annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Perchè temere i moduli made in China?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Perchè temere i moduli made in China?

    Buonasera a tutti&#33;<br><br>Leggo nei vari forum che il mercato attuale ha paura dei pannelli cinesi e ne scredita in gran parte l&#39;impiego.<br><br>io mi chiedo:<br>- tutti i vestiti che noi paghiamo caramente (scarpe, maglie, jeans, ecc.) sono prodotti in cina: ritornano in italia marchiate da grandi Marchi addirittura internazionali<br>- tutti gli elettromestici sono prodotti in cina e ritornano a noi marchiati con grandi nomi Nazionali ed internazionali<br>e così per tantissimi altri prodotti che nascono cinesi ma arrivati in italia diventano piccoli gioielli da poter essere rivenduti a prezzi esorbitanti...solo perchè hanno unamarca nostrana o commercialmente conosciuta.<br><br>Perchè allora dovremmo essere diffidenti verso i pannelli cinesi?<br>Non converrebbe forse essere più fiduciosi sulla loro potenziale crescita qualitativa?<br><br>Io non vendo pannelli che sia chiaro...<br><br>saluti

  • #2
    in altri post ho gi&agrave; detto la mia sull&#39;argomento.<br><br>io parto dal presupposto che quando si compra, oltre che della qualit&agrave; del prodotti (che secondo me in Cina non è la stessa dell&#39; Europa, vedi caso Mattel), bisogna anche preoccuparsi della &#39;storia&#39; del prodotto: quanto inquina la sua produzione (in Cina tanto), quanto costa il lavoro nel paese produttore (in Cina pochissimo) e che tenore di vita e diritti hanno i lavoratori (in Cina lasciamo perdere&#33.<br>In Europa i prodotti &#39;fatti in casa&#39; costano parecchio poichè dietro c&#39;è tutta una serie di tutele sociali e ambienteli da rispettare che alzano i costi.<br>Scegliere un prodotto Cinese o Europeo significa scegliere tra due sistemi di produzione e di diritto differenti, dove il primo concorre slealmente potendo abbassare notevolmente i costi, mantenendo poi un prezzo finale di poco inferiore al concorrente, ma guadagnando quindi in proporzione molto di più. Guadagni che non andranno nelle tasce dei lavoratori ma dei neo-capitalisti cinesi, che se la ridono a crepapelle, mentre le industrie europee &#39;abbottano gli occhi&#39; per stare sul mercato, con la conseguenza che per rimanere competitive chiedono politiche sul lavoro e sulla tutela ambientale meno restrittive.<br>Cioè vorrebbero che ci tramutassimo in cinesi anche noi (i lavoratori ovviamente).<br><br>Meditate gente <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0d3b0c8dffd98f2ac3019b6f9c8661a9.gif" alt="">

    Commenta


    • #3
      Ciao scorfa puoi essere più chiaro? dici di non vendere pannelli ma in altro post hai scritto<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Per avere 1kW di picco molti costruttori e produttori ti promettono che ti bastano 7-8mq...io che di installazioni ne ho fatte ti posso garantire che anche a Trapani che te ne servono dai 10 ai 15mq&#33;&#33;&#33;</div></div><br>Per il resto.. se la Ferrari va in Cina costruisce sempre una Ferrari.. Se la Fiat va in Cina costruisce sempre una Fiat.<br>Poi ci sono quelli che dicono fammi una Fiat con scritto Ferrari..<br>I Cinesi lavorano con alta tecnologia a volte anche superiore alla nostra occidentale, a volte però.. nel fotovoltaico la loro capacit&agrave; tecnologica è buona ma ancora importata dal Giappone, con il quale lavorano in sinergia.. ma è come per i condizionatori dove non riusciranno mai a fare un prodotto pari ai vari Daikin HItachi Toshiba Fujtsu, possono fare degli ottimi rapporti qualit&agrave; prestazioni prezzo.. ma in compenso per un paio di questi ci sono altri cento che producono ciarpame ma la colpa non è tutta loro, la colpa è di chi compra&#33;&#33;<br>Di chi occidentale va in Cina e gli dice dammi il prodotto che costa meno.. non importa se dura poco o niente...<br>Dovrebbero mettere la tassa sulla qualit&agrave;, più si abbassa la qualit&agrave; più si alza la tassa..

      Commenta


      • #4
        Quindi tu ne fai un discorso morale.<br>ma se ad andare ad invenstire in cina fossero le industrie nostrane cambierebbe qualcosa?<br>in fin dei conti la mano d&#39;opera sarebbe quella cinese che sarebbe pagata in moneta cinese.<br>forse lavorerebbero in migliori condizioni?...chiss&agrave;&#33;<br><br>Certo è che da una quindicina d&#39;anni i grandi colossi mondiali hanno iniziato la globalizzazione...cioè vanno nei paesi più poveri a &quot;sfruttare&quot; o ad &quot;arricchire&quot; la gente del posto.<br><br>Fatto sta che il tuo punto di vista è lodevole e mi trova d&#39;accordo.<br><br><br>Ciao animainpena&#33;<br>Io sono un progettista&#33;&#33;&#33;&#33;<br>sono anzi un progettista dipendente e quindi non un libero professionista.<br>Non ho mire espansionistiche in altri campi.<br>cerco solo di acculturarmi dalle vostre esperienze e dai vostri punti di vista...<br><br>Su che parametri baseresti la qualit&agrave; di un pannello?<br>Io credo che le norme europee siano gi&agrave; a tutela del commercio interno...ma se i cinesi poi dichiarano che i loro prodotti hanno gli stessi requisiti dei prodotti europei cosa si può fare?<br><br><span class="edit">Edited by scorfanetTO - 8/2/2008, 22:23</span>

        Commenta


        • #5
          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (taote @ 8/2/2008, 22:02)</div><div id="quote" align="left">bisogna anche preoccuparsi della &#39;storia&#39; del prodotto: quanto inquina la sua produzione (in Cina tanto), quanto costa il lavoro nel paese produttore (in Cina pochissimo) e che tenore di vita e diritti hanno i lavoratori (in Cina lasciamo perdere&#33.<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/70d3d6eff25c5ce288ba6f1c8e7423b4.gif" alt=""></div></div><br>Hanno giusto detto alla tv che chiuderanno e delocalizzeranno ( India Cambogia Vietnam ) migliaia di fabbriche per inquinamento..<br>vuol dire che andranno ad inquinare e fare schiavi in altri posti.. roba da matti..<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (scorfanetTO @ 8/2/2008, 22:17)</div><div id="quote" align="left">Quindi tu ne fai un discorso morale.<br>ma se ad andare ad invenstire in cina fossero le industrie nostrane cambierebbe qualcosa?<br>in fin dei conti la mano d&#39;opera sarebbe quella cinese che sarebbe pagata in moneta cinese.<br>forse lavorerebbero in migliori condizioni?...chiss&agrave;&#33;<br><br>Certo è che da una quindicina d&#39;anni i grandi colossi mondiali hanno iniziato la globalizzazione...cioè vanno nei paesi più poveri a &quot;sfruttare&quot; o ad &quot;arricchire&quot; la gente del posto.</div></div><br>Appunto sono stati gli occidentali e i nostrani a voler fare gli ingordi.. così come a suo tempo le concerie di pellame, scarpe e varie in Romania, ora piangono gli italiotti che hanno speculato e si sono arricchiti in Romania schiacciati pure loro dal Dragone alimentato da altri italiotti.. chi la fa l&#39;aspetti&#33;&#33;<br>Poi ora che i cinesi hanno pure imparato a lavorare ed investire nelle ricerche mettono la freccia sorpassano e ci faranno ciao ciao con la manina ( noi italiotti le ricerche le facciamo oramai solo in google)<br>

          Commenta


          • #6
            Il problema del secolo.<br><br>In cina una dittatura ha il controllo dell&#39;informazione, in modo da rendere la gente schiava.<br><br>i comunisti cinesi si sono trasformati nei maiali di george orwell.<br><br>Se in cina digiti dalai lama si google, non appare nulla.<br>Se in cime cerchi informazioni su sindacati, e legambiente, non esce nulla.<br><br>Se in cime cerchi i diritti dell&#39;uomo, non li trovi nemmeno su internet.<br><br>Compriamo italiano finghè possiamo.<br><br>Se ci troviamo a dover scegliere pannelli cinesi, facciamolo solo come scelta estrema di circostanza, comprare italiano ci da qualit&agrave; e fa crescere il nostro settore.

            Commenta


            • #7
              come disse beppe grillo :&quot; per risolvere il problema cina è semplicissimo, mandiamogli 3-4 mesi i nostri sindacati &#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&quot;

              Commenta


              • #8
                perche andare in Cina quando la Cina viene da voi...passando per la Germania....e poi per Firenze.... ma quanto e lunga sta goliaaaaaaaa..... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/21d9277c4faa181d84f5bd0dd410f13f.gif" alt="image"><br><br><span style="color:red"><u>MODERAZIONE</u> IL SEGUITO DI QUESTO INTERVENTO CON RELATIVE OFFERTE CON PREZZI E&#39; STATO CANCELLATO. INTERVENTI DI QUESTO GENERE SENZA PREZZI, SONO ACCONSENTITI SOLAMENTE IN &quot;VETRINA COMMERCIALE RINNOVABILI <u>NON QUI</u></span><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 9/2/2008, 14:36</span>
                "MAKE YOUR ENERGY!!"

                on SKYPE econtek-italy

                "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                Commenta


                • #9
                  La produzione di celle e pannelli FV è un processo altamente automatizzato e quindi richiede un impiego di manodopera ridottissimo. In questo caso quindi lascerei perdere gli aspetti di schiavitù dei lavoratori ecc. ecc.<br><br>L&#39;elevata automazione avviene tramite linee di produzione sofisticatissime che utilizzano macchine prodotte non certo in cina (anzi, un&#39;azienda italiana è una delle maggiori produttrici): siamo noi occidentali ad esportare in Cina &#33;&#33;&#33;<br><br>Alcune aziende cinesi (non tutte) stanno realizzando impianti enormi e tecnologicamente all&#39;avanguardia che immetteranno sul mercato prodotti assolutamente di qualit&agrave;; se noi italiani non ci diamo una svegliata (anziché continuare con la tiritera dello sfruttamento) e facciamo investimenti decisi (come in Germania e USA in parte stanno facendo), ci ritroveremo in casa solo pannelli cinesi.<br><br>Poi ovviamente ogni installatore è libero di scegliere i pannelli che preferisce, però basare la scelta sulla provenienza anziché sulle reali caratteristiche di qualit&agrave; mi sembra miope.<br><br>P.S. per nhio83: i comunisti cinesi non sono come i maiali di George Orwell, ma è il contrario: Animal Farm descrive esattamente quello che avviene nella societ&agrave; comunista (cinese ma non solo).<br><br>

                  Commenta


                  • #10
                    è concesso solo ad alcuni di inserire offerte con i prezzi ?<br>come si f&agrave; a rientrare nel gruppo che può reclamizzare prezzi vari e offerte ?<br>o è un circolo chiuso, ovvero solo per pochi &#33;<br>saluti<br>bruno

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (bruno500 @ 9/2/2008, 11:54)</div><div id="quote" align="left">è concesso solo ad alcuni di inserire offerte con i prezzi ?<br>come si f&agrave; a rientrare nel gruppo che può reclamizzare prezzi vari e offerte ?<br>o è un circolo chiuso, ovvero solo per pochi &#33;<br>saluti<br>bruno</div></div><br>Guarda che in questo caso Econtek ti ha solo messo al corrente di un&#39;offerta. Se vuoi approfittane, altrimenti hai un&#39;idea di quali prezzi girano attualmente.<br><span style="color:red">MODERAZIONE: ECONTEK HA SBAGLIATO COMUNQUE POSTO&#33;</span><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 9/2/2008, 14:51</span>

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (econtek @ 9/2/2008, 09:28)</div><div id="quote" align="left">perche andare in cina quando la cine viene da voi...passando per la germania....e poi per firenze.... ma quanto e lunga sta goliaaaaaaaa..... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6e403dca4f89b094f9c8b61bce7fdc18.gif" alt="image"><br><br>OFFERTA A BREVE TERMINE&#33; APPROFITTATENE&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Solo ed esclusivamente per chi ordina entro Lunedi 11.02.2008 ore 18.00.</div></div><br>Sar&agrave; che io sono di coccio, ma non ho capito il senso del tuo post... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/fe7994332456a4fe9b0bc4880fa10dfe.gif" alt=":"><br><br>Segnali forse che per trovare prezzi bassi non occorre andare in Cina oppure, al contrario, che a cercare prezzi troppo bassi si finisce solo per beccarsi una &quot;sola&quot; (vedi il &quot;ciulla&quot; in rosso...) ?<br><br>
                        http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Zamora64e @ 9/2/2008, 09:56)</div><div id="quote" align="left">La produzione di celle e pannelli FV è un processo altamente automatizzato e quindi richiede un impiego di manodopera ridottissimo. In questo caso quindi lascerei perdere gli aspetti di schiavitù dei lavoratori ecc. ecc.<br><br>L&#39;elevata automazione avviene tramite linee di produzione sofisticatissime che utilizzano macchine prodotte non certo in cina (anzi, un&#39;azienda italiana è una delle maggiori produttrici): siamo noi occidentali ad esportare in Cina &#33;&#33;&#33;<br><br>Alcune aziende cinesi (non tutte) stanno realizzando impianti enormi e tecnologicamente all&#39;avanguardia che immetteranno sul mercato prodotti assolutamente di qualit&agrave;; se noi italiani non ci diamo una svegliata (anziché continuare con la tiritera dello sfruttamento) e facciamo investimenti decisi (come in Germania e USA in parte stanno facendo), ci ritroveremo in casa solo pannelli cinesi.<br><br>Poi ovviamente ogni installatore è libero di scegliere i pannelli che preferisce, però basare la scelta sulla provenienza anziché sulle reali caratteristiche di qualit&agrave; mi sembra miope.<br><br>P.S. per nhio83: i comunisti cinesi non sono come i maiali di George Orwell, ma è il contrario: Animal Farm descrive esattamente quello che avviene nella societ&agrave; comunista (cinese ma non solo).</div></div><br>E&#39; vero che c&#39;è l&#39;automazione, ma in generale in Cina i costi per la tutela sociale ed ambientale sono ridottissimi.<br>Sono daccordissimo che dobbiamo investire a casa nostra e non in Cina (come fanno invece molte aziende italiane), poichè se non ci mettiamo sul mercato internazionale esportando prodotti tecnologici, non cresceranno mai nè PIL nè l&#39;occupazione, mentre ingrasseremo le economie asiatiche.<br>Non vi domandate mai come fanno tutti quei negozi cinesi di varie cianfrusaglie a permettersi affitti del 100-200% superiori il prezzo che siamo disposti a pagare noi??<br>Qualcuno dalla Cina glieli manda, e sono i soldi che vengono in gran parte da noi che compriamo prodotti cinesi.<br><br>E&#39; come annaffiare un albero a cui siamo legati con un cappio che si fa sempre + stretto, mentre l&#39;albero cresce. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4d7520673226e4683e97c0263984e406.gif" alt=":sick:"><br><br><br>Io preferisco guardare oltre allaqualit&agrave; anche alla provenienza. Sarebbe miope altresì non pensare alle ricadute economiche delle nostre scelte. Preferisco spendere i miei soldi pensando che nel giro dell&#39;economia in qualche modo mi torneranno in tasca, piuttosto che nel cu.... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/453698e7e83e1ae448ce3a15148a7bf1.gif" alt=""><br><br>

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f1c8820ea6d8531bc6830f80b9ee355d.gif" alt=""><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (bruno500 @ 9/2/2008, 11:54)</div><div id="quote" align="left">è concesso solo ad alcuni di inserire offerte con i prezzi ?<br>come si f&agrave; a rientrare nel gruppo che può reclamizzare prezzi vari e offerte ?<br>o è un circolo chiuso, ovvero solo per pochi &#33;<br>saluti<br>bruno</div></div><br>Ciao Bruno bentrovato&#33; non è concesso a nessuno inserire offerte con i relativi prezzi negli interventi, se ne leggete uno è perchè è passato inosservato al moderatore comunque da spostare o cancellare, oppure l&#39;intervento non è stato ancora moderato&#33;<br>Per le offerte commerciali esiste la &quot;vetrina commerciale rinnovabili&quot; solamente lì potete sfogare la vostra smania commerciale&#33;<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/09bcef8730150e7260fb55f22cd9fe58.gif" alt="">
                            L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                            LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                            Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ef273dac4ea9726fb1ec35fcf1bd058d.gif" alt=""><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Zamora64e @ 9/2/2008, 09:56)</div><div id="quote" align="left">La produzione di celle e pannelli FV è un processo altamente automatizzato e quindi richiede un impiego di manodopera ridottissimo. In questo caso quindi lascerei perdere gli aspetti di schiavitù dei lavoratori ecc. ecc.</div></div><br>Ciao Zamora64e bentrovato, purtroppo devo dissentire, al contrario delle macchine necessarie per la produzione di celle che sono molto sofisticate, per la produzione di moduli fotovoltaici è necessario almeno un laminatore, dei tavoloni e dei saldatori a mano nulla di più, è questo il metodo che normalmente usano i cinesi, una tabbatrice/stringatrice costa molto di più che degli &quot;schiavi&quot; come li chiami tu senza tutela che saldano le celle per ore in condizioni inaccettabili.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">L&#39;elevata automazione avviene tramite linee di produzione sofisticatissime che utilizzano macchine prodotte non certo in cina (anzi, un&#39;azienda italiana è una delle maggiori produttrici): siamo noi occidentali ad esportare in Cina &#33;&#33;&#33;</div></div><br>Si, confermo sono linee per la produzione di celle e l&#39;assemblaggio di moduli fotovoltaici.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Alcune aziende cinesi (non tutte) stanno realizzando impianti enormi e tecnologicamente all&#39;avanguardia che immetteranno sul mercato prodotti assolutamente di qualit&agrave;; se noi italiani non ci diamo una svegliata (anziché continuare con la tiritera dello sfruttamento) e facciamo investimenti decisi (come in Germania e USA in parte stanno facendo), ci ritroveremo in casa solo pannelli cinesi.</div></div><br>Questo è vero però ti assicuro che si sta muovendo anche in Italia per fortuna una certa imprenditoria molto sveglia e seconda a nessuno&#33;<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Poi ovviamente ogni installatore è libero di scegliere i pannelli che preferisce, però basare la scelta sulla provenienza anziché sulle reali caratteristiche di qualit&agrave; mi sembra miope.</div></div><br>Sono daccordo&#33; considera che i cinesi acquistano dagli occidentali l&#39;eva oramai scaduto ed altri materiali di scarto,...che cosa ci faranno poi? Ho una certa idea... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/51d9a4b1928f77c06c2d35a019b56242.gif" alt=""> Mah&#33;...Chi acquista italiano sa dove andare se ci sono problemi, acquista moduli fotovoltaici certificati e incrementa lo sviluppo del settore.<br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 9/2/2008, 15:21</span>
                              L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                              LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                              Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                              Commenta


                              • #16
                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (a2000 @ 9/2/2008, 14:56)</div><div id="quote" align="left">ma siete razzisti anticinesi ?<br><br>per i ne(g)ri invece come vi regolate ?</div></div><br>assolutamente no&#33;&#33;<br><br>ti dirò di più... sono amante della cultura cinese e della filosofia che è nata dai saggi vissuti in quel paese. Pratico e son aiuto istruttore di una disciplina antica cinese.<br><br>Il mio nickname è <b>taote</b>= la via(tao) e la virtù(te)<br><br>il &#39;Tao Te Ching&#39; è il libro dove sono raccolti gli scritti di Lao-tze, il padre del Taoismo.<br><br>Ma se leggi bene il discorso è focalizzato su questioni economiche, sociali e ambientali che (a mio parere) non vanno ignorate per non tirarci la zappa sui piedi.<br><br><span class="edit">Edited by taote - 9/2/2008, 16:27</span>

                                Commenta


                                • #17
                                  ma saranno pure liberi di organizzarsi come gli pare.<br><br>se poi producono pannelli di qualit&agrave; superiore a prezzi inferiori buon per loro.<br><br>noi faremo la nostra parte in quello in cui eccelliamo: pizza e mandolini.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">ma saranno pure liberi di organizzarsi come gli pare</div></div><br>certo, ma io devo essere <u>consapevole e libero </u>di non alimetare un sistema ingiusto che può condizionare anche la nostra economia<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">se poi producono pannelli di qualit&agrave; superiore a prezzi inferiori buon per loro</div></div><br>nella realt&agrave; è tutto da dimostrare<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">noi faremo la nostra parte in quello in cui eccelliamo: pizza e mandolini</div></div><br>NO COMMENT <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/afd7aa4d34bc7866a4e92b37f232c0a5.gif" alt=":sick:"><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (animainpena @ 8/2/2008, 22:12)</div><div id="quote" align="left">Dovrebbero mettere la tassa sulla qualit&agrave;, più si abbassa la qualit&agrave; più si alza la tassa..</div></div><br>pittosto in Europa dovrebbero rendere obbligatoria la &#39;storia&#39; del prodotto, con un punteggio per ogni aspetto della filiera. Una sorta di &#39;certificazione di qualit&agrave;&#39; della filiera ed &#39;impronta eco-sociale&#39;.<br>Andrebbero quindi vietate l&#39; importazione, distribuzione e detenzione di prodotti &#39;pessimi&#39;, tassate invece progressivamente quelle dei prodotti &#39;scadenti&#39; e &#39;medi&#39;, fino a premiare con detassazioni ed incentivi quelli &#39;buoni&#39; ed &#39;eccellenti&#39;.<br><br><span class="edit">Edited by taote - 9/2/2008, 16:25</span>

                                    Commenta


                                    • #19
                                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">certo, ma io devo essere <u>consapevole e libero </u>di non alimetare un sistema ingiusto che può condizionare anche la nostra economia</div></div><br>tu puoi fare quello che vuoi.<br>poi loro sono anche una miliardata e spingi e studiano.<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">se poi producono pannelli di qualit&agrave; superiore a prezzi inferiori buon per loro</div></div><br>nella realt&agrave; è tutto da dimostrare</div></div><br>con 200 ingegneri bravi a 1 &quot;breve&quot; sar&agrave; una gara dura.<br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">noi faremo la nostra parte in quello in cui eccelliamo: pizza e mandolini</div></div><br>NO COMMENT <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5f398aac95a4eb812989ce96546c6da9.gif" alt=":sick:"></div></div><br>:sick est se vi pare<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">pittosto in Europa dovrebbero rendere obbligatoria la &#39;storia&#39; del prodotto, con un punteggio per ogni aspetto della filiera. Una sorta di &#39;certificazione di qualit&agrave;&#39; della filiera ed &#39;impronta eco-sociale&#39;.<br>Andrebbero quindi vietate l&#39; importazione, distribuzione e detenzione di prodotti &#39;pessimi&#39;, tassate invece progressivamente quelle dei prodotti &#39;scadenti&#39; e &#39;medi&#39;, fino a premiare con detassazioni ed incentivi quelli &#39;buoni&#39; ed &#39;eccellenti&#39;.</div></div><br>per europa intendi quell&#39;escrescenza sulla cartina geografica dell&#39;Asia ?<br><br><br>

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Ciao a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e01b1d1f627c3a74831ef9587ef39159.gif" alt=""><br>L&#39;argomento è sui moduli fotovoltaici di provenienza cinese, con questi ultimi interventi siete O.T. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0e9ae10b7399897e53651e82e0dcb43c.gif" alt=":angry:"><br><br>Saluti<br>Furio57 <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/69668f5e06fd08471dda4efbf8fa2159.gif" alt="">
                                        L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                                        LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                                        Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perchè "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Il problema è modiale.<br><br>Parte dall&#39;organizzazione mondiale del commercio.<br><br>Ma oggi, se uno è furbo può usperare la cina.<br>Il problema è che l&#39;intelligenza non sempre madre natura la dona a tutti.<br>E mio parere personale, la toglie ai colletti bianchi.<br><br>Allora, secondo me un ingegnere, anche a laurea breve, può vincerne 200.<br>Non è il numero degli ingegneri, che perlopiù sono una brutta razza, ma l&#39;impegno e la passione.<br><br>Gli ingegneri italiani, e le aziende italiane, lavorano in piccole realt&agrave;, spesso aziende di famiglia, dove chi va in una cosa del genere ci va perchè gli piace.<br>Infatti, le grandi aziende, tipo l&#39;Alenia, sono solo piene di raccomandati, incapaci di fare qualsiasi cosa, che spesso danno il lavoro a ditte esterne, e parlo per esperienza diretta.<br><br>D&#39;altronde lo vedo gi&agrave; all&#39;universit&agrave;, io faccio parte di quel rango di ingegneri che mentre stava in aula, e ascoltava le lezioni, prendeva le idee del prof, le modificava, costruiva mentalmente cose nuove, e veniva bocciato agli esami perchè così facendo si distraeva, metteva del proprio in ciò che faceva.<br>Sono abituato ad inventare, uso la fantasia in ciò che faccio, e non mi reputo un ingegnere tipico, ma un inventore o un artigiano.<br>Moltissime aziende italiane sono piene di persone come me, in fondo siamo una nazione con il 95% di PMA, e secondo me è per questo.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Non saprei valutare il grado di competenza degli ingegneri italiani, inoltre mi sa che andiamo un pò OT.<br><br>Per quanto riguarda i moduli made in China a mio parere c&#39;è troppa prevenzione e certe voci che si sentono in giro sono fortemente influenzate dall&#39;ideologia e dagli interessi di bottega (o di stipendio).<br>La Cina è una galassia con realt&agrave; diversissime fra loro, le fabbriche con gli operai sfruttati esistono certo, ma ridurre tutto a questo e usarlo per suggerire una &quot;scelta etica&quot; di consumo non mi trova per nulla d&#39;accordo. Inoltre non è affatto vero che gli operai cinesi siano pagati pochissimo, o almeno non è vero sempre e comunque. Anzi in moltissime realt&agrave; il salto di reddito fra occupazione industriale e tradizionale agricola è tale che si assiste a veri e propri esodi e inurbanizzazioni al cui confronto la migrazione nord-sud dell&#39;Italia degli anni 50-60 appare come uno scherzo.<br>C&#39;è, è verissimo, un enorme differenza fra gli stipendi cinesi e quelli euroUSA, ma solo perchè è l&#39;intero costo della vita ad essere abnormemente differente e questo comporta un normalissimo e sacrosanto vantaggio competitivo per i cinesi, che col tempo si ridurr&agrave;. Inoltre se un miliardo di persone diventano dignitosamente agiate è tutto il commercio mondiale a giovarsene. Così come i russi oggi i cinesi diventeranno clienti importantissimi per molte attivit&agrave; e non solo &quot;schiavi&quot; da lavoro. E questo anche senza pensare a esportargli la triade (che l&agrave; farebbe una pessima fine mi s&agrave.<br>La componente di lavoro esiste anche nei pannelli FV, ma il prezzo resta in gran parte legato al costo del silicio e della lavorazione necessaria. Infatti i prezzi dei pannelli cinesi sono si inferiori, ma non c&#39;è certo l&#39;abisso di differenziale che possiamo vedere in molti altri campi. Inoltre in Cina è fortissima la spinta all&#39;evoluzione tecnologica e aziende come la Suntech power non si basano certo solo sul vantaggio del costo del lavoro, anzi&#33;<br>Tutto il mondo sa che il mercato del FV resta bloccato, a livello di prezzi, da un cartello non dichiarato fra le aziende euroUSAJapan che cercano di non farsi male a vicenda, la migliore speranza per rompere questo stato di fatto (e fare molte vittime in EuroUSA, ne siamo consci&#33 è l&#39;invasione mondiale di pannelli thinfilm di nuova generazione ai costi teoricamente realizzabili (0,5&#36;/W alla produzione in EuroUSA... quanto in Cina? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a8c2f550d4b69d3bf009d18555e49d8a.gif" alt=":huh:"> ).<br>Il possibile vantaggio di questa vera e propria rivoluzione energetica (che tra parentesi in Cina è anche un obiettivo per il mercato interno, vista la fame di energia del paese e i problemi del carbone&#33 supera ampiamente nella prospettiva futura il possibile danno alle aziende e maestranze euroUSA a mio parere. E tanto mi basta per dichiarare che da parte mia rifiuto recisamente qualunque ipotesi di boicottaggio o anche solo di &quot;scelta indirizzata&quot;.<br>Se parliamo di qualit&agrave; scarsa OK (ma v&agrave; provata, non supposta a priori&#33, ma sugli appelli alla solidariet&agrave; per la classe operaia non ci scommetterei troppo&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f466d3ae7e4fe7ad60e923cf6dbb31e.gif" alt=""><br>
                                            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                            Commenta


                                            • #23
                                              I moduli cinesi hanno un grande difetto fondamentalmente, bisogna pagarli in anticipo e questo, per il nostro sistema economico, è un grosso limite. Quando i cinesi cominceranno a curare una distribuzione in Italia con i magazzini da noi probabilmente i pannelli si affermeranno senza particolari problemi, oggi non è particolarmente conveniente perché il prezzo del prodotto Italiano e le condizioni di pagamento pareggiano l&#39;eventuale risparmio, soprattutto nei piccoli impianti.<br>Nella produzione, comunque, il costo della manodopera è marginale e quindi, come del resto sta avvenendo, le iniziative imprenditoriali nel settore stanno crescendo rapidamente. Con un investimento <i>modesto</i> si può realizzare una linea di produzione da 15/20 MW anno che permette di stare sul mercato ai prezzi attuali.<br>Le maldicenze sui prodotti cinesi sono comunque dovuti ad una difesa commerciale che non a dati reali.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Bellissimo discorso.<br><br>Il problema sta nel fatto che in cina non esiste un libero stato in un libero mercato.<br><br>Lì vengono abbattuti tutti i vincoli con l&#39;ambiente, l&#39;energia e lo sviluppo sostenibile.<br><br>L&#39;unica cosa che conta è il raggiungimento della condizione agiata subito, a qualsiasi costo, pocho importa se le citta cinesi sono circondate da centrali a carbone che anneriscono gli edifici, come se fosse londra dell&#39;ottocento.<br>Altra cosa, in cine ci sono 1,3 mld di persone, ed appena 300 milioni vivono con 300 euro mese, e solo 1 milione vive cojnh stipendi da europeo.<br>Certo, il costo della vita è diverso, ma lì se un lavoratore muore sul posto di lavoro, se gli viene un cancro perchè usano vernici al piombo, se ha ha una bambina e la lascia per strada, nessujno si preoccupa, e la buttano nel cassonetto.<br><br>In cina fanno questo in nome del nostro consumismo e del loro profitto.<br><br>Non parliamo di sacrosanti diritti, quando i cinesi avranno i nostri stessi diritti, e i nostri stessi doveri, allora potremo farci una concorrenza leale.<br><br>Altrimenti è come annaffiare l&#39;albero a cui verremo tutti impiccati

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nhio83 @ 10/2/2008, 14:48)</div><div id="quote" align="left">...Altrimenti è come annaffiare l&#39;albero a cui verremo tutti impiccati</div></div><br>Mi sembra il caso di dire: &quot;chi vivr&agrave; vedr&agrave;&quot; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3bd1662a4ae334bb8b51480af43e9d31.gif" alt=""><br>
                                                  “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                                                  O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nhio83 @ 10/2/2008, 14:48)</div><div id="quote" align="left"><span style="font-size:8pt;line-height:100%">Bellissimo discorso.<br><br>Il problema sta nel fatto che in cina non esiste un libero stato in un libero mercato.<br><br>Lì vengono abbattuti tutti i vincoli con l&#39;ambiente, l&#39;energia e lo sviluppo sostenibile.<br><br>L&#39;unica cosa che conta è il raggiungimento della condizione agiata subito, a qualsiasi costo, pocho importa se le citta cinesi sono circondate da centrali a carbone che anneriscono gli edifici, come se fosse londra dell&#39;ottocento.<br>Altra cosa, in cine ci sono 1,3 mld di persone, ed appena 300 milioni vivono con 300 euro mese, e solo 1 milione vive cojnh stipendi da europeo.<br>Certo, il costo della vita è diverso, ma lì se un lavoratore muore sul posto di lavoro, se gli viene un cancro perchè usano vernici al piombo, se ha ha una bambina e la lascia per strada, nessujno si preoccupa, e la buttano nel cassonetto.<br><br>In cina fanno questo in nome del nostro consumismo e del loro profitto.<br><br>Non parliamo di sacrosanti diritti, quando i cinesi avranno i nostri stessi diritti, e i nostri stessi doveri, allora potremo farci una concorrenza leale.<br><br>Altrimenti è come annaffiare l&#39;albero a cui verremo tutti impiccati</span></div></div><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/be62a4a891eefad6e4adddba4af479f3.gif" alt="image"><br><br><span style="font-size:14pt;line-height:100%">QUANDO LA CINA SI SVEGLIERA&#39;, TUTTO IL MONDO TREMERA&#39;. (NAPOLEONE - LENIN)</span><br><br><a href="http://www.teatronaturale.it/articolo/1523.html" target="_blank">http://www.teatronaturale.it/articolo/1523.html</a><br>

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      P.S.<br>l&#39;unica salvezza è diventare cinesi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c67abe5336b070a879de1e6b221e9357.gif" alt="">

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        si io dovrei starci bene con gli occhi a amndorla

                                                        Commenta

                                                        Attendi un attimo...
                                                        X
                                                        TOP100-SOLAR