero sia utile a chi ha idee , ma poca conoscenza dell ARIA:

            PESO: 1,2kg per 1000 litri (stanza di 4x4x3=50kg ca)

            XX atmosfere nominali di pressione e' = a XX kg / cm2

            la forza che potenzialmente produce e' X 1,5 volte quella dell acqua a = UGUALE pressione
            l' acqua, perche non e' comprimibile a UN bar da =1
            l'aria compressa ad UN bar da' 1+ (da 1 a 0 =0,5 aggiunta per l' elasticita)= 1,5

            la FORZA potenziale, non e' EFFETTIVA perche si anno perdite nella trasformazione, dato che la compressione e la decompressione seguono il tipico diagramma Pv ovvero: x+1

            1000 litri di aria "naturale"
            a un atm diventano 500 lt A/C
            a due " 333 lt A/C
            a tre " 250 lt A/C
            ......
            a dieci atm " 100 lt A/C
            causando una variazione volumetrica difficilmente compensabile dalla "RIGIDITA" meccanica;
            personalmente, credo che il sistema a cascata "originale" di Miller, resti ancora il piu' efficente;

            ma sembra che lo penso solo IO!!!

            , e aspetto¨POST fantas...!!

            Edited by HAMMURABY - 11/4/2008, 22:00

            Commenta


            • #7
              Ciao Hammu, potrei sapere che scuole hai fatto?
              Riciao

              Commenta


              • #8
                macche' scuole; amenoche' parli di quando facevo il muratore!!

                dovresti sapere che vi sono scuole, o, meglio luoghi dove apprendere, solo nei centri di ricerche privati
                e, che gli studi devono essere "CONFORMI"; cioe' .....NIENTE di nuovo

                oppure scegli la passione, ma non troppa, e, ci lavori sopra...............
                il tempo dira' se sei una mente o un demente!!!!!!!

                intanto passano anni di vita , in mano e per mano dei petrolieri immerso NELL fluido inquinato aero-aquatico

                che almeno,ci facciano vedere (toccare!! fisic-mente) qualcosa di BELLO, invece paghiamo tutti , MA non se ne parla neanche !! baserebbe che non facciano niente, piuttosto che......w la natura

                Edited by HAMMURABY - 13/4/2008, 14:40

                Commenta


                • #9
                  CITAZIONE (HAMMURABY @ 13/4/2008, 13:22)
                  [MODERAZIONE: Non si cita un messaggio per intero. nll]

                  ok ho capito.
                  Grazie ciao
                  Ultima modifica di nll; 03-05-2008, 00:53.

                  Commenta


                  • #10
                    facciamo cosi, chi mi saprebbe indirizzare cu come utilizzare l'aria compressa, direttamente su pompa per stantuffo a pressione di olio;

                    naturalmente, se possibile, che recuperi l' energia di scarico dello stesso stantuffo

                    ipotiziamo un impianto meccanico come gardaland o scavatori in urbanizzazioni;

                    urple">LA FANTASIA AL POTERE ; POTERE ALLA FANTASIA
                    urple">L' ARTE DELLA TECNICA

                    Commenta


                    • #11
                      tech definitiva....inizio di A/C brake recicled energy

                      Giusto, per capirci ; adesso che so’ chesei stato interessato ed entusiasta di eolo, vorrei che valuti, quanto qui sotto….
                      Allora, l’ aria compressa ad uguale pressione dell acqua
                      ha una portata energetica superiore dell 50% e questo e’ dovuto alla elasticita’
                      Ovvero 10 atm piu l’ espansione elastica da 10 atm a ZERO nominale (1 reale),che l' acqua non ha!!

                      Quindi un serbatoio a 100 atm non avendo la pressione stabilizzata come nel mio impianto andra’ da 100 atm a ZERO;

                      Risultato 100lt a 100 atm = 100lt d' acquaacqua a 1000mt/h
                      e sono 300watt , + piu 50% = 450watt
                      diviso 2 (serbatoio) RISULTATO capacita’ di 225w effettivi,

                      difficili da ottenere, se non a cascata…
                      Ovvero tagliando l’utilizzazione, separando meccanica tra >a 3 atm e <3 atm;
                      un buon rapporto nella curva di espansione a grafico Pv

                      APPLICAZIONI vi e’ la possibilita’ di avere veicoli leggeri con un buon allungo , tipo TAXI URBANI, oppure una OTTIMA applicazione puo essere nelle barche,
                      che essendo immerse in acqua possono avere serbatoi di 10 000 lt

                      E questo potrebbe scoraggare lo studio…..

                      MA, il vero notevole uso del motore ad aria compressa e’ nai mezzi pesanti ad alta frequenza di stop and go; come camion movimento terra e autobus urbani, PERCHE’:
                      Il motore puo invertire il ciclo delle valvole dell alimentazione e diventare un compressore per il recupero dell energia di frenata…e, con un serbatoio limitato!!

                      ma considerando che: e' necessaria una POTENZA di frenata NEGATIVA maggiore che quella della POTENZA di spinta POSITIVA, quindi bisognera aggiungere (a 3 atm minimo) una precompressione in aspirazione da effettuarsi o,sulle ruote stesse o.... !!
                      credo che tecnicamente non sia difficile.....

                      senza contare che l'A/C puo sostituire la batteria, agendo direttamente o indirettamente sull alternatore

                      http://upload.wikimedia.org/wikipedi..._in_action.gif

                      Il motore a un tempo sviluppato su mio indirizzo , da un amico professore in meccanica e finito (chissa come!!) alla deawoo-sudcorea !!
                      Ultima modifica di HAMMURABY; 02-05-2008, 19:00.

                      Commenta


                      • #12
                        Hammuraby, nel tuo sogno dei serbatoio enormi non hai considerato una cosa: stivare aria compressa ad alta pressione richiede bombole robuste.. identiche a quelle per il metano.

                        Quanto pesano 3 bombole per totale 90 litri di impianto? Tanto.
                        Vi interessano ulteriori informazioni tecnico/scientifiche sul biodiesel?

                        Clicca [qui]

                        Commenta


                        • #13
                          serbatoi GRANDini, in immersione...nel mare

                          caro galdo, non mi sembra che hai intuito che anch io non sono certamente tra gli entusiasti di un auto ad aria compressa;
                          ma sono certamente entusiasta di un sistema di recupero di frenata ad aria compressa; perche la reattivita', l'accelerazione e l'allungo che si ottiene nel rilascio
                          (sia dopo trasformazione con motore-bobina sincrona brushless, sia direttamente su turbina a geometria variabile)
                          fa si che non si abbiano perdite di carico, andando SEMPRE a sommare la FORZA RECUPERATA a quella del motore termico convenzionale!

                          considerando anche l' efficenza di recupero....

                          per quanto riguarda i due serbatoi enormi, diciamo di 5000 lt , sicuramente peseranno tanto,
                          ma noterai nel 3D che e' riferito a BARCHE, ovvero i serbatoi basta che pesano meno di 1kg a litro, e stanno a galla ; poi, tra l'altro piu e' il volume meno e' il materiale..... senza contare che il carbonio...... o le resine con fibra....

                          buonagiornata!
                          Ultima modifica di HAMMURABY; 03-05-2008, 10:50.

                          Commenta


                          • #14
                            Non credo che ci siamo, le tue cifre peccano di ottimismo.
                            Il catamarano è fuori questione per una ragione semplicissima: è stato concepito specificamente per NON avere un motore o alcuna 'struttura' supplementare. Ogni aggiunta gli toglierebbe manovrabilità e velocità.
                            Ora, volendo pensare ad un integratore di propulsore per barche normali, escluderei i serbatoi d'aria per una ragione: è peggio che andare per strada, l'autonomia sarebbe buona per brevissime distanze e comunque bisognerebbe tenere conto del peso supplementare dei serbatoi che a sua influirebbe sui consumi di carburante.
                            Il generatore eolico? Carina come idea, magari per alimentare i consumi di bordo più che per la propulsione. Una vera alternativa viene dalle 'vele fotovoltaiche' che sono state recentemente sperimentate, facili da usare e che garantiscono un discreto pieno di energia con o senza vento.

                            Commenta


                            • #15
                              OTTIMA SOLUZIONE!! ma con la condizionale!!DUREVOLE

                              Be, peccare di ottimismo dicendo che in 10 000 lt di aria compressa a cento atm abbiamo 20Kwh , mi sembra eccessivo… l ottimismo mi arriva SEMPLICEMENTE dalla certezza che si puo fare qualcosa di OTTIMO
                              Questa soluzione da te proposta e molto piu che interessante, per quanto riguarda la parte delle vele fotovoltaiche !
                              Davvero, credo che questo materiale, possa essere impiegato anche(ma capirai dopo, perche penso SOLO per…) per verande, superfice prendisole ecc… diciamo rivestimento !!lavorerebbero 24/24 e in posizionz ZENITHale favorevole (perpendicolare)

                              Pero, non sono per niente d accordo nell uso delle batterie !!
                              Dovresti aver capito che sono ESPERTO in prodotti durevoli, cioe senza usura-eterni…

                              Quindi tu dirai, e che ne facciamo dell elettricita ?? Be, io proporrei di scaricare in una resistenza che scalda i famosi Sali… ed accumulare termica, magari con l aiuto del VENTILATORE-lico, quando questo avra assolto il compito di riempire i serbatoi di aria compressa...…
                              E, la mia non e una FISSA, ma,…..
                              tutto questo perche nell aumento del DELTA TERMICO, l aria compressa
                              PRODURRA piu per la resa termica che per la resa meccanica!!!
                              CIOE ,e Fattore esponenziale per la resa del
                              MOTORE STIRLING ;perche l energia ((+1)+(-1)x-1) elev a 2;
                              Oltre a dinamo ,elettricita su asse motore (NO BACTERY!!) e di servizio!!

                              Certo, con l apporto che e arrivato, sarebbe un peccato dire che la manovrabilita sarebbe poca, (NEL MARE?? Non e milano…); ma la verita e che questa sistema era CAMUFFATO da BARCA, mentre e un motore-pompa per l A FRICA !!
                              Ma occhi che qualche petroliere e pro NUKE, che non vuole…
                              Pazienza… THE SHOW MUST GO ON !!
                              Spero che comprendi la mia fissa FISSA sul durevole, perche qui, in africa,non le vendiamo lo stesso le (H2O inquinanti) batterie !!
                              (NB: non funzionano accenti ecc...)
                              Ultima modifica di HAMMURABY; 06-05-2008, 12:16.

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da HAMMURABY Visualizza il messaggio
                                caro galdo, non mi sembra che hai intuito che anch io non sono certamente tra gli entusiasti di un auto ad aria compressa;
                                ma sono certamente entusiasta di un sistema di recupero di frenata ad aria compressa; perche la reattivita', l'accelerazione e l'allungo che si ottiene nel rilascio
                                bella l'idea, non ci avevo pensato. quando premi il pedale del freno, esso aziona il compressore ad alta pressione che ricarica le bombole con l'aria compressa. E intanto la macchina rallenta perchè deve azionare il compressore.
                                Originariamente inviato da HAMMURABY Visualizza il messaggio
                                (sia dopo trasformazione con motore-bobina sincrona brushless, sia direttamente su turbina a geometria variabile)
                                fa si che non si abbiano perdite di carico, andando SEMPRE a sommare la FORZA RECUPERATA a quella del motore termico convenzionale!

                                considerando anche l' efficenza di recupero....

                                per quanto riguarda i due serbatoi enormi, diciamo di 5000 lt , sicuramente peseranno tanto,
                                ma noterai nel 3D che e' riferito a BARCHE, ovvero i serbatoi basta che pesano meno di 1kg a litro, e stanno a galla ; poi, tra l'altro piu e' il volume meno e' il materiale..... senza contare che il carbonio...... o le resine con fibra....
                                Ok, di metallo è improponibile.. supponiamo di farli in fibra di carbonio.. dove li collocheresti in una barca? se mi dici sotto l'acqua, ti dico che la barca non è più manovrabile.
                                E poi che senso ha fare aria compressa su una barca? molto meglio le vele fotovoltaiche di Valmax, no?
                                Originariamente inviato da HAMMURABY Visualizza il messaggio

                                buonagiornata!
                                uff.. se non si scrive qualcosa fuori dei quote non ti invia il mex..

                                [MODERAZIONE: Le citazioni vanno usate con criterio, non puoi fare dire ad altri i tuoi commenti, anche se gli cambi colore. Se avessi citato correttamente il messaggio, non avresti dovuto aggiungere parole in più per poter inviare il tuo post. nll]
                                Ultima modifica di nll; 07-05-2008, 08:00. Motivo: Sistemazione QUOTE
                                Vi interessano ulteriori informazioni tecnico/scientifiche sul biodiesel?

                                Clicca [qui]

                                Commenta


                                • #17
                                  o, grazie, GALDO, le vele fotovoltaiche, sono una bella cosa, ma, funzionano direttamente, senza passare dalle batterie??.....e, se si, dando la spinta, perdi carico, perche" si chiude la vela .....
                                  sai cosa e" la perdita di carico?? PRATICAMENTE, come una persona che a dieci km h vuole spingere una bicicletta che va a 12 km h; non da carico di spinta..... postami qualcosa,
                                  perche dalle mie teorie c"e qualcosa che non puo quadrare,SONO SICURO... ammenoche usi le batterie, e torniamo da capo.....

                                  io ho la FISSA dell Accumulo, e, se il materiale viene fatto lavorare 16ore su /24 (SOLE)credo che renda di piu", e la fissa del del durevole.....

                                  IO SONO CONTRO le BATTERIE......io, NO;....no way !!

                                  cose che mi lasciano a piedi, nel mare, NON e' BELLO.....

                                  e, se mi fai il piacere, di spiegarmi la manovrabilita" , perche questa davvero non la capisco;
                                  e,cerco sempre di approfondire, ma non la capisco....e, non credo di essere ritardato... pero se me lo fate vedere, accetto,
                                  il MARE non dovrebbe essere come MILANO nelle ore di punta....
                                  davvero non ci arrivo. SPIEGATEMI, senza infierire....

                                  e, dato che ti e" piaciuta lé idea del recupero di energia di frenata , guarda qui....

                                  http://www.energeticambiente.it/veic...ompressed.html
                                  Ultima modifica di HAMMURABY; 06-05-2008, 23:01.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Scusa eh.. sei nel mare aperto.. che senso ha usare un motore elettrico per spingere la barca se hai già il vento?
                                    Le vele fotovoltaiche si useranno per i fabbisogni energetici di bordo (strumentazioni e varie).

                                    Bè, per la manovrabilità è semplice: cos'è più manovrabile? Una 500 o un autoarticolato? Una barchetta a vela o una porta container?
                                    Vi interessano ulteriori informazioni tecnico/scientifiche sul biodiesel?

                                    Clicca [qui]

                                    Commenta


                                    • #19
                                      scopo del thread: sistema meccanico autonomo ad alta affidabilita

                                      ok, vedo che le vele fotovoltaiche servirebbero solo per i consumi di bordo, mentre ammainate, a niente!! quindi, veniamo a discurere sull fatto, che conoscendo discretamente le varie tipologie di pann fotovoltaici, quelli in film sono un ottima soluzione, ma naturalmente se lavorano piu tempo possibile, e in posizione perpendicolare...quindi come verande e rivestimento della barca;
                                      un aumento di portata energetica potrebbe essere anche con l aiuto del generatore eolico

                                      MA, credo di poter guidare chi vorra prendervi parte , a un sistema che non prevede batterie
                                      perche queste sono soggette ad elevata usura; quindi, l" elettricita, dovrebbe derivare da un ALTRA forma di accumulo;
                                      PERCHE", che si tratti di una barca in porto isolato, o, di un pozzo in mezzo al deserto;
                                      tutti e due sono
                                      SISTEMI MECCANICI, che necessitano di autoalimentazione!!

                                      quindi, in questo thread,( se vi va !! ), punteremo ad avere un sistema che SARA perfettamente in sintonia con la direzione dello sviluppo DUREVOLE..

                                      ovvero un sistema energetico autonomo ed indipendente ed ad altissima affidabilita
                                      in cui i problemi di volume, sono esclusi, se in favore degli scopi prefissati....
                                      La produzione elettrica IN CARICO,puotra scaldare i famosi sali, azionare lo stirling per rafreddare o, azionare il compressore;mentre lo standard elettrico in scarico, sembra piu che ottimo.....
                                      PERO, certamente lo stoccaggio energetico in termica + e, aria compressa con l' apporto della termica- sono da considerare in pole position, per ora!! un compressore piu uno stirling
                                      no, al motore ad aria compressa, perche una turbina , o ... sara sufficente, credo;..

                                      per la manovrabilita" vedremo poi, quando e se si fara la barca,

                                      grazie per chi avra l' attenzione di leggere, CAPIRE, e partecipare
                                      spero che darete indirizzi tecnici a questo scopo
                                      UN POZZO per l africa!! M S
                                      Ultima modifica di HAMMURABY; 07-05-2008, 18:37.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Oh, vedi che pian piano si tira fuori qualcosa di sensato. Un pozzo in un deserto necessita ovviamente di un sistema affidabile. Un piccolo campo fotovoltaico a lato del pozzo produce energia elettrica per pompare acqua di giorno e per muovere un compressore.

                                        Si stocca l'aria compressa che potrebe muovere un motore pneumatico per il pompaggio notturno (pozzo con 2 motori accoppiati: elettrico di giorno, pneumatico in notturna)
                                        Vi interessano ulteriori informazioni tecnico/scientifiche sul biodiesel?

                                        Clicca [qui]

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Motore ad azoto liquido - Veicoli elettrici e ibridi
                                          Ogni tanto si torna a parlare di queste possibilità se le tecnologie sono le stesse dell'idrogeno non vedo lo scandalo anzi è tutto più semplificato, perchè questa fretta nel respingere un sistema così semplice?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            perche con l' azoto liquido (paragonabile ad aria compressa a 800ATM) avremo piu autonomia dell aria compressa, ma FORSE
                                            perche poi bisogna considerare il possibile recupero dell energia di frenate, che potrebbe essere possibile solo ad aria compressa...invertendo il ciclo delle valvole
                                            o, elettrico!
                                            ma, se cerchi nel forum, vi sono anche circuiti separati ad azoto per il recupero dell energia di frenata ad AZOTO!! sigillati, non come alimentazione del motore

                                            MOLTO MOLTO EFFICENTI in situazioni di guida ad elevati stop and go!!
                                            ciao
                                            Ultima modifica di HAMMURABY; 18-06-2008, 17:54.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              L'articolo più recente su un motore ad azoto fa riferimento a dei prototipi del 2004. L'autonomia non sembrava un gran ché, e soprattutto al momento erano richiesti serbatoi troppo grandi per delle prestazioni 'urbane'. Sempre secondo l'articolo, il creatore dell'N-gine stava lavorando a questi problemi, ma non mi sembra sia spuntato fuori qualcosa.

                                              Di sicuro, l'azoto presenta il vantaggio di essere, oltre che uno degli elementi più abbondanti, anche inerte, quindi a prova di fiamma... Ma è comprensibile che per ora le ricerche vertano sull'idrogeno: è un gas ancora PIU' abbondante, e il prodotto di un motore a cella di idrogeno è pura acqua.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Il vantaggio dell'azoto è nell'avere già oggi un ampia distribuzione e applicazione in tante tecnologie hi-tec, nei trasporti ci sono incoraggianti progetti sempre più fattibili di quelli ad idrogeno che per gli investimenti spesi in proporzione delude assai più degli ingegnosi (quanto modesti economicamente) prototipi!

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  E allora? Tiriamo fuori la solita lobby/mafia dell'idrogeno a giustificazione del fatto che tutte le richerche per un autotrasporto alternativo puntino su questo gas invece che sull'azoto, delle cui applicazioni in tale campo non si vede traccia?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Qualche traccia c'è già se guardiamo infatti un camion per esempio nel sistema frenante e anche in molti nelle sospensioni vengono utilizzati serbatoi ad aria compressa per trasmettere energia potenziale. Il rumore del compressore che carica aria prima di partire si sente bene come si sente bene lo sfiato a motore appena spento. La densità energetica è bassa tanto nell'idrogeno quanto nell'azoto ma alcune tecnologie (come il serbatoio sono simili) molte delle invenzioni più interessanti della rivoluzione industriale sono semplici combinazioni.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      OK, hai ragione, ho sparlato: intendevo dire che per ora la ricerca per l'autotrasporto pulito punta più sull'idrogeno, e non per partito preso. Un altro suo vantaggio è che un motore a idrogeno produce acqua, e come scarico lo preferisco ampiamente.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        pe , se per questo ormai i sistemi frenanti ad azoto, sono entrati in produzione BOSH...
                                                        e, sono MOLTO efficenti, tanto che sembra che la notizia venga data gradualmente, per non sconvolgere il mercato automobilistico (e, dato i lavoratori interessati, non e' per colpa dei brutti e cattivi!!), perche sicuramente i numeri ci sono tutti....

                                                        http://www.nextenergy.org/cm/attach/...nFleetConf.pdf

                                                        certo, da qua (recupero di energia!!) a rendere autonomo un auto o camion; ne passa....
                                                        per questo il thread parlava , e , vorrei che continuasse a parlare di "mezzi."....
                                                        come scavatori, carrelli, nastri, elevaturi a telaio, o a pistoni....SERVITI DA CONDOTTA IN PRESSIONE!!

                                                        (nb:gli elevatori potrebbero aumentare di parecchio l' autonomia di mezzi, anche elettrici;
                                                        perche' la salita, non si concilia con il peso delle batterie, ne' con la densita' energetica di altre soluzioni N, H, o A/C !!)

                                                        +++ BARCA, perche questa non hanno problema di VOLUMINOSITA dei serbatoi, dato la scarsa densita' energetica, di cui siamo tutti d' accordo.....
                                                        e, con la possibilita' di auto REFILLing sul posto!!

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Caro power.
                                                          Toglimi una curiosità: perchè dovrebbe essere interessante l'azoto liquido e non la semplice aria liquida?
                                                          Per arrivare all'azoto liquido bisogna liquefare l'aria e poi procedere alla distillazione frazionata. Se hai l'aria liquida conviene usare quella senza cercarsi grane.

                                                          A volte basta un poco di buon senso per non farsi prendere in giro dai cialtroni che imperversano nella rete.

                                                          ciao
                                                          Tersite
                                                          Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                                                          Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Carissimo Valmax abbiamo capito che ti piace proprio l'idrogeno perchè metti che un bambino si mette col naso nel tubo scarico al massimo si lava la faccia e per i genitori è un bel sollievo! ;-)
                                                            Non sò se l'hanno già linkato ma l'Arabia Saudita stà investendo in questa direzione!
                                                            www.solar-islands.com

                                                            Per Tersite, l'azoto è preferibile per una questione di efficienza di costi nella compressione liquida può così arrivare ad 800 volte il suo volume.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR