annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

costruire un sistema solare

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • costruire un sistema solare

    Un gioco intellettuale, una sfida alle nostre conoscenze, un amichevole contesto di originalità: alla luce di quanto sappiamo, gli interessati, me compreso, diano il loro contributo per un modello di sistema solare abitato e potenzialmente osservabile dai nostri attuali strumenti. Il termine di scandenza per presentare le nostre proposte per uno scheletro di questo sistema, cioè pianeti e stella, scade il 30 Aprile. Unica limitazione: usare stelle del corrente catalogo, che risultino osservabili dai nostri strumenti.
    Ultima modifica di Valmax; 22-02-2009, 16:03.

  • #2
    cominciamo dalla stella: una nana rossa. Perché una nana rossa? Si tratta della tipologia più diffusa nell'universo osservato e idonea a presentare un pianeta di tipo terrestre. Inoltre, una forma di vita intelligente potrebbe esistere sulla sua superficie molto più a lungo che sul nostro mondo, il cui sole garantisce 'solo' circa cinque/sei miliardi di anni di sopravvivenza.
    Per quanto dobbiamo ancora migliorare i nostri metodi di osservazione, volendo iniziare 'da zero', mi piacerebbe candidare Ross 248 come stella per il 'nostro' sistema.
    Ross 248 si trova a 10.3 anni luce dalla Terra, nella costellazione di Andromeda. Possiederebbe il 7% della massa solare, il 17% del diametro e la stessa luminosità.
    Alla prossima.

    Commenta


    • #3
      specifiche

      Sì dài giochiamo ai demiurghi....

      Sistema abitato da ... esseri umani attuali, esseri umani modificati, esseri ipotetici, esseri comunque biologici?
      Biologia terrestre o quasi-terrestre o aliena/esotica o come?

      Per "osservabile dai nostri strumenti" intendi relativamente vicino al "nostro" sistema solare?

      E' ammesso il "terraforming" o bisogna partire dalla polvere interstellare?

      amir

      Commenta


      • #4
        esseri ipotetici, con una biologia basata sul carbonio. I dettagli per ora, appartengono alle fasi successive.
        Il nostro sistema è nato dalla polvere interstellare e dai gas, non è stato 'colonizzato'.
        Sì, intendo relativamente vicino al nostro sistema solare, abbastanza da immaginarne la presenza a mezzo calcolo ed osservazione indiretta, ma non abbastanza da potere avere delle certezze. E' una delle ragioni per cui ho candidato Ross 248.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio
          ...Ross 248 si trova a 10.3 anni luce dalla Terra, nella costellazione di Andromeda. Possiederebbe il 7% della massa solare, il 17% del diametro e la stessa luminosità...
          In parte mi hai già risposto mentre postavo le domande.

          Ora dobbiamo vedere l' eventuale pianeta...
          Se vogliamo acqua liquida, la distanza dalla stella è obbligata entro un intervallo ristretto;
          se vogliamo anche una gravità superficiale quasi-terrestre, queste condizioni influiranno sulla altre caratteristiche quali massa e moti del pianeta.
          Scelta che sarà ancora più ristretta se vogliamo una alternanza giorno-notte simile a quella a cui siamo abituati.

          Ti sembra corretto finquì?
          Come si fa a mettere qualche numero a questi parametri?

          amir

          Commenta


          • #6
            Fin qui mi sembra corretto. Sbizzarrisciti pure, cercando di restare nell'ambito di quello che finora abbiamo imparato. La scelta della mia stella non è da considerarsi indiscutibile, così come la tipologia esatta dei suoi pianeti . Alla data del 30 aprile, vedremo cosa salta fuori dalle varie proposte, sperando che ce ne siano.
            Tu avresti un'altra stella? Puoi anche pensare ad un sistema binario.

            Commenta


            • #7
              luminosità

              Se rapporto fra il diametro di Ross 248 e quello del Sole è circa 1/6, il rapporto fra le loro sezioni diametrali è circa 1/33;
              quindi se come dici la luminosità delle due stelle è uguale, Ross 248 dovrà irradiare 33 volte la luce emessa dal Sole per unità di superficie;
              ma allora la sua luce dovrebbe essere molto spostata verso il blu, come mai invece è rossa?

              amir

              Commenta


              • #8
                Quesito interessante: in effetti ci sono due teorie contrastanti su questa stella. Una di queste vuole le misure che avevo menzionato io, ma c'è la controindicazione da te menzionata.
                E' possibile che la Ross 248 stia entrando proprio nella sua fase di nana blu
                Ultima modifica di Valmax; 22-02-2009, 14:51.

                Commenta


                • #9
                  Vediamo...
                  Una nuova candidata è Gliese 687 (classe spettrale M3V) a circa 15 anni luce nella costellazione del Dragone.
                  E' possibile o che sia una stella doppia o che abbia un compagno supergioviano.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Valmax Visualizza il messaggio
                    Vediamo...
                    Una nuova candidata è Gliese 687 (classe spettrale M3V) ...

                    Vediamo? Ma allora non vale,
                    tu hai un catalogo
                    oppure un cannocchiale!

                    Questo sistema solare lo dobbiamo fabbricare noi, trovarne uno già fatto, adattarne uno...?
                    il gioco l' hai inventato tu, ora inventa/esplicita le regole!!!

                    Ho trovato questo documento:
                    http://www.astroarte.it/astronomia/corso/esobiologia.htm;
                    le argomentazioni e le conclusioni le trovo ragionevoli, alcune non dimostrabili.

                    Secondo questo documento Gliese 687 non va bene, per via della classe spettrale...di poco, doveva essere massimo M2 invece è M3... sempre secondo loro, ne va bene una ogni 2 milioni...

                    amir

                    Commenta


                    • #11
                      Forse non mi sono spiegato abbastanza bene all'inizio. Ho provveduto: raccomando l'uso di stelle conosciute ed osservabili intorno alle quali potrebbero ruotare uno o più pianeti. Grazie per l'osservazione.
                      Mi sono 'permesso' di estendere la categoria di stelle ad M3 a causa della scoperta di un possibile pianeta roccioso nella 'fascia abitabile' intorno a Gliese 581, per quanto poco di tale pianeta sappiamo ancora.
                      Non dico 'tutto è possibile', ma ci sono più possibilità teoriche di quanto sospettassimo anni fa.
                      Presto proporrò una prima bozza di modello planetario. Tu avevi una stella candidata in mente?

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X
                      TOP100-SOLAR