annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

FACCIAMOCI SENTIRE !!!!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Guardate che sono pochissimi quei privati che hanno la fortuna di abitare in una casa disegnata da un architetto d&#39;avanguardia, che abbia pensato un tetto a falda perfettamente orientato a sud, con inclinazione adeguata e senza ombreggiamenti.<br><br>senza queste caratteristiche fare un impianto non integrato sul piano del tetto a falda non sar&agrave; cosi vantaggioso.<br><br>quasi quasi mi metto a fare l&#39;agente immobiliare.. gli immobili con le caratteristiche &#39;adatte&#39; varranno tra un po una fortuna&#33;<br><br>.. ma come mi vengono queste idee... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6a7c629ffcc96882f2fffc688cfc6930.gif" alt=":">

    Commenta


    • #32
      <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (fcattaneo @ 8/1/2007, 23:15)</div><div id="quote" align="left">Il risultato quale e&#39; stato ?.... che i nostri soliti imprenditori Italioti hanno subito cercato di fare speculazione bloccando di fatto le installazioni.</div></div><br>Tristemente innegabile <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e2c650a7529bc9c7f29f43462ddb807c.gif" alt=""><br>Sono però convinto che non sia una patologia epidemica. Non dovrebbe essere impossibile inventare qualche regola chiara, precisa e non ambigua per arginare questi tristi campioni di furbizia italiota e dare spazio a chi ha solo intenzione di fare impresa con decenza.<br>L&#39;eliminazione della procedura burocratica di accettazione è un buon passo avanti. Se produci ti pago quel che produci. Punto. Senza possibilit&agrave; di rivendersi il &quot;posto al sole&quot; guadagnato con megaprogetti di carta o poco più.<br>Poi non è che ce l&#39;ho con le installazioni dei privati (ci mancherebbe, installerò anch&#39;io appena posso). Solo chiedo che non si penalizzino eccessivamente le installazioni microindustriali. Inoltre non sarebbe male anche pensare a incentivazioni particolari per gli impianti collettivi (condomini solari) che permettono di sfruttare parzialmente i vantaggi del conto energia anche a tutti coloro che non hanno tetti o terreni da utilizzare. Credo che questo sia giusto proprio per evitare critiche (che gi&agrave; si sentono) di &quot;privilegio per pochi pagato da tutti&quot; verso il conto energia.
      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

      Commenta


      • #33
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (taote @ 8/1/2007, 23:23)</div><div id="quote" align="left">Guardate che sono pochissimi quei privati che hanno la fortuna di abitare in una casa disegnata da un architetto d&#39;avanguardia, che abbia pensato un tetto a falda perfettamente orientato a sud, con inclinazione adeguata e senza ombreggiamenti.<br><br>senza queste caratteristiche fare un impianto non integrato sul piano del tetto a falda non sar&agrave; cosi vantaggioso.<br><br>quasi quasi mi metto a fare l&#39;agente immobiliare.. gli immobili con le caratteristiche &#39;adatte&#39; varranno tra un po una fortuna&#33;<br><br>.. ma come mi vengono queste idee... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eb651e0847ebf51d2b59a5614cb63a63.gif" alt=":"></div></div><br>E&#39; un&#39;idea diffusa ma non del tutto vera..<br><br>Io ho un impianto solare fotovoltaico sovvenzionato in CE da 1435 Wp orientato a Ovest pieno...... con un tilt di circa 20 gradi :<br><br><a href="http://www.portalsole.it/sezione.php?d=83" target="_blank">http://www.portalsole.it/sezione.php?d=83</a><br><br>Ebbene la produzione tra il 6 Luglio 2006 e il 6 Gennaio 2007 e&#39; stata di 750 wp.. circa il 10 percento meno di un impianto analogo orientamento perfettamente a SUD.<br><br>Da SUD/Ovest a SUD/Est la produzione si discosta tra un minimo e massimo del 5 per cento... meno di quanto si pensi.<br><br>Ciao,<br>F.<br><br><br><br>
        Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
        Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

        Commenta


        • #34
          ma questo , se considerato x un investimento di venti anni, sono soldoni che non guadagni.<br><br>E mi riferivo soprattutto al fatto che x il non integrato la tariffa sar&agrave; insufficiente.

          Commenta


          • #35
            fcattaneo,<br><br>concordo sulla tua posizione riguardo al CE, sia nuovo che vecchio, e sui grossi o piccoli impianti, come avuto modo di discutere tempo fa.<br><br>Circa il posizionamento, dovresti confrontarti però con un installazione analoga alla tua che produrra&#39; più della previsione allontanandosi dal tuo dato.<br>Ho l&#39;impressione che gli impianti tendano a produrre un pò di più delle aspettative.<br><br>X taote. Non esagerare.<br>Io ho un falda esposta a SUD, ma non è stata progettata da un architetto di avanguardia &#33;&#33;&#33;<br>Saranno pochissimi coloro che avranno un tetto EST-OVEST che è il caso peggiore. ogni altra situazione prevede di avere una falda con una componente a SUD e degrado marginale rispetto all&#39;ottimo.<br><br>Andrea<br><br>

            Commenta


            • #36
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (fcattaneo @ 8/1/2007, 19:20)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albe75 @ 8/1/2007, 17:23)</div><div id="quote" align="left"><span style="font-size:14pt;line-height:100%">FOTOVOLTAICO IN GERMANIA </span><br><br><span style="font-size:14pt;line-height:100%">I SEGRETI DI UN MODELLO<br>NORMATIVO VINCENTE</span></div></div><br>Ok.. la mia domanda rimane sempre quella :<br><br>COSA HA CHE NON VA&#39; IL NOSTRO DECRETO IN CONTO ENERGIA ?<br><br>Da una risposta che mi hai dato in precedenza pare che siano le tariffe troppo basse....<br><br>Per precisione le tariffe sono PIU&#39; alte rispetto alla Germania, sia nel conto energia vecchio ( scaiola ) che nel nuovo ( bersani )... almeno per gli impinti in scambio.<br><br>Questo per il meccanismo che l&#39;energia incentivata in Germania e&#39; venduta alla rete mentre in Italia va&#39; in scambio e rimane di proprieta del produttore.<br><br>Quindi oltre ad essere incentivata acquisisce un valore di scambio pari alla bellezza di 0,2 euro di media per KWH.</div></div><br>Scusami ma come fai a dire che le tariffe sono più alte in Italia rispetto alla Germania?<br><br>Queste sono le tariffe in Germania:<br><br>superfici libere 45,7 c€/kWh<br>tetti &lt; 30 kWp 57,4 c€/kWh<br>tetti da 30 a 100 kWp 54,6 c€/kWh<br>tetti > 100 kWp 54 c€/kWh<br>facciate &lt; 30 kWp 62,4 c€/kW<br>facciate da 30 a 100 kWp 59,6 c€/kWh<br>facciate > 100 kWp 59 c€/kWh<br><br>Se riesci a spiegarmi il meccanismo che rende il CE Italiano più conveniente te ne sarei grato.<br>

              Commenta


              • #37
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albe75 @ 9/1/2007, 09:29)</div><div id="quote" align="left">Se riesci a spiegarmi il meccanismo che rende il CE Italiano più conveniente te ne sarei grato.</div></div><br>In generale alla latitudine italiana la produttivit&agrave; è maggiore quindi anche la necessit&agrave; di tariffa incentivante sarebbe minore (a parit&agrave; di ammortamento capitale).<br>Inoltre, se non ho mal interpretato, fcattaneo intende che in Germania ti limiti a rivendere l&#39;energia, se la autoconsumi risparmi, è vero, ma non ti danno la tariffa sulla parte autoconsumata. In Italia oltre alla tariffa hai il vantaggio dello scambio sul posto, quindi devi aggiungere un risparmio di 0,18 circa. Sempre se non ho capito male.<br>Così in Germania privato e produttore industriale sono pressochè alla pari. In Italia sia nella vecchia versione sia nella nuova le tariffe sono fortemente premianti per il privato. Che sia buona cosa è questone di punti di vista, ma in effetti il CE italiano per qualcuno è più conveniente. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b92f6eb053a490705824ad89da1faae1.gif" alt="">
                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                Commenta


                • #38
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (BrightingEyes @ 9/1/2007, 13:46)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albe75 @ 9/1/2007, 09:29)</div><div id="quote" align="left">Se riesci a spiegarmi il meccanismo che rende il CE Italiano più conveniente te ne sarei grato.</div></div><br>In generale alla latitudine italiana la produttivit&agrave; è maggiore quindi anche la necessit&agrave; di tariffa incentivante sarebbe minore (a parit&agrave; di ammortamento capitale).<br>Inoltre, se non ho mal interpretato, fcattaneo intende che in Germania ti limiti a rivendere l&#39;energia, se la autoconsumi risparmi, è vero, ma non ti danno la tariffa sulla parte autoconsumata. In Italia oltre alla tariffa hai il vantaggio dello scambio sul posto, quindi devi aggiungere un risparmio di 0,18 circa. Sempre se non ho capito male.<br>Così in Germania privato e produttore industriale sono pressochè alla pari. In Italia sia nella vecchia versione sia nella nuova le tariffe sono fortemente premianti per il privato. Che sia buona cosa è questone di punti di vista, ma in effetti il CE italiano per qualcuno è più conveniente. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7ce2e1240b207c591691b675670674ef.gif" alt=""></div></div><br>Questo non lo sapevo, beh se è così allora non insisto. Comunque una cosa è certa, non ha senso abbassare le tariffe, se vuoi dare il giusto segnale le tariffe le devi come minimo tenere costanti. A proposito, la rivalutazione delle tariffe su base Istat è prevista in Germania?

                  Commenta


                  • #39
                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (albe75 @ 9/1/2007, 09:29)</div><div id="quote" align="left">[Se riesci a spiegarmi il meccanismo che rende il CE Italiano più conveniente te ne sarei grato.</div></div><br>Perche&#39; in Germania l&#39;energia semplicemente la vendi alla rete alla tariffa incentivante.....<br><br>In Italia ricevi l&#39;incentivo su tutta l&#39;energia che produci che rimane pero&#39; tua e la puoi o mandare in scambio o autoconsumarla...<br>In entrambi i casi vale almeno 0,18 euro/kwh ( nel mio caso dato che la mia produzione taglia proprio le fascie maggiori vale circa 0,3 euro/kwh.<br><br>Poi c&#39;e&#39; anche la ragione che ha esposto BrightingEyes.. cioe&#39; che in Germania produci MENO rispetto all&#39;Italia e quindi occorrerebbe anche un incentivo minore a parita di rientro dell&#39;investimento.....<br><br>Per tutte queste ragioni l&#39;FV in italia RENDE di piu&#39; economicamente rispetto alla Germania..<br><br>Le ragioni per cui non parte sono diverse e non ultima quella che la popolazione percepisce ancora poco il vero valore delle tariffe incentivanti o magari vorrebbe straguadagnare con il FV.<br><br>Ciao,<br>F.<br><br><br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mansoldo @ 9/1/2007, 05:35)</div><div id="quote" align="left">Circa il posizionamento, dovresti confrontarti però con un installazione analoga alla tua che produrra&#39; più della previsione allontanandosi dal tuo dato.<br>Ho l&#39;impressione che gli impianti tendano a produrre un pò di più delle aspettative.</div></div><br>E&#39; vero... tuttavia sto rilevando un dato che mi permette di stimare un valore medio annuo di 1,11 kwh/kwp..<br>Se consideri che l&#39;impianto e&#39; orientato ad Ovest con un tilt di 20 gradi ed e&#39; ubicato in pianura padana in mezzo allo smog e alla nebbia ... puoi immaginare il mio stupore.<br><br>Mi avevano detto che comunque l&#39;orientamento ad Ovest incide circa per il 10 per cento ...non credo che a fronte di questi datoi non sia vero.<br><br>Ciao,<br>F.<br>
                    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                    Commenta


                    • #40
                      bhe , io credo che convenga di + incentivare maggiormente il fotovoltaico, piuttosto che pagare multe salate x inottemperanza al protocollo di kyoto( che comunque si riperquotono sul bilancio della collettivit&agrave.<br><br>inoltre i soldi vengono dalla tariffa A3, ed ora ne avremo tantissimi a disposizione x le VERE fonti rinnovabili, ed essendo in Italia l&#39;energia solare dovrebbe avere priorit&agrave;.<br><br>forse non ci rendiamo conto che siamo in una situazione di emergenza ambientale e quindi ci vogliono misure d&#39;emergenza&#33;<br><br>&#39;drogare&#39; il mercato con incentivi alti permette di diffondere velocemente una tecnologia (in realt&agrave; gi&agrave; vecchia),<br>x fronteggiarne la mancanza in virtù della sua necessit&agrave; impellente.<br><br>vorrei sapere quanto costa l&#39;energia in Germania&#33;&#33; in italia abbiamo i prezzi + alti d&#39;Europa&#33;<br><br>xchè se noi abbiamo + sole dobbiamo avere x questo tariffe + basse?&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/381c71702b79c80a08b01ae9ec2457fb.gif" alt=":blink:">

                      Commenta


                      • #41
                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (taote @ 9/1/2007, 21:09)</div><div id="quote" align="left">bhe , io credo che convenga di + incentivare maggiormente il fotovoltaico, piuttosto che pagare multe salate x inottemperanza al protocollo di kyoto( che comunque si riperquotono sul bilancio della collettivit&agrave.</div></div><br>Il concetto è giustissimo.<br><br>Però, per evitare di cadere nei soliti errori, c&#39;è da tenere presente che la capacit&agrave; produttiva della filiera FV è ancora bassa. Se pure in un sussulto di eroica generosit&agrave; il governo attuale decidesse di raddoppiare la tariffa incentivante non basterebbe la produzione mondiale per accontentare la domanda italiana. Il boom di domanda senza adeguata offerta farebbe solo salire i costi e tutto ciò riuscirebbe solo a produrre un insignificante aumento percentuale della produzione elettrica da rinnovabile (c&#39;è un limite nemmeno molto alto al FV installabile con i contributi). Con costi elevati sulla comunit&agrave;. Non direi proprio un successone.<br><br>Non credo che siamo in un&#39;emergenza ambientale e se pure ci fossimo non sar&agrave; il FV installabile dietro incentivo a salvarci. L&#39;obiettivo a cui dobbiamo tendere è la riduzione del costo del FV fino al punto in cui installare pannelli FV sar&agrave; conveniente anche SENZA incentivi di ogni tipo. Allora si che la produzione distribuita di energia potrebbe cambiare profondamente molte cose. Ma realisticamente non è cosa da sognare per l&#39;anno prossimo. E nemmeno fra 10 anni, temo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c248a8e93788711b70f23b53cc05b559.gif" alt=":unsure:"><br>E&#39; però un ottimo punto di partenza. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/019359c1e3c0f6939ef1eaf0420a77bd.gif" alt="">
                        “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                        O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                        Commenta


                        • #42
                          un ottimo punto di partenza potrebbe essere dare incentivi a chi si mette a produrre pannelli, a chi fa ricerca e innovazione tecnologica x le rinnovabili.<br><br>ma nell&#39;immediato si dovrebbe consentire di stimolare al massimo la domanda fino a coprirla tutta, x creare in breve tempo una massiccia produzione fotovoltaica anche in Italia.

                          Commenta


                          • #43
                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (taote @ 9/1/2007, 21:09)</div><div id="quote" align="left">vorrei sapere quanto costa l&#39;energia in Germania&#33;&#33;</div></div><br>Ecco, se io fossi un sostenitore del nucleare (cosa che non sono) mi avresti alzato una palla che sarebbe impossibile non schiacciare (gergo pallavolistico...)<br><br>Per inciso: non mi pare di aver sentito la Merkel oggi dire &quot;chissenefrega del petrolio russo, noi abbiamo il fotovoltaico più sviluppato d&#39;europa&quot;. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a9b98cecc054815f794ab915db14e4fd.gif" alt=""><br><br>Mi è stato detto di essere di parte. In realt&agrave; è vero, solo che sto dalla stessa parte di tutti gli altri qua dentro. Io SPERO in un conto energia generoso. Ho intenzione di investire pesantemente sul solare se ci sar&agrave; convenienza economica a farlo. In qualit&agrave; di consulente ho gli imprenditori in fila che sbavano, gente con 300.000 Euro pronti sull&#39;unghia che non aspetta altro. Ma il fatto che ci speri per un rendiconto personale non vuol dire che io debba diventarne sostenitore incondizionate nel momento in cui non sto &quot;vendenrdo&quot; qualcosa a qualcuno, ma facendo una discussione seria ed approfondita con gente competente.<br><br>Proprio per questo però ritengo che ci voglia un minimo di distacco nel valutare con freddezza le situazioni.

                            Commenta


                            • #44
                              io sono tendenzialmente ambientalista e un po di parte in questo senso.<br><br>ma anch&#39;io vendo impianti e faccio ssolo una valutazione di costi-benefici anche a + ampio spettro.

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X
                              TOP100-SOLAR