annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Fotovoltaico in zona a tutela ambientale

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Fotovoltaico in zona a tutela ambientale

    Ciao a tutti <img src="http://www.energeticambiente.it/images/a52157cfff03416e39bf13b8e886d4f3.gif" alt=""><br>Vorrei sapere se qualcuno ha informazioni precise ( o ha già affrontato il problema ) sull&#39;istallazione di pannelli fotovoltaici integrati privati ( 3.5 Kw ) in zona a tutela ambientale, in particolare sottoposta alla legge Galasso.<br>Ho intenzione di montare un impianto, ma nè l&#39;ufficio tecnico del mio comune ( nelle colline di Reggio Emilia ), neppure la Sovrintendenza dell&#39;Emilia Romagna, mi ha dato risposte certe, anzi, in molti hanno espresso forti dubbi sulla possibilità di accettare la DIA&#33;<br>Perfino dal Ministero non ho ancora ricevuto risposte&#33;<br>E&#39; incredibile ma vero <img src="http://www.energeticambiente.it/images/c8f2e516a2ba4c00868ff26449cc4ddb.gif" alt=":angry:"><br>Qualcuno ne sa qualcosa?<br>Grazie Giò <img src="http://www.energeticambiente.it/images/934ca570126f6966cb6034fcd567176a.gif" alt="">

  • #2
    Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387 &quot;Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell&#39;energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell&#39;elettricità&quot;<br><br>La risposta e&#39; quà.<br><br>Ogni regione legifera in materia di autorizazione unica.<br>Ad esempio Regione Toscana: (L.R. 39/05):<br>gli impianti FV fino a 3 Kw sono esenti da qualunque autorizzazione;<br>gli impianti da 3 a 10 kw devono essere sottoposti a DIA;<br>gli impianti con potenza superioe a 10 kw sono soggetti ad autorizzazione Unica, secondo le procedure descritte nell’art.12.<br>oppure<br>Regione Puglia: (Delibera 141 del 31.10.06) esclude dall’Autorizzazione Unica gli impianti fino a 1000 kw purché costruiti in siti esenti da vincoli.<br><br>-------------------<br><br>Dovresti - quindi - contattare l&#39;Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Emilia Romagna, o l&#39;Assessorato Industria, e chiedere se devi presentare istanza tesa ad ottenere l&#39;Autorizzazione Unica ai sensi dell&#39;art. 12 del Decreto Legislativo 387/2003, prima di realizzare l&#39;impinto FV.<br>Fatti un giretto nei siti della Regione Emilia Romagna prima.<br><br><a href="http://spazioinwind.libero.it/ambientepalermo/Effic_energetica_edifici_2007.htm" target="_blank">http://spazioinwind.libero.it/ambientepale...difici_2007.htm</a> quà trovi la normativa nazionale e tanto altro su efficienza energetica e fonti rinnovabili.<br><br>ciao<br><br><br><br><br>Ho fatto un giro nel sito web della Regione Emilia Romagna<br><br>Prova a contattare questi uffici, via telefono e ancora meglio via email (io faccio sempre così, qualcuno, tra i tanti, mi risponde sempre)<br><br>Servizio:<br><a href="http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/rer/ambiente.htm#valutazione" target="_blank">http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/r...htm#valutazione</a><br>VALUTAZIONE IMPATTO E PROMOZIONE SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE<br>Via dei Mille 21<br>Responsabile: Alessandro Di Stefano<br>tel. 051-6396953 fax 051-6396095<br>e-mail: Vipsa@regione.emilia-romagna.it<br><br> Attività:<br>Redazione di linee guida per la Valutazione Impatto Ambientale (VIA) e Valutazione ambientale strategica (VAS);<br>Promozione e disciplina di aree destinate ad attività produttive, attrezzate con servizi che le rendano compatibili con l&#39;ambiente;<br>Sistemi di gestione e certificazione ambientale;<br>Promozione di sistemi di politiche integrate per l&#39;ambiente e per l&#39;acquisto di verde pubblico;<br>Promozione e disciplina di aree ecologicamente attrezzate;<br>Azioni di controllo integrato secondo gli standard IPPC (Integrated Pollution Prevention Control);<br>Attività di coordinamento della relazione per lo stato dell’ambiente.<br><br><br>Responsabilità dirigenziale - Prevenzione e riduzione integrata dell&#39;inquinamento, Eugenio Lanzi<br>tel. 051-6396953<br><br>Responsabilità specifiche - Valutazione di impatto ambientale, Monica Marchi<br>tel. 051-6396910 mmarchi@regione.emilia-romagna.it<br><br>Valutazione ambientale di piani e programmi, Rosanna Zavattini<br>tel. 051-6396091 rzavattini@regione.emilia-romagna.it<br><br>________________________________ _____________________________<br>Servizio:<br><a href="http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/rer/attivita.htm#politichenergetiche" target="_blank">http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/r...tichenergetiche</a><br>POLITICHE ENERGETICHE<br>Viale Aldo Moro 44<br>Responsabile: Massimo Cenerini<br>tel. 051-6396427 fax 051-6396568<br>e-mail: Energia@regione.emilia-romagna.it<br><br> Attività:<br>Elaborazione del Piano Energetico regionale;<br>Programmi di intervento per promuovere il risparmio energetico, l&#39;uso razionale dell&#39;energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili;<br>Promozione di attività di ricerca applicata e di attività sperimentali e dimostrative;<br>Sviluppo e qualificazione dei servizi energetici di utilità pubblica;<br>Promozione della ricerca delle risorse energetiche territoriali;<br>Formulazione di intese con lo Stato e con altre Regioni;<br>Coordinamento delle attività trasferite dallo Stato agli Enti locali;<br>Dismissione dell&#39;impianto elettronucleare di Caorso e iniziative connesse alla gestione in sicurezza dei rifiuti radioattivi.<br><br>Professionalità specialistica - Uso razionale dell&#39;energia, risparmio energetico e fonti rinnovabili, Attilio Raimondi tel. 051-6396348 araimondi@regione.emilia-romagna.it<br><br>

    Commenta


    • #3
      Grazie mille, Cirospat; consigli preziosissimi.<br>Inizio subito a prendere i contatti, scrivere &amp; telefonare&#33;&#33;<br>Voglio proprio arrivarci in fondo&#33;<br>Grazie ancora.<br>Giò

      Commenta


      • #4
        figurati...<br>per normative su efficienza energetica e incentivi sul conto energia ho creato questo portale<br><a href="http://spazioinwind.libero.it/ambientepalermo/Effic_energetica_edifici_2007.htm" target="_blank">http://spazioinwind.libero.it/ambientepale...difici_2007.htm</a><br><br>ciao ciro

        Commenta


        • #5
          ed in sicilia che cosa occorre in zona sottoposta a vo=incolo paesaggistico della Soprintendenza per un impianto &lt; di 3 Kw da montare su un tetto.<br>E poiche vorrei fare un altro impianto da montare però a terra sempre in zona paesaggistica, utilizzando i pannelli come una specie di parapetto, in quanto il mio orticello si affaccia su una vallata abitata del centro storico?<br>boooh&#33;&#33;<br>

          Commenta


          • #6
            <a href="http://www.regione.sicilia.it/industria/use/Normativa/Norme_regionali/Decreti/Dec_ARTA_17_mag_2006.pdf" target="_blank">http://www.regione.sicilia.it/industria/us...17_mag_2006.pdf</a><br><br>la risposta è quà &#33;<br>Devi sottoporre il progetto del tuo impianto FV alla procedura di verifica ambientale (art. 5 DPR 1996) per l’ottenimento della Autorizz.ne Unica (ai sensi del D. Lgs 387/2003).<br><br>Facendo richiesta ai seguenti enti:<br><br>all&#39;Assessorato Reg.le Territorio e Ambiente (Servizio 2 VAS-VIA Via Ugo la Malfa n. 169 - Palermo),<br><br>p.c. Al comune di .....................,<br><br>Alla Provincia regionale di ..........,<br><br>Alla Sopr.za per i beni culturali ed ambientali di ........., All&#39;Assessorato reg.le Industria....<br><br>

            Commenta


            • #7
              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (cirospat @ 13/3/2007, 23:47)</div><div id="quote" align="left"><a href="http://www.regione.sicilia.it/industria/use/Normativa/Norme_regionali/Decreti/Dec_ARTA_17_mag_2006.pdf" target="_blank">http://www.regione.sicilia.it/industria/us...17_mag_2006.pdf</a><br><br>la risposta è quà &#33;<br>Devi sottoporre il progetto del tuo impianto FV alla procedura di verifica ambientale (art. 5 DPR 1996) per l’ottenimento della Autorizz.ne Unica (ai sensi del D. Lgs 387/2003).<br><br>...</div></div><br>forse ho capito male io, ma dalla lettura dell&#39;art 5 comma 7 del nuovo conto energia, mi pare di capire che <b>non si debba più richiedere</b> l&#39;Atorizz.ne Unica (ai sensi del D. Lgs 387/2003), ma dovrebbe bastare una procedura di verifica ambientale<br>O mi sbaglio?

              Commenta


              • #8
                eh eh eh eh eh .......... e quà casca l&#39;asino&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Dovrebbe essere come hai letto tu nell&#39;art. 5 comma 7 del nuovo decreto conto energia.<br>Ma le varie regioni italiane nel frattempo hanno legiferato in materia diversa, in quanto manca a livello nazionale delle linee guida unitarie da seguire per tutte le regioni.<br><br>Ho mandato un email (in merito a Autorizzazione Unica ai sensi art.12 del D.Lgs 387/2003) a Ministero Sviluppo Economico, GSE, Ministero Ambiente e <u>gentilmente il Min.Sviluppo Economico </u> mi ha risposto fornendomi un analisi comparativa sulle normative regionali adottate sul territorio italiano che variano ampiamente da regione a regione.<br>Quindi c&#39;è chi è piu&#39; restrittivo e chi è piu&#39; &quot;rilassato&quot; nei confronti di chi vuole realizzare impianti piccoli (in genere fino a 20 KWp) in siti esenti da vincoli.<br>In poche parole anche se art. 5 comma 7 del nuovo decreto conto energia dice che puoi fare l&#39;impianto piccolo FV poi la Regione impone la propria normativa in materia.<br>Se poi ci si trova nel caso di zone sensibili (vincolate in qualsiasi maniera e a tutela ambietale) allora sottoporre il progetto alle soprintendenze e assessorati territorio e ambiente regionali è indubbiamente giusto, come d&#39;altronde recita lo stesso decreto del nuovo conto energia.<br>Se ci si trova a dover realizzare impianti FV di piccola taglia in zone esenti da vincoli, sottoporre il progetto agli enti regionali puo&#39; invece apparire come un ulteriore procedura burocratica con conseguenti perdite di tempo.<br><br>Ecco un piccolo saggio dell&#39;analisi comparativa delle normative regionali:<br><br><b>Lombardia</b>: assegna alle Provincie il compito di autorizzare l’installazione ed eserciziodegli impianti di produzione di energia (revisione della Legge della Lombardia n.14 del 3/12/03).<br><br><b>Provincie di Trento e Bolzano</b>: la gestione dell’Autorizzazione Unica è demandata ai singoli Comuni che sembra richiedano la concessione edilizia per l’installazione di un impianto fotovoltaico.<br><br><b>Regione Marche</b>: (L.R. n. 74 )<br>o esclude dalle procedure VIA gli impianti configurati come retrofit o integrati con potenza non superiore a 20 Kw situate in zone “ad alto valore” o “sensibili”.<br><br>o Esclude dalle procedure VIA gli impianti configurati come retrofit o integrati con potenza non superiore a 1000 Kw situate in “altre zone”.<br><br>o Esclude dalla procedura VIA gli impianti configurati sul suolo con potenza nominale non superiori a 100 Kw o che non occupano una superficie superiore ad un ettaro situati in “altre zone”.<br><br>o Richiede la procedura VIA per tutte le altre configurazioni.<br><br><br><b>Regione Toscana</b>: (L.R. 39/05):<br><br>o gli impianti FV fino a 3 Kw sono esenti da qualunque autorizzazione;<br><br>o gli impianti da 3 a 10 kw devono essere sottoposti a DIA;<br><br>o gli impianti con potenza superioe a 10 kw sono soggetti ad autorizzazione Unica, secondo le procedure descritte nell’art.12.<br><br><br><b>Regione Umbria</b>: (L.R. 21 del 3.11.04 modifica l’art. 7 bis della LR 1 del 18.02.2004) stabilisce che l’Autorizzazione Unica di cui all’art. 12 del D. Lgs. 387/2003 è delegata al Comune.<br><br><b>Regione Lazio</b>: (L.R. 18 del 23.11.06) assegna alle Provincie il compito di autorizzare l’installazione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia. E&#39; risultata l’intenzione di escludere dal procedimento di Autorizzazione Unica gli impianti FV con potenza fino a 50 Kw installati in siti esenti da vincoli.<br><br><b>Regione Puglia</b>: (Delibera 141 del 31.10.06) esclude dall’Autorizzazione Unica gli impianti fino a 1000 kw purché costruiti in siti esenti da vincoli.<br><br><b>Regione Campania</b>: (Delibera Giunta Regionale del 30.11.06):<br><br>o esclude dal procedimento di Autorizzazione Unica gli impianti FV fino a 50 Kw installati in siti esenti dai vincoli;<br><br>o richiede lo svolgimento del procedimento unico per gli impianti con potenza superiore a 50 Kw.<br><br><br><b>Regione Sicilia</b>: un decreto pubblicato in GURS il 13.01.2006 introduceva per gli impianti FV una procedura di valutazione di compatibilità ambientale (ex art. 5 del DPR 12.04.1996), nonostante questo tipo di impianti non sia incluso fra quelli per i quali la procedura deve essere applicata (art. 1 comma 4 che rimanda agli allegati A e B che prevedono sono gli impianti industriali per la produzione di energia mediante sfruttamento del vento che ricadono all’interno di aree naturali protette). L’intervento del GIFI con la collaborazione di imprenditori locali ha favorito la revisione del Decreto riducendo i vincoli anche se non è stata accettata l’esclusione dall’Autorizzazione unica per gli impianti FV in siti esenti da vincoli. Il nuovo Decreto (Decreto Regione Sicilia del 17 maggio 2006) ha portato così la possibilità di presentare un <i><b>istanza di esclusione dalla procedura di verifica ambientale per l’ottenimento dell’Autorizzazione Unica </b> </i> per quegli impianti da 1 a 20 Kwp che:<br><br>o sono installati in zone consentite (non in zone sensibili);<br><br>o i cui i soggetti responsabili, esercitino lo scambio sul posto e/o la cessione in rete dell&#39;energia;<br><br>o siano catalogati come retrofit:<br><br>§ Impianti applicati su strutture esistenti senza modificarne in maniera sostanziale forme e dimensioni<br><br>§ Pensiline di nuove costruzioni (le pensiline e le tettoie esistenti e/o di nuova costruzione a servizio di strutture, edifici e/o impianti tecnologici)<br><br>§ Impianti installati su strutture facilmente removibili anche in zone ricadenti in zone classificate verde agricolo che non necessitano di fondazioni e che non modificano in maniera permanente l’assetto morfologico, geologico ed idrogeologico del sito.<br><br><br> <img src="http://www.energeticambiente.it/images/6fe758fa9ed821f6c487803f0f324910.gif" alt=":woot:"> ............. E poi alcuni hanno l&#39;ardire di sostenere che non c&#39;è il federalismo in Italia &#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Esiste anche nelle procedure per l&#39;autorizzazione unica per gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (ai sensi art.12 del Decreto Legislativo 387/2003) &#33;<br>

                Commenta


                • #9
                  molto interessnte.. non è che potresti postare anche le normative della <b>Regione Abruzzo</b>?<br><br>Grazie

                  Commenta


                  • #10
                    mi manca &#33;&#33;&#33;&#33;<br>sigh<br>non ci sono tutte le regioni, ma puoi vedere sul sito web della tua regione o visitare gli uffici per capire se la tua regione ha legiferato in materia.<br><br>Quando avrai l&#39;info passamela please che aggiorniamo il database regionale con le normative.<br>ciao e buona giornata<br>ciro

                    Commenta


                    • #11
                      sul sito della regione ho letto qualcosa legiferato nel 1999 e 1984, ma può essere che non ci sia niente di + recente?

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X
                      TOP100-SOLAR