ACS in nuova casa estiva in Sicilia - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ACS in nuova casa estiva in Sicilia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ACS in nuova casa estiva in Sicilia

    Ciao a tutti,
    ho terminato una nuova casetta in campagna in Sicilia, al livello del mare, che sarà usata ogni tanto nei fine settimana in inverno e durante i mesi estivi.
    La casa è ben coibentata e non intendo fare nulla per il riscaldamento invernale al momento, al limite userò una studa catalitica o a legna, ma forse non servirà.
    Invece devo decidere cosa fare per l'ACS. La zona non è servita da metano, o meglio collegarsi sarebbe molto costoso.
    Ho buona disponibilità di legna e avevo pensato a uno scaldacqua a legna, ma lo escluderei per i miei usi che sono sporadici e estivi.
    Abbiamo un servizio con doccia e la cucina da alimentare e siamo in tre in famiglia, ma potremmo avere ospiti...
    Sono indeciso fra tre soluzioni:
    - un normalissimo scaldabagno elettrico visti i probabili pochi giorni anno di utilizzo
    - un NUOS "piccolo" che credo siano 80 litri
    - uno scaldacqua istantaneo a gpl da collegare alle bombole che uso per la cucina.
    In passato avevo anche pensato di installare un pannello di solare termico ma mi hanno scosigliato di farlo perché, viste le alte temperature che raggiungerebbe e il poco utilizzo, andrei incontro a problemi di manutenzione continua.
    Grazie a chi vorrà darmi una mano.

  • #2
    Verrebbe da dire lo scaldabagno elettrico, ma li odio.... quindi dico nuos.
    PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

    Commenta


    • #3
      Nuos 80 lt. in una casa vacanze??
      In estate potrebbe pure andar bene, ma in inverno o 1/2 stagioni con più di 3 persone??......
      Io metterei uno scaldino a GPL istantaneo e festa finita. ACS sempre disponibile a volontà (se non finisce la bombola ovviamente....) e minimo investimento economico!!

      Saluti
      Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

      Commenta


      • #4
        D'accordo sul fatto che il nuos dal punto di vista economico sia la scelta peggiore.... ma se dice che addirittura non mette il riscaldamento direi che l'acs invernale con il nuos non sarà certo un problema.
        PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

        Commenta


        • #5
          Avete condensato i miei dubbi...in inverno l'uso della casa sarà minimo e il nuos potrebbe bastare.
          Il movimento in casa aumenterà senz'altro nei mesi estivi, ma immagino - pur non essendo un tecnico - che il nuos dovrebbe farcela a gestire una maggiore richiesta di ACS grazie alla maggiore temperatura ambientale e dell'acqua in entrata, o mi sbaglio?

          Ciò che mi rende perplesso è l'investimento per acquistare un apparecchio costoso come il nuos che non si ripagherebbe facilmente in termini di risparmio sui consumi rispetto ad uno scaldabagno elettrico tradizionale, o mi sbaglio? Però lo scaldabagno tradizionale elettrico mi sta proprio antipatico!

          D'amtro canto la scaldino a gpl, che sarebbe una cosa pratica, mi renderebbe dipendente dalle bombole, la cui qualità e il cui prezzo non sono prevedibili e poi penso che finirebbero rapidamente e ogni volta vai a prendere la bombola, installala e sono 30 euro a bombola se va bene... non diventa la soluzione più costosa e scomoda?

          Insomma sono ben confuso...

          Commenta


          • #6
            Dipende da quante persone dovranno lavarsi in sequenza.....
            Il Nuos 80 raggiunge una tmax in modalità PDC di 62°C, in un tempo di 5 ore e 30 minuti.
            Con quel quantitativo di ACS ci fai al max 3 docce veloci di seguito.
            Se il nostro amico lo ritiene sufficiente, per me non ci sono problemi!!!

            Saluti
            Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

            Commenta


            • #7
              Da completamente scarico immagino impieghi così tanto.... se le docce le intervalli un po la PDC tra una doccia e l'altra recupera almeno in parte in tempi più brevi.
              PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

              Commenta


              • #8
                Ma il solare termico? Con tutto il sole che abbiamo mi sembra veramente un peccato non utilizzarlo! Sarebbe veramente fonte di così tanti problemi?

                Commenta


                • #9
                  la mia famiglia in tre persone con una bombola da 15kg (circa 30€) per acs e fornelli ci fanno quasi un mese. direi che è la cosa più conveniente soprattutto se l'uso è saltuario. Fai L'attacco per inserire due bombole alla volta e secondo me ci fai un annetto. e ci scaldi anche l'acqua della pasta
                  caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                  Commenta


                  • #10
                    Solare termico soffrirebbe di sovratemperature per uso troppo discontinuo, a meno di mettere impianto a svuotamento.
                    PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                    Commenta


                    • #11
                      Se la cucina utilizza fornelli a gas hai le 2 alternative o con bombole o con serbatoio .i consumi delle bombole dipendono dall'uso intensivo o meno del GPL .Mi permetto anche di ricordare che la bombola , anche se poi nessuno ci presta attenzione , dovrebbe per sicurezza essere consegnata con veicolo adibito a trasporto di infiammabili .Fatto da noi ? a nostro rischio e pericolo .

                      Commenta


                      • #12
                        Per l'uso limitato scaldabagno elettrico da accedndere alla bisogna , al limite lo prendi da 100lt. ai Brico lo trovi a 100-120€ , il nuos non si ripaga mai e poi , per cucinare piastra a induzione stop , se proprio vuoi essere ecologico , monti 1kw di FV ma anche quello con poco consumo si ripaga male.....
                        AUTO BANNATO

                        Commenta


                        • #13
                          Infatti spider61, il FV l'avevo inzialmente considerato ma, fatti bene i conti del consumo saltuario di energia, ho semplicemente predisposto canalizzazioni per una futura installazione, ma l'ho attualmente scartato.
                          I fornelli della cucina sono effettivamente già a gas e la bombola che l'alimenta è nello stesso locale tecnico in cui ci c'è la centralina di derivazione dell'ACS. In questo senso, mettere uno scaldacqua elettrico o installarne uno a GPL avrebbe costi per lavori pressocché equivalenti.
                          Posso chiedere un'altra cosa? Mi dicono che gli scaldacqua elettrici moderni (non intendo il NUOS, ma i tradizionali) sono comunque molto più efficienti che in passato.Ho fatto una piccola ricerca, ma non ho visto nulla di trascendentale... mi sono perso qualcosa?
                          Grazie.

                          Commenta


                          • #14
                            su uno scaldabagno normale, lo scambio elettrico/calore è sempre 1a1. Al max lo scaldabagno può avere un isolamento maggiore, ma nulla più

                            altro discorso su boiler in PDC, dove lo scambio è 3a1

                            ma per il tuo utilizzo, difficilmente si ripaga....

                            oppure, la butto lì... vista la zona, un solare termico tutto integrato?
                            tipo quello in foto
                            riscaldamento a biomassa e PDC
                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                            Commenta


                            • #15
                              inikon , il nanosol ha meno di 100 lt, costa 700/800 euro, per l'uso che fai di casa ritengo il costo difficilmente recuperabile,con la stessa somma mi oriento su un solare da 200 lt. Penso che l'odiosa energia elettrica,ovvero l'odioso gpl siano la soluzione migliore.Ciao

                              Commenta


                              • #16
                                hummmmm.......un solare che costa (pannelli + boiler + resto) 700 euro?
                                se così fosse, conviene montarlo.
                                usando il gpl o l'energia elettrica, recuperi la spesa in uno o due anni (infatti c'è pure la detrazione sul solare)
                                riscaldamento a biomassa e PDC
                                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                Commenta


                                • #17
                                  Ciao inikon,

                                  Originariamente inviato da inikon Visualizza il messaggio
                                  ho terminato una nuova casetta in campagna in Sicilia, al livello del mare, che sarà usata ogni tanto nei fine settimana in inverno e durante i mesi estivi.
                                  casetta nuova e progetto vecchio, altrimenti dovresti già avere obbligo o di solare termico + FV o FV + boiler PDC

                                  Commenta


                                  • #18
                                    inikon, io farei in questo modo; Solare termico a circolazione naturale di piccola taglia, entro i 200 L, e monterei in serie in uscita dal PST uno scaldaacqua elettrico anch'esso di piccola taglia, entro 80 L.
                                    Il costo complessivo ritengo intorno ai 1.200 più montaggio, fattibile in DIY, non so se puoi accedere a conto termico o altro, ma in ogni caso è la soluzione più economica e comoda a mio avviso.
                                    Non hai la scocciatura della legna, soprattutto con il caldo estivo.
                                    Non hai il pensiero del gas, bombole e costi di manutenzione e revisione annuale caldaia.
                                    In estate andrai in autonomia totale con il PST.
                                    In mezze stagioni, inverno o ospiti presenti, puoi sempre avviare il boiler elettrico che ti garantisce alta autonomia in integrazione.
                                    I costi di gestione annui totali sono ridicoli rispetto ad altri sistemi, pur se con un costo iniziale leggermente più elevato, ma se andassi solo con boiler elettrico sarebbe alto il costo di gestione annuale.
                                    Mettere una PDC senza FV pur se buona come soluzione in genere, ma in Sicilia preferisco decisamente un PST.
                                    Potrai sempre, in un futuro, sostituire il boiler con una piccola PDC tipo Nuos per l'integrazione, e migliorare gradatamente, in base agli utilizzi reali, un sistema facilmente espandibile.
                                    Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ciao a Tutti...
                                      Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                      oppure, la butto lì... vista la zona, un solare termico tutto integrato? tipo quello in foto
                                      Scusa Dott.NE: e se si va nella casa vacanze in inverno come si lavano???

                                      PS: con 130€ si piazza uno scaldino a gas e si fa ACS a volontà. Economico, istantaneo (no pre accensioni) e no dispersioni.


                                      Saluti
                                      Ultima modifica di renatomeloni; 10-11-2016, 13:07.
                                      Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Già Renato, è quello che mi chiedevo pure io, per questo ho proposto la soluzione di cui sopra.
                                        Tengo a precisare, che è meglio avere un ulteriore boiler separato piccolo, piuttosto che avere la resistenza attiva sul PST come molti propongono.
                                        In tale modo incremento il quantitativo di accumulo disponibile, lo abilito solo al bisogno, ed evito dispersioni inutili su accumuli montati sul tetto.
                                        Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                                          Ciao a Tutti...

                                          Scusa Dott.NE: e se si va nella casa vacanze in inverno come si lavano???

                                          i
                                          lo stesso discorso vale per il solare termico classico....
                                          in qualsiasi caso nessun problema, il nanosol è provvisto di resistenza elettrica, quindi al bisogno quando il sole non c'è si trasforma in un normale boiler elettrico da 100 lt
                                          semplice, no ?
                                          riscaldamento a biomassa e PDC
                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao Elisabetta, la tua soluzione sarebbe buona per un uso quotidiano, qui si tratta invece di un utilizzo spot.
                                            Per me il GPL (per quanto odioso) in questo caso resta la soluzione più economica ed immediata per fare ACS on-demand senza sprechi. Pago quello che utilizzo, stop.

                                            Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                            il nanosol è provvisto di resistenza elettrica, quindi al bisogno quando il sole non c'è si trasforma in un normale boiler elettrico da 100 lt
                                            1-Costa un botto!!!
                                            2-Quanto disperde in inverno il bidone sul tetto??
                                            3-E se si scorda di spegnere la resistenza quando va via??.....

                                            Saluti
                                            Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                              quindi al bisogno quando il sole non c'è si trasforma in un normale boiler elettrico da 100 lt
                                              Perchè non recuperare il surplus con un bel puffer e usarlo quando .....piove? così si risparmia energia elettrica...o no?

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio

                                                PS: con 130€ si piazza uno scaldino a gas e si fa ACS a volontà. Economico, istantaneo (no pre accensioni) e no dispersioni.
                                                Se deve andare a GPL allora , può andare elettrico che è più pratico..... quanto costa in Sicilia un kwh a GPL ?
                                                E comunque 1kw di FV costerà 2000€ con induzione boiler , butta via il GPL .... il solare termico in Sicilia con uso saltuario saranno più i problemi di sovrapproduzione con sfiati continui in un CN. ....
                                                AUTO BANNATO

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Sulla praticità non sono molto d'accordo Spider!!!
                                                  Per avere ACS con uno scaldino elettrico occorrono circa 3 ore, in inverno hai comunque dispersioni e c'è il rischio (fondato) di scordarselo acceso....
                                                  il GPL è immediato e se non si apre l'ACS non consuma niente.
                                                  Poi per carità, tutto dipende dalle esigenze specifiche degli inquilini....

                                                  Saluti
                                                  Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
                                                    Il costo complessivo ritengo intorno ai 1.200 più montaggio
                                                    anche meno
                                                    Sistema Termico Solare Circolazione Naturale Cordivari PANAREA 200 LT 2mq | eBay

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                                                      Solare termico soffrirebbe di sovratemperature per uso troppo discontinuo, a meno di mettere impianto a svuotamento.
                                                      rimanendo in ambito solare, esistono nuovi pannelli antistagnazione:
                                                      Pannello Solare Termico per Casa Vitosol 100-FM
                                                      R.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                                                        1-Costa un botto!!!
                                                        2-Quanto disperde in inverno il bidone sul tetto??
                                                        3-E se si scorda di spegnere la resistenza quando va via??.....
                                                        Saluti
                                                        1- cioè ?
                                                        2- come un qualsiasi solare termico naturale, è coibentato
                                                        3- e se si scorda di spegnere il boiler elettrico o a gpl?
                                                        riscaldamento a biomassa e PDC
                                                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Grazie a tutti per la discussione!
                                                          Devo dire che a livello "teorico" mi intriga la soluzione proposta da Elisabetta Meli, piccolo Solare Termico con eventuale supporto di un piccolo boiler elettrico, però vi chiedo, cosa succede a questo pannello durante le roventi estati della costa sud siciliana? La temperatura può restare per più giorni vicina ai 40, il sole batte forte dall'alba al tramonto e ci saranno settimane in cui nessuno utilizza l'acqua calda. C'è un modo per evitare danni al pannello?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            coprirlo.......
                                                            PDC Ibrida Daikin HPU 8/35 kW . FV: 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°. Solare Termico 9.6 mq Tilt 54°. Auto Volvo XC40 T5 Recharge Plug-In Hybrid

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X