adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aiuto Distanze quadro di campo QCC – inverter – QCA

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aiuto Distanze quadro di campo QCC – inverter – QCA

    Richiesta informazioni distanze quadro di campo QCC – inverter – QCA

    Qualcuno mi sa consigliare sulla posizione ottimale del quadretto di campo?

    È meglio posizionarlo più vicino possibile ai moduli o vicino all’inverter?

    Nel mio caso i moduli fotovoltaici per un totale di 3 kwp sono posizionati sopra il tetto di una villetta, i pannelli distano dal locale dove posizionerò l’inverter 20 metri, e non ho soffitte o mansarde dove installare il QCC, io credo che in questo caso sia meglio installare i Quadretto CC vicino all’inverter piuttosto che sul tetto che non risulta facilmente accessibile secondo la seguente logica:

    Moduli fotovoltaici =>20 metri linea 2x6mmq FG7OR in tubazione=> Q.CC=> INVERTER.


    Seconda domanda.

    Quale delle due soluzioni ritenete migliore:

    a) 4,4 kwp=> QCC =>30 metri linea 2x10mmq FG7OR in tubazione=>INVERTER

    oppure

    b) 4,4 kwp=>QCC => INVERTER =>30 metri linea 2x10mmq FG7OR in tubazione => CONTATORE

    Grazie a tutti anticipatamente
    Ultima modifica di gianniskype71; 14-05-2008, 22:26.

  • #2
    ciao,
    io penserei così:
    con i qcc vicino ai pannelli il vantaggio sono gli scaricatori di sovratensione vicini ai pannelli, lo svantaggio che se il qcc causa un problema e la tua stringa non produce potresti non accorgerti tempestivamente.

    mettere invece il qcc vicino all'inverter ovviamente elimina il secondo svantaggio ma nel caso di una sovratensione da scaricare obblighi questi oltre 20 metri dei i tuoi cavi da pannelli a qcc a sopportarsi tutta la sovratensione, e se questi cavi passano in mezzo alla villetta (all'interno) non mi sembra cosa buona e giusta.

    ciao

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da ngrasso Visualizza il messaggio
      ciao,
      io penserei così:
      con i qcc vicino ai pannelli il vantaggio sono gli scaricatori di sovratensione vicini ai pannelli, lo svantaggio che se il qcc causa un problema e la tua stringa non produce potresti non accorgerti tempestivamente.

      mettere invece il qcc vicino all'inverter ovviamente elimina il secondo svantaggio ma nel caso di una sovratensione da scaricare obblighi questi oltre 20 metri dei i tuoi cavi da pannelli a qcc a sopportarsi tutta la sovratensione, e se questi cavi passano in mezzo alla villetta (all'interno) non mi sembra cosa buona e giusta.

      ciao
      Ciao, a proposito di scaricatori...se uso un inverter a due ingressi, devo arrivare con 4 cavi fino all'inverter, giusto? In questo caso servono due coppie di scaricatori o c'è qualche altra soluzione?
      Per farmi capire...questo schema va bene o è sovrabbondante?

      Grazie
      File allegati
      Ultima modifica di niofar; 15-05-2008, 11:17.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da gianniskype71 Visualizza il messaggio


        Seconda domanda.

        Quale delle due soluzioni ritenete migliore:

        a) 4,4 kwp=> QCC =>30 metri linea 2x10mmq FG7OR in tubazione=>INVERTER

        oppure

        b) 4,4 kwp=>QCC => INVERTER =>30 metri linea 2x10mmq FG7OR in tubazione => CONTATORE

        Grazie a tutti anticipatamente
        Secondo me dipende dalla caduta di tensione, a parità di lunghezza linea si dovrebbe valutare la caduta lato a.c. INVERTER=>CONTATORE o lato c.c. QCC=>INVERTER. Secondo me la corrente lato ac è maggiore, quindi io opterei per la soluzione a), ma è tutto da verificare.
        Non ho considerato però la protezione dell'inverter da parte degli SPD, devi verificare se la distanza è tale da essere ancora in sicurezza per la protezione dell'inverter.

        Ciao
        Ultima modifica di niofar; 15-05-2008, 13:38.

        Commenta


        • #5
          Provo a dire la mia (ma consiglio di leggere anche i vecchi post):
          - gli spd servono a proteggere l'inverter non le stringhe quindi vanno messi il più vicino possibile a quest'ultimo
          - il quadro di campo (QCC) potrebbe essere utilizzato anche per chiudere il parallelo ovvero portare una linea all'inverter riducendo il numero di spd impiegati
          - è conveniente posizionare i quadri di campo solo nel caso di impianti molto grandi (in questo caso oltre ai "quadri di stringa", occorre anche un quadro di campo per l'inverter)

          A presto

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da valbui Visualizza il messaggio
            Provo a dire la mia (ma consiglio di leggere anche i vecchi post):
            - gli spd servono a proteggere l'inverter non le stringhe quindi vanno messi il più vicino possibile a quest'ultimo
            - il quadro di campo (QCC) potrebbe essere utilizzato anche per chiudere il parallelo ovvero portare una linea all'inverter riducendo il numero di spd impiegati
            - è conveniente posizionare i quadri di campo solo nel caso di impianti molto grandi (in questo caso oltre ai "quadri di stringa", occorre anche un quadro di campo per l'inverter)

            A presto
            Ciao valbui, in effetti non avevo considerato la distanza che può essere troppo elevata dal quadro di campo all'inverter. Mi chiedevo se, utilizzando un inverter con più ingressi (come il froniu ig30) devo per forza arrivare con due linee (quindi 4 cavi) o posso fare il parallelo nel quadro di campo ed inviare all'inverter una sola coppia di cavi. Così dimezzerei il numero di spd e userei un solo interruttore in continua per sezionare. Io temo proprio di no, ma aspetto una risposta diversa. Vorrei inoltre sapere un giudizio sullo schema che ho postato sopra.

            PS Mi permetto di aggiungere che gli SPD proteggono anche i moduli, anche se la tensione di tenuta all'impulso è maggiore rispetto a quella dell'inverter, così la distanza dai moduli può essere maggiore rispetto alla distanza dall'inverter.

            Ciao

            Commenta


            • #7
              Niofar se porti all'inverter solo due cavi invece che quattro (anzichè fare il parallelo prima) hai semplicemente che le due stringhe che entrano nell'inverter lavoreranno nello stesso modo. La soluzione ottimale dipende dal tuo impianto. Se le due stringhe hanno orientamento diverso, o rischio di ombreggiamento diverso tale da pensare che in molte ore dalla giornata le due stringhe produrranno in maniera differente conviene entrare che 4 cavie quindi far lavorare l'inverter multistringa, altrimenti puoi pensare di usarne anche solo due. Chiaro che le due soluzione hanno una diversa economia...
              Ciao Fabio

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da fabjordan Visualizza il messaggio
                Niofar se porti all'inverter solo due cavi invece che quattro (anzichè fare il parallelo prima) hai semplicemente che le due stringhe che entrano nell'inverter lavoreranno nello stesso modo. La soluzione ottimale dipende dal tuo impianto. Se le due stringhe hanno orientamento diverso, o rischio di ombreggiamento diverso tale da pensare che in molte ore dalla giornata le due stringhe produrranno in maniera differente conviene entrare che 4 cavie quindi far lavorare l'inverter multistringa, altrimenti puoi pensare di usarne anche solo due. Chiaro che le due soluzione hanno una diversa economia...
                Ciao Fabio
                Scusa fajordan, se porto all'inverter solo due cavi (+ e -) devo fare il parallelo prima, giusto? Il problema che mi ponevo era riferito all'inverter...cioè se porto solo due cavi, facendo un parallelo fuori, e quindi sfruttando un solo ingresso dell'inverter, questo funzionerà allo stesso modo di quando porto direttamente le due stringhe (4 cavi)? So che dipende dalla configurazione delle stringhe, ma supponendo che le stringhe siano identiche e nelle stesse condizioni di funzionamento.

                Commenta


                • #9
                  Grazie

                  Ringrazio tutti voi per le indicazioni che mi avete dato, ora ho bisogni riflettere è capire cosa sia la cosa migliore da fare, vi allego gli schemi dei due impianti in questione (sono i miei primi impianti) dategli un'occhiata si sccettano vivamente consigli
                  File allegati

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR