adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

magnetermico , esisto solo da 16, 32 A...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • magnetermico , esisto solo da 16, 32 A...

    o c'e' anche da 18 , 20 ?

    Grazie..il cugi

  • #2
    ad esempio, lo sma 2500 ha come contributo di I corto circuito, 16A.
    il magnetotermico sara' da 16 , o da 32 ?

    grazie e scusate l'ignoranza

    il cugi

    Commenta


    • #3
      vi sono da 25A ad esempio, potresti usare questo.
      normalmente la SMA suggerisce un magnetotermico curva B da 25A all'uscita dei suoi SB dal 2500 al 3300.

      ciao

      Commenta


      • #4
        Grazie mille


        il cugi

        Commenta


        • #5
          e ci sono anche magnetotermici regolabili, nei quali imposti tu la corrente di soglia. anche 17,3 A, se vuoi..

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da cugino80 Visualizza il messaggio
            ad esempio, lo sma 2500 ha come contributo di I corto circuito, 16A.
            il magnetotermico sara' da 16 , o da 32 ?

            grazie e scusate l'ignoranza

            il cugi
            Attenzione !! Il contibuto alla corrente di corto circuito dell'iverter non ha alcuna rilevanza ai fini del calcolo del valore della corrente di taratura del magnetotermico di linea.
            D'altra parte tale valore serve solo per determinare il "potere di interruzione" che è altra cosa.
            Saluti !
            GIULIANO
            _____________
            ....ho capito che spesso tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza..... A. Einstein.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da ngrasso Visualizza il messaggio
              .
              normalmente la SMA suggerisce un magnetotermico curva B da 25A all'uscita dei suoi SB dal 2500 al 3300.

              ciao
              nel manuale del SB2500-3000, a pag 15 dice :

              Per la sicurezza del circuito (protezione della linea) si consiglia un interruttore
              automatico 16A. ..
              più avanti a pag. 55 :

              Corrente max. d'uscita = 12,5 A (Sunny Boy SB 2500), 15 A (Sunny Boy SB 3000)

              ...




              allora 16 o 25 A ?

              sucon
              Ultima modifica di sucon; 12-10-2008, 22:37.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da sucon Visualizza il messaggio
                nel manuale del SB2500-3000, a pag 15 dice :

                Per la sicurezza del circuito (protezione della linea) si consiglia un interruttore
                automatico 16A. ..
                più avanti a pag. 55 :

                Corrente max. d'uscita = 12,5 A (Sunny Boy SB 2500), 15 A (Sunny Boy SB 3000)

                ...




                allora 16 o 25 A ?

                sucon
                Sicuramente un 16 A va più che bene.
                Comunque non è questo il modo di ragionare.
                La corrente nominale dell'interruttore deve essere maggiore della corrente massima che può erogare l'inverter e su questo non ci piove, altrimenti si rischia l'intervento della protezione durante il normale funzionamento.
                Ma la cosa fondamentale è che l'interruttore deve proteggere il cavo. Quindi, detto bovinamente, la corrente nominale della protezione deve essere minore della corrente nominale della conduttura (corretta con i vari fattori in funzione di tipologia di posa, temperatura, ecc.). In realtà poi occorre andare a sovrapporre le curve dell'energia passante (per il cortocircuito).
                Se ad esempiometto una protezione da 25 A ed un cavo da 2,5, in certe condizioni, può accadere che il cavo mi vada arrosto.

                Saluti.

                Federico

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Fede1975 Visualizza il messaggio
                  Sicuramente un 16 A va più che bene.
                  Comunque non è questo il modo di ragionare.
                  La corrente nominale dell'interruttore deve essere maggiore della corrente massima che può erogare l'inverter e su questo non ci piove, altrimenti si rischia l'intervento della protezione durante il normale funzionamento.
                  Ma la cosa fondamentale è che l'interruttore deve proteggere il cavo. Quindi, detto bovinamente, la corrente nominale della protezione deve essere minore della corrente nominale della conduttura (corretta con i vari fattori in funzione di tipologia di posa, temperatura, ecc.). In realtà poi occorre andare a sovrapporre le curve dell'energia passante (per il cortocircuito).
                  Se ad esempiometto una protezione da 25 A ed un cavo da 2,5, in certe condizioni, può accadere che il cavo mi vada arrosto.

                  Saluti.

                  Federico
                  Salve
                  un chiarimento: nella domanda di di richiesta di connessione all'enel c'è una casella dove dice di inserire il "contributo dell'impianto al corto circuito" (espresso in corrente)....
                  Come lo ricavate?

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da kitecarr Visualizza il messaggio
                    Salve
                    un chiarimento: nella domanda di di richiesta di connessione all'enel c'è una casella dove dice di inserire il "contributo dell'impianto al corto circuito" (espresso in corrente)....
                    Come lo ricavate?
                    qualcuni mi illumini...grazie

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da kitecarr Visualizza il messaggio
                      Salve
                      un chiarimento: nella domanda di di richiesta di connessione all'enel c'è una casella dove dice di inserire il "contributo dell'impianto al corto circuito" (espresso in corrente)....
                      Come lo ricavate?

                      Nell'allegato B che fornisce la SMA per i suoi Inverter è riportato per ogni tipo di inverter il valore del contributo dell'impianto al corto circuito.
                      Immagino che anche le altre case costruttrici facciano altrettanto ...

                      Ciao

                      Sucon

                      Commenta


                      • #12
                        Se poi non lo trovi tra la documentazione dell'inverter, tieni conto che la corrente di corto circuito erogata dall'inverter, non potrà mai essere maggiore della potenza dell'impianto diviso la tensione.

                        Saluti.

                        Federico

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR