annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il mistero dell’energia gratuita che ci tengono nascosta

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    se dopo Mistero come trasmissione di riferimento si prende Maxwelliano come scienziato di riferimento siamo a posto...

    Molti suoi interventi nel 3d sulla misura dell'etere andrebbero eliminati perchè violano il regolamento...ma ormai è chiaro che in questa sezione pure la moderazione è "controversa".

    Ma io a differenza di altri ammetto la mia ignoranza. E siccome dopo 5 anni di ing. Elettronica - Comunicazioni, a farmi il culo su equazioni di Maxwell e dintorni e sui principi della Fisica, ho dimenticato moltissimo e non ho molta voglia di leggermi documenti infiniti e di affidabilità molto dubbia... faccio una domanda che spero sia semplice.

    Questa "energia gratuita che ci tengono nascosta"... l'hanno nascosta talmente bene che nessuno l'ha ancora trovata?

    E se invece l'avete trovata, esiste una qualche applicazione funzionante che dimostri che esiste e che è sfruttabile?

    Lo sapete sono un praticone. Non mi frega molto di formulone (magari con unità di misura sbagliate), teorie strampalate, moto perpetuo dell'elettrone e altre sofisticate congetture.

    Voglio vedere qualcosa che funzioni "a gratisse" e che sia replicabile o almeno disponibile per un test... un po' come le auto ad HHO.
    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
    I miei articoli qui:
    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

    Commenta


    • #32
      Infatti era quello che chiedevo anche io , anziché parlare di teorie su etere inesistente , parliamo invece dell'energia gratuita .
      Quella si che mi interessa, andiamo al sodo.

      O è inesistente anche quella ?

      Commenta


      • #33
        Tu pensa al mistero della benzina che ti tengono nascosta
        Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
        I miei articoli qui:
        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

        Commenta


        • #34
          Appunto è tutto un mistero ....

          Commenta


          • #35
            Ciao a tutti
            Originariamente inviato da BesselKn Visualizza il messaggio
            ...i saluti all'inizio e alla fine di un post: sicuramente non sono vietati, più semplicemente sono superflui (non necessari).
            Ciao BesselKn rispondo solo su questo, il resto dei post non meritano nessuna replica, anzi alcuni andrebbero cancellati e relativi autori sanzionati. Ritengo che i saluti non siano superflui, è solamente una questione di stile e di educazione, per il resto da più soddisfazione come replica il mio "Athos"...
            Non ultimo è anche superfluo che scriviate, certo che qui sì che sfinite riscrivendo sempre le stesse cose scontate.
            Ripeto ancora che non siete obbligati a partecipare a queste discussioni visto che siete scettici anzi peggio, soppressori.
            Comunque fin' ora sono stato bonario soprassedendo al vostro menefreghismo riguardo le regole che si devono rispettare per replicare qui, non intendo ulteriormente soprassedere.

            Caro (si fa per dire) zagami o tonino50 o come c@zzo ti fai chiamare ora "simonveris" hai rotto, nonostante il ban perseveri con un altro nome, ma ti ho sgamato ancora, appena ho tempo verrai ribannato!

            Saluti
            Furio57
            Ultima modifica di Furio57; 25-09-2015, 19:55.
            L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
            LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
            Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

            Commenta


            • #36
              Ciao Furio57 , ho trovato questo video che fa vedere la spiegazione dell'intero esperimento del raggio della morte , o almeno cosi sembra , penso degli anni 70 , spero non sia già stato postato , dura oltre 30 minuti : https://www.youtube.com/watch?v=LdenIRHTl_k

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da Darwin Visualizza il messaggio
                siamo sicuri che sia la sezione giusta del forum? Qui siamo più hai confini della scienza(?)
                adesso Vi accompagno io, oltre tali confini ...

                cominciamo a visualizzare mentalmente quella che io chiamo "la scala dei mille".

                per fare capire : noi siamo sul gradino "uomo" (metri), scendendo di un gradino andremo su quello delle "formiche" (millimetri), scendendo ancora andiamo su quello dei "batteri" (micron). Se invece saliamo, dal gradino "uomo" andiamo a quello delle "montagne" (mille metri), salendo ancora si arriva a quello dei "pianeti" (milioni di metri), eccetera, nel grande e nel piccolo.

                Quindi ci basta salire cinque scalini per passare dal batterio al pianeta.

                Bene, adesso scendiamo di quattordici scalini (tre sotto le unità fondamentali di Planck) e cominciamo a intravvedere il campo di Higgs.
                In tale ambiente, il bosone di Higgs fa "apparire" la materia dove prima non c'era, e viceversa.

                Questo "sfarfallìo" nelle cellette elementari del campo di Higgs può far apparire le "stringhe" che vanno a costituire i "quark" che animano i "barioni" e "leptoni" che costituiscono gli atomi, molecole, tessuti, eccetera.

                Con le dovute attenzioni e correzioni, tutto questo meccanismo può ricordare uno schermo televisivo, con i suoi "pixel" che si accendono e si spengono, dandoci così l'impressione del "movimento" sulle 2D dello schermo.

                Il nostro mondo a 3D può benissimo essere l'universo olografico in uno Spazio Anti De Sitter già ben ipotizzato da Juan Maldacena (confermando tra l'altro le ipotesi di Platone descritte nel "Mito della Caverna" e una svariata pluralità di credenze religiose).

                Il campo di Higgs è "scalare" ad energia negativa (lo si potrebbe anche chiamare "etere").

                L'esperimento di Michelson e Mosley è concettualmente sbagliato!

                Mi fermo qui perché il post mi diventa troppo lungo e noioso, magari preciso meglio un altro giorno ...

                BYE

                Commenta


                • #38
                  Si magari è meglio continuiamo un altro giorno .
                  Ma cosa ci azzecca con l'energia oscura ,tutto ciò mi sembra oscuro o poco chiaro , potresti essere più chiaro ?

                  Commenta


                  • #39
                    Il titolo del topic recita: "il mistero dell'energia gratuita che ci tengono nascosta".

                    Durante gli anni '20 del secolo scorso, Thomas Henry Moray era uno dei migliori progettisti di circuiti elettronici nel settore emergente della radio. Dopo centinaia di esperimenti progettati per migliorare la ricezione radio, Moray scoprì una fonte di trasmissione di energia apparentemente disponibile ovunque. Usando idee avanzate nei rivelatori allo stato solido (precursori dei transistor ad effetto di campo), sviluppò un macchinario (che andava "sintonizzato" mooooooolto finemente) in grado di "estrarre" 50.000 watt di elettricità dall'aria del deserto, ad oltre venti chilometri di distanza dalla rete elettrica più vicina. All'inizio degli anni '30 del secolo scorso, decine di persone erano state testimoni oculari delle dimostrazioni di questa sorprendente tecnologia.

                    Nota Bene : Thomas Moray conosceva Nikola Tesla ...

                    L'energia oscura (con la materia oscura) sono la parte predominante del nostro universo, solo che noi oggi, da qui, non riusciamo a "vederle"; noi siamo "rumore di fondo"

                    Commenta


                    • #40
                      Finalmente una bella discussione su cui si può ragionare .

                      Quindi come sarebbe possibile fruttare questa forma di energia secondo te ?
                      A parole sembra tutto facile , ma contano i fatti . Allora?

                      Commenta


                      • #41
                        che il pianeta terra abbia un nucleo magnetico in rotazione (Ni-Fe) direi che ormai è abbastanza appurato e condiviso (nonché dimostrato dall'esistenza delle "fasce di Van Allen").

                        che esista una frequenza di radiazione elettromagnetica dovuta a tale movimento fu ipotizzato nel 1952 da Winfried Otto Schuman e poi tale frequenza venne effettivamente misurata nel 1962-1963 da Balser e Wagner con la fondamentale a 7,83 Hertz, e armoniche superiori.

                        l'intensità del "segnale" naturale è oggettivamente piccola, e quindi bisogna disporre di una "antenna" abbastanza grande per "raccogliere" abbastanza energia.

                        se vuoi, posso mettere a tua disposizione una parte del mio podere agricolo, dove installare (magari come recinzione) una serie di pali isolanti su cui avvolgere quattro o cinque "spire" (ognuna lunga circa un chilometro) di filo elettrico, da cui raccogliere un po' di energia "gratis".

                        che ne dici ?

                        Commenta


                        • #42
                          Che il pianeta Terra sia un "dipolo rotante" direi che è ormai pacifico (e le fasce di Van Allen sono lì a dimostrarlo); le prime osservazioni documentate di "risonanze elettromagnetiche globali" furono fatte da Nikola Tesla nel 1905.

                          Quando nacqui io, nel 1952, il fisico tedesco Winfried Otto Schuman ipotizzò che la ionosfera terrestre fosse una "cavità risonante".

                          Quando ero un bambino felice, tra il 1960 e il 1963, i tecnici americani Balser e Wagner riuscirono a misurare questa debolissima oscillazione e ne trovarono la frequenza fondamentale a 7,83 Hertz, ma per ottenere energia da questa "oscillazione" ci vorrebbero antenne lunghe centinaia di chilometri.

                          Siccome invece il campo elettromagnetico statico dell'atmosfera terrestre (seppur debole) è decisamente più forte di quello "risonante" di Schuman, allora bisogna pensare di far "muovere" le antenne riceventi, su e giù, verticalmente, in questo campo.

                          Costruendo un bel "bilanciere a doppia racchetta" in dimensioni opportune (qualche decina di metri di sbraccio) e facendolo oscillare su e giù (tipo le pompe dei vecchi pozzi petroliferi) si dovrebbe ottenere più energia di quella che serve a muovere tutto l'ambaradan (ovviamente ben bilanciato e protetto dall'azione dei venti).

                          Che ne dici, lo facciamo ?

                          Commenta


                          • #43
                            Salve. Di magnetolisi dell'acqua ne avete forse sentito parlare?

                            Commenta


                            • #44
                              Si, ora...
                              Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                              Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                              Commenta


                              • #45
                                ahahhahhh serman sei aggiornatissimo
                                Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
                                I miei articoli qui:
                                https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                Commenta


                                • #46
                                  Originariamente inviato da GabrieleCito Visualizza il messaggio
                                  Salve. Di magnetolisi dell'acqua ne avete forse sentito parlare?
                                  Io no , cosa sarebbe e come funziona ?

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Originariamente inviato da endymion70 Visualizza il messaggio
                                    davvero proprietà sconvolgenti: infinitamente rigido, a resistenza nulla,
                                    Estremamente rigido? Mi ero fatto tempo fa un viaggio mentale ipotizzando l'etere come un reticolo solido che permea lo spazio... Trovo difficoltà ad immaginare un onda che si muove nel vuoto

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Reticolo solido fatto di che ? Di nulla ?
                                      Allora è il nulla, il vuoto assoluto .
                                      Solo nel vuoto puoi viaggiare senza spendere nulla e senza dissipare energia nel movimento non trovando ostacoli ,come fanno le onde elettromagnetiche .

                                      Se non riesci a immaginare il vuoto , mi dispiace non so che farci …

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Francois Arago, nei primi decenni del 1800, con Humboldt e Fresnel, dimostrò che la luce possedeva un moto ondulatorio trasversale (il paragone che portarono era quello di una "sbarra di acciaio", capace di trasmettere sia le oscillazioni "longitudinali" (come riescono a trasmetterle anche i liquidi), sia quelle "trasversali" che necessitavano invece di un "corpo rigido".
                                        Da qui l'ipotesi di "etere": un "corpo" rigido, statico, incomprimibile, ma "trasparente".
                                        Nel 2012 al CERN di Ginevra fu rivelata l'esistenza del bosone di Higgs (nel detector ATLAS del Large Hadron Collider) e quindi fu provata l'esistenza del "campo di Higgs" (ipotizzato fin dal 1964 dallo scozzese di Edimbugo Peter Higgs).
                                        Ora, che questo "supporto" lo si voglia chiamare "etere" o "campo di Higgs", per me, non fa grande differenza...

                                        Commenta


                                        • #50
                                          E.... il mistero dell'energia gratuita che ci tengono nascosta ?

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Suggerisco di ascoltare (YouTube) quanto riferisce lo scienziato russo Vladimir Efremov, che ha avuto una esperienza di ritorno dalla morte.

                                            Essendo un "tecnico" egli tenta di descrivere "razionalmente" quello che ha "visto e sperimentato" nell'aldilà.

                                            E' ovvio che per noi, come per gli "incatenati nella caverna" del famoso "mito" di Platone, risulta molto difficile (in questo "aldiquà") credere a quanto ci racconta Efremov, ma quando uno legge e capisce il libro "Passaggi Curvi" di Lisa Randall e condivide la convinzione che le dimensioni siano undici (e a noi ora ne sono concesse solo tre e mezzo, perché il "tempo" vale metà, infatti si può solo andare in avanti), allora le "correlazioni" tra il "nostro mondo" e quello che ne è costantemente "interlacciato" grazie allo "entanglement quantistico" diventano plausibili.

                                            Per quanto riguarda "l'energia che ci tengono nascosta" posso solo ricordare quanto avvenne al povero Nikola Tesla,quando gli distrussero la "Wardencliffe Tower" di New York, dietro ordine di Jack Morgan : "...se nessuno ci guadagna, nessuno la promuove..."

                                            Commenta


                                            • #52
                                              Ecco la soluzione per avere free energy : bisogna far lavorare gli zombi ! Basta installare un bell'elettrodotto tra "l'aldilà" e "l'aldiqua'" ,schivando però i passaggi curvi, e grazie all 'entanglement quantistico avremo energia pulita e inesauribile ma purtroppo solo undecafase perché la ci sono undici dimensioni. Ne farò oggetto della prossima ricerca dei miei ragazzi..
                                              Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                                              Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Sapessi dove è questa energia gratuita nascosta , la andrei a prendere gratis .
                                                Ma nessuno lo dice .

                                                Però una riflessione … l'energia del Sole è gratuita , mica debbo pagare qualcuno per prendermi un po di Sole ?

                                                Solo che per poterla prelevare ho bisogno di costosi pannelli FV .

                                                Non è che poi per prelevare questa energia gratis ho bisogno di qualcosa che debbo pagare a caro prezzo ?

                                                Risposta ?

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  Il mio impianto fotovoltaico da 15 KWp funziona dal lontano 2003, con inseguimento solare; a tutt'oggi ho già prodotto oltre 200.000 KWh.
                                                  Purtroppo sono ancora in SSP ma spero di staccarmi presto dalla rete (non prendo alcun incentivo perché antecedente al GSE).
                                                  I "costosi" pannelli FV (solterra monocristallo) si sono già quasi completamente ripagati e funzionano più che soddisfacentemente.

                                                  Per serman : Ci sono sempre piu prove che l'universo sia un ologramma gigante - Motherboard

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    Grazie della segnalazione ma purtroppo non sono appassionato di fantascienza e se devo leggere un romanzo preferisco argomenti reali .
                                                    Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                                                    Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      Non c'è di che... anche gli "smartphones" ai tempi di Jules Verne erano oggetti di "fantascienza", oggi un po' meno...

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        ...anche gli "smartphones" ai tempi di Jules Verne erano oggetti di "fantascienza"...
                                                        Secondo me qualche "visionario" avrebbe benissimo potuto ipotizzarli, forse non i moderni digitali (forse) ma i vecchi basati su reti analogiche si, in fondo la tecnologia (radio) c'era già anche se profondamente immatura
                                                        Domotica: schemi e collegamenti
                                                        e-book Domotica come fare per... guida rapida

                                                        Commenta

                                                        Sto operando...
                                                        X
                                                        TOP100-SOLAR