annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dubbio su dimensionamento impianto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dubbio su dimensionamento impianto

    Ciao a tutti,
    spero che possiate aiutarmi a definire la strategia migliore per il dimensionamento di un impianto.

    Di cosa si tratta:
    - si tratta di una villetta con appezzamento di terreno (esposizione Sud - Salerno - ombreggiamenti causati da collina che riducono la producibilità a 1150 kWh/anno comprese le perdite)
    - in questa villetta ci sono una casa e una specie di scantinato che è stato adibilito a ristorante e che verrà dato in concessione (ad una coperativa di cui fa parte anche il proprietario dello stabile) proprio come un ristorante.

    Il vero problema sono i consumi:
    A) consumo attuale della famiglia che vi abita :9000 kWh/anno
    B) consumo previsto della famiglia che vi abita :13000 kWh/anno (la famiglia prevede l'installaz di pompe di calore)
    C) consumo ristorante in passato + A: 26000 kWh/anno
    D) consumo ristorante previsto + B: 32000 kWh/anno

    Il committente sembra volersi orientare su D ma d'altra parte non vorrebbe superare i 20 kW (per non avere tariffa ridotta).

    Io sono scettico su quale valore dimensionare l'impianto:
    - se lo dimensiono su B con scambio sul posto e lui non installa le pompe di calore? L'energia in eccesso (scambio sul posto) se la da sui denti? Si potrebbe pensare che tanto c'è il ristorante...
    - se lo dimensiono su C il ristorante comincia a lavorare e poi interrompe l'attività? faccio "vendita"? non è poco conveniente?

    Aspetto qualche vostro suggerimento. Grazie.
    A2C - Fotovoltaico Salerno

  • #2
    Originariamente inviato da tipli Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti,
    spero che possiate aiutarmi a definire la strategia migliore per il dimensionamento di un impianto.

    Di cosa si tratta:
    - si tratta di una villetta con appezzamento di terreno (esposizione Sud - Salerno - ombreggiamenti causati da collina che riducono la producibilità a 1150 kWh/anno comprese le perdite)
    - in questa villetta ci sono una casa e una specie di scantinato che è stato adibilito a ristorante e che verrà dato in concessione (ad una coperativa di cui fa parte anche il proprietario dello stabile) proprio come un ristorante.

    Il vero problema sono i consumi:
    A) consumo attuale della famiglia che vi abita :9000 kWh/anno
    B) consumo previsto della famiglia che vi abita :13000 kWh/anno (la famiglia prevede l'installaz di pompe di calore)
    C) consumo ristorante in passato + A: 26000 kWh/anno
    D) consumo ristorante previsto + B: 32000 kWh/anno

    Il committente sembra volersi orientare su D ma d'altra parte non vorrebbe superare i 20 kW (per non avere tariffa ridotta).

    Io sono scettico su quale valore dimensionare l'impianto:
    - se lo dimensiono su B con scambio sul posto e lui non installa le pompe di calore? L'energia in eccesso (scambio sul posto) se la da sui denti? Si potrebbe pensare che tanto c'è il ristorante...
    - se lo dimensiono su C il ristorante comincia a lavorare e poi interrompe l'attività? faccio "vendita"? non è poco conveniente?

    Aspetto qualche vostro suggerimento. Grazie.
    Io consiglierei la soluzione A,
    andrà contro i tuoi interessi ma salvaguarda la tua professionalità!
    Al massimo, se proprio vogliono, fai come vogliono loro, ma fagli notare che tu non sei daccordo!

    Saluti
    Bisogna rendere ogni cosa il più semplice possibile, ma non più semplice di ciò che sia possibile!

    Albert Einstein
    www.donvitoprogetti.it

    Commenta


    • #3
      Ciao! Ti assicuro che non sono preoccupato dei miei interessi ma del fatto che loro non possano essere contenti. Io non posso fare quello che vogliono loro.... Se si affidano a te, si aspettano delle risposte.

      Speriamo di poter avere uno scambio di idee. Ne avrei davvero bisogno.

      ciao e grazie
      A2C - Fotovoltaico Salerno

      Commenta


      • #4
        Io mi orienterei su C dato che se il ristorante va bene si hanno comunque dei notevoli risparmi e se invece il ristorante chiude non hai la perdita che puoi avere con D. Direi un 19/20 kW, più verso i 20 vista la clinometria.
        Comunque devi farti dire con certezza se vogliono installare le PdC, direi che è molto importante.

        Ciao

        Commenta


        • #5
          Ma faresti C con scambio o con vendita?
          A2C - Fotovoltaico Salerno

          Commenta


          • #6
            Se hanno veramente intenzione di aprire il ristorante ed è posizionato in una buona zona, scambio sul posto. Ma se non vuoi rischiare vai con la vendita ma a questo punto non c'è più il problema della scelta tra A-B-C-D diventa solo una tua selta dato che ti viene retribuito tutto. Ed opterei comunque per i 20kW dtata la tariffa più alta.

            Commenta


            • #7
              C con scambio, l'importante è non pagare la bolletta enel, i kwp sono pochi, non vale la pena.

              p.s. continua a fare la parte del consulente, sei tu l'esperto. io ho rifiutato una vendita di un impianto solare termico perchè sapevo che non avrebbe funzionato, ma lui insisteva a volerlo fare, come gli avevano detto altre aziende.

              alla fine non lo ha fatto ! e io mi sono guadagnato la sua fiducia per un impianto fotovoltaico da 20 kwp

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da tipli Visualizza il messaggio
                Ma faresti C con scambio o con vendita?
                Perchè non fare 2 impianti separati?
                Ristorante e casa avranno 2 contatori separati, non c'è alcuna convenienza neanche tra le righe a fare un unico impianto.. in questo modo potrai fare uno domestico 9-10 kW e quello ristorante da 20 kW, e soddisfi il caso D, nel caso un giorno farai la variazione da scambio sul posto a vendita.
                Sorridi e tendi la mano..

                Commenta


                • #9
                  Avevo pensato anch'io a due impianti separati ma dopo è costretto ad installare tutto doppio e a richiedere doppie autorizzazioni facendo lievitare i costi. No?

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da tipli Visualizza il messaggio
                    Ciao! Ti assicuro che non sono preoccupato dei miei interessi ma del fatto che loro non possano essere contenti. Io non posso fare quello che vogliono loro.... Se si affidano a te, si aspettano delle risposte.

                    Speriamo di poter avere uno scambio di idee. Ne avrei davvero bisogno.

                    ciao e grazie
                    Il problema principale è che ancora il ristorante non c'è:

                    - Non è stato ancora aperto
                    - Non si sa quanto durerà
                    - Non si sanno realmente i consumi e le aspettative di rendita del ristorante sono ben lontane dai fatti realistici
                    .......

                    A questo punto, sarei orientato alla vendita,
                    nel senso che scegliendo l'ipotesi C o D è sicuro che o con ristorante o senza l'energia viene venduta e produce ricavo (non sarà però conveniente come lo scambio sul posto).
                    Nel caso di scelta dello scambio sul posto, resto fermo alla scelta della tipologia A-B (solo questi sono i consumi certi da qui a 20 anni)

                    Saluti
                    Bisogna rendere ogni cosa il più semplice possibile, ma non più semplice di ciò che sia possibile!

                    Albert Einstein
                    www.donvitoprogetti.it

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie a tutti per le risposte.

                      A portoclimaenergy volevo dire che l'idea non è male. In realtà la situazione è un poco complicata perchè i contatori sono 3... il primo (quello commercialmente valido) è quello enel. Gli altri 2 sono solo per capire come ripartire i consumi tra casa e ristorante.

                      Inoltre lo stabile ha 1 proprietario... dovrei fare 2 impianti associati alla stessa persona. Si può fare... anche se è un poco complicato... l'impianto andrebbe montato su una pensilina a copertura di un parcheggio (parcheggio da prevedere in virtù dell'apertura dell'attività di ristorazione).

                      Per la vostra esperienza il passaggio da scambio a vendita è indolore (temo di no...)?
                      A2C - Fotovoltaico Salerno

                      Commenta


                      • #12
                        Oppure scegliere la A e fra un anno ampliare l'impianto. Domanda: posso ad impianto in produzione cambiare da vendita a scambio? Forse se ne è già discusso.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da GusHansen Visualizza il messaggio
                          Avevo pensato anch'io a due impianti separati ma dopo è costretto ad installare tutto doppio e a richiedere doppie autorizzazioni facendo lievitare i costi. No?
                          questo sì, però il secondo progetto non dovrebbe costare molto se sono sullo stesso sito..
                          Sorridi e tendi la mano..

                          Commenta


                          • #14
                            Si i progetti li inglobi insieme ma per la connessione si paga due volte e sono circa 2500€ poi c'è il GSE, il servizio di misura, l'eventuale ritiro dedicato etc....
                            Non so se è conveniente.

                            Commenta


                            • #15
                              Grazie per il vostro sostegno.
                              Effettivamente i miei dubbi sono legati sostanzialmente alla convenienza economica. Vorrei avere la certezza che se inizialmente seclo per lo scambio successivamente posso successivamente optare per la vendita.
                              Avete dei riferimenti o devo chiamare l'enel?

                              ycarus77: (uso il tuo nick e non il nome) il ristorante c'è già stato in passato e funzionava bene. ha smesso di lavorare per 3 anni. adesso riprendono in maniera più seria. addirittura hanno realizzato una piscina e degli spazi all'esterno... l'intenzione c'è altrimenti questi investimenti sarebbe inutili. il dubbio è su quanto dura e sui reali consumi (che credo di aver sottostimato per sicurezza)!

                              portoclimaenergy: mi dici qualcosa in più sulla tua esperienza circa il passaggio tra scambio e vendita? io non l'ho mai fatto (e nemmeno pensato!)

                              GusHansen: l'ampliamento non è prevedibile nel senso che devo capire l'ingombro subito. come dicevo dovrà essere installato su una pensilina per parcheggio e devo avere dati certi per la progettazione del parcheggio.

                              grazie ancora per il vostro interssamento.
                              A2C - Fotovoltaico Salerno

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da tipli Visualizza il messaggio
                                Grazie per il vostro sostegno.
                                Effettivamente i miei dubbi sono legati sostanzialmente alla convenienza economica. Vorrei avere la certezza che se inizialmente seclo per lo scambio successivamente posso successivamente optare per la vendita.
                                Avete dei riferimenti o devo chiamare l'enel?

                                ycarus77: (uso il tuo nick e non il nome) il ristorante c'è già stato in passato e funzionava bene. ha smesso di lavorare per 3 anni. adesso riprendono in maniera più seria. addirittura hanno realizzato una piscina e degli spazi all'esterno... l'intenzione c'è altrimenti questi investimenti sarebbe inutili. il dubbio è su quanto dura e sui reali consumi (che credo di aver sottostimato per sicurezza)!

                                portoclimaenergy: mi dici qualcosa in più sulla tua esperienza circa il passaggio tra scambio e vendita? io non l'ho mai fatto (e nemmeno pensato!)

                                GusHansen: l'ampliamento non è prevedibile nel senso che devo capire l'ingombro subito. come dicevo dovrà essere installato su una pensilina per parcheggio e devo avere dati certi per la progettazione del parcheggio.

                                grazie ancora per il vostro interssamento.
                                Ora non ricordo bene dove lo avevo letto o chi me lo aveva detto.. comunque lo scambio sul posto è un contratto annuale rinnovabile per tacito assenso, quindi previa comunicazione si potrà fare il cambio di contratto.
                                Sorridi e tendi la mano..

                                Commenta


                                • #17
                                  Confermo. Ho chiamato un mio amico al GSE... E' esattamente come dici tu.

                                  Adesso mi sento solo un poco più tranquillo...anche se mi rimane sempre il problema di dimensionarlo... e non è poco (mi sto facendo delle s*** mentali che non avete idea)... Con 5 dati (esattamente 2 bollette 2008 e 3 del 2004 non confrontabili perchè il contatore è cambiato) sto desumendo i consumi suddivisi notte\giorno, estate\inverno, feriali\festivi e mi sto facendo per ogni scenario la doppia possibilità "scambio" o "vendita"....

                                  Assurdo...
                                  A2C - Fotovoltaico Salerno

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da portoclimaenergy Visualizza il messaggio
                                    ...comunque lo scambio sul posto è un contratto annuale rinnovabile per tacito assenso, quindi previa comunicazione si potrà fare il cambio di contratto.
                                    Confermo quanto sopra...

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X
                                    TOP100-SOLAR