COMUNE MILANO Divieti per gasolio, kerosene e biomasse per riscaldamento - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

COMUNE MILANO Divieti per gasolio, kerosene e biomasse per riscaldamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • COMUNE MILANO Divieti per gasolio, kerosene e biomasse per riscaldamento

    Il Comune di MI gia nel 2020 aveva cercato di porre fine all'uso di combustibili più inquinanti per il riscaldamento, ma alcuni operatori dell'energia hanno fatto ricorso dicendo che tale norma andava autorizzata dalla UE...dopo 4 anni la ripropongono dopo averla notificata in UE.

    Sotto il testo: in soldoni:
    - divieto di installare nuovi apparato a legna, carbone, biomassa, biodiesel
    - divieto da ottobre 25 di uso per gasolio, kerosene, biodisel
    - da ottobre 25 divieto uso per generatori a biomassa con piu di 10 anni di vita.

    Eccezioni:
    - zone non centro abitato se non metanizzate
    - relazione tecnica di impossibilita di adeguamento ad altre soluzioni
    - legna autoprodotta che deriva da autorizzazione al taglio

    Mi sembra un buon passo avanti, che interrompe la vulgata "se è incentivato allora non inquina" (dato che anche gli euro 6 inquinano e sono incentivati, per dire), e spero sia seguita da tanti altri Comuni della Pianura, sino a diventare Legge Nazionale sotto i 600 metri di quota

    TESTO

    È fatto divieto di installare (anche in sostituzione) generatori di calore per impianti termici civili o ad essi assimilati, così come definiti dalla normativa regionale vigente, aventi potenza termica nominale inferiore a 3 MW (Titolo II, Parte Quinta del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.) e alimentati con i seguenti combustibili (definiti ai sensi dell’Allegato X alla Parte V del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.): - gasolio, kerosene ed altri distillati leggeri e medi di petrolio e loro emulsioni; - legna da ardere; - carbone di legna; - biomasse combustibili; - biodiesel. L’installatore (i cui requisiti soddisfino quanto stabilito agli artt. 3 e 4 dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 22 gennaio 2008, n. 37 e ss.mm.ii.) e il responsabile dell’esercizio e della manutenzione dell’impianto termico (come definito dalle D.g.r. n. XI/3502 del 5 agosto 2020 e ss.mm.ii., e D.g.r. n. XI/5360 del 11 ottobre 2021 e ss.mm.ii.) devono garantire l’osservanza di tale disposizione.

    A far data dal 1 ottobre 2025, è fatto divieto di utilizzare generatori di calore per impianti termici civili o ad essi assimilati, così come definiti dalla normativa regionale vigente, aventi potenza termica nominale inferiore a 3 MW (Titolo II, Parte Quinta del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.) e alimentati con i seguenti combustibili (definiti ai sensi dell’Allegato X alla Parte V del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.): - gasolio, kerosene ed altri distillati leggeri e medi di petrolio e loro emulsioni; - biodiesel.

    Fatta salva la normativa vigente in tema di generatori di calore, a far data dal 1 ottobre 2025, è fatto divieto di utilizzare generatori di calore per impianti termici civili o ad essi assimilati, così come definiti dalla normativa regionale vigente, aventi potenza termica nominale inferiore a 3 MW (Titolo II, Parte Quinta del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.), installati da più di 10 anni e alimentati con i seguenti combustibili (definiti ai sensi dell’Allegato X alla Parte V del D.lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.): - legna da ardere; - carbone di legna; - biomasse combustibili.

    Fatta salva la complessiva normativa vigente in tema di generatori di calore e di requisiti richiesti per gli impianti termici civili, i divieti di cui ai commi 1, 2, e 3 del presente articolo non si applicano: a) ai generatori di calore di impianti termici civili a servizio di frazioni non metanizzate ex art. 8 L. 23/12/1998 n. 448, ricadenti all’esterno del centro abitato così come definito nella delibera C.C. n. 21 del 10/05/2018 e successive modifiche; b) ai generatori di calore per i quali la sostituzione o l'adeguamento non sia tecnicamente possibile e, al contempo, non siano presenti impianti termici alternativi aventi generatori di calore alimentati con combustibili ammessi dal presente regolamento. In tali casi, è fatto obbligo di presentare all'Amministrazione Comunale una relazione tecnica asseverata, redatta da un tecnico abilitato (ai sensi della definizione di cui alle D.g.r. n. XI/3502 del 5 agosto 2020 e ss.mm.ii, e D.g.r. n. XI/5360 del 11 ottobre 2021 e ss.mm.ii.), che dimostri l'impossibilità tecnica della sostituzione o riqualificazione dell'impianto secondo la seguente tempistica: - il 1 ottobre 2025, per gli impianti di cui al comma 2 alimentati con gasolio, kerosene ed altri distillati leggeri e medi di petrolio e loro emulsioni, biodiesel; - due anni prima dalla scadenza di cui al comma 3 per gli impianti alimentati con legna da ardere, carbone di legna, biomasse combustibili; c) ai generatori di calore di impianti termici civili alimentati con legna da ardere o biomasse combustibili utilizzate in autoconsumo e provenienti da tagli colturali di aree boscate di pertinenza, ai sensi della Legge Regionale n. 31 del 5 dicembre 2008 e ss.mm.ii., e del Regolamento Regionale n. 5 del 20 luglio 2007 e ss.mm.ii. Il luogo di produzione del combustibile e la sua destinazione per uso in autoconsumo devono essere esplicitamente indicati nella apposita documentazione relativa all’istanza di taglio colturale del bosco, ai sensi nella normativa sovraordinata vigente
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  • #2
    Non e mai troppo tardi
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
    Utente EA dal 2009

    Commenta


    • #3
      ogni tanto un piccolo passetto in avanti si fa... bene... bene...
      speriamo si diffonda in tutto il nord...
      Winter is coming ...
      PdC Daikin Altherma 3 ERLA11DV3 Integrated 230L
      https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

      Commenta


      • #4
        Il quadro generale dei dati relativi al 2023 conferma una tendenza positiva, che sottolinea anche l’efficacia delle misure introdotte negli ultimi dieci anni


        Mi sa del tutti bravi ... e vissero felici e "sani".

        La realtà è che il mondo gira e le variabili in gioco sono moltissime, come le ipotesi e le relative considerazioni:

        1- per i politici di turno ... la marea di capotti fatti ai condomini della città grazie al 110% ha ridotto le emissioni degli impianti di riscaldamento, in modo consistente

        2- per aiel la sostituzione di migliaia di caldaie vecchie a biomassa con nuove, ha dato i primi risultati

        3- per gli eco-logisti il riscaldamento globale ha fatto aumentare le T e ridotto l' utilizzo degli impianti di riscaldamento

        4- per gli eco-nomisti la riduzione del reddito disponibile nelle famiglie ha limitato le spese per il riscaldamento, ovvero ne ridotto le emissioni da combustibili, oltre ai prezzi del pellet

        5- per me.... l' insieme dei punti sopra, hanno generato una sinergia che li ha potenziati .... ed il clima piu' piovoso del 2023 ha fatto il resto.


        Forti dei risultati degli "altri" arrivano i "bravi" del comune di Milano con regolamenti assurdi (e chi controlla ??) per far vedere che sono sempre i "migliori" del paese, intendo i "politici" non certo le persone del posto che li devono "sopportare".

        Per le case in classe F ... a quando il regolamento comunale che toglie l' abitabilità? e stacca le utenze d' ufficio?

        Non mi sono mai piaciuti gli "estremisti", le cose migliore nel ns paese sono sempre state quelle del "buon senso" !

        Buon fuoco a tutti..... inteso a chi puo' permetterselo !

        Commenta


        • #5
          Buonasera a tutti, è il primo messaggio che scrivo e mi dispiacerebbe sembrare un troll.
          Non mi è chiara una cosa e chiedo solo per capire: ma questo regolamento del Comune di Milano quando entra in applicazione? Quando scatta il divieto di installare nuovi apparati a biomasse combustibili? Annulla e sostituisce la normativa che sarà in vigore da metà ottobre di quest'anno?

          Inoltre
          Fonte CURIT https://www.curit.it/kpi/impianti_combustibile
          In Milano città risultano targati circa 200k impianti di riscaldamento, di questi solo 530 sono a biomassa.
          Ha senso puntare un cannone per uccidere una zanzara?
          Grazie, saluti

          Commenta


          • #6
            E' tuto scritto nel primo messaggio...
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              Quindi 1 ottobre 2025 ?

              Commenta


              • #8
                Si esatto……
                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Mercury F. Visualizza il messaggio
                  Buonasera a tutti, è il primo messaggio che scrivo e mi dispiacerebbe sembrare un troll.
                  Non mi è chiara una cosa e chiedo solo per capire: ma questo regolamento del Comune di Milano quando entra in applicazione? Quando scatta il divieto di installare nuovi apparati a biomasse combustibili? Annulla e sostituisce la normativa che sarà in vigore da metà ottobre di quest'anno?

                  Inoltre
                  Fonte CURIT https://www.curit.it/kpi/impianti_combustibile
                  In Milano città risultano targati circa 200k impianti di riscaldamento, di questi solo 530 sono a biomassa.
                  Ha senso puntare un cannone per uccidere una zanzara?
                  Grazie, saluti
                  Nella norma credo ientrino anche le stufe che non sono censite

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X