annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Forze di adesione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Grazie per le risposte. Quello che vedete è quello che pensavo di costruire. I quattro cerchi rossi sono dei rotori magnetici a cui sono collegati i piccoli batuffoli di cotone. I batuffoli di cotone nella parte sinistra contengono acqua quindi fanno ruotare e riescono a distaccare il batuffolo a contatto con il capillare(dato che solo una piccola parte del batuffolo è a contatto con l'acqua,al resto ci pensa il cotone ad assorbire). A destra c'è una lampada che fà evaporare l'acqua. Inizialmente avevo pensato ad un sistema molto alto capace di far evaporare l'acqua dai batuffoli di cotone a causa del movimento e dell'attrito con l'aria. Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   MotoreCapillarità.png 
Visite: 1 
Dimensione: 9.9 KB 
ID: 1945413

    Commenta


    • #47
      Scusa MM ma, come già detto altre volte, capirti quando scrivi, alle volte è un impresa.
      Gabriele, scusa, porta pazienza se mi ripeto, ma se un apparecchio del genere funzionasse ... nel senso avesse una qualche resa energetica .. non pensi che questa sarebbe "spillabile" anche senza capillare? In fondo basterebbe abbassare la ruota alla medesima altezza della vaschetta.
      In ogni caso, oltre al fatto, come già detto, che l'energia necessaria a far evaporare l'acqua è maggiore di quella cinetica resa dalla caduta del fiocco di cotone bagnato devi poi considerare che, come si suol dire... "L'acqua passata non macina più" ... in altre parole se tu l'acqua la fai evaporare è poi necessario, almeno che il volume della vaschetta non tenda ad infinito (mare), ripristinare il livello e, per farlo, occorre ulteriore energia.
      Domotica: schemi e collegamenti
      e-book Domotica come fare per... guida rapida

      Commenta


      • #48
        Lupino,
        l' energia per fare evaporare l' acqua potrebbe essere solare;
        e il bacino di alimentazione basta definirlo "grande" e sarà abbastanza da vedere se il sistema di Gabriele funziona o no;
        d' altra parte mi sembra che lui interebbe costruire una ruota semi-perpetua, mi pare, e non dice di volerne cavare energia.
        Immagino che il rendimento sarebbe ridottissimo anche ammettendo tutto perfetto, cioè niente attriti ma perché non dovrebbe funzionare per niente? In fin dei conti ingresso e uscita di energia sono correttamente rappresentati.

        Se converrebe far passare i batiffoli direttamente sul pelo dell' acqua penso che sia da discutere, perché penso che i batuffoli assorbono l' acqua per capillarità, quindi che la assorbano dal tubicino o dal pelo dell' acqua sempre devono vincere la tensione superficiale.

        Se ne veniamo a capo, penso che Gabriele dovrebbe definire "semi-perpetua" e dire cosa sono e cosa fanno i "rotori magnetici".

        Lupino,
        >l'energia necessaria a far evaporare l'acqua è maggiore di quella cinetica resa dalla caduta del fiocco di cotone bagnato

        Infatti, e il rapporto fra queste energie sarebbe il rendimento. Credo, eh.

        Ma ... perché "infatti"? Ci sarà una altezza alla quale le due energie si bilanciano, e da lì in su è tutto guadagno.

        Commenta


        • #49
          Non volevo aggiungere un ps e non l'ho aggiunto. Mi è balenata un'idea in mente. E se fosse l'attrito con l'aria a far evaporare l'acqua?

          I rotori magnetici sono dei fulcri di magnetite su cui ruota un cerchio anch'esso di magnetite per ridurre gli attriti. Questo intendevo.

          Ho pensato: dato che non posso sfruttare l'altezza dato che per capillarità si può sollevare solo di poco,perchè non sfruttare la larghezza? Ovvero allungare di molto il percorso orizzontale dei batuffoli di cotone in modo che abbia il tempo per asciugarsi prima di arrivare alla fase di risalita? Se aggiungessi una marea di capillari che ruotano su singoli fulcri magnetici potrei avere qualche etto,magari qualche chilo,per non dire qualche tonnellata di peso per un tratto di discesa di pochi cm i quali otttimisticamente avrebbero la forza per spostare in orizzontale e far quindi evaporare l'acqua assorbita.

          Lupino una ruota del genere potrebbe funzionare in un lago,con una buca,questo è certo,ma non in mare dato l'accumulo dei sali nel materiale assorbente...

          Commenta


          • #50
            ... non dice di volerne cavare energia ...
            Hai ragione Al .... mi sono "fossilizzato" su questo passo (sarà la parola semi-perpetuo che mi ha fregato?) in effetti vista così ...
            ... l' energia per fare evaporare l' acqua potrebbe essere solare ...
            ... bacino di alimentazione basta definirlo "grande" ...
            ... potrebbe anche funzionare

            ... Se converrebbe far passare i batuffoli direttamente sul pelo dell' acqua penso che sia da discutere...
            No, ho detto una cavolata, non conviene; per due motivi:
            - tecnicamente diventerebbe molto difficile fare in modo che il batuffolo sfiori l'acqua da una posizione vantaggiosa (dal punto di vista dell'energia potenziale)
            - la medesima tensione superficiale costituirebbe un ostacolo sia prima che dopo aver bagnato il batuffolo; prima impedendone "l'affondamento" poi trattenendolo.

            ... E se fosse l'attrito con l'aria a far evaporare l'acqua? ...
            Troppo lento, conviene usare, come detto da Al Mizar, il sole. Basterebbe uno specchio convergente (o una lente) in grado di concentrare i raggi in una posizione leggermente antecedente il P.M.I (Punto Morto Inferiore).
            ... perchè non sfruttare la larghezza ...
            Hai energia (nel caso cinetica) solo nella fase di caduta, allungare il percorso orizzontalmente potrebbe avere senso solo per aumentare i tempi di evaporazione dell'acqua ma sarebbe comunque negativo.
            ... potrei avere qualche etto ... di peso per un tratto di discesa di pochi cm i quali ottimisticamente avrebbero la forza per spostare in orizzontale ...
            Non ha senso, aumenteresti si l'energia ottenibile nel tratto in discesa ma anche quella necessaria per il tratto in orizzontale ... la forma migliore rimane la ruota.

            Puoi provare con una ruota del genere
            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Immagine.png 
Visite: 1 
Dimensione: 209.2 KB 
ID: 1945416
            uno spillo ed un goccio di colla per tenerli assieme, capillare come fonte, sole e lente di ingrandimento come "mezzo evaporativo".
            Il carico dovrebbe avvenire in 1; 2, 3, e 4 l'evaporazione sino ad arrivare a 5 completamente o quasi asciugato
            ........
            Ho provato a fare i classici 2 "due conti della casalinga" per capire, più o meno, le entità energetiche in ballo.
            Come ho detto nulla di preciso ma, partendo dal presupposto che il cotone riesca a catturare una quantità d'acqua pari ad una goccia (50mg) e stimando un altezza di 60mm si dovrebbe ottenere un energia di c.ca 0,00003 J a fronte di una richiesta (fase evaporativa) di c.ca 16,7J (partendo da una T di 20°C sino a 100°C).
            Ultima modifica di nll; 10-07-2014, 18:31. Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente
            Domotica: schemi e collegamenti
            e-book Domotica come fare per... guida rapida

            Commenta


            • #51
              Lupino,
              sei un grande.

              Fra tu e Gbrl avete sollevato un' iradiddio di questioni, ne sfioro solo due:
              >Hai energia (nel caso cinetica) solo nella fase di caduta, allungare il percorso orizzontalmente potrebbe avere senso solo per aumentare i tempi di evaporazione dell'acqua ma sarebbe comunque negativo.

              Per abbreviare i tempi di evaporazione dell' acqua, semmai; maggiore superficie esposta, maggiore energia raccolta, senza introdurre il modulo della freccia del tempo: non è necessario al bilancio energetico. La velocità di scorrimento del diciamo circuito non è vincolata, mi pare.
              O meglio, i suoi vincoli (gravità, massa, al) non obbligano -mi pare- a tenere conto della potenza; se introduciamo la fisicità, il sistema si blocca e addio marlène. Stiamo ragionando, imo, in ambiente ideale, niente perdite, trasformazioni al 100% di rendimento ... appena introduci i rendimenti è la fine del giochino.

              Ora tra un po' devo fare delle cose e non lo sto a cercare, ma l' Uccello Bevitore lo dovresti conoscere, quel giocattolo-dimostratore scientifico che oscillando intinge il becco in acqua e variando le pressioni interne il baricentro del sistema si sposta, il che fa sì che eccetera.
              Ecco, quello, con rendimento infinitesimo, funziona;
              la tua bellissima stella di sfruzzichini,
              chapeau, geniale,
              funziona solo nel mondo ideale.

              Per sottile e rigido che sia un asse realizzabile, o almeno ipotizzabile in base all' assodato pregresso, e perfetti l' allineamento e il piombo e la bolla e la squadra ottenibili con strumenti esistenti, la Ruota a Raggi di Sfruzzichini non gira.
              Oddìo, forse se alla Nasa ci si impuntano, forse ce la fanno, ma non credo che siano pronti a impuntarcisi; se ho ragione, difficilmente la vedrò funzionare entro tempo massimo.
              imo, eh.



              >... potrei avere qualche etto ... di peso per un tratto di discesa di pochi cm i quali ottimisticamente avrebbero la forza per spostare in orizzontale ...

              Sia-min-unmond-i-de-a-leeeee!

              In questo modo, il tratto orizzontale può anche essere lungo un chilometro, tanto non ci sono dissipazioni.
              L' energia gliela potrebbe fornire anche la luce di una candela, in qualche stramilione di anni ce la farebbe.
              Se si incomincia a introdurre difficoltà, non si finisce più, va a finire ci infila anche le valutazioni economiche o di impatto ambientale, e poi magari morali e scatologiche e sonasega.



              >... la forma migliore rimane la ruota.

              Essendo i vincoli del mondo utopico
              altri da quelli dell' esperibile,
              per l' opinabile mio senso estetico
              fra le invenzioni è la mirabile.

              Però de gustibus
              certo saprai
              non si discute
              o sono guai.

              Ci vuole riga squadra e compasso
              carta a quadretti lapis e gomma
              e si moltiplica e si divide
              e dopo sottratto si fa la somma
              per dimostrare con l' esperienza
              quanto è rotonda la circonferenza.

              Non sarà inutile
              stare alle regole:
              il necessario
              ed il bastevole.
              Ultima modifica di Al Mizar; 10-07-2014, 01:48.

              Commenta


              • #52
                Quante parole...
                è necessario solo provare in realtà quello che si suppone.

                A me pare che il tempo di evaporazione
                se è con anche un forte dispendio di energia per asciugare
                non produce quanto l'idea di Gabriele vorrebbe


                ciao

                Commenta


                • #53
                  >Quante parole...

                  è necessario solo provare in realtà quello che si suppone.

                  mostro!
                  allibisco mi scompenso e trèmolo!
                  sei proprio tu?
                  trasecolo sobbalzo e m' impappino

                  In effetti, se non hai raccontato un sacco di balle, a provare in realtà quello che supponi ci hai provato a lungo, apparentemente senza successo, ma non è questo l' importante, ci hai provato e questo è un fatto.

                  d'altra parte, se tu supponi cose che non esistono, e/o supponi di potere non tener conto di cose che invece esistono, potrai provarci in sempiterna secula e non caverai un ragno dal buco.

                  Gbrl, a differenza di te, impara; e nell' imparare insegna, a essere pazienti, semplici, conseguenti.
                  tu mostro, mammamia!
                  ti rileggi mai?

                  non puoi essere preso sul serio finché non impari a usare il linguaggio in modo un po' più formale.
                  o meglio, potresti anche parlare come Jerry Louis, se tu avessi qualcosa da dire.

                  >quante parole ...
                  dài mostro, proprio te dici "quante parole"?
                  mi sembri l' obeso o l' anoressica che si guardano allo specchio e si trovano apposto
                  tu vedi i tuoi scritti come coerenti e profondi e invece non stanno insieme per più di due righe

                  usi il linguaggio in modo disfunzionale a trasmettere messaggi coerenti per nascondere il fatto che non hai messaggi coerenti da trasmettere

                  >>>provare in realtà

                  esempio del tuo solito trucchetto di confondere comunque il senso di una frase
                  provare _nella_ realtà non ti piaceva, vero? certo che no, è la forma corretta, ha meno lasco per ciurlare nel manico
                  alla maniera tua si capisce lo stesso, peròpperòpoidopo viene fuori che s' era capito male, perché in effetti se la forma non è corretta può darsi che sia sbagliato anche il contenuto.

                  a te pare che l' evaporazione ...
                  in base a cosa, ti pare?

                  il tuo effetto fromboliere e magnetic wall te lo fanno girare il motore primo, no, vero?
                  mi pare che nemmeno quello produce l' energia che vorresti tu e allora? vedi mo che ora noi si smette di ragionare di capillarità perché a te ti frizza che non ti si fila nessuno e tutti scappano dalle discussioni dove ci sei te salvo venirti a tirare le orecchie ogni tanto, stai mo a vedere.
                  però il motore a evaporazione di Gabriele nel mondo ideale imo gira, non vedo violazioni.
                  magari ce ne sono, le vedi tu?

                  il tuo motore viola la conservazione dell' energia, dimmi te se sei poco di fuori


                  AM
                  Ultima modifica di Al Mizar; 10-07-2014, 19:22.

                  Commenta


                  • #54
                    .... mha???
                    Domotica: schemi e collegamenti
                    e-book Domotica come fare per... guida rapida

                    Commenta


                    • #55
                      Sei perplesso, Lupino?

                      Eh, hai ragione, chissà cosa mi è preso a tentare di ragionarci.

                      Commenta


                      • #56
                        Che razza di discussione è ? Quale è il progetto, quali sono gli effetti ? Sapete studiare ?
                        Gli effetti sono questi, di default, roba da scuola elementare
                        Da cui il progettare la Free Energy anche di un effetto notevole ma limitato a me pare ASSURDO!
                        Assurdo è come campato per aria cioè pensare che un palloncino carico di elio è la Free Energy e robe simili, vergognatevi certe mattine, così in seguito in questo forum magari arrivano nuove idee migliori cioè degli sviluppi di quello che è il fondamento storico della Free Energy VERA
                        a me pare ASSURDO! lo dico e attendo dopo che ho dato i problemi che voi trovate per fatti vostri, non esigo mai di avere il vostro studio ma per favore date dell'informazioone perché GRUGNIRE non è umano.

                        Discutere ma come? cioè siete davanti a problemi come ieri sera con insistenza io mi sono sfogliato almeno un file con osservare che razza di ingegneria vera c'è per un impianto chimico

                        Ci sono i componenti che si potrebbero usare per risolvere QUESTA discussione, però io preparo il letto e le camomille perché arriverà forse il 2020 senza niente oppure cose come la lampada alogena da 3000 watt che asciuga batuffolo dopo batuffolo di cotone (tanti watt perché l'asciugare deve essere veloce come un motore ed è assurdo anche questo: NON C'E' IL TEMPO di asciugare i materiali troppo assorbenti e penso anche che la capillarità inversa, cioè lo svuotare il tubicino o le spugne della macchina semplificata per la free energy ipotetica sia sempre tempo di reazione troppo lento.

                        E poi un problema serio dei tubicini è che si pensa che il fluido capillare sia perfetto...
                        non c'è perfezione e allora la manutenzione sarebbe un problema serissimo...

                        I problemi sono da pensare col cervello umano da cui l'intelligenza emerge oppure affonda

                        La vera forza di adesione sarebbe per altre ricerche in cui il cervello può pensare a ridurre i problemi e poi trovare le soluzioni, e l'ultima soluzione per la Free Energy si chiama in gergo di ricerche storiche OPEN GATE e notate che dove non c'è chiaro c'è l'effetto PERENDEV

                        Per lo studio di tipo scientifico però su come variazione da standard a free energy ci sono problemi in cui la capillarità diventa per i gas ed è troppo difficile ipotizzare, non ci riesco, provateci ma le fonti possono fare fallire http://link.springer.com/article/10.1007/BF01011513

                        Invece le prove anche ad eseperienze puerili possono poi spazzare via le ipotesi vaghe per focalizzare i problemi veri che si risolvono in anni di pensieri e molte prove variando le parti in causa di ricerca.

                        Questo documento è forse utile ma siamo a livello di conoscenze scientifiche troppo complicate, notate che si scrive pure li tanto senza proporre un ambiente di studio ad esperienze reali con modellini
                        http://image.sciencenet.cn/olddata/k...1813830677.pdf

                        Con questa risposta io contribuisco al sapere mentre voi no e mai, siete solo a rispondere a me come se distubo, e allora io per caparbia cerco di darvi la verità e non le balle o i pregiudizi.
                        Ultima modifica di mostromagnetico; 11-07-2014, 09:31.

                        Commenta


                        • #57
                          ... Sapete studiare ? ...
                          Noi si, e tu? Daccene una prova; alcuni post addietro ho indicato dei valori approssimativi di energia in entrata ed uscita dal sistema in esame ... come li ho calcolati?

                          ... a me pare ASSURDO! ...
                          Anche a me che tu continui a spalmare il forum di messaggi inconcludenti ed incomprensibili ... che ti devo dire, la vita è fatta di sopportazioni!

                          ... assurdo è come campato per aria cioè pensare che un palloncino carico di elio è la Free Energy ...
                          O come sperare che un tot di magneti posti in cerchio creino un motore

                          ... Da cui il progettare la Free Energy ...
                          L'unico che sta parlando di free energy qui sei tu

                          ...come la lampada alogena da 3000 watt che asciuga batuffolo dopo batuffolo di cotone ...
                          Si parlava del sole MM, del sole ... probabilmente non hai letto i post precedenti vero?

                          ... NON C'E' IL TEMPO di asciugare i materiali troppo assorbenti...
                          Che centra il potere assorbente di un materiale con la quantità di energia necessaria ad "asciugarlo"?

                          ... la Free Energy si chiama in gergo di ricerche storiche OPEN GATE e notate che dove non c'è chiaro c'è l'effetto PERENDEV ...
                          Perfettamente attinente con il discorso della capillarità.
                          Domotica: schemi e collegamenti
                          e-book Domotica come fare per... guida rapida

                          Commenta


                          • #58
                            il potere assorbente di un materiale dipende dalla quantità di liquido e delle proprietà del materiale stesso

                            il cotone assorbe ma ha un tempo di asciugatura troppo elevato... [ provare per capire ]

                            le spugne sintetiche assorbono sino a essere sature
                            e poi possono sgrondare se le collochi in posizione ANGOLARE
                            in cui, ad esempio di riferimento reale, la massa di liquido pesa su un angolo della spugna
                            così se appena una goccia ESCE,
                            tutte le altre sgrondano insieme ad essa e la spugna sintetica però ci mette dei secondi
                            così la ruota avrebbe poi un diametro
                            dove le spugne si devono ingrandire perché le razze sono più robuste e pesanti...
                            e trovare la macchina ideale è anche difficile.

                            Difficile non è mai impossibile, allora la Ruota di Citossi anche a progetto senza fare nulla come è ?

                            Commenta


                            • #59
                              ...il potere assorbente di un materiale dipende dalla quantità di liquido e delle proprietà del materiale stesso..
                              Tanto per cominciare il "potere assorbente", a parte forse i Tampax (o similia), normalmente viene definito idrofilia (mai sentito parlare del cotone idrofilo?). Non dipende dalla quantità di liquido ma, in parte dalla tipologia di liquido e, soprattutto, dal materiale (composizione chimica, struttura interna ...).

                              ...il cotone assorbe ma ha un tempo di asciugatura troppo elevato...
                              Il tempo di "asciugatura" è il medesimo necessario a far evaporare la stessa quantità di liquido; sia esso all'interno delle fibre del cotone che all'esterno in un semplice contenitore ed è dato, come detto, dalla quantità di liquido e dalla tipologia dello stesso (inerzia termica)

                              ...possono sgrondare se le collochi in posizione ANGOLARE...
                              Sintetiche o meno le spugne "sgrondano" quando varia la pressione a cui sono sottoposte, sia essa dettata dall'ambiente in cui si trovano che dalle dita della mano che le alza

                              ...così la ruota avrebbe poi un diametro ...
                              Si è detto che un capillare di 0,5mm ha un altezza massima di 66mm ... spiegami come fai a farci stare una ruota con le spugne attaccate

                              ... [ provare per capire ] ...
                              Studiare per comprendere
                              Ultima modifica di Lupino; 12-07-2014, 00:25.
                              Domotica: schemi e collegamenti
                              e-book Domotica come fare per... guida rapida

                              Commenta


                              • #60
                                Spero che col tampax e la sua Fisica poi non si faccia la stupidata di provare liquidi speciali sprecando ad esempio mercurio che è anche tossico ed INQUINA per appunto specie di stupidate... oppure inchiostri per stampanti, stessa cosa ma sempre SPRECO e stupidate...
                                INVECE REALIZZARE COMUNQUE SIA UN MOVIMENTO TIPO GIOSTRA
                                E' POSSIBILE CON ACQUA E SAPONE (GRADAZIONE DA CAPIRE IN SEGUITO
                                STUDIANDO GLI ARTICOLI ACCADEMICI, QUELLI CHE VI HO DATO DA "GUARDARE".
                                eccetera
                                Ultima modifica di mostromagnetico; 12-07-2014, 18:59.

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                TOP100-SOLAR