annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rocchetto di Ruhmkorff

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rocchetto di Ruhmkorff

    Buongiorno, sono uno studente di Elettrotecnica (ITIS). Durante l'anno scolastico abbiamo studiato quello che si chiama rocchetto di Ruhmkorff che lo posso definire come un trasformatore utilizzato per produrre impulsi ad alta tensione pur fonendogli in ingresso una sorgente a corrente continua e bassa tensione.
    Mi piacerebbe poter provare a realizzarne uno (anche grossolanamente).
    E' possibile realizzarlo partendo da una tensione di una pila da 9V o la scaricherebbe all'istante?

    Saluti

    Marco

  • #2
    qui c'è un vecchio progetto per costruire un rocchetto di Ruhmkroff:
    File allegati

    Commenta


    • #3
      Troppo gentile! Grazie mille.

      Saluti

      Marco

      Commenta


      • #4
        Marco__ ,
        E' possibile realizzarlo partendo da una tensione di una pila da 9V o la scaricherebbe all'istante?
        si, penso che possa durare alcune decine di minuti, se ben fatto.
        Occhio all'alta tensione, pizzica!
        Ciao
        Mario
        Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
        -------------------------------------------------------------------
        Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
        -------------------------------------------------------------------
        L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
        Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
        ------------------------------------------------

        Commenta


        • #5
          Ok. Vedrò di sperimentare qualcosa. Mi interessa molto.

          La tensione che dovrei ottenere "pizzica" ma in teoria non dovrebbe essere pericolosa se si "tocca" giusto?

          Saluti

          Marco

          Commenta


          • #6
            No non lo è, ma prudenza non è mai troppa. Come secondario torna utile l'avvolgimento dei reattori per neon (di vecchio tipo) o le bobine di elettrovalvole a 220-380 V (tante spire).

            Commenta


            • #7
              Marco__ ,

              se il numero di spire secondario e' elevato, la tensione diventa di diverse decine di migliaia di volt, quindi pericolosa.
              Se hai poco tempo, prendi una vecchia bobina di accensione per auto o moto.
              Ciao
              Mario
              Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
              -------------------------------------------------------------------
              Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
              -------------------------------------------------------------------
              L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
              Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
              ------------------------------------------------

              Commenta


              • #8
                No, ho tempo per farmela con calma, però non è male l'idea delle bobine di auto. C'è un "demolitore" vicino a casa, forse ne avrà una da darmene.
                Grazie mille per i consigli, veramente utili! Se ho bisogno vi contatterò subito prima di fare qualcosa in cui posso avere dei dubbi!

                Saluti,

                Marco

                Commenta


                • #9
                  Per Marco:

                  Scariche oscillanti

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR