annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prestazioni Pannelli Fotovoltaici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Prestazioni Pannelli Fotovoltaici

    Ciao a tutti, finora vi ho solo seguito con molto interesse. Ora vorrei che mi aiutaste ad interpretare o meglio a "giudicare" il rapporto sui pannelli fotovoltaici che allego.<br>Dai dati riportati si possono sintetizzare due prime importanti informazioni:<br> Il degrado iniziale dei moduli esaminati tramite l&#39;analisi dei dati misurati.<br> Il rispetto delle garanzie tramite il confronto dei valori misurati finali (stabilizzati) con quelli garantiti dai<br>fabbricanti (Pn).<br>Ho notato come alcuni moduli (leggi Kyocera) arrivino ad una differenza tra la potenza dichiarata dal fabbricante e la potenza reale stabilizzata dopo 15 mesi di esposizione pari a circa il 10% (KC60 e KC70). <br>Mi piacerebbe commentare insieme questo studio. Io ne sono rimasto un p spaventato. Perdere il 10% dopo 15 mesi molto. Se anche venisse rispettata la garanzia a 20 anni sull&#39;80% della potenza, si dovrebbero comunque rivedere al ribasso tutti gli esempi riguardo il conto energia, esempi questi SPESSO troppo entusiastici. Ma questo solo un mio parere...<br><br>Vi ringrazio e aspetto i BIG per risposte pertinenti<br><br>Grazie<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'> <br><br><span class="edit">Edited by LucaSolar77 - 23/8/2005, 08:23</span><br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=25702846">Downloa d attachment</a><br>Pagine_da_RAPPORTO_FINALE_2000_2003_LEEE_TIS O_misure_di_potenza.pdf ( Number of downloads: 78 )</div></center><br>

  • #2
    <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (LucaSolar77 @ 22/8/2005, 09:44)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti</div></div><br> Non interessa a nessuno? <br><br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ohmy.gif' alt='ohmy.gif'> <br><br>Cmq il link al documento <br><a href='http://www.leee.supsi.ch/leee/fotovoltaico/servizi/Test%20moduli/Pagine%20da%20RAPPORTO%20FINALE%202000-2003%20LEEE-TISO%20misure%20di%20potenza.pdf' target='_blank'>http://www.leee.supsi.ch/leee/fotovoltaico...i%20potenza.pdf</a><br><br>Ciao

    Commenta


    • #3
      <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (LucaSolar77 @ 22/8/2005, 09:44)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti, finora vi ho solo seguito con molto interesse. Ora vorrei che mi aiutaste ad interpretare o meglio a "giudicare" il rapporto sui pannelli fotovoltaici che allego.<br>Dai dati riportati si possono sintetizzare due prime importanti informazioni:<br> &nbsp;Il degrado iniziale dei moduli esaminati tramite l&#39;analisi dei dati misurati.<br> &nbsp;Il rispetto delle garanzie tramite il confronto dei valori misurati finali (stabilizzati) con quelli garantiti dai<br>fabbricanti (Pn).<br>Ho notato come alcuni moduli (leggi Kyocera) arrivino ad una differenza tra la potenza dichiarata dal fabbricante e la potenza reale stabilizzata dopo 15 mesi di esposizione pari a circa il 10% (KC60 e KC70). <br>Mi piacerebbe commentare insieme questo studio. Io ne sono rimasto un p spaventato. Perdere il 10% dopo 15 mesi molto. Se anche venisse rispettata la garanzia a 20 anni sull&#39;80% della potenza, si dovrebbero comunque al ribasso tutti gli esempi riguardo il conto energia, esempi questi SPESSO troppo entusiastici. Ma questo solo un mio parere...<br><br>Vi riangrazio e aspetto i BIG per risposte pertinenti<br><br>Grazie<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'></div></div><br>Ciao LucaSolar77...<br>Io sono solo uno "SMALL" spero ti accontenti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'><br>Allora, questi svizzeri gente forte, ho avuto modo di ascoltarli 3 anni fa a Roma in occasione della conferenza europea sul fotovoltaico, e il loro "oral" trattava proprio questo problema della potenza nominale.<br>Purtroppo le cose stanno cos, i costruttori di moduli dichiarano la potenza nominale con una certa tolleranza, ma difficilmente la potenza nominale "reale" allineata con quella dichiarata, spesso si va fuori tolleranza.<br>Questo della potenza era un problema quando si dovevano fare le "verifiche tecnico-funzionali" obbligatorie per gli impianti fatti nell&#39;ambito del programma tetti FV; infatti, se il modulo che si era montato aveva una potenza nominale sensibilmente + bassa di quella dichiarata, l&#39;impianto rischiava di non superare la verifica.<br><br>Purtroppo chi compra non ha modo di difendersi, se la diminuzione della potenza rientra nella tolleranza il costruttore non ha colpe. <br>Un modo x essere + sicuri verificare che il modulo che si st&agrave; comprando sia CERTIFICATO da un ente preposto a ci (in Italia c&#39; solo un ente che fa questo, gli altri sono dei laboratori sia pure di enti di ricerca e/o universit&agrave.<br><br>Diffidare di chi propone moduli senza questi requisiti.<br><br>Ciao <br><br><span class="edit">Edited by PV-plant - 22/8/2005, 23:12</span>

      Commenta


      • #4
        <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (PV-plant @ 22/8/2005, 23:08)</div><div id='QUOTE' align='left'>Questo della potenza era un problema quando si dovevano fare le "verifiche tecnico-funzionali" obbligatorie per gli impianti fatti nell&#39;ambito del programma tetti FV; infatti, se il modulo che si era montato aveva una potenza nominale sensibilmente + bassa di quella dichiarata, l&#39;impianto rischiava di non superare la verifica.<br>...................<br>Un modo x essere + sicuri verificare che il modulo che si st&agrave; comprando sia CERTIFICATO da un ente preposto a ci (in Italia c&#39; solo un ente che fa questo, gli altri sono dei laboratori sia pure di enti di ricerca e/o universit&agrave.<br><br></div></div><br> Certificato in che senso? anche i moduli messi sotto test dagli svizzeri erano tutti cetificati...<br><br>Grazie<br>Luca

        Commenta


        • #5
          Direi molto interessante.<br>Ma allora come facciamo a garantirci la pruducibilit&agrave; annua dell&#39;impianto?<br>Il dato della produzione annua essenziale del conto energia, se non riusciamo a garantirci la produzione annua crolla tutto il piano economico e l&#39;investimento.<br><br>Siccome dai dati di progetto ai reali ci sono delle differenze, bisognerebbe che chi a realizzato gli impianti portasse i propri dati di PRODUCIBILITA&#39; ANNUA e le CARATTERISTICHE DELL&#39;IMPIANTO.<br><br>Ho sentito parecchi che dopo aver realizzato l&#39;impianto si sono trovati una produzione inferiore all&#39;attesa, quindi ci vorrebbe che chi ha gia in funzione gli impianti porti i propri dati reali. <br><br>Ciao<br><br>

          Commenta


          • #6
            <div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (SIEL @ 23/8/2005, 08:53)</div><div id='QUOTE' align='left'>Direi molto interessante.<br>Ma allora come facciamo a garantirci la pruducibilit&agrave; annua dell&#39;impianto?<br>Il dato della produzione annua essenziale del conto energia, se non riusciamo a garantirci la produzione annua crolla tutto il piano economico e l&#39;investimento.<br><br>Siccome dai dati di progetto ai reali ci sono delle differenze, bisognerebbe che chi a realizzato gli impianti portasse i propri dati di PRODUCIBILITA&#39; ANNUA e le CARATTERISTICHE DELL&#39;IMPIANTO.<br><br>Ho sentito parecchi che dopo aver realizzato l&#39;impianto si sono trovati una produzione inferiore all&#39;attesa, quindi ci vorrebbe che chi ha gia in funzione gli impianti porti i propri dati reali. <br><br>Ciao</div></div><br>Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Ciao Siel certamente&#33; con tutti i pseudoesperti che installano impianti fotovoltaici, non c&#39; da meravigliarsi. In maniera molto temeraria sto andando controcorrente sia come idea sull&#39; amorfo che oltretutto rende su base annua pi del dieci per cento rispetto la potenza generata a parit&agrave; di potenza dal cristallino, sia come modo di considerare l&#39;efficienza dei moduli, ma rimane lettera morta o meglio mi si risponde che <i>non esiste il concetto di efficienza rispetto alle dimensioni, esiste solo il concetto di efficienza di conversione punto e basta</i>. Vedi tu.<br> <br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 23/8/2005, 21:13</span>
            L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
            LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
            Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perch "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

            Commenta


            • #7
              Ciao Furio, concordo pienamente che il dato fondamentale degli impianti la producibilit&agrave; annua che dipende non solo dai moduli ma da tutto l&#39;impianto : moduli, inverter, posizione, condizioni ambientali, progettazione e realizzazione dell&#39;impianto.<br><br>Ti chiedo per se secondo te gli impianti a film sottile sono compresi nel decreto attuativo visto che nell&#39;allegato sono richiamati solo i moduli al si. cristallino (CEI EN 61215)<br><br>Un&#39;altra domanda che mi sorge : come mai, visto che il film sottile produce di pi e costa meno, colossi del calibro di sharp, kiocera, sanyo, mitsubishi producono praticamente solo moduli al si. cristallino?<br><br>Saluti

              Commenta


              • #8
                Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Ciao Siel <br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (SIEL @ 24/8/2005, 08:17)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao Furio, concordo pienamente che il dato fondamentale degli impianti la producibilit&agrave; annua che dipende non solo dai moduli ma da tutto l&#39;impianto : moduli, inverter, posizione, condizioni ambientali, progettazione e realizzazione dell&#39;impianto.</div></div><br>Meno male che qualcuno d&#39;accordo.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Ti chiedo per se secondo te gli impianti a film sottile sono compresi nel decreto attuativo visto che nell&#39;allegato sono richiamati solo i moduli al si. cristallino (CEI EN 61215)</div></div><br>Mi riservo di risponderti con elementi pi precisi di quelli che ho appena disponibili.<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Un&#39;altra domanda che mi sorge : come mai, visto che il film sottile produce di pi e costa meno, colossi del calibro di sharp, kiocera, sanyo, mitsubishi producono praticamente solo moduli al si. cristallino?</div></div><br>E&#39; il mercato che crea la richiesta ed al momento il cristallino la pi richiesta ed la tecnologia pi consolidata, ma come gi&agrave; detto altrove, anche la pi datata...Gli impianti per creare moduli in amorfo costano tre volte di pi rispetto agli analoghi cristallini. Forse ti sfugge qualcosa, ma fra i colossi che hai menzionato ci sono molti gi&agrave; pronti con moduli in amorfo, un esempio? guarda <a href='http://www.mhi.co.jp/power/e_a-si/pdf/module_catalog_e.pdf' target='_blank'><u>QUI</u></a>. Se sei interessato sapere di pi puoi contattarmi in privato.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 25/8/2005, 19:17</span>
                L' ACQUA E' IL MIGLIOR COMBUSTIBILE, BASTA SAPERLA ACCENDERE. ( Capitano Claudio F. )
                LA DIFFERENZA TRA UN GENIO ED UNO STUPIDO E' CHE IL GENIO HA I PROPRI LIMITI...
                Ma se "L'UNIONE FA LA FORZA", allora perch "CHI FA DA SE' FA PER TRE"?

                Commenta


                • #9
                  Caro Furio, <br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>fra i colossi che hai menzionato ci sono molti gi&agrave; pronti con moduli in amorfo, un esempio? guarda QUI. </div></div><br>Forse non tutti hanno associato la sigla MHI a Mitsubishi, non essendo visibile il classico logo. Consiglio di dare un&#39;occhiata a tutta la sezione del sito <a href='http://www.mhi.co.jp/power/e_a-si/' target='_blank'>Mitsubishi</a>.<br><br>Ciao <br>Mario<br>
                  Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
                  -------------------------------------------------------------------
                  Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
                  -------------------------------------------------------------------
                  L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
                  Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
                  ------------------------------------------------

                  Commenta


                  • #10
                    temo che SIEL abbia ragione,<br>mentre nei bandi per i tetti fotovoltaici era citata la cei en 61646 riferita ai moduli in film sottile, nell&#39;allegato 1 del decreto non c&#39;.

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X
                    TOP100-SOLAR