adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Serie di condomini

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Serie di condomini

    Buongiorno, mi affaccio al forum con questo primo post, quindi se dirò qualche ingenuità spero sarà perdonata.
    La questione che vorrei sottoporvi riguarda l'installazione di impianti FV sul tetto di uno o più edifici siti nell'hinterland milanese e di proprietà di una cooperativa edificatrice.
    Non ne so praticamente nulla sul FV salvo il fatto che:
    1- fino al 2010 si puo usufruire di una detrazione del 55% sul costo complessivo dell'opera
    2 -l'energia non utilizzata può essere venduta all'enel in modo da costituire una sorta di "deposito" dell'eccesso prodotto, oppure in caso di impianti con potenze superiori ad una certa soglia (come penso sia quello dimensionato per servire 10-20 famiglie) questa può essere letteralmente venduta.
    Vista la tipologia di impianto e la logistica (edifici nel nord italia, altezza dai 4 ai 9 piani), e viste le assunzioni che faccio ai punti 1 e 2, sapete una stima di massima sugli anni necessari all'ammortamento della spesa?
    E poi, potendo avere un coordinamento comune su tutti gli stabili, e possibile beneficiare di qualche "lavoro di rete" (chessò ottimizzazione dello scambio energetico, vantaggi nella eventuale concentrazione dell'opera in un unico stabile,...).
    Grazie in anticipo a chi mi vorrà rispondere, nel frattempo mi leggo il forum ma se qualcuno mi vorrà rispondere prima questo mi sarà di grande aiuto negli argomenti da portare nei processi decisionali a breve.

  • #2
    ciao picusbox
    Il FV NON detrae il 55% del costo, ma c'è il conto energia, che ti paga ad un prezzo incentivante tutta l'energia prodotta; per maggiori info guarda qui:
    GSE S.p.a.

    le tariffe sono decrescenti in base alla taglia dell'impianto (fino a 3kWp, da 3 a 20kWp e oltre) e ogni impianto DEVE essere collegato ad un contatore; quindi in un condominio puoi farne uno per gli usi comuni oppure vari per i singoli appartamenti, l'importante è che per impianti di picola taglia con lo "scambio sul posto" il consumo dell'utenza sia maggiore della poduzione dell'impianto, altrimenti regali energia al gestore di rete.

    Per l'ammortamento occorrono molti altri dati... scarica il file dell'ing. Caffarelli (guarda nella prima discussione evidenziata del forum) comunque in genere si va da un minimo di 10 ad un massimo di 15 anni.

    saluti
    carest
    - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da carest Visualizza il messaggio
      ciao picusbox
      Per l'ammortamento occorrono molti altri dati... scarica il file dell'ing. Caffarelli (guarda nella prima discussione evidenziata del forum) comunque in genere si va da un minimo di 10 ad un massimo di 15 anni.

      saluti
      carest
      Ciao Carest, grazie ho scaricato il file. Mi sembra che sia decisamente complesso, da esperti insomma. Sbaglio?

      Commenta


      • #4
        ciao picusbox
        se vuoi fare una cosa meno complicata (o più semplice), ti occorrono meno dati, ma devi comunque avere un'idea di quello che cerchi.
        prova questo mio vecchio file dell'anno scorso, che comunque è ancora aggiornato per le tariffe, mentre per l'ammortamento è un pò lacunoso, non essendo io un esperto in economia finanziaria.

        Se hai dei dubbi sull'uso, chiedi pure

        saluti
        carest
        File allegati
        - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

        Commenta


        • #5
          Grazie ancora Carest, adesso scarico.

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR