Confronto ufficiale costo gestione pellet /Pompa calore - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Confronto ufficiale costo gestione pellet /Pompa calore

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Confronto ufficiale costo gestione pellet /Pompa calore

    AIEL, l'associazione energia legno pubblica il prezzo medio pellet Aprile 2024.

    Ecco il loro testo

    "Rispetto all’anno scorso, oggi il prezzo del pellet risulta in diminuzione, con un prezzo medio nazionale di 5,4 €/sacco da 15 kg (certificato ENplus® in sacchi da 15 kg, iva inclusa).

    A livello di costo dell’energia primaria, produrre 1 MWh di energia con il pellet, che si ottiene dalla combustione di 208 kg di materiale in classe ENplus® A1 (circa 14 sacchi da 15 kg), risulta molto più conveniente rispetto all’uso sia del gas naturale sia del gasolio da riscaldamento: con il pellet costa 74 €, mentre con il gas naturale sono necessari 101 € e con il gasolio da riscaldamento circa 154 €."

    Curiosamente non fanno confronto con una PDC elettrica.

    Vediamo cosa da.

    Arera dice che ad Aprile il kwh in maggior tutela costa 20,24 cts (fissi compresi!)

    Dunque con 74 euro si comprano 365 kwh...che darebbero 1 Mwh di energia del confronto se la pdc esprimesse cop medio stagionale pari ad almeno 1000/365= 2,73

    Dunque ogni volta che il COP medio è piu alto di 2,73, la pdc conviene.

    Fare almeno 2,73 di COP è assai facile anche con pdc poco efficienti usate al Nord Italia sui termosifoni

    Inoltre il confronto prevede che il pellet esprima all'acqua 1000 kwh per 208 kg cioe 4,8 kwh per kg...cioe il PCI teorico del legno...cosa che mi pare poco probabile nella vita reale, dove le caldaia avranno una % di rendimento sotto 100%

    Inoltre come detto il confronto è fatto con prezzo del kwh elettrico coi fissi compresi, cosa voluta in modo da pesare il fatto che con pdc è spesso necessario alzare la potenza del contatore.

    Il tutto senza considerare apporto di eventuale FV che aiuta tantissimo ad abbassare il costo del kwh sul lungo periodo.

    Mi sembra un dato interessante perche ufficiale, cosa che supera la solita diatriba sul fatto che "esiste sempre un fornitore di pellet meno caro"..qui è Aiel che pubblica il dato medio italiano.

    A chiusura interessante che lo stesso documento indica anche il prezzo con la legna

    "Anche la legna da ardere si conferma competitiva rispetto alle principali alternative fossili in questa prima parte del 2024: produrre 1 MWh di energia con la legna da ardere, che si ottiene con la combustione di 270 kg di legna secca, costa 74 €"
    Tuttavia 74 euro è lo stesso prezzo del pellet dunque il confronto non cambia. Si nota solo che per fare la stessa energia invece di 208 kg di pellet prevedono di usare 270 kg di legna, che costa meno ma ne devi usare di piu.





    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  • #2
    È una porcata da inizio a fine. A iniziare, come hai detto, dalla mancanza del confronto con PDC. Chissà come mai....
    ma io ci aggiungerei: e i costi di realizzazione impianto? E i costi di manutenzione? Pulizia canna fumaria?
    e non consideriamo il lavoro di manovale-facchino della legna o pellet ..

    ​​​​​mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i (o il ) sostenitori della biomazza....

    Commenta


    • #3
      anche le pdc non le regalano.. diciamo che piu o meno sono paragonabili?
      LA manutenzione concordo che (se la fai davvero), costa di piu per la biomassa.
      Per la fatica personale...ognuno la vive in modo diverso...però è ovvio che alzare il termostato e ben diverso da muovere biomassa e cenere di biomassa.
      Anche impatto sul PM andrebbe quantificato e ricordo il mio recente Post della delibera Comune Milano che di fatto la vieta.
      Però siccome ala fine tira piu il portafogli del resto...sapere che comunque il pellet e la legna costano in media piu dell'energia elettrica..è gia una bella base.
      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

      Commenta


      • #4
        l mio COP stagionale di 4,58 dice tutto.............................. io considero 4, senza contare il 30% di energia autprodotta in diretta + 4000Kw accumulati in estate in SSP
        Scaldarsi cosi conviene davvero, anche con elettricita tutto compreso a 30 Cent
        Ultima modifica di rrrmori53; 27-05-2024, 15:33.
        Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
        Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
        Utente EA dal 2009

        Commenta


        • #5
          fortunatamente per ora 30 cts al kwh sono solo un cattivo ricordo...
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
            fortunatamente per ora 30 cts al kwh sono solo un cattivo ricordo...
            Vero, ma non è poi cosi lontano il 30 Cent tutto compreso

            Se poi hai come me fatture da 2/3 Kw giorno i fissi si fanno sentire........................... I 6Kw di fornitura servono anche se solo per 4 mesi anno.............
            Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
            Utente EA dal 2009

            Commenta


            • #7
              a si..se hai 6 kw e consumi al lumicino...quei pochi costano cari..ma appunto sono pochi e dunque pace e bene.
              io ho fissi da 12 kw e ne prelevo 9 mila...mi pare che la media 24 sia attorno a 25 fissi compresi..
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                anche le pdc non le regalano.. diciamo che piu o meno sono paragonabili?
                paragonabili come costi? ma figurati....con un impianto a biomassa, così a spanne, giri sul doppio della spesa rispetto ad un impianto in pdc.
                già solo la canna fumaria siamo sui 1500-2000€.
                poi ti serve una regolazione climatica, che 9 su 10 è a parte dato che la caldaia lavora in alta temperatura.


                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                LA manutenzione concordo che (se la fai davvero), costa di piu per la biomassa.
                farla tanto devi farla. poi, per "risparmiare" puoi pulirti te canna fumaria e caldaia....ma tanto le ore volano.


                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                Per la fatica personale...ognuno la vive in modo diverso...però è ovvio che alzare il termostato e ben diverso da muovere biomassa e cenere di biomassa.
                guarda, potrei capire se uno ha la campagna e/o vive di quello, allora tanto i boschi o le rive le deve pulire. fare legna per poi lasciarla marcire nel campo o bruciarla li..tanto vale che la porto a casa e mi scaldo in inverno.

                ma per il resto, mai trovato nessuno che è contento di scaricare e accatastare quintali e quintali di legna...ancora meno spostare centinaia di sacchi di pellet.
                in compenso tutti quelli che da biomassa passano a pdc...manco sotto tortura tornerebbero indietro.

                Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                Anche impatto sul PM andrebbe quantificato e ricordo il mio recente Post della delibera Comune Milano che di fatto la vieta.
                Però siccome ala fine tira piu il portafogli del resto...sapere che comunque il pellet e la legna costano in media piu dell'energia elettrica..è gia una bella base.
                ma certo, perchè per quanto possano aggrapparsi alle 10 mila stelle delle loro caldaie..sempre dei bruciatori rimangono. e quando bruci, emetti tutta una serie di sostanze nocive nell' aria...più o meno piccole, in quantità più o meno elevate...ma le immetti.
                se tu invece NON hai combustione, risolvi il problema alla radice.

                sul costo poi, (e non consideriamo il fotovoltaico, perchè altrimenti è vincere a mani basse) bisogna contare che usando energia elettrica per riscaldamento, il costo del Kwh scende di molto.




                Commenta


                • #9
                  ... i confronti sono sempre relativi:

                  1- zona del paese
                  2- periodo dell' anno e periodo storico
                  3- campagna o città
                  4- costo combustibili/energia
                  5- % incentivi.

                  Se togliamo i metano russo, la legna o il pellet dei paesi dell' est, eliminiamo tutte le caldaie a gasolio..... diventa molto complicata per tutti l' EE, a meno che la UE non torni alla vecchia idea di espandere il nucleare.

                  Se ci sono problemi di GG per le linee elettriche che non riescono a gestire le immissioni del FV, immaginate la notte in dicembre quando ... tornerà qualche settimana di vero freddo polare?

                  O come discutere di FV senza i prezzi dei componenti dell' industria cinese o di pdc senza i compressori made in china (vedrete quando tocca sostituire un compressore della pdc...)

                  I tempi cambiano ed il mondo gira..... di sicuro chi ha fatto un impianto a biomassa, ben dimensionato e ben incentivato..... non viene toccato dai prezzi dell' EE di questo periodo.

                  Vedremo a settembre/ottobre come girerà l' economia.... dato che qualche mese fa si discuteva di gasolio a 2,5 euro al lt e colonnine di ricarica in ogni angolo.... invece sta accadendo proprio il contrario.

                  Il "bello" invece di questi ultimi anni sono le possibili soluzioni tecniche presenti, e la maggior consapevolezza della necessità di valutare sistemi diversi.

                  Un tempo .... era la caldaia a metano o quella a legna/gasolio nelle zone de-metanizzate, con punte di gpl ma a carissimo prezzo!... e tanti "piazzisti" che venedevano qualcosa..... ricordate le "superpompe" !! o le caldaie marine con rese certificate del 95% ?

                  Tempi finiti, ormai qualsiasi "casalinga di Voghera" sa quanto costa 1 sacco di pellet o 1 mese di bolletta elettrica!

                  Commenta


                  • #10
                    beh...

                    la zona del paese può inficare sul pellet o sulla legna...ma per EE (o anche gas) ovunque siamo in itaGlia il prezzo è dato dal contratto che abbiamo.
                    periodo anno o storico...beh, qui tanto c'è poco da fare. quando il pellet era a 12 euro al sacco, l' EE era a 70 cent al kwh. poi, se uno aveva un contratto vincolato lo continuava a pagare 20 cent, invece uno difficilmente stocca pellet per 2 anni.
                    gli incentivi ci sono per biomassa come per pdc.


                    i prezzi dei compressori saranno quelli di sempre. se ci pensi sono montati ovunque. nelle auto, nei frigoriferi, condizionatori, ecc ecc...

                    sul fatto che i tempi cambiano e il mondo gira sono d' accordo...infatti per quanto mi riguarda, nel 2024 non è più tempo di biomassa e solare termico. li vedo un po' come andare a cavallo oggigiorno.


                    p.s occhio alla "casalinga di Voghera"​ perchè è vero che sa quanto costa 1 sacco di pellet o 1 mese di bolletta elettrica​, ma magari scorda che con un sacco ti scaldi un giorno o anche meno...mentre un mese è relativo a 30 giorni!

                    Commenta


                    • #11
                      Tutto bello e lucido................... ma i miei 2 caminetti grandicelli e un forno a legna li tengo ben funzionanti e legna sempre disponibile
                      E anche il generatore sempre pronto
                      Qui ci ricordiamo l'85, una settimana con gasolio ghiacciato, senza acqua ed energia razionata e solo i vecchi camini in funzione....................................e la storia si ripete, sempre
                      Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                      Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                      Utente EA dal 2009

                      Commenta


                      • #12
                        si, va bene....l' ho anche io un caminetto liberty a legna...l' ho acceso 5 volte in 4 anni.
                        e ho anche un forno a legna dove ogni tanto faccio il pane. tuttavia molte più volte lo faccio nel forno elettrico di casa.

                        però vedete, queste sono "passioni" che uno coltiva se ha tempo e voglia. il riscaldamento è una necessità.
                        a nessuno che io conosco piace fare il fochista, lo spazzacamino o il facchino della biomassa.

                        Commenta


                        • #13
                          Diversificare ,parola """magica"""?In citta usare fonti fossili e EE,fuori, specie in posti +/- - bucolici, altre fonti oltre al EE.Diversificazione e concentrazione al kmq di umani.Il tutto efficentato al massimo livello.Cercando di escludere il maledetto commercio da Tutto ciò.Guerre e gli svariati piani di false riprese per far girare la moneta ci avrebbero dovuto far capire ,da mò, che la penuria di moneta è un falso problema.Cosi come lo sarebbe / È la penuria di cibo.Ovunque.
                          ..

                          Commenta


                          • #14
                            Dici bene, il difficile e' fare capire che differenziare vuol dire efficenza
                            oggi ho visto un progetto per batteria a sabbia per uso termico, ACS+ rscaldamento, in 2 metri cubi di sabbia 150 kW immagazzinati.......
                            Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                            Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                            Utente EA dal 2009

                            Commenta


                            • #15
                              Si l'avevo visto anchio tempo fà,quando lo ha presentato sul tubo ma pur interessante non sò .Se lo testa BENE e non trova grandi magagne magari.Mah, non sò ,per me si è dimenticato qualcos che nella pratica ne inficia molto il rendimento.Spero però ,molto,di no.
                              ..

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Peace and Love Visualizza il messaggio
                                Si l'avevo visto anchio tempo fà,quando lo ha presentato sul tubo ma pur interessante non sò .
                                Il problema è il solito io potrei anche farlo ma non è che tutto sommato casti poco eh!!!, la sabbia pesa circa 15 Qli M3 e un sacco di silicea essiccata da 15 Kg costa 6/8 Euro, ed è la cosa meno cara,
                                Per avere benefici servirebbe almeno 500 Kw e sono 6 M3 di sabbia, 6000 litri da scavare, serve un permesso di costruire e la distanza dai confini

                                Alla fine 100 Kw di litio costa meno, e sappiamo come funziona
                                Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
                                Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
                                Utente EA dal 2009

                                Commenta

                                Attendi un attimo...
                                X