annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cronovisore

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cronovisore

    salve a tutti

    vorrei sapere la vostra su questo cronovisore? esiste e come funziona ? e possibile replicarlo?

    http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.donluigiborello.it/img/cronovis.gif&imgrefurl=http://www.donluigiborello.it/teoria.htm&usg=__rVJupYXevhwe7-bN_gU-5_xPP1I=&h=304&w=495&sz=10&hl=it&start=86&um=1&tbnid=73o8HYiR1ZuPbM:&tbnh=80&tbnw=130&prev=/images%3Fq%3Dil%2BCRONOVISORE%26start%3D80%26ndsp% 3D20%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dfirefox-a%26rls%3Dcom.ubuntu:it:unofficial%26sa%3DN

  • #2
    Ciao,
    ti segnalo questo articolo in argomento.
    Il link porta ad un articolo sul sito del CICAP. Se non sbaglio nel blog collegato di Massimo Polidoro c'è una puntata del suo podcast sulla stessa materia.
    http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100413

    Commenta


    • #3
      Non so bene cosa pensare di questo "coso". Posso dire che il CICAP si è occupato solo della presunta invenzione di un frate (Ernetti) che si dimostrò in sostanza una bufala a scopo ideologico-propagandistico. Il "volto del Cristo" era solo una fantasia.
      Invece le basi teoriche non sono per nulla campate in aria e potrebbero in effetti fornire un supporto teorico alla spiegazione di uno dei problemi più enormi della fisiologia. A tutt'oggi infatti nessuno è in grado di spiegare nei particolari il vero meccanismo della memoria. Esistono abbondanti studi sulle svariate proteine, cellule, collegamenti vari del cervello, alcuni riescono a spiegare in parte la memoria a breve termine, la memoria che presiede ai movimenti, la memoria razionale, ma nulla riesce spiegare la stupefacente capacità del cervello di ricordare immagini, gusti e odori, a miliardi. Cioè la parte più arcaica, basilare e probabilmente comune a quasi tutte le specie viventi dotate di una parvenza di cervello. Questa abilità è innata, anzi è la prima forma di apprendimento in tutti gli animali complessi, ed è già probabilmente attiva fin dai primissimi stadi di sviluppo del feto, nell'utero.
      Che esista una qualche forma di attività subnucleare in grado di mantenere indefinitamente una traccia di attività fisica come quella data dall'impatto della luce o di altri stimoli simili non è escludibile a priori. E potrebbe spiegare bene un meccanismo in grado di replicare "stampandolo" un evento del genere su qualche struttura organica cellulare ed all'occorrenza recuperarlo trasferendolo con il mezzo elettrico e biochimico (che quindi è solo il mezzo, non la memoria) sulle cellule sensoriali cerebrali e ripetendo in pratica lo stimolo che poi le parti superiori del cervello interpretano come immagine o ricordo gusto/olfatto.
      Qui ( http://blog.mrwebmaster.it/string/16560/connessioni_tra_teoria_neutrinica_e_teoria_di_stri nga_m_nardelli.html ) c'è un qualche tipo di analisi sul problema. Ho rinunciato a capirci qualcosa dopo le prime tre righe, ma magari qualche esperto potrebbe comprendere se si tratta di cose concrete o bufale.
      Comunque in teoria all'interno di un cervello congelato di 10.000 anni fa potrebbero essere ancora presenti le tracce organiche delle immagini viste dal cervello stesso. E, sempre molto teoricamente, potrebbe esserci un modo per trasferire tale registrazione a un apparato in grado di tradurle.
      Quindi, sempre in via teorica, potrebbero esistere anche tracce subparticellari che si vanno a stratificare su oggetti inanimati. In sostanza, se esiste la possibilità che la luce interferisca e crei una qualche forma di "spazio modificato" anche in una parte di dimensioni subnucleari di un oggetto inanimato non esiste una base teorica scientifica per negare che tale porzione di spazio non sia poi leggibile ed interpretabile con un ipotetico apparato tecnologico.
      In parole povere non c'è prova che il cronovisore esista, ma non c'è nemmeno prova che non possa esistere. E più di questo non mi azzarderei ad affermare!
      Ultima modifica di eroyka; 27-11-2008, 12:49.
      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

      Commenta


      • #4
        "La leggenda afferma che l'unico esemplare prodotto si trovi attualmente dimenticato in qualche sotterraneo del Vaticano"

        Dicono che funzionava, alti prelati del vaticano lo sintonizzarono sull'anno 33 d.c. (crocifissione di Cristo) ma quel che videro non li soddisfò per niente, così decisero di farlo smontare e di custodirlo smontato sotto la polvere dei sotterranei del Vaticano.
        Comunque ci sono diverse testimonianze sulla sua esistenza...

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
          In parole povere non c'è prova che il cronovisore esista, ma non c'è nemmeno prova che non possa esistere. E più di questo non mi azzarderei ad affermare!
          Ciao BE,

          non sono un filosofo della scienza, però il fatto che non ci siano prove dell'inesistenza di qualcosa non credo permetta di fare nessuna congettura sulla sua esistenza.

          In ogni caso ho controllato: c'è effettivamente una puntata del podcast di Massimo Polidoro che lo descrive bene. Chi è interessato può iniziare con l'ascoltarlo. La mia sensazione è che sia una bufala colossale. Se ho ben capito le "prove" del fatto che funzionasse effettivamente erano: a) un santino con l'effige di Gesù poi dimostrato falso; b) un'opera in latino andata parzialmente persa: un'esperta di letteratura latina ha dimostrato che le parti dell'opera "ritrovate" grazie al cronovisore erano state scritte da un buon latinista che aveva però usato termini di 250 anni posteriori.

          Non so a voi, ma a me pare una fandonia.

          F.

          Commenta


          • #6
            Ecco, Gilgamesh, atteniamoci a quanto dice BE e limitiamoci agli studi e ad eventuali fatti conclamati. Le 'testimonianze' e i 'dicono' valgono, soprattutto su questi argomenti, quanto la carta straccia

            Commenta


            • #7
              legendo uno dei libri di nikola tesla lui nei suoi esperimenti a dchirato che esiste la posibilita di visualizare sia il futuro che il passato .tesla affermava che combinado rotazione di fase o risonanza ad alta tensione ,si sarebbe potuto spaccare la realta'.

              edwin schroediger affronto' il calcolo della propagazione delle onde per estendere la formula di maxwell alle particelle e ne trasse delle formule molto complesse,matematicamente indiscutibili ma assolutamente non intuitive.veniva fuori che la reale esistenza di una partcella in un determinato punto dello spazio si poteva determinare non col sistema di cordinate a tre dimensioni che tutti conosciamo e neanche quello a quattro di Einstein .
              ma con un sistema a numerose dimensioni e l'esistenza della particella era determinata dall'incrocio di tanti piani ipotetici che poi dirigevano tra loro realizzando la realta' parallele.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da arcimede1972 Visualizza il messaggio
                edwin schroediger affronto' il calcolo della propagazione delle onde per estendere la formula di maxwell alle particelle e ne trasse delle formule molto complesse,matematicamente indiscutibili ma assolutamente non intuitive.veniva fuori che la reale esistenza di una partcella in un determinato punto dello spazio si poteva determinare non col sistema di cordinate a tre dimensioni che tutti conosciamo e neanche quello a quattro di Einstein .
                ma con un sistema a numerose dimensioni e l'esistenza della particella era determinata dall'incrocio di tanti piani ipotetici che poi dirigevano tra loro realizzando la realta' parallele.

                Quale è il nesso tra questa faccenda ed il "cronovisore"?

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da francescomat Visualizza il messaggio
                  ..non sono un filosofo della scienza, però il fatto che non ci siano prove dell'inesistenza di qualcosa non credo permetta di fare nessuna congettura sulla sua esistenza...

                  Non so a voi, ma a me pare una fandonia.
                  La fandonia è sicura, ed è quella che giustamente il CICAP evidenzia, cioè la leggenda che questo cronovisore se l'è fatto il frate e giace nei sotterranei (insieme a non so quante e quali miliardi di prove di complotti, esistenze aliene, ecc. ecc.). Si è dimostrato con facilità che l'immagine portata come prova era in effetti un'elaborazione di un dipinto esistente in una chiesa italiana. Bufala. Punto.
                  La riflessione era su altre questioni, non sono d'accordissimo col fatto di non poter fare congetture. E non c'entra la filosofia della scienza. La scienza, intendo il banale metodo scientifico, parte ovviamente da ipotesi (possiamo chiamarle congetture se vuoi) che lo scienziato elabora per spiegare osservazioni reali. Si fanno ipotesi, poi si sperimenta (la famosa "ricerca" in realtà è alla fine solo sperimentazione ripetuta e sempre più affinata) in base alle ipotesi per trovare conferme. La memoria è un fenomeno reale, ma non totalmente spiegato. Non esiste la possibilità di sedersi ad osservare come notai della scienza per certificare il sicuro, occorre sempre fare ipotesi. Ovviamente se l'ipotesi non ha un supporto scientifico resta una congettura come possiamo fare tutti. Se esiste una organizzata teoria di fondo che ammette una spiegazione fisico-chimica del fenomeno... la congettura assurge al rango di ipotesi scientifica. Poi da lì a dire che è legge... ce ne corre! Ma tra dire che io c'ho in cantina una macchina fotografica che gli dici "ore 15,34 del 18 settembre 1012 Via del Pero n° 3" e ti fa la foto di quel che c'era in quel preciso momento e tra ipotizzare che luce e altri stimoli possano interagire con una pietra, ad es, determinandovi una deformazione di qualcosa a livello subatomico che resta per molto tempo e che può essere in qualche modo "letta" da un sistema tecnologico... c'è una bella differenza!
                  Concordo che è una riflessione ai confini della scienza... ma la sezione è corretta!
                  Ultima modifica di eroyka; 28-11-2008, 13:51.
                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                  Commenta


                  • #10
                    Questo "cronovisore" assomiglia parecchio ai Palantìri, non è che stiamo facendo confusione tra realtà e mondo delle favole?

                    Tra riconoscere che un sasso "ricordi" le condizioni di temperatura pressione ed ambiente chimico-fisico di quando si è formato, ed ammettere che abbia registrato le interazioni fra esseri viventi avvenute nelle sue vicinanze, c'è una differenza incolmabile non solo come quantità di dati immagazzinati, ma anche di qualità.
                    Come potrebbe una pietra del Golgota aver differenziato la Passione di Cristo dalla sofferenza di un qualsiasi insetto mangiato dal suo predatore nelle stesse circostanze di tempo e di luogo? Vogliamo dire che la pietra ha scelto cosa ricordare? Che c'è una gerarchia (umano-centrica) di importanza nei fatti che una pietra ricorda?


                    Perché, o la pietra può scegliere cosa ricordare, o non ricorda niente, oppure ricorda tutto!
                    Oppure ancora ricorda quel che può, temperatura pressione ambiente, una scheggiatura ricorderà un colpo, scheggiature ordinate ricorderanno colpi ordinati a formare una punta di freccia, si potrà risalire alla corporatura/forza dell'artefice, ma ai suoi ( dell'artefice) stati d'animo?
                    Se questa è tutta l'informazione che contiene, niente di più se ne può estrarre.

                    "Il passato non esiste più, il futuro non esiste ancora, tutto ciò che abbiamo è adesso"

                    -----e il cronovisore? come "La corazzata Potemkin" secondo Fantozzi

                    Commenta


                    • #11
                      x renatore

                      be in sostanza esistono fondamenti matematici, che si puo' vedere sia il passato e che il futuro "in teoria"
                      in pratica, dove non esiste un ritorno economico nessun scienziato o matematico si imbatte in situazioni che possono essere anche beffeggiate e poche apprezzate .

                      il cronovisore e stato inventato da un prete ma innanzitutto da un scienziato ! poi bisogna ricordarsi e da non sottovalutare la potenza del vaticano .pesate la pericolosità di una scoperta del genere !

                      con mio rammarico penso che la razza umana non sia ancora pronta siamo troppo indaffarati al business ,abbiamo un cervello che usiamo solo 10% ,siamo ancora primitivi con un invenzione tale se "esiste" ci potremo fare male.

                      Commenta


                      • #12
                        Indubbiamente, Arci. E tu sei uno degli illuminati che avrà sicuramente tutte le prove di questo magnifico prodigio. Però, che dispettoso che sei a farlo restare un mistero, uffa! Come vinco al superenalotto adesso???

                        Commenta


                        • #13
                          [QUOTE=arcimede1972;118893192] be in sostanza esistono fondamenti matematici, che si puo' vedere sia il passato e che il futuro "in teoria"

                          Dimmene uno per favore



                          salute

                          renatore

                          Commenta


                          • #14
                            La fantasia galoppa, mi pare evidente. Ragazzi, vabbé che qui siamo "Ai confini della Scienza", ma non siamo né fantascienza, né tantomeno cinema fantasy, quindi vediamo di postare argomenti che abbiano già, per lo meno, un fondo di discussione pubblica, con un minimo di tentativi di sperimentazione da portare a supporto delle idee che si avanzano.

                            Dare libero sfogo alle infantili fantasie non aiuta nessuno ad aprire la mente verso l'ignoto. Faccio miei i dubbi di serongeri, anche se in questa sezione non condivido la sua sentenza finale: prima di dire che si tratta di una bufala (cosa affermabile nelle sezioni tecniche), credo sia meglio sollecitare le dimostrazioni richieste da renatore e Valmax.

                            ••••••••••••

                            Commenta


                            • #15
                              MODERAZIONE:

                              Rispondi nel tema ed evita di dare patenti di contraddizione, che non sei la persona più indicata a farlo. Ti ricordo che il tema è "Ai Confini della Scienza » cronovisore", se devi scrivere di altro fallo altrove, dove già se ne discute, o apri una nuova discussione nella sezione appropriata.

                              Rileggiti il regolamento del forum, che hai liberamente accettato e sottoscritto.

                              ••••••••••••

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X
                              TOP100-SOLAR