Atomo Magnetico - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Atomo Magnetico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Atomo Magnetico

    Ciao Roy

    Ho letto questo articolo ... direi interessante.
    Ritengo sia necessaria una traduzione di tipo tecnico e non letterale
    come fanno la maggior parte dei traduttori.

    http://www.svpvril.com/ighina/magatom.html

    Forse Doubleside ci può aiutare ... puoi metterti in contatto?

    Ciao. Stefano

  • #2
    Caro stefanopc,
    ho visto il link e ti dico che non c'è bisogno di traduzione in quanto esso rappresenta una sintesi in inglese del volume di Pierluigi Ighina intitolato "L'atomo magnetico". Tale volume scritto di prima mano dallo studioso è in italiano e fino a poco tempo fa lo potevi trovare su macroedizioni.it (ma penso che sia disponibile tutt'ora) edito da Atlantide edizioni al prezzo di 7,75 euro.
    In ogni caso te ne sconsiglio vivamente l'acquisto in quanto è un ricettacolo di assurdità che sembrano partorite dalla mente di un folle visionario.
    In esso si parla di come in realtà l'atomo non esiste ma esistono solo atomi magnetici perchè lui è riuscito a vederli con un microscopio ottico di sua invenzione in cui le lenti, grazie ad una particolare scalfittura, messe in vorticosa rotazione consentivano la visione diretta di questi atomi magnetici. Parla di come ha costruito una sorta di sintonizzatore di oscillazioni di atomi magnetici mediante il quale è riuscito a trasformare un melo in un pero cambiando la frequenza all'albero. Parla di come, modulando queste vibrazioni col suo apparecchio (che adesso è smontato e del quale non ricorda più come si fa a rimontarlo) è riuscito a trasformare la coda di un gatto nella coda di un cane, ovviamente col gatto ancora in vita . Parla di come, grazie a questo sintonizzatore, è riuscito ad alterare i risultati degli esperimenti nucleari americani sull'atollo di Bikini. Parla di un suo incontro con gli occupanti di un disco volante costretto ad atterrare per i disturbi magnetici provocati dal suo apparecchio e di come i suoi occupanti, parlando in francese, gli abbiano spiegato la loro provenienza spaziale e il funzionamento dela loro astronave: un disco di ferro che, girando, convogliava aria dentro di se e grazie a queste "girazioni" poteva raggiungere 8000 km orari. Illustra lo schema dei suoi dispositivi in modo assurdo, impossibili da replicare. Parla di come, grazie a un telescopio di sua invenzione, sia riuscito a vedere "distese d'acqua sulla Luna, motagne, faune, vegetazioni ed esseri assomiglianti ad essere umani". E tanto, tanto altro ancora.

    Insomma, se vuoi farti quattro risate compralo pure, ma se cerchi risultati scientifici e serietà di indagine guarda altrove... oppure può essere che, fra le righe di queste assurde visioni vi si possa celare qualche verità... evidentemente molto ben nascosta.

    Un saluto a tutti,

    Quantum Leap
    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

    Commenta


    • #3
      Ciao Quantum Leap

      Che dire ... posso immaginare quello che pensi
      della free energy o magari del Meg ...

      Questo simpatico vecchietto rimane il depositario
      di alcune verità la cui entità non ci è dato di conoscere forse a causa della sua stravaganza.
      Nella storia questi casi non si contano.
      Questa è la mia impressione.

      Un buon ricercatore indaga senza escludere nulla a priori ...

      Grazie per il tuo interessamento e le tue ricerche
      cercherò di rintracciare questo manoscritto.

      Saluti.

      Commenta


      • #4
        Per tutti

        Alcune note interessanti su Ighina e i monopoli magnetici:
        http://www.edicolaweb.net/st000469.htm
        http://www.edicolaweb.net/ss000469.htm
        http://www.report.rai.it/2liv.asp?e=1999
        http://www.report.rai.it/ram/vid19981105.ram (Video RealPlayer V8)


        La città di Milano ha ospitato l’8 e 9 Aprile il I° Congresso Internazionale di Medicina Ufficiale e Medicina Naturale organizzato dalla R.A.U. e dalla casa editrice Atlantide. Hanno aderito al convegno ricercatori e scienziati d’ogni parte del mondo, scelti fra i più innovativi in assoluto in tema di rigenerazione cellulare e riequilibrio energetico dell’Uomo e del Pianeta. Nella rosa degli "avanguardisti" spiccava il nome di Pierluigi Ighina (scopritore dell’atomo magnetico ed erede cognitivo di Guglielmo Marconi), grande ospite d’onore della manifestazione.
        Durante i lavori è stata proiettata una videocassetta (registrata da una troupe di RAI 3 per la trasmissione "Report", andata in onda il 5 Novembre 1998) che riproduceva l’esperimento in diretta della "neutralizzazione" del fitto agglomerato nuvoloso che si trovava quel giorno nel cielo di Imola, con relativa e conseguente ricomparsa del sereno nella zona atmosferica "trattata" da Ighina con l’immissione di Monopòli Magnetici.
        La traslazione di energia è avvenuta tramite l’attivazione della macchina produttrice di Monopòli Magnetici - ideata e costruita dallo stesso Ighina - composta da un generatore centrale e da un sistema ad elica posizionato all’esterno del suo laboratorio, in un terreno adiacente sotto il quale sono stati sepolti quintali di purissima polvere di alluminio che ha la funzione di moltiplicare milioni di volte l’energia di ogni singolo monopòlo.


        Saluti.

        Edited by stefanopnc - 4/10/2003, 22:22

        Commenta


        • #5
          Probabilmente non sono stato chiaro...

          Non escludo (e non lo farei mai) l'esattezza o meno di determinate teorie o sperimentazioni, dico soltanto che, se vogliamo rimanere nell'ambito scientifico, certe dichiarazioni e certe sperimentazioni vanno verificate e dimostrate. Così come si sta facendo col Meg e con tutta una pletora di fenomeni analoghi nei confronti dei quali, vuoi per disinformazione, vuoi per fini politici, vuoi per abbagli, non si ha un quadro sufficientemente chiaro della situazione.
          Se non si dimostra il funzionamento di un dispositivo o di una teoria,
          SI RESTA NEL CAMPO DELLE IPOTESI. E in questo campo ognuno può dire la sua ma nessuno ha ragione.

          Ciò significa che se io dico che ho in garage una macchina che mi produce elettricità all'infinito sfruttando un'energia sconosciuta, che però non posso fare vedere a nessuno per nessun motivo, non sto facendo scienza, ma sto richiedendo fede. Credi a ciò che dico anche se non puoi vederlo.

          Tutto questo non esclude che io una macchina del genere possa averla veramente costruita ma, sicuramente, tutto questo tenere nascosto fa sorgere dei seri dubbi sulla realtà della mia affermazione.

          Anche riguardo Ighina ti ho detto che forse, leggendo fra le righe, si potrebbe trovare qualcosa di vero. Ma finchè questo signore non mi fa vedere come trasforma un melo in un pero o come cambia la coda a un gatto trasformandolo in un cane; fino a quando non mi spiega dove si sono andati a nascondere gli abitanti della Luna, non puoi pretendere che io mi beva tutto. E me ne infischio che è l'assistente di Marconi. Marconi, la sua radio la mostrava a tutto il mondo, non la teneva smontata in cantina perchè non si ricordava come montarla.
          E non ti parlo per sentito dire: il suo libro di Ighina io l'ho letto veramente.

          Certamente l'esperimento che mi citi sulla manipolazione delle nuvole dovuta alle teorie di Ighina è molto interessante e getta un po' di luce sul buio che lo stesso autore, da solo, ha creato. Un buio che ha disorientato anche me. Anzi, spero che tutti gli esperimenti citati là dentro si verifichino come esatti.
          Nel frattempo fammi un favore:
          leggi il libro.

          Un saluto affettuoso,
          Quantum Leap
          ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

          Commenta


          • #6
            Ciao Quantum Leap

            Condivido gran parte della tua valutazione. ma non ritengo giusto ridicolizzare questo simpatico vecchietto ... e anche il sottoscritto.

            Questa intervista è stata fatta da Rai3
            a Giuliano Preparata docente di fisica,
            ti consiglio di leggerla ...

            Saluti. Stefano


            http://utenti.lycos.it/altraenergia/ighina.pdf.

            MILENA GABANELLI in studioGiuliano Preparata, buonasera. Lei è docente di fisica alla Statale di Milano, lavora con Fleishman alla fusione fredda in uno di quei pochi laboratori sparsi per il mondo, in qualche modo, insomma, lei è dentro le istituzioni. Che cosa pensa di questi 3 arzilli vecchietti che abbiamo appena visto?GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Io sono molto colpito dalla vivacità intellettuale di queste persone, anche molto anziane. Personalmente, avendo visto nella mia vita tante credenze sfatate, sono portato a dare credito acostoro. MILENA GABANELLI in studio Quindi non sono dei ciarlatani? GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Assolutamente. Non hanno nessun aspetto della ciarlataneria.Sono persone che probabilmente hanno scoperto delle cose nuove, incomprensibili all’interno della visione generalmente accettata della fisica, e che dovrebbero essere guardate congrande interesse e grande simpatia perché potrebbero aprire degli scenari nuovi. MILENA GABANELLI in studio Ma la storia dell’elica che apre il cielo, per esempio, nessuno ci crede…GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Come nessuno crede: lì c’era un cielo assolutamente nuvoloso, parte quest’elica e il cielo si apre. Secondo me questo è un fatto reale. Il fatto che uno non ci creda vuol dire che non ha gli strumenti per capire come ciò avvenga, ma questo invece diportare alla ridicolizzazione di chi propone certe cose dovrebbe condurre lo scienziato vero, curioso, a darsi da fare per vedere cosa manca nella visione che viene generalmente accettata per poter, una volta che questi fenomeni siano stati riprodotti senz amolti dubbi, riportarli nell’ambito della razionalità scientifica.MILENA GABANELLI in studio. Quindi lei dice che quando non ci sono strumenti per capire il fenomeno, non ci si crede. Funziona così?GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Si, secondo la teoria delle percezioni: se noi non ci aspettiamo una certa cosa, potremmo anche avere davanti un elefante e non percepirlo come tale ma pensare che sia una montagna grigia, per esempio.MILENA GABANELLI in studio Lei, rispetto a questi signori che ne sono fuori, è nell’istituzione.Oggi il ricercatore autonomo che ha una grande idea, magari anche di forte interesse sociale, come può accedere ai fondi della ricerca? GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Praticamente non ha nessuna chance. Cerchi di immaginare che Archimede Pitagorico arriva ad una grande agenzia creata per fare un certo numero di cose come risolvere il problema dell’energia, della struttura dei materiali ecc. Questo signore dice ”io ho risolto questo problema”. Ma come? Qui ci sono migliaia di persone che, anno dopo anno, si celebrano in conferenze, che quando possono riempiono le prime pagine dei giornali sui loro grandi risultati, sui geni che hanno trovato, sulle macchine che hanno costruito. Sono quasi sempre tutti americani: ogni tanto c’è qualche italiano che ha la fortuna di essere aggregato a questi gruppi e di venire valorizzato. Arriva Archimede Pitagorico e dice che le cose non si fanno così.E gli altri che fanno? E’ arrivato il Messia? Non è questo ciò che succede. MILENA GABANELLI in studio Ma allora sbagliano tutti. Se l’iter è questo, e non solo italiano, qualcosa di giusto ci sarà? GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano La scienza, nel corso di questo secolo, è diventata un fatto socio-economico importantissimo cosa che non era all’inizio di questo secolo. All’inizio del secolo l’accademia non contava nulla., In Europa c’erano al massimo una decina di cattedre di fisica teorica, oggi ce ne sono decine di migliaia. Vuol dire che essenzialmente, dopo la seconda guerra mondiale, con il fatto chei fisici hanno mostrato alla società che facendo una bomba atomica avevano risolto il conflitto mondiale, è venuta fuori l’idea che la scienza fosse un importantissimo elemento del funzionamento di una società. MILENA GABANELLI in studio Ma questo è vero. GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Il vero aspetto della scienza, che poi provoca tecnologia, è che è filosofia naturale e investigazione della natura. Io dico spesso ai miei studenti che l’investigazione della natura, la ricerca della verità scientifica, non può essere una carriera, deve essere una sorta di missione. MILENA GABANELLI in studio Se Einstein vivesse oggi, cosa succederebbe? GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Einstein, che pubblicò nel 1905 3 lavori fondamentali che innescarono tre rivoluzioni scientifiche, era stato sbattuto fuori dal Politecnico Federale di Zurigo dove lavorava come esaminatore federale dell’ufficio brevetti di Berna. Einstein aveva 27, 28 anni, inviò i suoi lavori che furono pubblicati. Se Einstein fosse vivo e mandasse dall’uffifio federale dei brevetti di Berna, al Phisical Review, a Nature, a Science, non verrebbe sicuramente pubblicato, senza il minimo dubbio. MILENA GABANELLI in studio Cosa dovrebbe cambiare nel modo di gestire la scienza? GIULIANO PREPARATA - Università Statale di Milano Occorre destinare una piccola percentuale, il 5% o meno, dei fondi statali alle ricerche non accademiche, non convenzionali. Questi inventori che abbiamo visto potrebbero accedere a dei fondi. Il 5% dei fondi statali sono una piccola fetta che non toglie nulla alla scienza ufficiale ma potrebbero contribuire a dare un enorme impulso a queste persone che hanno idee nuove. Ma se noi andiamo a chiedere all’accademia di dare a costoro la possibilità di distruggere il monopolio dei grandi, non glielo daranno mai. MILENA GABANELLI in studio La ringrazio per essere stato con noi. Buonanotte.

            Commenta


            • #7
              Sono perfettamente daccordo.

              E ti assicuro che non voglio ridicolizzare nessuno.

              Contemporaneamente non consento a nessuno di ridicolizzare me e la mia intelligenza.

              Ammetto che è stato un mio limite mettermi a sorridere quando il simpatico Ighina nel suo libro ci racconta delle sue fantastiche esperienze con gatti, alberi, bombe nucleari, alieni seleniti e dischi volanti. Diciamo che, leggendolo, mi sono sentito, da lettore, un pò preso per i fondelli, quando invece, davanti a certe dichiarazioni, avrei dovuto pensare che forse, finchè non avessi visto e verificato, avrei dovuto evitare di essere così miscredente.

              Tuttavia, per farti sentire come mi sono sentito io, ti invito nuovamente a leggere il libro. Solo così ti potrai fare una reale idea.

              Ci vuole una grande capacità intellettuale per riuscire a non cadere nell'errore in cui sono caduto io. Ma purtroppo ho i miei limiti.

              Ribadisco il mio augurio che Ighina possa dimostrare al mondo le sorprendenti capacità del suo sintonizzatore di atomi magnetici, dei suoi telescopi e dei suoi microscopi. Anche se, per ora devo accontentarmi di nuvole che si spostano (forse) grazie alle sue ricerche.

              Un abbraccio.
              Compra il libro.
              Fammi sapere.
              ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

              Commenta


              • #8
                Ciao Quantum Leap

                Apprezzo la tua onestà e prometto che leggerò il
                manoscritto a una condizione ...

                Prometti che visiterai per bene il sito di Ighina ...
                http://www.ighina.com

                Riguardo alla possibilità che Ighina possa dimostrare al mondo le sorprendenti capacità del suo sintonizzatore di atomi magnetici, temo sia difficile ... a parte l'età, ci sono molti ricercatori
                che hanno già tentato con risultati deludenti ... nonostante l'evidenza dei loro risultati è la bontà
                dei loro dispositivi ...

                Saluti. Stefano


                http://futurezone.free.fr/elibre/energie_libre.htm

                De Palma si è visto confiscare dalle autorità il suo dispositivo free-energy
                che utilizzava per alimentere l'impianto elettrico di casa, in più ha avuto
                l'interdizione per i nuovi dispositivi ... è andato a lavorare in giappone.

                Newman si batte da 10 anni per avere il brevetto della sua macchina free energy, una commissione di fisici e ingegneri dopo aver verificato il dispositivo e apprezzato il modello teorico la dichiara "senza alcuno interesse" ... anche lui é andato a lavorare in giappone.

                http://www.geocities.com/CapeCanaveral/Lab/1287/adams/

                Molto tempo fa Einstein affermò, " Grandi idee spesso ricevono violenta opposizione da menti mediocri." Sfortunatamente, quando si fanno progetti con energia alternativa e innovativa, l'osservazione di Einstein tiene banco ancora oggi. Anche peggio, comunità politiche, economiche, e scientifiche mostrano la resistenza più fiera al cambio progressivo dei sistemi di ingegneria non ortodossi.

                Nel 1978 il sig. Adams ha scoperto che le invenzioni delle macchine o dei dispositivi ad alto rendimento energetico (energia libera) sono non soltanto brevetti rifiutati, ma che nella maggior parte dei casi, le loro invenzioni sono classificate sotto (Clausola militare) usano la c ", che è, naturalmente, internazionale.

                Gli inventori hanno il divieto di pubblicare i particolari dei loro dispositivi o promuoverli in tutto il mondo perché le loro invenzioni sono classificate sotto questa clausola. Cioè i loro dispositivi si transformano automaticamente nella sola proprietà "dell'istituzione".

                Il fatto che ci sia un meccanismo prestabilito per sopprimere le invenzioni di questa natura è stato un segreto attentamente custodito per molti anni. Molti inventori hanno fatto reclami ma il grande pubblico è rimasto all’oscuro del fatto che è stato privato di una tecnologia pulita dalle organizzazioni che hanno il controllo e che non permettono che tale tecnologia diventi ampiamente disponibile.







                Commenta


                • #9
                  Ciao Ragazzi,
                  questa storia di Ighina mi ha fatto venire curiosità e leggendo qua e là (quindi posso sbagliare), mi sembra proprio che sia lo stesso principio delle magnecole di Santilli e del suo generatore adronico. Guardatevi questo link e ditemi se la teoria non è molto simile!
                  http://www.magnegas.com/europe/italiano/ir333.htm

                  Con la differenza che Santilli è a un passo dalla coimmercializzazione e ha dimostrato a tantissime persone il suo funzionamento.

                  A voi i commenti.
                  Roy
                  Essere realisti e fare l'impossibile

                  Commenta


                  • #10
                    Ho visto il sito e, riguardo l'apparato sperimentale e i prodotti combustibili ottenuti, noto una interessante somiglianza (per non dire perfetta sovrapponibilit&agrave con gli esperimenti condotti da Naudin (ancora lui!) sul "Bingo Fuel project" dove, con un procedimento estremamente simile a quella della produzione del "magnegas", ottiene un combustibile dall'acqua chiamato "Aqua fuel".

                    L'analisi dei componenti di magnegas e aquafuel sono praticamente identiche.

                    Riguardo la teoria atomica e il nuovo tipo di numeri di sua invenzione non so cosa dire. Dovrei studiare meglio il problema.

                    Alla prossima,
                    Quantum Leap
                    ‎"Se pensi che una cosa sia impossibile, la renderai impossibile" (Bruce Lee)

                    Commenta


                    • #11
                      Si, in effetti la parte di matematica lascia come dire.... molto perplessi.
                      Ma apparte questo il procedimento pratico sembra proprio funzionare.

                      Stò preparando una paginetta che metterò sul sito proprio a tal proposito.

                      Invece, Quantum Leap, sono curioso di sapere di più dell'altro progetto "napoletano"... sono in fremente attesa!

                      Un grosso saluto,
                      Roy

                      Essere realisti e fare l'impossibile

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao Roy

                        Ragazzi una tecnologia eccezionale!!! ... grazie Roy!
                        Una cosa importante ragazzi ... l'ultimo impiato, quello da 200Kw
                        è OVERUNITY ... ovvero, la quantità di magnegas + il calore prodotto,
                        superano in abbondanza l'input di anergia, quinti reattori
                        autofertilizzanti puliti ... non inquinanti.

                        MAGNEGAS finalmente..., sarà dura, ma questi nuovi carburanti
                        sostituiranno il petrolio, riguardo a IGHINA confermo la tua impressione,
                        la magnecola che sostituisce la molecola, la diversità di questa valenza
                        chimica e i fenomeni fisici correlati, sono in stretto rapporto con l'atomo
                        magnetico e i monopoli magnetici di MARCONI E IGHINA.

                        Questi reattori saranno i nuovi depuratori degli scarichi cittadini, ma
                        anche e nello stesso tempo le prime centrali di produzione elettrica
                        OVERUNITY.

                        Grazie Roy, un saluto a tutti.

                        Stefano



                        Commenta


                        • #13
                          Naturalmente a denigrare Ighina sono i soliti....quelli che non lo conoscono,che non sanno nulla delle sue scoperte,quelli che non sanno niente di fisica e quelli che si reputano ricercatori in materia ma guarda caso hanno tralasciato di studiare Tesla e Bearden.....
                          A mio avviso questo vecchietto è meglio di tutti i premi nobel messi assieme e la sua fisica è davvero la chiave di volta del Tutto.Dite che quello che pubblica sono fesserie,ma a voi chi vi da la sicurezza che il vostro modello fisico matematico sia esatto?
                          Meditate,gente,meditate anzi...studiate.

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao atomino e tutti,

                            Effettivamente prima di giudicare qualsiasi cosa "strana" e bollarla come bufala bisognerebbe studiarla come si deve e non negare le evidenze. Perchè spesso accade proprio questo: si risaltano i punti non coerenti e si affossano le "strane" evidenze.

                            Comunque on line trovate la paginetta che avevo promesso precedentemente. Questo il link

                            Ciao e a presto,
                            Roy
                            Essere realisti e fare l'impossibile

                            Commenta


                            • #15
                              ciao ragazzi io vi dico che mi fate abbastanza ridere e vi trovo molto larici. le affermazioni di quantum leap sono in parte giuste, ma nn del tutto una persona che legge scienza non puo permettersi di parlare se le affermazioni che legge non le saprebbe nemmeno esprimere nella maniera giusta ,non è che bisogna limitarsi a leggere un libro per sentirsi dio...ognuno di noi qualche volta si pone delle domande su cose remote,è una misura della curiosità umana.per esempio oggi le moltitudini di ragazzi che tengono a tutto volume negli autobus,o sulla spiaggia le radioline o i lettori mp3,sono consapevoli dell'esistenza dell'sudetto aggeggio che tengono,molti di coloro che abbiano ascoltato una radio a transistors non hanno mai visto un transistors e molti di quelli che l'hanno visto non sprebbe nemmeno cosè e come funziona. le teorie fisiche costituiscono un mezzo per spiegare e utilizzare i fenomeni naturali.le leggi del moto e della gravità di newton ci dicono come i pianeti si muovono intorno al sole e permettono di predire le traiettorie dei missili e controllare i satelliti geostazionari,le equazioni di maxwell spiegano lapropagazione della luce e rendono possibile progettare antenne radio e sistemi di comunicazione a microonde,le leggi della meccanica quantica spiegano una grande quantità di fenomeni fisici e chimici,noi sappiao che cio che ho citato sono relazioni approssimate per descrivere il linguaggio della natura,le quali si applicano bene a grandi corpi materiali e per variazioni non troppo rapide.queste leggi costituiscono un progresso perchè ci consentono di interpretare la natura (fenomeni fisici) che coinvolgono entità piccole come atomie ioni,variazioni rapide come la luce e di poterle utilizzare come avviene nei transistor nei maser e nei laser newton e le sue leggi ha reso possibile lo studio di fenomeni molto lenti e con piccole variazioni percepibili ad occhio nudo un cacciavite che cade ni che pattiniamo una macchina che si muove.invece la quantica ha reso possibile studi di fenomeni pressochè invisibili cone le variazioni molto veloci della luce gli spostamenti degli elettroni all'interno di un tubo al vuoto, la modulazione della frequenza degli atomi magnetici e della sua energia trasmissibile sintonizzandosi su quella frequenza.io non saprei come scrivere un'esposizione della mecchanica quantica altrettanto semplice forse il guaio sta nella mia ignoranza;oppure nello stadio non definitivo in cui la meccanica quantica è svillupata.ci sono domande che vengono fatte di frequente su credibilità delle teorie: la meccanica quantica è ragionevole? oppure fa a pugni con lesperienza e il senso comune?io affermo con convincenza che la mecchanica quantica non è in contrasto con l'esperienza è in accordo con essa però alcuni fenomeni sono insoliti ''come la conservazioni delle emozioni terrestri'' del viaggio nel tempo anche rispetto alle conclusioni che si è portati a trarre sulla base della propria esperienza fuori dai laboratori.(non potete pretendere di parlare e CREDERE di sapere SOLO STANDO SEDUTI SCULACCHIATI DIETRO UN MONITOR DI UN MALEDETTO COMPUTER A NAVIGARE SU INTERNET da un lato le innovazzioni tecnologice e lo sviluppo delle reti su isp in ipertesting ha evuluto le comunicazioni e il controllo dei seganli logici alti e bassi su reti intranet ed ntfasting unixport ,ma anno anche diffuso lidea dei superinteligenti fessi che si credono di essere dio solo stando a leggere su internet pagine e pagine).questo argomento della relazione fra esperienza e comune modo molecolare e atomico merita un'ampia discussione.io penso che tutti noi (almeno io studioso e ricercatore di scienza non semplice lettore ignorante su tutto che va in giro non con le fette di salame sugli occhi ma direttamente con tutto il reparto gastronomia in faccia!!!)tutti noi ci siamo chiesti come appare il mondo agli occhi di un gigante o a quelli di un lillipuziano.il microscopio ha esteso questo concetto e la osservazione dell'uomo stimolandene la curiosità .nel nostro mondo normale abbiamo occhi,orecchi,dita linguae possiamo usare voltmetri per misurare tensioni ,amperometri per lintensità,elettroscopi per le carice,magnetometri,datatester,bilance,analizatori di spettro,misuratori di campo,spettrofotometri....etc.ma non possiamo rimpicciolire noi stessi ,e i nostri sensi e i nostri strumenti per indagare sulla costituzione ultima della materia,la natura dell'elettrone , o il comportamento di campi elettrici e magnetici a scala molto piccola.
                              un bambino potrebbe chiedere se u elettrone è lucido. un ogetto è lucido se le ireggolarità della sua superficie sono piccole a confronto della lungezza d'onda della luce che vi incide.io penso che si potrebe dire che un elettrone è lucido,ma non in un senso che potrebbe aver significato per un bambino. che sapore ha un elettrone? con quale bocca lo assageremo?e duro o soffice? possiamo toccarlo ? eppure un bambino risoluto potrebbe pretendere insistemente una risposta a simili domande. la scienza non ha bisogno di questi bambini immaturi e senza senso quali persone a volte grando come noi...(senza nessuna offesa per nessuno) ma andiamo a bere un po di latte solido che ne abbiamo bisogno .senza esitazioni.Nel mondo macroscopico intorno a noi possiamo osservare particelle,ovvero pezzetti di materia.possiamo anche osservare le onde elettromagnetiche che non sono nientaltro che campi magnetici variabili realizzati da campi elettrici prodotti dalla vibrazioni dei sudetti atomi magnetici
                              ( e siete proprio ingnoranti lideatore della radio nn fu marconi ma NIKOLA TESLA con la sua bobina ad alta tensione il suo tesla coil non è nientaltro che due circuiti risonante parallelo sintonizzati alla stessa frequenza di risonanza ottenedo così le svrattensioni, e lideatore del raggio della morte ad onde scalari non fu marconi ma DOMENICO RIZZO i veri geni sono sempre altri certo marconi aveva del talento è solo questione di tempo infatti marconi battè tesla sul tempo ma quando ancora marconi beveva il latte della mammina TESLA gia elaborava teorie sul teletrsaporto, per non parlare del furto dell'idea a domenico rizzo delle onde scalari e degli empp ad alta frequenza)attraverso l'osservazione della natura possiamo familiarizzare con le onde o con le particelle punto e basta . ighina fu collaboratore di marconi e senzaltro sapeva cose (ormai deceduto) che noi nemmeno ci immaginiami...ora noi diciamo si che bello un transitro io gli do 1 volt alla base e la sua corrente di collettore se ha guadagno 10 è 10 volt bello bello molto utile come amplificatore bello potente..ma ........ riusciamo ad immaginarci come chi l'ha invetato è arrivato al concepimento? di tale strumento prezioso????????????maaaa.......................an diamo a berci il latte che forse facciamo meglio...

                              raga scusate gli errori grammaticali

                              Commenta


                              • #16
                                Lo hai scritto tutto d'un fiato???

                                biggrin.gif

                                Commenta


                                • #17
                                  QUOTE (+DragonLorD+ @ 21/3/2006, 19:00)
                                  ...ora noi diciamo si che bello un transitro io gli do 1 volt alla base e la sua corrente di collettore se ha guadagno 10 è 10 volt bello bello molto utile come amplificatore bello potente...

                                  Tu si che sai come funziona un transitor....laureato al CEPU come Del Piero scommetto !

                                  Edited by Docrates - 22/3/2006, 00:41

                                  Commenta

                                  Attendi un attimo...
                                  X