annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

l'Alchimia la madre di tutte le LERN

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • hahahah
    Oggi un collega mi ha chiesto:

    Ma insomma cos'è sto bogione di Higgs...... ?
    (per chi non conosce il dialetto bresciano "bogione" significa : uomo con una grande pancia)

    Io gli ho detto che era uno che mangiava tanto e che pensava di cambiare l'evidenza dei fatti cambiando i nomi alle cose, come di moda in questo periodo.

    Tutti gli esperimenti e tutti gli scienziati sono degni di nota sempre e qualsiasi cosa studino, perché ci mettono il tempo della loro vita.

    Ciao.
    "Non date da mangiare ai troll"
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    Commenta


    • Faccio rispettosamente notare

      Faccio rispettosamente notare che io per Higgs nutro grande stima , per altri ,che si sono accaniti fino all'ultimo a scommettere che la particella non sarebbe stata trovata,no.Perchè hanno remato contro?
      Perchè la scoperta avrebbe riportato in auge la teoria dell'etere e avrebbe reso superflua la relatività ristretta visto che con l'etere se ne può fare comodamente a meno.Del resto sui fondamenti della relatività (cioè sull'esperimento Michelson-Morley)già ci sono grossi dubbi .

      L'ESPERIMENTO DI MICHELSON-MORLEY HA DATO DAVVERO UN RISULTATO NULLO?

      L'ESPERIMENTO DI MICHELSON-MORLEY HA DATO DAVVERO UN RISULTATO NULLO?

      Was Einstein a fake? | COSMOS magazine

      Ma 100 miliardi di dollari sono ben spesi se metteranno fine al relativismo.Onore a Higgs
      che ha affermato di essere inviso alla nomenclatura scientifica. E quindi il Nobel....

      La ricerca continuerà tanto soldi ne avremo a bizzeffe grazie alle LENR ;ma non è ora il caso
      di finanziare le LENR?

      Poi se il tunnel non servisse più lo si potrebbe collegare con quello della Gelmini e trasformarlo
      in metropolitana.

      Commenta


      • Originariamente inviato da CARLOLUNA Visualizza il messaggio
        Faccio rispettosamente notare che io per Higgs nutro grande stima , per altri ,che si sono accaniti fino all'ultimo a scommettere che la particella non sarebbe stata trovata,no.Perchè hanno remato contro?
        Perchè ci sono sempre persone che la pensano diversamente.
        Einstein era un fiero avversario della meccanica quantistica e sottoponeva ad ogni occasione a Bohr problemi e paradossi sempre diversi.

        La validità del modello standard è condivisa dalla stragrande maggioranza dei fisici, e così l'esistenza del bosone, ho idea che tu non abbia afferrato che l'esperimento del CERN serviva a CONFERMARE un modello, non ad imporre qualcosa di nuovo e rivoluzionario. MA la fisica e la scienza richiedono sempre conferme sperimentali. L'LHC servirà ancora, non fosse altro per un motivo logico: non basta trovare qualcosa per confermare una teorie, occorre anche non trovare altro, se questa teoria non prevede altro.

        Commenta


        • ulisse è tornato

          io non metto in dubbio che La validità del modello standard è condivisa dalla stragrande maggioranza dei fisici, e così l'esistenza del bosone.penso però che la validazione del modello è dovuta all'esistenza di sto campo di Higgs il quale viene usato come artificio formale .invece sta melassa cosmica che rallenta e da massa alle particelle esiste sostanzialmente e non formalmente.Mi ricorda la storia di Ulisse che torna a casa e gli fanno fare il servo. le implicazioni a mio modesto avviso sono enormi dal micro(alchimia) al macro(modelli cosmologici)

          Commenta


          • Una domanda a chi ne sa più di me, una particella come il Bosone di Higgs che ha massa di 125..126Gev, quindi è una particella bella paffutella con un sacco di energia, perché è cosi difficile da rilevare e misurare?

            Lo so che è dentro a particelle più grandi e quindi serve un sacco di energia per romperle e guardargli dentro, ma non si corre il rischio di falsi positivi?
            poi se non ho capito male, fisicamente sarebbe un collasso dello spazio che si raggruma in una particella e quindi modifica alche la gravità, il tempo? visto che sono legati?

            Non è che Cardone con la sua teoria dello spazio tempo deformato ci era arrivato prima?

            In ultimo, se io deformo lo spazio tempo localmente questo influisce su tutto quello che mi sta attorno, ogni atomo influisce gravitometricamente sugli altri, e se si considera anche questa forza localmente (che ha quanto pare e davvero forte) forse si spiegherebbero anche tutti i fenomeni delle LENR.
            Ciao.
            "Non date da mangiare ai troll"
            http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

            Commenta


            • Tutte le teorie sono "artifici formali", la forma è la matematica. Quella "melassa cosmica" esiste non più e non meno del campo elettromagnetico, anch'esso descritto tramite un altro artificio formale, le equazioni di Maxwell. Ne vuoi negare l'esistenza?
              Non capisco a cosa serva fare dei distinguo. Alla fine c'è una teoria (valida o no che sia), che usa la matematica per interpretare un fenomeno (l'esistenza della massa). Non a caso si parla di "campo di Higgs". Tutto il resto è interpretazione.

              Gabrichan: il principio di indeterminazione afferma che Energia e Tempo sono correlati. Più è alta quest'energia (che compare e poi scompare, trattandosi di fluttuazione), minore è il tempo in cui riusciamo a rilevarla. Inoltre lo spazio percorso diminuisce all'aumentare dell'energia, per la relatività ristretta.

              Prova a leggerti questo: http://www.ghiaccionove.com/2012/07/...sone-di-higgs/
              Ultima modifica di endymion70; 08-07-2012, 11:08.

              Commenta


              • Originariamente inviato da endymion70 Visualizza il messaggio
                Tutte le teorie sono "artifici formali", la forma è la matematica. Quella "melassa cosmica" esiste non più e non meno del campo elettromagnetico, anch'esso descritto tramite un altro artificio formale, le equazioni di Maxwell. Ne vuoi negare l'esistenza?
                No, chi l'ha mai negata, le equazioni di Maxwell per quanto ne so servono a definire il campo elettromagnetico, non la massa e la gravità,
                per la massa si è dovuti ricorrere ad una astrazione come il campo di Higgs per poter tenerla in considerazione, il mio ragionamento per tornare alle LERN era sul fatto che questa deformazione spazio temporale non viene tenuta in considerazione nelle varie teorie sulle LENR anche se è una forza che in teoria tende a ad attrarre le particelle.
                L'unico è Cardone che ha esplorato questa ipotesi.

                Originariamente inviato da endymion70 Visualizza il messaggio
                Non capisco a cosa serva fare dei distinguo. Alla fine c'è una teoria (valida o no che sia), che usa la matematica per interpretare un fenomeno (l'esistenza della massa). Non a caso si parla di "campo di Higgs". Tutto il resto è interpretazione.
                Si ma guarda che a me sta benissimo così, l'idea che ci sia un qualcosa che permea il tutto e che caratterizza con delle condensazioni le singole parti della materia a me piace moltissimo, non fosse altro che se modifico localmente una parte si modifica di conseguenza anche il tutto.
                "Non date da mangiare ai troll"
                http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                Commenta


                • La prima parte della mia risposta è per Carloluna, era lui che parlava di artifici formali nel suo ultimo messaggio.

                  Commenta


                  • Mi permetto di essere chiaro


                    Credo nell'Etere omnipervadente e omnipotente, creatore della massa delle particelle e quindi, di tutte le cose visibili , sostenitore del modello alpha esteso dell'atomo(di Roberto Monti).
                    Per mezzo di Lui tutte le cose sono state create dentro al tempo e allo spazio assoluto newtoniano(l'alchimista Newton). Per noi uomini e per nostra conoscenza discese dal cielo e per opera degli antichi alchimisti si è condensato nell'athanor e si è fatto pietra dei filosofi. Fu abbandonato all'oblio sotto Albert Einstein, morì e fu sepolto e 100 anni dopo è resuscitato secondo le teorie di Peter Higgs ed è salito Cern e di nuovo verrà nella gloria per giudicare tutte le teorie usurpatrici (l'universo è in espansione?)ed il suo paradigma non avrà fine.
                    Credo nell'Etere che fu studiato da scienziati profetici(Tesla,Leedscalnin,Shauberger,Reich,Osawa ,
                    Fleischmann-Pons,Ighina,Fulcanelli....etc)
                    Credo la scienza sia una ,vera e universale.
                    Aspetto la sua ressurrezione che di certo verrà.

                    Commenta


                    • Vabbè Carlo ognuno ha le sue perversioni, nessun problema.

                      Anche io credo nella scienza ma non credo alla teoria del Grande Frullatore Universale

                      Commenta


                      • Grazie Darwin.Finalmente un pò di tolleranza.

                        Commenta


                        • QUARZO ETERE E-CAT




                          Dopo il post del prof.Stremmenos sul forum di A.Rossi che attaccava Defkalion come truffatori
                          Defkalion Technologies verde ha rotto il suo silenzio con breve comunicato stampa
                          Tra l'altro dicono:"Stiamo conducendo analisi dei nostri materiali con XRF e ICP-MS."


                          Su E-Cat = Rossi Cold Fusion è apparso questo articolo:

                          "XRF apparentemente si riferisce ad X-Ray Fluorescence una specie di x-ray strumento utilizzato per analisi non distruttiva di una vasta gamma di materiali tra rocce e minerali. Questo dispositivo è talvolta chiamato X-Ray Spectrometer fluorescenza. ICP-MS si riferisce alla massa spettrometria di plasma ad accoppiamento induttivo. Questo è un processo utilizzato per analizzare elementi delle terre rare e altri materiali."
                          tradotto automaticamente

                          Ne deduco che nel processo è coinvolto qualche minerale.
                          Che bisogno c'è di analizzare rocce e minerali all'interno del congegno se non quello di far sapere a Rossi & C di conoscere il segreto del catalizzatore di Rossi(forse carpito all'epoca della collaborazione) e di essere in grado di utilizzarlo?
                          Ora la domanda è quali rocce e minerali?

                          La possibile risposta a mio parere è il Quarzo.
                          Perchè?

                          "Un cristallo regalo della madre Terra (dal greco êñýóôáëëïò , krystallos , ghiaccio) e un oggetto solido costituito da atomi , molecole e/o ioni aventi una disposizione geometricamente regolare , che si ripete indefinitamente nelle tre dimensioni spaziali , detta reticolo cristallino o reticolo di Bravais.
                          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   003_ilc2_dis_structural_hand_quartz .JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 39.1 KB 
ID: 1931132

                          Disegno che riproduce la struttura del quarzo . Per motivi di chiarezza sono stati disegnati solo gli atomi di silicio . La proiezione sul piano mostra l’andamento di un cristallo destro ; al centro è schematizzata la proiezione di una spirale esagonale a doppio passo formata dall’unione di sei spirali semplici di senso contrario .
                          I cristalli “destri” soffiano etere , mentre i cristalli “sinistri” lo aspirano, la sensazione (leggerissima e a mente serena) può essere percepita come un calore o un formicolio sul palmo della mano destra o sinistra dipende dall’individuo .
                          Per capire se un cristallo è destro o sinistro , va osservato il verso delle linee d’accrescimento in controluce"
                          da Cristalli | Fortunadrago.it

                          Dunque il cristallo aspira o soffia etere essendo una struttura spiraliforme naturale .Gli alchimisti (secondo me)quando parlavano di quercie alludevano al quarzo come materia prima del processo alchemico.Non vanno dimenticate le proprità piroelettriche del quarzo.

                          CONCLUSIONE

                          Forse l'e-cat contiene del quarzo e inoltre il catodo e l'anodo potrebbero avere forma spiraliforme

                          Commenta


                          • Ciao Carlo, il XRF o ICP-MS, può essere usato anche per analizzare il metallo per verificare eventualu trasmutazioni è un tipo di analisi che si basa sulla differenza dei vari pesi atomici dei nuclei.
                            "Non date da mangiare ai troll"
                            http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                            Commenta


                            • Ciao Gabri.Scusa la mia ignoranza.Comunque io ci credo al quarzo coinvolto nei processi LENR.E' stato
                              un modo per parlarne.

                              Commenta


                              • Mongolfiere e lenr

                                MONGOLFIERE E LENR



                                Per la maggior parte delle mongolfiere le temperature operative possono raggiungere i 120 °C circa. Si noti che la temperatura di fusione del nylon è decisamente superiore (circa 230 °C), ma si utilizzano temperature ben inferiori dal momento che il tessuto, se esposto a temperature molto elevate, si degrada molto rapidamente riducendo la vita operativa della mongolfiera stessa.
                                Nelle tipiche condizioni di utilizzo il pallone di una mongolfiera ha bisogno di circa 3 m³ di volume per ogni chilogrammo da sollevare. La esatta quantità di spinta ascensionale dipende comunque dalla differenza di temperatura dell'aria tra l'interno e l'esterno del pallone, dell'altitudine sul livello del mare e dal grado di umidità dell'aria circostante. In genere la spinta ascensionale decresce del 3% circa per ogni 1.000 metri di quota (che corrisponde a circa l'1% ogni 1.000 piedi).
                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   250px-Luftballong.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 19.6 KB 
ID: 1931151

                                Mi domando se l'e-cat a 600 gradi può gonfiarle.Se si tra qualche anno si potrebbero vedere
                                dei dirigibili ad aria calda solcare maestosamente il cielo
                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   dirigibile2.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 25.4 KB 
ID: 1931152

                                Commenta


                                • Nozze alchemiche

                                  una risposta di Rossi sul suo blog mi ha quasi stupito come mi ha stupito il fatto che gli sia stata data poca importanza dagli eminenti lettori di entrambe le fedi(scettichei e antiscettichei).dice Rossi che per innescare la reazione non è necessaria l'elettricità che potrebbe essere sostituita da una fonte di calore focalizzata.Ma come?Tutto sembrava imperniato su un processo elettrolitico e ora sembra che l'elettricità serva solo a fornire calore!Ma questa è la procedura dell'alchimia:c'è un fuoco che scalda un vaso contenente un catalizzatore segreto(materia prima che produce il "mercurio filosofico)cioè un'agente e un agito cioè il nichel più l'idrogeno(le nozze alchemiche).Ma il catalizzatore a questo punto deve essere di tipo piro-elettrico per condensare l'orribile(per le menti scientifiche formatesi nei licei del secolo passato)ETERE.Non voglio ripetermi ma se le repliche moderne dell'esperimento Michelson-Morley danno risultati non nulli l'etere esiste.Fatevene una ragione.Se l'esperimento cruciale su cui si basa la teoria della relatività da risultati non nulli è la teoria che va stracciata non l'esperimento!
                                  Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   laporta_rosacroce_01.png 
Visite: 1 
Dimensione: 121.1 KB 
ID: 1931380

                                  Commenta


                                  • Elettrolisi termica dell'acqua tramite quarzo

                                    Se il quarzo è in grado di produrre idrogeno e plasma basta aggiungere il nickel?

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ELETTROLISI TERMICA.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 27.8 KB 
ID: 1931491

                                    Commenta


                                    • Appello da inviare a sergio focardi

                                      Caro professore.Conoscendo la sua integrità morale ed essendo lei il vero garante della veridicità dell'e-cat
                                      e visto che Rossi sembra perseguire scopi puramente speculativi anche se legittimi,le chiediamo di svelare al mondo il nome del catalizzatore segreto.
                                      La distruzione della biosfera,le guerre per il petrolio,la fame,il surriscaldamento planetario,tutti i mali che affliggono l'umanità possono essere fermati grazie al nuovo fuoco ma a condizione di fare in fretta.Ora occorre una produzione di massa e libera che Rossi non può attualmente ne garantire ne effettuare.

                                      Commenta


                                      • l'importanza della forma

                                        Grazie Claudio,grazie Gabri per l'apprezzamento.

                                        M'è venuto un dubbio.Perchè non è stato usato un unico tubo con un'unica resistenza Perché ha preferito la conformazione toroidale?La mia ipotesi è che le resistenze si avvolgano a spirale all'interno dello spazio e che al calore si sommi l'effetto della vibrazione a 50 hz.Calore e e onde di vibrazioni che si muovono a a spirale sarebbero in grado di eccitare il catalizzatore piezo-piro-elettrico cioè il quarzo che guarda caso ha conformazione spiraliforme:la spirale se eccitata è in grado di di condensare l'etere del campo di Higgs cioè di innescare il plasma
                                        (oramai sappiamo per certo che il plasma permette il superamento della barriera coulombiana)


                                        Italiani! un'altra fisica vi aspetta.

                                        Commenta


                                        • l'uovo di Prometeo

                                          Grazie Littleflower. M'è venuta una nuova idea formale.Dimmi se ti sembra utile.
                                          Se un modulo e-cat in azione ha cop 6 come asserito ,dovrebbe essere in grado di accendere altri 6 moduli sovrastanti e questi ne accenderebbero 36
                                          che a loro volta ne accenderebbero 216 .fermiamoci qui.A questo livello l'energia introdotta nel primo modulo sarebbe aumentata di 216 volte sul livello più alto.
                                          A mio avviso un tale dispositivo fugherebbe ogni dubbio circa l'eccesso di calore e sarebbe immediatamente utilizzabile per la produzione di grandi quantità di calore.
                                          Penso che la cosa funzionerebbe anche con la miscela n-h-cat dentro ad un cono rovesciato perché il livello più basso accenderebbe i livelli sovrastanti

                                          File allegati

                                          Commenta


                                          • fiori stelle e fusione tiepida

                                            Da quando ho fatto outing e ho detto di essere eterefilo nessuno più interviene nel mio eremo.
                                            Mi sento un pò appestato perciò lancio l'idea di un
                                            "aether day pride" …. già mi vedo quattro gatti impauriti minacciati da una folla di scienziati ortodossi inferociti.
                                            Ma perché?L'etere è così dolce e spiega tutto!
                                            Io penso che le forze della natura siano manifestazioni dell'etere. ad esempio la forza gravitazionale vista come sua manifestazione è la causa dei vortici meravigliosi (galassie,uragani,conchiglie,quarzi,nodi del legno,impronte digitali,stormi di uccelli).
                                            La bellezza della natura deriva da questi vortici anche quando non li percepiamo direttamente.Come vederli?
                                            Simulando la natura con un programma di ingegneria!
                                            Eh si.Ho inventato la meccanica floreale.Di seguito alcune mie elaborazioni protette.Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   warsf.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 276.2 KB 
ID: 1932445
                                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CGW4HM Capture 1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 695.7 KB 
ID: 1932446Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   42.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 214.3 KB 
ID: 1932447

                                            Altro argomento da allargare:dice Rossi che ora pensa che l'eccesso di calore sia dovuto alla trasformazione dell'idrogeno in deuterio con il decadimento gamma responsabile delle trasmutazioni.
                                            E' esattamente quello che avviene nel sole secondo la teoria di Boscoli del sole freddo
                                            SOLE FREDDO E FUSIONE NUCLEARE CONTROLLATA

                                            Insomma penso che l'ecat e le stelle funzionino con lo stesso meccanismo.
                                            Gradirei essere il primo a dirlo.


                                            Commenta


                                            • nessuno parla di etere ma tutte le ultime teorie e rilevazioni si basano sul fatto che l'etere ci sia. forse è solo il caso di cambiargli nome come hanno fatto con la fusione fredda che è diventata lern ....
                                              sai certa gente fa fatica ad ammettere i suoi errori

                                              p.s. la terza immagine mi interessa. di cosa è l'elaborazione ?

                                              Commenta


                                              • Meccanica floreale

                                                Ciao Enrica.Uso working model 2d .Simulo un meccanismo( nel ventaglio si tratta di segmenti collegati con vincoli in movimento cioè motori).
                                                imposto skip frame con step 1 in modo che sullo schermo resti traccia della simulazione ad un intervallo stabilito così si crea un figura molto complessa ma anche molto naturale visto che nasce dalle stesse leggi fisiche e dalle stesse forze che agiscono nella realtà.Scelgo colori degli elementi,sfondo.Nascondo gli elementi che non voglio mostrare.Ora faccio partire la simulazione(potrei fare anche filmati).La blocco quando la configurazione mi sembra in sintonia.Salvo immagine e la elaboro con i filtri di photoshop.L'arte è sempre stata la copia di oggetti naturali.In questo caso no.Non copia nulla ma nasce dalle stesse leggi e meccanismi.Chiaramente li ho fatti diventare oggetti reali(quadri).Vorrei fare una mostra.Si vedrà.
                                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   SAM_1101.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 499.7 KB 
ID: 1932453
                                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   524qg3.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 179.3 KB 
ID: 1932454Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   hthted.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 73.5 KB 
ID: 1932455

                                                Commenta


                                                • Funziona anche troppo bene!





                                                  da E-Cat News mia traduzione (Rossi sulla sicurezza del COP-6) (19 Settembre 2012)

                                                  Nel rivedere il video della sessione Rossi Q & A Zurigo ho trovato molto interessante questo scambio, che aiuta a capire meglio perché Rossi è stato così attento nel controllare i suoi reattori E-Cat.Qualcuno gli ha fatto una domanda sul perché (dato che nei suoi primi rapporti affermava di essere in grado di far funzionare il suo reattore con COP fino a 200) è egli ora rimasto entro un limite di 6. Ecco la risposta di Rossi (a circa 08.30 nel video)


                                                  Hai correttamente detto che quando abbiamo fatto i primi esperimenti abbiamo avuto un COP di 200; stavamo lavorando con potenze di alcune centinaia di watt.
                                                  Stavamo lavorando a una situazione assolutamente sperimentale. Ora stiamo facendo i prodotti che devono essere venduti alle industrie perché per il momento il gatto domestico non è stato certificato per la sicurezza. È giusto per fare un'auto Forumula 1 da gara spingere all'estremo un motore e per imparare a fare motori normali e per fare una macchina che deve essere guidato da persone normali come me. Per andare a un COP 200 è estremamente pericoloso, e quando ho lavorato presso tali poteri è successo che abbiamo avuto qualche fuga di neutroni, in alcune situazione. Questo è il motivo per cui abbiamo dovuto ridurre a 6, ed è per questo che dobbiamo limitare la modalità self-sustain... noi dobbiamo rimanere entro i limiti di sicurezza assolutamente sicuri, questo è molto importante.

                                                  Non so se avete letto L. Pauwels, J. Bergier – Il Mattino dei Maghi


                                                  ecco cosa uno strano tipo disse a Jacques Bergier, nel 1937:
                                                  Il signor Andrè Helbronner, di cui voi siete, credo, l’assistente, si dedica alla ricerca dell’energia nucleare. Il signor Helbronner ha voluto tenermi al corrente di alcuni risultati ottenuti e in particolare dell’apparizione della radioattività dovuta al polonio, quando un filo di bismuto è volatilizzato da una scarica elettrica nel deuterio ad alta pressione. Voi siete molto vicini alla riuscita, come d’altronde altri scienziati contemporanei. Posso permettermi di mettervi in guardia? Gli studi ai quali vi dedicate, voi e i vostri simili, sono terribilmente pericolosi. Essi mettono in pericolo non soltanto voi. Sono temibili per l’intera umanità. La liberazione dell’energia nucleare è più facile di quanto non pensiate. E la radioattività artificiale prodotta può avvelenare l’atmosfera del pianeta in pochi anni. Inoltre, esplosivi atomici possono essere fabbricati con pochi grammi di metallo, e radere al suolo città intere. Ve lo dico nettamente: gli alchimisti lo sanno da molto tempo.…So cosa state per dirmi, ma è senza interesse. Gli alchimisti non conoscevano la struttura del nucleo, non conoscevano l’elettricità, non avevano alcun mezzo di scoperta. Essi dunque non hanno potuto operare nessuna trasmutazione, non hanno dunque mai potuto liberare l’energia nucleare. Io non tenterò di darvi le prove di ciò che ora vi dichiarerò, ma vi prego di ripeterlo al signor Helbronner: combinazioni geometriche di materiali estremamente puri bastano per scatenare le forze atomiche, senza che ci sia bisogno di utilizzare l’elettricità o la tecnica del vuoto.L. Pauwels, J. Bergier – Il Mattino dei Maghi – Mondadori


                                                  Potrei (su richiesta) citare cosa dice Canseliet in un capitolo delle "dimore filosofali" circa i pericoli
                                                  a cui va incontro l'alchimista.

                                                  Mi sembra chiaro che una conoscenza tale sia opportuno che resti segreta.Di sicuro è in mano ai militari.
                                                  Forse Rossi (visto che nessuno ha localizzato i suoi stabilimenti in America)lavora dentro a qualche base del Pentagono?

                                                  Commenta


                                                  • Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   alambiccoeur.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 89.5 KB 
ID: 1932489

                                                    Voglio segnalare a chi fosse interessato questo bellissimo sito alchemico.
                                                    Leggendolo ci si rederà conto dei veri scopi dell'alchimia così lontani e superiori
                                                    alla logica scientifico-industriale che per unico supremo scopo ha il profitto da ottenere
                                                    scaldando l'acqua dei sanitari!

                                                    Captain NEMO's Weblog

                                                    Commenta


                                                    • chi è misterx ?

                                                      caro diario
                                                      oggi ho letto una storia molto interessante sul forum di cobraf dove scrive Cures.Un certo Giuda (forse Stremmenos)afferma che Rossi ricevette la polverina catalizzatrice da un personaggio ultranovantenne nel 2007.Costui voleva che Rossi ne sviluppasse le potenzialità economiche e nello stesso tempo umiliasse Focardi facendolo diventare una specie di assistente. Focardi è del 35,il vecchietto sarebbe nato agli inizi del novecento...troppa differenza di date per pensare ad attriti accademici e neppure credo che fosse Fulcanelli. Piantelli troppo scontato. Ci resta il grande Roberto Monti di Ravenna (Rossi stava a Ferrara),professore dell'università di Bologna come Focardi, Alchimista fisico antieinsteiniano filoeterico e sopratutto silente:non si è mai intromesso nelle polemiche LENR: lui che potrebbe anzi che è la punta di diamante della fisica nucleare mondiale!

                                                      Roberto Monti

                                                      Roberto Monti è nato a Ravenna il 20 Maggio 1945.
                                                      Laureato in Fisica Generale il 1 Aprile 1969, presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna, con una tesi di Biofisica.
                                                      Dal 1 Settembre 1969 al 15 Gennaio 1972 ha lavorato come Ricercatore presso il Centro di Chimica Macromolecolare del Dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna.
                                                      Dal 1972 ha lavorato come Ricercatore presso l’Istituto TESRE del Centro Nazionale delle Ricerche (CNR) di Bologna.
                                                      Nel 1984 ha partecipato alla fondazione della casa editrice Andromeda (SEA) ed è stato Direttore Scientifico della rivista “Seagreen”.
                                                      Dal 1993 al 1994: Research Associate presso “Crystal Mountain Ltd”, Anacortes, WA, USA.
                                                      Dal 1994 al 1998: Research Associate presso Burns Developments Ltd, Vancouver, BC, Canada.
                                                      Dal 1998 al 2003: Director of Research, Monti America Corporation, Vancouver, BC, Canada.
                                                      Dal 2008 è ricercatore indipendente.
                                                      Principali campi di interesse: Stereochimica, Astrofisica, Fisica Nucleare (Reazioni nucleari a bassa energia).
                                                      Pubblicazioni

                                                      • Roberto A. Monti, Cold Fusion and Cold Fission: Experimental Evidence for the Alpha-Extended Model of the Atom to be presented at ICCF-2 (199)1.
                                                      • R. A. Monti, Variations of the Half-Lives of Radioactive Elements ICCF-5 (1995), Book of Abs., #626, poster session.
                                                      • Roberto Monti, Variations of the Half-lives of Radioactive Elements and Associated Cold Fusion and Cold Fission reactions Proc.: Low-Energy Nucl. Reactions Conf., JNE vol 1, n° 1 1995, pp 119-125.
                                                      • Roberto A. Monti, Low-Energy Nuclear Reactions: Experimental Evidence for the Alpha Extended Model of the Atom Proc. Conf. on Low-Energy Nuclear Reactions, JNE, vol 1 n° 3, Fall 1996, pp 131-144.
                                                      • Roberto A. Monti, Theory of Relativity: A Critical Analysis Physics Essays, vol 9, n° 2 (1996), pp 238-260.
                                                      Testi in italiano

                                                      • "La struttura interna del sole: un problema aperto", Edizioni Andromeda Filosofia Naturale Fisica - 1988
                                                      • "Il progresso in Cosmologia secondo Walther Nernst ed Edwin Hubble", Edizioni Andromeda Filosofia Naturale Fisica - 1988
                                                      • "Analisi storico critica dei modelli d'atomo", Edizioni Andromeda Filosofia Naturale Fisica - 1988
                                                      • "1996 - Fusione Fredda e Relatività Einsteiniana: stato dell'arte", Edizioni Andromeda - 1997
                                                      • "Le chiavi della relatività", Edizioni Andromeda, 2000
                                                      • "L'alchimia è una scienza sperimentale. Come fare l'oro - Come abbattere la radioattività delle scorie nucleari", Edizioni Andromeda - 2001
                                                      • "Relatività einsteiniana e Fusione Fredda: Stato dell'Arte", Edizioni andromeda Fisica - 2001
                                                      • "The real Einstein (Il vero Einstein)", Edizioni Andromeda Scienza - 2007
                                                      Ricerche

                                                      Etere - Fusione fredda
                                                      Il Dott. Roberto Monti vuole ripercorrere la ricerca sull'Etere, substrato teorico su cui basare gli studi sulla gravità e in generale sulla natura dello spazio/tempo.
                                                      Ha lavorato sperimentalmente con le trasmutazioni a bassa energia e ha messo a punto una tecnologia che consente, tramite reazioni di fusione fredda, di abbattere le scorie radioattive in tempi notevolmente ridotti rispetto ai tempi canonici (decine o centinaia di anni).

                                                      Commenta


                                                      • Con questa scoperta si pensa che le pepite d'oro siano formate sempre da questo batterio che sopravive anche in presenza di diversi metalli : ZEUS News - Notizie dall'Olimpo informatico

                                                        Commenta


                                                        • Eureka.....i suppose

                                                          IL CATALIZZATORE E' COSTITUITO DA POLVERI PIROELETTRICHE CERAMICHE





                                                          L'anno scorso avevo chiesto a Rossi se del quarzo polverizzato (che penso stia alla base dell'alchimia) fosse implicato anche nel processo dell'E-cat.


                                                          "Carloluna
                                                          December 20th, 2011 at 9:02 AM
                                                          Dear ing.Rossi
                                                          I venture to ask an opinion on an idea I have in mind for many years.The alchemist Fulcanelli in “The mystery of the cathedrals”:“The oak tree has been chosen by the ancient writers, to indicate the common name of the initial subject,as found in the mine. The Philosophers give us the information needed on this matter, only an approximation,the equivalent of which corresponds to the oak. ”
                                                          MY INTERPRETATION
                                                          for the ancient authors who wrote in Latin the name of the raw material was phonetically
                                                          equivalent to that of the oak
                                                          QUARTZ = QUERCUS
                                                          The transmutations in LENR are triggered by electricity.
                                                          The quartz subjected to heat produces pyroelectric phenomena……."

                                                          Non mi rispose con un secco no o con il suo solito"I cannot give information about what happens in the reactor".Riporto la criptica risposta:


                                                          "Andrea Rossi
                                                          December 20th, 2011 at 9:15 AM
                                                          Dear Carloluna:
                                                          Alchemy has been the root of Science before the eighteenth century… today we use Physics and Chemistry. To use Alchemy today is like to go to a war with bow and arrows.
                                                          Nevertheless, we still try to turn our barbaric instinct (iron) into Spiritual Achievements (gold), but this is Philosophy.
                                                          Warm Regards,
                                                          A.R.


                                                          Oggi, nella mia somma ignoranza,scopro l'esistenza delle polveri piezoelettriche ceramiche e del loro costo irrisorio! Mi ha folgorato l'idea che se il quarzo è paragonabile all'"arco e frecce" queste polveri figlie della fisica e chimica moderne sono paragonabili ad un'arma laser

                                                          Sapete dirmi dove si possono reperire?
                                                          Ultima modifica di CARLOLUNA; 23-10-2012, 03:26.

                                                          Commenta


                                                          • perovskiti

                                                            Le perovskiti possiedono importanti proprietà ferroelettriche, piezoelettriche, magnetiche e magnetoelettriche, piroelettriche nonché optoelettroniche e di superconduzione.
                                                            Alcune perovskiti contenenti cobalto o manganese possiedono importanti proprietà chimiche come catalizzatori sia nelle reazioni elettrochimiche (esempio nelle riduzioni di SO2 idrogenazione, idrogenolisi di idrocarburi) che nelle reazioni di combustione (ossidazione del monossido di carboni e idrocarburi).

                                                            Nella tabella seguente sono indicate le proprietà di alcune perovskiti:
                                                            Composizione
                                                            Proprietà del materiale
                                                            CaTiO3 dielettrico
                                                            BaTiO3 ferroelettrico
                                                            Pb(Mg1/3Nb2/3)O3 ferroelettrico
                                                            Pb(Zr1-xTix)O3 anche PZT piezoelettrico
                                                            (Ba1-xLax)TiO3 semiconduttore
                                                            (Y1/3Ba2/3)CuO3-x superconduttore; conduttore ionico O2-
                                                            NaxWO3 conduttore misto (Na+, e-); elettrocromico
                                                            SrCeO3:H conduttore protonico
                                                            RE TM O3-x conduttore misto (O2-, e-)
                                                            Li0.5-3xLa0.5+xTiO3 conduttore ionico Li+



                                                            Sintesi
                                                            Le sintesi più comuni coinvolgono spesso processi di calcinazione o surriscaldamento di miscele di sali metallici. L'enorme interesse applicativo ha spinto la ricerca non solo nella scoperta e caratterizzazione di nuove perovskiti sintetiche ma anche di nuovi metodi di sintesi con differenti reagenti e catalizzatori che ne rendano la produzione più economica sul piano industriale. L'ossido La0.8Sr0.2CoO3 (abbreviato in LSCO) è stato preparato utilizzando le proprietà di adsorbimento della cellulosa, testimoniando che la cellulosa potrebbe svolgere funzioni nell'omogeneità della soluzione di partenza. Durante la fase iniziale di pirolisi, la cellulosa è parzialmente ossidata, e alcuni gruppi COO- appaiono nella struttura che si va formando, per essere poi rimpiazzati con l'adsorbimento degli ioni metallici. La costituzione della perovskite e le proprietà della polvere risultano essere significativamente influenzate dal tipo di matrice cellulosica (come la presenza di nitrato di cellulosa), dal rapporto quantitativo con i metalli, dalle condizioni di calcinazione; una produzione di biossido di carbonio non eluito nel tempo crea carbonato che rimane inglobato, mentre una calcinazione ad alta temperatura (> 800 °C) è necessaria per ottenere una un maggior grado di purezza. Condizioni migliori per ottenere strutture nano-cristalline sono a temperature non inferiori ai 500 °C[1].


                                                            Cellulosa di faggio, sali metallici, acidi carbossilici COOH(Cancellata……), processi alchemici nella produzione delle vetrate delle cattedrali gotiche in Francia,
                                                            la quercia-quarzo di Fulcanelli…. Tutto converge verso la formula del catalizzatore ....

                                                            Pb(Zr1-xTix)O3
                                                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PZT.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 27.0 KB 
ID: 1934047

                                                            Commenta


                                                            • Se seguiste le varie discussioni su HHO (shardanaelettronica docet) sapreste che piroelettricita, piezoelettricità etc etc rispondono anche ad un altro nome: tormaline!
                                                              Per quanto riguarda il quarzo bé... mi sembra che l'esperimento di Carpinteri al Poli di Torino ne abbia messe in luce le qualità nascoste
                                                              Ultima modifica di Lupino; 10-01-2013, 21:02.
                                                              Domotica: schemi e collegamenti
                                                              e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR