Conoscete lo SPEGG ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Conoscete lo SPEGG ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Conoscete lo SPEGG ?

    Questo è lo slogan utilizzato dall’Environ Energy, società Londinese che da qualche mese ha dichiarato di aver realizzato una macchina in grado di produrre energia sfruttando la combinazione di forza gravitazionale e cinetica, lo “SPEGG”, Semi Perpetual Electric Gravity Generator (generatore elettrico gravitazionale semi perpetuo).

    Dopo mesi d’attesa e un rinvio, finalmente quello che loro hanno chiamato il “Launch Day” (il giorno di lancio) si è concluso.

    Il 27 di ottobre sono stati presentati due prototipi di SPEGG ad un pubblico selezionato di tecnici, scienziati, ricercatori e imprenditori, circa un centinaio di persone da tutto il mondo hanno potuto finalmente toccare con mano questi due generatori da 1000 watt ciascuno.

    Lo SPEGG non è alimentato da nessuna fonte energetica tradizionale come petrolio, gas o carbone, genera energia sfruttando le forze gravitazionali del nostro pianeta, una fonte illimitata d’energia.

    Per la Environ Energy e la Enencom (società che ha gestito il Launch Day), si prospetta un futuro senza più emissioni in atmosfera di gas inquinanti ad effetto serra, questo è quanto loro dichiarano, i brevetti di questa sensazionale invenzione non verranno mai ceduti, ma tutti potranno acquistare lo SPEGG, sono in fase di studio progetti per realizzare delle vere e proprie centrali elettriche.

    Strano che nessun media abbia comunicato quanto è accaduto.

    Fonti:

    http://www.enencom.biz/launch_day.htm
    http://www.tibasdirectory.com
    http://www.environenergy.co.uk

  • #2
    Per Le@nardo, conoscevo già questo articolo che è stato pubblicato in rete da Nexus e da X-cosmos, cosa vuoi sapere di più?
    Ciao
    Armando

    Edited by eroyka - 25/3/2005, 09:03

    Commenta


    • #3
      CITAZIONE (Armando de Para @ 23/3/2005, 15:30)
      Per Le@nardo, conoscevo già questo articolo che è stato pubblicato in rete da Nexus e da X-cosmos, cosa vuoi sapere di più?
      Ciao
      Armando

      Vorrei sapre solo un tuo parere e quello di altri membri riguardo lo SPEGG !

      A mio parere è un bel giochino per mio figlio di 2 anni

      Commenta


      • #5
        CITAZIONE (leon@rdo @ 24/3/2005, 12:52)
        CITAZIONE (Armando de Para @ 23/3/2005, 15:30)
        Per Le@nardo, conoscevo già questo articolo che è stato pubblicato in rete da Nexus e da X-cosmos, cosa vuoi sapere di più?
        Ciao
        Armando

        Vorrei sapre solo un tuo parere e quello di altri membri riguardo lo SPEGG !

        A mio parere è un bel giochino per mio figlio di 2 anni

        Ottima idea far giocare tuo figlio di due anni
        Ti consiglio di iniziare con la prima scatola di supermag da 90 pz prima che qualcuno gli insegni che certe cose non esistono o non possono essere realizzate e vedrai che certamente con molta probabilità costruirà un sistema free-energy simil Speeg.
        Il papà invece dovrebbe togliersi alcuni pregiudizi e cominciare a sperimentare con le sue mani come molti di noi in questo forum stiamo facendo.
        Nel contempo dovrebbe anche studiare ed aggiornarsi, ritornando allo Spegg, ti offro un nuovo spunto di partenza con un sistema simile nell'attesa che da parte inglese si muova qualcosa!!!
        http://newsfromrussia.com/science/2005/03/...3/17/58692.html

        Buona lettura e buona ricerca
        Armando

        Commenta


        • #6
          L'impressione non è delle migliori, i discorsi che fanno anche peggio. Qualcuno ha per caso l'indirizzo fisico a Londra? Non mi è riuscito di trovarlo. Forse non sono stato attento o forse l'indirizzo fisico della loro sede non esiste. In settimana sono a Londra e un saltino a vedere come è la loro sede lo farei volentieri, non spero che mi lascino entrare ma tanto per farmi un'idea......
          Sinceramente quel sito mi ricorda molto il sito dell'AIAS o di Naudin. Molte immagini, anche se devo ammettere sono ben realizzate e niente spiegazioni. Loro dicono che tutti dovrebbero sapere come le cose funzionano per costatare con i propri occhi ma poi tante immagini che indicano poco e poche spiegazioni che non dicono nulla.
          20000 Sterline poi mi sembrano troppe per partecipare alla loro dimostrazione.
          Forse sono anche in buona fede, ma in mezzo ai vari tubi tucker, maghi do nascimiento ecc...
          Saluti.

          Edited by Lawrence - 25/3/2005, 10:23

          Commenta


          • #7
            Environ E-mail
            email@environenergy.co.uk

            Environ
            PO BOX 34734
            ISLINGTON
            LONDON
            N7 7XA
            ENGLAND

            TEL: 020-76865594
            TEL: 020-76867599
            FAX: 020-76867629

            Dai numeri di telefono non dovrebbe essere difficile trovare l'indirizzo che non sia solamente un PO BOX...
            Buon viaggio e cerca di tornare che abbiamo un appuntamento importante...
            Armando

            Commenta


            • #8
              Ecco altri indirizzi:

              Caroline Omare

              Colman Coyle Solicitors

              Wells House, 80 Upper Street, Islington, London N1 ONU

              Our Accountant:

              Mr Mike Pollard

              Robinsons Chartered Accountant

              5 Underwood Street, London, N1 7LY

              Vai, Stronca, e raccontaciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii iiiiiiiiiiii
              Armando

              Edited by Armando de Para - 25/3/2005, 10:38

              Commenta


              • #9
                Bando ai pregiudizi e alle invalidazioni se non prima si studia bene il sistema proposto.
                Qui si ha un'animazione del principio di funzionamento :

                user posted image

                Tra due pesi diametralmente opposti dovrebbe esserci qualche sorta di meccanismo che collega i due pesi lungo il diametro un po' come in questo schema :

                user posted image


                Maury


                Edited by maurjzjo - 25/3/2005, 11:03

                Commenta


                • #10
                  per quale motivo l'acqua dovrebbe passare dal cilindro inferiore a quello superiore senza nessuna pompa?. Per me sembra l'ennesima "ruota sbilanciata", che "funziona" nascondendo quando viene fornita energia dall'esterno. Ad esempio nel sistema nella gif animata non si capisce come la sfera e quella superiore salgano. Anche il sito non mi sembra molto chiaro al proposito, o meglio ammetto che non l'ho approfondito moltissimo (mea culpa), gente che chiede (troppi) soldi per far vedere qualcosa mi prende già male di per sè.

                  Edited by Polipone2 - 25/3/2005, 20:59

                  Commenta


                  • #11
                    Ciao polipone2,

                    CITAZIONE

                    per quale motivo l'acqua dovrebbe passare dal cilindro inferiore a quello superiore senza nessuna pompa?


                    Quando il contenitore si trova in sommita' il suo peso interno tende a scivolare creando una depressione che aspira fluido.

                    CITAZIONE

                    . Per me sembra l'ennesima "ruota sbilanciata", che "funziona" nascondendo quando viene fornita energia dall'esterno. Ad esempio nel sistema nella gif animata non si capisce come la sfera e quella superiore salgano.


                    Chiaramente gli inventori hanno omesso qualche particolare che pero' forse e' deducibile.
                    Se intendi come fa la sfera a spostarsi quando si trova al punto estremo inferiore , credo che esista qualche meccanismo occultato , tipo una molla che immagazzina l'energia nella fase calante , energia che poi rimette la sfera al suo posto quando siamo all'estremo inferiore grazie al peso diametralmente opposto che si presume essere collegato alla sfera opposta.

                    Maury

                    Edited by maurjzjo - 25/3/2005, 21:42

                    Commenta


                    • #12
                      QUOTE

                      Quando il contenitore si trova in sommita' il suo peso interno tende a scivolare creando una depressione che aspira fluido.


                      vero. Non solo, ma il peso del solido nella camera inferiore spinge il fluido verso l'altro. Facciamo due conti.

                      Il sistema evolve naturalmente verso un'energia minore no? Per ora verifichiamo solo un'ipotesi molto semplificativa, per dare l'idea di dove secondo me si nasconde il trucco.
                      Consideriamo per semplificarci la vita che la massa solida (pistoni) sia molto più piccola di quella fluida, in questo modo possiamo ipotizzare che il baricentro delle masse solide sia sempre sui vertici delle singole celle, mentre il baricentro delle masse fluide sia sempre al centro delle celle stesse.

                      supponiamo sempre per semplificarci la vita... che la catena sia ferma durante il trasferimento del fluido. La cosa ci potrebbe essere utile, dato che così si trasferisce più energia utile verso l'alto (nel senso che il fluido può poi ridiscendere dall'altezza più alta possibile).

                      affinchè sia possibile il trasferimento di fluidi verso l'altro, questo deve avvenire con diminuzione dell'energia totale del sistema (spero che su questo siamo tutti d'accordo...) quindi con le ipotesi imposte in precedenza e considerando le posizioni sull'esagono avrò che 2*M1 (massa solido) * deltaH (variazione in altezza masse solide) > M2 (massa liquido in singola cella) * H (dislivello basso alto liquido. Consideriamo il tuo disegno avremo DeltaH=P/2 dove P è il passo della catena e H=13/2 * P

                      quindi la precedente si scrive:

                      M1>13/2 M2

                      Ora abbiamo una relazione di dimensionamento delle masse per far si che almeno in teoria avvenga lo spostamento (tralascio ogni problema ingegneristico volutamente.)

                      consideriamo adesso la rotazione di un passo. Cosa comporta questa in termini di energia totale del sistema? Consideriamo le altezze delle masse: se fate la verifica si nota che in totale durante lo spostamento comporta l'innalzamento di 1 M1 di un passo P e la caduta di 13/2P da parte di 1 M2.... ciò cosa comporta? che per le relazioni energetiche avremo:

                      13/2 M2 >M1

                      uhm... stride abbastanza con la precedente... I conti sono semplici, ma ho fatto ipotesi un po' strette, se qualcuno vuole generalizzare lo studio faccia pure.

                      In questa catena il trucco sta nel non far vedere l'energia che si spende per sollevare le masse M1 per farle ruotare attorno alle ruote (esagoni nella schematizzazione).

                      Edited by Polipone2 - 25/3/2005, 23:27

                      Commenta


                      • #13


                        QUOTE

                        Nel contempo dovrebbe anche studiare ed aggiornarsi, ritornando allo Spegg, ti offro un nuovo spunto di partenza con un sistema simile nell'attesa che da parte inglese si muova qualcosa!!!
                        http://newsfromrussia.com/science/2005/03/...3/17/58692.html


                        uhm... fluidi con movimento a vortice... Non mi pare molto simile a questo, ma come concetto astratto non assomiglia di più al motore Clem?

                        http://www.keelynet.com/energy/clemcar.htm

                        Edited by Polipone2 - 25/3/2005, 23:24

                        Commenta


                        • #14
                          CITAZIONE (Polipone2 @ 25/3/2005, 23:23)
                          CITAZIONE

                          Nel contempo dovrebbe anche studiare ed aggiornarsi, ritornando allo Spegg, ti offro un nuovo spunto di partenza con un sistema simile nell'attesa che da parte inglese si muova qualcosa!!!
                          http://newsfromrussia.com/science/2005/03/...3/17/58692.html


                          uhm... fluidi con movimento a vortice... Non mi pare molto simile a questo, ma come concetto astratto non assomiglia di più al motore Clem?

                          http://www.keelynet.com/energy/clemcar.htm

                          Ciao Polipone2,
                          sarei curioso di conoscere anche Polipone1 se è bravo come te...

                          La tua riflessione sui fluidi con movimento a vortice confrontato con il motore di Clem a olio vegetale è molto astratto ma per certi versi penso che tu abbia intuito qual'era il concetto di produzione di energia apparentemente libera del dispositivo che si vede nella foto e di cui mancano le specifiche perchè tolte su suggerimento dell'avvocato della figlia di Clems.

                          Il motore ad aria funziona proprio su questo principio, il 30 % dell'energia prodotta alimenta il motore il restante 70% e libera e disponibile per uno o più utilizzatori, il vortice è la chiave di lettura e le differenze di temperatura sono la forza motrice del sistema, con una sorgente blandamente radioattiva o semplicemente sfruttando le differenze di temperatura dello spazio tra la parte esposta al sole e la parte in ombra con questo tipo di motore si produce molta energia, neppure la termoacustica è in grado di ottenere queste efficenze.

                          Ottimo intuito complimenti io ho visto il motore del link che ho postato ed è incredibile.

                          Sul fatto che i sistemi evolvono ad una energia inferiore oggi non mi trovi completamente d'accordo, oggi si può dire con un buon margine di sicurezza che tutti i sistemi evolvono ad una energia migliore; non è forse vero che si dice "passar a miglior vita?"
                          Buona Pasqua a tutti
                          Armando

                          Commenta


                          • #15

                            QUOTE
                            Sul fatto che i sistemi evolvono ad una energia inferiore oggi non mi trovi completamente d'accordo, oggi si può dire con un buon margine di sicurezza che tutti i sistemi evolvono ad una energia migliore; non è forse vero che si dice "passar a miglior vita?"    


                            Si, ma io sono un inguaribile pessimista . Grazie dei complimenti, Polipone1 non lo conosco, ma il nick era occupato (cosa incomprensibile!)

                            QUOTE
                            Ottimo intuito complimenti io ho visto il motore del link che ho postato ed è incredibile.


                            ho visto la foto su altri siti... E' veramente un oggetto fantascientifico! Anche se fosse una bufala sarebbe una macchina di rara bellezza! Chissà a cosa serve quell'intrico di tubi inferiore... Di fatto è completamente incomprensibile, comunque la forma del cono potrebbe stimolare la mia fantasia malata.

                            Edited by Polipone2 - 26/3/2005, 01:14

                            Commenta


                            • #16
                              Sono felice di aver stimolato la vostra fantasia, ma il mio dilemma non si basa sul fatto delle possibilità o meno che lo SPEGG funzioni forse è possible, il problema è che per produrre un energia anche minima dovremmo costruirne no grande quanto una ruota panoramica.

                              Commenta


                              • #17
                                come fai ad essere sicuro che funziona?.

                                Per quel che riguarda l'autocostruzione mi sembra decisamente fuori dalla mia portata (come di chiunque ad occhio ). Anche perchè turbine del genere per funzionare dovrebbero girare almeno almeno sui 40000 Giri/min, da quel poco che mi ricordo. Proviamo a vedere come è fatto il sistema. La 25 e la 3 sono normalissime turbine radiali... solo che la 25 è fatta come un compressore (si un bel turbo da macchina).
                                l'aria passa da C in un compressore assiale e finisce nel bombolone d'aria compressa sulla destra. Non stiamo a guardare le valvole e le molle, sono schematizzate solo per dare l'idea delle possibilità di regolazione penso. Il fulcro del sistema starebbe nell'ugello centrale nell'albero cavo. L'aria compressa per effetto Bernoulli aspira aria attraverso la turbina 3, in pratica un eiettore a singolo stadio. Ma l'eiettore non dà overunity, consente solo di aspirare grandi portate d'aria con poco vuoto tramite l'utilizzo di una portata d'aria inferiore ad una pressione molto più elevata.
                                Allora il nocciolo del meccanismo deve per forza essere nel susseguirsi di giranti e palette statoriche presenti nella variante B. In pratica il sistema dovrebbe sfruttare la turbolenza genereata nello spazio 12, facendo passare attraverso un ulteriore stadio di turbina l'aria esterna, mentre viene prelevata direttamente quella interna, presubilmente ad una pressione inferiore. Questa è l'unica cosa veramente strana (molto strana) che vedo nel meccanismo...

                                Sei sicuro che quest'oggetto (COMPLICATISSIMO!) sia un motore overunity? non è che magari è semplicemente un sistema ultraefficiente per produrre aria compressa, con una presa di forza sulla sinistra e un getto propulsivo sulla destra? Si parlava di applicazioni spaziali no?

                                Comunque l'idea di studiare una tale serie di compressori turbine e ammenicoli vari è ben oltre la mia capacità. Penso che ci si potrebbe concentrare sulla parte a turbine sulla sinistra, come diceva d'altro canto l'articolo a cui facevi riferimento in precedenza. Non capisco quando parla di impulsi di alimentazione dell'ugello... non sono al corrente di influenza della sua efficacia data dalla frequenza... anzi no... apetta... non è che usa il colpo d'ariete come i marmittini ad espansione dei due tempi? MITICO!

                                Edited by Polipone2 - 26/3/2005, 19:13

                                Commenta


                                • #18
                                  La 25 e la 23 sono turbine, la 3 è un'altra cosa, guarda meglio
                                  Armando

                                  Commenta


                                  • #19
                                    Hola All!

                                    Mi piacerebbe capire perche' quando si tratta di apparecchi perfettamente
                                    spiegati e riproducibili di cui nessuno potra' avere mai dubi sul loro
                                    funzionamento ( parlo di un "nessuno" tecnicamente preparato, una
                                    portinaia puo' continuare ad avere tutti i dubbi che vuole ) vengono sempre
                                    pubblicate foto gigantesche, ad altissima risoluzione che mettono a durissima
                                    prova i modem lenti mentre, quando si tratta di apparecchi innovativi
                                    che danno moltissimi dubbi sul loro reale funzionamento immancabilmente.....
                                    sulla rete si trovano SEMPRE E SOLO INSULSI DISEGNI, magari animati ma
                                    SEMPRE E COMUNQUE INSULSI CHE NON SIGNIFICANO NEMMENO LA META'
                                    DI NULLA!!!!!!!!
                                    e quando si degnano di inserire le foto ( cioe' quando qualcuno si e'
                                    perlomeno sbattuto di realizzare un accrocchio di componenti buttati li
                                    senza senso per far finta che almeno qualcosa e' stato costruito )
                                    finiscono immancabilmente per pubblicare 3 foto in croce mezze sfocate
                                    con risoluzione 320x240!


                                    CITAZIONE
                                    Il papà invece dovrebbe togliersi alcuni pregiudizi e cominciare a sperimentare con le sue mani come molti di noi in questo forum stiamo facendo.



                                    Eh, no...... io prendo le difese di chi afferma che lo SPEGG sia una bufala
                                    bella e buona, se vogliono convincedre qualcuno ad approfondire il discorso
                                    ( NON dico convincere che funzioni davvero ma solo approfondire il discorso )
                                    dovrebbero COME MINIMO realizzarne un bel prototipo, fotografarlo in
                                    ogni sua parte e da ogni angolazione con scatti ben fatti e mettere online
                                    una bella fotogallery ad alta risoluzione...... diciamo 100 MB di ottime foto
                                    come minimo sindacale per indurre qualcuno a replicare l' esperimento.

                                    Commenta


                                    • #20
                                      CITAZIONE (teslacoil @ 27/3/2005, 15:47)

                                      Eh, no...... io prendo le difese di chi afferma che lo SPEGG sia una bufala
                                      bella e buona, se vogliono convincedre qualcuno ad approfondire il discorso
                                      ( NON dico convincere che funzioni davvero ma solo approfondire il discorso )
                                      dovrebbero COME MINIMO realizzarne un bel prototipo, fotografarlo in
                                      ogni sua parte e da ogni angolazione con scatti ben fatti e mettere online
                                      una bella fotogallery ad alta risoluzione...... diciamo 100 MB di ottime foto
                                      come minimo sindacale per indurre qualcuno a replicare l' esperimento.

                                      Ciao Tesla,
                                      mi dispiace ma non sono assolutamete d'accordo con la tua analisi.
                                      La questione non è dire o scrivete che lo Spegg sia una bufala o meno, la questione è verificare se può essere vero.

                                      Le motivazioni che possono spingere alcune società a pubblicare o meno dati o fotografie, sono molteplici e troppo lunghe per essere spiegate in un forum.

                                      Altre cose in questo forum ed in altri sono state oggetto di discussione e per lo più sono state bollate come bufale per le motivazioni che hai scritto, niente di più sbagliato.

                                      In alcuni casi ho verificato di persona e i prodotti pubblicizati sono risultati essere veri, quindi il mio pensiero è molto semplice, smettimola di bollare le cose senza un minimo di prove concrete.

                                      Comunque non tutto il male vien per nuocere, questa riflessione mi ha fatto venire una buona idea, chiederò a Roy di aprire una sezione dove pubblicheremo quali sono le tecnologie sotto ESAME, quelle verificate e i risultati delle verifiche.....

                                      Ciao
                                      Armando

                                      Edited by Armando de Para - 28/3/2005, 12:59

                                      Commenta


                                      • #21
                                        CITAZIONE (Armando de Para @ 28/3/2005, 12:59)
                                        Comunque non tutto il male vien per nuocere, questa riflessione mi ha fatto venire una buona idea, chiederò a Roy di aprire una sezione dove pubblicheremo quali sono le tecnologie sotto ESAME, quelle verificate e i risultati delle verifiche.....

                                        Ciao
                                        Armando

                                        ciao armando,
                                        mi sembra una cosa difficile....

                                        esaminare e verificare un'idea senza un progetto, piani costruttivi, dettagli e un laboratorio attrezzato e con personale preparato la vedo molto dura.

                                        comunque il 99,99% delle cose che dichiarano overunit sono incomprensibili o solo idee oppure palesemente bufale.

                                        ciao

                                        Commenta


                                        • #22
                                          Grazie a "teslacoil" finalmente posso dire che su questo forum esistono persone che la pensano perfettemente come me.

                                          La rete è piena di ipotesi e molte di queste anche credibili, ma guarda caso, di difficile riproduzione a causa dei miseri dettagli forniti dai loro ideatori, parliamoci chiaro il 90% di noi diventa geloso delle proprie idee non appena intravede una loro potenzialità reale è per questo che giustifichiamo questi ciarlatani.

                                          Commenta


                                          • #23
                                            Hola All!

                                            In effetti, Armando potra' pensarla come preferisce ma io rimarro' sempre scettico e NON daro' mai retta a tutti coloro che paventano
                                            questo e quello ma che poi NON forniscono senza giustificabili motivi una minima prova delle cose che fanno.

                                            In questo caso, hanno fornito precisi disegni meccanici animati ma NON quotati e privi di indicazioni sui materiali, NON gli sarebbe costato
                                            proprio nulla inserire anche delle foto e dei filmati come prova che abbiano realmente realizzato quella macchina.

                                            Io NON dico che devono fornire per forza tutti i dettagli ( rischiando di essere copiati ) ma devono COME MINIMO dare una prova reale
                                            che quel coso e' stato costruito sul serio ed essere disponibili per verifiche e dimostrazioni tecniche presso la loro sede da coloro che
                                            ne faranno richiesta ( ed ovviamente a titolo gratuito, altrimenti si fiuta subito la fregatura! )


                                            Che vuoi che ti dica, se fossi un industriale riccone potenzialmente interessato allo sfruttamento commerciale dell' apllicazione io per
                                            i sopracitati motivi avrei schiacciato il pulsante "indietro" del browser e li avrei comunque abbandonati subito senza sbattermi per nulla
                                            nella ricerca di altre informazioni................ quel sito potrebbe anche presentare un idea innovativa e funzionante ma cosi' come e' fatto
                                            NON fornisce la minima credibita' all' invenzione........ e' cassato in partenza!

                                            Commenta


                                            • #24
                                              CITAZIONE (teslacoil @ 31/3/2005, 14:07)
                                              Io NON dico che devono fornire per forza tutti i dettagli ( rischiando di essere copiati ) ma devono COME MINIMO dare una prova reale
                                              che quel coso e' stato costruito sul serio ed essere disponibili per verifiche e dimostrazioni tecniche presso la loro sede da coloro che
                                              ne faranno richiesta ( ed ovviamente a titolo gratuito, altrimenti si fiuta subito la fregatura! )



                                              La penso esattamente come te, il problema è un'altro, non hai letto tutto il materiale che esiste in rete.
                                              Quello che tu dici e che ho riportato più sopra E' STATO GIA' FATTO.
                                              Le dimostrazioni gratuite in Inghilterra e in Canada sono state già fatte alla presenza di politici e imprenditori e tecnici, tra cui un caro amico Italiano, che non è un tecnico ma un imprenditore, il quale per risparmiare sul costo del viaggio (più soldi hanno e più taccagni sono ) non ha avuto l'accortezza di portarsi via un tecnico fidato.
                                              Quando è tornato, riporto le sue parole, ha detto che non ha capito un cavolo e che non è sicuro che il sistema fosse esente da artifizi e trucchetti....
                                              Per cui non ha aderito alla proposta.
                                              Oggi chiedono soldi per la dimostrazione e se vuoi un mio parere, fanno bene!!!
                                              Ti spiego il perchè; qualche mese fa ho fatto incontrare un inventore (pompa idrosonica) con un imprenditore (50.000 caldaie all'anno), sai com'è finita?
                                              L'imprenditore ha detto chi mi garantisce che la caldaia idrosonica produca costantemente il calore che serve per il riscaldamento di una abitazione?
                                              Aveva la pompa idrosonica in funzione davanti a i suoi occhi, si è scottato una mano aprendo il rubinetto dell'acqua calda e l'unica stronzata che è stato in grado di dire è quanto ti ho riportato più sopra.
                                              Se non la capisci e non capisci in profondità cosa questo significa, credimi è dura, molto dura da spiegare, ma penso tu abbia capito.

                                              Quando scrivo qualcosa o riporto qualcosa, non è la mia convinzione, ma una profonda analisi e studio, per carità tutti possono sbagliare io per primo non ho visto lo SPEGG in funzione, ma ho raccolto tutti i dati disponibili, non posso dire che funziona, ma non posso neppure dire che non funziona e ti riporto come esempio quando ho chiesto il tuo intervento sul sistema ad induzione del quale qualcuno diceva che non poteva funzionare solamente leggendo i dati riportati nel link, penso di essere stato abbastanza chiaro.....

                                              Ciao
                                              Armando

                                              Edited by Armando de Para - 31/3/2005, 20:06

                                              Commenta


                                              • #25
                                                Ciao "Armando", da quello che mi dici riguardo l'esperienza della pompa idrosonica e dell'imprenditore, si desume solo una lezione: la semplice ottusita' e mancanza di palle di certi imprenditori Italiani, il che a sua volta spiega come mai non solo non riusciamo piu' ad avanzare sui mercati internazionali, ma anche perche' stiamo arretrando inarrestabilmente.

                                                A questo punto non e' solo questione di tecnologia funzionante, ma una questione di trovare le persone giuste, disposte a credere in qualcosa rischiando se necessario, in stile perfettamente americano.

                                                Qui in Italia, se ho capito bene, tra l'insieme di chi ha i soldi ma non vuol rischiare, di chi vuol rischiare ma non ha i soldi, di leggi fatte apposta per scoraggiare l'iniziativa personale (chi fallisce in Italia e' poco meno che un defunto economico, a meno di non essere ammanicato con personaggi di alto rilievo), l'ambiente e' fortemente sfavorevole.

                                                La risposta e' o cercare l'ago finanziario/imprenditoriale nel pagliaio marcio italiano, o andare all'estero, sviluppare all'estero, e poi vendere in Italia a cascata.

                                                Spero che la situazione cambi ben presto da queste parti, specie dal punto di vista normativo.

                                                Saluti

                                                Edited by Phitio - 1/4/2005, 11:45

                                                Commenta


                                                • #26
                                                  CITAZIONE (Phitio @ 1/4/2005, 11:43)
                                                  La risposta e' o cercare l'ago finanziario/imprenditoriale nel pagliaio marcio italiano, o andare all'estero, sviluppare all'estero, e poi vendere in Italia a cascata.



                                                  Da quando oltre a fare calcoli complicatissimi sulle preivisioni globali climatiche, riesci anche a prevedere altre cose?
                                                  Come fai?
                                                  Che calcolatore usi?
                                                  Come facevi a sapere che lo avrei trovato?
                                                  Ci dobbiamo incontrare per forza cavoli... verrai a Pisa il 30?
                                                  Ciao
                                                  Armando

                                                  Commenta


                                                  • #27
                                                    Ciao a tutti e buongiorno.
                                                    Sono ritornato, già da una settimana e ho finalmente due minuti per scrivere qualche cosa dopo avere letto le premesse.

                                                    Mi dispiace di non avere avuto nemmeno due minuti di tempo per andare a Islington a vedere se a quell'indirizzo c'era qualcosa o una semplice casella postale, mi sarebbe interessato anche perchè magari gli avrei lasciato il curriculum vitae, ma sono stato totalmente assillato da quelli che erano con me per andare a vedere musei, catedrali, ponti ecc... ho quattro galle sotto i piedi e sono dimagrito 10Kg, non volevano mai mangiare.... quello non è naturale, quello forse è geneticamente modificato, quella è una multinazionale americana, quello non lo so ma può anche darsi che lo sia, i ristoranti italiani fanno schifo, quelli inglesi uguale, i cinesi peggio, il susci è pesce crudo... io mangio qualsiasi cosa e non vi dico che fame... Non lo faccio più!

                                                    Tornando a noi, io ho lo stesso parere di Teslacoil, ed il motivo è che la legge sulla conservazione dell'energia non credo sia eludibile, almeno non in maniera semplice, ecco perchè quello che si trova in giro sono per lo più bufale o accrocchi che non funzionano, o idee basate sull'energia della complicazione.

                                                    Io credo che molto sia ancora da scoprire, ma scoprire è oltremodo difficile, come inventare e anche valutare basandosi su semplici principi non si può, nessuna di queste cose! L'universo è complicato, spesso simmetrico e molto bello ma sicuramente complicato scordiamoci di ottenere grossi risultati con cose semplici.

                                                    Altro discorso meritano le migliorie alle cose funzionanti. Ma comunque si richiede sempre di conoscerle approfonditamente e voglio dire proprio approfonditamente.

                                                    Saluti.

                                                    Commenta


                                                    • #28
                                                      Il discorso è lo stesso che per il campo magnetico. Trattandosi di campi conservativi (il magnetico e il gravitazionale), per qualsiasi movimento che vada da un punto ad esattamente lo stesso punto il bilancio energetico è esattamente 0 (zero).

                                                      Leggete qui:
                                                      http://www.zpenergy.com/modules.php?name=N...rticle&sid=1276

                                                      Ciao!

                                                      Commenta


                                                      • #29
                                                        Uhm, una macchina da caffè?
                                                        Un elefante a vapore?
                                                        Un filobus a remi?
                                                        Una collisione tra uno scaldabagno e un motoriduttore?
                                                        Ho capito, una delle pompe idrosoniche di cui tanto ci ha parlato Armando De Para?
                                                        Cos'ho vinto?

                                                        Commenta


                                                        • #30
                                                          CITAZIONE (Lawrence @ 21/4/2005, 16:40)
                                                          Uhm, una macchina da caffè?
                                                          Un elefante a vapore?
                                                          Un filobus a remi?
                                                          Una collisione tra uno scaldabagno e un motoriduttore?
                                                          Ho capito, una delle pompe idrosoniche di cui tanto ci ha parlato Armando De Para?
                                                          Cos'ho vinto?



                                                          E' il motore free enegy di cui ho postato uno schema qualche post fa.....

                                                          Ciao Lowrence,
                                                          a Maggio ritorno in quelle lande desolate piene di missili arrugginiti e dove la pioggia e fosforescente, prima di tornare all'aereoporto ti fanno fare un processo di decontaminazione

                                                          Scherzo ovviamente, ma non ne sono tanto sicuro

                                                          Che dici, ti va di venire con me???

                                                          Ciao
                                                          Armando

                                                          Commenta

                                                          Attendi un attimo...
                                                          X