adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Collegamento Calza Cavo Schermato FG7OR

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Collegamento Calza Cavo Schermato FG7OR

    Ciao a tutti volevo capire in che modo voi state collegando il cavo in oggetto ovvero il cavo multipolare schermato.

    In realtà questi cavi nascono per la messa a terra della schermatura non per l'utilizzo come neutro (in questo caso si utilizza il cavo a neutro concentrico)

    Può creare accoppiamenti e quidi correnti indotte, se pur minime, se si utilizza fase e neutro (2 cavi interni) e neutro anche schermato?? questo perchè l'intera corrente che passa nel conduttore di fase non ritorna nel conduttore di neutro intrecciato ma in funzione dell'impedenza del conduttore e della calza fluisce in 2 percorsi diversi e inoltre rappresenta il parallelo di 2 impedenze e perciò avrà come impedenza equivalente un valore minore della più piccola. Il tratto è breve però ciò può creare un piccolo squilibrio.

    Voi cosa ne pensate??


  • #2
    Ciao, ti conviene usare cavo UG7CR (neutro concentrico) connesso così:

    neutro schermo (che ha la sezione = alla fase)
    fase polo centrale

    Saluti
    Rick

    Commenta


    • #3
      Questo non lo metto in dubbio...anche se è lavorare con il cavo rigido diventa un po' più difficoltoso...però il mio più che un quesito pratico realizzativo si pone come domanda teorica per capire...

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Marcobg Visualizza il messaggio
        ... questo perchè l'intera corrente che passa nel conduttore di fase non ritorna nel conduttore di neutro intrecciato ma in funzione dell'impedenza del conduttore e della calza fluisce in 2 percorsi diversi e inoltre rappresenta il parallelo di 2 impedenze e perciò avrà come impedenza equivalente un valore minore della più piccola. Il tratto è breve però ciò può creare un piccolo squilibrio.

        Voi cosa ne pensate??


        Come uno squilibrio ? La corrente che scorre nel conduttore di fase e' la stessa che scorre nel conduttore di neutro (costituito dal conduttore interno + la calza), il fatto che quest'ultimo abbia un'impedenza minore del conduttore di fase implica in pratica soltanto una minore potenza dissipata dallo stesso.

        Alcuni comunque preferiscono utilizzare questi cavi collegando la calza a terra e utilizzando i due conduttori interni per neutro e fase.

        Commenta


        • #5
          il cavo FG7OR non è schermato!
          è a doppio isolamento...

          Commenta


          • #6
            Io questa domanda l'ho posta al tecnico Enel del sopralluogo e al referente di zona, e la risposta è stata la stessa: "la schermatura non va collegata da nessuna parte, neanche a terra, ne all'inizio e ne alla fine del cavo, ci serve la schermatura solo per rendere il cavo piu difficile da bucare", e io ho fatto così.

            ciao
            1) impianto 3kW, 24 moduli Kyocera 125GHT-2, inverter Power-one Aurora 3600
            2) impianto 14,52kW, 66 moduli Trina 220W, 3 inverter Power-one Aurora 6000
            http://www.energeticambiente.it/tecn...nstallato.html

            Commenta


            • #7
              Ma c'è una normativa o un regolamento enel che regola questo collegamento?? che ne spieghi la definizione di cavo anti-frode

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da garghy Visualizza il messaggio
                Io questa domanda l'ho posta al tecnico Enel del sopralluogo e al referente di zona, e la risposta è stata la stessa: "la schermatura non va collegata da nessuna parte, neanche a terra, ne all'inizio e ne alla fine del cavo, ci serve la schermatura solo per rendere il cavo piu difficile da bucare", e io ho fatto così.

                ciao
                Non c'è più limite alle "cavolate" dette dai tecnici Enel.

                Non vi è dubbio che il cavo antifrode deve essere collegato al neutro ed esplica la sua funzione quando tentando la "frode" manda in corto circuito il sistema.
                Provate sulle linee enel per credere !
                Che poi nel nostro caso non serva "una mazza" è altro discorso (già fatto anche in altre discussioni).
                Saluti Giuliano
                GIULIANO
                _____________
                ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                Commenta


                • #9
                  In realtà la frode che può verificarsi è collegare i carichi a monte in modo tale che il primo contatore legga oltre all'energia prodotta anche il flusso di potenza dei carichi.
                  Essa può avvenire in 2 modi:
                  - attraveso la rottora del conduttore e il collegamento quindi fisico.
                  - attraverso l'induzione del flusso di potenza.
                  Poniamo il caso che la massa la colleghiamo a terra, nel primo caso l'enel se ne accorgerebbe soltanto nel momento del sopraluogo in quanto il cavo non è sostituibile, mentre nel secondo caso grazie alla protezione della calza a terra non è fattibile.

                  In realtà questa potrebbe essere anche visto come soluzione anti frode. Io sinceramente non mi fido tanto di far passare corrente nella calza, ma ripeto è solo una mia opinione. Cercavo normative appunto per questo per avere conferme.

                  Commenta


                  • #10
                    Il problema della "calza" è solo un problema di sezione del rame.
                    Si tratta in definitiva di un conduttore concentrico.
                    L'Enel la utilizza, come saprai, da lungo tempo nella distribuzione in Bassa Tensione.

                    Saluti. Giuliano
                    GIULIANO
                    _____________
                    ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da garghy Visualizza il messaggio
                      Io questa domanda l'ho posta al tecnico Enel del sopralluogo e al referente di zona, e la risposta è stata la stessa: "la schermatura non va collegata da nessuna parte, neanche a terra, ne all'inizio e ne alla fine del cavo, ci serve la schermatura solo per rendere il cavo piu difficile da bucare", e io ho fatto così.

                      ciao
                      sono daccordo, anch'io faccio cosi'

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da gsughi Visualizza il messaggio
                        Non vi è dubbio che il cavo antifrode deve essere collegato al neutro ed esplica la sua funzione quando tentando la "frode" manda in corto circuito il sistema.
                        Provate sulle linee enel per credere !
                        Che poi nel nostro caso non serva "una mazza" è altro discorso (già fatto anche in altre discussioni).
                        Saluti Giuliano
                        Concordo in pieno con tutto quello che dici, infatti io la calza volevo collegarla al neutro, ma poi per evitare equivoci, ho fatto come hanno voluto loro!

                        Ciao
                        1) impianto 3kW, 24 moduli Kyocera 125GHT-2, inverter Power-one Aurora 3600
                        2) impianto 14,52kW, 66 moduli Trina 220W, 3 inverter Power-one Aurora 6000
                        http://www.energeticambiente.it/tecn...nstallato.html

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR