adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Intervista Iene auto hho di lorenzo errico

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Intervista Iene auto hho di lorenzo errico

    Scusatemi in anticipo ma volevo avvertire tutto il forum che stasera alla trasmissione LE IENE su ITALIA 1 andrà in onda un servizio sul nostro caro amico nonchè membro illustre di questo forum Lorenzo Errico riguardante gli studi e la tecnologia hydromoving nonchè della sua Z hydro...
    chi può e vuole guardarlo la trasmissione inizia alle 21.00 grazie mille a tutti!!!

  • #2
    Oddio non ci credo, ma sembra che i risultati siano reali, tangibili ed applicabili alle più disparate apparecchiature!!!

    HYDROMOVING

    Commenta


    • #3
      Bellissima intervista e splendidi risultati confermati dopo anni di incredulità.

      Inserisco qui il link all'intervista integrale delle iene: Le iene - puntata del 8 ottobre 2014 - viviani-e-se-l’acqua-fosse-un-carburante-

      Presto inserirò delle grosse novità tra cui la tesi che è stata fatta sul progetto di Lorenzo e che ha ottenuto il massimo dei voti e un articolo con foto e dati sulla mia visita al nuovo laboratorio di Lorenzo che farò tra la fine di questo mese e l'inizio di gennaio 2015.

      Stay tuned!! ( per essere aggiornati in automatico cliccate su "segui discussione" tramite il link in alto nella tendina di "strumenti discussione").

      Eroyka
      Ultima modifica di eroyka; 12-12-2014, 11:01.
      Essere realisti e fare l'impossibile

      Commenta


      • #4
        Bene, finalmente qualcosa come HHO per i veicoli.
        Ho conoscenze in merito, i GASOGENI FUNZIONANO
        Anche questi desiderano componenti cruciali come il controllo computerizzato
        (centralina dedicata su-misura alla Fisica del SYNGAS)

        Buona ricerca e soprattutto- dato che sarà tutto a video - he he, a guardare stateci attenti

        ciaooo

        Commenta


        • #5
          fantastico... sono anni che seguo, nell'ombra in quanto profano, le vicende di lorenz su questo forum.
          il servizio delle iene da l'impressione di una grande conquista.
          grande lorenz e tutti quelli che hanno partecipato!

          Commenta


          • #6
            un miracolo, metto acqua e ottengo acqua più energia, fantastico....mi sembra che hanno dato una spiegazione moooooolto vaga sul questo famigerato comportamento dell'acqua immersa in particolari campi magnetici....scusate lo scetticismo ma mi sa di bufala, anche perchè dall'intervista si vedono solo le solite celle elettrolitiche non si è accennatto a nessun miracoloso generatore di campo magnetico che aiuta la scissione di idrogeno e ossigeno che poi si ricombina nel motore cedendo energia e ridiventando acqua...staremo a vedere

            Commenta


            • #7
              io questo signore non lo conosco,ma una cosa la so,un tutto fare non è un ingegnere e un ingegnere non è un fisico io un pò di fisica da mezzo ingegnere la conosco ma già dal liceo me rimasta in testa quella famosa frase "nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma" nozioni di chimica spicciola, per quanto riguarda la tutela delle propie idee esistono i brevetti, anche io tempo fa sono rimasto affascinato dall'idrogeno e ho fatto qualche ricerchina, da quello che ricordo è stato ampiamente studiato da signori competenti negli anni settanta che hanno cercato nell'idrogeno un vettore energetico che potesse in qualche modo funzionare da "accumulatore" per l'energia prodotta da fonti rinnovabili,questo perchè è ben noto dalla chimica che se ho due atomi di idrogeno e uno di ossigeno legati fra loro a formare una molecola di acqua posso separarli fornendo energia sufficiente a spezzare il legame che unisce gli atomi ottenendo così due atomi di idrogeno e uno di ossigeno che però per loro natura tendono a ricombinarsi, per questo in natura non troviamo idrogeno monoatomico, e ricombinandosi rilasciano una certa quantità di energia ossia la stessa quantità che abbiamo fornito e la famigerata acqua di partenza,quindi tanto ci metto e tanto ci riprendo nella migliore delle ipotesi, poi lo studio dell'idrogeno per quanto ne so fu tralasciato perchè presentava tutta una serie di complicazioni tecniche che riguardavano il suo stoccaggio, molto pericoloso e per cui ancora oggi si cerca una soluzione, il mio professore di fisica il professor Cantelli che ha da qualche anno abbandonato la cattedra alla facoltà di ingegneria aerospaziale di Roma si occupava propio di questo.
              Sta di fatto che l'idrogeno può essere utilizzato al massimo come vettore energetico e non come "fonte" energetica, ora se qualcuno ha trovato il modo di spezzare questi legami con meno energia sono convinto che si beccherà molto più di un'intervista delle iene, direi che il Nobel ci sta tutto!!!

              Commenta


              • #8
                io sono un chiacchierone come tanti ma forse se ve lo dice il CNR per lo meno qualche dubbio vi verrà..

                http://www.bo.cnr.it/www-sciresp/OLD...o-martines.pdf

                Commenta


                • #9
                  questa è una evidente bufala

                  Con la fisica attuale questa soluzione non è possibile. Per chi fosse interessato ad avere maggiori dettagli e una spiegazione coerente basta leggere qui

                  Commenta


                  • #10
                    quello che non mi spiego è come ha fatto una cosa del genere a finire in tv....possibile che sia così facile fregare la gente, ma poi propio alle iene dove fanno ascolti smascherando le fregature....ne hanno propinata una così che tra l'altro va in giro già da diversi anni...è cose se a striscia la notizia avessero invitato Vanna Marchi...ahahahah...facciamoci una risata va che è meglio

                    Commenta


                    • #11
                      questa è una evidente bufala

                      Perchè lo scopo delle iene non è fare informazione, ma intrattenimento. Sono vittime dell'audience. E' evidente che non possono sempre parlare dei politici drogati. Sono sinceramente più dispiaciuto per l'Ingegnere che ha fatto la figura del cretino con la storia del melo. Spero che non sia realmente laureato, altrimenti è una sonora sconfitta per il sistema educativo italiano

                      Commenta


                      • #12
                        purtroppo non credo che quel ragazzo sia un'incompetente visto che per capire che questo giochetto non funziona basta un diploma e qualche piccola ricerca, la cosa triste secondo me è lo scopo per cui tutta questa storia è stata messa in opera....

                        Commenta


                        • #13
                          Azzo che delusione!

                          Commenta


                          • #14
                            se volete leggere degli articoli seri su questi argomenti mi permetto di segnalarvi questo sito.
                            Auto ed inquinamento, c'è davvero speranza?

                            Commenta


                            • #15
                              Non è un problema di scetticismo, ma più banalmente di ignoranza. Non ha senso cercare la pietra filosofale. Non esiste con la fisica attuale.

                              Commenta


                              • #16
                                quanto è stato affermato in quell'intervista di scientifico non ha propio nulla!!!Lasciando da parte la scienza ma quanto meno usando un pò di buon senso direi che prima di parlare è quanto meno buona norma documentarsi un pochino per capire di cosa si sta parlando...gli atti di fede fateli in chiesa se propio dovete...

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da alessio1989 Visualizza il messaggio
                                  quanto è stato affermato in quell'intervista di scientifico non ha propio nulla!!!Lasciando da parte la scienza ma quanto meno usando un pò di buon senso direi che prima di parlare è quanto meno buona norma documentarsi un pochino per capire di cosa si sta parlando...gli atti di fede fateli in chiesa se propio dovete...
                                  Bravo alessio1989 Quoto

                                  Commenta


                                  • #18
                                    a questo punto sarei curioso di vedere la tesi di cui parlava l'amministratore....perlomeno sapere di cosa parlava

                                    Commenta


                                    • #19
                                      aaaa qua più scavi più escono cose interessanti....

                                      http://www.energeticambiente.it/sist...z-armando.html

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ciao a tutti,
                                        calma con gli attacchi e si fa presto a dire bufala...
                                        Qui di bufala non c'è nulla. I dati parlano chiaro e i risultati ancor di più.
                                        Vi do una dritta nel frattempo che attendo l'ok alla pubblicazione della tesi di laurea.
                                        Cercate elettrodinamica quantistica coerente - acqua coerente e... spremetevi un po le meningi.
                                        Prima di criticare cercate di informarvi sul serio.

                                        Saluti!
                                        Roy
                                        Essere realisti e fare l'impossibile

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Salve a tutti ragazzi!! Ingegneri disillusi e speranzosi! Lorenz non dice che ha inventato l'auto ad acqua... dice solo che con il suo sistema riesce a far consumare meno benzina o gasolio... e a produrre meno inquinamento lasciando le prestazioni invariate... siamo ancora lantano dal motore ad acqua oppure dall'overrunning... ma almeno lui ha trovato una ottima base di partenza... io su un camion che fa 300000 km annui lo installerei senza pensarci 2 volte... anche solo u 25 percento di risparmio in gasolio son soldini come dicono dalle mie parti!!! Pensateci prima di sparare su un uomo che pensa a farci migliorare un pò la vita....

                                          Commenta


                                          • #22
                                            io quell'articolo l'ho preso dal sito del CNR, non sono un esperto e per comprendere a pieno qualcosa come l'elettrodinamica quantistica coerente penso ci voglia un bel pò di competenza...comunque staremo a vedere

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Bufala vecchia, vecchissima! Ma sempre nuova.

                                              Sì, quantistica coerente... ed energia dal nulla grazie al nuovo tubo Tucker!
                                              Credeteci, non siate scettici, tra poco arriverà anche l'auto ad acqua omeopatica!
                                              Ma dico, possibile che tante persone di buona volontà siano così ingenue e ci siano sempre tanti furbi che se ne approfittano?
                                              O che i novelli inventori siano così digiuni di fisica di base?
                                              O che ignorino l'effetto sui consumi che si ha quando si usa una miscela più magra?
                                              Boh, i tecnici una volta erano diversi. Dicevano meno sciocchezze.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                per carità non voglio sparare a nessuno le innovazioni passano sicuramente per molte strade diverse ma credo che una tecnologia del genere che sembra così alla portata di tutti se fosse stata veramente fattibile qualche casa automobilistica ci avrebbe fatto un pensierino già da un pezzo....

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Un commento da motorista

                                                  Io il servizio delle Iene l'ho visto senza sapere che si parlasse di un collega "di forum".
                                                  Il servizio di per se, giornalisticamente parlando, faceva pena. Montato in maniera sensazionalistica e senza dare spiegazioni del presunto miracolo. Va bene non spiegare i dettagli della cella, ma non si accennava neanche al principio di funzionamento.
                                                  Si fa presto a dire che scindo l'acqua, la mando in aspirazione al motore dove l'H2 e L'O2 si ricombinano generando energia... se non fosse che quello è il moto perpetuo e generazioni di fisici hanno dimostrato essere impossible a realizzarsi.
                                                  Ma allora non funziona? Non è vero neanche questo. In parte e sotto certe condizioni funziona.
                                                  Ma il principio per cui funziona non ha niente a che vedere con l'energia dell'idrogeno ne con il moto perpetuo.
                                                  Provo a spiegarlo da motorista.
                                                  Qualunque motore a combustione ha delle fonti di perdita. Diversamente renderebbe il 100%. Invece un benzina a carico parziale, quello più usato nella vita di tutti i giorni, balla tra il 15 ed il 20%. Le sue fonti di perdita, rispetto al ciclo ideale dove dovrebbe rendere tra il 55 ed il 75% a seconda del rapporto di compressione utilizzato ed utilizzabile, sono molte e le più diverse.
                                                  Non la tiro troppo lunga per non scrivere un trattato, ma la più grande perdita in assoluto è la combustione reale, che genera irreversibilità e che sopratutto dura 40-50 ° di manovella contro la combustione a volume costante prevista nel ciclo ideale.
                                                  E qui entra in gioco l'idrogeno. Questo gas ha una molecola leggerissima con una grande mobilità termica.
                                                  Vuol dire che quando inizia la combustione e le temperature salgono le molecole di idrogeno si comportano come palline impazzite (perdonatemi l'analogia, cerco di semplificare per rendere il discorso fruibile) trasportando ed accellerando il fronte di fiamma.
                                                  L'idrogeno agisce sulla combustione come farebbe un catalizzatore con una reazione chimica.
                                                  E riduce una delle più grosse perdite del motore a combustione.
                                                  Quanto ne serve? Poco, l'1-2% del totale del combustibile.
                                                  Quanto può dare? Poco, ma un ordine di grandezza meno poco. Tra il 5% ed il 20% di miglioramento dei consumi a seconda della bontà della realizzazione e delle condizioni di funzionamento del motore.
                                                  Ovviamente i risultati migliori si ottengono in motori progettati appositamente per approfittarne, con rapporto di compressione aumentato (l'H2 riduce anche la tendenza al battito in testa) e mappature di accensione che regolano l'anticipo in funzione della percentuale di idrogeno effettivamente presente in camera di combustione (cosa che implica sensori appositi ecc.. ecc..)
                                                  L'efficienza della cella conta, ma in fondo neanche tanto vista la piccola quantità necessaria. Molti hanno conclamato celle miracolose... ma nessuno ha dimostrato efficienza di cella maggiori del 15-20%. Il gioco dell'energia assorbita dalla cella e poi restituita dall'idrogeno è sempre in perdita. Anche perchè una volta bruciato l'energia che dà passa per l'efficienza del motore a combustione che è sempre quella citata sopra. Ed il secondo principio della termodinamica è salvo.

                                                  E' una novità? No. Questa roba è conosciuta da almeno 30 anni. Solo che le celle "serie" costano un occhio della testa e non ne vale la pena. Sta venendo a galla però un'altra strada di sfruttare il principio: la generazione dell'idrogeno mediante reforming del combustibile stesso.
                                                  A questo link: Home | PSA PEUGEOT CITROËN

                                                  potete vedere uno sviluppo del concetto che dovrebbe entrare in produzione nel 2018. Non pensate che i motoristi delle case automobilistiche stiano tutti dormendo. Solo ci dobbiamo confrontare con il mercato. Se una certa cosa il mercato non la paga o non la accetta non la possiamo mettere in produzione. Ma questa è un'altra storia.
                                                  E, parafrasando Forrest Gump. questo è (quasi) tutto quello che ho da dire sull'idrogeno immesso nei motori benzina.
                                                  Riamane solo da dare due informazioni.
                                                  1) Sul diesel praticamente i vantaggi sono nulli. L'unico effetto notevole è la pulizia del motore dalla fuliggine.
                                                  2) La BMW ha realizzato auto con motore a combustione alimentato a solo idrogeno e l'efficienza di questo motore è stata allineata a quella del motore benzina di partenza e spesso peggiore. Quindi viene meno a priori l'utilità di generare tanto idrogeno da bruciare.

                                                  Ciao a tutti
                                                  Il calore è una gran cosa se non ti trovi nel deserto e sai come utilizzarlo.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    però scusatemi ma c'è qualcosa che non mi torna, ho cercato tutti i post di questo signor lorenzo che non conoscevo, e mi sembra di aver letto che lui è un tecnico che "non segue la fisica ma il buon senso" e vabè mi astengo dai commenti e poi mi venite a raccontare che la cosa è fattibile sulla base della elettrodinamica quantistica coerente, che io che sono un completo ignorante lo trovata una cosa veramente mostruosa e poco decifrabile da parte di un comune mortale, ma apparte l'elettronica cosa c'è di coerente in questo??
                                                    Poi visto che avete tirato fuori questa carta magica immagino che ci sia qualcuno di voi in grado di spiegarla o quanto meno spiegare il nesso che permetterebbe di scindere i legami covalenti dell'acqua con meno energia...giusto??

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      rimetto il link perchè il sito lo trasforma:
                                                      Home | PSA PEUGEOT CITROËN

                                                      alla peggio copiatelo a mano
                                                      "Home | PSA PEUGEOT CITROËN"

                                                      Se il link non funziona cercate il DEGR. In ogni caso vi riporto qui il testo.
                                                      The Group's Clean Tech policy is founded on a dual approach: responsible and more environment-friendly development, and a balanced gasoline/Diesel strategy. The innovation was mainly designed to reduce the fuel consumption of gasoline engines. With this technology, PSA Peugeot Citroën will be able to offer high-efficiency gasoline engines that consume 10% less fuel than their predecessors across all uses. This innovation will be available in our vehicles by 2018.
                                                      The reason behind this innovation?

                                                      • To develop highly efficient petrol engines that allow significant fuel savings
                                                      An innovation that will reduce the consumption of petrol engines to go beyond the European regulations that will come into force in 2020
                                                      How does it work?

                                                      • By increasing the quantity of recirculated gas (EGR*) and the compression ratio in the cylinders in order to optimise engine efficiency
                                                      • Excess fuel is sent to the cylinder dedicated to producing the recirculated gases, the hydrogen (H2) content of which increases
                                                      • Owing to the presence of the hydrogen:
                                                        - The combustion of the fuel in the cylinders is faster, even when recirculated, burnt gases are present
                                                        - Pinking, or abnormal combustion under high loads, is significantly reduced
                                                      What are the benefits for users?

                                                      • A high-efficiency petrol engine offering
                                                      • 10% savings in all uses
                                                        - CO2 savings of ~10% over homologation cycles
                                                        - CO2 savings of ~10% under all customer driving conditions
                                                      Ultima modifica di richiurci; 13-12-2014, 21:00. Motivo: post consecutivi
                                                      Il calore è una gran cosa se non ti trovi nel deserto e sai come utilizzarlo.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        ok ma mi sembra che qua stiamo parlando di una cosa ben diversa, somiglia al post combustore di un turbogetto, ossia i gas di scarico vengono reimmessi insieme a del carburante in eccesso all'interno di un cilindro dedicato dove la presenza di idrogeno è incrementata garantendo una combustione più rapida....e stiamo parlando di risparmi in termini di consumi del 10% lo stesso vale per le emissioni e non di emissioni ridotte del 90% come nell'intervista...corretto???

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Come al solito i sensazionalisti che sparano a zero dal nulla e insultano pure. Io aspetto di ritrovarmelo sull'auto poi ci credo

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            L'admin di questo sito mi ha inviato una email con un link che riporta a questa discussione.
                                                            Dal titolo sembrava molto interessante, invece al suo interno trovo messaggi infamanti e insulti, neanche il tempo di finire di leggere che devo sentirmi un idiota.
                                                            Utenti che all'improvviso saltano fuori con 0 messaggi e si accaniscono senza nessuna remora nei confronti di persone che per quello che ho visto CI METTONO LA FACCIA a prescindere se la trovata è da premio nobel o meno.
                                                            Altri che cercano di dissuaderti dall'approfondire il discorso e le letture facendo riferimento alla fisica di base agli studi a scuola...ecc..ecc..

                                                            Ma dico io, invece di sentenziare, invece di trattare tutti da ignoranti, perchè non lasciare che ognuno si faccia una propria idea o si porti perlomeno una prova tangibile che il sistema menzionato non funziona?
                                                            Mettete nome e cognome però, dimostrate che son tutte cazzate con la vostra faccia come fanno questi signori con la loro. Troppo comodo riportare documenti di 10 anni fà che con questo sistema c'entrano il giusto.


                                                            Resto curioso nonostante l'orrendo inzio e ringrazio l'admin per la segnalazione.
                                                            3kw, 12 pannelli LG 250s1c(g2), inverter Solardedge 3000, 12 ottimizzatori, incl.17°, esp. sud-est -57°. attivo dal 28/1/2013. Ombre dalle 14 in poi. Produzione primo anno al contatore:3619kWh=1206kWh/kw.http://pvoutput.org/list.jsp?userid=18412 o https://monitoring.solaredge.com/sol...20/#/dashboard, Solare Termico Viessmann vitosol 222f con coibentazione aggiuntiva di 6cm.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR