annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

scambio sul posto ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • scambio sul posto ?

    Ciao a tutti del forum,
    sono nuovo e spero di scrivere nel posto giusto.
    Ho l’intenzione di aderire al conto energia con la formula (se è conveniente) dello scambio sul posto.
    Ma, ho diverse perplessità, che, spero di avere fugate qui.
    Ho un appartamento di mq. 200 su di un unico livello, situato in una palazzina di tre piani (sono quello di mezzo).
    Ho fatto fare un preventivo per l’impianto fotovoltaico, ed in base al mio consumo normale, dovrebbe essere di 3 kw, allora mi sono detto “perché non mi allargo un po’, così mi riscaldo anche e tolgo di mezzo il termocamino” ?
    Così, mi sono fatto fare di nuovo il calcolo, ed è venuto fuori che, adoperando al posto dei termosifoni, dei pannelli riscaldanti ad infrarossi (che sono a basso consumo energetico), occorrono altri 9 kw, che, sommati a quelli di prima, fanno 12 kw !!!
    Allora le mie perplessità sono:
    Mi conviene spendere tutti questi soldi (circa €75.000,00) ?
    I pannelli fotovoltaici saranno in grado di pagarsi da soli con l’energia prodotta, giacché dovrò accendere un mutuo ?
    Inoltre, questi famosi pannelli ad infrarossi, dicono che consumano così poco, perché riscaldano solo la persone (come se stessero al sole) e non l’aria, ma allora se cammino velocemente in casa avrò freddo ? che confort è questo ?
    Non sarebbe meglio installare una pompa di calore in ogni ambiente (9) ?
    Ma, dicono che le pompe di calore non funzionano bene quando la temperatura scende al di sotto dello zero gradi, allora vengono meno proprio quando più servono ?
    Ed ancora, poiché casa mia è bene coibentata, non occorre il raffrescamento estivo (tranne in cucina dove già c’è), e giacché le pompe di calore dovrebbero servirmi solo come caloriferi ed avendo un certo costo, esiste un modo migliore per riscaldarsi, senza spendere molto come acquisto e senza consumare molta energia elettrica ?
    Un cordiale saluto a tutti ed un ringraziamento a chi mi risponderà.
    Broger.

  • #2
    9 KW?!?!? 9 kw producono se abiti in una zona sfortunata 1000-1100 Kwh all'anno per ogni KW quindi 9900KWh facciamo 10000 che nn mi sebrano pochi. q di conseguenza in base al preventivo il tuo iimpianto di riscaldamento a infrarossi avra questi consumi annui.
    10000KWh * 0.18(costo medio di un KWh) = 1800 €/anno di riscaldamento.

    col termocamino quanto spendi ora?

    dove abiti?
    ma il tetto su cui mettere l'impianto (che da 12 Kw occupa molto) è abbastanza spazioso? è lo stesso del palazzo? in tal caso non devi chiedere il permesso agli altri inqulini.?
    Il mio sito:www.unmondodifferente.com Campagne, iniziative, notizie, comportamenti per avere un mondo piu pulito, risparmiare soldi ed evitare sprechi di energia.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da unmondodifferente Visualizza il messaggio
      9 KW?!?!? 9 kw producono se abiti in una zona sfortunata 1000-1100 Kwh all'anno per ogni KW quindi 9900KWh facciamo 10000 che nn mi sebrano pochi. q di conseguenza in base al preventivo il tuo iimpianto di riscaldamento a infrarossi avra questi consumi annui.
      10000KWh * 0.18(costo medio di un KWh) = 1800 €/anno di riscaldamento.

      col termocamino quanto spendi ora?

      dove abiti?
      ma il tetto su cui mettere l'impianto (che da 12 Kw occupa molto) è abbastanza spazioso? è lo stesso del palazzo? in tal caso non devi chiedere il permesso agli altri inqulini.?
      Ciao,
      abito in Campania, il tetto di casa è, credo, abastanza grande, poichè è a falde inclinate, e copre la casa che è di 200 mq.
      Credi che hanno esagerato con il preventivo del riscaldamento ?
      Attualmente, spendo circa 1.000 / 1.200 euro l'anno per la legna di faggio per il camino.
      Credo di dovere chiedere l'autorizzazione agli altri inquilni inquanto il tetto è in comune.
      A parte la spesa, che non è poca, ci vuole molto lavoro per: sistemare (da solo!) 120 q.li di legna sotto il mio balcone quando il camion lo scarica sotto casa; ogni domenica (sempre da solo!), riempire un cassone, che ho sul balcone, di legna che lancio da sotto il balcone (meno male che il dislivello è di circa due metri a filo ringhiera, quindi lo riesco a buttare prima sul balcone poi lo sistemo nel cassone), che mi basta per un settimana; ogni giorno (ancora da solo!), pulire il vertro ceramico, togliere la cenere, riempire un cesto di legna che ho sistemato su un carrellino per trasportarlo dal cassettone al caminetto.
      Tutto malgrado, il caminetto lo amo davvero! Ma richiede molto lavoro, e, poichè gli anni passono, e c'è la possibilita di poterlo sostituire con un sistema di riscaldamento che non richiede così tanto impegno, perchè no ?
      Io non sò se il preventivo che mi hanno fatto è attendibile al cento per cento.
      L'unica cosa di cui sono certo, è che mi devono garantire per iscritto, che l'impiante che andrò ad istallare, si dovra pagare da solo con gli incentivi che ricevero dal GSE.

      Ad ogni modo, allego una descrizione di casa mia in modo che, se c'è qualcuno che potrà verificare se ci sono errori grossolani nel calcolo delle mie esigenzi energetiche, me lo potrà fare sapere, e gli sarò molto grato:
      • La superficie complessiva calpestabile è di mq. 211.
      • L’altezza del solaio è di cm. 273.
      • I metri cubi sono complessivamente 576,03.
      • Le pareti esterne sono costruite con blocchi d’argilla espansa ed hanno uno spessore ffice:smarttags" /><?xml:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-com35 cm</st1:metricconverter>,
      • L’intonaco esterno e rifinito con vernice al quarzo plastico graffiato.
      • L’ appartamento ha un balcone con larghezza di mt. 2, che si estende per tutto il perimetro della casa, così come l’appartamento al piano di sopra, pertanto, vi è una protezione larga <st1:metricconverter w:st="on" ProductID="2 metri">2 metri</st1:metricconverter>, che gira tutto intorno alla casa.
      • Tutti gli infissi sono di legno Douglass con imposte alla romana e sono dotati di vetro camera.
      • L’appartamento è collocato al primo piano di una palazzina di tre piani, non confinante con altra costruzione.
      • Il tetto di casa è a falde inclinate, ma, purtroppo, l’orientamento non è nella direzione ideale in quanto le falde si estendono ed est ed ad ovest (precise!) ed in merito a ciò, credo che i pannelli dovranno essere sistemati a rastrelliera sul colmo del tetto, beneficiando così dell’incentivo previsto per impianti parzialmente integrati.
      Tanti ringraziamenti a chi mi può aiutare a trovare il bandolo della matassa ed a consigliarmi il metodo migliore e meno costoso per riscaldare casa mia.
      Ciao, Broger.

      Commenta


      • #4
        ciao broger
        Io fossi in te prima di tutto verificherei bene se 12kW di pannelli ci stanno nel tetto... attento che la parziale integrazione l'hai solo con i pannelli paralleli alla falda (quindi ad est o ad ovest).
        L'impianto si ripagherà si con gli incentivi, ma intanto i soldi li devi tirare fuori tu (o farteli prestare dalle banche pagando gli interessi); considera che il GSE tra una cosa e l'altra i primi soldi te li fa avere dopo almeno sei mesi dall'allacciamento dell'impianto.
        Poi mi farei dare il permesso per iscritto (se non fate assemblee di condominio, dove potresti farti dare il permesso a maggioranza) per l'utilizzo del tetto comune da tutti i tuoi vicini, perchè 20 (e più) anni sono lunghi e qualcuno potrebbe non ricordarsi bene delle parole.

        saluti
        carest
        - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

        Commenta


        • #5
          Per il riscaldamento ti invito a leggere post nella sezione appropriata di questo forum, da ciò che hai detto capisco che sei molto lontano dalla realtà di alcune utilizzi di energia.
          1)non è così semplice installare 12 Kw di fotovoltaico su un tetto di un condominio con falde est-ovest;
          2)I pannelli radianti di cui fai riferimento sono una c.......
          3)Una PDC aria-aria in campania a seconda della zona può essere una valido coadiuvante al riscaldamento classico specialmente se la casa è ben isolata.
          A mio parere comunque se non hai soldi per fare un investimento così grande non conviene farlo attraverso le banche.

          Commenta


          • #6
            Quanto dubbi

            Originariamente inviato da carest Visualizza il messaggio
            ciao broger
            Io fossi in te prima di tutto verificherei bene se 12kW di pannelli ci stanno nel tetto... attento che la parziale integrazione l'hai solo con i pannelli paralleli alla falda (quindi ad est o ad ovest).
            L'impianto si ripagherà si con gli incentivi, ma intanto i soldi li devi tirare fuori tu (o farteli prestare dalle banche pagando gli interessi); considera che il GSE tra una cosa e l'altra i primi soldi te li fa avere dopo almeno sei mesi dall'allacciamento dell'impianto.
            Poi mi farei dare il permesso per iscritto (se non fate assemblee di condominio, dove potresti farti dare il permesso a maggioranza) per l'utilizzo del tetto comune da tutti i tuoi vicini, perchè 20 (e più) anni sono lunghi e qualcuno potrebbe non ricordarsi bene delle parole.

            saluti
            carest
            Ciao carest,
            Il permesso scritto già era in preventivo.
            Avevo letto che bastava che i pannelli fossero collocati sulle tegole per avere diritto al "parzialmente integrato" , non sapevo che dovevano rispettare la l'orientamento dalle falde. Ma allora, a questo punto, o sul tetto o al suolo, è uguale ?
            Non ho i soldi necessari per affrontare la spesa, ed avevo pensato di accendere un mutuo presso una banca convenzionata con il "conto energia",
            ma se ci mettono sei mesi per iniziare ad erogare i soldini prodotti dall'impianto, dovrò rare fronte io alle prime rate ??????
            Poi, quando l'impianto sarà avviato bene, ariveranno i soldi in tempo per le scadenze delle rate del mutuo ??
            Ciao, Broger.

            Commenta


            • #7
              Chiedo perdono, ma mi sorge spontanea una curiorità... mi sto avvicinando da poco al FV e ho un'esperienza veramente minima, ma, a naso, per un appartamento di questa dimensione piuttosto che 12Kw di pannelli, avrei pensato a 6/8 Kw per la generazione elettrica da solare e un certo numero di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda per riscaldamento e ACS.
              Il solare termico per il riscaldamento credo abbia un'efficienza decisamente maggiore (correggetemi se sbaglio) e 6/8 Kw in estate, con il massimo del rendimento, dovrebbero essere sufficienti per il raffrescamento di tutta la casa tramite PDC.
              In questo modo la spesa potrebbe essere abbattuta da 75 a 40/45.000€ con un rendimento complessivo migliore e più razionale.
              Questa è solo una mia sensazione, quindi vi prego di correggermi se sbaglio.

              Commenta


              • #8
                e se......

                Originariamente inviato da carest Visualizza il messaggio
                ciao broger
                Io fossi in te prima di tutto verificherei bene se 12kW di pannelli ci stanno nel tetto... attento che la parziale integrazione l'hai solo con i pannelli paralleli alla falda (quindi ad est o ad ovest).
                L'impianto si ripagherà si con gli incentivi, ma intanto i soldi li devi tirare fuori tu (o farteli prestare dalle banche pagando gli interessi); considera che il GSE tra una cosa e l'altra i primi soldi te li fa avere dopo almeno sei mesi dall'allacciamento dell'impianto.
                Poi mi farei dare il permesso per iscritto (se non fate assemblee di condominio, dove potresti farti dare il permesso a maggioranza) per l'utilizzo del tetto comune da tutti i tuoi vicini, perchè 20 (e più) anni sono lunghi e qualcuno potrebbe non ricordarsi bene delle parole.

                saluti
                carest
                Ciao,
                e se decidessi per un'impianto più modesto, ad esempio 6 o 7 kw. con l'integrazione dei pannelli solari termici per l'acqua calda ?
                Così potrei andare avanti con il riscaldamento a metano insieme ad un paio di pompe di calore. Potrebbe funzionare ?
                Ciao, Broger.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR