adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prezzi minimi garantiti....è la scelta migliore?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Prezzi minimi garantiti....è la scelta migliore?

    Salve a tutti,

    vorrei porre un quesito relativo alla vendita di energia in rete.

    Qualcuno di voi si è occupato di realizzare impianti fv che cedessero energia ad altri trader e non all'Enel (alle condizioni poste dall'AEEG)? Ad es. ho confrontato i prezzi minimi garantiti (0,098 €/kWh) con quelli differenziati su fascia oraria e offerti da alcuni trader (anche 0,13 €/kWh per la fascia F1 che va dalle 8:00 alle 19:00 dei giorni feriali); considerando che l'impianto fv lavora solo di giorno, non converebbe aderire sempre a offerte di tipo orario, piuttosto che affidarsi ai prezzi minimi garantiti?
    Sono certo che parecchi prima di me si saranno posti queste domande e che probailmente non esamino tutta la situazione nel suo complesso (per come l'ho raccontata io non ci sarebbe neanche da pensarci su....); potreste fornirmi qualche utile indicazione?

    Mi scuso se il tema della vendita di energia è stato trattato in altri post, ma non ho avuto modo di approfondire la mia ricerca. Sarebbe graditissimo anche un link all'eventuale post che abbia già trattato l'argomento.

    Grazie mille a tutti, Antonio

  • #2
    Considera che puoi anche cedere l'energia con procedura RID (ritiro dedicato) optando per i prezzi orari (che per il FV sono certamente preferibili)
    In F1 a giugno si stava mediamente sui 114€/MWh

    Commenta


    • #3
      ciao antonio, il prezzo (0.098€/kWh viene pagato dal GSE non dall'enel)
      sull'energia venduta c'è una ritenuta del 4% (credo però che a fine anno venga restituita), mentre se vuoi vendere l'energia ad altri, devi fare contratti privati, o andare in borsa.... si riesce sicuramente a vendere oltre il prezzo del GSE, ma c'è da fare un lavoraccio...

      Commenta


      • #4
        Ciao ragazzi,

        grazie per le risposte e scusate per le imprecisioni commesse nel primo messaggio (so che da quest'anno il GSE si occupa del RID e non più l'Enel...); purtroppo credo che il lavoraccio "dovrò" affrontarlo comunque, visto che mi è stato "gentilmente richiesto" dai miei superiori.....cercherò di tenervi aggiornati sugli sviluppi.

        Ciao a tutti, Antonio

        Commenta


        • #5
          ah bene antonio, se riesci a trovare buoni prezzi facelo sapere...

          Commenta


          • #6
            meglio il prezzo minimo garantito , a meno che il sabato - domenica - festivi infrasettimanali e mese d'agosto l'energia te la consumi tutta , poi la f1 vale dalle 900 alle 1300.

            Commenta


            • #7
              ciao Antonio, se fossi in te valuterei bene il "lavoraccio" per i motivi che ti ha postato alby, nel marasma generale, oggi, non è prudente entrare il trattative ...diciamo libere, gli equilibri economici del mondo intero barcollano a causa del petrolio, ed ultimamente molti econimisti di fama internazionale hanno ipotizzato varie ipotesi sull'andamento globale dell'economia, e di certo non sono stati molto convincenti sulla stabilità del mercato.

              Commenta


              • #8
                girando sul sito GSE mi sono imbattuto sui prezzi minimi garantiti e medi zonali .
                Sono rimasto ALLIBITO , tra nord e sud c'è una differenza del 70% incredibile , per cui mi devo ricredere , se l'impianto sta da roma in giu il prezzo da scieglier e è indubbiamente il medio zonale , mentre dall'emilia in su è meglio ( per ora ) il minimo garantito , per chi sta in mezzo è UN BEL PROBLEMA AMLETICO , uno o l'altro ? a ogniuno il suo dilemma .
                ciao da Schakespire
                ( sarà scritto giusto ? )

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR