adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PDC-Fotovoltaico, PDC, Geotermia , Condensazione, Stufe? Isolamento tetto e muri?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PDC-Fotovoltaico, PDC, Geotermia , Condensazione, Stufe? Isolamento tetto e muri?

    Salve a tutti,

    sto ristrutturando (parzialmente) una casa del '90 in provincia di Vicenza e sto valutando oltre all'isolamento del tetto e i muri perimetrali poco spessi di sfruttare le nuove teconologie per il risparmio su GAS ed energia elettrica.
    La casa e' dotata di impianto a riscaldamento a pavimento di circa 250mq con caldaia da 32Kw, inoltre è presente un'altra piccola caldaia istantanea utilizzata per riscaldare un garage da 100m2 e una taverna da 100m2 (che verrà utilizzata solamente in occasioni).
    L'abitazione ha una giardino di pertieneza di circa 800m2 e verrà abitata da due persone e futuri figli.

    Che tipo di tecnologia mi consigliate con qualità/prezzo migliori?
    Geotermico? Solare? caldaia a gas a condensazione? pompa di calore? pompa di calore con fotovoltaico? termocamino o caldaia a biomassa...?

    I muri perimetrali della casa sono in Porotron di circa 27cm (dipende dai punti mi sembra), consigliate di fare il cappotto? interno (ho sentito che isola maggiormente ma lo vedo un problema a farlo visto che ci sono già tutti i serramenti) o esterno? di quale materiale?
    sughero, polistirolo, vermiculite, poliuretano, lana di roccia e altro........
    Non vorrei un cappotto tenero visto che in futuro con dei bimbi che giocano a pallone o altre situazioni credo che si potrebbe rovinare (e inoltre non mi piace molto l'idea di avere un muro che "suoni da vuoto").
    Per l'isolamento del tetto (attualmente sul solaio che riveste in parte la casa ci dovrebbero essere un 3 centimetri di lana di roccia) che materiale mi consigliate? devo "ventilarlo"? coibento solo il tetto o anche il solaio?

    esistono diverse tipoligie di stufe/camini per il riscaldamento...termocamini (si può scaldare l'acqua calda per il riscaldamento), stufe a maiolica, stube, stufe classiche, stufe in pietra ollare...
    Vorrei mettere un camino o stufa in salotto...mi interessa che si veda il focolare, che sia esteticamente bella e che riscaldi efficientemente e in modo economico la casa...che tipo mi consigliate? per la taverna che userò raramente conviene scaldarla utilizzando una classica stufa in ghisa (riscalda rapidamente?) o in altro modo?

    Nel forum o letto che si parlava che esistono dei validi ed utilissimi sistemai di aerazione e ricambio di aria con recupero di calore, respiri aria più pulita e risparmi...cosa si intende?

    Nel fotovoltaico è vero che si riescono a non pagare i pannelli grazie a degli accordi con delle banche...?!?

    Aspetto vostri consigli, scusate la gran quantità di domande ma ho una gran confusione in testa


    Grazie
    Enrico

  • #2
    Bellissimo lavoro ti trovi a fare,
    la casa è singola? quanto scoperto hai?
    Falde acquifere? a che temperatura di uscita?

    Proprio l'altro giorno con un mio amico abbiamo deciso una variante al suo impianto ( casa in costruzione) pozzo acqua con uscita a 13,5°C costanti estate inverno pompa di calore con scambiatore esterno ad acqua.

    Ovviamente impianto FV.. per il quale se gestito bene in fase progettuale otterrai notevoli benefici riguardanti il premio GSE FINO AL 30% in più!!

    Leggiti la guida GSE

    http://www.grtn.it/ita/fotovoltaico/...nergia2008.pdf

    Da Pag 14
    2.4.1 Edifici oggetto di opere di miglioramento delle prestazioni energetiche

    Ti consiglio di separare il post in 2 parti, una riguardante la parte più importante quella della ristrutturazione e parte termica, non c'è una sezione dedicata alla ristrutturazione dovrai postare qui: Termico - EnergeticAmbiente.it, oppure fai una ricerca su geotermico http://www.energeticambiente.it/sear...searchid=82606

    poi vedrai che avrai numerosi altri motivi per avere confusione in testa!!

    Ah non dimentichiamo un buon link di un mito del settore (se leggi.. ciao Giancarlo)
    '+'
    Sorridi e tendi la mano..

    Commenta


    • #3
      Grazie,

      La casa è singola su di un lotto di circa 1100 m2 (circa 800m2 di giardino).
      E' vicino al centro di Bassano del Grappa (Vi), non ci sono pozzi e non mi intendo nel sapere se ci sono falde sotto terra (immagino che facendo un pozzo a qualche profondità ci siano)
      Infatti più mi informo e maggiormente sono confuso...
      Cosa mi consiglieresti?

      Ciao

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Enry-78 Visualizza il messaggio
        Grazie,

        La casa è singola su di un lotto di circa 1100 m2 (circa 800m2 di giardino).
        E' vicino al centro di Bassano del Grappa (Vi), non ci sono pozzi e non mi intendo nel sapere se ci sono falde sotto terra (immagino che facendo un pozzo a qualche profondità ci siano)
        Infatti più mi informo e maggiormente sono confuso...
        Cosa mi consiglieresti?

        Ciao
        1) Far fare una certificazione energetica ante lavori
        2) Farti aiutare da un progettista a raggiungere gli obiettivi tecnici stabiliti (impianto solare termico, impianto fotovoltaico, aumento efficienza energetica) cercando di ottenere i migliori vantaggi economici sia in termini di agevolazioni fiscali che di investimento.
        3) Eventualmente dopo la fine dei lavori, far rifare la certificazione energetica dell'immobile

        Secondo me, un ingegnere esperto del settore, potrebbe aiutarti e consigliarti al meglio in tutte queste attività, ottenendo un buon ritorno economico.

        Il tuo è un progetto troppo complesso per poterti aiutare attraverso il forum.
        Bisogna rendere ogni cosa il più semplice possibile, ma non più semplice di ciò che sia possibile!

        Albert Einstein
        www.donvitoprogetti.it

        Commenta


        • #5
          HELP!

          Il problema e' trovare un termotecnico COMPETENTE....dove lo trovo?!?
          Mi potreste dare qualche consiglio almeno di natura generale visto la mia situazione? il geotermico ho sentito che va meglio in montagna...il fotovoltaico al sud...in provincia di vicenza (nord italia) cosa consigliate?
          Dal vostro forum...dai vostri consigli...ho capito che prima devo fare il cappotto poi pensare alle nuove tecnologie per il risparmio energetico...
          ma qual'e' in linea generale la migliore? Fotovoltaico con pompa di calore aria-aria?

          Grazie

          Commenta


          • #6
            per una visione di insieme e per darti consigli più mirati servono alcune informazioni :
            Tempi : Quano SI possono iniziare i lavori e quando deve essere "abitabile" la casa ?
            Soldi : quanto si può investire in isolamento , Fv ,solare infissi .....
            Posizione Fiscale : il 55% di detrazione fiscale sulle opere di isolamento termico è utilizzabile ?
            Cosa devi rifare : tetto e tegole , vetri ,pavimenti ,giardino ... ?
            cosa non vuoi rifare : ?

            Ciao da Recoplan
            Ultima modifica di recoplan; 10-09-2008, 11:07. Motivo: rimozione errore !

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da recoplan Visualizza il messaggio
              per una visione di insieme e per darti consigli più mirati servono alcune informazioni :
              Tempi : Quano posso iniziare i lavori e quando deve essere "abitabile" la casa ?
              Soldi : quanto si può investire in isolamento , Fv ,solare infissi .....
              Posizione Fiscale : il 55% di detrazione fiscale sulle opere di isolamento termico è utilizzabile ?
              Cosa devi rifare : tetto e tegole , vetri ,pavimenti ,giardino ... ?
              cosa non vuoi rifare : ?

              Ciao da Recoplan
              ... e se volevi un tecnico qualificato adesso l'hai trovato
              Se anche sapessi che domani finisse il mondo, io, oggi, pianterei comunque il mio albero di mele.

              Commenta


              • #8
                Grazie per le risposte
                Verrà richiesta la "dia" in comune tra pochi giorni...
                prima di iniziare i lavori però per sfruttare il 55% dobbiamo con chiarezza scegliere gli interventi...
                La casa verrà abitata tra un paio d'anni...
                Non c'e' con esattezza una cifra che vorrei spendere e non ci sono grossi problemi economici, di sicuro vorrei un buon lavoro in merito al risparmio energetico ma nel modo inteligente (che venga perciò ripreso in qualche anno).
                La detrazione fiscale del 55% è utilizzabile.
                Non so che cosa vorrei rifare...dipende da cosa conviene , per questo chiedo dei consigli...credo da quello che ho sentito fino ad ora che l'importante sia di isolare il tetto (le tegole vanno bene) visto che il calore va verso l'alto, meglio anche se fare il cappotto, e una pompa di calore aria-aria per il pavimento a riscaldamento...ci sono doppi vetri (anche se di 10 anni fa) apparte in garage.
                Per il resto...ristrutturo la parte notte (tolgo due bagni e due camere per fare una camera con un bagno grande e una stanza guardaroba), ingrandisco la terrazza creando un giardino pensile, creo un nuovo bagno del soggiorno, verranno rifatti i pavimenti esterni, verrà cambiato il legno in tutta la parte notte...


                Grazie ancora

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Enry-78 Visualizza il messaggio
                  Il problema e' trovare un termotecnico COMPETENTE....dove lo trovo?!?
                  Mi potreste dare qualche consiglio almeno di natura generale visto la mia situazione? il geotermico ho sentito che va meglio in montagna... EHHH??? COSA???
                  il fotovoltaico al sud...CERTO MA AL NORD (NOI SFORTUNELLI..) ABBIAMO QUANTO BASTA..in provincia di vicenza (nord italia) cosa consigliate?
                  Dal vostro forum...dai vostri consigli...ho capito che prima devo fare il cappotto poi pensare alle nuove tecnologie per il risparmio energetico...
                  ma qual'e' in linea generale la migliore? Fotovoltaico con pompa di calore aria-aria?

                  Grazie
                  Certamente il maggior rendimento si ha con le pdc aria aria, ma te avendo a disposizione l'impianto a pavimento devi valutare tutte le possibilità possibili.
                  Sorridi e tendi la mano..

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Enry-78 Visualizza il messaggio
                    Verrà richiesta la "dia" in comune tra pochi giorni...bene
                    prima di iniziare i lavori però per sfruttare il 55% dobbiamo con chiarezza scegliere gli interventi... Certamente !
                    La casa verrà abitata tra un paio d'anni...Bene
                    ... non ci sono grossi problemi economici, di sicuro vorrei un buon lavoro in merito al risparmio energetico ma nel modo inteligente (che venga perciò ripreso in qualche anno) OTTIMO.
                    ... l'importante sia di isolare il tetto (le tegole vanno bene) Ottimo
                    fare il cappotto Giusto
                    una pompa di calore aria-aria ?per il pavimento a riscaldamento???...
                    ci sono doppi vetri Probabilmente da sostituire (anche se di 10 anni fa)
                    Cosa dire sei : nella migliore situazione ed hai tempo per cui converrebbe "pianificare" accuratamente i lavori .

                    Ciao da Recoplan

                    Commenta


                    • #11
                      Mi hanno consigliato una pompa di calore aria-aria per riscaldare l'acqua del pavimento a riscaldamento...
                      cosa ne pensate?
                      grazie

                      Commenta


                      • #12
                        ok!!
                        ma attenzione distanza dei tubi del pannelli radianti ,ho un bellissimo foglio di excel molto esplicativo in base alla temp.della stanza ,distanza dei tubi,calore prodotto (w/m quadro),in riferimento ad una eventuale installazione di una PDC aria-acqua.
                        Se vuoi contattami in privato.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Enry-78 Visualizza il messaggio
                          Mi hanno consigliato una pompa di calore aria-aria per riscaldare l'acqua del pavimento a riscaldamento...
                          cosa ne pensate? Interessante da valutare
                          Quali locali pensi di condizionare in estate ?

                          ciao da Recoplan

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao Enry-78,
                            l'unico vero consiglio che posso darti è di effettuare prima l'isolamento di casa e poi pensare alle tecnologie! E' inutile cercare di risparmiare con le tecnologie innovative se poi perdi calore da tutti i pori!

                            Fai il cappotto esterno con il sughero; suona poco di vuoto ed è eterno. Lo stesso per il sottotetto; granulina di sughero!

                            Funziona bene, credimi.

                            Buon divertimento per il resto.
                            Ciao.
                            Cordialità.

                            Walter
                            <Prima isoliamo termicamente casa e poi costruiamo per risparmiare energia!>

                            ??M ®

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Enry-78 Visualizza il messaggio
                              Mi hanno consigliato una pompa di calore aria-aria per riscaldare l'acqua del pavimento a riscaldamento...
                              cosa ne pensate?
                              grazie
                              Penso che non ti hanno spiegato bene Aria/Aria = Scambiatore esterno ad aria / scambiatore interno aria.. non scalda l'acqua!
                              Magari ti hanno proposto degli split in sussidio all'impianto a pavimento, ma io resto dell'opinione che mal si abbina lo split con questi sistemi, meglio con il classico termosifone che puoi alternare rapidamente allo split, che so magari in condizioni critiche di funzionamento tipo una settimana continua con temperatura costante anche di giorno inferiore ai -2/3° C,caso raro in pianura ed in ogni modo le tecnologie attuali permettono funzionamenti anche a -15°C..
                              Ciao
                              Sorridi e tendi la mano..

                              Commenta


                              • #16
                                Di questo passo, se non fate le cose per ordine e come si deve ne uscirà solo una gran confusione!
                                I risultati alla fine saranno dubbi.

                                Perchè non fai verificare la situazione attuale (attraverso una certificazione) e pianificate per bene in base agli obbiettivi tutti le modifiche da apportare, otterrai sicuramente diversi vantaggi:

                                - Ottimizzazione costi
                                - Ottimizzazione tempi
                                - Risultati vicini all'ottimo in base alle tue esigenze
                                - Organizzazione lavori nel modo più conveniente (in base a criteri costruttivi o economici)
                                - Pianificazione dettagliata delle attività, delle risorse e dei materiali
                                - Oggettivazione dei risultati finali in base ad un riferimento (certificazione energetica)
                                ecc......

                                Se hai una tabella di marcia, sai dove concentrare gli sforzi e quando.
                                Diversamente rischi che la ristrutturazione diventi un incubo....
                                Bisogna rendere ogni cosa il più semplice possibile, ma non più semplice di ciò che sia possibile!

                                Albert Einstein
                                www.donvitoprogetti.it

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da WalMario Visualizza il messaggio
                                  Ciao Enry-78,
                                  l'unico vero consiglio che posso darti è di effettuare prima l'isolamento di casa e poi pensare alle tecnologie! E' inutile cercare di risparmiare con le tecnologie innovative se poi perdi calore da tutti i pori!
                                  quoto in pieno, prima isoli bene, poi scaldi con poco...sembra ovvio ma non e' cosi'.

                                  I vetri vecchi di 10 anni potrebbero essere sostituiti, magari con vetri a doppia camera con gas.
                                  Il tetto ventilato, realizzato con traverse in legno NON trattato o verniciato chimicamente, ma con metodi naturali come sali di boro etc.
                                  Cappotto esterno in sughero !!!
                                  Eliminare i ponti termici ( balconi a nord, vetrate troppo grandi a nord ) rivalutare mentre rifai la stanza da letto anche l'illuminazione ed eventualmente schermare le finestre per evitare che facciano passare luce e troppo caldo in esteta, per evitare di condizionare , ed il contrario in inverno.
                                  Pensare ad un sistema di raffrescamento, e anche di ricircolo e riciclo aria.
                                  Riciclo acque meteoriche.
                                  Tetto verde.
                                  Geotermia e' funzionale anche NON in montagna, sia con sonde a trivellazione verticale sia con scambiatori orizzontali con sterro e sviluppo parallelo al terreno ( ci vorra' giardino ! )
                                  Se fai una piscina puoi abbinare la fitodepurazione.

                                  Il consiglio e' rivolgiti a studi che abbiano REALE esperienza di progettazione in bio-architettura, e bioclimatica. magari tramite associazioni come ANAB.
                                  Oggi tutti o quasi gli arch. mettono BIO nei progetti, anche i venditori edili... e poi niente di bio c'e'.
                                  L'abitazione deve essere intesa come "sistema ", non come singole stanze da rifare.
                                  Noi in ditta si e' rifatto parte degli uffici, il titolare ha progettato e ricercato tutti i materiali, ma non ti dico la fatica, il tempo e i soldi buttati per aver lavorato con artigiani e geometri non informati e non ha conoscenza dei nuovi materiali, e di come trattarli.

                                  se poi non hai problemi di budget, c'e' klimahouse, oppure l'associazione alma faber che da consigli in questo senso.

                                  Saluti,
                                  Andrea
                                  TUTORIAL VIDEO PER NEOFITI E NON SOLO ( contatore quadri etc )
                                  http://www.youtube.com/user/socosnc/videos
                                  web/public?name=SOCO_SOLAR_PLANT[/URL]

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da ycarus77 Visualizza il messaggio

                                    - Ottimizzazione costi
                                    - Ottimizzazione tempi
                                    - Risultati vicini all'ottimo in base alle tue esigenze
                                    - Organizzazione lavori nel modo più conveniente (in base a criteri costruttivi o economici)
                                    - Pianificazione dettagliata delle attività, delle risorse e dei materiali
                                    - Oggettivazione dei risultati finali in base ad un riferimento (certificazione energetica)
                                    ecc......

                                    Se hai una tabella di marcia, sai dove concentrare gli sforzi e quando.
                                    Diversamente rischi che la ristrutturazione diventi un incubo....
                                    Sante parole.. spesso una ristrutturazione diventa un incubo, in special modo se chi ti dovrebbe seguire non è poi all'altezza.
                                    [/QUOTE]Il consiglio e' rivolgiti a studi che abbiano REALE esperienza di progettazione in bio-architettura, e bioclimatica. magari tramite associazioni come ANAB.
                                    Oggi tutti o quasi gli arch. mettono BIO nei progetti, anche i venditori edili... e poi niente di bio c'e'.
                                    L'abitazione deve essere intesa come "sistema ", non come singole stanze da rifare.
                                    Noi in ditta si e' rifatto parte degli uffici, il titolare ha progettato e ricercato tutti i materiali, ma non ti dico la fatica, il tempo e i soldi buttati per aver lavorato con artigiani e geometri non informati e non ha conoscenza dei nuovi materiali, e di come trattarli.

                                    se poi non hai problemi di budget, c'e' klimahouse, oppure l'associazione alma faber che da consigli in questo senso.

                                    Saluti,
                                    Andrea[/QUOTE]


                                    Una casa è per ora, domani, per sempre!!
                                    Il miglior investimento iniziale da fare è quello di chi seguirà i lavori.. io.. vengo a bere un bicchiere quando avrai finito
                                    Sorridi e tendi la mano..

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da andreaporta Visualizza il messaggio
                                      quoto in pieno, prima isoli bene, poi scaldi con poco...sembra ovvio ma non e' cosi'.

                                      I vetri vecchi di 10 anni potrebbero essere sostituiti, magari con vetri a doppia camera con gas.
                                      Il tetto ventilato, realizzato con traverse in legno NON trattato o verniciato chimicamente, ma con metodi naturali come sali di boro etc.
                                      Cappotto esterno in sughero !!!
                                      Eliminare i ponti termici ( balconi a nord, vetrate troppo grandi a nord ) rivalutare mentre rifai la stanza da letto anche l'illuminazione ed eventualmente schermare le finestre per evitare che facciano passare luce e troppo caldo in esteta, per evitare di condizionare , ed il contrario in inverno.
                                      Pensare ad un sistema di raffrescamento, e anche di ricircolo e riciclo aria.
                                      Riciclo acque meteoriche.
                                      Tetto verde.
                                      Geotermia e' funzionale anche NON in montagna, sia con sonde a trivellazione verticale sia con scambiatori orizzontali con sterro e sviluppo parallelo al terreno ( ci vorra' giardino ! )
                                      Se fai una piscina puoi abbinare la fitodepurazione.

                                      Il consiglio e' rivolgiti a studi che abbiano REALE esperienza di progettazione in bio-architettura, e bioclimatica. magari tramite associazioni come ANAB.
                                      Oggi tutti o quasi gli arch. mettono BIO nei progetti, anche i venditori edili... e poi niente di bio c'e'.
                                      L'abitazione deve essere intesa come "sistema ", non come singole stanze da rifare.
                                      Noi in ditta si e' rifatto parte degli uffici, il titolare ha progettato e ricercato tutti i materiali, ma non ti dico la fatica, il tempo e i soldi buttati per aver lavorato con artigiani e geometri non informati e non ha conoscenza dei nuovi materiali, e di come trattarli.

                                      se poi non hai problemi di budget, c'e' klimahouse, oppure l'associazione alma faber che da consigli in questo senso.

                                      Saluti,
                                      Andrea
                                      Ciao a tutti, Andrea compreso,
                                      ma povero Enry-78! Voleva solo dei consigli su cosa offrisse il mercato in fatto di risparmio energetico e... adesso gli proponiamo la casa BIO al 100%. Praticamente Enrico puoi già "accendere" un CALDO mutuo per ristrutturare casa. Ricordati il letto rigorosamente in legno; tutto in legno, tranne i materassi e le coperte!

                                      Scherzi a parte ci vorrebbe il portafoglio a fisarmonica...!
                                      Con i soldi puoi fare di tutto e, ne sono certo, quando hai ben finito... sicuramente puoi fare ancora qualche costosa modifica.

                                      Enrico, adesso che siamo in pochi, ma quanto vorresti sp......?

                                      Ciao a tutti.
                                      Cordialità.

                                      Walter
                                      <Prima isoliamo termicamente casa e poi costruiamo per risparmiare energia!>

                                      ??M ®

                                      Commenta


                                      • #20
                                        forse non è la sezione migliore per parlarne, ti consiglio di fare un giretto in risparmio energetico in casa , molte delle risposte sono state ampiamente trattate...

                                        Il mio consiglio è quello di mettere su un foglio gli interventi in ordine di importanza e capire fino a dove vuoi arrivare...

                                        La prima voce sarà sicuramente l'isolamento, ti sconsiglio di isolare dall'interno e i motivi sono molteplici, dalla condensa interstiziale ai ponti termici... non è vero che isola di più è solo molto più veloce a reagire perchè non devi scaldare la struttura, ma dipende da come usi la casa, se fosse una casa di villeggiatura oppure se tutti escono di casa alle 7 e rientrano alle 19 forse sarebbe una scelta migliore...

                                        Il cappotto esterno effettivamente suona di vuoto, ma sul piano termico è il meglio, per limitare sia il suono, sia il rischio di buchi credo si possa caricare all'esterno con un intonaco più spesso.

                                        Sostituzione serramenti, da valutare, se sono doppi vetri, magari si può evitare, dipende anche da quanti sono e da quanto sono grossi, se hai vetrate grosse esposte a nord forse è il caso.
                                        Eventualmente io lascerei stare i vetri tripli per una questione prezzo/prestazioni/perdite di apporti gratuiti e rimarrei su dei doppi bassoemissivi con argon.
                                        In questo caso per dare una mano ai serramenti chiudere le tapparelle/imposte quando si è fatto buio d'inverno e magari mettere delle tende un pò pesanti e tirarle, sembrano cazzate ma qualcosa fanno...
                                        se devi cambiare le imposte al posto delle gelosie scegli degli antoni pieni...

                                        Se hai già un impianto a pavimento con la casa ben isolata potresti buttarti su una caldaia a condensazione, in alternativa una pompa di calore aria-acqua ma se l'inverno fa freddo i consumi lievitano, questa scelta sarebbe da affiancare al un buon fv.
                                        la geotermia ha buoni risultati, ma costa anche... francamente la scarterei, a meno che la tua casa non risulti con consumi veramente bassi e quindi con sonde molto corte...

                                        Da valutare del solare termico per l'acqua sanitaria

                                        Da valutare il fv

                                        ....

                                        giusto per darti un paio di idee

                                        Commenta

                                        Attendi un attimo...
                                        X
                                        TOP100-SOLAR