adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Trasformatori d'isolamento: che fanno?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Trasformatori d'isolamento: che fanno?

    In effetti la mia domanda non è così vaga, il dubbio specifico è: Un trasformatore d'isolamento può ridurre le distorsioni armoniche?
    E' possibile che una distorsione armonica sia interpretata da un contatore ENEL come segnale di "distacco del sezionatore"?
    Quali effetti possono produrre distorsioni armoniche di "significativa" entità?

    Anticipatamente grazie. Ervise.

  • #2
    Originariamente inviato da ervise Visualizza il messaggio
    I
    E' possibile che una distorsione armonica sia interpretata da un contatore ENEL come segnale di "distacco del sezionatore"?
    Impossibile dal momento che il sezionatore, per definizione, è a distacco manuale.

    ciao ciao
    A2C - Fotovoltaico Salerno

    Commenta


    • #3
      che mi risulti le distorsioni armoniche te le tieni tutte e prega dio di non causarle....sfasamanto dell'impianto, per carichi non lineari o puramente induttivi!! o carichi cosidetti disadattati.

      anche gli inverter provocano una distorsione armonica...ogni inverter deve riportare il valore max di THD

      il tu trfao non ti salva...

      saluti

      Roberto
      "MAKE YOUR ENERGY!!"

      on SKYPE econtek-italy

      "la vera sfida non è realizzare un impianto fotovoltaico, quanto grande si vuole, ma farlo funzionare bene per 20 anni!!!"

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da econtek Visualizza il messaggio
        il tu trfao non ti salva...

        saluti

        Roberto
        Beh, sicuramente un po' di filtraggio, almeno su quelle più alte, lo fa.

        Non per niente il trafo protegge quasi del tutto dalle sovratensioni provenienti dalla rete (che essendo in genere impulsi piuttosto rapidi hanno un elevato contenuto d'armoniche di ordine superiore).

        Di più ninzò

        MazE
        _____
        MazE

        Commenta


        • #5
          Bentornato mi stavo chiedendo proprio "non ho più avuo notizie del tuo contatore ..... be almeno fare un salutino"
          Originariamente inviato da ervise Visualizza il messaggio
          Un trasformatore d'isolamento può ridurre le distorsioni armoniche?NO! Scherzi ? bella questa battuta !
          E' possibile che una distorsione armonica sia interpretata da un contatore ENEL come segnale di "distacco del sezionatore"? Certamente : le correnti armoniche si sommano ....
          Quali effetti possono produrre distorsioni armoniche di "significativa" entità? Un aumento del valore efficace della corrente di linea !
          Originariamente inviato da amaze1 Visualizza il messaggio
          Beh, sicuramente un po' di filtraggio, almeno su quelle più alte, lo fa. Ti prego di essere preciso : un trasformatore di isolamento AGGIUNGE sicuramente correnti di valore significativo alla 3° ,5° e 7° armonica ! per armoniche "superiori" bisogna valutare .
          Nei vecchi interventi avevo elencato le possibili cause ...... non ho saputo più nulla .

          Ciao da Recoplan

          Commenta


          • #6
            Solo per citarne alcune:
            1- Rigetta la componente continua che purtroppo ogni inverter, seppur in minima parte, lascia passare; (c'è un limite di legge....)
            2- Filtra in parte le forme d'onda distorte (soprattutto le armoniche di ordine elevato);
            3- Se trifase ed uno degli avvolgimenti è a triangolo annulla completamente la terza armonica e le sue multiple;
            4- Disaccoppia "galvanicamente" i due circuiti. Ciò significa che non c'è più continuità elettrica tra primario e secondario. Questo comporta una serie di conseguenze che influenzano tecnicamente il dimensionamento elettrico dell'impianto.

            saluti

            Commenta


            • #7


              <HR SIZE=1><!-- / icon and title --><!-- message -->Ha scritto Recoplan:

              Bentornato mi stavo chiedendo proprio "non ho più avuo notizie del tuo contatore ..... be almeno fare un salutino"
              Quote:
              <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0><TBODY><TR><TD class=alt2 style="BORDER-RIGHT: 1px inset; BORDER-TOP: 1px inset; BORDER-LEFT: 1px inset; BORDER-BOTTOM: 1px inset">Originariamente inviata da ervise
              Un trasformatore d'isolamento può ridurre le distorsioni armoniche?NO! Scherzi ? bella questa battuta !
              E' possibile che una distorsione armonica sia interpretata da un contatore ENEL come segnale di "distacco del sezionatore"? Certamente : le correnti armoniche si sommano ....
              Quali effetti possono produrre distorsioni armoniche di "significativa" entità? Un aumento del valore efficace della corrente di linea !

              </TD></TR></TBODY></TABLE>
              Quote:
              <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0><TBODY><TR><TD class=alt2 style="BORDER-RIGHT: 1px inset; BORDER-TOP: 1px inset; BORDER-LEFT: 1px inset; BORDER-BOTTOM: 1px inset">Originariamente inviata da amaze1
              Beh, sicuramente un po' di filtraggio, almeno su quelle più alte, lo fa.Ti prego di essere preciso : un trasformatore di isolamento AGGIUNGE sicuramente correnti di valore significativo alla 3° ,5° e 7° armonica ! per armoniche "superiori" bisogna valutare .

              </TD></TR></TBODY></TABLE>
              Nei vecchi interventi avevo elencato le possibili cause ...... non ho saputo più nulla .



              Hai ragione, mi sono assentato "dalla discussione" per qualche tempo. Ma è stato solo per avere il tempo per fare qualche "prova". Visto che è così che purtroppo si deve procedere.
              Ti riepilogo brevemente.
              Per verificare che non ci fossero sbalzi di tensione o dispersioni di corrente abbiamo fatto lavorare il contatore circondato da MT e differenziali a limite. Il contatore è scattato ma tutto il resto no.
              Per verificare se il disturbo arrivasse da terra abbiamo fatto lavorare l'inverter senza "massa". Il contatore è scattato ugualmente. L'enel ha pervino provato a mettere dei condensatori per fare da filtro ma nei 5 gg in cui ci sono stati il contatore è scattato fino a due volte a giorno. Credo che le dimensione dei condensatori non le abbiano scelte " a raggion veduta" ma a caso. Comunque.
              Ripeto, l'unico dato che trovo, secondo me, anomalo dall'analizzatore di rete inserito nell'impianto (un CVD MINI) sono quelle relative alla distorsione armonica totale (THD) nella parte relativa all'intensità di corrente (A) che assume valori anche fino a 90%.
              I questa situazione "per tentativi" l'ipotesi che "io" ho fatto, a questo punto, è proprio quella esposta in precedenza: non è che questo disturbo sull'armonica non venga interpretato dall'elettronica del contatore come segnale di distacco.
              Mi risulta che di recente qualche costruttore ha messo in commercio qualche inverter completo di trasform. d'isolam. anche se la normativa non lo prevede (obbligatorio per impianti superiri a 20 Kwp). E, appunto, mi chiedevo se questa non potesse essere la soluzione del problema.
              Di sicuro, ho accertato, non è facile reperire in prestito o in affitto un TRasf. D'isolam. da 5 Kw. Qcquistarlo solo per tentare non mi pare il caso.
              PS: fatti i dovuti scongiuri, sono più di 20 gg che funziona tutto regolarmente!!!

              Grazie a tutti e in particolare a Recoplan

              Commenta


              • #8
                Diciamo che sono un poco perplesso su questa tua ipotesi dal momento che sospetto che ci dovrebbe essere un incremento considerevole del valore efficace, cioè stai "producendo solo aroniche"... (cmq si applica ai relè e non al sezionatore...)
                In genere il trasformatore è un filtro passa-basso e se lavora lontano dal punto di saturazione (e la curva di isteresi non è molto "larga") non dovrebbe produrre ulteriori distorsioni.
                Cmq la mia probabilmente è solo teoria... gli altri hanno molta più esperienza.

                In bocca al lupo e magari se hai dei riscontri facci sapere... è davvero interessante!

                PS: se cmq il sospetto è fondato potresti valutare di inserire dei filtri (mi pare che esistano aziende che producono solo quello... mi dovrei informare su costi e chi sono)
                A2C - Fotovoltaico Salerno

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da ervise Visualizza il messaggio
                  di recente qualche costruttore ha messo in commercio qualche inverter completo di trasform. d'isolam.
                  Dagli albori della tecnologia FV inverter con traforatore o senza sono sempre convissuti ....
                  ---
                  Non ho capito se in tutto questo tempo sono state effettuate queste prove e che risultati hanno dato :
                  il contatore enel è stato sostituito con un altro avente lotto di produzione o marca diversa ?
                  l'inverter è è stato sostituito con un altro di marca diversa ?
                  dove è situato l'impianto ?

                  Ciao da Recoplan

                  Commenta


                  • #10
                    A domanda rispondo

                    Cordialissimo Recoplan, perchè alcuni costruttori ritengono opportuno inserire direttamente un trasf. d'is. ed altri no? Perchè le loro macchine lo impongono o "solo" perchè così possono dare un "prodotto" più preciso?

                    Di contatori ne sono stati cambiati 4: i primi due erano dei GET 3A trifase tarati ad una pot. max di 6.6 Kw; il terzo era un moderno GEM monofase di recente costruzione (2008) ma che i "tecnici" non sono stati capaci di settare e, a quanto da loro detto, praticamente l'hanno bruciato. l'ultimo ( di nuovo un GEM 2008 ) settato, questa volta correttamente, ad una pot. max di 14 Kw + 10%. L'ho visto con i miei occhi!

                    Ti ricordo che il mio impianto è da 4.8 Kwp

                    L'inverter, invece, è stato sostituito con un altro nuovo ma identico al precedente. Cioè un Fronius IG40. E' di questi giorni la lettera dei tecnici Fronius che dice "L'inverter sostituito era perfettamente funzionante".

                    Geograficamente l'impianto è situato in provincia di Latina. Più precisamente a Sezze. Proprio a ridosso delle prime colline a margine della pianura pontina.
                    Se poi volevi sapere la sua posizione all'interno dell'abitazione ti posso dire che inverter e contatore alloggiano in un ampio garage, moderatamente fresco d'estate, molto freddo d'inverno, molto arieggiato e, putroppo, poco poco polveroso. Cerco di mantenere pulito il più possibile.

                    Di nuovo grazie, aspetto con curiosità la risposta e, se necessario, sono pronto a fornire altre informazioni.

                    ciao, Ervise.

                    Commenta


                    • #11
                      Senno, si potrbbe risolvere con un distaccatore? la Dhen, produce anche distaccatori, oltre agli scaricatori, dovrebbero slacciare il tutto, e riarmare il contatto appena le condizioni si rivelano in norma.

                      Ne ho un modello su un lavoro, proverò a scannerizzare il libretto, solo dovrai aspettare lunedì.

                      Questa non è una soluzione tecnica, è solo per evitare che l'impianto si distacchi sempre dalla rete. Noin so neanche se funzioni bene, sto solo ipotizzando.
                      sigpicI problemi di un impianto cominciano con la porta di una banca e finiscono davanti alla sua cassaforte

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Bellocostruzioni Visualizza il messaggio
                        Senno, si potrbbe risolvere con un distaccatore? la Dhen, produce anche distaccatori, oltre agli scaricatori, dovrebbero slacciare il tutto, e riarmare il contatto appena le condizioni si rivelano in norma.

                        Ne ho un modello su un lavoro, proverò a scannerizzare il libretto, solo dovrai aspettare lunedì.

                        Questa non è una soluzione tecnica, è solo per evitare che l'impianto si distacchi sempre dalla rete. Noin so neanche se funzioni bene, sto solo ipotizzando.
                        Grazie per l'interesse del mio problema innanzitutto.
                        Comunque ci avevo già pensato, ma come dici anche tu non è una soluzione tecnica. Non ho seguito questa strada poichè temo che poi ci si possa rilassare e rischiare di non risolvere rapidamente il problema (anche se sono passati otto mesi!!!).
                        Tuttavia fammi avere le informazioni che dicevi, anche relative all'effettivo funzionamento.
                        Grazie di nuovo, Ervise.

                        Commenta


                        • #13
                          Dimenticavo!
                          Per tutti e, soprattutto, per Recoplan.
                          Qualche minuto fa mi ha chiamato un tecnico dell'ENEL per informarmi che stanno assemblando un sistema che funzioni solo da "misuratore". In pratica dovrebbe proprio "non avere" il sezionatore.
                          Mi ha detto che conta di intervenire durante la prossima settimana.
                          Naturalmente ciò non vuol dire che, nel frattempo, non sono graditialtri contributi.
                          Ovviamente vi terrò informati di tutti i futuri sviluppi.

                          Grazie a tutti, Ervise.

                          Commenta

                          Attendi un attimo...
                          X
                          TOP100-SOLAR