annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Carburante dalle bucce d’arancia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Carburante dalle bucce d’arancia

    Leggete questo : sul sito www.giornaletecnologico.it

    Carburante dalle bucce d’arancia
    Ecco la nuova energia pulita

    Il petrolio, oltre ad essere incredibilmente inquinante, ha raggiunto ormai un costo proibitivo. Quale la soluzione? Ne esistono tantissime ma, per tutelare gli interessi di poche persone, finiscono sempre col finire nello scatolone delle alternative da far sparire nel nulla. Dopo l’olio di colza, che trattato adeguatamente si trasforma in “biodiesel”, un carburante economicamente vantaggioso ed ecologicamente perfetto, in grado di inquinare fino a 100 volte meno del normale diesel, dall’America è arrivata la notizia di una società che si dice in grado di estrarre carburante dagli agrumi.

    L’azienda, che ha sede in Florida, non ha ancora sviluppato il sistema per estrarre il prezioso carburante, ma è talmente sicura delle proprie affermazioni da aver già investito oltre 1milione e 500mila dollari nel progetto. La materia prima di certo in Florida non manca.

    Ogni anno vengono prodotte 8 milioni di tonnellate di bucce d’arancia. Una piccola parte viene utilizzata come mangime per gli animali mentre tutto il restante viene semplicemente gettato via nella spazzatura. Riciclare tutto questo materiale risolverebbe non pochi problemi energetici. “Potremmo avere una fonte di energia alternativa – ha commentato Pankaj Dingra, presidente di Ener1 - e risolvere una questione ambientale”.

    L’idea della piccola società piace anche ai produttori locali di agrumi che, da soli, riescono a coprire oltre il 50% dell’intera richiesta mondiale. “Abbiamo bisogno di un prodotto che sostituisca la benzina – ha detto Jim Griffiths, presidente della Citrus Grower Association, l’associazione che riunisce i coltivatori dello stato. Questo sembra un passo verso la direzione giusta. Se gli avanzi delle arance potessero aiutare, sarebbe grandioso”.


    Link:
    >>> Citrus Grower Association
    >>> Ener1

    Le altre notizie del canale:
    >>> Scienza

  • #2
    l'idea e' ottima avevo pensato a qualcosa del genere tempo fa...

    solo che pensavo che si otteneva combustibile facendo fermentare le arance e ottnendo o biogas o etanolo seconda del tipo di fermentazione


    sono proprio curioso che combustibile ricaveranno

    Commenta


    • #3
      Io ho letto, tempo fa, che l'olio che c'è nelle bucce(quello che schizza se la piegate)oltre ad essere un ottimo combustibile, contiene una molecola che è identica a quella del benzene, e ne ha tutti i problemi legati alla mutagenicità eccetera.

      La parte peggiore è che nelle industrie si utilizzano l'"orangene"(presente anche in uno spray sbloccante -tipo svitol-) della saratoga e il "limonene" come prodotti "naturali" e quindi innocui.

      Ci vorrebbe una bella indagine...

      Commenta


      • #4
        CITAZIONE (dado VRC @ 16/4/2005, 11:23)
        Io ho letto, tempo fa, che l'olio che c'è nelle bucce(quello che schizza se la piegate)oltre ad essere un ottimo combustibile, contiene una molecola che è identica a quella del benzene, e ne ha tutti i problemi legati alla mutagenicità eccetera.

        La parte peggiore è che nelle industrie si utilizzano l'"orangene"(presente anche in uno spray sbloccante -tipo svitol-) della saratoga e il "limonene" come prodotti "naturali" e quindi innocui.

        Ci vorrebbe una bella indagine...

        Ciao a tutti , ho comprato il D-limonene presso un colorificio, è una alternativa ai diluenti di origine petrolifera e viene prodotto in sicilia, ha proprio un buon profumo di arancia: ora vorrei utilizzarlo al 10% con olio di palma fritto per avviare il bruciatore a gasolio.

        Commenta


        • #5
          ciao a tutti
          posso testimoniare che (da qualche inverno) con le bucce d'arancia essiccate ci faccio partire la stufa a legna... e come parte!!! meglio della 'diavolina' (che sa di nafta).
          ciauz!

          Commenta


          • #6
            incredibile!!!!! o preso un limone, un pezzetto di buccia, l'o spremuto sopra una fiamma ed ecco una fiammata e una puzza d limone. nn lo sapevo. è bellissimo ma kualkuno sa da cosa è composto il liquido delle bucce dgli agrumi?

            Commenta


            • #7
              Non sarebbe possibile trasformare ogni rifiuto organico in carburante? magari con batteri geneticamente modificati? Secondo me alla lunga ci riusciranno...

              Commenta


              • #8
                Beato chi ha la stufa a legna dove ci può bruciare anche i rifiuti umidi.
                Mia zia fa così non es. buccia della banana nella stufa ecc.

                Commenta


                • #9
                  Mica solo quello...le "scorze" della frutta secca, gli scarti del bosco, la segatura della motosega(per accendere va da dio...)e qualsiasi porcheria...possibilmente meno inquinante...

                  Ma l'umido andrebbe compostato...e non bruciato!

                  Commenta


                  • #10
                    l'umido , ciòè l'acqua, brucia!
                    ad alte temperature (stufa)
                    a contatto con il carbone ardente (stufa)
                    il vapore genera gas d'acqua (contiene H2 e CO che bruciano)
                    e va benone...

                    Commenta


                    • #11
                      Hai ragione Dado...è meglio compostare l'umido invece di bruciarlo! Comunque (secondo me) le bucce d'arancia saranno utilizzate come combustibile. Magari non al 100% da sole ma qualcosa si farà!

                      Commenta


                      • #12
                        Scusate c'è qualche chimico qui sul forum che sa se il d limonene ha emissioni inquinanti se bruciato ?
                        Grazie anticipatamente

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da PeritoIndustriale Visualizza il messaggio
                          Scusate c'è qualche chimico qui sul forum che sa se il d limonene ha emissioni inquinanti se bruciato ?
                          Grazie anticipatamente
                          Magari lo trovi uno che lo sa , tieni presente che la nocività della maggior parte delle molecole organiche dipende dalla temperatura a cui le porti durante la combustione . In linea di massima più è alta la temperatura e più probabilità avrai di dover pensare solo all'abbatimento degli inquinanti tradizionali ( NOx , Sx , CO, Pm. ecc )
                          Sulzer

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Sulzer1 Visualizza il messaggio
                            Magari lo trovi uno che lo sa , tieni presente che la nocività della maggior parte delle molecole organiche dipende dalla temperatura a cui le porti durante la combustione . In linea di massima più è alta la temperatura e più probabilità avrai di dover pensare solo all'abbatimento degli inquinanti tradizionali ( NOx , Sx , CO, Pm. ecc )
                            Sulzer
                            In particolare mi chiedevo se il d-limonene ad esempio fosse meno inquinante dell'isoparaffina ovvero quel liquido usato nelle stufe cosidette zibro ....
                            era una cosa che mi era venuta in mente, siccome non mi intendo di particelle inquinanti la domanda era se d-limonene potrebbe essere un liquido ecologico per riscaldamento .

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da PeritoIndustriale Visualizza il messaggio
                              In particolare mi chiedevo se il d-limonene ad esempio fosse meno inquinante dell'isoparaffina ovvero quel liquido usato nelle stufe cosidette zibro ....
                              era una cosa che mi era venuta in mente, siccome non mi intendo di particelle inquinanti la domanda era se d-limonene potrebbe essere un liquido ecologico per riscaldamento .
                              ah ah , questa mi mancava , ma quante migliaia di ton all'anno ne avresti? e quanto costa estrarlo dalle bucce ? Sei sicuro ( ripeto che non so neanche che formula abbia ) che una volta estratto e purificato non possa avere utilizzi chimicamente più nobili della paraffina?

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Sulzer1 Visualizza il messaggio
                                ah ah , questa mi mancava , ma quante migliaia di ton all'anno ne avresti? e quanto costa estrarlo dalle bucce ? Sei sicuro ( ripeto che non so neanche che formula abbia ) che una volta estratto e purificato non possa avere utilizzi chimicamente più nobili della paraffina?
                                Ma certamente ...comunque ho provato un prodotto con d-limonene dovrebbe costare 4 € litro ( molto ma all'ingrosso sicuramente meno ) al posto della isoparaffina nella stufa e funziona benissimo ma resta il fatto che non so se emana agenti inquinanti .
                                Non conosco il processo industriale per la produzione del limonene so che viene estratto dalle arance e so che ne abbiamo buttate al macero tantissime a causa delle quote europee...
                                Comunque sono ignorante in materia se qualcuno puo spiegarmi di più ....

                                Commenta

                                Attendi un attimo...
                                X
                                TOP100-SOLAR