annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Generatori Eolici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Generatori Eolici

    Salute a tutti,

    Sebbene non particolarmente ferrato in materia vorrei comunque esprimere una opinione in materia partendo da alcune considerazioni e riscontri visivi.
    Quest'anno ho visitato il nord della Spagna durante le mie vacanze estive percorrendo buona parte della costa che va da Nizza a Valencia.
    Mi sono quindi divertito a "contare" i generatori eolici che si vedevano sia lungo l'autostrada che la costa.

    In Francia ne ho contati 35, da una verifica con l'EDF mi risulta ce ne siano 56 di cui 18 nella sola area di Marsiglia conosciuta come una delle piu' ventose, per intensita' e continuita', citta' europee.

    In Spagna ne ho contati 34, alcuni verso l'interno ma non oltre 50 km dalla costa.

    In totale appena una settantina di impianti.
    Supportato da colleghi che lavorano in Endesa ho scoperto che gli impianti in quel tratto di costa sono circa 50, evidentemente quasi tutti posizionati nel Golfo del Leone zona di venti costanti ed intensi.

    Di tutti gli impianti osservati, il 30% risultava inattivo (pale in bandiera o bloccate).

    Una domanda sorge spontanea e curiosa:

    Se ognuno degli impianti osservati produce circa 5MW di energia, considerando la percentuale di resa al 75%, il numero di impianti off duty il valore totale di energia prodotta diminuisce fino a 220MW. Se ben ricordo un generatore eolico con 5MWe costa chiavi in mano circa 5 Milioni di Euro che moltiplicati per 85 impainti porta ad un totale di 425Milioni di euro (euri?) che equivalgono al costo di ben due impianti (quasi 3) a gas in ciclo combinato (gas/vapore) con opzione teleriscaldamento con produzione di 500/600 MWe 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

    Ovvio che il vento e' gratis e la possibilita' di sfruttarlo e' grandiosa ma i costi diventano importanti e mi chiedo se alla fine ne vale la pena.
    Con 425 milioni di euro si possono creare impianti geotermici validi, sfruttare le biomasse o il mini-idro ed anche il FV con ottime rese senza incidere molto sulle tasche del cittadino gia' cosi' vessato.

    Che ne pensate?

    SB

  • #2
    Io penso che se hai visto alcune turbine ferme ciò non significa che queste siano sempre ferme. Detto questo (che era una riflessione abbastanza ovvia) se si vuole fare un'analisi economica allora hai ragione quando affermi che con un impianto a ciclo combinato magari che funziona in cogenerazione il costo al kWh_el è molto più basso del costo dello stesso kWh_el prodotto con l'eolico.
    D'altronde la stessa WADE (World Alliance for Decentralized Energy) smentendo la IEA ha affermato che con impianti cogenerativi (a gas ad esempio) il costo al kWh_el è uguale se non minore di quello ottenuto con altre tecnologie (nucleare, eolico...etc etc).
    Ritornando all'eolico penso che se hanno deciso di installare in quella zona delle turbine avranno fatto prima un'analisi economica e come ben sai in determinate zone il costo al kWh dell'elettricità prodotta con tale tecnologia è di 8-12 €c.


    P.s. la prima parte (il primo rigo e mezzo) della tua domanda non l'ho capita.

    Ciao ciao

    Commenta


    • #3
      CITAZIONE (daphni78 @ 23/8/2007, 15:40)
      Io penso che se hai visto alcune turbine ferme ciò non significa che queste siano sempre ferme. Detto questo (che era una riflessione abbastanza ovvia) se si vuole fare un'analisi economica allora hai ragione quando affermi che con un impianto a ciclo combinato magari che funziona in cogenerazione il costo al kWh_el è molto più basso del costo dello stesso kWh_el prodotto con l'eolico.
      D'altronde la stessa WADE (World Alliance for Decentralized Energy) smentendo la IEA ha affermato che con impianti cogenerativi (a gas ad esempio) il costo al kWh_el è uguale se non minore di quello ottenuto con altre tecnologie (nucleare, eolico...etc etc).
      Ritornando all'eolico penso che se hanno deciso di installare in quella zona delle turbine avranno fatto prima un'analisi economica e come ben sai in determinate zone il costo al kWh dell'elettricità prodotta con tale tecnologia è di 8-12 €c.


      P.s. la prima parte (il primo rigo e mezzo) della tua domanda non l'ho capita.

      Ciao ciao

      Ciao Daph,

      Non era una domanda, ma un'affermazione, un pensiero....

      SB

      Commenta


      • #4
        QUOTE (SergioBalacco @ 22/8/2007, 09:56)
        Una domanda sorge spontanea e curiosa:

        Se ognuno degli impianti osservati produce circa 5MW di energia, considerando la percentuale di resa al 75%, il numero di impianti off duty il valore totale di energia prodotta diminuisce fino a 220MW. Se ben ricordo un generatore eolico con 5MWe costa chiavi in mano circa 5 Milioni di Euro che moltiplicati per 85 impainti porta ad un totale di 425Milioni di euro (euri?) che equivalgono al costo di ben due impianti (quasi 3) a gas in ciclo combinato (gas/vapore) con opzione teleriscaldamento con produzione di 500/600 MWe 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

        Ovvio che il vento e' gratis e la possibilita' di sfruttarlo e' grandiosa ma i costi diventano importanti e mi chiedo se alla fine ne vale la pena.
        Con 425 milioni di euro si possono creare impianti geotermici validi, sfruttare le biomasse o il mini-idro ed anche il FV con ottime rese senza incidere molto sulle tasche del cittadino gia' cosi' vessato.

        Che ne pensate?

        SB

        Se nei calcoli non ci consideri i costi di esercizio è come paragonare una barca a vela con un'automobile, tra l'altro fai confusione tra mw e mwh... <img src=">

        Per rispondere alla tua domanda proviamo a riorganizzare meglio:

        Innanzitutto l'eolico non ha una resa del 75%, altrimenti io e te non staremmo qui a parlare ma staremmo montando degli impianti con cui diventeremmo presto ricchi... <img src=">

        Ogni MWp di eolico genera all'anno a seconda delle condizioni (obsoleto, nuovo, inshore, offshore, ben posizionato, mal posizionato, etc...) tra i 1800 e i 2700 MWh.
        Consideriamo per i nostri calcoli una resa media ponderata di 2100MWh.
        Ogni MWh oggi viene venduto ala mercato elettrico a circa 52euri (anche se poi in bolletta paghiamo più del triplo), quindi circa 110k euri che moltiplicati per i 5MW superano quindi il miliardo di quello che Bonolis chiamerebbe "vecchio conio", quindi si arriverebbe al pareggio in 10 anni circa.
        I successivi 15-20 anni di esercizio sono quindi 8/9 milioni di euro netti guadagnati, cui ci si dovrebbero aggiungere il vantaggio della fornitura elettrica, i vantaggi ambientali in termini economici (che potrebbero essere calcolati coi CV) e quant'altro, cui sotrarre i costi di manutenzione, che incidono poco ma ci sono.


        Ulteriori osservazioni:

        - pale da 5MW ne esistono pochissime, il discorso sarebbe meglio farlo con quelle da 3MW che vanno più "di moda", ma visto che l'abbiamo fatto in relazione alla spesa sostenuta, può considerarsi pressochè identico nelle proporzioni.
        - la media ponderata di 2100MWh sconta la scarsa efficienza di modelli non tecnologicamente all'avanguardia ed è quindi superiore per i nuovi impianti
        - il costo dell'energia e sopratutto quello del gas naturale preso a confronto aumenterà quasi sicuramente, facendo abbassare così i tempi di rientro, i guadagni netti, e quindi la convenienza dell'eolico, che a sua volta cala di prezzo per ogni mwp installato.


        Questi sono parte dei motivi per cui in tutto il mondo le nazioni più industrializzate che ne hanno la possibilità stanno investendo a mani basse sull'eolico.

        Commenta


        • #5
          sig sergio balacco

          Con 425 milioni di euro si possono creare impianti geotermici validi, sfruttare le biomasse o il mini-idro ed anche il FV con ottime rese senza incidere molto sulle tasche del cittadino gia' cosi' vessato.
          Per quanto riguarda il fotovoltaico lascia perdere se non conosci nemmeno di cosa stai parlando e le loro differenze degli investimenti e ricavi, e il costo del euro/kilowattora.

          Sig. Sergio balocco

          Sebbene non particolarmente ferrato in materia vorrei comunque esprimere una opinione in materia partendo da alcune considerazioni e riscontri visivi.

          Linus2

          Appunto non sei ferrato in materia appunto per questo potevi farmi delle domande con educazione ed io avrei risposto a tutte le tue domande.


          Sig. sergio balocco

          di euro (euri?)

          linus2

          quanto riguarda la tua domanda non puoi criticare la mia decisione di rifiutare tali soldi se in materia sei pressochè a zero

          Commenta


          • #6
            oggi gli impianti cogenerativi non andrebbero bene (non per danno dei soldi ma a danno dell'ambiente) per il fatto del riscaldamento globale, la geotermia non si può farla dappertutto ma l'eolico si (magari dove c'è l'impatto ambientale no)

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR