annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La "fisica aliena" di Uforobot

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La "fisica aliena" di Uforobot


    Note di Moderazione:


    Visto che il forum è pieno di thread iniziati da Uforobot... anche lui si è meritato un angolino tutto suo, ed è QUI e SOLO QUI che d'ora in poi dovrà inserire le sue "teorie extraterrestri"

    Chi vorrà parteciperà, senza esagerare con il dileggiamento






    http://www.nuovaricerca.org/Esperimenti%20Decisivi.pdf


    Osservano la figura 1 del PDF sopra indicato si nota lo schema di un occhio che guarda.
    Posizionando un pannello fotovoltaico lungo la rivoluzione della Terra e ponendo una sorgente di luce artificiale contro il pannello.

    La parte del pannello attiva, (dove i raggi della luce vengono utilizzati), deve guardare il senso di moto del pianeta Terra intorno al sole.
    Si nota che il pannello produce più energia rispetto alla parte opposta, infatti se invertiamo il pannello nella parte opposta: il pannello eroga meno energia.

    Se non sbaglio, quell'energia in eccesso è free energy.

    Questo è spiegabile perchè l'etere si muove lungo la direzione del moto del pianeta Terra e la velocità dell'etere si somma con quella della luce, rendendo quest'ultima più energetica.
    ------------------------------

    Lo stesso ragionamento può essere applicato anche all'accelerazione di gravità, infatti (utilizzando una medesima sorgente di luce) un pannello attaccato al soffitto che guarda verso il basso produce meno energia dello stesso pannello attaccato sul tetto che guarda verso l'alto.
    Questo è spiegabile perchè l'etere si muove in direzione del centro del pianeta Terra e la velocità dell'etere si somma con quella della luce, rendendo quest'ultima più energetica.

    -----------------------------

    Quindi quando si installano dei pannelli fotovoltaici, conviene sfruttare la free energy, e per sfruttarla occorre posizionali i pannelli tenendo conto del moto della Terra oppure tenendo conto della direzione dell'accelerazione di gravità.

    Gli installatori di pannnelli fotovoltaici sbagliano quasi sempre perchè quando installano i pannelli, non tengono mai conto del moto della Terra o dell'accelerazione di gravità o nessuno dei 2.
    Ultima modifica di richiurci; 15-07-2019, 11:20.
    i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

  • #2
    Originariamente inviato da uforobot Visualizza il messaggio

    Gli installatori di pannnelli fotovoltaici sbagliano quasi sempre perchè quando installano i pannelli, non tengono mai conto del moto della Terra o dell'accelerazione di gravità o nessuno dei 2.

    Quindi secondo questa teoria come dovrebbero essere posizionati i pannelli FV e quale margine di resa maggiore dovrebbe avere il corretto posizionamento ???

    Commenta


    • #3
      A.C.N.R.

      Può sorgere a questo punto legittima la domanda: - Come mai se alla nostra antenna ricevente arrivano solamente onde di spazio fluido buie, silenti, e prive anche di elettricità e magnetismo,

      (sono onde elettromagnetiche n.d.r.)

      noi stando davanti al nostro schermo televisivo vediamo invece immagini luminose e colorate muoversi e le udiamo parlare o cantare?-
      Per rispondere a tale domanda, bisogna almeno riassumere per sommi capi la tecnologia elettronica del nostro apparecchio ricevente di televisione.
      E’ pure evidente che si può dirigere la forza centrifuga risultante 4Fc, nella direzione voluta, orientando l’intiero apparecchio verso di essa. Il motore a forza centrifuga propulsiva sopra descritto, è stato da me brevettato nel 1933, porta il n. 312496 (Fig.1 - Fig.2), ed è stato sperimentato innumerevoli volte con esito positivo alla presenza di personalità del mondo culturale ed industriale, e di migliaia di studenti universitari in diverse città italiane. Dettagliate notizie su questi esperimenti sono state pubblicate dalla stampa internazionale.

      Hai capito mò?

      Commenta


      • #4
        Vorrei costruire un piccoliSSSimo ponte di Einstein-Rosen (variante Gauss-Bonnet)

        ma non so da che parte cominciare.

        Serve un elettromagnete ?
        e se serve, che forma dovrebbe avere ?
        Serve un contenitore nella quale fare un pò di vuoto ?
        Serve un alimentatore di alta tensione ?
        La tensione deve essere in continua o alternata ?
        e se alternata, che frequenza ?
        e la forma d'onda ?
        -------------------------------
        Dopo realizzato vorrei utlizarlo per movimentare un batterio o al massimo una zampetta di zanzara.

        Niente spostastamenti temporali e stupidate simili !
        A me interessa solo movimentari oggetti microscopici.

        So che questa realizzazione è molto difficile, ma premetto che la mia pretesa è movimentare un piccolissimo microbo, al massimo una zampetta di zanzara.
        Non è mia intenzione movimentare un elefante o aereo, perché già è molto difficile movimentare un microbo, figuriamoci un oggetto grosso.

        Ponte di Einstein-Rosen - Wikipedia

        Come si vede nel link sopra, ci sono varie configurazioni.
        Escludo a priori quelle configurazioni che utilizzano materia esotica perché il ferramenta non la vende, quindi va bene la configurazione originale del teorema di GaussBonnet (vedi link Teorema di Gauss-Bonnet - Wikipedia )

        ----------------
        Penso anche che si potrebbe fare la free energy con questo sistema, perché movimentando un magnete da una posizione ad un'altra, è possibile fare spingere un rotore di un motore elettrico.
        Quando i 2 magneti (che si stanno attirando fra di loro), sono in fase di avvicinamento, guadagno energia ! Che poi perderò quando inizierà l'allontanamento.
        Ma nel caso del ponte, non perderei niente perché nel momento opportuno il magnete scompare, chi lo fa scomparire ?
        Lo fa scomparire il ponte di Eistein-Rosen, che poi lo fa ricomparire quando ci sarà la fase di avvicinamento.

        Insomma lo scopo è quello di fare un motore magnetico, ma non quelle cose che fa Mister Mostromagnetico, io voglio progettare un qualcosa di diverso.
        i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

        Commenta


        • #5
          Già... bella alternativa... meglio del pendolo...

          Sarebbe da Nobel sia lo studiare in vero Empirismo le interazioni tra magneti permanenti
          e poi con pura matematica le bizzarrie della Fisica Quantistica.

          Le FASI di quello che hai in mente sono di spostare materia (perché no un tuo capello?)

          Però il wormhole è un passaggio spazio-temporale... cioè se si passasse trasporta altrove... in un altro spazio-tempo

          Pensi che si possa studiare un passaggio tipo wormhole
          che sposta un campo magnetico tipo scostarlo abbastanza
          per fare in modo di applicare un passaggio del moto di spinta continua realizzato con le calamite ?

          Io e Giorgio abbiamo studiato i FluxGate, che sono come passaggi con campo di forze a clessidra coricata...

          Però non è possibile agire sul rendere come un wormhole, cioè torcere i campi ad elica spirale doppia,
          che attrae sino al punto centrale e poi come spingere senza alcuna resistenza (controcampo di smorzatura).

          Studiando su superficie conica non ho trovato alcuna composizione strana utile, nessuna!

          La condizione per realizzare circa un wormhole (meglio dire FluxGate) è solo a cintura, su geometria ad anello, con le sorgenti di campo irradiante su come punti che stanno su un anello... e solo così, dunque una specie di membrana di campi magnetici permanenti che convergono verso il centro con medesima polarità e solo così.

          L'idea di Giorgio in particolare non prendeva la realtà, l'immaginazione cercava di rendere per forza un mono-polo anziché dipolo magnetico permanente ma la realtà è che mono-polo è appunto l'interazione reale, brutta o bella che sia, tra due o più calamite.

          L'altro polo del sistema complessivo dato da dipoli OCCORRE, ma non serve affatto, sono UTILI solamente i campi di interfaccia, meglio se appunto le parti scorrono, e questo è reale, vero, studiabile per esperienze ed anche si spera con misurazioni...

          In altre parole l'interazione per attrazione agisce per catturare senza possibilità di uscire dalla cattura di campo di forza, dato che l'inerzia va a zero, sparisce!

          Mentre la repulsione agisce sia al centro del FluxGate e poi agisce per spinta, insieme all'inerzia.

          In repulsione c'è la mia idea, Giorgio non abbandona la sua, cioè lo sbloccare l'attrazione.

          E' dunque evidente come potrai continuare questa ricerca:
          attaccare il problema del trasformare l'attrazione in campo opposto appena occorre
          (a tempo di esecuzione di macchia sperimentale).

          E fare tutto in Matematica, perché ora ripeto:

          La ricerca empirica o per esperienze, ha il problema di trovare una anomalia, meglio due...
          DUE ANOMALIE NELLO STESSO VERSO DEL MOTO ricercato,
          che può essere uno dei due, e per ricerca passare da momenti in moto orario e viceversa, antiorario.

          A stantuffo tutto è più facile, perciò devi trovare un modello di macchina seguendo la ricerca in Matematica.
          Attrarre e respingere a tempo di possibile [ intervento quantistico sui campi magnetici permanenti ].

          Se conosci Matematica non serve costruire, perché si reggono da sé le idee matematiche (se i calcoli sono giusti).

          Intanto metti questa stringa in ricerca col browser: [ costruzione ponte einstein rosen ]

          Però rimanere convinti che le calamite dapprima le si fa attrarre e ci vanno e poi le si fa allontanare...
          e altri modi sono esoterismi, fantasie... mah... idea radicata assai !

          P.S. davvero con le parole mandi la repulsione al patibolo,
          e con il trattamento delle parti come viene raccontato dalla fantasia sui vampiri texani.


          Invece, cerca [ computer quantistico ] dovresti arrivare sulle informazioni appunto di controllo diretto sugli [ spin atomici ]
          e come i ricercatori perturbano... mi sembra che usino il laser...

          Dunque colpendo col laser (dopo molta matematica, altrimenti rischi di disintergrare) dovrai tentare un esperimento da Nobel, cioè l'inversione di campo magnetico permanente polare, semplicemente invertendo tutti i dipoli a tempo di esecuzione di un motore magnetico semplice, uno stantuffo... Per me la ricerca così sarebbe grandiosa, sempre se qualcuno ci informi se è possibile e a che livello, sicuramente come è stato detto (oltre la laurea, oltre la ricerca standard) e poi il laboratorio penso che sta solo nelle università ben dotate...

          Per realizzare in semplicità invece solo a livelli di Einstein ... è un bel problema, è il tipo di cervello che occorre, sono rarissimi quelli come di Einstein, di Coxteter, eccetera...

          Per il ponte direi è meglio ipotizzare come al solito che per ottenere questa anomalia occorre tantissima energia... e fantasticare ma non potere iniziare a costruire !

          Ecco qua penso la strada da seguire, un riporto di info per poi andare altrove per la sostanza di questa notizia:
          Nobel per la Fisica ai due padri del computer quantistico - Tom's Hardware

          Sarebbe un laser a fotoni... magari trovi la quantità di energia impiegata per la variazione... che appunto APRE il secolo alla ricerca tecnologica. Che notizie... ciaoooooo
          Ultima modifica di mostromagnetico; 19-11-2012, 18:44.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da mostromagnetico Visualizza il messaggio
            occorre tantissima energia...
            Dipende dalla quantità di massa dell'oggetto che si vorrebbe spostare, per questo io dicevo di movimentare un microbo, al massimo una zampetta di zanzara.


            Originariamente inviato da mostromagnetico Visualizza il messaggio
            Invece, cerca "computer quantistico" dovresti arrivare sulle informazioni appunto di controllo diretto sugli "spin atomici"
            e come i ricercatori perturbano... mi sembra che usino il laser...
            Ho cercato e ho trovato questo
            teoria generale Rabazon

            Nelle ultime righe in basso parla anche li di supercomputer quantici, che mi sembra permetterebbero di prendere energia dal nulla o comunque di viaggiare nel vuoto in modo conveniente.


            Con il copia ed incolla, riporto qui di seguito l'impiego del magnetismo
            per controllare l’energia di dilatazione spaziale occorre un computer potentissimo con frequenze di clock superiori a 10-25 hz che effettua una misurazione di un volume di spazio con raggio
            inferiore a 10-33cm in un condensato di bose con temperatura inferiore a 10-15 k°
            creato e controllato nello spazio con laser e campi magnetici
            A prua si forma un condensato di bose con un raggio superiore a 100mt sempre controllato da raggi laser e campi magnetici con uso di idrogeno magnetico e in altre parti procederemo a spiegarne la produzione
            Immagini di onde d’urto di raggi laser
            http://www.gencodex.com/rabazon.zip

            Siccome per ottenere energia dal niente serve il super freddo, e siccome l'universo su sta raffreddando....
            E' inevitabile che prima o poi ci sarà un'altra apocalisse di tipo big bang.
            i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

            Commenta


            • #7
              Speriamo di riuscire a tentare prima del Big Crunch - Wikipedia

              Commenta


              • #8
                Se invece vorrei costruire un ponte di einstein-rosen come il modello fatto con il grafene e i nanotubi come posso fare?
                Quello che vorrei chiederle è se posso riprodurre l'esperimento, se si come farlo con i materiali che trovo in giro...

                PS:non conosco molto la fisica quantistica, in realtà non ne conosco praticamente niente, quindi mi scuso se il messaggio non è scritto con un linguaggio scientifico

                Commenta


                • #9
                  Io invece ci sono riuscito a costruire un ponte .
                  Volete sapere come ?
                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Justaguy Visualizza il messaggio
                    Se invece vorrei costruire un ponte di einstein-rosen come il modello fatto con il grafene e i nanotubi come posso fare?
                    Io penso che prima di tutto ti dovresti imparare l'italiano, a cominciare da come si mettono le maiuscole e almeno almeno fino ai congiuntivi.

                    Commenta


                    • #11
                      Io invece ho costruito un ponte con due scale , non so come si chiama , ma ha funzionato .
                      Dovevo pitturare la facciata , ho messo una scala a forbice di alluminio da un lato mentre da un altro lato ho messo una scala di legno ed ho inchiodato due tavole di legno , poi ho messo come ponte un tavellone ,una grossa tavola di legno lunga 4 metri .
                      Lo chiamerei ponte alluminium-legnum , altro che natotubi di grafene .
                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                      Commenta


                      • #12
                        Impedire il rallentamento della rotazione terrestre

                        Circa 4 miliardi di anni fa, la Terra compiva un giro su se stesso ogni 6 ore, oggi lo fa ogni 24 ore.

                        Il rallentamento ancora oggi prosegue, infatti ogni tanto viene data comunicazione di retrocedere gli orologi di 1 secondo; questo per compensare il rallentamento.

                        Ma anziché manomettere gli orologi, si potrebbe impedire il rallentamento della rotazione del pianeta Terra.
                        Come ?

                        Costruendo 2 centrali nucleari posizionate una al centro del polo nord e una al polo sud sud.

                        Ogni centrale nucleare deve alimentare un gigantesco motore elettrico.

                        Il senso di rotazione del rotore del motore elettrico è molto importante, durante la fase di accelerazione, il rotore deve accelerare in senso opposto alla rotazione del pianeta; per reazione la carcassa del motore accelera il pianeta Terra nel verso che sta girando.

                        Ovviamente i 2 motori devono essere sincronizzati; messaggeria radio satellitare servirà al caso.

                        Ovviamente il rotore del motore non può accelerare all'infinito, prima o poi l'accelerazione dovrà rallentare e rallentando il pianeta riceverà un contraccolpo inverso che lo decelera ancora di più.

                        Quindi sembra che è tutto inutile, cioè i 2 motori non servono niente.

                        In realtà non è vero che non servono niente perché sul perno del gigantesco rotore è montata una piscina di forma rotonda, piena di acqua.

                        Durante la fase di accelerazione, le valvole sono aperte e dalla piscina rotante esce acqua che viene spruzzata tutta intorno.

                        Questo fatto di spruzzare acqua tutto intorno è un trucco per ingannare la famosa legge di azione e reazione; durante la fase di accelerazione la massa della piscina è molto grande e la reazione è gigantesca (questa reazione tende ad accelerare il pianeta Terra), durante la fase di decelerazione, la piscina è ormai vuota e la reazione che tende a rallentare il pianeta è molto piccola.

                        E' ovvio che se io voglio accelerare il pianeta Terra, qualcosa d'altro deve accelerare nel senso opposto !... Questo qualcosa d'altro è l'acqua.

                        Se volessi decelerare l'acqua, dovrei dare un contraccolpo che rallenta ancora di più il pianeta Terra, ma io sono furbo e spruzzo acqua tutto intorno, alla fine la massa che gira in opposizione al pianeta è molto piccola.
                        I 2 motori devono continuamente accelerare e decelerare, accelero grande massa di piscina piena e decelero piccola massa di piscina vuota.

                        In questo modo il pianeta cessa di rallentare e addirittura con il passare dei secoli, potrebbe aumentare leggermente la sua velocità angolare.

                        Certo i motori devono essere potenti, parlo di giga watt cioè il motore deve essere grande come un palazzo e alimentato da una centrale nucleare che è ancora più grande.

                        Avrei voluto fare un disegno per meglio rendere le cose più chiare, ma chi è intelligente può capire anche senza disegno.
                        i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                        Commenta


                        • #13
                          Io non sono intelligente , non l'ho capito forse è meglio che fai il disegno .

                          Una domanda ma come mai hai deciso di metterli ai poli , non sarebbe meglio all'equatore avendo un maggiore effetto leva ?
                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                          Commenta


                          • #14
                            non mi sembra che all'onu stiano discutendo sul problema dell'allungamento delle
                            giornate,forse ci sarebbero argomenti più attuali,il riscaldamento globale le migrazioni
                            i dazi commerciali,

                            Commenta


                            • #15
                              bon, ci prendiamo per tempo e cerchiamo di risolvere il problema fin da ora...
                              Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da uforobot Visualizza il messaggio
                                Ma anziché manomettere gli orologi, si potrebbe impedire il rallentamento della rotazione del pianeta Terra.
                                Quali problemi potrebbero scaturire dal naturale rallentamento della rotazione terrestre?
                                Se tra 5800 anni un periodo di rotazione sarà più lungo di un'ora rispetto ad oggi, cosa vuoi che succeda?

                                Sarei più preoccupato dello speco di risorse (combustibile nucleare, costi e smaltimento sicuro delle scorie) del sistema da te paventato.

                                Ciao
                                L'aspirazione alla verità è più preziosa del suo sicuro possesso [Lessing]

                                Commenta


                                • #17
                                  Naturalmente è solo una pensata di UFO .

                                  Però visto che una volta la giornata durava 6 ore , ma vi immaginate quanti vantaggi ?


                                  Facevi 2 ore al giorno di lavoro ed andavi a casa . Un mese passava subito ed il 27 busta paga , che pacchia .
                                  Quando avevi 17 anni andavi in pensione subito era come se ne avessi 68 anni . Inoltre quando avevi 50 anni era come ne avessi 200 .
                                  Mi ricordo che Noè risultava che aveva 900 anni .
                                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                  Commenta


                                  • #18
                                    quindi vivremo di meno fra un milione di anni il sistema pensionistico andrà in equilibrio

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                      Sarei più preoccupato dello speco di risorse (combustibile nucleare, costi e smaltimento sicuro delle scorie) del sistema da te paventato
                                      Penso si potrebbe risolvere evitando le centrali nucleari ed alimentando i supermegagiga-motoroni elettrici con una squadriglia di DeLorean dotate di trolley per raccogliere i Terawatt necessari direttamente dai fulmini!
                                      Sarebbe più ecofriendly!
                                      Mi pare che uno scienziato americano, certo Zemeckis, abbia già studiato la fattibilità del progetto...
                                      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da atomax Visualizza il messaggio
                                        Quali problemi potrebbero scaturire dal naturale rallentamento della rotazione terrestre?
                                        Se tra 5800 anni un periodo di rotazione sarà più lungo di un'ora rispetto ad oggi, cosa vuoi che succeda?
                                        Spero tu sappia che il campo magnetico terrestre ci protegge dalle radiazioni mortali del sole e che tu sappia anche che il campo magnetico dipende dalla rotazione del pianeta.
                                        Si sa che il magnetismo è generato dal movimento di cariche elettriche, ebbene nel nucleo incandescente del pianeta Terra ci sono cariche elettriche che per forza di cose devono muoversi per causa dell'inerzia della rotazione del pianeta, se la rotazione su se stessa rallentasse troppo, il campo magnetico che ci protegge si indebolirebbe troppo e quindi niente protezione, quindi tumori e nascite di esseri deformi.

                                        Paradossalmente le centrali nucleari di cui parlavo nell'apertura di questa discussione, sono utili per evitare le radiazioni nucleari.

                                        Ecco un disegno che mostra l'idea
                                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   fonntana.png 
Visite: 1 
Dimensione: 28.2 KB 
ID: 1966764

                                        ----------------------------------------
                                        FASE 1
                                        la gigantesca piscina è vuota, molte pompe sparse qua e là riempiono la piscina, ovviamente le saracinesche sono chiuse altrimenti la piscina non si riempirebbe mai.
                                        Durante questa prima fase il pianeta non riceve nessuna spinta.
                                        ----------------------------------------
                                        FASE 2
                                        Viene premuto il pulsante che avvia il gigantesco motore elettrico da 100 gigawatt, l'avviamento dura 5 minuti cioè 300 secondi, il rotore gira in senso orario e quindi lo statore riceve una fortissima torsione in senso antiorario (legge di azione e reazione).
                                        Il medesimo pulsante avvia anche un contattore comandato da un relè ritardatore puntato sui 10 secondi.
                                        Dopo i primi 10 secondi il relè ritardatore dà alimentazione al contattore che a sua volta apre le saracinesche, la forza centrifuga spruzza tanta acqua tutta intorno.
                                        Durante tutta la seconda fase il pianeta Terra riceve una forte spinta che tende ad accelerarla in senso antiorario cioè nel senso che sta girando da miliardi di anni.
                                        ----------------------------------------
                                        FASE 1
                                        Dopo che l'acqua è stata spruzzata tutta intorno, viene tolta l'alimentazione al motore elettrico che comincia a decelerare, la decelerazione tende a rallentare la rotazione del pianeta Terra ma la forza di torsione è molto piccola perché la piscina è vuota.
                                        La gigantesca piscina è vuota, molte pompe sparse qua e là riempiono la piscina, ovviamente le saracinesche sono chiuse altrimenti la piscina non si riempirebbe mai.
                                        Si ripete la fase 2 e di seguito si ripete il ciclo all'infinito.

                                        ---------------------------------------------------------
                                        ---------------------------------------------------------
                                        ---------------------------------------------------------
                                        ---------------------------------------------------------
                                        Quindi il gigantesco motore elettrico funziona ad impulsi, viene avviato continuamente.
                                        Durante la fase 2 di avvio, la torsione è gigantesca, durante la fase 1 la torsione è quasi inesistente (prendere in giro la legge di azione e reazione)

                                        (nota: la piscina viene riempita mentre che il motore è fermo, e svuotata mentre che il motore sta girando)
                                        i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                          Penso si potrebbe risolvere evitando le centrali nucleari ed alimentando i supermegagiga-motoroni elettrici con una squadriglia di DeLorean dotate di trolley per raccogliere i Terawatt necessari direttamente dai fulmini!
                                          Sarebbe più ecofriendly!
                                          Mi pare che uno scienziato americano, certo Zemeckis, abbia già studiato la fattibilità del progetto...
                                          io penso che potremmo tutti metterci a correre all'equatore,in senso contrario alla rotazione, al contempo, imprimendo una certa forza al passo quando si poggia il piede. Si dovrebbe risolvere senza inquinare...
                                          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                            io penso che potremmo tutti metterci a correre all'equatore,in senso contrario alla rotazione, al contempo, imprimendo una certa forza al passo quando si poggia il piede.
                                            Non hai capito l'essenza del discorso...
                                            Accelero per iniziare a correre ma la corsa non può essere sempre in accelerazione, dopo circa mezzo secondo la corsa smette di accelerare poi correndo potresti anche fare tutto il giro del mondo ma se la corsa è a velocità costante non serve a niente.
                                            Durante il primo quarto di secondo, effettivamente il pianeta riceve una spinta favorevole, ma al secondo quarto di secondo io devo stabilizzare la corsa decelerando, poi posso anche correre a velocità costante facendo il giro del mondo non serve a niente.

                                            E' utile soltanto l'accelerazione e questa utilità esiste solo al primo quarto di secondo, faccio sempre riferimento al discorso stupido delle persone che corrono.

                                            Inoltre il secondo quarto si secondo rappresenta la fase di decelerazione la quale annulla l'effetto del primo quarto, quindi questa cosa delle persone che corrono non serve assolutamente a niente.
                                            i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da uforobot Visualizza il messaggio
                                              Non hai capito l'essenza del discorso...

                                              E' utile soltanto l'accelerazione e questa utilità esiste solo al primo quarto di secondo, faccio sempre riferimento al discorso stupido delle persone che corrono.
                                              E' utile solo al primo quarto di secondo? anche se continuo ad accelerare ?
                                              Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                io penso che potremmo tutti metterci a correre all'equatore,in senso contrario alla rotazione
                                                In pratica un tapis-roulant globale! Non male, anche vedendolo come potenziale forma di mantenimento della forma fisica!
                                                Il problema è come rendere un corridoio all'equatore percorribile, tipo pista ciclabile, anzi pedonabile. Attraversare il Pacifico potrebbe essere una stimolante sfida ingegneristica!
                                                D'altronde potrebbe essere finalmente l'occasione per raggiungere la pace nel mondo obbligando un certo numero di bambini a fare il girotondo intorno mondo che da anni ci paventano.
                                                Bella idea! Forse un po' costosa, ma al massimo famo un po' de deficit. Chettefrega!
                                                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                  E' utile solo al primo quarto di secondo? anche se...?
                                                  Per semplificare le cose ho fatto la supposizione che quando una persona inizia a correre, l'atto iniziale di accelerazione dura soltanto 1/4 di secondo.

                                                  Poi in realtà la fase utile è durevole fino a quando dura l'accelerazione, quindi se l'accelerazione dura un giorno ben venga.

                                                  La corsa di un atleta non va bene perché c'è la fase di accelerazione e subito dopo la fase di decelerazione, non essendo un atleta umano superman... Non essendo superman può accelerare all'infinito e dopo una frazione di secondo deve stabilizzare la sua corsa e la stabilizzazione provoca decelerazione e quindi annullamento della causa precedente.

                                                  --------------------------------------------------------------
                                                  --------------------------------------------------------------

                                                  Nel primo disegno mi ero dimenticato di descrivere che il motore che sta al polo sud deve girare in senso antiorario cioè in senso opposto al motore che sta al polo nord.
                                                  Chiedo scusa per la dimenticanza, quindi non è vero che quel disegno valido in ambedue i poli: nel polo sud le frecce sono al contrario, cioè al polo sud il motore deve girare in senso antiorario mentre invece quello sta sta al polo nord deve girare in senso orario.

                                                  Ambedue i motori devono funzionare ad impulsi, mai il rotore deve girare a velocità costante.
                                                  i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                                                    In pratica un tapis-roulant globale!
                                                    Bella idea! Forse un po' costosa, ma al massimo famo un po' de deficit. Chettefrega!
                                                    Appunto, stavo pensando di suggerirlo a gigetto nostro
                                                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da uforobot Visualizza il messaggio
                                                      Per semplificare le cose ho fatto la supposizione che quando una persona inizia a correre, l'atto iniziale di accelerazione dura soltanto 1/4 di secondo.

                                                      Poi in realtà la fase utile è durevole fino a quando dura l'accelerazione, quindi se l'accelerazione dura un giorno ben venga.

                                                      La corsa di un atleta non va bene perché c'è la fase di accelerazione e subito dopo la fase di decelerazione, non essendo un atleta umano superman... Non essendo superman può accelerare all'infinito e dopo una frazione di secondo deve stabilizzare la sua corsa e la stabilizzazione provoca decelerazione e quindi annullamento della causa precedente.

                                                      --------------------------------------------------------------
                                                      --------------------------------------------------------------

                                                      Nel primo disegno mi ero dimenticato di descrivere che il motore che sta al polo sud deve girare in senso antiorario cioè in senso opposto al motore che sta al polo nord.
                                                      Chiedo scusa per la dimenticanza, quindi non è vero che quel disegno valido in ambedue i poli: nel polo sud le frecce sono al contrario, cioè al polo sud il motore deve girare in senso antiorario mentre invece quello sta sta al polo nord deve girare in senso orario.

                                                      Ambedue i motori devono funzionare ad impulsi, mai il rotore deve girare a velocità costante.
                                                      scusa, non afferro perche dovrebbero girare in senso contrario. Tutto il resto mi pare chiaro, ma appunto non contestualizzo il senso orario di uno ed antiorario dell'altro. Intendi dire che specularmente imprimerebbero lo stesso impulso al pianeta?
                                                      Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da fedonis Visualizza il messaggio
                                                        Intendi dire che specularmente imprimerebbero lo stesso impulso al pianeta?
                                                        Si !
                                                        Esatto !
                                                        e anche nello stesso tempo, quindi serve un satellite artificiale che coordina gli impulsi
                                                        i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Uforobot come risolvi il problema che al polo nord ed al polo sud vi sono -40 gradi e quindi l'acqua ghiaccia ?
                                                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da experimentator Visualizza il messaggio
                                                            vi sono -40 gradi e quindi l'acqua ghiaccia ?
                                                            Hai ragione !
                                                            Mi è sfuggita la cosa !
                                                            Allora l'acqua deve contenere anticongelante e deve circolare in un circuito chiuso, poi non per forza deve essere acqua; basta che sia un liquido.

                                                            Esisterà un liquido che non si solidifica fino a -100 gradi celsius.


                                                            Un gigantesco imbuto di cemento armato raccoglie il liquido che viene spruzzato tutto intorno, al centro dell'imbuto c'è il gigantesco motore da 100 giga watt
                                                            ---------------------------------------
                                                            Ci sarebbe da chiedersi per quale motivo il pianeta Terra rallenta.
                                                            Il motivo è la Luna la quale deforma l'orizzonte oceanico e questa deformazione provoca le maree, le maree provocano sfregamento di acqua contro i sassi o sabbia che stanno sul fondo dove c'è acqua bassa.
                                                            Lo sfregamento produce calore e siccome la legge della conservazione dell'energia stabilisce che l'energia si conserva, viene da pensare che il pianeta perde energia cinetica a causa di quel calore.
                                                            Secondo me questa discussione è interessante perché spiega come fermare il rallentamento della rotazione terrestre, ma anche spiega che il moto rotazionale non si conserva.
                                                            Per capirci meglio: se nello spazio vuoto interplanetario c'è una palla di plastica contenente un liquido e questa palla gira velocemente su se stessa, il liquido contenuto nella palla gira pure esso perché supponiamo ci sono delle pale interne che trascinano l'acqua e la costringono a ruotare insieme alla parete di plastica.
                                                            Se per qualche motivo il perimetro esterno si rompe, l'acqua viene spruzzata tutta intorno per causa della forza centrifuga e il sistema globale non gira più su se stesso.

                                                            Questo esempio spiega che il moto rotazionale non si conserva, ma la legge di azione e reazione è sempre valida nel senso che il baricentro del sistema rimane irremovibile.

                                                            Il moto rotazionale si conserva effettivamente se nel sistema considerato i corpi sono tutti solidi e non ci sono liquidi o gas.
                                                            --------------------------------------------------------------------------------------
                                                            --------------------------------------------------------------------------------------
                                                            Una base spaziale che gira su se stessa crea gravità artificiale che spinge gli abitanti della base spaziale verso l'esterno, in altre parole la forza centrifuga viene usata per simulare la gravità.

                                                            la domanda è...
                                                            Come facciamo a sapere se la base spaziale gira su se stessa se non c'è un punto di riferimento esterno ?
                                                            In realtà lo possiamo sapere lo stesso anche senza riferimento esterno perché sentiamo una forza gravitazionale fittizia che ci spinge verso l'esterno.

                                                            la seconda domanda è...
                                                            Come fa la natura a sapere che il punto di riferimento esterno è fermo ? e se fosse che sta girando anche esso intorno alla base spaziale ?
                                                            C'è qualcosa che non torna !
                                                            Il punto di riferimento esterno non telefona alla base spaziale per comunicare alla base spaziale che non sta girando intorno alla base spaziale.
                                                            e allora la natura come fa a sapere le cose ?
                                                            Allora devo dedurre che il vuoto non è veramente vuoto cioè siamo tutti immersi dentro una melassa che noi chiamiamo vuoto ma che non è vuoto.
                                                            Se consideriamo il vuoto come un olio denso che ci ostacola, allora si capisce tutto e si capisce perché il punto di riferimento esterno non ha bisogno di comunicare con la base spaziale per segnalare che il punto di riferimento esterno non sta girando intorno alla base spaziale ma è fisso nello spazio vuoto.
                                                            i peggiori nemici del fotovoltaico sono gli speculatori edilizi perché costruiscono alveari di 15 piani anziché case di zero piani.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR