annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

teorie e formule per costruire motore perendev?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    In breve, la storia del perendev di Mike Brady dice che appena ha preparato la truffa, oppure ha scoperto la macchina del secolo, ha avuto l'idea sbagliata di porla immediatamente in commercio a costi di acquisto ENORMI, scandalosi... anche per l'amministratore di quel forum... (la storia viene da li) Questa sua idea l'ha tenuta per tutta la vita... e non la dimenticherà facilmente...

    La storia dice anche che ha costruito acuni prototipi, più di uno... come mai ?
    Per me è solo che tutti gli inventori si fregano con le loro stesse intenzioni... Restano i modelli e qualche simil-perendev è stato dimostrato girante in qualche fiera di Free-Energy, però mai a livello di generatore... Rimane un mito da verificare... MA COME ?

    Una tecnica è la costruzione, nel mio fare di ricerche, di un modello semplificato... circa come i diagrammi postati sopra... per cui ci siamo: economia di costi e tanta ricerca possibile nel corso del tempo, senza fretta...

    Quell'altra dovrebbe essere il potere predire con matematica e diagrammi di femm o altri software più studiati... correlando diverse prove con teoria... ma ci vuole scambio di info serrate, intense, oppure mesi di mie ricerche ciufolanti... non so... io posso perdere la strada anche oggi... Però da oggi io intendo studiare e visionare quello che posso di matematica e diagrammi di magnetismo permanente... non ho molte ore da dedicare ma qualcosa ogni giorno combino...

    Ora, in questo momento sto visionando un pdf sul campo magnetico rotante elettrico...
    è molto più difficile di fare i diagrammi e studi sul magnetismo a soli magneti permanenti...

    Può essere anche che esiste un problema etico... cioè il non mutare in alcun modo lo status quo attuale... Free-Energy come "blasfemia" è più che il notare una collezione di burle... vero ?

    Occorre costruire una "macchina di approccio al perendev" ed anche per TUTTI i "sistemi a dischi_ruote" ... vedrò cosa posso fare...

    E con ciò, il mio modello di approccio al perendev è a posto.

    [COLOR="DimGray"]Esperimento di oggi: il porre in armonia 3 magneti cilindrici, BASI per queste ricerche (cioè trovo la distanza, che è una misura del sistema decimale)

    Empiricamente: da unione adiacente, allineati e fissati uno accanto all'altro, e quindi spaziandoli, con una tecnica per FARE PRIMA... che penso voi sapete bene... cioè non a fare 0 + 0.1 + 0.2 + 0.3... + n.n ma più rapido, cioè una volta il diametro, poi tre, poi cinque... se avviene per sensore che il campo non sia armonico (come se fosse unico) allora restringo o allungo l'intervallo di ricerca... in poco tempo posso trovare la distanza...

    In matematica è possibile ? Ho acceso il PC vecchio che sta scollegato e dentro ha solo due cose: Sistema operativo del 2000 e Mathematica 6.0

    Il prewiew info principale contiene: somma, elevamento a potenz, matrice inversa
    e la seguente simple function: Integrate[Sqrt[x] Sqrt[1+x], x]

    Ovviamente ora mio cerco le guide in italiano...
    ma se possibile, qualche aiutino... chiedo troppo ?

    Per oggi è tutto, vado a fare poca officina e poi a domani sera... dove sia che [davyp] voglia o non voglia (invocare Dio mi sembra troppo) prenderò in pugno le info scottanti sulla interazione di interfaccia del perendev, descritte da davyp altrove... a meno di divieto... dunque: violazione oppure osservazione e comportamento etico ?

    Ciao a tutti.

    Commenta


    • #32
      La ricerca dell'utente del web [ davyp ] l'ho trovata ovvamente SORVOLANDO Internet...
      Ha formato appunti sulle geometrie della macchina perendev ed equazioni che legano il tutto anche per vari teoremi del moto... Forse avrà creato qualche programmino di routine per le angolazioni ideali dei magneti al rotore ed allo statore... Ovviamente ha finito di postare per via che non tutti stanno in caparbietà... Sicuramente avrà capito che occorre formare dei cicli di spazzolate di valori... per poi tramite anche meno esperimenti, trovare la VERITA' su ANGOLI, DISTANZE e RESA di queste strane macchine magnetiche... Ha comunicato che:

      i calcoli per il dimensionamento dell'apparato meccanico (paramentri del rotore, dello statore e dell'angolatura che i magneti dovrebbero avere per mettere in funzione il eccanismo) non sono al quanto facili... Infatti tali parametri sono interlacciati uno con l'altro per avere una stabilità geometrica tra di loro... rientrano equazioni a più incognite, lineari di secondo e quarto grado, e disequazioni lineari di secondo e quarto grado. Insomma un lavoraccio. solo un parametro, che è un pò testardo ad uscir fuori dall'equazione (un gioco tra angolatura dei magneti e distanza angolare tra magneti sul rotore) I calcoli non sono facili, ma molto molto complessi...

      L'angolo di inclinazione del magnete ha un suo valore specifico a seconda del raggio del rotore e della distanza tra i magneti rotorici e statorici. Oppure anche da un altro punto di vista di variabile distanza tra rotore e statore... Questo angolo è molto importante, perchè è ancora una volta legato ad una equazione (la repulsione tra due magneti ad una data distanza...) Esso ripeto è molto importante perché avere un valore di questo angolo significa avere un valore di picco massimo della forza repulsiva, che scomposta vettorialmente in due parti; una giacerebbe tangente al rotore talchè da renderne un movimento al rotore... Si ha una maggiore rendita della forza repulsiva tra magneti tanto quanto più la lunghezza del raggio del rotore diminuisca, mentre il valore di rendita della forza repulsiva tendere ad essere del 60% tanto quanto il raggio rotore tende ad un valore infinito... diventa sempre più complesso il calcolo di alcune equazioni inverse
      per il calcolo del valore di inclinazione del magnete rotorico in funzione delle dimensioni dei magneti e della distanza rotore e statore...


      . . . . . . . . .

      queste descrizioni tecnico divulgative proseguono correlando alle figure... che hanno il problema di essere poco o completamente illeggibili... cercherò di elaborarle... ma sarebbe importante che [ davyp ] ci informasse di persona... oppure che tra noi appassionati trovassimo il completamento di ciò... restando tranquilli con le nostre conoscenze ma usando software... Dunque, finisco dicendo che si, anche per burle o misteri buffi, è possibile inventare storie false... ma questo magnetismo per questi apparati HA LE SUE LEGGI... e più le conosciamo e meglio è...

      Ciao.

      Commenta


      • #33
        Mike Brady è uscito di galera ...
        dice che rimette insieme il suo motore, fa una demo e vende tutto.

        Mike Brady (Perendev) released from prison

        Commenta


        • #34
          Chi vivrà farà vedere ... mah, vedere... dimmi un po' cosa c'è nel vedere ?

          Comunque Brady ha sbagliato tutto,
          dal principio in cui stava in un forum e ha osato chiedere soldi per la sua invenzione.

          Il Perendev, che giri oppure NO
          e comunque che non si capisce mai una mazza ferrata chiodata e spalmata di pece
          per poi scuotere il sacco di piume... sul problema di capire questo modello...

          costa troppo, tempo di ricerca, studio dei suoi problemi,
          e per la forza occorrono campi troppo potenti per poi girare come un a macina... no no, è un fallimento

          Rimane il mito, cioè il non capire che qui è umano, si può tollerare,

          Le teorie del magnetismo dinamico saltano fuori dallo sbilanciamento dei campi,
          una asimmetria che nel perendev è la posizione delle calamite,
          le quali nel migliore modo possibile producono una interazione sbilanciata,
          ma io la ritengo come effetto poca roba, cioè manca di effetto spinta notevole.

          L'effetto spinta notevole è quello che utilizza l'interazione classica, ma lo sbilanciamento delle MASSE dei magneti
          questo sbilancia i campi, consente di trovare la soluzione degli open gate
          mediante le interazioni per tangenza di campo magnetico permanente
          questo vuole una meccanica di servizio: il pistone telescopico,
          senza di essa il sistema tende a girare però anche a stabilizzarsi,
          perché se si conducono le prove reali, i campi magnetici delle calamite del perendev rimangono in stallo
          allora lo sfasamento a tre livelli supera lo stallo però il sistema prende attrito in sé
          che se anche è poco non consente la liberazione dell'effetto spinta.

          Viceversa il porre tutto l'effetto in open gate
          e riprodurlo come accelerazione continua e ripetuta in un ciclo,
          allora ogni livello diventa un motore primo, che tende a fare girare l'albero motore a rpm veloci,
          perché l'unico modo per prelevare energia è andare a regime con un volano
          e adoperare il sistema alternatore fai da te come freno del motore primo
          che ha il campo completamente liberato da ogni tipo di smorzatura.

          la sommatoria di livelli diventa un progetto per una turbina di macchina epocale
          Buona attività per tutti gli inventori, però state attenti,
          si deve realizzare un sistema completamente con effetti notevoli per il vero del moto,
          altrimenti il motore si ferma, viceversa ACCELERA sempre.

          Buone Feste

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR