adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

stratificazione e altezza attacchi del puffer

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • stratificazione e altezza attacchi del puffer

    ciao a tutti, come vedete dai miei topic sto cercando di snocciolare tutti gli argomenti\dubbi che ho riguardanti il mio impianto.

    nello specifico qui ho un dubbio riguardante i collegamenti sul puffer (cordivari eco combi 1 600L)

    IMG_20200810_125523.jpg

    nell' immagine potete vedere i collegamenti: primo in alto mandata della caldaia. poi a 3\4 mandata ai termosifoni con miscelatrice collegata ai 2\4 dove c'è anche il ritorno dei termosifoni. in fine in basso c'è il ritorno in caldaia. il puffer è quindi collegato all' italiana.
    ora, il mio "problema" questa estate usando solo acs tutto bene. il puffer arrivava nella parte alta a 54 gradi e la caldaia ripartiva staccando quando in basso ne avevo 70-73. avevo una buonissima stratificazione e sfruttavo bene tutto il puffer.
    ora che ho cominciato a usare un minimo il riscaldamento mi trovo con il puffer che si stratifica...ma non come vorrei io (ho montato 4 sonde di temperatura alle 4 altezze classiche, quindi ho sempre tutto sotto controllo)
    mi trovo con i primi 3\4 di puffer, fin dove pesca il riscaldamento che scendono anche a 38 gradi. e l' ultimo quarto in alto che rimane bellamente anche a 65-68 gradi, ed ovviamente non da il consenso alla partenza della caldaia.
    so che così potrebbe sembrare logico in quanto ho una precedenza\riserva per l' acs ma nella realtà mi trovo a sfruttare solamente 3\4 di puffer...o sbaglio?
    forse sarebbe meglio spostare la mandata ai termo (e relativa miscelatrice) al primo attacco alto del puffer assieme alla mandata caldaia?

  • #2
    certo che il puffer destratifica tutto.....
    hai collegato mandata e ritorno riscaldamento in pratica che lavora su qualche decina di cm del puffer, al centro
    ti credo che quando arriva il ritorno freddo dal riscaldamento manda in caos tutto........
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
      ...
      mi trovo con i primi 3\4 di puffer, fin dove pesca il riscaldamento che scendono anche a 38 gradi. e l' ultimo quarto in alto che rimane bellamente anche a 65-68 gradi, ed ovviamente non da il consenso alla partenza della caldaia.
      .
      Nelle mezze stagioni ed inverno sposta la sonda alta del puffer sul pozzetto a livello della "presa" del riscaldamento.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
        certo che il puffer destratifica tutto.....
        hai collegato mandata e ritorno riscaldamento in pratica che lavora su qualche decina di cm del puffer, al centro
        ti credo che quando arriva il ritorno freddo dal riscaldamento manda in caos tutto........
        No aspetta. Il mio problema non è che non stratifica, ma che lo fa troppo in pratica col riscaldamento uso solo i primi 3/4, l'ultimo in alto rimane bellamente ben oltre i 65 gradi. Per quello forse sarebbe da valutare la mandata ai termo nella parte più alta. Spostare l'attacco caldaia nel pozzetto dei 3/4 non sarebbe un problema (anche perché è già presente e mi basta girare due fili) ma comunque non userei tutto il puffer

        Commenta


        • #5
          basta collegare alla tedesca.... se il puffer non è predisposto con i giusti attacchi (e bloccare la mandata riscaldamento con termostato di minima)
          alias Dott Nord Est

          la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
          qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
            ..Spostare l'attacco caldaia nel pozzetto dei 3/4 non sarebbe un problema (anche perché è già presente e mi basta girare due fili) ma comunque non userei tutto il puffer
            Che ti frega. Con riscaldamento acceso la caldaia parte dopo pochi minuti e si porta in modulazione e questo almeno 1 volta al giorno.

            Al contrario quando fai solo acs devi limitare la massimo le accensioni della caldaia, e questo funziona bene.

            Se lavori in climatica con riscaldamento h24 .. è da valutare se le modifiche al circuito aiutano o no. Forse in qualche occasione, ma difficile capire quanto e se ne vale la pena.

            Commenta


            • #7
              Si vado in climatica e in teoria la caldaia dovrebbe rimanere sempre accesa durante il giorno, magari modulando. Anche qui però, la notte meglio spegnere il riscaldamento o passare a un regime di economia con meno gradi?
              Per il puffer volendo potrei anche collegarlo alla tedesca... Ma avrei dei pro?

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                Per il puffer volendo potrei anche collegarlo alla tedesca... Ma avrei dei pro?
                certo, minori on/off di caldaia e minor destratificazione, non avendo il puffer un sistema di stratificazione interno
                quindi, meno flussi entrano, meglio è
                Ultima modifica di GiuseppeRG; 30-09-2020, 11:02.
                alias Dott Nord Est

                la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                  ... la notte meglio spegnere il riscaldamento o passare a un regime di economia con meno gradi?
                  ...
                  Con la climatica conviene tenere sempre acceso l' impianto.

                  Il riscaldamento ha lo scopo di rendere confortevole la casa, quindi "aggiusta" le T secondo il tuo "sentire".

                  Il resto sono sofismi, ovvero cavallo che vince non si cambia!

                  Commenta


                  • #10
                    athxp,
                    nel 99.99% dei casi fare un lavoro fatto bene costa in tempo e denaro come farlo male
                    spessissimo molti "idraulici" o figure simili non conoscono l'importanza della stratificazione
                    ecco uno schema di principio che potresti utilizzare nel tuo caso, avendo un puffer senza stratificatori e volendo raccogliere tutti i frutti della stratificazione in altro modo
                    le altezze dei componenti e degli attacchi non sono messe a caso, ricordalo.....

                    ScreenShot002.jpg
                    Ultima modifica di GiuseppeRG; 01-10-2020, 11:03.
                    alias Dott Nord Est

                    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                    Commenta


                    • #11
                      Si, sapevo che in climatica si punta a tenere sempre acceso per migliorare confort e consumi. Ho però il "problema" delle mezze stagioni. Tipo ora da me, fa freddo la mattina e la sera.poi alcuni giorni fa freddo quasi tutto il giorno. Piùttosto lo faccio sempre girare ma provo magari a impostare il secondo regime con un set di temperatura più basso per la notte e per le ore calde del giorno, tipo 17-18 gradi.

                      Per Giuseppe,

                      Dal tuo schema è collegato alla tedesca. Io ora ho collegato all'italiana, e ho sfruttato tutti e 4 gli attacchi. L'unico di cui non so o troppo contento è ad altezza 3/4 mandata riscaldamento. Proverò a spostarlo in alto per sfruttare tutto il puffer, e se necessario la mandata caldaia proprio sopra il "tetto" del puffer che c'è ancora un attacco.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                        e ho sfruttato tutti e 4 gli attacchi
                        ma infatti bastano 2 attacchi, non 4.....
                        cmnq vedi tu, negli impianti che faccio la stratificazione la considero importantissima, e per averla i modi ci sono.


                        P.S.: anche in gestione climatica serve un termostato interno che blocchi la circolazione arrivato in T°. Il tuo impianto non permette diversamente.... (altrimenti servirebbero valvola termostatiche su ogni corpo riscaldante e gruppo di rilancio con by-pass di bilanciamento)
                        Ultima modifica di GiuseppeRG; 01-10-2020, 13:26.
                        alias Dott Nord Est

                        la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                        qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                        Commenta


                        • #13
                          Conta che attualmente ho collegato all'italiana usando tutti e 4 gli attacchi a 4 altezze diverse. Volendo posso provare alla tedesca usandone solamente 2.
                          La centralina climatica ferma di suo quando arriva a soddisfare il programma impostato

                          Commenta


                          • #14
                            Se fai uso in climatica del riscaldamento devi collegare il ritorno dei termo insieme al ritorno della caldaia, quindi nel punto più basso.
                            Ovvio che se mandi acqua ai termo a 40 gradi e rientra a 30 devi farla rientrare per forza sotto, non quasi al centro, altrimenti "spezzi" la stratificazione.
                            Per il discorso che sopra resta sempre alto di temperatura é normale, dipende se vuoi sfruttarlo tutto per riscaldamento allora devi mettere la mandata ai termo in parallelo alla mandata della caldaia, se lo usi anche per acs sta collegato bene come sta, devi solo mettere il ritorno dei termo in basso e sistemare le opzioni per il riavvio della caldaia

                            Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                            Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da bravo666 Visualizza il messaggio
                              Se fai uso in climatica del riscaldamento devi collegare il ritorno dei termo insieme al ritorno della caldaia, quindi nel punto più basso.
                              sto tentando di dirglielo, ma sembra con pochi effetti.....
                              alias Dott Nord Est

                              la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                              qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                La centralina climatica ferma di suo quando arriva a soddisfare il programma impostato
                                se non hai sonda interna (o termostato), non sarà mai una cosa ottimale
                                alias Dott Nord Est

                                la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                Commenta


                                • #17
                                  Ho le sonde di temperatura in tutte le stanze.
                                  Ok, bravo666 è stato limpido.
                                  Per il resto uso anche il puffer per acs, ma mi pare troppo lasciare 1/4 di puffer caldo per quello. Alla fine con la partenza caldaia a 55 - 58 gradi dovrei ancora avere buona autonomia di acs anche collegando il riscaldamento in alto

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                    Per il resto uso anche il puffer per acs, ma mi pare troppo lasciare 1/4 di puffer caldo per quello
                                    dipende da come si sviluppa la serpentina acs al suo interno
                                    ci sono puffer che permettono meno, puffer che permettono di più
                                    nulla è uguale per tutti
                                    alias Dott Nord Est

                                    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                      Si, sapevo che in climatica si punta a tenere sempre acceso per migliorare confort e consumi. Ho però il "problema" delle mezze stagioni. Tipo ora da me, fa freddo la mattina e la sera.poi alcuni giorni fa freddo quasi tutto il giorno. Piùttosto lo faccio sempre girare ma provo magari a impostare il secondo regime con un set di temperatura più basso per la notte e per le ore calde del giorno, tipo 17-18 gradi.

                                      ...

                                      Che centralina utilizzi?

                                      Devi cercare la curva climatica ottimale e se ha l' ingresso predisposto usa anche una sonda per rilevare le T interne di casa.

                                      Dipende molto dalla logica di funzionamento della centralina. Ne esistono di piu' o meno evolute, ed ognuna ha un suo modo per ottimizzare il controllo della t ambiente.

                                      C'è poi tutto il discorso dell' equilibratura dell' impianto: stanze esposte a nord e con ampie finestre necessitano di piu' kwh rispetto ad altre esposte a sud.

                                      O metti le relative valvole sui termosifoni o pian piano regoli i detentori bassi dei termosifoni (o i regolatori di portata sui collettori per il radiante) alla ricerca di una T ottimale per ogni stanza della casa.

                                      Serve tempo e pazienza.

                                      Piccole modifiche, attesa di 3-5 giorni, verifica delle T ottenute e di nuovo piccoli aggiustamenti.

                                      Lavora per logica. Se le T nelle stanze piu' fredde non vengono raggiunte, modifica la curva climatica. Se raggiunte troppo velocemente lavora sul PID della centralina....... etc

                                      Commenta


                                      • #20
                                        il puffer è un ecocombi 1. questa estate ho fatto un po' di prove e con la sola parte alta a circa 55 gradi (le altre 3 parti intorno ai 40) riuscivo ancora a fare la doccia calda. con parte alta sotto ai 50 si cominciava a tribolare invece (la doccia la facevo solo io...il gentil sesso si lamentava)
                                        punterei quindi a usare l'attacco alto anche per riscaldamento che tanto in estate è comunque spento e sfrutterei bene la stratificazione. in inverno con lo start caldaia a 55-58 gradi non dovrei comunque mai stare senza acs.



                                        Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                                        Che centralina utilizzi?

                                        siemens rvl470

                                        Devi cercare la curva climatica ottimale e se ha l' ingresso predisposto usa anche una sonda per rilevare le T interne di casa.

                                        per la curva si, devo ancora provare e riprovare...ma attendo l' inverno pieno per avere dati attendibili. ha l'ingresso predisposto e lo sto usando.

                                        Dipende molto dalla logica di funzionamento della centralina. Ne esistono di piu' o meno evolute, ed ognuna ha un suo modo per ottimizzare il controllo della t ambiente.

                                        C'è poi tutto il discorso dell' equilibratura dell' impianto: stanze esposte a nord e con ampie finestre necessitano di piu' kwh rispetto ad altre esposte a sud.


                                        O metti le relative valvole sui termosifoni o pian piano regoli i detentori bassi dei termosifoni (o i regolatori di portata sui collettori per il radiante) alla ricerca di una T ottimale per ogni stanza della casa.

                                        Serve tempo e pazienza.

                                        Piccole modifiche, attesa di 3-5 giorni, verifica delle T ottenute e di nuovo piccoli aggiustamenti.

                                        Lavora per logica. Se le T nelle stanze piu' fredde non vengono raggiunte, modifica la curva climatica. Se raggiunte troppo velocemente lavora sul PID della centralina....... etc
                                        la regolazione dei detentori devo ancora farla. pensavo di attendere il vero freddo per avere un riscontro veritiero. ho comprato anche le classiche valvole termostatiche da mettere sui termosifoni. l' impianto comunque è a collettori e ogni linea dei termosifoni potrà essere controllata mediante elettrovalvola. ogni stanza o zona ha il suo sensore di temperatura.

                                        su questo topic mi pare di aver chiarito abbastanza il mio dubbio sul collegamento al puffer.
                                        il prossimo probabilmente sarà proprio sulla centralina climatica.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                          Ho le sonde di temperatura in tutte le stanze.
                                          Ok, bravo666 è stato limpido.
                                          Per il resto uso anche il puffer per acs, ma mi pare troppo lasciare 1/4 di puffer caldo per quello. Alla fine con la partenza caldaia a 55 - 58 gradi dovrei ancora avere buona autonomia di acs anche collegando il riscaldamento in alto
                                          Il senso di lasciare la parte alta calda é unicamente quella di non avere mancanza di acs nel caso in cui, nel periodo peggiore dell'inverno, la climatica manda alla massima temperatura impostata.
                                          In questo modo scendendo sotto una certa T la pompa del riscaldamento si ferma, dando tempo alla caldaia di integrare, ma non intaccando la T della parte alta destinata all'acs lasciandola sempre disponibile.
                                          Alla fine é questione di prioritá, e di preferenza, solitamente la prioritá la si da all'acs più che altro perché se hai freddo puoi coprirti all'evenienza, se devi lavarti senza acs la vedo dura

                                          Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                          Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                          Commenta


                                          • #22
                                            avendo l'eco combi 1 la serpentina acs che si sviluppa per tutta l'altezza del puffer (e quindi la sua "potenza" è data da tutta la sua superficie X il delta T°), bisogna lasciare una certa quota parte del puffer non interessata dal riscaldamento (ecco il perchè del mio disegno)
                                            inoltre, quando si dice che tanto poi parte la caldaie, è errato, in quanto nel tempo che la caldaia parta, si accenda, arrivi in T° per la mandata, ecc ecc, si va in carenza acs
                                            come ben dice bravo666, l'acs ha SEMPRE la precedenza
                                            qui si danno consigli, poi.... ogni persona a casa sua farà come vuole
                                            alias Dott Nord Est

                                            la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                            qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
                                              avendo l'eco combi 1 la serpentina acs che si sviluppa per tutta l'altezza del puffer (e quindi la sua "potenza" è data da tutta la sua superficie X il delta T°), bisogna lasciare una certa quota parte del puffer non interessata dal riscaldamento (ecco il perchè del mio disegno)
                                              inoltre, quando si dice che tanto poi parte la caldaie, è errato, in quanto nel tempo che la caldaia parta, si accenda, arrivi in T° per la mandata, ecc ecc, si va in carenza acs
                                              come ben dice bravo666, l'acs ha SEMPRE la precedenza
                                              qui si danno consigli, poi.... ogni persona a casa sua farà come vuole
                                              Ad ora infatti la mia logica dell'impianto è così. Ho il primo quarto alto per acs.
                                              Farò delle prove, magari mettendo una 3 vie per decidere da dove spillare...

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                Ho il primo quarto alto per acs.
                                                il tuo problema è però la mandata e il ritorno riscaldamento, che destratificano tutto....
                                                semplice
                                                alias Dott Nord Est

                                                la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                                qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Lo so, infatti voglio provare a spostare i collegamenti

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                    .. i collegamenti sul puffer (cordivari eco combi 1 600L)



                                                    ...
                                                    ora, il mio "problema" questa estate usando solo acs tutto bene. il puffer arrivava nella parte alta a 54 gradi e la caldaia ripartiva staccando quando in basso ne avevo 70-73. avevo una buonissima stratificazione e sfruttavo bene tutto il puffer.

                                                    ora che ho cominciato a usare un minimo il riscaldamento mi trovo con il puffer che si stratifica...ma non come vorrei io ..
                                                    mi trovo con i primi 3\4 di puffer, fin dove pesca il riscaldamento che scendono anche a 38 gradi. e l' ultimo quarto in alto che rimane bellamente anche a 65-68 ...

                                                    Ok, basta spostare il termostato o la sonda che da consenso alla caldaia un po' piu' in basso.

                                                    In alto arriverà sempre acqua a 65-70 gradi (quella in uscita dalla caldaia).

                                                    Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                    il puffer è un ecocombi 1. questa estate ho fatto un po' di prove e con la sola parte alta a circa 55 gradi (le altre 3 parti intorno ai 40) riuscivo ancora a fare la doccia calda. con parte alta sotto ai 50 si cominciava a tribolare invece (la doccia la facevo solo io...il gentil sesso si lamentava)
                                                    ...
                                                    Sposti il sensore della caldaia all' altezza dell' uscita dal puffer verso i termosifoni, setti la T di ripartenza della caldaia a 55/58 gradi, o facendo delle prove ad una T tale che anche se parte il riscaldamento e svuota la parte bassa del puffer, comunque la T dell' acqua in alto ti garantisce un numero congruo di docce.

                                                    Ripeto se colleghi il ritorno dell' impianto ad una Te sull' entrata della caldaia diminuisci la quantità e velocità dell' acqua che entra nel puffer (migliori la stratificazione), ma solo a caldaia accesa.

                                                    In pratica il puffer stratifica meglio solo a caldaia accesa. Ma a caldaia accesa poco cambia se la parte bassa del puffer è calda in alto e fredda in basso, o tutta alla stessa T, tanto la caldaia si fermerà solo quando in basso avrà raggiunto la T massima impostata.....

                                                    moolto diverso il discorso caldaie a legna, se non hanno la capacità di spegnersi e ripartire (ma sono prodotti particolari), dato che la stratificazione del puffer permette di sfruttare molto bene il calore contenuto nello stesso fino all' ultimo kwh

                                                    o come ben hai capito in estate quando si vuole limitare il numero delle accensioni della caldaia a pellet al minimo necessario (freddo caldo usurano le parti saldate della caldaia accorciandone di molto la vita.... ).

                                                    Man mano che imparerai a conoscere il tuo impianto, imparerai a "condurlo", ovvero ad affinare la miriade di regolazioni possibili.

                                                    Vedrai che divertimento con la climatica della siemens!

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Volendo potrei, senza variare per ora alcun collegamento idraulico, settare un deviatore per utilizzare il sensore sul puffer a 3\4 per l'inverno e a 4\4 per l'estate. Rimango però col dubbio di non sfruttare appieno il puffer dando la ripartenza a 3\4.
                                                      Si, della climatica 470 sono molto contento per ora. Da un lato è veramente completa come impostazioni e programmazione. Dall'altro, se in casa hanno freddo basta che ruotano una manopola e fine, semplice ed efficace

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                        Volendo potrei, senza variare per ora alcun collegamento idraulico, settare un deviatore per utilizzare il sensore sul puffer a 3\4 per l'inverno e a 4\4 per l'estate.
                                                        si può usare un deviatore elettrico, oppure mettere due pozzetti sonda (uno per l'inverno e uno per l'estate, anche se far partire in estate quando tutto il puffer è freddo la caldaia, manda in carenza l'acs e si rimane con la doccia fredda per tot minuti)
                                                        alias Dott Nord Est

                                                        la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                                        qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da athxp Visualizza il messaggio
                                                          Volendo potrei, senza variare per ora alcun collegamento idraulico, settare un deviatore per utilizzare il sensore sul puffer a 3\4 per l'inverno e a 4\4 per l'estate. Rimango però col dubbio di non sfruttare appieno il puffer dando la ripartenza a 3\4.
                                                          Si, della climatica 470 sono molto contento per ora. Da un lato è veramente completa come impostazioni e programmazione. Dall'altro, se in casa hanno freddo basta che ruotano una manopola e fine, semplice ed efficace
                                                          Sbagli la logica con la quale vedi il puffer.
                                                          Nel senso...il puffer che hai é "multifunzione", va usato per riscaldamento e acs.
                                                          Detto questo, come ribadito sopra, di norma la prioritá la si da all'acs rispetto al riscaldamento, proprio in quest'ottica viene riservata una parte di acqua calda proprio all'acs, per ovvie ragioni sará la parte superiore.
                                                          Di qui la scelta della taglia del puffer, nel tuo caso avendo 600 litri totali ne avrai indicativamente 450 per il riscaldamento e 150 per acs.
                                                          Quindi non stai sfruttando 3 quarti del puffer, lo stai sfruttando invece per intero usandone i 3quarti per il riscaldamento e l'ultimo quarto per acs.
                                                          Ora per mio vedere hai due strade, invertire i due ritorni mettendo quello dei termo nel punto più basso oppure come suggerito prima metterli in parallelo allo stesso attacco basso

                                                          Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                                          Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                                          Commenta

                                                          Attendi un attimo...
                                                          X
                                                          TOP100-SOLAR