adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fotovoltaico e scaldabagno elettrico?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Capitan Futuro
    ha risposto
    con i consumi credo di essere nella media di un famiglia di 2 persone, la temperatura è a 60°.<br><br>riguardo ai tubi esterni non ce ne sono, ma il traggitto è abbastanza lungo: 10m circa<br><br>ciao a tutti

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Si corretto, pensavo ti riferissi alla quantit&agrave; d&#39;acqua a 65°C nell&#39;accumulo, ho mischiato con l&#39;altro post, sorry.<br><br>Detta così sembrano tanti anche a me.<br>In realt&agrave; converebbe considerare la configurazione di questo impianto.<br>L&#39;accumulo è posto nel sottoscala al piano terra. Da qui partono i tubi che servono sia il piano terra (verso cucina e bagno in due direzioni diverse) che il primo piano . Ci sono una diecina di metri di tubo coibentato sotto il battiscopa del muro esterno.<br>La lunghezza complessiva dei tubi e la parte di impianto all&#39;esterno fanno aumentare di molto le dispersioni.<br>Dovrei fare delle verifiche con calcoli più precisi.<br><br>Ciao,<br>Eubrun<br>

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eubrun @ 2/2/2008, 15:57)</div><div id="quote" align="left">Come dicevo nel post precedente, i 10-12 kwh sono il consumo attuale nel mese di gennaio.<br>Considerando una temperatura dell&#39;acqua nell&#39;accumulo solare di 20 °C si ha:<br>E= 50L (quantit&agrave; riscaldata dalla resistenza)*(65°C-20°C)=50*45= 2250 kcal = circa 2,6 kWh circa. <u><b><b>Considerando un consumo di 150L si hanno 7,5 kWh</b></b></u>. Ipotizzando che dalle 7:30 alle 23:30 (16 ore) la resistenza di 1,2 kW rimanga accesa il 25% del tempo per mantenere l&#39;acqua a 65°C (quando la temperatura scende sotto i 59°C il temostato attiva la resistenza) abbiamo altri 3 kWh. In totale 10,5 kWh circa.<br>Quindi il consumo mi sembra che sia in linea con i calcoli o sbaglio?<br><br>Chiaramente questo consumo diminuir&agrave; fino ad azzerarsi quasi durante la bella stagione, man mano che il sole riscalder&agrave; l&#39;accumulo senza bisogno di integrare con la resistenza.</div></div><br>A me sembra di aver letto giusto. 150l di consumo a 65°=337 litri a 40°.

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    l&#39;accumulo solare di 160litri è alto circa 90cm. La resistenza è lunga circa 26cm ed è affondata dall&#39;alto, quindi riscalda circa 26/90*160=46 litri (questo a causa della stratificazione).<br>Ciao,<br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eubrun @ 7/2/2008, 15:28)</div><div id="quote" align="left">Ciao Snapdozier,<br>I litri riscaldati a 65°C sono al max 50 poichè la resistenza elettrica affonda nell&#39;accumulo solare dall&#39;alto per circa 1/3 della lunghezza.<br>Eubrun</div></div><br>Cioè??<br>Che rapporto stai facendo? non m&#39;intendo molto di come funziona il solare e non riesco a capire, gli altri 2/3 della resistenza cosa scaldano?<br>Qual&#39;è il calcolo dalla quale estrapoli un consumo in lt??<br><br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Ciao Snapdozier,<br><br>Se ti riferisci al mio impianto, forse non hai letto bene i miei posts.<br>I litri riscaldati a 65°C sono al max 50 poichè la resistenza elettrica affonda nell&#39;accumulo solare dall&#39;alto per circa 1/3 della lunghezza.<br>Considerando inoltre che l&#39;accumulo non è proprio vicino alle utenze, dovrebbe essere ok.<br><br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eubrun @ 6/2/2008, 14:13)</div><div id="quote" align="left">Ciao Capitan Futuro,<br><br>Sai + o - quanti litri di acque consumi mediamente al giorno e a che temperatura è regolato lo scaldacqua?<br><br>Grazie.<br>Eubrun</div></div><br>150 litri a 65° corrispondono a circa 337 litri a 40° considerando di partire da 20°. Non ti sembra un consumo giornaliero eccessivo per una famiglia di 3 4 persone?

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Capitan Futuro @ 6/2/2008, 00:01)</div><div id="quote" align="left">Io vi posso dire che il mio scaldacqua elettrico da 50 L che purtroppo per una serie di circostanze è posizionato all&#39;esterno nel periodo invernale consuma circa 7Kw al giorno che scendono a 1Kw al giorno nel periodo estivo. Li ho misurati con un contatore vecchio tipo (di sottrazione) tenendoli sotto controllo ogni giorno per diversi mesi.</div></div><br>se non viene messo un rapporto consumo giornaliero tra kW P consumata e lt acqua consumati non è possibile nessun riferimento..<br>un boiler da 50 lt consuma circa 1 kW ora, vuol dire che resta acceso 7 ore al giorno per 30 giorni al mese??<br>Rapporto 1-7 tra estate e inverno?? Anche se è all&#39;esterno mi pare tantina la differenza, hai anche tubature esterne non isolate?<br><br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Ciao Capitan Futuro,<br><br>Sai + o - quanti litri di acque consumi mediamente al giorno e a che temperatura è regolato lo scaldacqua?<br><br>Grazie.<br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • Capitan Futuro
    ha risposto
    Io vi posso dire che il mio scaldacqua elettrico da 50 L che purtroppo per una serie di circostanze è posizionato all&#39;esterno nel periodo invernale consuma circa 7Kw al giorno che scendono a 1Kw al giorno nel periodo estivo. Li ho misurati con un contatore vecchio tipo (di sottrazione) tenendoli sotto controllo ogni giorno per diversi mesi.<br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    La stessa cosa vale per me. Anzi penso di avere ancora ulteriori margini di consumo, visto che da inizio luglio ad adesso non ho ancora consumato tutto l&#39;energia prodotta nonostante abbia usato clima a pompa di calore per riscaldare casa e resistenza elettrica per il sanitario (questa solo da inizio gennaio però).<br><br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • garghy
    ha risposto
    Per me che ho il vecchio CE, l&#39;uso dello scaldabagno, è quadi d&#39;obbligo, visto che mi pagano solo se consumo&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a28d734c70b5ddfe83cf97a701ccd92a.gif" alt=""> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bfe76326ccae7e7e663716f53e82d06c.gif" alt=":P">

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    <br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">solo che qui parliamo di decine di secondi mentre con lo scaldabagno di ore...</div></div><br>non ho mai visto una caldaia riempire un accumulo da 80 lt in pochi secondi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ab8d7b220bb85b0403e028057f7425ab.gif" alt=""><br><br>una ditta per la quale lavoro produce sistemi di acqua calda... ti assicuro che una caldaia rapida da 2,5 kW con un piccolo accumulo ben coibentato da 10 lt ti basta e avanza per fare la doccia, a meno che non ti fai l&#39;idromassaggio..<br>ci sono in commercio scaldabagno rapidi con resistenze in fibra di carbonio molto più rapidi dei tradizionali vecchio tipo,<br><br>ma stiamo divagando, non è logico parlare senza dati scritti, solo relativi piùomenocircaquasi..<br>mentre è logico che la caldaia abbia qualche pro , ma non è così abissale il pro.. non dimentichiamo che il costo fisso del metano si paga in questo caso ripartito solo per l&#39;acqua calda, la caldaia ha il costo iniziale + la manutenzione annua di legge più rotture dopo i 5 anni.. questo giustifica l&#39;uso dello scaldabagno anche con un minimo contributo di kW dal FV<br>d&#39;altronde lo fai no? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9a8f2893c4a19587b4f8e4cf01f28338.gif" alt=""><br><br><br><br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Provo a commentare le tue frasi un po&#39; sconnesse....<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">Eu guarda che in 10 mt di tubo ci stanno 2-3 lt di acqua</div></div><br>E quindi? Quando si usa l&#39;acqua calda in bagno ed in cucina, partono facilmente 10-15 litri di acqua calda. Basta controllare la portata dei rubinetti che di solito è di 10-15 litri/min.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">prova la caldaia quando parte mette sul piatto 10 o più kW.</div></div><br>solo che qui parliamo di decine di secondi mentre con lo scaldabagno di ore...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">inoltre quelle accumulo incorporato nelle serpentine lavorano esattamente come lo scaldabagno..</div></div><br>Infatti se si ha una caldaia &quot;rapida&quot; non si dovrebbe usare il mini-accumulo, a meno di esigenze particolare, altrimenti che senso ha...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">stiamo parlando di FV dove il gas lo paghi e l&#39;energia elettrica no..</div></div><br>Infatti io uso una resistenza elettrica.Il ragionamento che facevo prima è generale per dimostrare che si consuma molto di più riscaldando l&#39;acqua uno scaldabagno ad accumulo di 60-80 litri che con la caldaia rapida a gas.<br>I 2 kW di cui parlavi nel tuo post precedente sono fantasia, almeno quando si considera un uso normale per 3-4 persone.<br>Bisogna dirlo altrimenti si da un&#39;info sbagliata agli utenti del forum.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">Lo scaldabagno dev&#39;essere posto nel luogo d&#39;uso principale così si ottimizza il tutto uno in cucina e uno nel bagno.</div></div><br>Ma sei hai un grande appartamento o un villino con più piani non puoi.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b></div><div id="quote" align="left">ovviamente una pompetta di calore è la vera soluzione..</div></div><br>Certo.<br><br>Ciao,<br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    Eu guarda che in 10 mt di tubo ci stanno 2-3 lt di acqua prova la caldaia quando parte mette sul piatto 10 o più kW. inoltre quelle accumulo incorporato nelle serpentine lavorano esattamente come lo scaldabagno..<br>stiamo parlando di FV dove il gas lo paghi e l&#39;energia elettrica no..<br>Lo scaldabagno dev&#39;essere posto nel luogo d&#39;uso principale così si ottimizza il tutto uno in cucina e uno nel bagno.<br>ovviamente una pompetta di calore è la vera soluzione..<br><br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Dopo che hai portato in temperatura il tuo boiler (2 ore x potenza della resistenza=xxxx kWh), immagino che questo si riaccender&agrave; ogni qualvolta apri il rubinetto della cucina o del bagno e fai uscire quei 10-20 litri di acqua calda.<br>Sommando il consumo su una giornata vedrai, altro che 2 kWh...<br>Altrimenti secondo te perchè tutti usano la caldaia rapida a gas e non il bollitore elettrico?<br>Cmq se mi capiter&agrave; di acquistare un wattmetro ti farò sapere.<br>Ciao,<br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    Ciao eub<br>sai io credo sarebbe meglio basarsi su dati effettivi , non credo consumi 150 lt di acqua calda tutti i giorni, poi io vedo che il mio boiler, al lavoro, in meno di 2 ore da spento mi porta in temperatura l&#39;acqua, quindi 2 boiler = 4 ore = 160 lt..<br>però sono anche questi conti a spanne..<br>meglio spendere 20 € e prendersi un misuratore terra terra di Potenza e misurare il consumo in Watt.<br>Se lo fai facci sapere.

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    Come dicevo nel post precedente, i 10-12 kwh sono il consumo attuale nel mese di gennaio.<br>Considerando una temperatura dell&#39;acqua nell&#39;accumulo solare di 20 °C si ha:<br>E= 50L (quantit&agrave; riscaldata dalla resistenza)*(65°C-20°C)=50*45= 2250 kcal = circa 2,6 kWh circa. Considerando un consumo di 150L si hanno 7,5 kWh. Ipotizzando che dalle 7:30 alle 23:30 (16 ore) la resistenza di 1,2 kW rimanga accesa il 25% del tempo per mantenere l&#39;acqua a 65°C (quando la temperatura scende sotto i 59°C il temostato attiva la resistenza) abbiamo altri 3 kWh. In totale 10,5 kWh circa.<br>Quindi il consumo mi sembra che sia in linea con i calcoli o sbaglio?<br><br>Chiaramente questo consumo diminuir&agrave; fino ad azzerarsi quasi durante la bella stagione, man mano che il sole riscalder&agrave; l&#39;accumulo senza bisogno di integrare con la resistenza.

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    mi pare anche a me tanto.. 12 kW x 365 giorni = 4380 kW , penso che un consumo medio possa essere intorno ai 2 kWgiorno

    Lascia un commento:


  • caponord23
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eubrun @ 1/2/2008, 20:50)</div><div id="quote" align="left">si per l&#39;acqua sanitaria perchè?</div></div><br>sono un pò tantini.

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    si per l&#39;acqua sanitaria perchè?

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eubrun @ 1/2/2008, 17:15)</div><div id="quote" align="left">Ho notato che il consumo in questo periodo è di circa 10-12 kWh al giorno (2-3 persone). Chiaramente quando far&agrave; più<br><br>Eubrun</div></div><br>Ciao Eub<br>10-12 kW per cosa?<br>per l&#39;acqua calda e basta??<br><br>

    Lascia un commento:


  • eubrun
    ha risposto
    l&#39;ENEL non può teleleggere i contatori a meno che non ti abbiano gi&agrave; installato quelli nuovi + grandi.<br>Per questo motivo la bolletta sar&agrave; calcolata sempre sul consumo forfettario che puoi cercare di azzerare mandando comunicazione all&#39;Enel e sostenendo che il tuo impianto FV immette sempre più di quando tu prelievi dalla rete. Oppure l&#39;Enel conguaglier&agrave; alla prossima lettura (l&#39;anno prossimo quindi).<br><br>A casa mia ho installato una resistenza elettrica da 1,2kW nell&#39;accumulo del solare termico che riscalda rapidamente una trentina di litri a 65°C, il resto dell&#39;accumulo (altri 130L) viene riscaldato con il sole ad una temperatura molto inferiore.<br>Tramite temporizzatore faccio accendere la resistenza solo tra le 7:30 e le 23:30.<br>Inoltre l&#39;acqua viene riscaldata ulteriormente in uscita con la caldaia a gas quando la temperatura scende sotto i 46.<br>Ho notato che il consumo in questo periodo è di circa 10-12 kWh al giorno (2-3 persone). Chiaramente quando far&agrave; più caldo il consumo diminuir&agrave; ma sull&#39;anno non è trascurabile anzi...<br><br>Ciao,<br>Eubrun

    Lascia un commento:


  • animainpena
    ha risposto
    Ciao, hai messo pochi dati..<br>comunque a meno che tu non abbia una palestra o 6 figli.. il costo per l&#39;acqua calda non è elevato nell&#39;anno, penso sia irrilevante nel contesto generale<br>Certo che se hai uno scaldabagno rapido direttamente dove fai la doccia risparmi sicuramente almeno l&#39;acqua(bene prezioso) e l&#39;energia che risparmi per il tempo tecnico di fare arrivare l&#39;acqua calda all&#39;utilizzo ti porterebbe circa in pareggio il costo anche usando il boiler a resistenza elettrica .<br>

    Lascia un commento:


  • marianor
    ha iniziato la discussione Fotovoltaico e scaldabagno elettrico?

    Fotovoltaico e scaldabagno elettrico?

    Delucidazione.<br><br>Ho iniziato a produrre e ho dei dubbi su quanto mi costera&#39; la prima bolletta ENEL.<br><br>Messa in altra maniera: per l&#39;acqua sanitaria, mi conviene il gas o l&#39;elettricita&#39;? Mettiamo che io ecceda, alla prima bolletta, di 200 KW. Ho un contratto ENEL da 6 KW. Quanto li pago?<br><br>Mariano
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR