adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

adesso ci mancava solo ..... IKEA

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • adesso ci mancava solo ..... IKEA

    "Ikea venderà pannelli fotovoltaici? Rivoluzione in arrivo

    Johan Stenebo, capo di una controllata dell’IKEA chiamata Greentech, vuole investire nel più economico ed efficiente pannello solare fotovoltaico disponibile per poterlo vendere nei negozi IKEA entro i prossimi 2 o 4 anni. Il solare fotovoltaico a basso prezzo è un obiettivo impegnativo. Ma Peter Kamprad il figlio del fondatore di IKEA Ingvar è un convinto sostenitore della tecnologia ecologica, e la Greentech di Stenebo investirà circa 75 milioni di dollari in dieci società in cinque aree: tecnologia solare, conservazione dell’energia, risparmio di risorse idriche, illuminazione alternativa, e nuovi materiali.

    Società scandinave sono il primo obiettivo della Greentech. Ciascuna di queste aree è la benvenuta nell’ambito dell’approccio a prezzo abbordabile di IKEA, sebbene installare pannelli solari sul tetto con i diagrammi semplicistici e qualche chiave che accompagnano gli arredamenti fai date di IKEA sembra qualcosa poco immaginabile. Senza contare che molte installazioni necessitano di permessi da parte dei condomini o di altro tipo. La rete di distribuzione di IKEA con 270 negozi in tutto il mondo potrebbe rendere la tecnologia verde disponibile per le masse, uno sviluppo senza precedenti."

    Fonte: futuroprossimo.blogosfere.it

  • #2
    Era proprio quello che temevo........
    A questo punto si dovrebbe legiferare sulla progettazione e messa in opera degli impianti, almeno per salvare il salvabile.
    Bisogna rendere ogni cosa il più semplice possibile, ma non più semplice di ciò che sia possibile!

    Albert Einstein
    www.donvitoprogetti.it

    Commenta


    • #3
      Io non mi preoccuperei più di tanto, perchè per installare un impianto fotovoltaico non servono solo i pannelli, ma tante altre cose, Ikea confonderà molte persone, peccato per loro.


      A ognuno il suo mestiere

      Commenta


      • #4
        ottimo ! W IKEA !

        naturalmente i pannelli saranno Made in China e magari con due booster riflettenti

        Commenta


        • #5
          Buongiorno a tutti,
          credo che le capacita' imprenditoriali e la serieta' aziendale di IKEA nn debbano essere sottovalutate ma considerate e valutate attentamente.
          Il programma, per ora allo stato embrionale, vedra' la luce fra qualche tempo e soprattutto, per il lancio sul mercato italiano, credo che attenderanno le mosse che il governo fara' al momento del rinnovo (se mai ci sara') del CE.
          Altra considerazione da fare, come giustamente ha fatto notare Arturopaone, e' che per fare un'impianto serve ben altro oltre ai pannelli e quindi se IKEA vorra' essere competitiva (conoscendoli) fornira' un servizio completo ed adeguato.
          A quel punto bisognera' difendersi ed il vantaggio del consumatore finale sara' (forse) una maggior scelta e prezzi in calo per l'impianto finito.
          ciao car.boni
          Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

          Commenta


          • #6
            bene l'importante e parlarne e divulgare il verbo.....ma di chiacchiere se ne sentono da anni ormai...

            intanto le banche non danno una mano, gli enti fanno gli gnorri, e la gente acquista sempre piu SUV....e dura ma ce la faremo...


            saluti

            Roberto
            "MAKE YOUR ENERGY!!"

            on SKYPE econtek-italy

            "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

            Commenta


            • #7
              sanno fatti con i pannelli multistrato dell'ikea!!!
              hihihihi

              Commenta


              • #8
                si pensa se bisogna assemblarli da se...in linea con la filosofia IKEA!!

                ciao raga e attenti alle cazzate che girano sul FV okkio!!

                saluti

                Roberto
                "MAKE YOUR ENERGY!!"

                on SKYPE econtek-italy

                "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

                Commenta


                • #9
                  ciao raga e attenti ai cazzari che girano sul FV okkio!!

                  Commenta


                  • #10
                    SCUSA IL TONO ma
                    Originariamente inviato da Giancarlo72 Visualizza il messaggio
                    .... venderà pannelli fotovoltaici? Rivoluzione in arrivo

                    Sono a Valencia al 23 Pv forum ...
                    nessuno conosce i prodotti da te citati .... sento odor di mozzarela di BUFALA

                    Ciao da Recoplan

                    Ps date una occhiata su un motore di ricerca .... ancora mozzarella di BUFALA
                    Ultima modifica di recoplan; 02-09-2008, 22:48. Motivo: precisazione

                    Commenta


                    • #11
                      Mi associo anche io a car.boni e ad arturopaone ... ad ognuno il suo.
                      La libreria BILLY va benissimo a compiere la funzione richiesta nelle condizioni dichiarate; sta a noi capire se è meglio in cantina o nella pinacoteca delle belle arti.

                      Per i cazzari .... coraggio ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
                      Buona giornata e buon lavoro a tutti.
                      ENER

                      Commenta


                      • #12
                        eppure proprio la libreria billy potrebbe essere usata in modo improprio per il solare a concentrazione ....

                        Commenta


                        • #13
                          Buonasera a tutti.

                          Ho realizzato un pianto fotovoltaico da 3 KWp integrato a tetto DA SOLO sul tetto dell' autorimessa (h max 4 mt), con collaudo ottobre 2004. Sono stato il Primo a Parma in conto energia con scambio sul posto.

                          Ho acquistato un corso di 1 gg per capire cosa fosse e semplicemente mi e' stato spiegato che in sostanza e' una cavolata... Ho solo dovuto far fare firmare il progetto ad un tecnico (io non posso) e far far la dia al geometra (soldi inutili). Il materiale l' ho comprato su internet risparmiando moltissimo.

                          Morale: se l' impianto e' di potenza limitata e' quando di piu' banale possa essere fatto. Penso che sia abbondantemente al livello di fattibilita' di molte persone. Non sono richiesti attrezzi particolari, ne' competenze specifiche, solo un po' d' attenzione.

                          Perche' siete prevenuti per il fai da te ???

                          Penso che molti installatori non conoscano minimamente come funziona il sistema ma sappiano semplicemente come "mettere insieme le cose".

                          Quelli che avevo interpellato se la tiravano un casino !!!

                          Se all' Ikea mi vendono una cucina alla quale devo collegare il lavello, il miscelatore il piano di cottura, il forno (che per tutto occorrerebbe farlo fare ad un tecnico qualificato) perche' non pensate che si possa mettere insieme un impianto fotovoltaico ???

                          Ho trovato piu' difficolta' "manuali" con il soalre termico ma questa e' un' altra storia ....

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da michele montali Visualizza il messaggio
                            Buonasera a tutti.

                            Ho realizzato un pianto fotovoltaico da 3 KWp integrato a tetto DA SOLO sul tetto dell' autorimessa (h max 4 mt), con collaudo ottobre 2004. Sono stato il Primo a Parma in conto energia con scambio sul posto.

                            Ho acquistato un corso di 1 gg per capire cosa fosse e semplicemente mi e' stato spiegato che in sostanza e' una cavolata... Ho solo dovuto far fare firmare il progetto ad un tecnico (io non posso) e far far la dia al geometra (soldi inutili). Il materiale l' ho comprato su internet risparmiando moltissimo.

                            Morale: se l' impianto e' di potenza limitata e' quando di piu' banale possa essere fatto.
                            Penso che sia abbondantemente al livello di fattibilita' di molte persone. Non sono richiesti attrezzi particolari, ne' competenze specifiche, solo un po' d' attenzione.

                            Perche' siete prevenuti per il fai da te ???

                            Penso che molti installatori non conoscano minimamente come funziona il sistema ma sappiano semplicemente come "mettere insieme le cose".

                            Quelli che avevo interpellato se la tiravano un casino !!!

                            Se all' Ikea mi vendono una cucina alla quale devo collegare il lavello, il miscelatore il piano di cottura, il forno (che per tutto occorrerebbe farlo fare ad un tecnico qualificato) perche' non pensate che si possa mettere insieme un impianto fotovoltaico ???

                            Ho trovato piu' difficolta' "manuali" con il soalre termico ma questa e' un' altra storia ....
                            * OTTIMO *

                            basta coi cartelli-lobby dei piastrellisti con l' 80% di ricarico !

                            Commenta


                            • #15
                              Nessuna prevenzione con il fai da te, anzi.
                              Il patto però è che la qualità dei prodotti sia ottima. In tanti casi il contributo del GSE è una buona fetta del mutuo per l'acquisto dell'impianto. Se la qualità è tale per cui l'impianto è fermo ..... iniziano i disastri. Vallo a spiegare poi alle assicurazioni ....
                              Buona giornata e buon lavoro a tutti.
                              ENER

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da michele montali Visualizza il messaggio
                                . Penso che sia abbondantemente al livello di fattibilita' di molte persone. Non sono richiesti attrezzi particolari, ne' competenze specifiche, solo un po' d' attenzione.

                                Perche' siete prevenuti per il fai da te ???

                                Penso che molti installatori non conoscano minimamente come funziona il sistema ma sappiano semplicemente come "mettere insieme le cose".
                                Buongiorno Michele,
                                nessuno e' contro il "fai da Te" ma bisogna anche capire che questo puo' essere un limite per molte persone.
                                Molti chiamano l'elettricista per cambiare la lampadina bruciata (fai da te elementare) ma ne conosco molti che si sono costruiti la casa, e che casa, senza bisogno della mega impresa.
                                Oggi il "fai da te" si scontra con le varie norme ed e' l'unica cosa che si deve ben aver presente per evitarsi i guai.
                                Scontato e' il risparmio e soprattutto la soddisfazione.
                                Cosa altrettanto ovvia e' la "parte" svolta "a mo' di professore" per certi tipi d'installatori oggi presenti sul mercato ed il semplice fatto di avere una posizione aperta alla CCIAA nn li rende certamente migliori e preparati di molti hobbysti.
                                In fine concordo su quanto detto da Ener (che saluto) e sul corretto utilizzo di cio' che si compra.
                                ciao car.boni
                                Acqua, sole e vento. La natura per l'energia pulita.

                                Commenta


                                • #17
                                  X michele montani
                                  non vorrei essere polemico ,
                                  ma quanto tempo ci hai messo per fare l'impianto , intendo dire da quando hai letto il "corso" a quando hai messo l'ultima vite?
                                  Immagino che hai usato tutti i dispositivi di sicurezza ,molti li sottovalutano ,e quelli hanno un costo .
                                  Inoltre per il collaudo finale e la dichiarazione di conformita' come hai fatto?

                                  Forse non lo sapete ma ikea produce anche case in scatola di montaggio, ma le vende solo nel nord-europa ,quindi non e' detto che il fv arrivi in italia,
                                  poi si dovra' vedere il costo e la qualita',
                                  certo che se avvenisse una cosa del genere mi aspetto un bel po' di infortuni
                                  Ultima modifica di snowstorm; 03-09-2008, 17:24.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da arturopaone Visualizza il messaggio
                                    perchè per installare un impianto fotovoltaico non servono solo i pannelli, ma tante altre cose, Ikea confonderà molte persone, peccato per loro.


                                    A ognuno il suo mestiere
                                    concordo!....un impianto non è fatto solo di materiali...ma soprattutto da studio, conoscenza, saper progettare ecc.....
                                    Ciò che io chiamo vita è quando mi sveglio al mattino e mi preparo una piccola tazza di tè.

                                    Nessun uomo può comandare un un altro uomo, noi abbiamo bisogno di unità.

                                    Non puoi sprecare la tua vita nell'egoismo, altrimenti tutto ciò che resterà di te saranno solo un mucchio di parole e poi morirai. Per dare un significato alla vita devi fare qualcosa.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da michele montali Visualizza il messaggio
                                      Buonasera a tutti.

                                      Ho realizzato un pianto fotovoltaico da 3 KWp integrato a tetto DA SOLO sul tetto dell' autorimessa (h max 4 mt), con collaudo ottobre 2004. Sono stato il Primo a Parma in conto energia con scambio sul posto.

                                      Ho acquistato un corso di 1 gg per capire cosa fosse e semplicemente mi e' stato spiegato che in sostanza e' una cavolata... Ho solo dovuto far fare firmare il progetto ad un tecnico (io non posso) e far far la dia al geometra (soldi inutili). Il materiale l' ho comprato su internet risparmiando moltissimo.

                                      Morale: se l' impianto e' di potenza limitata e' quando di piu' banale possa essere fatto. Penso che sia abbondantemente al livello di fattibilita' di molte persone. Non sono richiesti attrezzi particolari, ne' competenze specifiche, solo un po' d' attenzione.

                                      Perche' siete prevenuti per il fai da te ???

                                      Penso che molti installatori non conoscano minimamente come funziona il sistema ma sappiano semplicemente come "mettere insieme le cose".

                                      Quelli che avevo interpellato se la tiravano un casino !!!

                                      Se all' Ikea mi vendono una cucina alla quale devo collegare il lavello, il miscelatore il piano di cottura, il forno (che per tutto occorrerebbe farlo fare ad un tecnico qualificato) perche' non pensate che si possa mettere insieme un impianto fotovoltaico ???

                                      Ho trovato piu' difficolta' "manuali" con il soalre termico ma questa e' un' altra storia ....
                                      A Ottobre 2004 il Conto Energia non esisteva !!!
                                      Chi ti ha firmato il certificato di conformità ??
                                      Con quale strumentazione hai effettuato il collaudo ??
                                      Per favore non diamo false informazioni, per realizzare un impianto fotovoltaico serve una ditta di installazione elettrica e un progettista.
                                      Impianto 2,24 kWp;Inclinazione stringhe 18 °; Orientamento -40 ° Sud-Est
                                      Suntech STP 160S/24AC MONO (7x2); Inverter SOLARMAX 2000C
                                      Ubicazione Lercara Friddi (PA) 37°44;13° 36

                                      Commenta


                                      • #20
                                        io che ho provato a montare le due cose ,
                                        l'impianto FV ( premetto solo fornito e montato staffaggio e pannelli , il resto lo ha eseguito il mio installatore ),
                                        e l'armadio , non dell'IKEA ( perchè era cartavelina ), sono due manufatti ben diversi con problematiche ben differenti che la media degl'italiani non riesce a quantificare .

                                        Se farsi l'impianto è imbullonare 2 viti con dado l'avrebbero già installato tutti senza aspettare l'ikea .

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Non vedo cosa ci sia di così scandaloso in quello che ha in mente l'Ikea (sempre che sia vero!) alla fine non sarebbe niente di diverso da tutti quegli impianti in Kit che si trovano dappertutto in internet e che molti professionisto o commercianti gia propongono. fino a poco tempo fa, quando era attiva la vetrina commerciale, questo forum era pieno di gente che vendeva impianti in Kit.
                                          Concordo con quello che afferma Michele, e l'ho ribadito in piu post, che alla fine per uno che ha un p'o di manualità e una base di elettrotecnica, un impianto fotovoltaico domestico standard è fatto di 4 fili in croce!
                                          Se poi l'esecuzione e la progettazione (che poi si tratta di dimensionamento, perchè c'è ben poco da progettare) non sono eccellenti.... be li almeno uno non se la prende con nessuno, ma solo con se stesso! uno è libero di scegliere, personalmente io sono per il fai da te!!!
                                          Bisogna capire se il gioco vale la candela.

                                          Ciao a tutti
                                          1) impianto 3kW, 24 moduli Kyocera 125GHT-2, inverter Power-one Aurora 3600
                                          2) impianto 14,52kW, 66 moduli Trina 220W, 3 inverter Power-one Aurora 6000
                                          http://www.energeticambiente.it/tecn...nstallato.html

                                          Commenta


                                          • #22
                                            qualcuno crede ancora che tutti gli installatori abbiano interesse a tenere i prezzi dei moduli alti, dimenticando che è proprio questo "elemento" che non ci permette di fare tanti lavori, mhaaa? comunque, l'i(K)dea che una simile iniziativa possa essere utile per l'abbattimento dei costi fissi mi piace, ma francamente quella del fai da te la vedo possibile solo per un camper, un piccolo impianto non collegato in rete, altro non credo sia fattibile viste tutte le competenze, sia tecniche che amministrative, che un impianto necessita di avere per essere definito VERAMENTE a regola d'arte, comunque alla fine viva l'abbattimento dei costi fissi, perchè un installatore deve fare utili in maggioranza dalla sua professionalità, e non di certo dal ricaricare a "go go" dei materiali, il rivcarico serve solo ad ammortizzare una minima parte delle nostre spese fisse, tipo telefono,sicurezz, assicurazione, operai,ufficio, ecc ecc. ma il 70% di questi costi deve essere ricavato esclusivamente dal lavoro, e non dal resto. in conclusione,meglio proporre, come già detto qualche tempo fà e poi sperimentato personalemente ed ampiamente gradito dal cliente, un best price con formula..........TU cliente vuoi risparmiare? allora compra TU i moduli, ed io ti faccio l'installazione, ma solo per un minimo di tot. KW altrimenti il "best price" rischia di divetare un "failure of company" allora si che sono uccelli diabetici ehehehe

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da maufv Visualizza il messaggio
                                              A Ottobre 2004 il Conto Energia non esisteva !!!
                                              Chi ti ha firmato il certificato di conformità ??
                                              Con quale strumentazione hai effettuato il collaudo ??
                                              Per favore non diamo false informazioni, per realizzare un impianto fotovoltaico serve una ditta di installazione elettrica e un progettista.

                                              Ora parliamo seriamente !!!!
                                              la parte elettrica di un impianto FV è di una banalità disarmante !!!!!! la vera difficoltà stà nel montaggio-fissaggio dei moduli e nella pericolosità che ne deriva, ma se per esempio come il mio è ubicato in un annesso con h max di circa 4 metri il montaggio diventa una stronz** !!!!
                                              Se si acquistano i materiali in prima persona si risparma e molto.
                                              Sicurezze ??!??!?!? acquistando i materiali in prima persona si possono mettere di tutto e di più, interruttori in continua scaricatori fusibili e quant'altro.
                                              Il progetto invece va seguito da un tecnico abilitato il quale firma e verifica il tutto , poi anche qui fatto il primo , per impianti simili si tratta di cambiare i dati ...........
                                              In confronto un impianto elettrico di una casetta è molto più difficoltoso !!!!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                IKEA CHE VENDA MOBILI...AHAHAHAHAHH
                                                Per il resto che lasci fare ai professionisti, perchè in questo settore la cosa che conta, nn è vendere o installare, MA INSTALLARE PRODOTTI VALIDISSIMI AREGOLA D'ARTE, IN MODO CHE DURINO I 20 ANNI DEL CONTO ENERGIA.
                                                Saluti a Voi tutti.

                                                Luciano
                                                Luciano Lombardo

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da emanuele Visualizza il messaggio
                                                  Ora parliamo seriamente !!!!
                                                  la parte elettrica di un impianto FV è di una banalità disarmante !!!!!! la vera difficoltà stà nel montaggio-fissaggio dei moduli e nella pericolosità che ne deriva, ma se per esempio come il mio è ubicato in un annesso con h max di circa 4 metri il montaggio diventa una stronz** !!!!
                                                  Se si acquistano i materiali in prima persona si risparma e molto.
                                                  Sicurezze ??!??!?!? acquistando i materiali in prima persona si possono mettere di tutto e di più, interruttori in continua scaricatori fusibili e quant'altro.
                                                  Il progetto invece va seguito da un tecnico abilitato il quale firma e verifica il tutto , poi anche qui fatto il primo , per impianti simili si tratta di cambiare i dati ...........
                                                  In confronto un impianto elettrico di una casetta è molto più difficoltoso !!!!
                                                  *ri-ottimo*

                                                  tanto è vero che anche per un singolo impianto (il proprio) conviene aprire partita IVA e comprare come istallatore a 3.5 €/W ed anche meno (Qcell ...)

                                                  è la solita italia delle caste chiuse e disoneste che fanno cartello(*) e taglieggiano la gente, protetta dall'obbligo di quattro scartoffie burocratico-amministrative (bleah).
                                                  dai notai, farmacisti, avvocati giù giù fino ai piastrellisti: tutto il popolo delle partite IVA.

                                                  scusate se sono diretto.

                                                  (*) perchè ci dobbiamo fare concorrenza tra noi quando possiamo tosarli tutti al prezzo più alto possibile ?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da michele montali Visualizza il messaggio
                                                    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
                                                    .. se vuoi ti posto un link di tutti gli infortuni sul lavoro nel campo degli impianti elettrici.. ( se poi ci mettiamo anche salire su un tetto..)
                                                    .. banale collegare moduli fotovoltaici ( per un neofita ) con le tensioni in gioco?

                                                    .. se sbagli a collegare il lavello non muori annegato .. così come se colleghi la spina del forno.. se metti le mani nel posto sbagliato su un impianto elettrico ( requiem risk 99%)
                                                    Ultima modifica di nll; 22-09-2014, 17:48.
                                                    si alle rinnovabili, si anche e sopratutto al nucleare.. anche xchè l'energia solare cos'è?

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      e saranno c. suoi (nostri).

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da michele montali Visualizza il messaggio
                                                        *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***
                                                        Onore a te per aver assemblato da solo l'impianto.
                                                        Si ... hai giustamente detto che non risulta assolutamente complicato assemblare il tutto ... è vero ... io ho seguito ditte che in una giornata hanno montato un impianto da 20 kW su terrazzo!
                                                        Ma c'è un ma .... ed ascolta bene ... non è questione di tirarsela ... ma è questione che "ognuno deve fare BENE il proprio mestiere". Mi spiego meglio.

                                                        La fase delicata per quanto concerne la realizzaione di un impianto fotovoltaico è la PROGETTAZIONE, in quanto per 20 anni ... e dico per 20 anni l'impianto deve funzionare al meglio e cioè deve produrre quanta più energia riesce a produrre per rendere economicamente conveniente l'investimento!

                                                        Mettere 15/18 pannelli su un tetto e connetterli tra loro e all'inverter venduto in kit, non è così complicato ... ma è estremamente complesso dimensionare ottimemente il tutto, affinchè la radiazione captatata e convertita in energia elettrica sia la massima; che le perdite nel trasferimento tra organi captatori e dispositivo di conversione siaano le minime; che i materiali usati (cavi, scaricatori, protezioni ...) siano ben dimensionati e di ottima qualità ....
                                                        ... e potrei elencarne di altre di particolarità.

                                                        Dunque ... anche se sembrano "sprecati" i soldi per un progettista, il mio consiglio è avvalersi di un degno professionista che sappia il fatto suo ... e basta con gli autodidatti in un campo così complesso e delicato ...
                                                        Vi lascio con questo pensiero su cui riflettere:

                                                        Se l'impianto è sovradimensionato regalate energia all'ENEL ed avete un ritorno economico pessimo;
                                                        Se l'impianto è sottodimensionato dovete acquistare l'energia dall'ENEL ed avete un ritorno economico pessimo!!!

                                                        Non siate approssimativi nella realizzazione dell'impianto e non affidatevi alla sola vostra buona capacità manuale e neanche a fasulli villantatori entrati di striscio nel mondo del fotovoltaico.

                                                        Ad ognuno il proprio mestiere ... e quello che dovete fare è ... saper scegliere il vostro TECNICO (ingegnere se possibile ... non me ne vogliano gli architetti)!

                                                        Un caro saluto a tutti.
                                                        Evviva il sole!

                                                        P.S. non sono contrario cmq alla vendita dei pannelli da parte dell'IKEA ... siamo in libero mercato e sono dell'opinione che la qualità premia sempre a lungo andare ...
                                                        Ad ognuno la propria scelta.
                                                        Ultima modifica di nll; 22-09-2014, 17:49.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da Clorofillo Visualizza il messaggio
                                                          La fase delicata per quanto concerne la realizzaione di un impianto fotovoltaico è la PROGETTAZIONE, in quanto per 20 anni ... e dico per 20 anni l'impianto deve funzionare al meglio e cioè deve produrre quanta più energia riesce a produrre per rendere economicamente conveniente l'investimento!
                                                          E ci sono in rete degli ottimi fogli xls che ti permettono di simulare perfettamente il tuo impianto... ed anche il rientro (energetico ed economico).

                                                          Mettere 15/18 pannelli su un tetto e connetterli tra loro e all'inverter venduto in kit, non è così complicato ... ma è estremamente complesso dimensionare ottimemente il tutto, affinchè la radiazione captatata e convertita in energia elettrica sia la massima;
                                                          Anche qui: esistono simulatori in rete ecc.
                                                          BTW: i "professionisti" che sono venuti finora a casa mia per i preventivi per verificare l'orientamento hanno usato:
                                                          1 - uno una bussola da giovani marmotte, probabilmente recuperata in un uovo di Pasqua
                                                          2 - uno l'orientamento ricavato dal rilievo catastale di quasi 40 anni fa
                                                          Nessuno dei due aveva la minima idea di cosa significasse "declinazione magnetica".

                                                          che le perdite nel trasferimento tra organi captatori e dispositivo di conversione siaano le minime;
                                                          I simulatori dei vari inverter (ad esempio SMA) ti permettono di determinare anche questo.

                                                          che i materiali usati (cavi, scaricatori, protezioni ...) siano ben dimensionati e di ottima qualità ....
                                                          Con quello che puoi risparmiare, puoi prenderti la crema della crema come componentistica "spicciola".
                                                          E per i cavi puoi surdimensionarli tranquillamente anche di due ordini di grandezza: il budget ti si sposterà del prezzo di una pizza ed una birra...



                                                          Se l'impianto è sovradimensionato regalate energia all'ENEL ed avete un ritorno economico pessimo;
                                                          Se l'impianto è sottodimensionato dovete acquistare l'energia dall'ENEL ed avete un ritorno economico pessimo!!!
                                                          Rifletti su un altro aspetto: tutti i progetti sono basati proiettando il CONSUMO ATTUALE per i prossimi venti anni. Ma chi ha detto ciò? Sulla base di quale assurdo preconcetto puoi ipotizzare che il consumo di una famiglia resterà circa costante per i prossimi VENTI anni?!?!
                                                          Nei prossimi venti anni i figli si sposeranno e se ne andranno (ed il consumo diminuirà), o magari arriveranno altri figli (ed il consumo aumenterà). Tra dieci anni si cambierà la lavastoviglie, con una che ha un consumo di 1/10 rispetto all'attuale... oppure tra dieci anni l'illuminazione sarà tutta a turboled a tiotimolina risublimata, ed illuminerai a giorno un salone con 3 watt di consumo. O magari, considerato che la corrente ce l'hai gratis mentre il gas lo paghi a 327000 euro al metro cubo, deciderai tra dieci anni di installarti un riscaldamento a pompa di calore ionizzante ad effetto venturi...
                                                          Quello del "prendere i consumi attuali e manetnerli uguali per i prossimi 20 anni" è solo uno degli scenari possibili. Ed, obiettivamente, il più improbabile.
                                                          Tuttavia è quello che usano i "progettisti"...
                                                          http://voglioilfotovoltaico.blogspot.com/

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

                                                            Caro Archimede ... all'università non insegnano ad usare i software in quanto tutti sono capaci di imparare ad usarli da autodidatta ... bensì insegnano a capire, dopo averti bombardato di basi tecniche, le procedure da seguire ed il loro osignificato, da cui interagire con il software ed interpretare i risultati. Solo così puoi capire che i consumi negli anni di una qualsiasi famiglia sono destinati a cambiare ... e come ripeto la differenza la fa sempre un buon tecnico, BUONO E SERIO (ripeto) anzichè agire da autodidatta (senza teorie di base e senza esperienza)!!!!!

                                                            Seguendo il tuo doscorso pare che tutti possiamo essere manager di azienda oppure macellai oppure manovali di carpenteria! Basta usare un software oppure seguire le istruzioni!
                                                            Secondo il mio umile parere ciò che è reso semplice oggi dall'utilizzo dei software diventa erroneamente applicato, perchè si lavora nell'incoscienza di ciò che si è prodotto ... pare che vi fidiate tutti di questi elaborati al PC senza sapere cosa partoriscono!

                                                            Invito ad essere prudenti!
                                                            Ciao.
                                                            Ultima modifica di nll; 22-09-2014, 17:49.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR