annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terremoti oltre il 6° richter e modificazioni artificiali ionosfera tramite Haarp

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terremoti oltre il 6° richter e modificazioni artificiali ionosfera tramite Haarp

    Inizio questa discussione parlando di evidenze troppo rilevanti per essere trascurate e la possibilità che i terremoti intorno al 6° richter per andare oltre ,sono causati artificialmente dalle modifiche che alcuni sistemi di "studio" della ionosfera

    provocano intenzionalmente . Secondo chi le "studia" sono semplici
    studi per incrementare le trasmissioni radio , secondo i complottisti si tratta di modificazioni che influiscono sul tempo metereologico , scatenando tempeste e quant'altro e sopratutto terremoti come quello del Giappone :


    In definitiva hanno costruito un'arma climatica e variando la potenza immessa anche generatrice di terremoti a piacimento in ogni luogo del mondo .Altri esempi :




    Gli ultimi due in ordine di tempo





    e sono riferibili a due terremoti in giappone ,purtroppo ingv ha smesso di riportare i terremoti in giappone ,il grado 6° limite al di sotto del quale mi è stato scritto via email, non riportavano i terremoti .
    Magnitude 6.1 - NEAR THE EAST COAST OF HONSHU, JAPAN il 21/04/2011
    Magnitude 6.0 - OFF THE EAST COAST OF HONSHU, JAPAN
    Ma forse loro li considerano 5.8 o 5.9 come è stato fatto per l'Aquila e invece sull'usgs risulta che lo stesso terremoto è un 6.3 ...misteri della fede .


  • #2
    Nel mese di aprile, in giro per il mondo si sono verificati 7 terremoti di entità superiore al 6.
    Le mappature di Haarp mostrano lacune per tre giorni, nello stesso periodo.
    Cosa ti fa pensare che esista una correlazione? Non quadrano neanche i numeri e le date.
    Sarebbe come se dicessi: siccome mangio la frittata due volte al mese, ed a causa di ciò, la luna è piena una volta al mese.
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

    Commenta


    • #3
      Ci sono nel mondo altre strutture simili ad Haarp , l'unica che mette on line i dati è questa anche se poi mascherano quello che non vogliono che si veda .UN pò come i robot su Marte , oscurano le parti che non vogliono far vedere .

      Commenta


      • #4
        mannadillo di ste cose credo di...un pochino...

        solo una cosa...mai partire per sentito dire...
        ti chiedo hai mai indagato sul come si legga uno ionogramma??..
        prima di tutto si dovrebbe capire di cosa si sta scrivendo e poi
        ci si puo arzigogolare sopra intanto metto il link padre dei grafici...
        il noto "maestro" haarp...
        Spectrum Monitor Waterfall Chart

        per il discorso 6 o non 6 dell aquila...
        MAI partire in fretta leggere BENE tutto ( credimi sono anch'io un "complottaro"
        se cosi si puo dire...ma parlo solo quando ho BASI solide su cui argomentare)..
        innanzitutto...hai fatto caso all'estensione MI ed Mw....

        dal sito ingv...
        INGV - CNT - Evento
        Magnitudo(Ml) 5.9 - ABRUZZO - L'AQUILA
        06/04/2009 03:32:39 (italiana)
        06/04/2009 01:32:39 (UTC)
        INGV — Magnitudo Richter (Ml) e magnitudo momento (Mw): perché possono essere differenti?

        ed ora dal sito usgs..
        Magnitude 6.3 - CENTRAL ITALY
        NST=460, Nph=460, Dmin=6 km, Rmss=0 sec, Gp= 14°,
        M-type=teleseismic moment magnitude (Mw), Version=Q
        come puoi ben vedere sono due modi differenti di quantificare la magnitude dell'evento...
        non stiamo a discutere sul fatto che siano stati presi di riferimento gli strumenti
        dell epicentro del sisma (cosa che secondo mia ignoranza puo portare con se
        errori di lettura causa saturazione) ne del fatto se sia stato o meno un 5.9 o un oltre 6.0 MI
        NOI o almeno IO non posso dire di quale magnitudine sia stato l evento dell'aquila...
        leggi qui..
        http://www.energeticambiente.it/ai-c...#post119205910
        pensando male....forse un motivo cè per dire se 5.9 o 6.0 ma NOI non
        possiamo dire nulla fino a prova contraria e non bisogna partire preconcetti...
        (almeno lo dico agli altri... )
        passando ad altro e nello specifico alla ionosfera...
        ti invito a cercare con un motore di ricerca:
        piezomagnetic effect induced by artificial source
        Earth Quake Lights
        ionospheric interaction of earthquake
        ionospheric precursors of earthquake

        precursori sismici si....
        stimolatori sismici......mmmm......

        scaviamo e cerchiamo di capire...

        gnorri...
        Ultima modifica di IGNORANTE...MA COSCENTE; 23-04-2011, 20:12.
        apparenza non è sinonimo di appartenenza..
        eppur ancora non si crede al PIETR-olio...gnorri

        NO AL NUCLEARE PERCHE' NE CONOSCO I COSTI ED I PROBLEMI TECNICI...
        ED INOLTRE NON POSSO IPOTECARE IL FUTURO DI CHI OGGI NON PUO' SCEGLIERE..

        Commenta


        • #5
          mannadillo di ste cose credo di...un pochino...
          Mi devi il simbolo che porti sull'avatar ...

          solo una cosa...mai partire per sentito dire...
          ti chiedo hai mai indagato sul come si legga uno ionogramma??..
          Parto sempre cosi e per strada incontro sempre chi ne sà che mi elargisce la sua conoscenza .
          Aspetto una lezione di lettura ionogramma e in special modo della parte mancante , nel senso se puoi ipotizzare con photoshop cosa avviene ...Anche se guardando i grafici non oscurati si dovrebbe dedurre ...

          prima di tutto si dovrebbe capire di cosa si sta scrivendo e poi
          ci si puo arzigogolare sopra intanto metto il link padre dei grafici...
          il noto "maestro" haarp...
          Bastava clikkare con il destro sopra una delle due ultime immagini per risalire al maestro ...mi sembrava abbastanza facile ...

          per il discorso 6 o non 6 dell aquila...
          MAI partire in fretta leggere BENE tutto ( credimi sono anch'io un "complottaro"
          se cosi si puo dire...ma parlo solo quando ho BASI solide su cui argomentare)..
          innanzitutto...hai fatto caso all'estensione MI ed Mw....
          Guarda che c'è una legge che limita i risarcimenti proprio per la magnitudo ma non dice quale tipo di magnitudo e per non sbagliare quelli dell'ingv hanno messo 5.8 proprio per risarcire il meno possibile .http://www.dalpaesedeibalocchi.com/2...arcire-al-100/

          Nota sulla magnitudo: la magnitudo usata di routine per stimare la grandezza di un terremoto è la cosiddetta Magnitudo Richter o Magnitudo Locale (Ml), che viene calcolata sull'ampiezza massima della registrazione sismica di un sismografo standard (a corto periodo). Viceversa la Magnitudo Momento (Mw) viene elaborata attraverso un trattamento numerico dell'intero segnale sismico su tutte le frequenze evidenziate dalla registrazione. Per terremoti forti la Mw viene ritenuta una stima più accurata della severità dell'evento.
          Basta definire il terremoto forte a quanto corrisponde e decidere se usare la prima o la seconda .Se l'usgs usa la seconda ci sarà un motivo o no ?
          NOI non
          possiamo dire nulla fino a prova contraria e non bisogna partire preconcetti...
          Basta vedere com'è stato gestito il dopo per verificare che i preconcetti erano e sono tutt'ora validi ...
          e comunque il 3d parla della correlazione tra le striscie mancanti e terremoti in varie parti del mondo .Se hai qualche idea su come si ritracciare le parti mancanti ...
          Le parti che mancano non sono certo per noi ma per la concorrenza che analizzando gli spettrogrammi potrebbe costruire la risposta adeguata e fare lo stesso , non so se è chiaro ...
          Penso che la concorrenza non sia completamente stupida .

          Ionosfera
          Ultima modifica di mannadillo; 23-04-2011, 21:42.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da mannadillo Visualizza il messaggio
            Ci sono nel mondo altre strutture simili ad Haarp , l'unica che mette on line i dati è questa anche se poi mascherano quello che non vogliono che si veda .UN pò come i robot su Marte , oscurano le parti che non vogliono far vedere .
            Haarp potrebbe benissimo fare a meno di pubblicare gli spettri e tutti sarebbero felici lo stesso. Se ci fosse malafede sarebbero degli emeriti cretini, pubblicizzare una attività che dovrebbe essere segreta e poi nasconderne una parte, stimolando la fantasia dei complottisti
            Sui robot di Marte non so cosa abbiano oscurato, ma il discorso è diverso.
            L'attività delle sonde è pubblica, il contribuente deve sapere che fine fanno i suoi soldi. Se si tengono qualcosa per loro lo posso anche capire.
            Spesso lo fanno per non rischiare figure di cacca.

            Ciao
            Tersite
            Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
            Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da tersite3 Visualizza il messaggio
              Haarp potrebbe benissimo fare a meno di pubblicare gli spettri e tutti sarebbero felici lo stesso. Se ci fosse malafede sarebbero degli emeriti cretini, pubblicizzare una attività che dovrebbe essere segreta e poi nasconderne una parte, stimolando la fantasia dei complottisti

              Tersite
              Penso invece che se faccio un esperimento che fa acqua da tutte le parti , e con un po di acorgimenti uno studioso ci arriva , la migliore cosa sia creare la situazione a doc , in modo da farla sembrare un complotto , posso derridere e fare passare per stupidi e complotisti chi voglio io , sono tecniche che vengono aplicate nel marketing di controllo di masse , e non sono una novità .
              cosi faccendo ti vendo la versione che mi pare .

              Commenta


              • #8
                Consiglio , senza cadere nel complotismo di adam , di guardare questo filmato già postato tra l'altro .

                http://www.youtube.com/user/ADAM777M...12/YfUxVnlHl7M

                oltre alle coincidenze citate fra test nucleari e terremoti sucessi pratticamente il giorno dopo , quasi come se fosse un onda che si propaga nella crosta , ascoltate piu che altro al minuto 3,20 dove parla di uno scienziato , che scopri una cosa interessante .

                A ogni test nucleare corrisponde uno spostamento dell'asse magnetico terrestre , e dei poli , creando fortissime disturbi alla ionosfera .

                la domanda che vi faccio è , e se creando disturbi sulla ionosfera come quelli che crea haarp, con potenze non indifferenti , si ottenesse lo stesso risultato senza piu bisogno di esperimenti nucleari ?


                Forse gli americani hanno capito questo e ci vendono come nuovo sistema radio un pacchetto di buggie che va ben oltre quello detto alla comunità europea ?

                Commenta


                • #9












                  Commenta


                  • #10
                    altra mazzata in arrivo ...a chi tocca ?



                    Panoramica di Active ricerca ionosferica
                    Nel campo della geofisica, l'uso di trasmettitori ad alta potenza, come quella che si trova presso l'impianto HAARP, per studiare l'alta atmosfera si chiama "ricerca attiva ionosferico". L'impianto HAARP verrà utilizzato per introdurre una piccola quantità nota di energia in un determinato strato ionosferico al fine di studiare i complessi processi fisici che avvengono in queste regioni plasma in natura che vengono creati ogni giorno dal sole. Gli effetti di questa energia aggiunta sono limitati a una piccola regione al di sopra della osservatorio HAARP di dimensioni variabili da 9 km di distanza per il più 40 km di raggio.

                    E 'importante rendersi conto che HAARP interagisce solo con la carica (o ionizzato) particelle in una regione limitata della ionosfera direttamente sopra l'impianto. L'interazione si verifica perché una particella carica (elettrone o ione positivo) reagirà a un campo elettrico esterno. HAARP non interagisce con gli atomi neutri e molecole che costituiscono il grosso del gas a tutte le altezze atmosferiche.

                    Quando il trasmettitore HF HAARP viene arrestato alla fine di un esperimento, tutti gli effetti ionosferici dissipare rapidamente, diventando impercettibile su tempi che vanno da frazioni di secondo a pochi minuti. La vasta ricerca condotta da molti anni in altri impianti attivi di ricerca ionosferica in tutto il mondo ha dimostrato che non ci sono effetti permanenti oa lungo termine derivanti da questo metodo di ricerca. Le sezioni seguenti illustrano questi punti nel dettaglio.

                    Come ionizzazione varia naturalmente
                    La seguente tabella [1] mostra il grado di ionizzazione misurata in numero di elettroni per cm3 in funzione di altezza in chilometri per un caso tipico. Electron Density Il grafico mostra anche le posizioni generalmente accettato per le più importanti regioni della ionosfera: gli strati D, E, F1 e F2. La curva rossa in questo grafico mostra il livello di ionizzazione che è tipico durante il giorno e la curva blu, la ionizzazione durante le ore serali. (I livelli di ionizzazione e le altezze reali strato ionosferico varia considerevolmente nel corso del ciclo solare 11 anni così come per le diverse aree geografiche e nelle diverse stagioni dell'anno.)

                    E 'piuttosto evidente da questo grafico che la ionosfera subisce un drastico cambiamento nella ionizzazione dal giorno alla notte. Lo strato D, per esempio, scompare del tutto non appena il sole tramonta. La (e ionico) la densità degli elettroni nei cali di E-strato di un fattore di 200 a 1 e nel-F1 strato di circa 100:1. Ai fini pratici, gli strati inferiori scompaiono durante le ore serali come la radiazione del sole non è più ioni di creare nuove e il processo di ricombinazione impoverisce l'offerta esistente di ioni. La densità di neutro (non ionizzati) particelle, d'altro canto, non varia da giorno a notte.

                    Come è la ionosfera interessato dalla HAARP?
                    Durante la ricerca attiva della ionosfera, una piccola quantità nota di energia viene aggiunto ad una regione specifica di uno degli strati della ionosfera, come discusso in precedenza. Questa regione limitata interattivi direttamente sopra l'impianto, sarà gamma di dimensioni, a seconda della frequenza di funzionamento e l'altezza di livello, a partire da soli 9 km di distanza per il più 40 km di raggio e può essere fino a 10 km di spessore . Le interazioni si verificano solo con particelle ionizzate nello strato; neutro (non ionizzati) particelle, che sono più numerose le particelle ionizzate da 500:1 o superiore, rimangono inalterati.

                    Effetti prodotti da HAARP sono di natura termica e non portare a ionizzazione nuovo. HAARP non è in grado di produrre ionizzazione artificiale per i seguenti due motivi.

                    Le frequenze utilizzate dalla struttura di HAARP sono in alta frequenza (HF) porzione di spettro. Le radiazioni elettromagnetiche nella gamma di frequenza HF è non-ionizzanti - a differenza del sole ultravioletto e raggi X i cui fotoni hanno energia sufficiente per essere ionizzanti.
                    L'intensità della radiazione dalla struttura completata HAARP ad altezze ionosferiche sarà troppo debole per produrre la ionizzazione artificiale attraverso le interazioni delle particelle. La densità di potenza prodotta dalla struttura di completamento non deve superare 3-4 microwatt per cm2, circa due ordini di grandezza al di sotto del livello richiesto per quel processo.

                    Abbiamo fornito una pagina separata che permette di calcolare il diametro della regione colpita ionosferiche e la densità di potenza che può essere prodotto in quella regione da HAARP per qualsiasi frequenza e livello di qualsiasi altezza. La calcolatrice permette anche la selezione di dimensioni di matrice diversi fino al massimo 180 elementi, di matrice completato.
                    Quali effetti sono prodotti da HAARP?
                    Una parte dell'energia contenuta nelle onde radio ad alta frequenza trasmessi da HAARP può essere trasferito ad elettroni esistenti o ioni che costituiscono il plasma ionosferico attraverso un processo chiamato assorbimento, aumentando così la temperatura locale efficace. A titolo di esempio, la temperatura tipica di elettroni ad una altezza di 275 km (il picco della regione F2) può essere dell'ordine di 1400 ° K. [2]. Lavoro in altre strutture di ricerca attiva della ionosfera ha dimostrato che è possibile aumentare questa temperatura di ben il 30% all'interno di una piccola regione localizzata durante un esperimento. La regione colpita sarebbe poi visualizzare temporaneamente le caratteristiche elettriche diverse dalle regioni limitrofe del livello. Sensibile strumenti scientifici a terra può quindi essere utilizzato per studiare le proprietà dinamiche fisiche di questa regione in grande dettaglio.

                    Come gli elettroni (e ioni) acquisire ulteriore energia, la loro temperatura aumenta, aumenta la loro energia cinetica e iniziano a muoversi più rapidamente. Nel livello F, i risultati di questo movimento di espansione in aumento o una diminuzione della densità degli elettroni (gli elettroni si muovono nelle regioni adiacenti indisturbati). L'esperienza in altri impianti attivi di ricerca della ionosfera [3] ha dimostrato che la densità di elettroni nella piccola regione colpita può essere ridotto dal 10% al 20%. Questa riduzione di densità delle elezioni è mostrato nel grafico qui sopra dalla linea verde scuro.

                    ionizzazione naturale nello strato F può produrre un elettrone e densità ionica durante il giorno di 1.000.000 cm-3, circa il 0,2% del totale di gas presente. Ricerca attiva della ionosfera di utilizzare il trasmettitore HF HAARP (interagire solo con le particelle ionizzate e non il gas neutro) potrebbe sopprimere questa densità di elettroni in una regione localizzata a 800.000 cm-3. Confrontate questo con la diminuzione della densità degli elettroni che si verifica naturalmente attraverso una vasta porzione della regione F notturno (indicato nella curva blu) di 500.000 cm-3 o meno ed è chiaro che attiva il riscaldamento della ionosfera non è possibile duplicare ciò che avviene naturalmente, anche all'interno la piccola regione colpita direttamente sopra l'impianto.

                    Per strati della ionosfera di sotto di circa 200 km di altitudine (la "D" ed "E" strati, per esempio), la densità di elettroni può effettivamente aumentare a seguito di riscaldamento attivo a causa della soppressione dei processi di ricombinazione. Confrontate questo con l'impoverimento naturale che si verifica dopo il tramonto ogni sera quando l'elettrone E-strato la densità scende di ben 200 volte ai livelli di 1.000 cm-3 nel corso di quasi tutto l'emisfero notturno.

                    Effetti della ionosfera
                    Come affermato nella Dichiarazione di Impatto Ambientale
                    Le trasmissioni HAARP potrebbe interagire con le particelle cariche nella ionosfera. L'interazione delle trasmissioni IRI con gli ioni causerebbe aumenti temporanei delle temperature e diminuzione della densità di elettroni nella ionosfera che dura da pochi secondi a diverse ore e, eventualmente, continuando in una notte invernale polare [1]. Le modifiche temporanee nelle proprietà della ionosfera, causata dalla trasmissione delle onde radio IRI, sarebbero molti ordini di grandezza inferiori a quelle modifiche causate da variazioni nella produzione di energia del sole.

                    L'IRI dovrebbe trasmettere onde radio ad una frequenza 2,8-10 MHz. Il fascio di onde radio trasmesse occuperebbe un volume conico di circa 30 miglia di diametro ad una altitudine di 300 miglia. Le onde radio trasmesse sarebbero fino a 3,3 MW, solo leggermente superiore a quello delle onde trasmesse da stazioni radio e la televisione.

                    Anche se tutta la potenza trasmessa dal IRI è stata assorbita dalla ionosfera ci vorrebbe più di 33.000 IRI HAARP scala, la trasmissione, contemporaneamente rappresentano solo l'1 per cento del bilancio energetico della ionosfera aurorale's. Un altro modo di mostrare la grande differenza tra la quantità di energia che verrebbe dissipato in atmosfera dalle trasmissioni HAARP e dei processi naturali è attraverso un confronto tra la potenza dissipata locale in termini di densità di potenza. La densità di potenza massima del IRI trasmesso onde sarebbe di circa 30 milliwatt per metro quadrato (mW/m2) a 50 miglia decrescente altitudine a 1 mW/m2 a 186 miglia di altitudine nella regione F. In confronto, la densità di potenza dissipata da un aurora potrebbe superare i 2 W/m2, ovvero circa 2000 volte superiore alla massima dissipazione del previsto a causa dell'assorbimento di trasmissioni ad alta frequenza HAARP nella regione F. Anche l'assorbimento della radiazione solare giornaliera supera facilmente il più intenso, a bassa quota HAARP-ionduced tasso di deposito di energia di un fattore dieci.
                    Effetti della temperatura
                    La temperatura della ionosfera sarebbe rilevabile colpiti, dopo pochi secondi di avvio delle trasmissioni dell'IRI. In pochi secondi di avvio delle trasmissioni dell'IRI la temperatura del volume interessato conica della ionosfera avrebbe cominciato a salire. L'entità dell'aumento di temperatura potrebbe essere una funzione della potenza trasmessa e durata, caratteristiche di trasmissione come la frequenza, e forse più importante, le condizioni ionosferiche.

                    strutture esistenti, come l'IRI in funzione, a Tromsoe, in Norvegia, in genere possono migliorare F temperature elettrone regione in un piccolo intervallo di altitudini fino a circa 80 ° C, rispetto alla naturale temperature di 1340 ° F a 1727 ° F. Elevated temperature a causa del IRI dovrebbe rapidamente tornare ai livelli di ambienti un tempo le trasmissioni sono terminate. Il rapido ritorno alle condizioni ambiente sarebbe il risultato della dissipazione dell'energia termica supplementare dalla collisione degli elettroni con gli ioni ambiente riscaldato e particelle neutre.
                    Nella regione F le temperature sarebbero tornati ai livelli di ambiente in poche decine di secondi. Il tempo di tornare a livelli di temperatura diminuisce con il diminuire dell'altitudine attraverso gli strati F ed E e giù nello strato D, dove la densità del gas neutro è di circa un milione di volte superiore a quella del livello F. Nello strato D le temperature sarebbe tornato a livelli di base in meno di un millisecondo di terminazione trasmissioni.
                    Densità elettronica
                    Cambiamenti nella densità elettronica sarebbe associato con alta frequenza indotto aumenti di temperatura. IRI aumenti di temperatura indotti trasmissione avrebbe causato un aumento nella densità di elettroni nella, D E, F e strati di sotto di circa 124 miglia sopra la terra e le diminuzioni della densità di elettroni nello strato F superiore a circa 124 miglia da terra. Due processi primari dipende dalla temperatura inciderebbe densità di elettroni a causa di trasmissioni di IRI. Un processo comporta la ricombinazione di ioni ed elettroni in molecole neutre (due o più atomi legati), che compongono la troposfera e statosphere. Temperature più elevate rallentare il tasso di ricombinazione con conseguente maggiore densità di elettroni. Il secondo processo riguarda l'espansione del clima dovuto al riscaldamento della ionosfera. L'espansione provoca la densità elettronica ionosfera a diminuire.

                    di dilatazione termica sarebbe inibita e tassi di ricombinazione elettrone sarebbe diminuzione del D E, F e strati di sotto di circa 124 miglia sopra la terra. Come risultato, le densità di elettroni all'interno del volume conica del fascio IRI potrebbe aumentare dell'ordine del 20 per cento. Superiore a circa 124 miglia, in superficie, nello strato F, dilatazione termica prevarrebbe effetti ridotto tasso di ricombinazione e la densità degli elettroni all'interno del volume interessato conico dello strato F diminuirebbe. L'entità della diminuzione potrebbe variare fino a 10 - 15 per cento su un altitudine di poche decine di miglia.

                    densità di elettroni ionosferica sarebbe tornato a livelli di base su scale di tempo simile, anche se un po più di quelle associate ad alta frequenza indotti effetti di temperatura di elettroni. Negli strati D ed E le densità di elettroni sarebbe immediatamente ritorno a condizioni di fondo una volta che l'IRI è spento. La densità di elettroni è diminuito indotta all'interno del volume interessato conico dello strato F potrebbe durare da poche ore a un'intera notte polare. Tuttavia, la trasmissione IRI ha indotto cambiamenti temporali di densità di elettroni nella ionosfera sarebbero insignificanti rispetto ai cambiamenti indotti naturalmente.
                    Mitigazione
                    Non ci sarebbe alcun impatto significativo per la ionosfera. Pertanto, non sono misure di mitigazione sarebbe necessario.

                    Traduzione automatica mi sembra abbastanza evidente come creano le tempeste o i terremoti .Per le tempeste riscaldano l'atmosfera in più punti usando la curvatura terrestre o le svariate installazioni anche in Europa , in questo scritto è citata quella di tromsoe in Norvegia .Con questi sistemi concentrati possono creare le famose bolle d'aria calda che arrivano dal deserto del Sahara e si estendono fino alla Russia a volte , creando artificialmente alluvioni o siccità a comando .

                    Un saluto ai nazisti che eseguono tali operazioni ...
                    Ultima modifica di mannadillo; 26-04-2011, 17:46.

                    Commenta


                    • #11
                      Google Traduttore

                      come si legge un grafico :


                      Vertical empty no data taken note ?

                      Lo spettro Monitor Charts Cascata fornire una valutazione visiva delle condizioni di propagazione nella banda HF come osservato in Alaska nel sito di HAARP. Le misurazioni sono effettuate per tutta la giornata con un analizzatore di spettro e l'intensità dei segnali ricevuti è tracciata come i colori brillanti progressivamente su un grafico in cui la frequenza è lungo l'asse "Y" e l'ora del giorno è lungo l'asse "X". Il grafico mostra normalmente varie bande di colori luminosi corrispondenti a forte stazioni radio internazionali che operano in varie gamme di frequenza, come ad esempio il metro 41 o la banda di 25 metri. Nei giorni in cui queste bande sono mancanti o quando le bande di contenere "i colori di raffreddamento" condizioni di propagazione ionosferica sono poveri, probabilmente a causa di una tempesta geomagnetica. L'insorgenza di una tale tempesta spesso può essere visto nel grafico come la fine improvvisa di una banda di colore nello sfondo blu. Un esempio di un evento di assorbimento minore (o fade-out) si vede nel grafico a circa 1100 UTC. Il fade-out dura solo per un breve periodo di tempo e torna alla normalità dopo la propagazione 1130 circa UTC. In tali occasioni, è interessante confrontare il grafico cascata HF con altri dati, come il Riometer HAARP e grafici magnetometro.
                      La frequenze più elevate (nella parte alta del grafico) sono di solito privi di segnali durante la parte bassa del ciclo delle macchie solari dal frequenze più alte hanno bisogno di un più elevato grado di ionizzazione per propagarsi. Quando le frequenze superiori a 20 Mhz sono presenti nel grafico, è indicativa di un aumento dell'attività solare.
                      Altri aspetti interessanti del grafico sono spiegate nelle note che seguono dal grafico qui sopra:
                      1. Frequenze più elevate richiedono una maggiore ionizzazione. Con l'aumento dell'attività solare, ulteriore segnale dovrebbe apparire in questa regione.
                      2. Ci sono superflui, i segnali costante presente nei dati. Essi sono dovuti a fonti locali o in prossimità del sito HAARP, come oscillatori orologio del computer.
                      3. Vertical risultati spazio bianco da lacune nei dati, in genere causata da mancanza di corrente.(spengono la ricezione del segnale per non far vedere cosa fanno ...)
                      4. La linea bianca disegnata sul grafico mostra l'andamento dei segnali forti a muoversi verso gli intervalli di tempo più breve al diminuire della frequenza. Questa è una conseguenza degli effetti del livello "D" che assorbe o attenua le frequenze più basse. Lo strato "D" scompare durante le ore serali e, nel grafico in alto (per il 29 maggio 1997), il sole è sotto l'orizzonte solo per un breve periodo di tempo.
                      5. Forti segnali si osservano nella parte superiore della banda di trasmissione AM standard (fino a 1600 kHz). Questi segnali provengono, per la maggior parte, nel nordovest degli Stati Uniti e raggiungere il sito HAARP attraverso riflessioni multiple onda di cielo. L'effetto del livello "D" a questi segnali è abbastanza netto.

                      Commenta


                      • #12


                        Hanno ricominciato ad aprire il fuoco o taroccano i grafici in fase d'immissione ?
                        Ultima modifica di mannadillo; 07-05-2011, 00:14.

                        Commenta


                        • #13
                          YouTube - UN'ALTRA SCOPERTA INQUIETANTE SUL TERREMOTO IN GIAPPONE!

                          il video conferma quello che dici manadillo , a quanto pare ce molta gente che sente puzza con haarp ....

                          Commenta


                          • #14
                            io non dico nulla di nuovo , come del resto il video di uno che legge dà internet non si sà cosa (non era più semplice mettere un link ad un articolo ?), ho riportato le osservazioni fatte da altri e penso che possano essere sufficentemente attedibili , visto che il sito haarp l'ho conoscevo dà molto tempo .

                            Commenta


                            • #15


                              Chi lo prende questa volta ?

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da mannadillo Visualizza il messaggio
                                Chi lo prende questa volta
                                Certamente saranno i romani a beccarsi il terremoto indotto dai cattivoni di Haarp domani è l'11 maggio.
                                O forse no, probabilmente, come al solito, entro una settimana si verificherà un sesto grado da qualche parte del mondo.
                                Haarp acceso o spento.
                                Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                                Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                                Commenta


                                • #17
                                  la beccato la spagna :

                                  ATIPICO - Il sud-est della Spagna e in particolare la zona di Murcia è una zona sismica in cui si verificano «abitualmente» scosse di terremoto, ma non dell'ampiezza di quelle avvenute mercoledì pomeriggio. Lo riporta l'agenzia spagnola Europa Press, citando fonti dell'Istituto geografico nazionale di Madrid.

                                  Dal corriere della sera ...
                                  qualcosa è andato storto ?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da mannadillo Visualizza il messaggio
                                    la beccato la spagna :
                                    .....e almeno altre 7 località sparse per il mondo che sono state OGGI sede di terremoti di magnitudo superiore al 5.
                                    Facile prevedere che domani pioverà in qualche parte del mondo e dare la colpa del fenomeno alle scie chimiche (è un esempio)
                                    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata
                                    Quando gli dei sono adirati contro un popolo mandano un filosofo a governarlo

                                    Commenta


                                    • #19
                                      basterebbe chiudere i "rubinetti" alle stazioni haarp per un anno e fare la controprova statistica per osservare una dimunizione a quasi 0 dei terremoti oltre il 6° .E' chiaro che di questi sistemi haarp non ce nè solo uno come detto negli altri post e quindi dire chi ha fatto cosa è abbastanza improbabile come attribuirne uno ad una stazione sola , probabilmente lavorano in sincronia , almeno quelle NATO , ma questo non toglie che possono provocare quello che vogliono , dalla modifica del tempo metereologico ai terremoti , semplicemente riscaldando parti precise dell'atmosfera .

                                      Commenta


                                      • #20


                                        Altra piccola mazzata in arrivo ?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ALTRO GIORNALE: Gli scienziati: il terremoto in Giappone era "nell'aria" giorni prima

                                          L'atmosfera prima del sisma del giappone si è modificata ...haarp è senza dubbio la causa .

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Nel link si presentano ipotesi più sensate della tua. Il che è tutto dire dal momento che Altro Giornale è News, cover-up e informazione alternativa.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              la quantità di radon emessa è proporzionale all'energia usata dà haarp

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Edicolaweb - H.A.A.R.P. E COMPAGNI - TECNOLOGIA TESLA - NUOVO ORDINE GLOBALE? - STRANE TORRI NELLA FORESTA RUSSA DI SYCHËVKA - FOTO

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  YouTube - ‪X-37B: Is the orbital drone of USAF/NASA, triggering world wide earthquakes???‬‏

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    YouTube - ‪Cataclismi artificiali (HAARP)‬‏

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      prime prove del riscaldamento della atmosfera quando succedono catastrofi come in giappone :

                                                      Gli scienziati dicono che l'atmosfera sopra l'epicentro del terremotogiapponese si scaldò 'rapidamente' giorni prima del disastro - INFORMARMY.com

                                                      Commenta


                                                      • #28

                                                        Questo è quello che fanno per ottenere un terremoto ...

                                                        INGV - CNT - Evento

                                                        Commenta


                                                        • #29


                                                          La linea continua alle 2:20 circa dimostra cosa fanno per ottenere catastrofi "naturali" siamo in piena guerra climatica ...altro che cambiamenti climatici ...o terremoti naturali ...

                                                          Se le immagini non si vedono è solo perchè la censura che agisce su questo sito(haarp)le cancella o le rende non visibili .
                                                          Ultima modifica di mannadillo; 05-07-2011, 20:15.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            un esempio di come cancellano le immagini a posteriori ...significa solo una cosa

                                                            403 Forbidden

                                                            Forbidden

                                                            You don't have permission to access /data/scmag/images/2011/2011_04/gkn20110421_By.gif on this server.




                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR