annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Inverter Vicino O Lontano?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Inverter Vicino O Lontano?

    Salve a tutti, avrei due domandine da porvi:
    1) Ho un imp. FV sul tetto di una casa e li oltre ai pannelli metterei anche il quadro di campo, ora la domanda è dato che la nicchia con i contatori è sulla recinzione è meglio mettere li anche l'inverter con un percorso in cc di circa 40mt oppure mettere l'inverter nel sotto tetto e poi andare con la linea a.c. 230V fino ai contatori?
    Io opterei per la prima perchè la c.d.t. non è eccessiva e cmq l'inverter me la riporterebbe sempre a 230V sul lato a.c.
    Sintetizzando è meglio l'inverter vicino ai pannelli o vicino ai contatori se pannelli e contatori sono distanti tra di loro?

    2) Una conferma: la tariffa incentivante che il cliente prende dal gse decorre dalla data di installazione dei contatori o dalla data di conferma che la pratica è Ok da parte del GSE?

    Grazie e buon lavoro a tutti

  • #2
    1) Ci sono state svariate discussioni su questo punto.... a me hanno detto che è sempre meglio l'inverter vicino ai pannelli, ma non so darti la motivazione tecnica specifica, perchè non la conosco.

    2) La tariffa incentivante decorre dalla data di installazione dei contatori.

    saluti
    carest
    - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2020 - del foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche https://www.energeticambiente.it/for...17#post1813217

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da carest Visualizza il messaggio
      1) Ci sono state svariate discussioni su questo punto.... a me hanno detto che è sempre meglio l'inverter vicino ai pannelli, ma non so darti la motivazione tecnica specifica, perchè non la conosco.

      2) La tariffa incentivante decorre dalla data di installazione dei contatori.

      saluti
      carest
      Per il momento grazie Carest per il punto 2, per l'1 chissa che qualcuno ci illumini, io come dicevo non penso che per tratte di qualche decina di metri la c.d.t. dia problemi xkè l'iinverter compensa qualche Volt in meno però in effetti ho una perdita di potenza sulla linea (+ lunga è + potenza perdo per eff. Joule) e quindi meno incentivo. Magari sto dicento c...e aspetto lumi
      grazie
      ciao

      Commenta


      • #4
        Il problema di dove collocare l'inverter deve essere valutato caso per caso.
        Io do le seguenti indicazioni di collocazione dell'inverter:
        - Io preferisco sempre collocare l'inverter vicino al contatore di misura e vicino al campo, per minimizzare le perdite economicamente più sensibili; cioè quelle del tratto di linea fra inverter e contatore di produzione e fra campo FV e inverter.
        - Non è necessario arrivare con la linea dall'inverter sino al quadro contatori; Si può, ed io faccio sempre così, andare al quadro di distribuzione dell'appartamento.
        - dato che il contatore della produzione deve essere collocato in un luogo con accesso sicuro, ( io preferisco posare l'inverter in un luogo frequentato ) al fine di avere un controllo di funzionamento, io cerco sempre il primo ambiente avente tali caratteristiche il più vicino possibile al tetto.
        Ciao Giuliano.
        GIULIANO
        _____________
        ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

        Commenta


        • #5
          Anche io ho lo stesso dilemma: mettere l'inverter nel sottotetto oppure al piano terra (circa 15 mt di calata) vicino ai contatori.
          Facendo due conti, con un impianto da 2,5 kWp dovrei avere una caduta di tensione sul lato dc di circa 2 Volt, considerando di mettere l'inverter lontano dai pannelli.

          Ciao

          Commenta


          • #6
            - dato che il contatore della produzione deve essere collocato in un luogo con accesso sicuro, ( io preferisco posare l'inverter in un luogo frequentato ) al fine di avere un controllo di funzionamento, io cerco sempre il primo ambiente avente tali caratteristiche il più vicino possibile al tetto.
            Ciao Giuliano.[/quote]

            Sono d'accordo con te ma nel caso specifico è una casa indipendente con i contatori sul recinto e l'Enel poserebbe li i due contatori per cui dal tetto devo arrivare sino a quella nicchia, il dilemma era appunto mettere li o no l'inverter.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Duracell Visualizza il messaggio
              Salve a tutti, avrei due domandine da porvi:
              1) Ho un imp. FV sul tetto di una casa e li oltre ai pannelli metterei anche il quadro di campo, ora la domanda è dato che la nicchia con i contatori è sulla recinzione è meglio mettere li anche l'inverter con un percorso in cc di circa 40mt oppure mettere l'inverter nel sotto tetto e poi andare con la linea a.c. 230V fino ai contatori?
              Io opterei per la prima perchè la c.d.t. non è eccessiva e cmq l'inverter me la riporterebbe sempre a 230V sul lato a.c.
              Sintetizzando è meglio l'inverter vicino ai pannelli o vicino ai contatori se pannelli e contatori sono distanti tra di loro?

              2) Una conferma: la tariffa incentivante che il cliente prende dal gse decorre dalla data di installazione dei contatori o dalla data di conferma che la pratica è Ok da parte del GSE?

              Grazie e buon lavoro a tutti
              1) Meglio l'inverter il più vicino possibile al campo fotovoltaico perchè il trasferimento di energia in continua determina più perdite rispetto al trasferimento in alternata, e più vicino possibile al contatore di energia prodotta per evitare che l'energia persa nel tratto di cavo inverter/contatore non sia contabilizzata (nei 20 anni può assumere un valore importante)

              2) La tariffa incentivante viene contabilizzata dalla data di entrata in esercizio dell'impianto, ovvero dal momento in cui l'impianto è connesso alla rete per mezzo dell'installazione dei contatori.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Duracell Visualizza il messaggio
                - dato che il contatore della produzione deve essere collocato in un luogo con accesso sicuro, ( io preferisco posare l'inverter in un luogo frequentato ) al fine di avere un controllo di funzionamento, io cerco sempre il primo ambiente avente tali caratteristiche il più vicino possibile al tetto.
                Ciao Giuliano.
                Sono d'accordo con te ma nel caso specifico è una casa indipendente con i contatori sul recinto e l'Enel poserebbe li i due contatori per cui dal tetto devo arrivare sino a quella nicchia, il dilemma era appunto mettere li o no l'inverter.[/QUOTE]

                Se fai una ricera troverai la discussione riguardante l'argomento.

                E' il cliente e non l'Enel che sceglie dove installare il contatore di produzione !!!
                Ormai questo è stato chiarito ed accettato dall'ENEL (Vedi punto 9.2 della DK 5940)
                Ciao. Giuliano
                GIULIANO
                _____________
                ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                Commenta


                • #9
                  [E' il cliente e non l'Enel che sceglie dove installare il contatore di produzione !!!
                  Ormai questo è stato chiarito ed accettato dall'ENEL (Vedi punto 9.2 della DK 5940)
                  Ciao. Giuliano[/quote]


                  io ho richiesto di montare il contatore produzione vicino al contatore già esistente a piano terra e il tecnico enel durante il sopraluogo mi ha detto che se lo volevo sul pianerottoo sopra(appena 3 scalini)non mi avrebbe autorizzato in quanto non sono assicurati in caso di caduta durante la lettura.alla fine non sono io che decido , se poi non mi firmano il preventivo

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da gsughi Visualizza il messaggio
                    E' il cliente e non l'Enel che sceglie dove installare il contatore di produzione !!!
                    Ormai questo è stato chiarito ed accettato dall'ENEL (Vedi punto 9.2 della DK 5940)
                    Ciao. Giuliano
                    Ciao Giuliano,
                    non sono d'accordo con te: 88/07 parla chiaro, il contatore di produzione va messo dove fa più "comodo" al cliente (fermo restando considerare la sicurezza del personale Enel).

                    Inoltre approfitterei di questo 3d per mettervi una pulce nelle orecchie: per rispettare la DK5940, il personale Enel dovrebbe sigillare uscita a.c. inverter e ingresso contatore di produzione; sempre per la DK - ma anche per la 88/07 - il contatore di produzione non può essere installato in luoghi "pericolosi" (ad esempio un soppalco). A questo punto l'inverter (su cui comunque dovrà operare il personale Enel) perché può essere installato anche nel tetto?

                    A presto

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da valbui Visualizza il messaggio
                      Ciao Giuliano,
                      non sono d'accordo con te: 88/07 parla chiaro, il contatore di produzione va messo dove fa più "comodo" al cliente (fermo restando considerare la sicurezza del personale Enel).
                      Come ? hai letto bene quello che ho scritto ?

                      Avevo affermato ESATTAMENTE quello che hai detto Tu !
                      Giuliano.
                      GIULIANO
                      _____________
                      ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X
                      TOP100-SOLAR