annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Affittare il tetto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Affittare il tetto

    Salve,<br>mi sembra di aver sentito una soluzione del genere. Invece di invesitre 20K euro per un impianto fotovoltaico, si potrebbe fare cosi&#39;:<br><br>- il proprietario di un tetto, concede ad una ditta la possibilita&#39; di installare un impianto fotovoltaico<br>- il proprietario smette di pagare la bolletta dell&#39;enel<br>- la ditta recupera il costo dell&#39;impianto potendo usufrire del conto energia per 20 anni<br><br>Dopo 20 anni il proprietario viene in possesso dell&#39;impianto.<br><br>In questo caso oltre a guadagnarci tutti (ditta e proprietario) si genera un legame tra le due parti: la ditta ha tutto l&#39;interesse a fare un impianto in modo ottimale perche&#39; se non e&#39; fatto bene e&#39; lei stessa a rimetterci.<br><br>Esiste da qualche parte una soluzione simile?<br><br>Grazie,<br>M

  • #2
    Qualcosa di simile<br><a href="http://www.ageassalerno.net/bandifinanziamenti.htm" target="_blank">link</a>

    Commenta


    • #3
      una valutazione a pelle .. mi sembra sconveniente per la ditta

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (david&#45;one @ 5/4/2008, 20:16)</div><div id="quote" align="left">una valutazione a pelle .. mi sembra sconveniente per la ditta</div></div><br>troppo vantaggioso per chi offre il tetto...

        Commenta


        • #5
          Qui al sud siamo abituati a sperperare i soldi dei contribuenti.

          Commenta


          • #6
            Pero&#39; per la ditta i costi di fare l&#39;impianto sono nettamente inferiori, quindi amortizza molto prima il costo. Cieo&#39; se il privato che sborsa 20mila euro rientrera&#39; nellinvestimento solo dopo 9/10 anni, la ditta rientra prima e fino a 20 anni e&#39; tutto guadagnato.<br><br>Mi sembra un buon investimento.<br>M

            Commenta


            • #7
              Se la ditta ed il tetto hanno lo stesso proprietario&quot;persona fisica&quot; secondo me conveniente, infatti stavo pensando di fare cos se la legge lo permette.<br>Bisogna che mi informi sulla posibilit&agrave; di detrarre l&#39;impanto dalle tasse ed avere il rimborso iva.

              Commenta


              • #8
                per me la soluzione pi equilibrata la seguente: la ditta fa l&#39;impianto per il proprietario dell&#39;immobile che diviene proprietario anche dell&#39;impianto e ususfruisce del CE, il pagamento dell&#39;impianto viene effettuato con cessione del credito del CE, pi il pagamento di una tariffa agevolata (direi uno 0,10/kwh)

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (criccux @ 6/4/2008, 20:04)</div><div id="quote" align="left">per me la soluzione pi equilibrata la seguente: la ditta fa l&#39;impianto per il proprietario dell&#39;immobile che diviene proprietario anche dell&#39;impianto e ususfruisce del CE, il pagamento dell&#39;impianto viene effettuato con cessione del credito del CE, pi il pagamento di una tariffa agevolata (direi uno 0,10/kwh)</div></div><br>ciao criccux,<br>domanda : piu&#39; equilibrata per chi?<br>A chi da il tetto nn rimane niente..........e, per chi lo fa, il pagamento avviene a lungo termine. Che convenienza ha ?<br>ciao<br>car.boni
                  Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                  Commenta


                  • #10
                    ciao car, vedi che fra quelle prospettate la pi equilibrata??? ehehe&#33;&#33;<br>scherzi a parte, per il proprietario pagare 0,10 invece di 0,20 vuol dire dimezzare il costo energetico, per chi fa l&#39;impianto ha la stessa convenienza di un contratto di cessione, visto che prende il contributo pi 0,10 come se vendesse all&#39;enel, direi che ottima come soluzione, o no?? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/06025769dd5476d7f7ce4a5f26e318ba.gif" alt=""><br><br>se consideri inoltre che la tariffa enel destinata ad aumentare, la convenienza ancora maggiore <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/10e6294a39d5afcb4a78c5324f49df0d.gif" alt="">

                    Commenta


                    • #11
                      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (criccux @ 6/4/2008, 20:33)</div><div id="quote" align="left">ciao car, vedi che fra quelle prospettate la pi equilibrata??? ehehe&#33;&#33;<br>scherzi a parte, per il proprietario pagare 0,10 invece di 0,20 vuol dire dimezzare il costo energetico, per chi fa l&#39;impianto ha la stessa convenienza di un contratto di cessione, visto che prende il contributo pi 0,10 come se vendesse all&#39;enel, direi che ottima come soluzione, o no?? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6b703baa0b67ace68ef79301efbaaad4.gif" alt=""><br><br>se consideri inoltre che la tariffa enel destinata ad aumentare, la convenienza ancora maggiore <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/beb65e7d29408e43049e7ef824c8b4ba.gif" alt=""></div></div><br>ciao.<br>mah........in questa ipotesi mancano i costi finanziari dell&#39;operazione che vengono sobbarcati in toto da chi fa l&#39;impianto e che si mangiano buona parte degli introiti, poi le tasse...................<br>Per abitudine nn faccio mai troppo affidamento su cio&#39; che sara&#39; un domani e men che meno sulle tariffe energetiche.<br><br>PS il tutto amettendo che si possa cedere il contributo CE a terzi..............qui ho sei dubbi<br>ciao<br>car.boni
                      Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                      Commenta


                      • #12
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (criccux @ 6/4/2008, 20:33)</div><div id="quote" align="left">ciao car, vedi che fra quelle prospettate la pi equilibrata??? ehehe&#33;&#33;<br>scherzi a parte, per il proprietario pagare 0,10 invece di 0,20 vuol dire dimezzare il costo energetico, per chi fa l&#39;impianto ha la stessa convenienza di un contratto di cessione, visto che prende il contributo pi 0,10 come se vendesse all&#39;enel, direi che ottima come soluzione, o no?? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eea0b76086055f1ca300721057a08367.gif" alt=""><br><br>se consideri inoltre che la tariffa enel destinata ad aumentare, la convenienza ancora maggiore <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e26ef1c978baac93e6f02fe0a4e7b971.gif" alt=""></div></div><br>Caro Criccux, vedi quanto poco conosci la materia, informati. Per diventare operatore sul mercato elettrico e rendere la cosa economicamente sostenibile devi installare almeno 50 MW. Invece di sparare a caso non sarebbe meglio, prima di dare consigli, studiare la materia?

                        Commenta


                        • #13
                          car, qui si vede se chi fa l&#39;impianto ha le palle, secondo me i margini ci sono, anche con un finanziamento, ai costi attuali. e non sto parlando di diventare operatore di mercato, (come dice qualcuno che non ha capito un piffero ma dice la sua lo stesso per il gusto di darmi addosso),<br>sto dicendo che come corrispettivo dell&#39;impianto mi cede il credito CE pi 0,10a kwh utilizzato, con un contratto privato del tutto disgiunto dal contratto con enel per il contributo, che quindi non si configura come pagamento di energia ma come pagamento dell&#39;impianto, chiaro??<br>tu snap non ci provare neanche a capirlo, troppo complesso per le tue limitate conoscenze <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/350e51fa0420e68f8b2888d945540afa.gif" alt=":P"><br><br>guarda car.boni, questo potrebbe essere il prospetto ecenomico dell&#39;investimento per un impianto da 3kwp, a costo installatore (poi vedi tu se il costo accettabile):<br>Valutazione investimento<br> A<br>Tasso 6,00%<br>N Annualit&agrave; 20<br>Importo finanziamento 13.500,00<br>Rata annua - 1.176,99<br><br><br>Costo kwp 4.500,00<br>Impianto kwp 3,00<br>Produzione annua kwh/kwp 1300<br>Produzione annua totale kwh 3900<br>Prezzo kwh 0,59<br>Incasso annuo 2.301,00<br><br>Utile annuo 1.124,01<br>Utile complessivo (20 anni) 22.480,17<br>Tasso rendita 8,33%<br><br><br>se ritieni qualche dato non corretto dimmelo che lo rivediamo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4cfbccc3843431cc95e56a129080fdd4.gif" alt="">

                          Commenta


                          • #14
                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (criccux @ 6/4/2008, 20:50)</div><div id="quote" align="left">sto dicendo che come corrispettivo dell&#39;impianto mi cede il credito CE pi 0,10a kwh utilizzato, con un contratto privato del tutto disgiunto dal contratto con enel per il contributo, che quindi non si configura come pagamento di energia ma come pagamento dell&#39;impianto, chiaro??</div></div><br>ribadisco un vecchio concetto : partendo dal regolamento del CE che prevede cose certe in poche righe, tutto cio&#39; che va contro a queste linee, secondo me, e&#39; illegale.<br>L&#39;altro aspetto riguarda la delicatezza con cui bisogna trattare i contributi pubblici e l&#39; ufficio dell&#39;entrate, e nn solo loro, sono alla ricerca di materiale imponibile.<br>Quindi tutto cio&#39; che si sente e si sta inventando in questo periodo nn e&#39; ancora passato al vaglio degli uffici tributari.<br>Personalmente consiglerei molta prudenza.<br>ciao<br>car.boni<br><br>Criccux, nn entro nel merito del conteggio anche se 0.59 /kWh mi sembrano tantini..................<br>Cio&#39; che contesto e&#39; tutto il sistema.<br>Qui si sta facendo un commercio che e&#39; al limite della legalita&#39; e, ripeto, quando ci sono di mezzo soldi pubblici le &quot;orecchie&quot; vanno tenute ancor piu&#39; dritte.<br>Poi uno fa come vuole.........<br>ciao<br>car.boni<br><br><span class="edit">Edited by car.boni - 6/4/2008, 21:04</span>
                            Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                            Commenta


                            • #15
                              guarda car.boni che sono due cose ben distinte:<br><br>1) rapporto utente - CE<br>2) rapporto utente fornitore impianto<br><br>come l&#39;utente paga il fornitore dell&#39;impianto, e so lo paga o no, non materia di competenza del CE, ed legalissimo. se la cessione del credito che ti d&agrave; dei problemi, la eliminiamo e la sostituiamo con una fideiussione, alla fine il risultato uguale<br><br>0,59 dato da 0,49 (contr.&lt;3kwp integrato) pi 0,10 dal cliente<br><br>quello che ti sembra strano alla fine solo la quantificazione del corretto pagamento di un impianto<br><br>io credo che una volta messo in moto il meccanismo, poi si pu consultare un commercialista per una corretta stesura del contratto<br><br>lo stesso chiaramente per ottimizzare la parte fiscale

                              Commenta


                              • #16
                                Nn creiamo ora una polemica inutile, aspettiamo, il tempo e&#39; galantuomo, diamogli un annetto e se ci saranno dei &quot;nodi &quot; verranno sicuramente al pettine.<br>ciao<br>car.boni
                                Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                Commenta


                                • #17
                                  nessuna polemica credimi, solo un confronto per valutare alcune opportunit&agrave;&#33; ciao <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/642bad99f5478515bdf5294fa1df5393.gif" alt=""><br><br>vedi car.boni, quello che dice: &quot;si giusto&quot; fa piacere, per quello che serve veramente quello che ti pone dei problemi sensati, l&#39;&quot;avvocato del diavolo&quot;, in modo che si veda insieme come risolverli <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/35e7208614ff64c22544e7d16aea982b.gif" alt="">

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ti ringrazio, ma sono arrivato a certe considerazioni perche&#39; con i soldi e contributi pubblici ne ho viste di cotte e di crude.<br>Rimandendo nella mia Regione, sull&#39;olio, sulle cooperative floricole, sul vino e quanti altri in altri settori hanno preso contributi ci sono sempre stati mille problemi ed indagati con restituzione di quanto percepito.<br>Quelli che hanno avuto fastidi sono quelli che hanno &quot;interpretato&quot; le norme. Questo e&#39; il dato.<br>Ora il FV, sara&#39; un settore diverso, ma i soldi sono e restano pubblici.<br>Ciao<br>car.boni
                                    Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ciao carcboni, credo che la cessione del credito sia perfettamente legale per uno scambio commerciale tant&#39; che previsto nel CE per le banche. anche se il rappoorto diverso non sinifica che non ci possa esssere una formula contrattuale, a mio avviso pi che lecita. comunque linko le modalit&agrave; del CE<br><br><p><a href="http://www.gsel.it/ita/fotovoltaico/IlfinanziamentoImpianto.asp">Qui</a></p>

                                      Commenta


                                      • #20
                                        L&#39;interpretazione delle leggi una materia giuridica. In Italia ci sono 60000 leggi e per ognuna c&#39; quella che dice il contrario (valutazione esagerata,ma vicina alla realt&agrave. Se la legge ha un vizio di forma, quindi lascia dei dubbi, il termine interpretazione diventa equivalente al rispettare la stessa legge.<br>Questo finch non viene emessa una sentenza fino all&#39;ultimo grado di giudizio e alla fine si pu ricorrere al TAR, quindi i venti anni del CE energia passano.Poi ci sono i casi migliori in cui viene emessa una circolare esplicativa, vedesi 46/E e 66/E del CE e in questo caso non sono nemmeno retroattive le conseguenze.<br><br>Detto questo, almeno per me, non arreca nessun danno alla spesa pubblica realizzare degli impianti per conto di terzi e di conseguenza rientrare nelle spese grazie al CE. Questo metodo permette di raggiungere gli obiettivi nazionali di energia da fonti rinnovabili a fronte della scarsa intraprendenza di molti cittadini che avrebbero paura di affrontare da soli la burocrazia. Inoltre mai come in questo caso chi esegue il lavoro incentivato a rendere tutto efficiente per motivi economici e nel contempo senza arrecare danni alla nostra terra.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">tant&#39; che previsto nel CE per le banche</div></div><br>

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (teknowin @ 6/4/2008, 22:58)</div><div id="quote" align="left">Ciao carcboni, credo che la cessione del credito sia perfettamente legale per uno scambio commerciale tant&#39; che previsto nel CE per le banche. anche se il rappoorto diverso non sinifica che non ci possa esssere una formula contrattuale, a mio avviso pi che lecita. comunque linko le modalit&agrave; del CE<br><br><p><a href="http://www.gsel.it/ita/fotovoltaico/IlfinanziamentoImpianto.asp" target="_blank">Qui</a></p></div></div><br>Ciao Tekno,<br>che esistesse per le banche era scontato, serve a loro per essere coperte.<br>Ma la sezione che riguarda la cessione tra privati e privati, dov&#39;e&#39; ? Se il legislatore l&#39;avesse prevista ci sarebbe da qualche parte.<br>Se nn c&#39;e&#39; nn si puo&#39;, di qui l&#39; &quot;interpretazione&quot; all&#39;italiana.<br>ciao<br>car.boni
                                          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (FvAlf @ 7/4/2008, 00:48)</div><div id="quote" align="left">L&#39;interpretazione delle leggi una materia giuridica. In Italia ci sono 60000 leggi e per ognuna c&#39; quella che dice il contrario (valutazione esagerata,ma vicina alla realt&agrave. Se la legge ha un vizio di forma, quindi lascia dei dubbi, il termine interpretazione diventa equivalente al rispettare la stessa legge.<br>Questo finch non viene emessa una sentenza fino all&#39;ultimo grado di giudizio e alla fine si pu ricorrere al TAR, quindi i venti anni del CE energia passano.Poi ci sono i casi migliori in cui viene emessa una circolare esplicativa, vedesi 46/E e 66/E del CE e in questo caso non sono nemmeno retroattive le conseguenze.<br><br>Detto questo, almeno per me, non arreca nessun danno alla spesa pubblica realizzare degli impianti per conto di terzi e di conseguenza rientrare nelle spese grazie al CE. Questo metodo permette di raggiungere gli obiettivi nazionali di energia da fonti rinnovabili a fronte della scarsa intraprendenza di molti cittadini che avrebbero paura di affrontare da soli la burocrazia. Inoltre mai come in questo caso chi esegue il lavoro incentivato a rendere tutto efficiente per motivi economici e nel contempo senza arrecare danni alla nostra terra.</div></div><br>Ciao FvAlf,<br>vai a dire queste cose a chi, interpretando la legge, s&#39;e&#39; visto contestare e ritirare i contributi ricevuti.......<br>Un contributo e&#39; personale, nn cedibile ed espressamente rilasciato per uno scopo ben definito e ad un unico soggetto. Da qui la necessita&#39; delle banche, per erogare il finanziamento, di avere la certezza del rientro e quindi la cessione a loro favore del contributo. Le banche hanno preteso, per nn aver fastidi ed il legislatore ha fatto la norma ad hoc.<br>Il fatto che questi contratti vengano stipulati nn significa che un domani nn abbiano problemi e/o contestazioni.<br>Quindi, se posso permettermi un consiglio, aspetterei che le precisazioni abbiano un riscontro normativo prima di agire e proporre soluzioni che prevedano cessioni.<br>Una domanda che nn c&#39;entra niente con il FV ma fa capire la portata di cio&#39; che potenzialmente si cela dietro :<br>ma Mina negli anni &#39;70, Pavarotti e Valentino Rossi ai giorni nostri, prima di portare capitali e residenza all&#39;estero saranno andati da qualche avvocato e commercialista per un consiglio ?<br>Questi hanno &quot;interpretato&quot; le norme e, faccio notare, nn si trattava di soldi pubblici.<br>La macchina dei controlli e&#39; lenta ma quando arriva...............<br>ciao<br>car.boni<br>
                                            Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              ciao carboni.<br>ho citato la cessione del credito con le banche perch viene usata anche nel project financing, e come tu ben sai i privati possono partecipare attraverso il promotore e gli azionisti acquistando una quota del progetto ricevendo in cambio gli eventuali profitti attraverso la cessione del credito che l&#39;ente (comune, regione, provincia, ecc.) cede al privato cittadino stipulando un contratto di C.C. quindi per il privato esiste. allora mi chiedo ?(anche se mi rendo conto che in italia tutto pu essere ) per quale motivo la cessione del credito da parte di un privato verso un privato, o socet&agrave; non dovrebbe essere prevista?

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Provo a tirare un attimo le fila per non perderci...<br>Devo dire che ne ho sentite e lette molte di cose su questi aspetti e alcune mi sono passate tra le mani, e, aggiungo, ho anche contatti con societ&agrave; che fanno questo tipo di &quot;investimento&quot;. La materia molto semplice e prevede semplicemente di prendere in affitto il tetto.<br>Tra il proprietario del tetto e la societ&agrave; che realizza l&#39;impianto viene fatto un normale contratto di affitto della copertura.<br>Chi fa l&#39;impianto si intesta il CE, valendosi dell&#39;autorizzazione ad utilizzare la copertura che il proprietario rilascia alla societ&agrave; investitrice (ammesso dal GSE).<br>Detto questo il sistema fatto. I conti economici non credo che ci debbano interessare in questo frangente. Immagino che chi fa un investimento di questo tipo sia abbastanza scafato o smaliziato o quanto meno prudente da farsi pi di due conti in tasca.. altrimenti... un investitore del piffero.<br>CIao fabio

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Ciao Fabiojaordan,<br>ma questa soluzione e&#39; ovviamente fattibile ed e&#39; la strada che sto seguendo io per realizzare un impianto di grossa taglia.<br>Nn si sta parlando di questo. Qui sostengono che il proprietario del tetto e proprietario dell&#39;impianto cede il contributo all&#39;impresa che lo realizza. Sono cose ben diverse.<br>ciao<br>car.boni<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (teknowin @ 7/4/2008, 09:13)</div><div id="quote" align="left">ciao carboni.<br>ho citato la cessione del credito con le banche perch viene usata anche nel project financing, e come tu ben sai i privati possono partecipare attraverso il promotore e gli azionisti acquistando una quota del progetto ricevendo in cambio gli eventuali profitti attraverso la cessione del credito che l&#39;ente (comune, regione, provincia, ecc.) cede al privato cittadino stipulando un contratto di C.C. quindi per il privato esiste. allora mi chiedo ?(anche se mi rendo conto che in italia tutto pu essere ) per quale motivo la cessione del credito da parte di un privato verso un privato, o socet&agrave; non dovrebbe essere prevista?</div></div><br>ciao Tekno,<br>Tu stai sempre citando casi (project financing) che sono normate e che consentono ai privati di investire assieme agli enti pubblici.<br>Mi ripeto, i casi che Voi sollevate in questa discussione nn rientrano in questa possibilita&#39;.<br>Nn esiste al momento nessuna norma che regola la cessione (contributo pubblico) tra privati.<br>ciao<br>car.boni
                                                  Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (criccux @ 6/4/2008, 20:57)</div><div id="quote" align="left">car, qui si vede se chi fa l&#39;impianto ha le palle, secondo me i margini ci sono, anche con un finanziamento, ai costi attuali. e non sto parlando di diventare operatore di mercato, (come dice qualcuno che non ha capito un piffero ma dice la sua lo stesso per il gusto di darmi addosso),<br>sto dicendo che come corrispettivo dell&#39;impianto mi cede il credito CE pi 0,10a kwh utilizzato, con un contratto privato del tutto disgiunto dal contratto con enel per il contributo, che quindi non si configura come pagamento di energia ma come pagamento dell&#39;impianto, chiaro??<br>tu snap non ci provare neanche a capirlo, troppo complesso per le tue limitate conoscenze <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/60ae94729a4a4cf8a6abaaa14ba182aa.gif" alt=":P"><br><br>guarda car.boni, questo potrebbe essere il prospetto ecenomico dell&#39;investimento per un impianto da 3kwp, a costo installatore (poi vedi tu se il costo accettabile):<br>Valutazione investimento<br> A<br>Tasso 6,00%<br>N Annualit&agrave; 20<br>Importo finanziamento 13.500,00<br>Rata annua - 1.176,99<br><br><br>Costo kwp 4.500,00<br>Impianto kwp 3,00<br>Produzione annua kwh/kwp 1300<br>Produzione annua totale kwh 3900<br>Prezzo kwh 0,59<br>Incasso annuo 2.301,00<br><br>Utile annuo 1.124,01<br>Utile complessivo (20 anni) 22.480,17<br>Tasso rendita 8,33%<br><br><br>se ritieni qualche dato non corretto dimmelo che lo rivediamo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3e930ee4b8396e590621632ac9cad0b8.gif" alt=""></div></div><br>Spero che se qualcuno segue i tuoi consigli poi ti chieda conto dei danni.<br>Cerchiamo di fermare questo irresponsabile che sta rendendo questo forum un mercato di cialtronate.<br>

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ciao car.boni,<br><br>certamente l&#39;interpretazione di cui sto parlando dovrebbe essere avvalorata da una risposta dell&#39;Agenzia Entrate, quindi secondo me si pu fare previa domanda in carta legale. Le mie parole ora come ora sono carta straccia, come di tutti quelli su questo forum fino a prova contraria.<br>Io direi che si pu fare per un motivo che a me sembra banale...una volta che il proprietario dell&#39;impianto riceve i proventi del conto energia potr&agrave; farsene quello che vuole? Mica se li conserva a vita? Li potr&agrave;, allora, usare per ripagarsi l&#39;impianto in 20 anni? C&#39; scritto da qualche parte che l&#39;impresa che esegue il lavoro va pagata in un&#39;unica rata?<br>Poi se il CE energia serve come deposito sul conto corrente degli italiani per poi un giorno ridarlo allo Stato allora tutto cambia, ma dov&#39; scritto?<br><br>PS Le persone che hai citato contavano solo sul fatto di non essere controllati e sapevano di andare contro la legge prima come adesso. Una cosa e violarla, un&#39;altra interpretarla. I loro consulenti non penso che erano tanto in buona fede.<br><br>@Snap<br>Dalle vecchie discussioni ti ritengo non una,ma dieci spanne pi competente di Criccux, ma nell&#39;ultimo paio di discussioni non riesco proprio a capire su quale base contesti i suoi dati. Anche per la tua credibilit&agrave;, molto importante per questo forum, saresti cos gentile da sfaldare le sue parole e soprattutto i suoi dati con le stesse armi. Ultimamente lui dava numeri e tu rispondevi dicendo che era un millantatore...non mi sembra un buon modo per screditarlo,anzi.<br><br><br>

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao FvAlf,<br>concordo su quanto sostieni. Ma senza saper ne leggere e ne scrivere preferisco atendere le precisazioni dell&#39; Ufficio delle Entrate per sapere se legalmente posso &quot;girare&quot; i denari del CE all&#39;installatore.<br>Cosi mi resta sempre il dubbio..........e parlo per esperienze vissute, nn direttamente, ma molto vicine.<br>ciao<br>car.boni
                                                        Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (FvAlf @ 7/4/2008, 10:17)</div><div id="quote" align="left">@Snap<br>Dalle vecchie discussioni ti ritengo non una,ma dieci spanne pi competente di Criccux, ma nell&#39;ultimo paio di discussioni non riesco proprio a capire su quale base contesti i suoi dati. Anche per la tua credibilit&agrave;, molto importante per questo forum, saresti cos gentile da sfaldare le sue parole e soprattutto i suoi dati con le stesse armi. Ultimamente lui dava numeri e tu rispondevi dicendo che era un millantatore...non mi sembra un buon modo per screditarlo,anzi.</div></div><br>Quello che non si pu fare rivendere l&#39;energia a chi ti da il tetto. In questo caso diventi operatore del mercato elettrico.<br>Ho chiesto un parere all&#39;AEEG per valutare la convenienza per un cliente e la cosa comporta degli oneri tali che ti conviene solo se sei a livello di Enel o Sorgenia o LA220.<br>Se ti attivi nei confronti di terzi vendendogli l&#39;energia elettrica senza pagare il dispacciamento, le accise ecc. ti attiri le simpatie dell&#39;Agenzia delle Dogane, dell&#39;Agenzia delle Entrate e del GSE.<br>Quello che propone il brillante operatore illegale e somiglia a mettere l&#39;olio di colza nel diesel, la prima volta che fi fermano le fiamme gialle recuperi il risparmio con i dovuti interessi.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            vedi alf, il suo problema che talmente pieno di se che non si prende nenche la briga di leggere, se no forse capirebbe (il dubitativo d&#39;obbligo&#33;&#33;&#33<br><br>ho gi&agrave; spiegato che l&#39;installatore vende l&#39;impianto, mica l&#39;energia, me se uno non ci arriva non ci arriva&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR