annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il Cern e le ceneri della scienza

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il Cern e le ceneri della scienza

    Il Cern e le ceneri della scienza
    “Senza energia l'uomo, semplicemente, non esiste”.
    Mark Twain

    E’ stato definito il più importante esperimento della scienza contemporanea, l’esperimento che ci porterà tra le stelle, quello dell’acceleratore di particelle del CERN. L’istallazione del Large Hadron Collider (LHC) permetterà di raggiungere forme di energia mai conosciute prima, con la finalità di scoprire proprietà della materia finora teoriche, almeno per i cosiddetti scienziati ufficiali come Rubbia. Il mondo intero si è fermato attonito dinanzi allo spettacolo di una macchina dalla mole impressionante, senza proferire parola, anche perché la maggior parte delle persone non ha le conoscenze scientifiche necessarie per esprimere un parere, se non ripetere a pappagallo ciò che ha sentito nei servizi del Tg1 e “Studio Aperto” sulle interviste improvvisate. In realtà, per chi ha memoria, questo sembra un film già visto, ed è altamente probabile che le finalità di questi esperimenti vadano al di là di quelle preposte, esattamente come avviene per tutti quegli esperimenti ad uso “civile”.

    Un esempio su tutti è l’ITER, il progetto internazionale che avrebbe realizzato la fusione termonucleare. In un' intervista rilasciata nel dicembre del 2005, Emilio del Giudice dichiarò il suo fermo punto di vista sull’ITER: “È uno dei mezzi surrettizi per far passare spese militari nel bilancio civile. Non a caso i paesi che già hanno la bomba all’idrogeno non investono nella fusione calda. Perché un reattore a termo-fusione offre un modo per studiare, senza destare sospetti, come si comporta un plasma di neutroni. Perché occorre sapere che non esiste una teoria matematica che spiega la bomba H, ma esistono una serie di “ricette” che hanno bisogno della messa in pratica per sapere se funzionano o meno. All’inizio hanno investito molto gli Stati Uniti, la Russia e la Gran Bretagna, fino al momento in cui hanno realizzato la bomba H. Da quel giorno in poi hanno perso l’interesse. A chi interessa invece ancora molto? Al Giappone e ai paesi europei, appunto, a quelli cioè che non hanno ancora l’ordigno a idrogeno. Quando avranno raggiunto lo scopo prefissato si disinteresseranno a loro volta degli eventuali benefici civili.”

    Sembrano considerazioni logiche che possono ragionevolmente essere applicate all’istallazione del CERN, analizzando la questione sulla base delle informazioni sinora disponibili. Facciamo dunque il punto della situazione. Sappiamo innanzitutto che l' LHC è costituito da oltre 1600 magneti superconduttori raffreddati ad una temperatura prossima allo 0 assoluto, cioè vicino al limite fisico dei –273,15 °C. L’impianto criogenico di LHC è il luogo massivo più freddo e più grande del mondo. Per permettere ai protoni di muoversi liberamente lungo il loro tracciato, il tunnel deve essere necessariamente portato in condizioni di vuoto assoluto. Tra gli scopi principali degli studi vi è quello di cercare, fra queste particelle, tracce dell'esistenza del bosone di Higgs (che diversifica e attribuisce la massa alle altre particelle) e di nuove particelle. Questo consentirà anche di scoprire l’energia e la materia oscura, che costituiscono il 95% dell’universo, nonché di rilevare se esistono dimensioni ulteriori alle tre spaziali e quella temporale, confermando la “Teoria delle Stringhe” ( si veda Fisica subatomica: la teoria delle stringhe ).

    In prossimità dell’apertura in data 10 Settembre dell’impianto, numerose sono state le polemiche da parte di numerosi scienziati sull’eventualità di formazioni di buchi neri che avrebbero distrutto il pianeta, tanto da chiedere persino l’intervento della Corte Europea, che prontamente ha respinto queste polemiche. Non è dato sapere attraverso quali criteri i giudici sono arrivati a formulare una sentenza, dato che le affermazioni di entrambi gli schieramenti non sono altro che teorie, tanto che per confermarne alcune è stato costruito proprio l'LHC. Il punto è che certamente l’impianto è stato costruito a fronte di una spesa di miliardi di euro e certamente non può essere inutilizzato. Considerando il punto di vista economico, ci si può sbizzarrire con le diverse teorie accusando finanziatori e finanziati, soprattutto in un periodo di recessione come quello attuale, ma parlandone non si farebbe altro che cadere nell’ovvietà e nel qualunquismo sebbene le riflessioni possano ritenersi più che valide. Semmai è più interessante analizzare la questione scientifica e le contraddizioni in esse preposte: si cercano particelle sebbene esse non esistano, al di là di una “dualità quantistica” solo apparente, in virtù del fatto che tutto è costituito da onde d’energia in continua propagazione che si presentano come particelle solo all’atto di osservarle.

  • #2
    Essendo le proprietà dedotte dalla fisica quantistica più che accettate, la Teoria delle Stringhe è di fatto più che valida, anche se è bene notare che le “sole” 11 dimensioni, sono il frutto di una conoscenza limitata dell’universo, in conformità ai parametri immessi nel set di equazioni . E’ giusto far notare che col progressivo incremento della conoscenza e di nuove forze ed energie, le equazioni verrebbero nuovamente riviste e le dimensioni rilevate ancora più numerose. La teoria verrebbe notevolmente ampliata, ma nei fatti non si giungerebbe ad una "nuova teoria" sull’universo, né a delle conoscenze eccezionalmente diverse rispetto a quelle già sappiamo. Resta il dato di fatto che l’universo è UNO, e tutto è connesso: nella sua totalità non può che essere considerata una singolarità (matematica) al pari del centro di un buco nero (in cui parametri come gravità e dilatazione temporale vanno all’infinito) e quindi tutto ciò che lo caratterizza non può che tendere all’infinito (ivi comprese il numero delle dimensioni). Inoltre, è noto che la genesi della materia avviene nel vuoto, e ciò è stato rilevato per via sperimentale anche in ambito ufficiale (anche se il senso di tale significato non è ancora noto): non c’è alcun Big Bang, ne’ primi istanti da rilevare.

    Mettendo dunque da parte le motivazioni di "curiosità scientifica" dei finanziatori miliardari del progetto, la vera particolarità sta nell’impianto e nelle condizioni ambientali a cui esso porta. Chi avrà raccolto informazioni sulla Free Energy, avrà sicuramente sentito parlare dello ZPE (Zero Point Energy), ma non tutti hanno ben compreso a cosa fa riferimento. Quegli scienziati che in quasi completa segretezza sperimentano sulla Free Energy, hanno rilevato lo stato minimo di energia di un sistema quantistico, solo in un ambiente con due caratteristiche principali vuoto assoluto (o quasi) e temperatura zero assoluto (o quasi). Due condizioni che ritornano all’interno dei tunnel dell’LCH, in cui viaggiano i fasci di protoni e in cui quindi avvengono le fluttuazioni quantistiche che generano coppie di particelle e di anti-particelle. Non esiste un Big Bang, un inizio del tempo e dello spazio ne tanto meno una fine; l'universo è costituito a livello puntuale e nella sua totalità da vibrazioni di energia, di cui l'etere teorizzato da Tesla è solo la punta dell'iceberg. Ogni luogo dell'Universo ha in se le proprietà di generare energia e materia, non ha bisogno di alcuna esplosione primordiale. Le leggi che regolano la free energy sono semplicemente la componente costruttiva in antitesi ai processi termodinamici che portano al degrado di qualunque sistema, ed esse convivono in perfetto equilibro. Ogni essere vivente vive nel luogo delle infinite possibilità dove le risorse sono illimitate, è questo il più grande segreto, ciò che porta alla fine di qualunque monopolio e di qualunque ricatto. E’ difficile comprendere le finalità ultime, ma sicuramente isolano nella loro totalità, da quelle preposte. Ancora una volta la verità sulle sperimentazioni e i loro risultati apparterranno come sempre ad una piccola élite e alla gente comune andranno solo le briciole, quel tanto che basta per giustificare le spese sostenute agli occhi dell’opinione pubblica.

    Ing. Domenico Chirico

    Commenta


    • #3
      In questi casi, cryptone, sarebbe opportuno postare il link all'articolo e non sfiancarci con l'intera esposizione. Quanto al resto delle dichiarazioni dell'Ing. Chirico, personalmente non le condivido. La stessa teoria delle stringhe è stata tutt'altro che validata al 100%.Per ora rimane una elaborata e bella teoria, ma nulla più. Non so cosa tu condivida dell'opinione dell'ing. Chirico, ma di sicuro l'idea che un qualsivoglia esperimento effettuato con l'LHC possa anche solo seriamente danneggiare la struttura del mondo è semplicemente risibile. Fossi in te, mi informerei un po', prima.

      Commenta


      • #4
        prima o poi la scienza ci distruggerà.

        Commenta


        • #5
          E allora cosa proponi? Di tornare al medioevo o un tantino più indietro? Giusto perché tu non sembri esserti sfogliato molti libri di storia, te lo metto in chiaro:
          Non occorre essere scienziati per conoscere l'arte di fabbricare spade, arco e frecce, lance, pugnali, mazze chiodate o raffinati strumenti di tortura. Per fare una guerra, basta solo un po' di volontà politica e voilà!
          Ma poi, cosa ci avrà mai dato questa brutta scienza cattiva? Possiamo benissimo farne a meno! Il vaiolo è sempre là che ci aspetta, e perfino l'influenza stagionale può tornare a mietere vitime come ai bei tempi. Un tumore? Scommetto che anche senza una TAC è facilissimo da trovare, ovvia!
          Ma scusa, non volevo tediarti con le tante e inutili applicazioni che il progresso scientifico ci ha permesso di ottenere. Essì, preferiamo tenercele, tu che dici? O adesso il brutto computer con cui stai digitando questi deliri lo butti, tanto per essere coerente?

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da cryptone Visualizza il messaggio
            prima o poi la scienza ci distruggerà.
            Caro valmax

            Ci siamo andati vicini nel periodo della guerra fredda, con qualche migliaia di missili con testate nucleari, nel medioevo al massimo qualcuno ci rimaneva secco infilzato da lance e frecce........

            Commenta


            • #7
              Indubbiamente la mala applicazione delle scoperte scientifche è in grado di amplificare il grado di distruzione che possiamo causare. Cionondimeno, rinunciando in toto al progresso in nome di un ideale bucolico che esiste solo nella letteratura, non diventeremo di colpo pacifici coniglietti. E se saremo per allora incapaci di ucciderci a milioni, potremo comunque massacrarci a migliaia e migliaia. Vorrei tanto che le armi nucleari non esistessero, ma preferisco comunque tutti i benefici che il progresso ci ha portato ad una vita di stenti.

              E comunque, ripeto, non è 'la scienza' ad essere pericolsa, ma le teste di cavolo che la usano per farne armi.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio
                Non so cosa tu condivida dell'opinione dell'ing. Chirico, ma di sicuro l'idea che un qualsivoglia esperimento effettuato con l'LHC possa anche solo seriamente danneggiare la struttura del mondo è semplicemente risibile. Fossi in te, mi informerei un po', prima.
                E chi siamo noi per dirlo/anticiparlo, non stiamo forse andando a caccia del famoso bosone/particella di dio, che nessuno sa se esista o no?
                Qualcuno sa forse cosa c'è dentro i quark e come sono fatti?
                Qualcuno sa che cosa è la gravità e da quali leggi è governata?
                Qualcuno sa quale è la forza/energia che fa girare all'infinito o quasi gli elettroni intorno al nucleo degli atomi?
                Chi spende/paga questa energia?
                Io personalmente non chiudo tutte le porte e non do nulla per scontato e sopratutto rispetto le idee degli altri, forse potrei essere io a sbagliare.....

                Commenta


                • #9
                  Ottime domande, Triac. Peccato che per rispondere ad esse non è necessario generare energie di tale potenza da devastare il pianeta. Quando ci accingiamo a studiare le particelle elementari, pur dovendo impegnare grandi quantità di energia, COMUNQUE lavoriamo su scala quantistica/microscopica. La sola cosa a soffrire, qui, è la bolletta energetica, ma a fronte di scoperte che altrimenti sarebbe impossibile raggiungere, sono soldi ben e volentieri spesi (lo dico da contribuente, visto che l'Italia paga una fetta di questa colossale torta).
                  Se il bosone di Higgs non esistesse, bisognerebbe riscrivere parecchi modelli, ma non renderebbe la ricerca meno interessante, concordi?
                  Il rispetto delle altrui idee viene ad esse più facilmente concesso, se chi le espone usa un po' di grano salis invece di parlare a vanvera...

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio

                    E comunque, ripeto, non è 'la scienza' ad essere pericolsa, ma le teste di cavolo che la usano per farne armi.
                    Comunque è solo grazie alle armi atomiche che in occidente non ci sono guerre da oltre 60 anni.
                    Il periodo più lungo della storia per intenderci.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Roby Visualizza il messaggio
                      Comunque è solo grazie alle armi atomiche che in occidente non ci sono guerre da oltre 60 anni.
                      Il periodo più lungo della storia per intenderci.
                      Già...chissà cosa ne pensano gli abitanti di Hiroshima e Nagasaki delle armi atomiche?

                      Commenta


                      • #12
                        Chissà cosa pensano le vittime delle pistole di chi le ha inventate, ma preferisco comunque sapere che un poliziotto ne ha una. Non sono affatto felice che esistano le armi nucleari, ma paradossalmente proprio il MAD ci ha salvati da una terza guerra mondiale. Mi preoccupano molto di più le piccole nazioni emergenti e armate di testate atomiche.

                        Commenta


                        • #13
                          il luddismo è una filosofia inutile

                          nessuno pensa agli ultimi tentativi (anche riusciti) di annientamento e genocidio ??
                          per esempio in ruanda-burundi la cosa è stata portata avanti con pietre, bastoni e strumenti di lavoro come il panga

                          Odisseo
                          (E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione. (cit. Arancia meccanica) - Ma se quella non arriva, il cervelluto stà inguaiato assai (Odisseo - Gigantosaurus Carinii Patagoniae)

                          Commenta


                          • #14
                            Infatti. La tecnologia cambia solo i numeri e la velocità di eliminazione. Ma possiamo compiere stragi su larga scala anche solo con mezzi elementari.

                            Commenta


                            • #15
                              Il difetto degli idealisti è che dividono tutto in buono e cattivo.
                              Mentre Logica, Esperienza e tutto il resto ( dalla saggezza popolare al detto latino) dimostra che esistono solo sfumature di grigio e nel mezzo stà la virtù....


                              Comunque, tornando in tema se io fossi uno scienPiato che ha rubato la cattedra all' università dell' AssHoleshire e mi dessero svariate migliaia di euro per fare interviste ai giornali di bassa lega e gettoni di presenza in tv,tanto per fare un po' di scalpore tra la recessione economica e gli incidenti stradali, il tutto solo per sparare alcune immani caxxate su un argomento che nessuno conosce a parte i professori di fisica (ed i miei suoceri si son fatti delle grasse risate...) quando non hanno altro da dire...
                              Io accetterei l'incarico, e voi?

                              Anche se la gente sta un po' a sbraitare della fine del mondo, poi inizia la nuova stagione del Grande Fratello, o comunque si riempirà la testa di qualcos' altro.
                              E visto che tra alcuni mesi non sarà successo nulla
                              ( a parte qualche candidatura al Nobel, nuove prospettive scientifiche e tecnologiche ed altre pallosità che non fanno audience )
                              si dimenticheranno tutti anche di averne parlato.

                              Poi un giorno o l'altro si ricorderanno di Apophis e del 2036....

                              poco importa, tanto nel '12 si inverte il campo magnetico, calano le fasce di VanHalen e bruciamo tutti... l'han detto anche i Maya..

                              Commenta


                              • #16
                                Amen et fiat semper audience

                                Commenta


                                • #17
                                  Che poi noi in Italia di buchi neri che succhiano tutto ne avevamo tanti già da anni! E il mondo non ha mai corso pericolo di esserne risucchiato.
                                  Uno forse riusciamo a tapparlo col prossimo fallimento di Alimangia. Per gli altri... coming soon!
                                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Quelli sempre ottimi e abbondanti, 'eyes!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Mi piacerebbe sapere in quale università si sono laureati questi pseudoingegneri filantropici e catastrofisti.
                                      Sono d'accordo dovremmo raccogliere e sotterrare le ceneri della scienza ufficiale, ma attenzione ai colpi di coda. Il mega impianto CERN mi ricorda un pò l'odissea spaziale alla conquista della luna con il bellissimo filmato trasmesso via satellite in tutto il mondo. Chissà in quale studio cinematografico è stato registrato.
                                      Qualcuno conosce l'opera di Goethe come scienziato????
                                      Sapete la differenza tra pensiero meccanicistico e pensiero olistico?????
                                      Se la scienza vive la sua realtà virtuale (teorie) e ha bisogno di enormi impianti costosissimi che noi contribuenti dobbiamo finanziare per trovare la convalida reale, allora siamo veramente messi male
                                      Fermate il mondo. Voglio scendere!!!!!!!!!!!!!!
                                      Un saluto particolare alle mie vecchie conoscenze (V - O - E)
                                      "La nostra civiltà allattata dal petrolio, ha raggiunto l’età dello svezzamento, ora abbiamo bisogno di buoni pediatri per superare questa fase critica di sviluppo. " (Pallinof)

                                      Commenta


                                      • #20
                                        PALLINOOOO! Ma chi si rivede, uno dei nostri ambasciatori del buonumore. Va' che in fondo ci mancavano un po' le tue bischerate.
                                        Addirittura la congiura del finto atterraggio lunare, va' che spiritosone che sei...però, su, permettimi: ormai l'è proprio vecchia questa. Ho visto un documentario che parlava proprio di questo argomento, e i soli 'esperti' che ancora se la tirano son certi vecchietti soli che a guardarli fanno una pena... Come direbbero a 'Quelli della Notte': Ma quanti anni c'hai??

                                        Guarda, visto che stasera mi sento pigro, ti rilancio la palla: che pubblicò Goethe come scienziato? Che differenza c'è fra pensiero meccanicistico e pensiero olistico?

                                        Se poi col pensiero olistico puoi spiegare la natura più intima della materia, attendiamo frementi questo tuo nuovo dispensar di saggezza.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          alleluja, mi stavo annoiando

                                          Odisseo
                                          (E d'un tratto capii che il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione. (cit. Arancia meccanica) - Ma se quella non arriva, il cervelluto stà inguaiato assai (Odisseo - Gigantosaurus Carinii Patagoniae)

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Sempre il grandissima forma il caro Val!!!
                                            A parte le "bischerate" toscane non ci vuole dire il nome dell'ateneo, forse "honoris causa"????
                                            Mi ricordo la nottata dell'atteraggio, la televisione in bianco e nero e nell'intervallo dei bellissimi film di fantascienza con mostri e marziani. Il giorno successivo grandi menate a scuola sullla modernità conditi con dibattiti e temi a non finire.
                                            Spero che sotto l'ombrellone hai letto un pò della letterature che a suo tempo ti ho consigliato.
                                            Mi spiace per la dispensa, ma la mia è stagionata di ottima annata e me la tengo per me.
                                            Comunque tornando al tema ritengo molto appropriata la provocazione di cryptone e mi piacerebbe avviare una seria discussione sull'argomento senza scendere nelle solite banalità catastrofiste del ritorno al medioevo e distruzioni di massa.
                                            Spero di incontrarci di nuovo sul forum "L'idrogeno di Cheope" dove intendo completare il mio modo di vedere, visto le circa 3000 visite avute.
                                            Un cordiale saluto a tutti

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Ma...ma come?!? Non ci parli delle mirabili scoperte dello scienziato goethe?? Uffa, mo' mi tocca andare a nanna con la noia! Evabbè, mi sa che certi segreti non possono traumatizzare il grande pubblico degli assuefatti al raziocinio.
                                              La provocazione di Cyptone? Se non ci avessi fatto caso, era un copiaincolla di una demenziale provocazione di quel Chirico. Cryptone di suo non ci ha messo nulla (e infatti *puf* chi lo ha più sentito? Ahi, quando si è a corto di idee...)
                                              Quanto ad ogni altro aspetto sulle ricerche al CERN, attenderemo alla primavera 2009 causa guasto componenti (lo sapevo che appaltare a Gennaro 'o Fetiente non era una buon idea)
                                              A proposito del tuo forum sull'idrogeno, ci sono tutte quelle domandine che ti posi e che ancora soo rimaste irrisolte, ma ne parleremo lì. E non ti vantare troppo di avere avuto 3000 visite. Anche AmicoD con il suo megathread ne ha avute tantissime, ma era per farsi quattro risate.
                                              Ci si sente!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                OT: ma la luna...?

                                                Quote:PALLINOF ... alla conquista della luna con il bellissimo filmato trasmesso via satellite in tutto il mondo. Chissà in quale studio cinematografico è stato registrato. ...

                                                La luna è fatta di formaggio, me l'ha detto la mia nonna Angiolina buonanima, mentre secondo mia nonna Giuseppa, in pace riposi, sulla luna c'è Caino che fa le frittelle;
                                                se gli astronauti ci fossero andati davvero avrebbero visto come stanno le cose, invece raccontandoci che è fatta di sassi hanno perso ogni credibilità.

                                                Scusate l'OT ma questa mi scappava proprio.

                                                Renatore

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Forse hai un concetto di scienza più legato alle alchimie di mago Merlino, che alla realtà dei tempi moderni, almeno dall'inizio del secolo scorso.

                                                  Le ricerche sono un susseguirsi di piccoli traguardi raggiunti e una lunga serie di fallimenti, anch'essi importanti, perché ti permettono di escludere delle ipotesi e concentrarti sempre più sugli obiettivi che via via appaiono maggiormente raggiungibili.

                                                  Quando la ricerca è "applicata" di solito ottiene risultati più tangibili, ma meno sorprendenti, figlia della ricerca appllicata è l'industrializzazione di un prodotto, o una idea e a questo concorrono i capitali delle aziende, che ne vedono un ritorno economico sicuro e in tempi ragionevoli.

                                                  Quando si parla invece di ricerca pura, le aziende sovente latitano, quindi ecco che entrano in gioco i finanziamenti pubblici, perché chi investirebbe così grandi risorse senza alcuna garanzia di risultati? Ma senza la ricerca pura non si sarebbe arrivati neppure alla ricerca applicata e qualcuno dovrà pur farla, se non si vorrà dipendere ancora e sempre dagli altri Stati.

                                                  Dell'esperimento del Cern (ente di ricerca europeo) di cui si tratta in questa discussione non è vero che non se ne sa nulla, e che non se ne sia parlato. Forse se n'è parlato e scritto a sproposito, magari perché delusi dal mezzo fallimento, ma che ne sai che sia stato davvero un fallimento? Sta' tranquillo che nell'ambiente scientifico le informazioni circolano.
                                                  Ti ricordo un altro fatto scientifico che apparentemente è stato giudicato un fallimento: il satellite Tethered (TSS). Invece è stato un grande successo della nostra industria spaziale e dell'agenzia spaziale italiana. Gli scienziati che avevano esperimenti a bordo hanno potuto raccogliere una mole di dati nettamente superiore a quella prevista dalla missione nominale e con la rottura del cavo si è sperimentata una nuova possibilità di messa in orbita dallo Shuttle di un satellite, quasi un lancio con la fionda. Chi non sa chieda, ed eviti allusioni diffamatorie, si risparmia delle brutte figure, perché chi sa c'è, anche se non sempre scrive su queste pagine.

                                                  ••••••••••••

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Quoto in pieno NLL, sero. Lasciando stare le speculazioni da osteria, tu cosa ti aspettavi? Un varco interdimensionale? Un megabuconero? Per fortuna, la ricerca non dve soddisfare il populismo, perché ogni volta che qualcuno ha portato ragionamenti come il tuo in politica, si sono ottenuti effetti nefasti come fermare le missioni spaziali lunari...perché tanto erano soldi 'sprecati' ora che i russi erano stati battuti.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Serongeri i soldi spesi per la ricerca non sono mai buttati. Nella nostra società ci sono ben altri sprechi di denaro..

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da serongeri
                                                        ...Dicevano di scoprire DIO... e invece?...

                                                        ...miliardi buttati e c'è chi muore di fame!!! VERGOGNA!!! .Si buttano (e ci mangiano) miliaridi per cose futili ma, in nome della scienza!!! Ma non scrivo altro, penso che chi ha un minimo di buon senso ci arriva da solo....

                                                        miliardi x nulla, quei soldi potevano servire a chi ne ha bisogno, CHE SCHIFO!!! e sfido chiunque a dire il contrario! Off topic, ma mi va di scriverlo: se ognuno di noi rinunciasse a 50 euro al mese dalla busta paga o dalle entrate che si hanno, e non in nome della scienza ma in nome dell'umanità, il mondo sarebbe diverso!
                                                        Se la tua interpretazione migliore degli studi del Cern è quella che "dicono di scoprire Dio" direi che non è il caso nemmeno di provare una spiegazione. Nessuno voleva scoprire Dio, tranquillo.
                                                        La solfa dei soldi sprecati qua e là mentre "c'è chi muore di fame" si sente da decenni. La verità è che senza la tecnologia e la ricerca scientifica che l'ha resa possibile il mondo non potrebbe mai sostentare miliardi di persone come succede ora. C'è chi muore di fame certo, ma solo perchè la sempre crescente quota di energia e cibo prodotta grazie alle tecnologie industriali NON RIESCE a star dietro alla crescita demografica. Ne salvi dalla fame 10 te ne ritrovi altri 12 l'anno dopo.
                                                        Che poi si possano usare meglio i fondi pubblici e ci siano sprechi può essere, anzi senz'altro è, ma non sono i soldi per la ricerca a doverne soffrire.
                                                        Da studi come quelli che da il Cern potrebbero derivare grandi vantaggi ad es. nello sfruttamento dell'energia da fusione nucleare. Sia calda che fredda (che tuttora non ha basi teoriche solide). E la fusione nucleare è essenziale per il futuro energetico. Ora noi letteralmente "mangiamo petrolio", perchè la produzione alimentare da quello deriva. Senza enormi quantità di energia non ci sono semplicemente enormi quantità di cibo. Punto. Chi dice il contrario e cerca, sopratutto, di spingere la gente ad avventure bucoliche affascinanti ed improbabili si assume una responsabilità enorme. Anche se rinuncia a 50€ al mese.



                                                        Originariamente inviato da serongeri
                                                        poi se x questa mia affermazione avrò l'ennesimo "rapporto" dai moderatori, allora mi autobanno!!!
                                                        Nessuno viene assogettato a rapporto o bannato per le sue convinzioni. Il fatto che continui a insinuarlo e a ripeterlo come un disco rotto non cambia la verità. Quello per cui puoi rischiare il ban (perchè, come dici giustamente, di avvertimenti ne hai avuti anche troppi) è invece proprio il continuo, insistente, lamentoso, provocatorio piagnucolio preventivo su misure di moderazione immaginarie o interpretate in modo strumentale e fazioso! (reg. n° 13 del regolamento).
                                                        Quindi finchè non insulti e la finisci con le accuse fantasiose alla moderazione nessuno ti impedirà di esternare le tue pensate. Ovviamente nessuno impedirà nemmeno agli altri di dirne cosa ne pensano, ma questo penso sia ovvio.
                                                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                        Commenta

                                                        Attendi un attimo...
                                                        X
                                                        TOP100-SOLAR