Inkomp nuova configurazione dell meg - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Inkomp nuova configurazione dell meg

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Inkomp nuova configurazione dell meg

    Ciao a tutti , seguo il consiglio di sandro meg , aprendo una nuova discussione riguardante la metamorfosi dell meg , (si spera ) , niente di nuovo direte voi , invece dopo che armando di para, ci ha confidato che il meg funziona , sandro meg a detto che lo ha visto funzionare , speriamo che fra poco , ci date qualche dritta per cominciare la sua costruzione , come gi detto, diversi di noi ,sono disposti a venire da te armando , per avere una idea chiara dell funzionamento , sandro ha detto che sei in contatto con quelli dell inkomp , chiedo conferma sandro , dopo di che aspettiamo le new , questo il link dell inkomp :

    http://inkomp-delta.com/
    Ultima modifica di pancia 37; 24-02-2009, 17:06. Motivo: errore tastiera

  • #2
    Pancia io non ho detto assolutamente quello che affermi . Non ti ho detto che il dispositivo sia in OU e non ti ho detto che sia quello di Ikomp.
    Ho promesso ad Armando di non rivelare nulla riguardo al suo dispositivo e io non ti do nessuna informazione tranne quella che non e' il MEG di Bearden.
    Quindi questa discussione viene spostata fuori dalla sezione del MEG.

    Commenta


    • #3
      io non ho detto chetu dici che va in OU , o detto che tu hai detto che funziona , eco le tue parole :

      Oggi e' stato il giorno del contatto !!!!
      Finalmente ho visto questo dispositivo motionless di Armando che, sembra il MEG di Bearden ma e' diverso.
      Ringrazio tantissimo Armando, un vero vulcano di idee !!! Molto disponibile e veramente informatissimo su tutti i campi delle energie alternative.Complimenti e continua cosi' che avrai sicuramente tante altre soddisfazioni !!
      Ma torniamo al generatore, come potete immaginare non posso dirvi niente, ma se son rose fioriranno e anche presto.
      Purtroppo non posso modificare il MEG per poter replicare il dispositivo, vedremo se avro il tempo per riuscire a fare un nuovo dispositivo.Che si chiami meg, reg freg poco importa, l'importate e' ottenere un dispositivo motionless overunity.
      Per ora basta cosi', logicamente se costruiro' il dispositivo non postero' su questa sezione gli eventuali progressi.
      Ciao

      ho sbagliato soltanto a dire che tu hai detto che armando in contatto con inkomp , in efetti stato un altro utente , cmq per farla corta , spostala pure .ciao

      Commenta


      • #4
        hei...cosi?? non carica il disegno...

        A truly overunity Transformer / Meg

        nonostante quello che e' scritto sul link..... e' l' inkomp
        Ultima modifica di HAMMURABY; 18-03-2009, 21:04.

        Commenta


        • #5
          altre info...
          Global Free Energy :: Free Energy design 3 :: http://globalfreeenergy.info

          Free Energy design #3 - Solid state

          scorrendo c'e un punto fisso.....

          .....In fact the permeability should be at least 4, and IMO it would be difficult to extract the ambient thermal energy with that low of permeability. I would only recommend Alnico 8 magnets. Here's a list of permeability for various PM's -->

          segue tabella sulla permeabilita' magnetica.....

          and Magneto Caloric Effect MCE :Easy to understand - Why it works
          Ultima modifica di HAMMURABY; 20-03-2009, 20:58.

          Commenta


          • #6
            Iniziano a vendere i loro prodotti!!!!!

            http://inkomp-delta.com/


            Moltiplicatori energetici.....moltiplicano per TRE
            Framoro...

            Commenta


            • #7
              Ragazzi 1500 euro a kw , secondo la inkomp , solo per aziende che gi sono dell settore , non sar per caso la replica della lutec ?

              Lutec Australia Pty Ltd - Welcome!

              Commenta


              • #8
                vediamo , se io prendo una batteria di 12 volt e collego il inkomp , ottengo 36 v , se poi ne collego un altro ne ottengo 106 v , poi un altro e ottengo 318 v e cosi all'infinito , non per caso free energy ?

                Commenta


                • #9
                  o pancia, forse ti e' scappato che l' INKOMP, e' il MEG che funziona??
                  e trasforma la continua in alternata... andrebbe bene per un accumulatore di energia "collettivo-comunale" "a isola" da fotovoltaico...

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da pancia 37 Visualizza il messaggio
                    vediamo , se io prendo una batteria di 12 volt e collego il inkomp , ottengo 36 v , se poi ne collego un altro ne ottengo 106 v , poi un altro e ottengo 318 v ...
                    Questa cosa la fa anche un trasformatore, per bisogna vedere cosa succede all' amperaggio... ma quelli per una guardata vogliono un milione di euro anticipati...

                    All additional information is given to our customers as their request, only after we would see their statement from bank (not less than 1 million. Euro).

                    Commenta


                    • #11
                      a proposito del meg di sandro

                      salve... da tempo che cerco di capire il funzionamento del meg e credo di esserci vicino grazie all'esempio del pendolo, ho solo alcune domande da fare a sandro circa le sue prove: vorrei sapere se il prelievo di energia dal trasformatore continuo oppure sincronizzato, con ritardo variabile,con l'impulso di eccitazione. Mi spiego meglio: osservando l'esempio del pendolo si vede la dinamo sul fulcro che alimenta sempre il carico , non sarebbe pi logico utilizzare l'energia per spingere il pendolo senza che lo stesso possa incontrare nessuna controreazione, in modo che sia pi facile farlo arrivare oltre il il muro, inserendo il carico solo al suo ritorno?
                      un'altra domanda: la bobina antiinduttiva nei punti di incrocio del filo forma un'angolo di 90 gradi oppure un angolo casuale?
                      se ho detto stupidaggini dimmelo pure!

                      p.s. non pensare che se il meg di armando funziona, il tuo non va bene solo perch diverso! Non forse vero che si pu raggiungere la stessa meta utilizzando mezzi diversi?

                      Commenta


                      • #12
                        YouTube - Freee energy

                        Commenta


                        • #13

                          Note di Moderazione:
                          Quante volte bisogna ripetere sempre le medesime cose ? Non si cita un msg al completo e,in questo caso, cosa serviva farlo se era evidente che rispondevi a Mickelee che era qui sopra ? La regola violata e' la 3 che cita :
                          d) Non consentita la citazione di un intero messaggio. Le citazioni devono riportare solo parti significative del messaggio alle quali si vuole aggiungere un commento o un chiarimento
                          Chissa se applicando le infrazioni riuscirete a leggere il regolamento.....
                          http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules



                          ragazzi non so che dire se non che sento una gran puzza di bruciato...

                          chiaro che essendo un'azienda russa, in internet possono dichiarare qualsiasi cosa senza alcun rischio e si sa.... i polli sono dovunque... come nella vita normale li troviamo anche in rete.....

                          ...e con questo mi riferisco alla ikomp, per quanto riguarda armando.... sentire la tizia russa che parla sotto mi fa pensare male.......

                          la coreografia usata nel "fantomatico" laboratorio di Padova mi fa ancora pi ridere.... vedere il meg inscatolato nella "teca di vetro e legno stile retr", che fa tanto universit, un tocco geniale.....
                          Ultima modifica di sandro-meg; 23-09-2009, 16:08.

                          Commenta


                          • #14
                            Cerchiamo di rimanere nel tecnico per favore.
                            Allora attualmente il sito (http://inkomp-delta.com/index.html) non mostra piu' su quali basi il dispositivo lavora.
                            Io ,molto tempo fa, avevo salvato una pagina scritta dal tizio su come lavora il generatore :
                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ikomp_html_13fce6af.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 16.1 KB 
ID: 1917352
                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ikomp_html_m24165e16.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 32.1 KB 
ID: 1917353

                            Come si puo' vedere poco c'entra con il meg .
                            Se interessa vedo di postare la pagina in qualche maniera.

                            Commenta


                            • #15
                              ciao sandro, se hai del materiale riguardo al dispositivo di inkomp,potresti pubblicarlo,sto facendo esperimenti con un parallel path e qualsiasi info gradita
                              poi se c' qualcuno che sa dove reperire dei laminati in permalloy me lo pu far sapere?

                              Commenta


                              • #16
                                http://www.free-energy-info.co.uk/Chapter13.pdf
                                Pag 13.46

                                Per l'inkomp non serve il permalloy (lavora a 50 hz).
                                Tra una decina di giorno ritorno dalle ferie e ti posto la descrizione di Ivanov.
                                Ciao

                                Commenta


                                • #17
                                  grazie , mi sono accorto che per tirare fuori qualcosa le frequenze sono quelle volevo provare con altri materiali e vedere come si comportano anche con il recupero delle extracorrenti sulle bobine in entrata

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Gap-Power video claims to describe and demonstrate overunity
                                    Ciao credo che anche questo faccia parte della grande famiglia...
                                    "Non date da mangiare ai troll"
                                    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da michylee Visualizza il messaggio
                                      Triac

                                      Non costringerci alla tortura, ora, per qualche dato in pi.
                                      Che... poi, legato stretto al palo e senza cibo, non riesce facile digitare...
                                      Che cosa vuoi che ti dica? io non ci ho ancora capito nulla, pi vado avanti con le misure e meno tornano i conti, quell'affare con 2 kW (una stufetta elettrica) attaccati come carico rimane freddo, al di sotto della temperatura ambiente. L'unica cosa chiara che NON funziona come un trasformatore classico con primario e secondario, quei maledetti magneti posti al centro scombussolano tutto

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Sono contento che tu stia misurando l'inkomp. Riesci a dirci come e con che cosa stai effettuando le misure ?
                                        Ciao

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Con dei multimetri e un oscilloscopio 4 tracce da 100 MHz, ma sto aspettando delle sonde differenziali e strumenti di misura pi precisi, fino ad'allora non posto nessuna dato voglio essere sicuro che l'errore di misura sia abbastanza basso da non lasciare dubbi.
                                          Posso solo dire che lavora con la sola semionda positiva in ingresso e in uscita c' un'onda triangolare simmetrica (positiva e negativa) che a seconda della regolazione pu arrivare a circa 1200V picco-picco, anche se la regolazione ottimale a circa 320V.
                                          Per il resto devo chiedere l'autorizzazione alla divulgazione.
                                          Un fatto curioso che si scollega l'enorme condensatore l'aggeggio salta letteralmente sul tavolo come un grillo nonostante il peso (circa 30 chili).
                                          Dimenticavo, durante il funzionamento succedono due cose strane, la prima che alcuni presenti avvertono un gran mal di testa che sparisce immediatamente quando viene spento(stranamente a me non succede), la seconda che ho notato su di me che si avverte un gran freddo stando nelle sue vicinanze (circa mezzo metro) e la cosa si sempre ripetuta tutte le volte che l'ho acceso.
                                          Qualcuno ha una spiegazione logica?
                                          Ultima modifica di triac60; 13-08-2010, 17:21.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da triac60 Visualizza il messaggio
                                            la seconda che ho notato su di me che si avverte un gran freddo stando nelle sue vicinanze (circa mezzo metro) e la cosa si sempre ripetuta tutte le volte che l'ho acceso.
                                            Qualcuno ha una spiegazione logica?
                                            Ma il freddo effettivamente c' o no?

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Si Triac esistono spiegazioni plausibili (magnetostrizione e effetto magnetocalorico,forti campi em cosa che succedeva anche con il meg) ma.....se non ci dai schemi elettrici e modalita' di funzionamento la vedo dura parlarci
                                              Prova a vedere cosa ci puoi dire.
                                              Buone prove

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da endymion70 Visualizza il messaggio
                                                Ma il freddo effettivamente c' o no?
                                                Si Endy c', su quello non ho nessun dubbio, provato e riprovato pi volte e non suggestione (non ero neanche prevenuto poich non ne sapevo nulla), successo anche nelle due settimane caldissime di luglio.
                                                @Sandro
                                                Come ho gi detto non posso dire oltre senza autorizzazione, non dipende da me.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da triac60 Visualizza il messaggio
                                                  Si Endy c', su quello non ho nessun dubbio, provato e riprovato pi volte e non suggestione (non ero neanche prevenuto poich non ne sapevo nulla), successo anche nelle due settimane caldissime di luglio.
                                                  Un termometro (prezzo 3 euro nei migliori rivenditori) potrebbe anche darti qualche misura meno spannometrica...

                                                  L'effetto magnetocalorico (c' anche quello ELETTROcalorico) potrebbe in effetti essere responsabile, ma per quanto ne so si tratta della diminuzione di qualche frazione di grado per tesla di campo applicato nei normali materiali (non parlilamo di leghe di Gd, naturalmente). Ovviamente per capire l'entit del fenomeno occorre conoscere la dimensione dell'ambiente, temperatura iniziale, eccetera.

                                                  Il mal di testa pi difficile da spiegare. Pu esser indotto da qualche frequenza acustica "fastidiosa".

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao il termometro dovrebbe essere al mercurio o ad alcol quelli digitali potrebbero essere influenzati dal campo magnetico e sfalsare le misure.
                                                    Anche se quelli al mercurio non credo si trovino pi in commercio.
                                                    Non credi possa essere una specie di effetto peltrier?
                                                    Ho visto nel filmato che avete a disposizione un termometro laser hai provato con quello?
                                                    "Non date da mangiare ai troll"
                                                    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      La sensazione di freddo potrebbe anche esser indotta da una forte ionizzazione dell'aria. Il mal di testa, oltre che per cause acustiche, pu anche esser indotto da forti campi em. Mi accodo anch'io agli altri che chiedono una misurazione della temperatura.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da GabriChan Visualizza il messaggio
                                                        (...)
                                                        Ho visto nel filmato che avete a disposizione un termometro laser hai provato con quello?
                                                        Provato con molti tipi di temometri, termocoppie comprese, ma il problema non la temperatura dell'aggeggio che scende solo di qualche grado rispetto al'ambiente e prima dell'accensione, quello che induce sul corpo umano che non capisco, come una sorta di radiazione che non conosco e non mi spiego.
                                                        Ora siamo in ferie ma a settembre riprenderemo a studiarlo seriamente e con strumentazione adeguata.

                                                        PS: Buone ferie a tutti.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Guarda da quello che so anche l'ikomp lavora ad impulsi brevi ma molto energetici. Nel meg era lo stesso ma la potenza era molto piu' bassa (io decine di Watt tu vai oltre il KW).
                                                          Ora nel meg le misure di tensione corrente erano alquanto ostiche intorno al dispositivo....della serie il voltmetro segnava un po quello che voleva.
                                                          Ti posso assicurare che il forte campo em mi dava fastidio.
                                                          Fai buone vacanze e, quando torni, tormenta Armando a darci qualche info in piu'.
                                                          Ciao

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Bravo Triac vedi di rilassarti bene con le ferie, al ritorno a settembre non dormirai pi te lo assicuro!!!

                                                            @Sandro lo schema te l'ho gi fornito o mi sbaglio, comprese le misure fatte all'universit che non si pu divulgare?
                                                            Comunque sono del parere che anche con lo schema completo difficilmente sar possibile ripetere l'apparato, c' un pezzo che proviene da Tomsk e viene prodotto solo li...dobbiamo caratterizzarlo e trovare se esiste qualcosa di simile qui in Europa altrimenti siamo costretti ad andare a Tomsk...questo comunque lo capiremo a settembre..
                                                            una goccia d'acqua deionizzata e bidistillata ad una analisi specifica degli elementi in essa contenuti in ppb (parti per miliardo) risulta possedere in se tutti gli elementi che compongono il nostro pianeta ad eccezione delle terre rare, in pratica la nostra impronta digitale.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X