adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fissaggio staffe su tetto cemento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • nhio83
    ha risposto
    Bucare la tegola sempre dannoso.<br>La piu importante erosione sulle tegole quella data da lo sbalzo termico, provoca crepe sulle tegole, spesso all&#39;altezza del colmo, per cui un foro, sul colmo aumenta in maniera esponenziale il pericolo di far spaccare la tegola.<br><br>Quello da fare, aplicare le staffe a &quot;S&quot; come si dice in ghergo, sulla soletta di cemento, poi si rincrastano le tegole.<br><br>

    Lascia un commento:


  • ciosforo
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nemociccio @ 14/3/2008, 20:30)</div><div id="quote" align="left">Ottima richiesta lukabos. Per ciosforo: credo anch&#39;io che sia la soluzione migliore. Per silicone intendi silicone bituminoso vero? Andrebbe bene secondo te si asulla guaina ardesiata che sulla guaina bituminosa?</div></div><br>Confermo il bituminoso, per similitudine di materiali (su guaine bituminose).per dilatazioni uguali e fusione omogenea.<br>Poi, tra vent&#39;anni......chissa cosa succede&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f3ac2741a82e662df104c1f6c80a8c7d.gif" alt="image"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e42997aec87ec26ceace057e82d83eb4.gif" alt="image"><br>

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    Ottima richiesta lukabos. Per ciosforo: credo anch&#39;io che sia la soluzione migliore. Per silicone intendi silicone bituminoso vero? Andrebbe bene secondo te si asulla guaina ardesiata che sulla guaina bituminosa?

    Lascia un commento:


  • ciosforo
    ha risposto
    Per quanto di mia conoscenza il miglior modo di fissaggio (ad oggi) quello delle zanche da far passare tra tegola e tegola, affinche la tegola appunto rimanga intatta,e quindi resistente per molti anni.<br>La guaina sottotegola, in carta catramatao ardesiata, non ha funzioni protettive dall&#39;acqua (in prima battuta), ma questo spetta alla tegola.<br>Ha certamente funzione di ulteriore sicurezza dalle infiltrazioni, qualora il manto delle tegole non integro (coppo spostato o rotto).che comunque impone in ogni caso alla consueta manutenzione delle coperture, come prassi.<br>Infine se io fisso le zanche sottotegola, avendo l&#39;avvertenza di iniettare del silicone sotto la zona della zanca che viene premuta dal bullone di serraggio, sicuramente mantengo quel grado di sicurezza sufficiente all&#39;impermeabilizzazione, alla luce dei prodotti al momento reperibili in commercio. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f7e4d71dbb88644474f90337e225b1d5.gif" alt="image">

    Lascia un commento:


  • lukabos
    ha risposto
    molto belle le foto di sechi&#33;<br>qualcuno ha foto di sistemi che vanno invece ancorati alla soletta, quindi sottotegola?<br><br>ciao...

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    Certo, nn certo quello il problema&#33;

    Lascia un commento:


  • Archimede2007
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (giorgio demurtas @ 8/3/2008, 15:19)</div><div id="quote" align="left">Domanda:<br>Se facendo il foro nella soletta (per il tassello chimico) arrivo alla pignata? la resina non mi cola sotto&#33; Come si fa? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b9aa536ad0702effebed020cb6d5e60d.gif" alt="image"></div></div><br>Usi la stessa &quot;calza&quot; che si usa per mettere i tasselli in resina nei forati.<br><br>

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (giorgio demurtas @ 8/3/2008, 15:19)</div><div id="quote" align="left">dura 20 anni una guaina? Se esposta al sole credo di no, ma se sotto le tegole credo di si.<br>Non sono un esperto di tetti, ma con un p di logica, mi sembra che il deterioramento delle guaine sia dovuto principalmente al sole.<br>Se sta protetta dal sole dura.<br><br>Ricapitolando:<br>Il foro sulla soletta ci va per forza, quindi si ripristina con un p di guaina liquida (tipo mapelastic) sotto la piastra, e sopra.<br>Se hai forato anche la tegola, cercare di far capitare i fori in corrispondenza del pannello, cos che siano protetti da sole e acqua.<br><br>Domanda:<br>Se facendo il foro nella soletta (per il tassello chimico) arrivo alla pignata? la resina non mi cola sotto&#33; Come si fa? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bba844fe9a1e2415c68e95cafc8e899a.gif" alt="image"></div></div><br>Sono daccordo con te sul discorso dell&#39;esposizione al sole della guaina. Per quanto riguarda la pignata credo che un po di attenzione e &quot;calcoli&quot; si riesce a beccare il travetto. Per quanto riguarda il foro sulla tegola credo che sia da scongiurare (ci sono i ezzi per evitarlo) ed una domada sul mapelastic: ...ha la stessa efficienza e durata della guaina? e poi solo per guaine bituminose o anche ardesiate?..Grazie

    Lascia un commento:


  • giorgio demurtas
    ha risposto
    dura 20 anni una guaina? Se esposta al sole credo di no, ma se sotto le tegole credo di si.<br>Non sono un esperto di tetti, ma con un p di logica, mi sembra che il deterioramento delle guaine sia dovuto principalmente al sole.<br>Se sta protetta dal sole dura.<br><br>Ricapitolando:<br>Il foro sulla soletta ci va per forza, quindi si ripristina con un p di guaina liquida (tipo mapelastic) sotto la piastra, e sopra.<br>Se hai forato anche la tegola, cercare di far capitare i fori in corrispondenza del pannello, cos che siano protetti da sole e acqua.<br><br>Domanda:<br>Se facendo il foro nella soletta (per il tassello chimico) arrivo alla pignata? la resina non mi cola sotto&#33; Come si fa? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a987ccaccb14d9a624bcfbfde9666d82.gif" alt="image">

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (kead @ 8/3/2008, 13:46)</div><div id="quote" align="left">Non sono in grado di consigliarti una marca specifica... dovrei sentire il mio lattoniere per poterti dire qualcosa.<br>Cmq se vuoi il mio consiglio, fatti posare i pannelli dal tuo installatore che te li fornisce ma durante l&#39;installazione, fai ripristinare la copertura ed eventuali fori ad un guainista o un lattoniere di fiducia...<br>Ciao</div></div><br>Seguiro il tuo consiglio. Grazie mille

    Lascia un commento:


  • kead
    ha risposto
    Non sono in grado di consigliarti una marca specifica... dovrei sentire il mio lattoniere per poterti dire qualcosa.<br>Cmq se vuoi il mio consiglio, fatti posare i pannelli dal tuo installatore che te li fornisce ma durante l&#39;installazione, fai ripristinare la copertura ed eventuali fori ad un guainista o un lattoniere di fiducia...<br>Ciao

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    Mi rendo conto della delicatezza dell&#39;operazione e di certo mi sarei affidato a gente esperta del settore. Fai riferimento ad un silicone di ottima marca. Non so se si puo fare qui il nome della marca. Io mi azzardo ; ti riferisci per caso al silicone bituminoso della Fischer?. Mi hanno detto che ha un ottima proprieta sigillante ed ha il preggiodi mantenersi plastico e quindi andare ad occupare sempre eventuali crepe dovute alle dilatzioni. Tu cosa si dirmi?. In tutti i modi si riesce a fare dei ripristini da parte di gente espereta del settore? Grazie

    Lascia un commento:


  • kead
    ha risposto
    Ci sono alcuni tipi di fissaggi da passare e incastrare sotto tegola, ma vanno bene nel caso si abbiano tegole &quot;pesanti&quot; in cemento. Nel caso tu abbia una copertura in coppi di laterizio, magari posati senza malta e con incastro su tetto ventilato, questi tipi di fissaggi sarebbero inutili.<br>Nel caso si decida per di forare la struttura sino ad ancorarsi al solaio o al travetto portante, si andrebbe per forza a bucare l&#39;impermeabilizzazione (realizzata dal solo manto di copertura, da una guaina ardesiata o da una barriera vapore). In questo caso il ripristino molto difficile. Si puo chiudere il foro con i vari prodotti presenti in commercio ma purtroppo quasi tutti, col tempo e le interperie, tendono a perdere la loro elasticit&agrave; e, a contatto con la barra in ferrro e le sue continue espansioni, divantano molto probabili formazioni di crepe con conseguente pericolo di infiltrazione.<br>Forse tra tutti i sigillanti presenti in commercio mi verrebbe da consigliare un silicone per lattoniere di ottima marca. Le guaine liquide sono piu adatte ad aderire ai laterizi e ai cementizi.<br>In ogni caso, un intervento del genere, necessita di grande attenzione, preparazione e manutenzione. Forse un lavoro del genere e&#39; meglio lasciarlo fare ad un impresa edile insieme ad un buon lattoniere.

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    Grazie kead quindi tu ritieni che se si volesse fare un&#39;istallazione su tetto non ci sono al momento sistemi afficaci per 20 anni? Non trascurare il fatto cmq che se le staffe sagomate iin commercio su cui istallare i profilati di supporto dei moduli, lasciato inalterata la funzione protettiva del manto di copertura delle tegole ( le tegole in sostanza non vengono forate e vengono riposizionate nella posizione ottimale); quindi in realta la guaina deve tenere (credo) all&#39;umidit&agrave; piu che all&#39;acqua. Ho fatto un giro di telefonate a casa produttrici di ancoranti ed ho osposto il problema. Cosa pensi di una soluzione di questo tipo: 1) foro nel travetto 2)ancorante chimico con barra filettata 3)sigillante con silicone bituminoso fra guaina e piastra della staffa 4) altro sigillante sopra la piastra della staffa attorno al dado e rosetta. Tutto questo se la guaina bituminosa. Mi chiedo e se la guaina del tipo ardesiata?

    Lascia un commento:


  • kead
    ha risposto
    Salve a tutti, sono un geometra direttore di cantiere e mi permetto di inserirmi in questa discussione che trovo molto interessante.<br>Sto cercando e studiando un po tutti i sistemi di fissaggio esistenti per i pannelli poiche molti di essi non mi convincono molto.<br>Forare le guaine di un tetto non e&#39; una cosa saggi&agrave;. Ci sono pochissimi prodotti (guaine liquide) che garantiscono un buon ripristino e una sicura tenuta nel tempo, ma anche questi non sono di certo garantiti per 20 o piu anni...<br>Spesso la posa dei pannelli viene eseguita da elettricisti o persone non molto preparate a gestire la delicatezza di una copertura e perci, l&#39;utilizzio di sitemi o materiali sbagliati, potrebbe nel giro di poco tempo portare sensebili danni a diversi fabbricati.<br>C&#39; poco da scherzare con l&#39;acqua... ve lo dice uno che ne ha gi&agrave; &quot;ribaltati&quot; parecchi di tetti... anche nuovi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/946212dea5685b58f577db56eca76114.gif" alt="h34r:"><br><br>Esiste gi&agrave; una discussione sui sistemi di fissaggio?

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    [<br>Sconsiglio fortemente questa metodologia. Ci sono staffe che permettono di non forare le tegole e passano fra una tegola e l&#39;altra mantenendo l&#39;impermeabilizzazione. Si fissano con i tasselli chimici sulla soletta e poi si ripristina la guaina. Forare le tegole prima o poi comporta problemi di infiltrazioni.<br>[/QUOTE]<br>Sono daccordo con te. Ok per il tassello chimico, ma per il ripristino della guaina ci sono prodotto particolari? SE si, chi li produce?..Ho sentito parlare di siliconi bituminati. Sono idonei? E se la guaina del tipo ardesiata come si procede?<br>Grazie<br><br><br>[/QUOTE]<br>Sconsiglio fortemente questa metodologia. Ci sono staffe che permettono di non forare le tegole e passano fra una tegola e l&#39;altra mantenendo l&#39;impermeabilizzazione. Si fissano con i tasselli chimici sulla soletta e poi si ripristina la guaina. Forare le tegole prima o poi comporta problemi di infiltrazioni.<br>[/QUOTE]<br>Sono daccordo con te. Ok per il tassello chimico, ma per il ripristino della guaina ci sono prodotto particolari? SE si, chi li produce?..Ho sentito parlare di siliconi bituminati. Sono idonei? E se la guaina del tipo ardesiata come si procede?<br>Grazie

    Lascia un commento:


  • giorgio demurtas
    ha risposto
    Io ho fatto come sechi58, ma con una barra filettata zincata da 16 mm, inghisata direttamente con resina bicomponente.<br>Secondo me non c&#39; problema a forare le tegole. Nel caso sarebbe ancora meglio che il foro venga realizzato nel punto giusto, cio in modo che il pannello FV lo protegga dalla pioggia. E ovviamente forare il colmo&#33;<br>

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (nemociccio @ 7/3/2008, 11:46)</div><div id="quote" align="left">Grazie Sechi, questa una procedura consolidata oppure una &quot;idea&quot; del tuo installatore? Sono un po dubbioso sul fatto di forare la tegola&#33; Che tu sappia ci sono altre soluzioni? Grazie e saluti.</div></div><br>Sconsiglio fortemente questa metodologia. Ci sono staffe che permettono di non forare le tegole e passano fra una tegola e l&#39;altra mantenendo l&#39;impermeabilizzazione. Si fissano con i tasselli chimici sulla soletta e poi si ripristina la guaina. Forare le tegole prima o poi comporta problemi di infiltrazioni.

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha risposto
    Grazie Sechi, questa una procedura consolidata oppure una &quot;idea&quot; del tuo installatore? Sono un po dubbioso sul fatto di forare la tegola&#33; Che tu sappia ci sono altre soluzioni? Grazie e saluti.

    Lascia un commento:


  • sechi58
    ha risposto
    Ho il tetto in laterizio con guaina coibentante e tegole in cemento.<br><br>La procedura di installazione stata:<br><br>prima hanno forato la tegola sul colmo, poi hanno forato la guaina e la gettata in cemento, successivamente ,con un compressore hanno ripulito il foro dalle polveri e vi hanno inserito del prodotto chimico con un tassello in acciaio inossidabile.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4b99d6f7d0c209f74961fae1704da968.jpg" alt="image"><br><br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eda043da6a8377179bfa4378e404e269.jpg" alt="image"><br><br>il foro viene completamente riempito e dopo sulla tegola si applica del catrame liquido.<br><br>Al momento, questo il primo inverno, non ho riscontrato infiltrazioni di acqua. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/837ab38e4276d9adf3423710dfeba3eb.gif" alt=""><br><br>ciao

    Lascia un commento:


  • nemociccio
    ha iniziato la discussione Fissaggio staffe su tetto cemento

    Fissaggio staffe su tetto cemento

    Sul mercato ci sono un&#39;infinita di modi per fissare i moduli fotovoltaici su di un tetto a falde con coperture in tegole. Il tutto sta nello scegliere la staffa giusta sagomata per la tegole in questione. Ma il problema del fissaggio dell staffa nessuno lo esamina, o meglio leggo solo soluzioni per tetti in legno sotto le tegole (uso di normali viti a legno). Ma nel caso in cui il tetto fatto con travetti tra i quali poggiano i laterizi, gettata di cemento, guaina coibentante, come si fissa la staffa e cosa si usa per salvaguardare la coibentazione visto che la guaina andr&agrave; forata?<br>Grazie infinitamente
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR