adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

dimensionamento impianto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • dimensionamento impianto

    Vorrei fare un impianto fotovoltaico con il conto energia.<br>Avrei poi intenzione di fare il riscaldamento elettrico quindi i consumo poi saranno maggiori di quelli che ho ora.<br>Quindi per il conto energia posso fare una previsione di quello che consmerò o l&#39;impianto viene calcolato su quanto consumo ora.<br>

  • #2
    Ciao&#33;<br><br>l&#39;impianto puoi dimensionarlo come vuoi, tenuto conto dello spazio che hai a disposizione per i moduli fotovoltaici e, cosa non da poco, delle risorse economiche che vuoi impegnare&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Il punto di partenza è comunque il tuo fabbisogno poi se vuoi puoi aumentare la &quot;potenza&quot; dell&#39;impianto con una previsione di &quot;X&quot; KWh da consumare in più per il riscaldamento.<br><br>Comunque fai l&#39;impianto perchè è una soddisfazione incredibile&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>ciao<br><br >luciano<br><br>
    luciano - Impianto fotovoltaico da 5,25 in DRESANO - MI
    “Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita” A. Einstein

    Commenta


    • #3
      però ho ancora dei dubbi se sovrastimo il mio fabbisogno elettrico quello che produco in più mi viene comunque pagato con il conto energia?<br>O i rimborsi sono solo per quello che realmente consumo.<br>So ad esempio che quello che produco in pi va a credito e deve essere utilizzato nei tre anni successivi e dopo i 20 anni che succede?<br>Grazie dei consigli.

      Commenta


      • #4
        Ciao r.r.&#33;<br>il riscaldamento elettrico è il meno conveniente di tutti&#33;<br><br>Per riscaldare una casa tradizionale di 100m², al nord hai necessit&agrave; di circa 5,5kW di calore...nel tuo caso di circa 5,5kW di elettricit&agrave;.<br>Quabti pannelli devi mettere?diciamo, facendo i conti della serva, almeno 45m².<br>Ma è veramente così?No&#33;<br>Produrre 5,5kW istantanei non è per niente facile...soprattutto in inverno quando il sole scarseggia...a meno che tu non voglia aumentare i m² installati e ppter produrre il energia elettrica sufficiente anche nelle mezze stagioni.<br>E di notte che succede?Ti devi arrangiare ben bene.<br><br>Sicuramente tu puoi integrare un riscaldamento tradizionale o alternativo con uno elettrico con produzione totale da pannello fotovoltaico...ma integrare non significa che puoi fare a meno di un caminetto...di una caldaietta...o dell&#39;enel&#33;<br><br>E non entriamo nell&#39;argomento dei costi dell&#39;impianto...altra nota dolente...ma effettivamente le cose belle si pagano care&#33;

        Commenta


        • #5
          Produrre 5,5kW istantanei non è per niente facile...soprattutto in inverno quando il sole scarseggia...a meno che tu non voglia aumentare i m² installati e ppter produrre il energia elettrica sufficiente anche nelle mezze stagioni.<br>E di notte che succede?Ti devi arrangiare ben bene.<br><br>Prende l&#39;energia dall&#39;enel ... ovviamente<br>Se hai le risorse economiche e lo spazio fallo l&#39;impianto ne vale la pena .<br>Ciao ed auguri<br>russo

          Commenta


          • #6
            Ciao,<br>secondo la mia esperienza personale, realizzando un impianto fotovoltaico, conviene riscaldare casa con l&#39;energia elettrica&#33;&#33;<br>Per dimensionare l&#39;impianto (se vuoi procedere con il riscaldamento &quot;elettrico&quot, tieni conto dei consumi attuali e maggiorali di un buon 30%.<br>Io ho installato 3 condizionatori in classe A con pompa di calore e quest&#39;anno ho praticamente spento la caldaia a metano&#33;<br>Se a fine anno dovessi constatare che l&#39;energia prodotta non è sufficiente, puoi sempre pensare di ampliare l&#39;impianto o pagare la differenza all&#39;ENEL per l&#39;energia prelevata.<br>Tieni presente questi vantaggi:<br>1) tutta l&#39;energia che produci ti viene incentivata<br>2) tramite lo &quot;scambio sul posto&quot; risparmi sulla bolletta ENEL (e se produci di più ti puoi &quot;permettere&quot; di usare anche il forno a microonde/elettrico, lo scaldabagno ecc)<br>3) risparmi sul consumo di metano (che è enorme...)<br>4) ... non inquini <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2c98b9dda3f57f6f495b6effefd0a912.gif" alt=""><br><br>Per lo meno questa è la mia esperienza dopo 13 mesi di fotovoltaico.<br>Ciao&#33;
            Impianto da 1.5 KWp, 7 pannelli Sanyo HIT215 + Inverter Fronius IG15 ROMA - Orient: SudEst - Tilt 30°

            www.lollo71.it

            Commenta


            • #7
              Ciao...<br><br>concordo pienamente con lollo71&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>io ho un impianto da 5.25 in esercizio dal 2 luglio 2007 (NCE) e voglio vedere, al compimento dell&#39;anno, il saldo dell&#39;energia con Enel.<br><br>L&#39;intenzione è quella di sostituire i 2 &quot;vecchi&quot; condizionatori con 2 nuovi condizionatori con pompa di calore da mettere &quot;in aiuto&quot; al riscaldamento fornito dalla caldaia a gas metano....<br><br>speriamo di riuscirci&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Ciao&#33;&#33 ;<br><br>luciano<br><br>
              luciano - Impianto fotovoltaico da 5,25 in DRESANO - MI
              “Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita” A. Einstein

              Commenta


              • #8
                considera poi che una pompa di calore consuma solamente circa un terzo di energia elettrica rispetto all&#39;energia termica erogata

                Commenta


                • #9
                  Concordo con quanti suggeriscono il riscaldamento a pompa di calore.<br>In Giappone la casa &quot;tutta elettrica&quot; è una realt&agrave; da anni.<br><br>Ci sono oggi condizionatori ultra &quot;risparmiosi&quot; (es. tipo kirigamine o altri) che necessitano veramente dipoca energia.<br><br>Ciao

                  Commenta


                  • #10
                    concordo con chi sostiene che si può ridurre i costi di gas scaldandosi con l&#39;elettricit&agrave;.. a me sarebbe bastato installare un 2880wp ma ho fatto un 4320, ho messo un boiler rapido elettrico sotto la cucina per la sanitaria e un pompa di calore classe a (c.o.p. 1 a 4) per scaldare l&#39;acqua da inserire nell&#39;impianto a termosifoni e seppure produco acqua a temperatura 45/50° max ho notato un notevole risparmio sulle bollette del gas (nei periodi freddi integro con caldaia a condensazione).<br>a fine gennaio i miei contatori segnavano circa 1500 kwh prelevati e 600 kwh immessi; oggi 1750kwh prelevati e 1200 kwh immessi,(stò recuperando) tenendo sempre conto che l&#39;incentivo è totale il mio obbiettivo è quello di spostare tutte le mie utenza possibili in elettrico fino ad arrivare a consumare tutto il prodotto in eccesso (la memoria enel è comunque 3 anni)

                    Commenta


                    • #11
                      Concordo pienamente: se si ha tetto a disposizione, ben esposto, soprattutto senza ombre, senza problemi economici o con la possibilit&agrave; di accedere a finanziamenti, va sfruttata l&#39;occasione del momento.<br>Io ho realizzato per me (oltre che per altri) un impianto fotovoltaico da 14,58 kWp sul tetto del mio fabbricato, è in funzione dal 25 Maggio 2007 e mi ha prodotto ad oggi 16360 kWh.<br>Al compimento del primo anno di vita dovrebbe produrre circa 18500 kWh che corrispondono ad un incentivo annuo di circa 8300€ SENZA CONSIDERARE IL RISPARMIO IN BOLLETTA DELL&#39; ENERGIA.<br>Logicamente ho eliminato il metano e ho tutto elettrico.<br>Anche nel caso dovessi (e non è il mio caso) consumare meno di quanto produco, io rientro dall&#39;investimento in un tempo decente SOLO CON L&#39;INCENTIVO, perciò se ne dovessi lasciare una parte e non consumarla enro i fatidici 3 anni, non sarebbe poi un enorme problema... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/df1b2412b946b518685bec6927c65c7a.gif" alt=""><br><br>

                      Commenta


                      • #12
                        Io concordo solo in parte... certo è che avere un impianto FV e riscaldarsi con una pompa di calore elettrica è forse la soluzione migliore... però... è sempre uno spreco... considerando quando meno costa il metano... certo in zone non raggiunte dal metano... non ci sono dubbi di sorta... se invece parliamo di fare una casa ex-novo... può essere un'idea anche quella di non fare l'impianto a metano... e usare solo l'energia elettrica... Ma per chi ha gi

                        Commenta


                        • #13
                          mi dirai tra qualche anno quanto costerà il metano....
                          questa frase, mi ricordo, la dissi circa 4 anni fa quando mi proponevano l'installazione di una caldaia a metano....(all'epoca il costo a mc era di circa 0,45 euro, ora siamo a ridosso di 0,70), se continua così, tra 4/5 anni vedremo il metano a circa 1 euro al mc...
                          se puoi considero che l'impianto fv alla fine non mi costa nulla (incasso l'incentivo), perchè mai dovrei essere così masochista e continuare a pagare il metano?

                          Commenta


                          • #14
                            attualmente consumo circa 4600-4700 kwh annui
                            il mio piano di abbattimento delle bollette energetiche prevede (e vorrei commenti, suggerimenti, ecc.):solare termico per produzione ACS (incluso lavastovilgie e lavatrice), così riduco di circa 2500 kwh il fabbisogno, installazione di pompe di calore per la climatizzazione dei vari locali (circa 25 kw termici, integrati da caminetto e stufa pellet), impianto fv da circa 5 kwp su inseguitore solare 2 assi

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X
                            TOP100-SOLAR