adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sezione cavo di terra struttura di sostegno

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sezione cavo di terra struttura di sostegno

    Buongiorno,
    per collegare la struttura di sostegno dei moduli a terra faccio riferimento alla CEI 64/8 considerando la struttura come massa estranea? Ci sono disposizioni particolari riguardo alla sezione di questo conduttore? Un installatore mi ha detto che devo portare almeno un cavo da 35mmq(?)...la domanda non è chi è, la domanda è...pkkè?

    Grazie

  • #2
    collegamento a terra delle strutture di sostegno

    Secondo me vanno in una abitazione le strutture di sostegno (anche se installate in giardino in un impianto non integrato) vanno considerate come masse estranee e quindi collegate al collettore di terra con una sezione minima di 6 mmq e non inferiore alla metà del conduttore di protezione con sezione più elevata dell'impianto, stando alla CEI 64-8/4

    Confermate?

    Saluti
    jovi

    Commenta


    • #3
      Se può essere utile, il mio impianto è connesso con cavo da 16mmq

      Saluti
      Rick

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Sunrick Visualizza il messaggio
        Se può essere utile, il mio impianto è connesso con cavo da 16mmq

        Saluti
        Rick
        Ciao Rick, si, la tua informazione è utile, ma mi interesserebbe sapere come mai hai questa sezione. Seguendo le indicazioni della 64-8, collegando il cavo al collettore di terra, come dice l'utente jovijova, si dovrebbe avere una sezione minima di 6mmq, non inferiore alla metà di quella del PE e comunque non superiore a 25mmq.

        Commenta


        • #5
          Ciao a tutti,
          da progettista direi che bisogna fare due valutazioni per la messa a terra delle strutture di sostegno:
          - è una massa o una massa estranea? -> ne misuro la resistenza verso terra
          - devo fare la protezione contro le scariche atmosferiche -> faccio il calcolo sulla necessità della protezione (occhio alla nuova norma in arrivo Progetto C.994) cei)

          Per il resto ci si attiene a

          Norma It.
          CEI 82-25 - Class. CEI 82-25 - CT 82 - Fascicolo 8704 C - Anno 2007 - Edizione Prima
          Italiano Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di Media e Bassa tensione


          il Risparmio Energetico
          è la Prima Fonte Energetica Oggi in EU

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Guido EM Visualizza il messaggio
            Ciao a tutti,
            da progettista direi che bisogna fare due valutazioni per la messa a terra delle strutture di sostegno:
            - è una massa o una massa estranea? -> ne misuro la resistenza verso terra
            - devo fare la protezione contro le scariche atmosferiche -> faccio il calcolo sulla necessità della protezione (occhio alla nuova norma in arrivo Progetto C.994) cei)

            Per il resto ci si attiene a

            Norma It.
            CEI 82-25 - Class. CEI 82-25 - CT 82 - Fascicolo 8704 C - Anno 2007 - Edizione Prima
            Italiano Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di Media e Bassa tensione


            Ciao Guido EM, grazie per il tuo intervento.
            Quindi nel caso in cui la resistenza verso terra della struttura è superiore a 1000 Ohm ed i moduli sono in classe 2 non collego a terra la struttura di supporto, giusto?
            Se è inferiore la considero come massa estranea e la collego all'equipotenziale con una sezione non inferiore a 2,5mmq, se meccanicamente protetto o a 4 se non protetto, sbaglio?

            Commenta


            • #7
              Ciao Guido EM, grazie per il tuo intervento.
              Quindi nel caso in cui la resistenza verso terra della struttura è superiore a 1000 Ohm ed i moduli sono in classe 2 non collego a terra la struttura di supporto, giusto?

              sempre che non debba proteggere contro i fulmini, ....
              così dice anche il Prof. Carrescia
              ....
              e aggiungo: io eviterei componenti (moduli, condotti, scatole etc.) non in classe II fino all'inverter.... logicamente se possibile
              La cc è facile facile, ma se cominciano le dispersioni siam finiti
              .....
              Grazie a voi.
              il Risparmio Energetico
              è la Prima Fonte Energetica Oggi in EU

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Guido EM Visualizza il messaggio
                Ciao Guido EM, grazie per il tuo intervento.
                Quindi nel caso in cui la resistenza verso terra della struttura è superiore a 1000 Ohm ed i moduli sono in classe 2 non collego a terra la struttura di supporto, giusto?

                sempre che non debba proteggere contro i fulmini, ....
                così dice anche il Prof. Carrescia
                ....
                e aggiungo: io eviterei componenti (moduli, condotti, scatole etc.) non in classe II fino all'inverter.... logicamente se possibile
                La cc è facile facile, ma se cominciano le dispersioni siam finiti
                .....
                Grazie a voi.
                Grazie di nuovo, in effetti l'impianto fotovoltaico in questione è installato su un edificio autoprotetto ed è totalmente integrato. Non ho fatto il calcolo della fulminazione perchè l'impianto non modifica la sagoma dell'edificio.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR