annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La Costa Concordia ed i sistemi di salvataggio navi.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La Costa Concordia ed i sistemi di salvataggio navi.

    La Costa Concordia è stata recuperata , ed ora si trova nel porto di Genova per essere smantellata .
    Quando si verificò il tragico disastro ebbi una idea per evitare che navi in futuro possano subire tale disastri simili a quello del Titanic.
    La mia idea è questa , al momento che si verifica uno squarcio nella nave , si attiva il gonfiaggio di gommoni laterali che evitano che lo scafo imbarchi acqua.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   sistema salvataggio.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 49.3 KB 
ID: 1983162
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  • #2
    Costa Concordia: 45000 tonnellate di dislocamento.
    uguale a 45000 metricubi di aria
    dovresti fare due galleggianti (uno per parte) di cento metri per venti per dieci metri ...
    più un altro paio più piccoli per sicurezza in caso di malfunzionamento ...
    tanto valeva fare tutta la nave di sughero.

    ci vorrebbero piuttosto delle esercitazioni: prima di venderti il biglietto un "corso abbandono nave", programmato, di giorno con mare calmo, con effettivo abbandono della nave.
    Di tremila tra passeggeri e equipaggio può darsi che qualcuno si sbucci un ginocchio o dioneguardi si rompa un braccio,
    ma sempre meglio che si trovano tutti a aspettare ordini che non arrivano e se arrivano sono tardivi confusi contraddittori.



    Quanto dovrebbero arrivare questi galleggianti sotto al pelo dell' acqua?
    Diciamo dieci metri.
    Per mantenerli gonfi ci vuole una pressione di almeno una atmosfera; lo sai a quanto li gonfiano i gommoni normali?
    diciamo 0,02 atmosfere.
    Vedi che tela grossa che sono fatti i gommoni; che tela ci vuole per tenere qualcosa più una atmosfera?

    Senza contare che se sulla fiancata della nave si apre uno squarcio di decine di metri, probabilmente anche i galleggianti qualcosa subiscono.
    Ultima modifica di Al Mizar; 29-07-2014, 10:47.

    Commenta


    • #3
      Sistema antiaffondamento di emergenza per barche e navi composto da tubolari gonfiabili.

      Questo “sistema antiaffondamento di emergenza” serve per salvare la nave dall’affondamento
      quando lo scafo viene danneggiato e le camere stagne non sono sufficienti.

      La carena della nave, com’è noto, è la parte più vulnerabile della stessa,nonostante sia dotata di scompartimenti a camera stagna (fig.11 , C).
      Quando questa parte sommersa della nave viene squarciata , da scogli o iceberg, inevitabilmente nello scafo entra acqua, che fa inclinare e poi affondare la nave.
      Per ovviare a questo problema nel secolo scorso furono inventate le camere stagne.
      Ma queste si sono dimostrate insufficienti.

      Un altro sistema per salvare le cose e le persone a bordo è quello che qui si propone :
      lungo il perimetro della nave vengono posizionati sgonfi e quasi invisibili, dei tubolari di dimensioni opportune , aventi delle “alette di fissaggio”(fig11. T).
      Questi tubolari sono fissati e bullonate con staffe a tutta la struttura perimetrale e verranno gonfiati con aria al momento del bisogno, cioè quando le camere stagne sono danneggiate.
      Come si vede nella (fig. 12, TG) questi tubolari una volta gonfiati, impediscono alla nave di affondare.
      Questi tubolari sono dotati di più valvole di ingresso e di tubi, in modo che il gonfiaggio può essere gestito sia dalla cabina di pilotaggio o dai ponti vicini, con opportune bombole o con motori.

      Il sistema descritto fa parte integrante della dotazione della nave e diventa un accessorio di sicurezza aggiuntivo alle camere stagne e le scialuppe di salvataggio, cioè viene aggiunto prima e non dopo che il disastro si verifichi.
      E’ un sistema di salvataggio totale di cose e di persone.
      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

      Commenta


      • #4
        Mi pare di aver letto in un altro brevetto che usavano degli airbag invece dei gommoni laterali .
        Ma come mai questi sistemi non vengono applicati ?
        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

        Commenta


        • #5
          Allora se vogliamo parlare di cose serie parliamone, ma non diciamo fesserie.

          Il mio sistema è differente da quello ideato da questo signore ed è più sicuro e più robusto.
          Gli airbag di quel tipo non sarebbero in grado di sorreggere la nave.
          Sono disponibile a qualsiasi prova sul campo, con ingegneri ed industriali che vorrebbero analizzarla.
          Parlo non di airbag di quel tipo, ma di robusti gommoni laterali antiperforazione con camera d'aria moltiple all'interno. Il materiale esterno antiperforazione è composto da kevlar utilizzato per giubbotti antiproiettili, altro che airbag per auto.
          Tieni conto che nel progetto degli airbag , questi dovrebbero uscire fuori da delle botole , questo significa che ogni botola ed arbag dovrebbe sorreggere tutto il peso della nave sovrastante in un solo punto per ogni arbag.
          I mio sistema i gommoni sono fissati con delle staffe su tutto il perimetro della nave distribuendo il peso in maniera regolare e costante.
          Diciamo che il mio progetto dal punto di vista strutturale è migliore , pur essendo i due progetti simili .
          ma quello che cambia sono i particolari non di poco conto.
          Come avete visto nel recupero della nave Concordia i cassoni sono stati sistemati su tutta la struttura perimetrale della nave per sorreggerla su tutti i punti, progettista Nick Sloan .
          Io il mio progetto completo per il brevetto lo presentai appena un mese dopo il disastro .
          Non avevo visto prima altri progetti simili.







          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

          Commenta


          • #6
            Ciao Zagami permettimi di fare qualche piccola considerazione tecnica:
            La concordia ha una dislocamento di 45000 tonnellate ossia il suo scafo "sposta 45000 metri cubi d'acqua la nave ha (aveva) una lunghezza di 290 metri e un pescaggio di 8,2 metri. Quindi i tuoi galleggianti dovrebbero essere di una lunghezza complessiva minima di circa 250 metri x 8 metri (devono ovviamente essere immersi per poter dare una spinta positiva) e larghi 12 metri. Dividiamoli pure in tanti galleggianti più piccoli ma rimangono sempre delle grosse bestie. Da ciò ne deriva che lo spessore delle pareti non può essere di certo quello di un palloncino e quindi anche da sgonfi il volume non è piccolo, e ogni volume sotto il galleggiamento è un freno in più.
            Inoltre sulla fiancata corrono il rischio di essere sventrati dall'impatto, se li metti più in alto copri le fiancate (le cabine cieche non si vendono bene).
            Altro problema è il gonfiaggio 45000 metri da gonfiare non sono pochi (150 metri cubi di bombole ad alta pressione) e la velocità è critica in teoria un sistema ad airbag ha dei vantaggi per velocità di riempimento ma a mio parere i sacchi si gonfiano e la spinta delle esplosioni distrugge le fiancate.
            Tutte le navi in circolazione devono essere costruite secondo le normative SOLAS nel caso della Concordia richiedono che la nave stia a galla con 3 compartimenti allagati il problema è che Schettino ne ha squarciati 5. In questo caso più che ha nuove idee tecniche basta avere un comandante che impieghi più di due neuroni durante la navigazione.
            @Tonino, può sembrare strano ma il problema numero uno per tutte le navi non sono le falle bensì gli incendi, vero incubo, e gli spostamenti del carico e perdite di stabilità.

            Commenta


            • #7
              Le camere stagne si sono dimostrate insufficienti in più di una occasione , vedi Titanic , Andrea Doria , Concordia , ed altri più piccole cabotaggio di cui no ricordo i nomi.

              Il comandante Schettino ha squarciati 5 compartimenti invece di tre come dici tu , ma questo certo non dipende dalla bravura del comandante , mica poteva scegliere a piacere , quanti scompartimenti allagare , è successa una disgrazia e basta .

              Poteva succedere a chiunque .
              Il comandante del Titanic mica era un novellino , ma come poteva prevedere nel buio della notte e con la nebbia ,senza radar o sonar, che vi fosse un iceberg ?
              Il comandante della Andrea Doria fece di tutto per evitare l'impatto con il mercantile olandese , ma quello sbagliando manovra ,gli filava direttamente addosso. Eppure perse la causa , ma ora è stato riveduto e rivalutato.

              Le disgrazie è inutile , quando succedono sono impossibili da prevedere , ma noi ci dobbiamo adoperare affinche si abbiano i mezzi per limitare i danni.
              Sono state inventate le camere stagne ? Ebbene queste si sono dimostrate insufficienti , bisogna inventare qualcos'altro .
              Tieni conto in ogni caso che i gonfiaggio di tubolari esterni frenerebbe in ogni caso l'entrata dell'acqua , e darebbe più tempo ai soccorsi di arrivare e ai passeggeri di abbandonare la nave con più calma , senza calca .

              Per quando riguarda le altre osservazioni ti risponderò in seguito , ma ti dico che il progetto è molto articolato e con dati sensibili di cui non so se ne parlerò , ma ti assicuro che il mio progetto è migliore di quello degli airbag.
              Se tu guardi tra i brevetti internazionali questo progetto degli airbag è stato presentato più volte , ma mai realizzato perchè si è dimostrato insufficiente .
              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

              Commenta


              • #8
                Stiamo parlando di tre casi in 100 anni di storia su un parco navi decisamente vasto. La compartimentazione stagna si è, poi, evoluta nel tempo, due guerre mondiali hanno aiutato.
                Se poi andiamo a vedere bene il Titanic è stato a galla per 2 ore abbondanti. Avesse avuto un numero moderno di scialuppe non sarebbe stato una tragedia. Con qualche accorgimento in più del comandante avrebbe pure evitato del tutto il problema (viaggiare di notte in zona di iceberg a oltre 20 nodi e con le vedette senza binocoli non è una vera furbata ad es).
                Il Doria è rimasto a galla 11 ore e le vitte sono tutte da impatto. La Concordia è storia recente altro problema umano al 100%.
                In questi casi un semplice accorgimento che eviterebbe molti guai similari è costruire la nave alla vecchia maniera dei militari si impiegava la cosiddetta paratia antisiluro separazione longitudinale parallela alla fiancata a un apio di metri da essa.
                Un vero lavoro da fare è invece sulle scialuppe quando la nave s'inclina diventa difficile se non impossibile calarle in mare è qui che molti lavori sono in corso.

                Commenta


                • #9
                  I casi non sono solo tre , documentati meglio , di recente in Corea sono morti 60 ragazzi in un incidente simile a quello della Concordia.

                  Pensare che sia solo colpa del Capitano della nave non ne sono molto sicuro , gli incidenti capitano senza preavviso ed anche ai migliori.

                  La nave può essere salvata nella sua globalità evitando il pericolo che affondi con perdita di vite e di beni all'interno della nave.

                  Anche nel caso che la nave si inclini da un lato potrebbero essere previsti dei palloni gonfiabili dal lato esterno della cabine , si tratterebbe di mettere semplicemente della piccole scatole di un metro quadro da ogni cabina da cui uscirebbe fuori un pallone o tubolare salvando la nave dall'affondamento e consentendo il recupero .

                  Il fatto che non venga ancora attuato è un vero peccato , solo per un costo superiore di costruzione , ma si eviterebbero però costi di assicurazioni per le vite umane perdute e per i beni all'interno della nave , soldi e oro e oggetti preziosi.
                  Il sistema è attuabile , so come farlo , ne ho parlato anche con ingegneri navali, ma spetta agli armatori e proprietari delle navi farlo ed addossarsi i costi di costruzione .
                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                  Commenta


                  • #10
                    Sbagli di nuovo Zagami la Seawol si è capovolta come doveva essere e non ha niente a che vedere con la Concordia. La Seawol era già poco stabile di suo ma nonostante ciò è stata alzata di un ponte dove una hanno anche installato delle bellissime e nonché pesanti lastre di marmo. Oltre questo è stata caricata una quantità di merci ben superiore al massimo consentito e l' acqua di zavorra è stata ridotta più della meta del minimo necessario.
                    Non mi stupisco sul perché si sia rovesciata. Per evitarlo dovresti riempire qualche decina di migliaia di metri cubi in pochi istanti. Buona fortuna!
                    Anche la comunità Europea ha lanciato un programma simile gli ingegneri navali sono abbastanza scettici al proposito.
                    C'è anche un brevetto cinese del 2009 che parla di sacche gonfiabili (mediante aria compressa) posizionate attorno alla neve.
                    E uno americano del 90 per un sistema gonfiabile attorno a piccole imbarcazione per evitare impatti e gonfiandosi per tenerle a galla.

                    Quando vedo tanti brevetti li a far nulla mi viene sempre un dubbio, si brevetta veramente di tutto me il 95% dei brevetti non serve a nulla.
                    Ipotesi corroborata da lunga esperienza ho conoscenze in multinazionali che sfornano decine di brevetti all'anno pur consci che sono fuffa già in partenza.

                    Commenta


                    • #11
                      Questa dei palloni galleggianti o tubolari galleggianti , come sostengo io , non è una fuffa assolutamente ne una truffa , ma un sistema valido per salvare una nave dall'affondamento .
                      Lo hanno dimostrato praticamente con il recupero della concordia applicando dei cassoni laterali per sorreggere la nave , lo stesso effetto si poteva ottenere con dei robusti gommoni laterali .

                      E' solo un problema di dimensioni e di calcoli specifici ad hoc . Io stesso ho provato praticamente con modellini di un metro , che applicando dei galleggianti ad una piccola barca in lamiera , questa non affonda ma rimane a pelo d'acqua .

                      Un altro metodo utilizzabile per non imbarcare acqua nelle camere stagne , sarebbe quello di far fuoriuscire nelle camere sommerse del polistirolo espanso o altro materiale plastico prodotto al momento.
                      Se i brevetti vengono sfornati e nessuno li utilizza perchè aumentano i costi, questo è un altro discorso.
                      In ogni caso i prodotti vengono brevettati per evitare che altri li possano copiare , anche se poi non viene realizzato.
                      Vi sono stati molti brevetti che sono stati realizzati dopo la scadenza dei venti anni , come i cellulari ed altri prodotti che non mi sovviene .
                      Il fatto che per il momento non vengono realizzati non significa niente , può darsi che in futuro lo saranno , anche perchè molte industrie aspettano che scada il brevetto per copiarlo ed io ne so qualcosa.
                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao

                        tonino scrive

                        Mi pare di aver letto in un altro brevetto che usavano degli airbag invece dei gommoni laterali .
                        Ma come mai questi sistemi non vengono applicati ?
                        zagami risponde

                        Allora se vogliamo parlare di cose serie parliamone, ma non diciamo fesserie.
                        scusa Vincenzo.... probabilmente tonino non diceva fesserie , ma parlava di questo sistema

                        La Gazzetta del Mezzogiorno.it


                        o questo piu' recente


                        http://www.wired.it/scienza/2014/07/...ntro-naufragi/

                        cordialmente

                        Francy
                        Ultima modifica di Mr.Hyde; 01-08-2014, 06:19.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da tonino50 Visualizza il messaggio
                          ... Ma come mai questi sistemi non vengono applicati ?
                          Forse perché inefficienti, o troppo costosi-pesanti-ingombranti-complessi-pesanti ...
                          Dice di farli di kevlar ... quanto costa il kevlar? Sicuri che sia un materiale adatto all' impiego previsto?

                          Commenta


                          • #14
                            Vi ricordo che il termine Inglese airbag non si riferisce solo al sistema di sicurezza delle auto ma si può tradurre anche con sacco gonfiato con aria, ergo quelli proposti da Zagami sono in Inglese airbag.

                            Commenta


                            • #15
                              Esattamente come dici tu Darwin il concetto è lo stesso , infatti il termine indica solamente palloni pieni di aria.
                              La differenza del mio progetto è che non sono dei semplici palloni sferici che spuntano fuori dalle botole , come nel progetto citato da Hyde
                              La Gazzetta del Mezzogiorno.it

                              ma nel mio progetto si usano dei gommoni o tubolari gonfiabili , con la forma tubolare, tipo un tubo che corre lungo tutto il perimetro della nave .

                              Il mio progetto è anteriore e datato 3/02/2012 , ho ancora i documenti originali , quindi questa idea è stata scopiazzata dal mio progetto , pur non essendo del tutto uguale nei particolari .
                              Da notare che io sono già titolare di un brevetto presentato nel 2006 dal titolo GOMMONE CON TUBOLARI SMONTABILI , di cui ho parlato in un altro 3D http://www.energeticambiente.it/veic...ARI+SMONTABILI
                              e mi sono ispirato a questa idea dei tubolari sfilabili dalla struttura portante del natante.
                              Il brevetto si trova qui nel sito UIBM
                              http://www.uibm.gov.it/uibm/dati/Tit...&#ancoraSearch

                              Ma ripeto il mio progetto è diverso da quello degli airbag e migliore come affidabilità , disposto a qualsiasi prova e confronto per chi fosse veramente interessato .
                              Ma in conclusione credo che questo sistema sia un accessorio di sicurezza in più , per salvare anche la nave totalmente , che non è poco.
                              Il costo di questi accessori secondo i miei calcoli non dovrebbe superare il 10 % in più del costo totale di una nave e quindi credo che ne valga la pena .
                              Ultima modifica di experimentator; 02-08-2014, 01:27.
                              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                              Commenta


                              • #16
                                C'è un brevetto del 1993 per un tubolare attorno allo scafo mi spiace sei in ritardo.

                                Patent US2924192 - Safety floats for cabin cruisers - Google Patents
                                questo è addirittura del 1957.
                                Ultima modifica di nll; 02-08-2014, 18:54. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                                Commenta


                                • #17
                                  mi sembra che ci fosse anche un brevetto del 1990 ...ma non riesco a trovarlo

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Va bene Darwin e Hyde non vi dispiacete tanto ... ma non vedete che sono due cose diverse?
                                    Credo che bisogna conoscere bene i progetti di cui si parla prima di esprimere delle opinioni superficiali .

                                    Vorrei aggiungere ancora a rimarcare la superiorità del mio brevetto , che a questo punto non dico i particolari costruttivi, in quanto nel progetto degli airbag , questi tipi di sistemi una volta utilizzati debbono essere sostituiti nuovi , come gli airbag per auto, cioè si possono utilizzare solo una volta.
                                    Nel sistema ideato da me , i gommoni possono essere gonfiati e sgonfiati numerose volte , come dei normali gommoni .
                                    Possono essere fatte delle prove di funzionamento e poi alla fine della esercitazione il tubolare sgonfio può essere ripiegato e posto negli alloggiamenti preposti .
                                    Hasta la vista segnor , violà .

                                    Salutamos.
                                    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da zagami Visualizza il messaggio
                                      ... Credo che bisogna conoscere bene i progetti di cui si parla prima di esprimere delle opinioni superficiali ...
                                      Io invece sono dell' idea che per esprimere giudizi superficiali conoscere bene la materia sia superfluo ...

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Posta in questi termini semantici hai proprio ragione ...
                                        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Vincenzo guarda che io non ho detto che il tuo sistema è uguale !! sei tu che hai detto che quelli la' hanno scopiazzato da te ...ma se il sistema è diverso... nemmeno loro hanno copiato da te ...sbaglio nel ragionamento forse?

                                          Poi la tua domanda di brevetto è stata depositata il 03 febbraio 2012, ma non compare ne il numero di brevetto ne altro , sullo stato domanda c'è scritto respinta .

                                          Mentre la loro domanda è prima della tua ,guarda bene sull'UBIM ...( è tra le prime 3 domande di brevetti del giorno 3 febbraio 2012)

                                          e sullo stato domanda c'è scritto .. non assegnato

                                          io pero' non mi intendo di brevetti , quindi non so' cosa voglia dire questa cosa !?

                                          Francy
                                          Ultima modifica di Mr.Hyde; 02-08-2014, 11:07.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Zagami pensala come vuoi, io ne ho segnalati solo due ma sono disponibili anche altri e anche loro prevedono il gonfiaggio e il rigonfiaggio.
                                            Non volevo iniziare una gara a chi l'ha più lungo o più grosso (anche se ero sicuro che avresti detto il mio è meglio ) il punto è se dopo tanti anni di proposte nessuno le ha mai prese in considerazione ci sarà un motivo? O sono sempre gli altri più stupidi? Anche il miglior brevetto del mondo se non copre un reale e sentito bisogno non viene preso in considerazione.
                                            Ti faccio poi notare che quasi tutti i brevetti coprono la fascia delle imbarcazioni medio piccole ti sei chiesto il perché? (lo studio della EU non fa testo li paga pantalone e chi se ne frega dei risultati).
                                            Mi auto linko:
                                            http://www.energeticambiente.it/ai-c...#post119553343

                                            hai idea delle caratteristiche meccaniche necessarie per serbatoi del genere? In quanto tempo penseresti di gonfiarli? e quando hai una decina di metri di gommone fuori bordo come evacui i passeggeri? con l'elicottero?.

                                            Mi è appena venuto in mente un uso interessante per voluminosi airbag sopra il galleggiamento fabbricati in kevlar! Sistema antiabbordaggio Geniale, vado e lo brevetto!
                                            Ultima modifica di nll; 02-08-2014, 18:49. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Negativo, lo hai descritto, rendendolo ipso facto non più brevettabile.
                                              Beh, a nome dell' umanità ti ringrazio di questa disclosure di un apparato senz' altro utilissimo in tante situaz diverse.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Complimenti anche tu hai delle buone idee , ottimo brevettalo.

                                                Il fatto che ancora non lo abbiano messo in pratica questo metodo non significa che non sia valido, significa che è più costoso .
                                                Non è necessario che siano in kevlar , almeno io non ne ravviso la necessità e potrebbero costare molto di meno di quanto si pensi.

                                                Sono allo studio altri materiali idonei . Il mio progetto ribadisco è unico e completamente diverso dagli altri proposti , ma non bisogna guardare i titoli , ma i particolari costruttivi.

                                                Per quanto riguarda le date posso confermare che il mio progetto è anteriore a quello concorrente , non so in quale modo questi signori lo hanno presentato alla stessa data che compare quello mio .
                                                Mi pare proprio una coincidenza strana , io non ho le risorse economiche per assoldare delle spie all'ufficio brevetti , su questo almeno siamo d'accordo , o no ?

                                                Fatto stà che i mie bollettini di pagamento di cc sono datati 15 giorni prima , data per cui io andai all'ufficio della camera di commercio , ma l'impiegato mi fece riscrivere parte della documentazione perchè secondo lui non idonea e mi rimandò alla data del 03/02/2012 .

                                                Io ogni caso lo ribadisco il mio brevetto è diverso nei particolari , nonostante il risultato finale dovrebbe essere lo stesso.
                                                Anche quello brevetto non è stato approvato.
                                                Ma questo non significa niente, in quanto può essere dovuto solo a questioni formali burocratiche , come nel caso del mio brevetto .
                                                In ogni caso può essere ripresentato con piccole variazioni.

                                                Questo sistema di salvataggio potrebbe evitare l'uso degli altri sistemi di salvataggio , che diventerebbero inutili ed obsoleti , per questo vi è forse una resistenza al cambiamento.
                                                Per come la vedo io questo è il sistema di salvataggio ultimo e definitivo , poi ognuno di voi la può pensare come crede , ma sino a quando non sarà realizzato non lo sapremo .
                                                Prima del recupero della Concordia molti ritenevano che fosse impossibile recuperarla a trascinarla per 200 km .
                                                Le battute ironiche si sprecavano in tutti i forum con previsioni di affondamento in alto mare , anche dette da persone competenti o sedicenti tali.
                                                Ma è stato dimostrato invece il contrario .
                                                Io affermo nuovamente con maggior vigore che questo sistema di salvataggio è utile ed efficace, a chi interessa armatori ed altri dovrebbero fare delle prove in piccola scala .
                                                Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Zagami hai mai pensato di analizzare i rischi connessi a questo sistema di salvataggio?
                                                  Se il sistema non funziona perfettamente, nel caso peggiore di malfunzionamento se si gonfiano i tubolari di un solo lato, puoi immaginare cosa succederrebbe.... , e non mi dire che non è possibile, ti ricordo che anche il Titanic dicevano che era inaffondabile e che le centrali nucleari avevano sistemi di sicurezza a prova di qualunque disastro, poi è successo Cernobyl e Fukushima.
                                                  Tu vedi i tuoi progetti da un punto di vista molto soggettivo e ottimista (come del resto chiunque altro!). Mi spiace di riportarti con i piedi a terra.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ma cosa dici Sepol , ma hai visto bene il progetto che ho presentato all'inizio ?
                                                    Come non possono funzionare da un lato , cosa vuoi dire ?

                                                    In una nave come la Concordia lunga 300 metri ci saranno almeno venti tubolari per lato , anche se ne guasta uno ci sono gli altri .
                                                    Ma perchè dovrebbe guastarsi ? I gommoni in generale sono sempre stati più sicuri di una barca per l' inaffondabilità , prova ne sia che piccoli gommoni sono sempre tenuti come scialuppe di salvataggio in tutte le imbarcazioni .

                                                    Il tubolare è previsto essere composto da più camere d'aria a più compartimenti come nei gommoni migliori che si rispettano.

                                                    Inoltre nel mio progetto io prevedo anche un'altra linea di galleggiamento posta più in alto, diciamo a metà altezza della nave , per assicurare l'assoluta inaffondabilità di tutta la nave .
                                                    Insomma la devi buttare giù con le cannonate o con i missili o mitragliare tutti i gommoni pieni d'aria .

                                                    Originariamente inviato da SE-POL Visualizza il messaggio
                                                    ti ricordo che anche il Titanic dicevano che era inaffondabile e che le centrali nucleari avevano sistemi di sicurezza a prova di qualunque disastro, poi è successo Cernobyl e Fukushima.
                                                    Appunto dicevano che le camere stagne o il doppio scafo avrebbero salvato la nave , ma non è cosi .
                                                    Questo è un accessorio di sicurezza in più , quando le camere stagne sono insufficienti e servono anche a stabilizzare la nave che si inclina da un lato .
                                                    I passeggeri possono esse fatti salire nella parte alta della nave in sicurezza , con calma e poi recuperati.
                                                    Ti sembra un'idea tanto malsana?
                                                    Ultima modifica di experimentator; 03-08-2014, 06:50.
                                                    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da zagami Visualizza il messaggio
                                                      Ma perchè dovrebbe guastarsi ? I gommoni in generale sono sempre stati più sicuri di una barca per l' inaffondabilità , prova ne sia che piccoli gommoni sono sempre tenuti come scialuppe di salvataggio in tutte le imbarcazioni .
                                                      Non mi sono spiegato bene, non ho detto che si guastano i gommoni, ma che si potrebbe guastare il sistema di gonfiaggio.
                                                      Se il guasto è tale che dai un comando per gonfiare tutti i gommoni ma si gonfiano solo quelli di un lato, succede che la nave si ribalta ancora più velocemente, e stiamo parlando di un comando che parte da un posto centrale e se esiste anche la minima possibilità di un guasto come lo ho ipotizzato, può provocare un immediato sbilanciamento e ribaltamento della nave, causando un numero di morti molto superiore a qualsiasi danno causato da un incidente e mitigato da sistemi passivi come la compartimentazione.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Si buonanotte , non mi sono spiegato bene io forrrse .
                                                        Non c'è un sistema di gonfiaggio destro e sinistro come dici tu . Da cosa lo hai dedotto ?

                                                        Ogni sistema di gonfiaggio è autonomo ed indipendente dall'altro e può essere integrato con il sistema generale per consentire il gonfiaggio di tutti i gommoni.
                                                        Perchè si dovrebbero guastare tutti i gommoni del lato destro o sinistro ?
                                                        E' il comandante a scegliere quale gommone gonfiare, oppure in alternativa un sistema automatico computerizzato programmato da specialisti che attiva i gommoni in base alla inclinazione della nave .
                                                        Questi sono particolari che bisognerà definire in fase progettuale e pratica del sistema una volta fatti dei modellini .

                                                        Ma questo non c'entra niente con la validità del sistema di salvataggio .
                                                        E' come dire che abbiamo le scialuppe di salvataggio e non sappiamo se scendere dal lato destro o sinistro .
                                                        Presupporre che tutti i gommoni laterali non si attivano mi pare una ipotesi azzardata non supportata da nessuna evidenza .

                                                        Ma comunque tutte le ipotesi saranno prese al vaglio e valutate .
                                                        Mi sembrano le solite scuse immaginarie di chi rema contro un progetto , come hanno fatto per il salvataggio della Concordia che c'era chi ipotizzava che sarebbe affondata in alto mare e che i sassoni non avrebbero retto al viaggio verso Genova.

                                                        In questa sede stiamo discutendo di un metodo di salvataggio di una nave . Ognuno può dire la sua e proporre altre idee .
                                                        Cercare dei cavilli e dei pretesti secondo me è inutile ed inconcludente e non aiuta alla risoluzione di un problema.

                                                        Originariamente inviato da SE-POL Visualizza il messaggio
                                                        se esiste anche la minima possibilità di un guasto come lo ho ipotizzato, può provocare un immediato sbilanciamento e ribaltamento della nave, causando un numero di morti molto superiore a qualsiasi danno causato da un incidente e mitigato da sistemi passivi come la compartimentazione.
                                                        Da cosa lo evinci che si avrebbe un immediato ribaltamento della nave ? Hai fatto delle prove ?
                                                        La compartimentazione non viene disattivata, ma è la attiva viva e vegeta sino a quando tutti i compartimenti stagni sono integri . I gommoni laterali vengono attivati solo se i compartimenti stagni danneggiati sono superiori a quelli previsti, come è successo per la Concordia .
                                                        Ancora forse non lo hai capito , questo è un accessorio di sicurezza in più , a quelli già esistenti e si attiva solo se i precedenti si dimostrano inefficaci .
                                                        Questo è un sistema di sicurezza globale totale e definitivo o ultima ratio . Se morti ci saranno non sarà certo per i gommoni laterali , ma per gli altri sistemi di sicurezza che si sono dimostrati inutili .

                                                        Fate delle proposte più concrete per favore e non cercate il pelo nell'uovo quando l'uovo è ancora fresco .
                                                        Ultima modifica di experimentator; 03-08-2014, 05:05.
                                                        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da zagami Visualizza il messaggio
                                                          Ancora forse non lo hai capito , questo è un accessorio di sicurezza in più , a quelli già esistenti e si attiva solo se i precedenti si dimostrano inefficaci .
                                                          Ok zag ora ho capito il concetto , gli altri sistemi di salvataggio sono comunque presenti nella nave , non vengono esclusi .

                                                          Un'altra osservazione vorrei fare nel sistema ad airbag proposto da Hyde, La Gazzetta del Mezzogiorno.it
                                                          questi si gonfiano con della cariche esplosive che rilasciano un gas che dovrebbe riempire il pallone . In questo caso se le cariche falliscono in pratica l'airbag non si gonfia . In questo caso allora si sono cavoli amari . Per poterlo riutilizzare nuovamente si dovrebbero sostituire le carche esplosive . A parte che quanto esplosivo dovrebbe essere previsto , per gonfiare enormi palloni galleggianti ? Ed i gas che si sprigionano non sarebbero pericolosi per le persone a bordo ?
                                                          Ma mi pare un sistema non tanto convincente.

                                                          Invece il sistema da te proposto mi pare utilizzi solo aria , o no ?
                                                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Vincenzo ti auguro che il progetto vada a buon fine

                                                            cordialmente

                                                            Francy

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR