annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Elettrolisi dell'urina con elettrodi al palladio.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Elettrolisi dell'urina con elettrodi al palladio.

    Salve, mi presento, mi chiamo *** Basta il nickname che ti sei scelto. nll *** e NON sono un fisico, ma ho buone nozioni di chimica derivanti dai miei titoli di studio.
    L'inefficienza dei motori HHO è la difficile scissione delle molecole se non si usa un elettrolita a veicolare più facilmente gli elettroni nella soluzione.
    Per qualche misteriosa ragione, l'elettrolita più usato è il cloruro di sodio, che produce oltre ad idrogeno e ossigeno anche cloro e nella soluzione ipoclorito di sodio (candeggina).
    Sarebbe più conveniente utilizzare come elettrolita l'idrossido di sodio, che garantisce un maggior apporto di idrogeno e ossigeno, o meglio ancora acqua altamente minerale, poiché contiene ioni liberi.
    Ma comunque la reazione non sarebbe ottimale.

    Qui la mia proposta:
    L'urea contiene 4 atomi di idrogeno, uniti al carbonio da legami debolissimi.
    L'urina inoltre è la miglior soluzione elettrolitica disponibile, poiché non contiene intermediari ma ioni liberi aumentando così la conduttività elettrica.
    Una soluzione in peso di 1 kg di urina per 100 gr di idrossido di sodio e 20 grammi di idrossido di potassio dovrebbe garantire il 400% di efficienza in più rispetto alle classiche celle elettrolitiche HHO.
    Il palladio inoltre è un ottimo catalizzatore, incorruttibile a simili condizioni e velocizza la scomposizione degli atomi di idrogeno.

    SVANTAGGI:
    Il calore sviluppato raggiunge i 300°C.

    VANTAGGI:
    Fino al 400% in più di efficienza rispetto alle celle HHO.
    Reazione velocizzata dal palladio che funge da catalizzatore inerte.
    Gli elettrodi non dovranno mai essere rimpiazzati.
    Alta produzione di idrogeno.
    L'urina è di facile reperibilità come gli idrossidi.
    La cella si può pulire molto più facilmente che quelle basate su soluzione elettrolitica a base di acqua e cloruro di sodio.

    Queste sono le mie deduzioni, ho anche fatto alcuni test in proposito, con grande successo.
    Sarò sincero, non uso le celle elettrolitiche per l'auto ma per produrre una fiamma con calore sufficiente a sciogliere certi metalli, ed ho notato che le temperature più elevate si producevano con la soluzione sopra descritta.
    Inoltre ho notato che con il palladio come catalizzatore le reazioni avvenivano molto più velocemente.
    In 20 minuti ho gonfiato un palloncino di 6 lt di idrogeno con questo metodo, mentre di soli 2 lt con HHO a soluzione salina altamente concentrata.
    Dalla combustione del gas, ad analisi spettrografica, ho notato che nella cella HHO altamente salinizzata producevo anche evidenti quantità di cloro (tossico per l'ambiente, corrosivo per i vostri motori, pericoloso per voi stessi).
    Mentre con urina e idrossidi di sodio e potassio, un mio amico del CNR ha detto che per il 93% il gas prodotto era idrogeno.

    Dimenticavo, corrente utilizzata 24V dc 1.878 Amp.
    Fatemi sapere cosa ne pensate.
    Saluti!
    Ultima modifica di nll; 20-08-2014, 12:19.

  • #2
    "... 1 kg di urina per 100 gr di idrossido di sodio e 20 grammi di idrossido di potassio dovrebbe garantire il 400% di efficienza in più rispetto alle classiche celle elettrolitiche HHO ..."

    Definisci "efficienza" per piacere?

    "
    SVANTAGGI:
    Il calore sviluppato raggiunge i 300°C."

    Il calore sviluppato dove, nella cella?
    Allora è una cella in pressione a circa cento bar, piena di soda caustica.
    Chapeau!

    -------------------
    -------------------

    "... Una soluzione in peso di 1 kg di urina per 100 gr di idrossido di sodio e 20 grammi di idrossido di potassio dovrebbe garantire il 400% di efficienza in più rispetto alle classiche celle elettrolitiche HHO ...

    ... in 20 minuti ho gonfiato un palloncino di 6 lt di idrogeno con questo metodo [...]
    corrente utilizzata 24V dc 1.878 Amp ..."

    Quindi, una potenza di (24V x 1,878 A = ) circa 45 watt;

    45 W x 20 min = 900 Wmin;

    900 Wmin : 60 min = 15 W;

    20 min x 60 s/min = 1 200 s;

    15 W x 1 200 s = 1 800 Ws;

    1 800 Ws = 1,8 kWs;

    1,8 kWs : 3 600 s/h = 0,5 kWh.


    Giusto quanto sopra, la tua cella ha impiegato 0,5 kWh per ricavare 6 litri di idrogeno; assumendo che si tratti di standardlitri, in peso fa circa 0,6 grammi.

    0,5 kWh : 0,6 g = 0,83 kWh/g.

    Mio cugino che lavora all' INFN mi ha detto che l' elettrolisi industriale al 100% di efficienza produce 1 kg di Idrogeno usando circa 55 kWh di energia elettrica, quindi nel rapporto di 1 grammo di Idrogeno per 0,055 kWh.

    Salvo errori, il tuo sistema consuma circa dieci volte quanto consuma l' elettrolisi industriale (la quale in grandi impianti lavora a circa il 90 % dell' efficienza teorica).

    Quindi ti rinnovo la richiesta di definire il tuo concetto di "efficienza", in quanto "il 400 % in più delle classiche celle elettrolitiche ad HHO" mi appare incongruo; già che ci sei definisci anche, o descrivi, come è fatta una classica cella elettrolitica ad HHO.

    ---------------------
    ---------------------

    Il palladio inoltre è un ottimo catalizzatore
    Come lo sai?

    calore sufficiente a sciogliere certi metalli
    Sciogliere?

    Fatemi sapere cosa ne pensate.
    sei sicuro di volerlo sapere?



    AM
    Ultima modifica di Al Mizar; 21-08-2014, 07:14.

    Commenta


    • #3
      Uh certo hai ragione, come poter paragonare l'elettrolisi domestica a quella industriale ad alta efficienza? Un po arduo...
      Sciogliere metalli con la torcia, sì è possibile, non tutti i metalli hanno punti di fusione superiore ai 1400°C.
      Io avevo chiesto un vostro parere, ma voi mi avete risposto ridicolizzandomi (avreste potuto rispondere in maniera più consona e garbata, il mio non era un attacco), pertanto ho fatto qualche ricerca e vi rispondo con dei link, ho scoperto che non sono stato il solo a pensarci

      Qui un video

      Qui ne parlano dei chimici

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Emanon Visualizza il messaggio
        ... come poter paragonare l'elettrolisi domestica a quella industriale ad alta efficienza? ...
        Con moltiplicazioni e divisioni ci sono riuscito senza tanta fatica.

        Sciogliere metalli con la torcia, sì è possibile
        No non è possibile, casomai li fondi.

        non tutti i metalli hanno punti di fusione superiore ai 1400°C
        E allora?

        voi mi avete risposto
        voi chi, scusa?

        mi avete risposto ridicolizzandomi
        quale sarebbe esattamente l' espressione ridicolizzante?

        avreste potuto rispondere in maniera più consona e garbata
        Tu scrivi di efficienza 400%, a me sembra molto consono chiederti la tua definizione di efficienza.
        Per il garbo, ci ho messo "per piacere".

        Trovo molto consono chiederti particolari su "calore sviluppato raggiunge i 300 °C", infatti ti ho chiesto se avviene nella cella, non mi pare sia una cosa sgarbata chiedere particolari su una misura;
        "chapeau" è una espressione di meraviglia al leggere che -assumendo, forse erroneamente, che i 300 °C tu li abbia misurati nella cella- perché per raggiungere tale temperatura in presenza di acqua ci vuole una pressione di circa cento bar; difficile trovare un dilettante che lavori in queste condizioni di P, T, e pH.

        vi rispondo con dei link, ho scoperto che non sono stato il solo a pensarci

        Qui un video

        Qui ne parlano dei chimici
        Che non sei stato il solo a pensarci significa niente; al moto perpetuo ci hanno pensato in milioni per migliaia di anni e ancora siamo al caro babbo.

        Il video non lo posso aprire.

        I chimici non dicono una cosa semplicissima: quanta energia elettrica ci vuole col loro sistema per ottenere una quantità data di Idrogeno. Tra l' altro loro lavorano -dicono- a 0, 37 V e tu a 24 V.

        Per cui:
        definisci "efficienza";
        dici dove si è sviluppato un "calore di 300 °C;
        dici da dove ricavi che "il palladio è un ottimo catalizzatore".

        Poi magari dici cosa ti hanno fatto di male le unità di misura per maltrattarle come fai.
        Ultima modifica di nll; 22-08-2014, 00:15. Motivo: Riparato tag QUOTE

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Emanon Visualizza il messaggio
          Salve, mi presento, mi chiamo ........ e NON sono un fisico, ma ho buone nozioni di chimica derivanti dai miei titoli di studio.
          Perchè per avere nozioni di chimica bisogna essere un fisico ? Quali sono i tuoi titoli di studio allora per sapere la chimica?

          Per le altre risposte ti ha detto abbastanza Mizar , non voglio inveire più di tanto.
          Vedi a 300 gradi a P 1 atm l'acqua di cui è composta l'urina evapora ed ottieni solo sali per cui la corrente non circola più e non si sviluppa idrogeno.
          E poi perchè questa elettrolisi dell'urina a 24 V , per ottenere idrogeno e quindi energia ? E perchè a 24 V quando sono sufficienti 2-3 V?
          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

          Commenta


          • #6
            Io direi che è una discussione ottima... Dovremmo svilupparla...

            Commenta


            • #7
              Infatti, è molto interessante!

              Commenta


              • #8
                QuasiQuasi quasi sviluppo una cellettina e provo... Il problema sorge nel recuperare elettrodi al palladio e togliere la schiuma esplosiva... Si potrebbe sviluppare una cella con sopra un defangatore al contrario magari convogliando la schiuma in un tubo poroso...

                Commenta


                • #9
                  Immagino già le case del futuro con sanitari separati per pipì e popò,
                  l'orinatoio unico per maschi e femmine,
                  e questo semplice impianto per l'autoproduzione energetica:
                  File allegati

                  Commenta


                  • #10
                    Hahahaha!!! Effettivamente fa ridere ma è pursempre molto interessante... Anche un pochino schifoso... Ma interessante...

                    Commenta


                    • #11
                      Perchè ridere, quì si tratta di riciclare tutti i nostri scarti, si può fare anche con la popò,
                      per ricavare prodotti utili, invece che buttare tutto nelle fogne...
                      Come gli antichi alchimisti, trasformiamo tutto in oro...

                      Piuttosto, Venom, la cella produce anche calore?
                      Ultima modifica di Franco52; 22-02-2015, 09:52.

                      Commenta


                      • #12
                        Non penso... Non ho ancora provato...

                        Commenta


                        • #13
                          La cella ad urina, come qualsiasi cella elettrolitica produce calore quando la quantità di elettroliti disciolti è errata (di solito troppo alta); si comporta né più, né meno, di una normale resistenza elettrica.
                          Come paragone sensato si può pensare ad una cella efficiente come ad una lampadina a LED, una inefficiente, come ad una vecchia lampadina ad incandescenza.
                          Nella fattispecie della cella in esame, generalmente, visto che l'urina è già una soluzione comprendente elettroliti, non è necessario aggiungerne altri. A dimostrazione di quanto detto (fonte wiki) l'urina presenta una resistività di soli 0,3 ohm x mm2 (poco più del piombo)
                          Domotica: schemi e collegamenti
                          e-book Domotica come fare per... guida rapida

                          Commenta


                          • #14
                            Questa delle elettrolisi della urina è proprio la peggiore bestialità che abbia mai sentito dire su questo forum ed altrove .

                            Forse qualcuno ha dimenticato quante sostanze vi sono contenute all'interno di una "semplice urina " , sostanze corporee inorganiche ed organiche .

                            Per cui dalla elettrolisi non si sviluppa solo l'idrogeno ed ossigeno come qualcuno sbagliando puo' pensare , ma sostanze impreviste ed imprevedibili oltre ad i problemi di ordine sanitario che possono sorgere per trasmissione di malattie di cui è portatrice l'urina stessa .

                            Quindi direi di coprire con velo pietoso questa idea malsana .
                            Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                            Commenta


                            • #15
                              si.. in effetti è sicuramente meglio l'acqua o qualunque altra soluzione inorganica...

                              Commenta


                              • #16

                                Note di Moderazione:
                                spostata ai confini, non è fino a prova contraria un sistema utilizzabile concretamente sui veicoli...

                                Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                I miei articoli qui:
                                https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                Commenta


                                • #17
                                  Ai confini della scienza e della penisola
                                  "Non e' fino a prova ......."

                                  La guspinese impianti urina e' già' realtà' .?
                                  Ultima modifica di freee; 25-02-2015, 00:05. Motivo: grazie alla moderazione di venom

                                  Commenta


                                  • #18

                                    Note di Moderazione:
                                    "ai confini" non vuol dire al confino. E' una sezione ancora più aperta alle idee "originali" di quella sulle energie controverse.

                                    Al momento io la vedo come una idea originale ma sicuramente OT nella sezione dedicata ad applicazioni su autovetture... se e quando la Guspinese Impianti Urina svilupperà almeno un prototipo di veicolo ne riparliamo...


                                    Vi ricordo invece che anche qui ai confini vale il regolamento, in particolare la regola n.12

                                    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                    I miei articoli qui:
                                    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X
                                    TOP100-SOLAR