nuovo impianto caldaia 24kw e puffer 1600l - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

nuovo impianto caldaia 24kw e puffer 1600l

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    vedrai che pian piano si sistema (essendo i puffer posti in alto, lì ci finisce l'aria di tutto l'impianto che ha parecchie curve)

    per il discorso T° della nuova centralina, risolto?
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #32
      Si si sono ancora in fase di regolazione, ho notato che se tengo il ritorno a 72 mi va troppo su di temperatura la caldaia.Tenendola intorno ai 67 lavora regolare intorno a 80 gradi, poi logicamente verso la fine alzandosi il ritorno sale pure la mandata ma sto ancora regolando per farla rendere al massimo.Comunque caldaia pulita, zero catrame tutta un altra vita.Poi la miscelatrice verso casa é fantastica, e manca ancora il motore e l unita ambiente, a quel punto sara perfetto

      Commenta


      • #33
        Ciao Edo, bel lavoro. Alla fine ci sei riuscito ad installare il tutto!!!

        Per le regolazioni "fini" c'è poco da preoccuparsi....... hai tutto l' impianto regolabile in tutti i modi possibili. Serve solo un po' di esperienza, spirito di osservazione e qualche ritocco ai valori preimpostati ! schiacciando qualche pulsante o regolando qualche potenziometro........ alla faccia dei soliti "termostati" on-off!!!

        Commenta


        • #34
          Ciao Edo, ciao Scresan.....

          Concordo con Scresan, ora è tutta una questione di piccole tarature/regolazioni.
          Nessun'altro meglio di te potrà regolarsi l'impianto al top adeguandolo alle proprie esigenze, considera che le regolazioni migliori hanno bisogno di tempo (spesso anche di settimane) prima di azzeccare quella giusta!!!
          Come consiglio di massima, tieni presente che lavorando ad alte T° ci sono anche alte dispersioni, quindi delle perdite di energia maggiori. Inoltre potresti anche considerare la possibilità di impostazioni stagionali, che a seconda del periodo, possono fare la differenza in termini di risparmio combustibile, pur garantendoti un confort ottimale.
          Un sistema elettronico è MOLTO più preciso e versatile perché consente di impostare DT°, isteresi, ecc., che in un sistema meccanico non sono invece consentite........Ergo..... buona messa a punto........


          Saluti
          Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

          Commenta


          • #35
            Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
            Ciao Edo, ciao Scresan.....Concordo con Scresan, ora è tutta una questione di piccole tarature/regolazioni.Nessun'altro meglio di te potrà regolarsi l'impianto al top adeguandolo alle proprie esigenze, considera che le regolazioni migliori hanno bisogno di tempo (spesso anche di settimane) prima di azzeccare quella giusta!!!Come consiglio di massima, tieni presente che lavorando ad alte T° ci sono anche alte dispersioni, quindi delle perdite di energia maggiori. Inoltre potresti anche considerare la possibilità di impostazioni stagionali, che a seconda del periodo, possono fare la differenza in termini di risparmio combustibile, pur garantendoti un confort ottimale.Un sistema elettronico è MOLTO più preciso e versatile perché consente di impostare DT°, isteresi, ecc., che in un sistema meccanico non sono invece consentite........Ergo..... buona messa a punto........Saluti
            Grazie ragazzi, ora avete visto dalle foto solo l essenziale per farlo funzionare, con un po di tempo finiro anche i particolari.con l'accensione di ieri ho scaldato la casa al pomeriggio piu acs, oggi acs e stasera ho i termo accesi e ho ancora i puffer a circa 63 gradi...che spettacolo!!!

            Commenta


            • #36
              edoooo, ellamiseria......... hai acqua santa, visto il periodo Pasquale.... Miracolosa !!!!!!!
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                edoooo, ellamiseria......... hai acqua santa, visto il periodo Pasquale.... Miracolosa !!!!!!!
                non vedo l ora di provare il servomotore per la miscelatrice collegato alla climatica..

                Commenta


                • #38
                  sembra proprio che l inverno non ci lasci in pace quest'anno,tornato dal cantiere stamattina mi sono trovato i puffer caldi da ieri,fatto partire il mio termostato provvisorio e dopo 5 minti termo belli caldi (55 gradi).
                  Con una carica d legna nemmeno completa fatta ieri mattina sono sicuro che porto la casa a 21 gradi,ora siamo a 19 interni con 9 gradi esterni,nel tardo pomeriggio faro un altra accensione.
                  Per quanto riguarda la caldaia dopo l'inverno senza puffer ho fatto un pulizia completa smontand ogni cosa,compreso pulizia canna fumaria.
                  Avevo notato che quanto si spegneva l aspiratore e stava in mantenimentoper5-10 minuti alla ripartenza fumava parecchio sporcandomi canna fumaria e pure il tetto.
                  Da quando ho installato i puffer non ho più visto l'ombra del fumo,qualcosina in accensione ma appena i fumi raggiungono 100-130 gradi
                  non si vede piu nulla fino allo spegnimento.
                  Dato che ho fatto le due prove (con e senza) consiglio a tutti di installare l accumulo vi cambia la vita,affidandovi a persone esperte come ho fatto io vi sapranno consigliare la migliore soluzione.
                  Ora devo cercare di capire perché i fumi salgono intorno ai 280-300 gradi,devo considerare la mia caldaia non ha i tubolari pero mi sembrano un po tanti.
                  La canna fumaria è composta da tubi doppia parete da 18 (23 esterno),altezza circa 4 metri con scarico condensa e due curve a 30 gradi

                  Commenta


                  • #39
                    Ciao Edo, ... mi ingrasso a sentirti!!! sai che sono un "pufferomane" incallito, che mi piacciono i 100 lt a kw installato....... lasciamo perdere, altrimenti innesco la solita diatriba.

                    Per il discorso temperatura fumi, è solo questione di !calibratura" della nuovo centralina. In pratica potresti aver regolato la potenza della ventola aspirante su un valore troppo alto! Occhio che con le biocontrol basta variare di poco la potenza della ventola (1-2 punti) per avvicinarsi alle potenze standard della caldaia.

                    Ti consiglio di usare il sistema di controllo a bi-stadio per trovare i due valori ottimali di lavoro: potenza massima e modulazione. Poi in un secondo momento passi al controllo PID, tenendo conto di quanto fatto in bistadio.

                    Per migliorare subito la situazione (300 gradi sono al limite sia per la canna fumaria che la caldaia) utilizza la gestione delle temperature dell sonda fumi. Nella mia slovacca, con tubifumi cortini ho messo come limite scarico fumi a 200 gradi. Se la sonda fumi misura oltre i 200 gradi, la centralina commuta la caldaia in modulazione, sino a che la temperatura fumi non scende, per poi ripassare a massima potenza.

                    Poi guardando il grafico delle temperature, se questo avviene continuamente, devi abbassare la potenza della ventola a potenza massima, fino ad ottenere una temperatura fumi appena superiore ai 200, ma solo in rari casi.

                    Questo è un metodo buono per la mia caldaiaccia slovacca, ma credo si adatti bene anche alla tua.

                    Fammi sapere.

                    Commenta


                    • #40
                      Grazie scresan, la mia regolazione si é basata solo sulla temperatura, quindi aspiratore al 65% in accensione e poi sempre 100% a meno che la caldaia non arrivi a 90 gradi ma il puffer mi é stato dimensionato correttamente e non ci arriva mai.Quindi anche in funzionamento normale mi consigli di abbassare la velocita ventola? La sonda é subito dietro alla caldaia a 20 cm dall uscita

                      Commenta


                      • #41
                        prova come detto scresan a variare la % della ventola, e annota se ci sono differenze di consumo e di pulizia caldaia.
                        nel caso ci fossero, ritorna alla % iniziale e pensa a un regolatore di tiraggio (oppure puoi provare anche con i turbolatori, se la tua caldaia li ha in dotazione)
                        riscaldamento a biomassa e PDC
                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                        Commenta


                        • #42
                          ... è chiaro che qui 300 gradi in canna fumaria non ti scaldano certo il puffer!!!!

                          La modulazione puo' intervenire anche per supero della temperatura dei fumi.

                          La biocontrol dovrebbe avere anche la fase di "lavaggio braciere" nata per quelle triti, ma puoi applicarla anche alla tua in modo che ogni tot. minuti (30-60) la ventola fumi va a massima potenza per qualche secondo (10-20) aumentando la turbolenza nella fessura di gasificazione e dando un ripulita ai passaggi dell' aria.

                          Commenta


                          • #43
                            Ciao a tutti, volevo fare una domanda a Edolegna: la biocontrol che hai è questa del video?
                            Preparación Caldera de Vapor TAV1395 - YouTube

                            Commenta


                            • #44
                              Ciao Bio87, edolegna ha scelto di installare un versione semplificata delle biocontrol (LC), sufficiente a gestire la caldaia a legna a fiamma rovesciata e credo, anche i puffer e il solare.

                              Quella del video è la versione A3, credo sia il modello principale con le caratteristiche maggiori. In particolare questo modello è gestibile tramite rete lan (e-o internet) ed apposito programma di telegestione.

                              Se vuoi dare una letta a questo 3d troverai diversi miei interventi a riguardo........

                              Commenta


                              • #45
                                Originariamente inviato da bio87 Visualizza il messaggio
                                Ciao a tutti, volevo fare una domanda a Edolegna: la biocontrol che hai è questa del video?Preparación Caldera de Vapor TAV1395 - YouTube
                                Ciao bio, come ti ha gia detto scresan la mia é la versione lc, semplicissima ma personalizzabile in tutto.

                                Commenta


                                • #46
                                  .... edo come sta andando?????

                                  Sei riuscito ad abbassare le t dei fumi?

                                  Lo scambiatore ed il diametro dei tubi sono sufficienti a smaltire la potenza della caldaia?

                                  Certo che con i fumi a 300...... già stavi mandando la caldaia ad occhio a +30% (almeno erano i calcoli che a suo tempo avevo fatto con la mia slovacca!), e se il sistema "tiene" con quelle potenze, immagino sia perfetto per le potenze di targa della caldaia!!!

                                  Rimango in attesa di notizie! e chiedi pure se hai dei dubbi, magari riesco a darti delle dritte per mettere a punto il tutto!

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Scresan scambiatore e tubi sono sufficienti, ho fatto anche la prova di accelerare la pompa puffer con caldaia a 88 gradi e nel giro di poco la temperatura va giu velocissimo. Il problema é la canna fumaria che tira parecchio, certi giorni a sportello aperto fa un rumore assordante.Nei prossimi giorni istallero il regolatore di tiraggio sulla canna e dovrei risolvere.Come scambiatore e tubazioni funziona bene non penso dipenda da quello il fumo.

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Bene, bene.

                                      Il regolatore dei fumi è sempre un' ottima soluzione, comunque!!, ma potresti tentare di modificare la potenza massima della ventola di aspirazione della caldaia, in modo da non superare mai i 200 gradi...... per la precisione credo che la caldaia, a tubi-fumi puliti, dovrebbe lavorare a 160-170 gradi non di piu'.

                                      Se la colpa è della ventola (o regolazione della biocontrol) la situazione dei fumi potrebbe non cambiare di molto.
                                      Tieni conto, poi, che a fumi caldissimi (300 gradi) la canna tira molto proprio per la stessa temperatura dei fumi, mentre a 160 gradi potrebbe essere già di suo giusta. Del resto hai già una certa esperienza con quella caldaia, e se funzionava bene finora perché non dovrebbe continuare a farlo??

                                      Commenta


                                      • #49
                                        Capisci che prima era tutto un altro funzionare nel senso che i fumi calavano quando la caldaia andava in mantenimento per cui picchi a 300 330 gradi per 4-5 ore non ne ha mai avuti.Ho provato a ridurre la velocita della ventola fino al 50% ma sono scesi fino a 270 non di piu e la caldaia si sporcava.Inoltre domenica pulendo la canna fumaria ho notato uno quantita di fuliggine sul tetto impressionante, c'e troppo tiraggio la causa penso proprio sia quella.Con il regolatore penso proprio di risolvere anche perche lavorando sempre con la stessa pressione nella canna dovrebbe anche stabilizzare la fiamma rovescia, mentre adesso dipende molto dal vento , dalle condizioni atmosferiche etc etc.Ha un tiraggio talmente elevato che con lo sportello aperto in accensione ci vogliono i tappi nelle orecchie nel locale caldaia, sembra il titanic in partenza

                                        Commenta


                                        • #50
                                          Scambiatore acs

                                          [QUOTE=edolegna;119522979]
                                          Originariamente inviato da termica Visualizza il messaggio
                                          Perche con un minimo ingombro mi fa la stessa funzione del boiler, so che costa di piu ma devi contare che oltre ai due puffer ho pure 150 di polmone quindi con un altro serbatoio per acs occupavo troppo spazio.Non ti convince la piastra per acs?
                                          Per quanto riguarda lo scambiatore a piastre, in estate accendi la caldaia per tot ore al giorno, giusto il tempo di carica termica del puffer?

                                          Commenta


                                          • #51
                                            Li ho scaldati venerdi oggi siamo a martedi ed é a 65 parte alta poi tutta a scendere.5 giorni di acs li faccio comodi, metti in conto che sono 3 docce al giorno piu due volte i piatti, pulizia e tutto il resto.Acqua ne consumiamo tantissima, questo inverno solo acs spendevo circa 40 euro al mese di metano, ora ho azzerato tutte queste spese.taglio circa 200 quintali di legna quindi ne ho in abbondanza

                                            Commenta


                                            • #52
                                              Avevo una messa a terra poco efficiente e mi faceva impazzire le sonde, praticamente segnavano 10 gradi in piu.Ora sistemato il tutto ho regolato per bene il ritorno:ieri ho scaldato i puffer con temperatura intorno a 88-90 e ritorno a 75.dovrei evitare ogni possibile condensa

                                              Commenta


                                              • #53
                                                Originariamente inviato da edolegna Visualizza il messaggio
                                                Li ho scaldati venerdi oggi siamo a martedi ed é a 65 parte alta poi tutta a scendere.5 giorni di acs li faccio comodi, metti in conto che sono 3 docce al giorno piu due volte i piatti, pulizia e tutto il resto.
                                                Questo perchè produci acs tramite il tanto odiato scambiatore a piastre esterno, che io consiglio sempre,certo questi risultati con un pipe o un tank..............te li sogni.

                                                Commenta


                                                • #54
                                                  *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

                                                  non avendo provato il pipe non lo so, ma dopo un mese di utilizzo sono molto soddisfatto.pure te hai lo scambiatore esterno?
                                                  Ultima modifica di nll; 18-05-2014, 16:28.

                                                  Commenta


                                                  • #55
                                                    Credo che edo abbia scelto lo scambiatore per altri motivi(spazio), e comunque edo ha scelto di aggiungere dei puffer all' impianto che non aveva!

                                                    La differenza, fra la produzione di acs con lo scambiatore o con il serpentino corrugato interno al puffer (il tank in tank) sta nel fatto che tramite scambiatore si deve movimentare l' acqua interna ai puffer, e la stratificazione a impianto fermo(inteso come caldaia ferma) risulta moto piu' bassa, rispetto alla produzione tramite serpentino interno del puffer combi:

                                                    In pratica la soluzione "statica" del puffer combi permette di sfruttare meglio tutte le calorie accumulate nel puffer.

                                                    Come al solito non esistono soluzioni impiantistiche migliori in assoluto, ma solo migliori soluzioni possibili a seconda dell' impianto e delle esigenze dell' utente!!

                                                    Commenta


                                                    • #56
                                                      Esatto scresan hai spiegato perfettamente.Nella mansarda dove sono i puffer lo spazio non mancava ma sono riuscito a mettere tutto in un angolo così se volessi in un futuro rendere abitabile la mansarda bastera fare due tramezze

                                                      Commenta


                                                      • #57
                                                        ne leggo tante su questo forum,mi mancava solo leggere che un pipe tank o tank in tank che sia (quest'ultimo una sola pazzesca) ,produca più acs di uno scambiatore a piastre con pari volume d'acqua.Basta andarsi a trovare in rete i dati tecnici per una verifica,cosa che non farò certo io,di sicuro,per quanto mi riguarda partendo alla pari, lo scambiatore a piastre produce molta ma molta più acs del bagno/maria.

                                                        Commenta


                                                        • #58
                                                          *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

                                                          Il tuo impianto da cosa é composto??
                                                          Ultima modifica di nll; 18-05-2014, 16:28.

                                                          Commenta


                                                          • #59
                                                            Sto piano piano regolando la caldaia per farla rendere al massimo ma nonostante potenza massima e legna secco un po di sporco sulle pareti della camera superiore lo trovo sempre,mentre quella inferiore è pulitissima (senza i puffer si sporcava pure sotto)
                                                            al momento l'aria primaria è aperta al 90 % mentre la secondaria circa al 10-15%.Con questa impostazione ho una bella fiamma gialla-rossa che riempie tutto il vano inferiore.
                                                            Ho montato da poco la regolatrice di tiraggio e i fumi si sono stabilizzati intorno a 200-220 (prima avevo picchi a 350-380)
                                                            Ricordo che la caldaia non ha i tubolari

                                                            Commenta


                                                            • #60
                                                              Edo, tu conosci la tua caldaia meglio dime, ma quelle temperature dei fumi sono sinonimo di troppa aria primaria, anzi troppa potenza della ventola. Una temperatura ottimale dei fumi, di solito è intorno ai 160 gradi. Dipende dalla caldaia e dalla potenza.

                                                              Come ti dicevo imposta i limiti di funzionamento in modo che al superamento dei 200, max 220 gradi il ventilatore passi in modulazione. Nella biocontrol classica si lavora sul menu' delle temperature (se ricordo accensione, stabilizzazione, ....) metti il valore 200 su temp fumi Max.

                                                              Per le regolazioni fini poi, devi iniziare in modalità bistadio, non pid.

                                                              Devi dapprima trovare tutti i valori ottimali di funzionamento alle due potenze (max e modulazione). Cioè a queste due potenze devi verificae e cercare un compromesso della combustione in modo che:

                                                              1- a max potenza la temperatura dei fumi si stabilizzi sui 160 ( all' inizio metti 200, poi scendi)
                                                              2- in modulazione la quantità di aria primaria sia sufficiente a spingere la fiamma in basso, cioè ad evitare che la legna bruci dentro il magazzino, lentamente, formando un grosso mucchio di braci e niente fiamma verso il basso o troppo poca!

                                                              Poi ottimizzi la miscela delle arie, anche qua trovando un compromesso fra le due potenze.

                                                              Un passo alla volta, modificando molto poco i valori (max 3 punti) ed aspettando qualche ora per vedere il risultato, tanto se servono ci sono tutti i grafici di tutte le temperature rilevate!!!!!!

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X